Ansia e panico

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Chicca05
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 11 agosto 2015, 18:09

Ansia e panico

Messaggio da Chicca05 » 11 agosto 2015, 21:07

ciao a tutti . Tra pochi gg partirò per Messico x vacanze ma anziché godermi questo momento sto male da giorni anzi da settimane ... Ho sempre volato perché adoro viaggiare ma negli ultimi anni ho sempre più paura ... Ogni anno di più ... Comincio settimane prima a pensare alle turbolenze ( il mio terrore ) che incontreremo e ho pensieri terribili che non vi sto a elencare ma potete facilmente Immaginare. Inoltre il volo su Miami sarà operato da aa e ho letto che sono aerei vecchi ... Questa è stata la ciliegina sulla torta ..sono in tilt totale !!!

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2172
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ansia e panico

Messaggio da la franci » 11 agosto 2015, 21:55

Ciao Chicca!!!! Benarrivata!!!! wow... solo lo scalo a Miami vale tutto il viaggio! ! :mrgreen:
AA non si impegna molto nell'intrattenimento dei passeggeri... è vero...forse un po' la politica americana dove l'aereo è usato più della macchina e non c'è bisogno di invogliare i passeggeri offrendo distrazioni in volo... oltre a questo, però, non mi sembrano aerei diversi da tutti gli altri...

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6669
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ansia e panico

Messaggio da Lampo 13 » 11 agosto 2015, 22:06

Insisto nel non capire perché le persone che hanno paura del volo vanno in vacanza oltre oceano e magari non conoscono le meraviglie dell'Italia!
Altra cosa che non capisco è la paura che tutti hanno per qualcosa di inoffensivo come la turbolenza.
Riscrivo... non ho memoria di un solo aeroplano di linea precipitato solo per la turbolenza.

Cercate di essere più fantasiosi! Cominciate ad aver paura di, che so, attentati terroristici, cibo di bordo avariato, stupratore nella toilette, oppure, molto più realistici, incidente con il taxi andando in aeroporto, perdita del passaporto, rapina nelle strade di qualche città del Messico, un terremoto, una eruzione, uno squalo al mare...
sono tutte cose molto più probabili delle altre legate al volo e di sicuro incomparabili con la turbolenza che può far male solo se non si allaccia la cintura quando si è seduti (in macchina la allacciamo tutti, chissà perché non in aereo) o se alcuni cretini caricano dei bagagli a mano da 20 kg nella cappelliera sopra la vostra testa.

Chicca05
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 11 agosto 2015, 18:09

Re: Ansia e panico

Messaggio da Chicca05 » 11 agosto 2015, 23:19

Vado oltreoceano perché non voglio limitarmi a vedere solo ciò che posso raggiungere in auto o nave ...però poi sto male al pensiero di salire sull'aereo e me la vivo altrettanto male una volta su ... Sempre tesa a percepire ogni piccolo rumore e se troviamo turbolenze vado in panico . Vorrei riuscire ad affrontare il volo più serenamente ma non ce la faccio . In più sapere che gli aerei di Aa sono vecchi mi ansia ancora di più . :(

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ansia e panico

Messaggio da flyingbrandon » 12 agosto 2015, 0:50

Chicca05 ha scritto:Vado oltreoceano perché non voglio limitarmi a vedere solo ciò che posso raggiungere in auto o nave ...però poi sto male al pensiero di salire sull'aereo e me la vivo altrettanto male una volta su ... Sempre tesa a percepire ogni piccolo rumore e se troviamo turbolenze vado in panico . Vorrei riuscire ad affrontare il volo più serenamente ma non ce la faccio . In più sapere che gli aerei di Aa sono vecchi mi ansia ancora di più . :(
Ok...ma se non vuoi essere limitata da un mezzo, cosa ragionevolissima, perché accetti di farti limitare dalla tua stessa mente? L'ansia,che tu ovviamente hai legata ad un pensiero visto che non sei a bordo di nessun aereo al momento, viene generata proprio dal "pensare" ad un momento, futuro, che di fatto non esiste. Tu applichi uno schema di pensiero...ma non lo fai solo per il volo...quindi deduco che anche il resto della tua vita sia estremamente "limitante" rispetto al potenziale che potresti esprimere. Detto questo...è ovvio che di aerei non ci capisci una beata mazza...lo si intuisce dalla notazione degli aerei AA...dal fatto che le turbolenze ti gettino nel panico...etc etc. Chiedere ad un aereo di non ballare equivale a pensare che una nave non possa assecondare le onde quando le incontra...assurdo no? Ogni anno è peggio perché tu continui a NON fare niente per cambiare questi schemi mentali...e continui a vivere la tua vita nello stesso modo. Inutile che tu sia tesa a percepire ogni piccolo rumore quando quel rumore , per te, non ha alcun significato. Dovresti essere "tesa", semmai, a percepire te...e non i rumori dell'aereo. Come puoi volare piu serenamente quando ti indentifichi con i tuoi pensieri...oltretutto sbagliati e non fai nulla per la tua serenità? La serenità non è assenza di problemi ma uno stato d'animo che scaturisce dalla consapevolezza che quelli risolvibili...li risolvi....quelli irrisolvibili...non lo sono neanche al variare del tuo stato d'animo. Se decidi di mettere in discussione tutto ciò che hai fatto fino ad ora nella tua vita, pensieri compresi, e accetti di non aver capito ancora niente su come si debba stare al mondo in modo soddisfacente...beh...puoi iniziare a volare più serenamente perché...sarà proprio in aereo che avrai modo di sentirti....capirti...prenderti cura di te...ed estendere questa esperienza alla tua vita di ogni giorno...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Chicca05
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 11 agosto 2015, 18:09

Re: Ansia e panico

Messaggio da Chicca05 » 12 agosto 2015, 13:09

hai ragione quando dici
"quindi deduco che anche il resto della tua vita sia estremamente "limitante" rispetto al potenziale che potresti esprimere"
la mia ansia esiste non solo per aereo ma molte altre cose . sono sempre a preoccuparmi di tutto e di tutti, a programmare ogni cosa anche a lunga distanza tempo e di conseguenza a non stare mai serena.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11147
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ansia e panico

Messaggio da flyingbrandon » 12 agosto 2015, 13:22

Chicca05 ha scritto:hai ragione quando dici
"quindi deduco che anche il resto della tua vita sia estremamente "limitante" rispetto al potenziale che potresti esprimere"
la mia ansia esiste non solo per aereo ma molte altre cose . sono sempre a preoccuparmi di tutto e di tutti, a programmare ogni cosa anche a lunga distanza tempo e di conseguenza a non stare mai serena.
E perché lo fai? Io capisco che si continui a fare qualcosa che appare funzionale...ma quando crea disagio...no. Non sei una bambina che deve aspettare l'approvazione di qualcuno o qualcosa di detto per smettere. Smetti di farlo e basta. Se anche ti apparisse come uno sforzo, ora, il decidere di non programmare più niente se non il minimo indispensabile, troverai subito un maggior agio emotivo. Programmare genera delle aspettative...che tutto vada come hai programmato...il che genera ansia perché non è detto che ciò accada. Oltretutto...spesso...pensiamo di sapere cosa sia meglio che accada quando, al contrario, non possiamo averne la minima idea. I maggiori successi della vita, spesso, scaturiscono da degli insuccessi. Ma nessuno programma un insuccesso...o un rapporto che debba concludersi malamente...invece proprio quel rapporto concluso malamente apre le porte ad un rapporto stupendo...magari con un'altra persona. Quindi...metti la tua presunzione in un cassetto...metti anche i tuoi programmi in un posto dove non batte il sole e ...impara a vivere la vita. Ti costa tanto provare? Io direi che pur avendo paura dell'ignoto....il noto che lasci è sicuramente da lasciar perdere....sono anni che provi a vivere bene e non ottieni niente con i tuoi programmi...le tue ansie...pensi di arrivare pronta ai problemi della vita...invece ci arrivi solo stanca e impaurita...e quindi "incapace" di qualunque reazione che richieda forza, coraggio o una qualsiasi spinta energica. Dai Chicca...c'è un mondo che ti aspetta la fuori...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Febbraio2015
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 16 febbraio 2015, 17:16

Re: Ansia e panico

Messaggio da Febbraio2015 » 12 agosto 2015, 14:11

Lampo 13 ha scritto: Altra cosa che non capisco è la paura che tutti hanno per qualcosa di inoffensivo come la turbolenza.
Riscrivo... non ho memoria di un solo aeroplano di linea precipitato solo per la turbolenza.
Cercate di essere più fantasiosi! Cominciate ad aver paura di, che so, attentati terroristici, cibo di bordo avariato, stupratore nella toilette, oppure, molto più realistici, incidente con il taxi andando in aeroporto, perdita del passaporto, rapina nelle strade di qualche città del Messico, un terremoto, una eruzione, uno squalo al mare...
sono tutte cose molto più probabili delle altre legate al volo e di sicuro incomparabili con la turbolenza che può far male solo se non si allaccia la cintura quando si è seduti (in macchina la allacciamo tutti, chissà perché non in aereo) o se alcuni cretini caricano dei bagagli a mano da 20 kg nella cappelliera sopra la vostra testa.
Per una volta una cosa voglio spiegartela io, visto che hai fatto delle domande e vorrei darti delle risposte. Chi ha paura dell'aereo e finisce su questo forum cerca, nelle esperienze altrui, delle similitudini alla propria situazione. Spesso trova analogie, pensa che le parole dei vari Brandon possano servire. Non è però sufficiente, allora si decide di scrivere la propria esperienza che, guarda caso, è quasi sempre uguale a tutte le altre. Eppure lo scriverla è catartico così come spesso lo è ascoltare, se diretti a sè, i suggerimenti dei vari Brandon.
Tu non hai paure? Buon per te. Le tue paure sono "migliori" delle nostre perchè basate su esperienze più profonde e non banali come volare? Buon per te. Io so benissimo che una turbolenza non fa niente all'aereo. So benissimo che mentre io magari vedo tutti i miei demoni danzarmi davanti agli occhi, l'hostess che serve il caffè neppure si è accorta di nulla (perchè nulla sta accadendo). So per certo che se non salgo su quell'aereo che mi terrorizza, l'aereo volerà tranquillamente e arriverà in sicurezza a destino, con o senza di me. Tuttavia, prova ad immaginare questo scenario: anche solo il veleggiare, anche solo il seguire le correnti, l'aria o quello che vuoi può non essere piacevole per tutti. Non è per forza paura di cadere e di morire: può anche, provaci ad immaginarlo, una sensazione non piacevole. Poi che si inizi a fare l'errore di associare una sensazione negativa a mille altri pensieri nefasti, su questo si può parlare.
Quasi nessuno qui brilla per originalità. Capisco che i "problemi" sono/sembrano sempre gli stessi, ma anche le risposte (le tue in particolar modo) lo sono. Io, ad esempio, cerco di non leggerti perchè non mi piace il tuo atteggiamento. Forse non tutti devono portare coperte e viveri, forse serve qualcuno che dia una sberla ogni tanto. Ogni tanto però, non sempre, altrimenti questo forum diventa inutile.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9552
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ansia e panico

Messaggio da tartan » 12 agosto 2015, 14:27

Febbraio2015 ha scritto: Forse non tutti devono portare coperte e viveri, forse serve qualcuno che dia una sberla ogni tanto. Ogni tanto però, non sempre, altrimenti questo forum diventa inutile.
Hai perfettamente ragione, però lui questo sa fare e questo fa e lasciamoglielo fare. Magari a qualcuno giova pure, specialmente se quel qualcuno ha bisogno della risposta personale anche se sa già che sarà proprio come le altre e praticamente proprio come se la aspetta. Se poi il problema non è nell'aereo ma altrove, allora bisogna che si comprenda che bisogna rivolgersi altrove, oppure darsi da fare sul serio, anche da soli, ma darsi da fare.
Il forum diventa inutile solo se chi ci scrive riceve quello che si aspetta di ricevere.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6669
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ansia e panico

Messaggio da Lampo 13 » 12 agosto 2015, 14:49

Febbraio2015 ha scritto:
Lampo 13 ha scritto: Altra cosa che non capisco è la paura che tutti hanno per qualcosa di inoffensivo come la turbolenza.
Riscrivo... non ho memoria di un solo aeroplano di linea precipitato solo per la turbolenza.
Cercate di essere più fantasiosi! Cominciate ad aver paura di, che so, attentati terroristici, cibo di bordo avariato, stupratore nella toilette, oppure, molto più realistici, incidente con il taxi andando in aeroporto, perdita del passaporto, rapina nelle strade di qualche città del Messico, un terremoto, una eruzione, uno squalo al mare...
sono tutte cose molto più probabili delle altre legate al volo e di sicuro incomparabili con la turbolenza che può far male solo se non si allaccia la cintura quando si è seduti (in macchina la allacciamo tutti, chissà perché non in aereo) o se alcuni cretini caricano dei bagagli a mano da 20 kg nella cappelliera sopra la vostra testa.
Per una volta una cosa voglio spiegartela io, visto che hai fatto delle domande e vorrei darti delle risposte. Chi ha paura dell'aereo e finisce su questo forum cerca, nelle esperienze altrui, delle similitudini alla propria situazione. Spesso trova analogie, pensa che le parole dei vari Brandon possano servire. Non è però sufficiente, allora si decide di scrivere la propria esperienza che, guarda caso, è quasi sempre uguale a tutte le altre. Eppure lo scriverla è catartico così come spesso lo è ascoltare, se diretti a sè, i suggerimenti dei vari Brandon.
Tu non hai paure? Buon per te. Le tue paure sono "migliori" delle nostre perchè basate su esperienze più profonde e non banali come volare? Buon per te. Io so benissimo che una turbolenza non fa niente all'aereo. So benissimo che mentre io magari vedo tutti i miei demoni danzarmi davanti agli occhi, l'hostess che serve il caffè neppure si è accorta di nulla (perchè nulla sta accadendo). So per certo che se non salgo su quell'aereo che mi terrorizza, l'aereo volerà tranquillamente e arriverà in sicurezza a destino, con o senza di me. Tuttavia, prova ad immaginare questo scenario: anche solo il veleggiare, anche solo il seguire le correnti, l'aria o quello che vuoi può non essere piacevole per tutti. Non è per forza paura di cadere e di morire: può anche, provaci ad immaginarlo, una sensazione non piacevole. Poi che si inizi a fare l'errore di associare una sensazione negativa a mille altri pensieri nefasti, su questo si può parlare.
Quasi nessuno qui brilla per originalità. Capisco che i "problemi" sono/sembrano sempre gli stessi, ma anche le risposte (le tue in particolar modo) lo sono. Io, ad esempio, cerco di non leggerti perchè non mi piace il tuo atteggiamento. Forse non tutti devono portare coperte e viveri, forse serve qualcuno che dia una sberla ogni tanto. Ogni tanto però, non sempre, altrimenti questo forum diventa inutile.
Ok, la paura è irrazionale e la turbolenza è il miglior catalizzatore per questa paura.
Lo capisco. Ma allora perché fare quelle decine di domande inutili su cosa succede se un motore si spegne, se un fulmine colpisce l'aereo e decine di altre domande? Se la paura è irrazionale, avere delle risposte razionali a domande non connesse con la realtà è solo un gioco a creare un paravento alle paure vere, non aiuta, peggiora la situazione! L'atteggiamento corretto dovrebbe essere:

a- non ci capisco, giustamente, nulla di aeroplani, quindi è inutile che mi creo falsi problemi per poi scoprire che la mia creazione è basata sul nulla.
b- ci sta chi pensa a fare il suo lavoro, è pagato per questo, è capace di farlo, ha anche lui il sedere sull'aeroplano per cui se succede qualcosa ci va di mezzo pure lui.
c- statisticamente il volo è il mezzo di trasporto più sicuro che esiste, più di andare a piedi, più di stare a casa a cucinare o fare il bucato, quindi qualsiasi cosa di diverso io faccia, rischio di più.
d- nessuno mi obbliga a volare, quindi se sto male chi me lo fa fare di rovinarmi le vacanze prendendo per forza un aereo? Le passo in un altro modo, stando in Italia ne ho migliaia di alternative!
e- nessuno può volare al posto mio, o lo faccio io, oppure io non lo faccio.

Alla fine si torna da capo, il problema è AFFIDARSI, non cercare buone parole, spiegazioni incomprensibili, medicinali, anche perché se leggi TUTTI i thrd su questo argomento, troverai le stesse paure, le stesse domande, le stesse risposte, le stesse spiegazioni, etc. Brandon è un eroe, avrà scritto lo stesso concetto almeno cento volte: "la paura è dentro di te, è una tua creazione, sei tu che la devi eliminare con un atteggiamento positivo nei confronti dei tuoi pensieri e del tuo corpo".
Ci si può riuscire, e si va a Miami, oppure no, e si va a Capri. Quale che sia la scelta, non c'è nulla di male!

Chicca05
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 11 agosto 2015, 18:09

Re: Ansia e panico

Messaggio da Chicca05 » 5 dicembre 2015, 8:38

Ma a volte proprio perché le paure sono irrazionali avere risposte razionali serve ... A me un pò è servito ... Mi ha come aperto gli occhi e ho visto le mie paure sono 1 altra prospettiva ... Certo dire che ho volato serena non si può dire ma sicuramente meglio delle volte precedenti ... Ora sto per prendere un volo e non sono molto tranquilla ma cerco di pensare a tutte le cose che mi avete detto e mi sforzo di tenere lontane le mie paure ... Spero di farcela

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6669
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ansia e panico

Messaggio da Lampo 13 » 5 dicembre 2015, 13:13

In bocca al lupo! Lupo che è il tuo inconscio.
Ricordati che le tue paure sono irrazionali e non ti concentrare su di loro, escludile dai tuoi pensieri,
non sono importanti perché riguardano fatti inesistenti.
Concentrati invece, come dice Brandon, su te stessa, sulle tue sensazioni...
prova a rileggere i suoi consigli sul controllo della respirazione, ti aiuterà ad essere cosciente del tuo corpo,
a "sentirti" ed a scoprire che sei tu che ti possiedi non una sensazione di ansia che rappresenti come proveniente dall'esterno, da fuori di te. L'ansia non viene dalla turbolenza, l'ansia non viene dalla paura che un motore si possa rompere (se anche succedesse, ed a me non è mai successo in 27 anni di voli quotidiani, non ti metterebbe a rischio), l'ansia viene da dentro il tuo cervello, tu ne sei proprietario, tu hai la forza e le capacità di cancellarla semplicemente capendo che è qualcosa che tu hai creato e come l'hai creata la puoi distruggere.
Buon lavoro...

Rispondi