Ancora non sono riuscito a volare..

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 2 maggio 2020, 13:33

Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 13:22
Anzi il messaggio di Ally mi ha spaventato , mi h a fatto sentire bloccato una dimensione enorme tipo “malattia” difficile da risolvere, onesto.
Marco...a questo, comunque, ti devi abituare. Ed è proprio qua che interviene la tua responsabilità...la necessità di essere indipendente....nelle scelte e nelle successive conseguenze. Troverai sempre qualcuno che ha da ridire su ciò che farai...troverai persone che cercano di affossarti, non per cattiveria, ma spesso per incapacità....troverai chi ti sosterrà , a prescindere dal fatto che magari tu stia facendo una ca***ta...troverai di tutto....anche se, purtoppo, ti sentirai più colpito da chi ti propone discorsi “negativi”...perchè è piuttosto naturale così. Non può un utente qualsiasi smontare il tuo “sentirti”....come non devi mai farti “esaltare” da un commento qualsiasi. La tua capacità di stare al mondo deve scaturire da come TU ti senti nel mondo...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 13:41

flyingbrandon ha scritto:
2 maggio 2020, 13:33
Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 13:22
Anzi il messaggio di Ally mi ha spaventato , mi h a fatto sentire bloccato una dimensione enorme tipo “malattia” difficile da risolvere, onesto.
Marco...a questo, comunque, ti devi abituare. Ed è proprio qua che interviene la tua responsabilità...la necessità di essere indipendente....nelle scelte e nelle successive conseguenze. Troverai sempre qualcuno che ha da ridire su ciò che farai...troverai persone che cercano di affossarti, non per cattiveria, ma spesso per incapacità....troverai chi ti sosterrà , a prescindere dal fatto che magari tu stia facendo una ca***ta...troverai di tutto....anche se, purtoppo, ti sentirai più colpito da chi ti propone discorsi “negativi”...perchè è piuttosto naturale così. Non può un utente qualsiasi smontare il tuo “sentirti”....come non devi mai farti “esaltare” da un commento qualsiasi. La tua capacità di stare al mondo deve scaturire da come TU ti senti nel mondo...
Ciao!

Hai ragione.. dipende da me dare peso ai messaggi. Non ti nascondo che mi sentivo “meglio” però il messaggio di Ally mi ha ributtato due passi indietro spaventandomi e quindi ho dato più peso al messaggio negativo che i mille positivi i ricevuti. Metto in atto il tuo messaggio Brandon ovvero aspettarmi qualsiasi messaggio e dargli il giusto peso.. ce la posso fare :D

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 14:08

E comunque non ho solo pensieri negativi, ANZI.. in una giornata mi capita di avere 23h e 55 minuti ottimi ed al massimo 5 minuti un po’ ansiosi, solo che io dò peso ai quei 5 minuti e mi faccio condizionare.
Ed inoltro se vedo una foto a me viene il desiderio di viaggiare, mi immagino anche positivamente, ma al contempo nasce la paura di rischiare di poter avere qualche imprevisto soprattutto di natura fisica. Questo era per rispondere ad Ally, ma ripeto io dal psicologo ci vado da da un anno e secondo lui sono già pronto da un pezzo, solo che non sono ancora riuscito a percepire questo stato sulla mia pelle e quindi non ho ancora “volato” e di conseguenza sto cercando un ulteriore spunto per trovare questo coraggio qua sopra tramite Brandon e gli utenti che erano come me ma poi hanno risolto.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 2 maggio 2020, 14:52

Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 14:08
Questo era per rispondere ad Ally, ma ripeto io dal psicologo ci vado da da un anno e secondo lui sono già pronto da un pezzo, solo....
Non devi rendere conto a nessuno di ciò che fai e perchè lo fai...condividi ciò che ti va di condividere...non devi mica giustificarti....
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 2 maggio 2020, 16:02

flyingbrandon ha scritto:
2 maggio 2020, 14:52
Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 14:08
Questo era per rispondere ad Ally, ma ripeto io dal psicologo ci vado da da un anno e secondo lui sono già pronto da un pezzo, solo....
Non devi rendere conto a nessuno di ciò che fai e perchè lo fai...condividi ciò che ti va di condividere...non devi mica giustificarti....
Ciao!
Sostengo Brandon! Tu sei tu e tu decidi cosa condividere e cosa no. Tu devi risolvere i tuoi problemi, altri devono risolvere i loro. Se pensi che in queso forum/sito riesci a migliorare, tu e solo tu lo devi decidere. Qui non c'è nessuno che guafagna sui tuoi problemi, qui potrai trovare solo ed esclusivamente soggetti disposti ad iutare un essere umano in difficoltà, con i mezzi e le qualità che ognuno può mettere in campo e , secondo me, è la migliore terapia al mondo.
Dice che si deve parlare solo di aviazione e di volo. E perchè, chieditelo, magari qualcuno ha paura che se si risolvono alcuni problemi non entrano più i conquibus.
Marco, anche se qualche volta posso sembrare duro o antipatico, pensa che potrei essere semplicemente un amico (come ne ho avuti io) che parla chiaro.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 2 maggio 2020, 16:07

.... mi accodo.....

Avatar utente
ally01
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 122
Iscritto il: 1 giugno 2016, 17:28

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da ally01 » 2 maggio 2020, 16:15

flyingbrandon ha scritto:
2 maggio 2020, 12:13
Hai editato il messaggio...prima c’era solo la prima riga.
L’idea dello psicologo “distorta” l’avrai tu....o l’avrai avuta tu...perchè personalmente non ho nessuna idea distorta. Ti ribadisco, però , che lo psicologo non è un medico...altrimenti sarebbe uno psichiatra che, eventualmente, può essere anche psicoterapeuta. Non c’è affatto nulla di male ad andare da un terapeuta..
guarda che è lo stesso marco ha palesare questa informazione

"Mi ha contattato il dottore che andavo.. non lo vedo da due mesi e subito gli ho detto di sì, però dopo mi sono sentito un po’ pentito nel senso mi sento come fossi malato, cioè in questi due mesi non andandoci comunque ho avuto la forza di andare avanti solo con qualche episodio ansioso soprattutto grazie ai chiarimenti qui sopra."

quindi è lui stesso a sentirsi un malato solo per il fatto di seguire un terapeuta. Per questo dico che a mio avviso sta usando il forum come surrogato di una terapia che A non deve abbandonare, B non deve sostituire con un forum e C non ha nulla di vergognoso e anzi evidenzia la sua CHIARA idea di affrontare e risolvere il problema. Nella mia scarsa e pessima esperienza di persona che ha seguito un terapeuta dico che Marco deve smetterla di nascondersi dietro giochini mentali che funzionano fino a che resta nella sua comfort zone di precludersi le attività o rimandarle a data da destinarsi, e di dedicarsi attivamente alla risoluzione dello stesso.

Avatar utente
ally01
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 122
Iscritto il: 1 giugno 2016, 17:28

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da ally01 » 2 maggio 2020, 16:29

Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 13:22
Anzi il messaggio di Ally mi ha spaventato , mi h a fatto sentire bloccato una dimensione enorme tipo “malattia” difficile da risolvere, onesto.
scusa Marco ma le parole sono importanti
Marco94 ha scritto:
30 aprile 2020, 16:49
Mi ha contattato il dottore che andavo.. non lo vedo da due mesi e subito gli ho detto di sì, però dopo mi sono sentito un po’ pentito nel senso mi sento come fossi malato, cioè in questi due mesi non andandoci comunque ho avuto la forza di andare avanti solo con qualche episodio ansioso soprattutto grazie ai chiarimenti qui sopra.
questo lo hai scritto TU in data 30 aprile, io riporto quanto leggo.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 16:37

Si vero.. mi sono espresso male, intendevo che comunque in questi due mesi senza di lui sono stato bene, con pochi episodi ansiosi.. allora volevo dire “non è che effettivamente sono pronto come dice lui, e come dicono gli altri qui, solo che trovo mille scuse pur di non agire e mettere in atto gli strumenti da lui fornito?” E quindi andando da lui ho paura di tornare al punto iniziale, cioè come se fosse il primo incontro e ricominciare tutto il lavoro da capo.. però ovvio che ci vado, non sostituirei mai una consulenza da vicino con una chiacchierata online. Volevo intendere questo, chiedo perdono se mi sono espresso male.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 2 maggio 2020, 16:49

Puoi rammaricarti di esserti espresso male, ma mai chiedere perdono. Non hai fatto male a nessuno. Ripeto: tu sei tu e gli altri non sono niente finchè non diventano qualcuno da aiutare.
Non ti andrebbe di essere qualcuno che aiuta anzichè qualcuno da aiutare?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
ally01
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 122
Iscritto il: 1 giugno 2016, 17:28

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da ally01 » 2 maggio 2020, 16:52

Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:37
Si vero.. mi sono espresso male, intendevo che comunque in questi due mesi senza di lui sono stato bene, con pochi episodi ansiosi.. allora volevo dire “non è che effettivamente sono pronto come dice lui, e come dicono gli altri qui, solo che trovo mille scuse pur di non agire e mettere in atto gli strumenti da lui fornito?” E quindi andando da lui ho paura di tornare al punto iniziale, cioè come se fosse il primo incontro e ricominciare tutto il lavoro da capo.. però ovvio che ci vado, non sostituirei mai una consulenza da vicino con una chiacchierata online. Volevo intendere questo, chiedo perdono se mi sono espresso male.
nuovamente: le parole sono importanti. Ci stai andando o lo hai sospeso da due mesi come scritto in precedenza? Dare un etichetta di malato, alieno, mostro a 4 teste al fatto di andare da un terapeuta non ha alcuna valenza. Sei un malato? boh, forse si, forse no, al pari di chi si spacca una gamba. E' importante questa etichetta o è piu' importante risolvere il problema? Io mi ci sono ritrovato e il pensiero di andare dal "medico dei matti" non mi entusiasmava. Sul tavolo però c'era il mio benessere e la mia vita. E quando ci sono queste cose in gioco direi che tutto dovrebbe passare in secondo piano. Quindi nella mia totale ignoranza dico che non devi sospendere questi incontri e a corollario dico che è importanitissimo non mentire mai a noi stessi. Quando si è dentro certi problemi, è parlo per il mio caso specifico, si cerca in tutte le maniere di rimandare, di addolcire la situazione, di enfatizzare alcuni elementi e nasconderne altri. Tutto questo è mentire a noi stessi, e non aiuta ad affrontare il problema, anzi, piu' passa il tempo piu' i timori si cristallizzano e risolverli divente sempre piu' duro, non impossibile, ma molto piu' impegnativo. Sono stato sgarbato e poco attento alla tua sensibilità? Puo' essere ma ho rivisto in certe uscite alcuni miei comportamenti. Prima impari ad evitarli e prima ne uscirai. Un abbraccio dalla lunga distanza così siamo anche a norma con i decreti del pessimo momento covid.

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 2 maggio 2020, 16:55

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:15
quindi è lui stesso a sentirsi un malato solo per il fatto di seguire un terapeuta. Per questo dico che a mio avviso sta usando il forum come surrogato di una terapia che A non deve abbandonare, B non deve sostituire con un forum e C non ha nulla di vergognoso e anzi evidenzia la sua CHIARA idea di affrontare e risolvere il problema. Nella mia scarsa e pessima esperienza di persona che ha seguito un terapeuta dico che Marco deve smetterla di nascondersi dietro giochini mentali che funzionano fino a che resta nella sua comfort zone di precludersi le attività o rimandarle a data da destinarsi, e di dedicarsi attivamente alla risoluzione dello stesso.
la parte evidenziata è quella che conta.... il resto di questo e degli altri messaggi, che io interpreto come giudizi, sono superflui...
quindi, Marco, leggi la frase di Ally in quanto rappresenta copia di quello che tante volte è stato scritto su questo forum per te...
... guarda che se lo dice anche chi ne sa :roll: :roll: :roll: :roll:

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 16:58

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:52
Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:37
Si vero.. mi sono espresso male, intendevo che comunque in questi due mesi senza di lui sono stato bene, con pochi episodi ansiosi.. allora volevo dire “non è che effettivamente sono pronto come dice lui, e come dicono gli altri qui, solo che trovo mille scuse pur di non agire e mettere in atto gli strumenti da lui fornito?” E quindi andando da lui ho paura di tornare al punto iniziale, cioè come se fosse il primo incontro e ricominciare tutto il lavoro da capo.. però ovvio che ci vado, non sostituirei mai una consulenza da vicino con una chiacchierata online. Volevo intendere questo, chiedo perdono se mi sono espresso male.
nuovamente: le parole sono importanti. Ci stai andando o lo hai sospeso da due mesi come scritto in precedenza? Dare un etichetta di malato, alieno, mostro a 4 teste al fatto di andare da un terapeuta non ha alcuna valenza. Sei un malato? boh, forse si, forse no, al pari di chi si spacca una gamba. E' importante questa etichetta o è piu' importante risolvere il problema? Io mi ci sono ritrovato e il pensiero di andare dal "medico dei matti" non mi entusiasmava. Sul tavolo però c'era il mio benessere e la mia vita. E quando ci sono queste cose in gioco direi che tutto dovrebbe passare in secondo piano. Quindi nella mia totale ignoranza dico che non devi sospendere questi incontri e a corollario dico che è importanitissimo non mentire mai a noi stessi. Quando si è dentro certi problemi, è parlo per il mio caso specifico, si cerca in tutte le maniere di rimandare, di addolcire la situazione, di enfatizzare alcuni elementi e nasconderne altri. Tutto questo è mentire a noi stessi, e non aiuta ad affrontare il problema, anzi, piu' passa il tempo piu' i timori si cristallizzano e risolverli divente sempre piu' duro, non impossibile, ma molto piu' impegnativo. Sono stato sgarbato e poco attento alla tua sensibilità? Puo' essere ma ho rivisto in certe uscite alcuni miei comportamenti. Prima impari ad evitarli e prima ne uscirai. Un abbraccio dalla lunga distanza così siamo anche a norma con i decreti del pessimo momento covid.
Non ci vado da due mesi perché a causa di questa emergenza il mio dottore ha sospeso le visite in studio. Si voleva attivare con servizio online ma non ha fatto più nulla, quindi al massimo ho scambiato qualche messaggio online sui social. In vista delle nuove ordinanze sett prossima riprende a far e le visite e quindi riprendo il percorso.. non ci andavo da due mesi non per causa mia ma perché aveva sospeso il servizio rimanendo sempre a disposizione tra social e telefono. comunque vero si cerca sempre di rimandare giustificandosi e ciò fa aumentare ed allungare i tempi di superamento del problema.Un abbraccio virtuale anche a te e speriamo di uscirne a più presto.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 17:00

la franci ha scritto:
2 maggio 2020, 16:55
ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:15
quindi è lui stesso a sentirsi un malato solo per il fatto di seguire un terapeuta. Per questo dico che a mio avviso sta usando il forum come surrogato di una terapia che A non deve abbandonare, B non deve sostituire con un forum e C non ha nulla di vergognoso e anzi evidenzia la sua CHIARA idea di affrontare e risolvere il problema. Nella mia scarsa e pessima esperienza di persona che ha seguito un terapeuta dico che Marco deve smetterla di nascondersi dietro giochini mentali che funzionano fino a che resta nella sua comfort zone di precludersi le attività o rimandarle a data da destinarsi, e di dedicarsi attivamente alla risoluzione dello stesso.
la parte evidenziata è quella che conta.... il resto di questo e degli altri messaggi, che io interpreto come giudizi, sono superflui...
quindi, Marco, leggi la frase di Ally in quanto rappresenta copia di quello che tante volte è stato scritto su questo forum per te...
... guarda che se lo dice anche chi ne sa :roll: :roll: :roll: :roll:


Vero questa parte evidenziata mi rispecchia tanto :(

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 17:10

Comunque la cosa che mi fa arrabbiare è la seguente :
Dopo l’attacco di panico io l’ho ripreso l’aereo, addirittura senza ansia nei giorni precedenti, addirittura facendomi una foto in pista prima di salire sull’aereo. All’epoca feci un incontro con un dottore e mi disse “senza farmaci tu non salirai mai più su un aereo”, mi incazzai così tanto che non andai più e volevo dimostrare che ero più forte io di questo parere medico e dopo vari mesi di tentennamento decisi di lanciarmi convinto che non sarebbe successo nulla e prenotai un volo per due settimane dopo, ed in quelle due settimane zero ansie e pensieri. Estate seguente rinuncio a viaggio già pagato.
Decido di intraprendere il percorso col dottore e dopo un anno tra il lavoro svolto, le sei mille rassicurazioni, le vostre, non sono ancora riuscito a risalire.. cioè ora che sono aiutato non ci salgo..
Cosa è cambiato rispetto a quella grinta che ebbi per prenotarmi lo stesso il volo dopo l’attacco di panico? Ecco cosa mi fa male, che io l’ho pure ripreso l’aereo ma poi non sono più riuscito a salirci, ma non eriche arrivò all’aeroporto e sto in ansia ma perché i pensieri che mi vengono mi hanno impedito di raggiungere l’aeroporto per paura di essere costretto a salirci ( perché io sono il tipo che se va all’aeroporto non torno indietro e fa la figura brutta con gli amici e parenti ma ci sale a costo che si senta male ed allora conoscendomi evito di andarci ).
A Natale sono andato per sfizio all’aeroporto per respirare l’aria di un aeroporto visto che mancavo da anni, e sono rimasto un’oretta, non ho avuto pensieri ansiogeni, non so se possa significare qualcosa.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 2 maggio 2020, 17:22

Secondo me non centra niente che vai in aeroporto solo per respirare aria aeroportuale ma senza essere coinvolto in una partenza. Che centra? Magari stai a casa sapendo di dover prendere un aereo e ti prende il coccolone!
Secondo me l'aereo non centra niente il problema risiede sulla assunzione di responsabilità, qualunque essa sia.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 2 maggio 2020, 17:25

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:15
flyingbrandon ha scritto:
2 maggio 2020, 12:13
Hai editato il messaggio...prima c’era solo la prima riga.
L’idea dello psicologo “distorta” l’avrai tu....o l’avrai avuta tu...perchè personalmente non ho nessuna idea distorta. Ti ribadisco, però , che lo psicologo non è un medico...altrimenti sarebbe uno psichiatra che, eventualmente, può essere anche psicoterapeuta. Non c’è affatto nulla di male ad andare da un terapeuta..
guarda che è lo stesso marco ha palesare questa informazione

"Mi ha contattato il dottore che andavo.. non lo vedo da due mesi e subito gli ho detto di sì, però dopo mi sono sentito un po’ pentito nel senso mi sento come fossi malato, cioè in questi due mesi non andandoci comunque ho avuto la forza di andare avanti solo con qualche episodio ansioso soprattutto grazie ai chiarimenti qui sopra."

quindi è lui stesso a sentirsi un malato solo per il fatto di seguire un terapeuta. Per questo dico che a mio avviso sta usando il forum come surrogato di una terapia che A non deve abbandonare, B non deve sostituire con un forum e C non ha nulla di vergognoso e anzi evidenzia la sua CHIARA idea di affrontare e risolvere il problema. Nella mia scarsa e pessima esperienza di persona che ha seguito un terapeuta dico che Marco deve smetterla di nascondersi dietro giochini mentali che funzionano fino a che resta nella sua comfort zone di precludersi le attività o rimandarle a data da destinarsi, e di dedicarsi attivamente alla risoluzione dello stesso.
E’ inutile che mi riporti cosa dice Marco...perchè è da tempo che parlo con Marco qui sul forum. Mi fa strano come tu non possa accorgerti che stai facendo proprio quello che esorti a NON fare....cioè sostituirti al parere di uno specialista. Chi sei tu per dire se e come o quando deve sospendere la terapia? Qua nessuno l’ha fatto tranne te. L’ansia, per l’appunto, non è una malattia...e di ciò si stava convincendo...fino al tuo ingresso dovuto a non so quale “senso”....di certo non quello di dare un contributo alla discussione....emettendo “giudizi” su cosa dovrebbe fare Marco...su cosa io posso scrivere o meno...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 2 maggio 2020, 17:35

Concordo e supporto Brandon.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
ally01
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 122
Iscritto il: 1 giugno 2016, 17:28

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da ally01 » 2 maggio 2020, 17:39

flyingbrandon ha scritto:
2 maggio 2020, 17:25
E’ inutile che mi riporti cosa dice Marco...perchè è da tempo che parlo con Marco qui sul forum. Mi fa strano come tu non possa accorgerti che stai facendo proprio quello che esorti a NON fare....cioè sostituirti al parere di uno specialista. Chi sei tu per dire se e come o quando deve sospendere la terapia? Qua nessuno l’ha fatto tranne te. L’ansia, per l’appunto, non è una malattia...e di ciò si stava convincendo...fino al tuo ingresso dovuto a non so quale “senso”....di certo non quello di dare un contributo alla discussione....emettendo “giudizi” su cosa dovrebbe fare Marco...su cosa io posso scrivere o meno...
Ciao!
Quando mai avrei sostituito il parere di uno specialista? Quando mai ho detto che deve o non sospendere la terapia? Un anno di terapia poi puo' essere tanto come poco, non c'è mai un vero distaccamento. Le domande andrebbero fatte a Marco visto che piu' di un messaggio risulta in contraddizione. Sostiene di non aver sospeso nulla, poi afferma che da due mesi, anche per merito del forum non sente il suo medico, poi dice che a causa del coronavirus gli icnontri son sospesi, per quel che so io via telematica i servizi sono ampiamente garantiti. Ripeto che vedo in queste uscite comportmenti che io stesso ho avuto e adottato per enfatizzare i progressi e negare a me stesso i problemi.
E' sotto accusa un mio interevento in cui riportavo le stesse parole di Marco, parole che solo nel momento in cui sono state riportate hanno palesato la fragilità dello stesso Marco. Scrivere su un forum di stare bene e dopo due secondi scrivere l'esatto contrario a mio avviso non suona molto bene. Valgono qualcosa le mie parole? Forse meno di zero. Ma dico la mia e queste contraddizioni non fanno chiarezza. Per me i miei interventi finiscono qui. Se rileggete quanto scritto vi accorgerete che è tutto indirizzato al benessere stesso di Marco e al suo affrontare i problemi in maniera seria e professionale...

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 2 maggio 2020, 17:43

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:52

nuovamente: le parole sono importanti. Ci stai andando o lo hai sospeso da due mesi come scritto in precedenza? Dare un etichetta di malato, alieno, mostro a 4 teste al fatto di andare da un terapeuta non ha alcuna valenza. Sei un malato? boh, forse si, forse no, al pari di chi si spacca una gamba. E' importante questa etichetta o è piu' importante risolvere il problema? Io mi ci sono ritrovato e il pensiero di andare dal "medico dei matti" non mi entusiasmava.
Si le parole sono importanti. E anche le evidenze. Creare pensieri ansiogeni è una cosa....spaccarsi la gamba un’altra . La prima può essere risolta in diversi modi...non necessariamente mutuamente esclusivi, e fa parte del percorso scegliere quello che più ci fa sentire meglio. Il come sistemare una gamba ha margini decisamente inferiori....e, sicuramente, non passano dalla lettura di un forum o di un libro.
ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:52
Quindi nella mia totale ignoranza dico che non devi sospendere questi incontri
Ed ecco che le parole continuano ad essere importanti...non puoi parlare di tua totale ignoranza e dire che NON DEVE fare qualcosa....o che DEVE fare qualcosa. O lo dici perchè hai esperienza e conoscenza....e non useresti la parola “DEVI”....oppure ne capisci poco niente...e non dovresti esprimere giudizi...tanto meno così definitivi come la parola DOVERE suggerisce.
ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:52
e a corollario dico che è importanitissimo non mentire mai a noi stessi. Quando si è dentro certi problemi, è parlo per il mio caso specifico, si cerca in tutte le maniere di rimandare, di addolcire la situazione, di enfatizzare alcuni elementi e nasconderne altri. Tutto questo è mentire a noi stessi, e non aiuta ad affrontare il problema, anzi, piu' passa il tempo piu' i timori si cristallizzano e risolverli divente sempre piu' duro, non impossibile, ma molto piu' impegnativo. Sono stato sgarbato e poco attento alla tua sensibilità? Puo' essere ma ho rivisto in certe uscite alcuni miei comportamenti. Prima impari ad evitarli e prima ne uscirai. Un abbraccio dalla lunga distanza così siamo anche a norma con i decreti del pessimo momento covid.
Qua commetti un errore....abbastanza tipico...assoggettare la nostra esperienza e il nostro agire/pensare con quello di un’altra persona. il fatto che quello sia stato il tuo percorso non significa necessariamente che sia quello di un’altra persona. Condividere una esperienza è una cosa....ORDINARE cosa fare oppure no, in base all’esclusiva propria esperienza è , generalmente , un errore. Il forum è composto da persone, che come dice Tartan, hanno diversi modi e diversa competenza in materia....e, ripeto, a meno che tu non abbia intravisto in ciò che gli è stato detto un errore o un qualcosa che tu reputi scorretto....non ha senso che tu escluda anche il forum come un suo percorso...né più né meno che l’aver parlato con altre persone che, al contrario tuo, non hanno MAI detto cosa lui dovesse fare o non fare. Anche lo scopo del terapeuta è quello di fornirti gli strumenti perché tu agisca...e non quello di decidere al posto tuo.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 2 maggio 2020, 17:46

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 17:39


Quando mai avrei sostituito il parere di uno specialista? Quando mai ho detto che deve o non sospendere la terapia?
Pensa se le parole non fossero importanti per te....
Ma la domanda sopra la fai per scherzo o sul serio? Ti ho anche quotato nei messaggi dove hai espresso questo pensiero...parlavi anche di gravissimo errore...
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 2 maggio 2020, 17:49

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 17:39
Per me i miei interventi finiscono qui. Se rileggete quanto scritto vi accorgerete che è tutto indirizzato al benessere stesso di Marco e al suo affrontare i problemi in maniera seria e professionale...
Non ho mai messo in dubbio il tuo intento...ti ho solo mostrato che è stato fallace...psicologicamente dannoso...e con parole inadeguate...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 2 maggio 2020, 18:42

Posso aggiungere un pensiero? Nella mia vita ho avuto amici che mi hanno aiutato nei miei momenti difficili, non amici che mi hanno detto cosa fare, ma amici che con la loro presenza, senza saper quali fossero i miei problemi , mi hanno involontariamente supportato a superarli. Non sarà che in questi momenti di amicizie più o meno condivise tramite mezzi informatici ci sia carenza di amicizie vere e reali?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 23:25

Brandon e Tartan grazie. Comunque scrivere e confrontarmi qua sopra con voi è una cosa aggiuntiva che mi aiuta e mi fa sentire meglio. Spero di affrontare quanto prima le esperienze temute.
Buonanotte :D

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 2 maggio 2020, 23:50

Brandon volevo aggiungere solo una cosa :
Mi faccio ancora condizionare dal parere degli altri.. nel senso vedevo ciao Darwin e Bonolis ha detto “decida se accettare o meno la prova di paura perché le potrebbe venire un infarto”.. lo so che questo è un gioco ma nonostante sia il dottore che tu mi avete detto che il panico non faccio venire un infarto, io quando sento una cosa del genere, ovvero che la paura possa scatenare un evento del genere (infarto), mi spavento ancora un po’.
Non volevo nemmeno scrivere questo messaggio perché immagino la tua risposta però visto che parliamo da tempo volevo condividere questo con te.
Ps : stasera non so il perché ma mi sento super rilassato senza pensieri ( la cosa che ho scritto sopra non mi ha turbato ma solo condividerla con voi volevo ), fosse sempre così.
Ora buonanotte a tutti :D

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 3 maggio 2020, 14:55

Marco94 ha scritto:
2 maggio 2020, 23:50
Brandon volevo aggiungere solo una cosa :
Mi faccio ancora condizionare dal parere degli altri.. nel senso vedevo ciao Darwin e Bonolis ha detto “decida se accettare o meno la prova di paura perché le potrebbe venire un infarto”.. lo so che questo è un gioco ma nonostante sia il dottore che tu mi avete detto che il panico non faccio venire un infarto, io quando sento una cosa del genere, ovvero che la paura possa scatenare un evento del genere (infarto), mi spavento ancora un po’.
Non volevo nemmeno scrivere questo messaggio perché immagino la tua risposta però visto che parliamo da tempo volevo condividere questo con te.
Ps : stasera non so il perché ma mi sento super rilassato senza pensieri ( la cosa che ho scritto sopra non mi ha turbato ma solo condividerla con voi volevo ), fosse sempre così.
Ora buonanotte a tutti :D
Se ne hai paura....a maggior ragione vivi tranquillo....
Bravo...rimani super rilassato...
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 3 maggio 2020, 16:58

Le parole di Tartan mi hanno rimbombato nella testa “secondo me tu non hai tutti questi problemi come dici”..
ci ho pensato tantissimo a questa frase, giorno e notte. In effetti dopo l’attacco di panico io ho preso l’aereo ed è andato tutto bene, poi non ho più preso nulla creandomi un muro di ansia che mi ha limitato tantissimo e peggiorato.
Bhe le parole di Tartan e questa esperienza che comunque io ho ripreso l’aereo dopo l’attacco di panico, sto arrivando alla conclusione che io in effetti non abbia nulla, è tutta immaginazione mentale per non vivere.
Però non so e non riesco a fare una risposta al motivo visto che questa situazione per 5 anni mi ha creato tanto malessere, ma essere arrivato che è una cosa “immaginaria” e non una “malattia” mi ha sollevato la giornata, da un paio di giorni ma oggi è come se avessi la consapevolezza di ciò.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 3 maggio 2020, 17:59

Marco94 ha scritto:
3 maggio 2020, 16:58
Le parole di Tartan mi hanno rimbombato nella testa “secondo me tu non hai tutti questi problemi come dici”..
ci ho pensato tantissimo a questa frase, giorno e notte. In effetti dopo l’attacco di panico io ho preso l’aereo ed è andato tutto bene, poi non ho più preso nulla creandomi un muro di ansia che mi ha limitato tantissimo e peggiorato.
Bhe le parole di Tartan e questa esperienza che comunque io ho ripreso l’aereo dopo l’attacco di panico, sto arrivando alla conclusione che io in effetti non abbia nulla, è tutta immaginazione mentale per non vivere.
Però non so e non riesco a fare una risposta al motivo visto che questa situazione per 5 anni mi ha creato tanto malessere, ma essere arrivato che è una cosa “immaginaria” e non una “malattia” mi ha sollevato la giornata, da un paio di giorni ma oggi è come se avessi la consapevolezza di ciò.
Marco...chiederò a Tartan di farti una maglietta con quella scritta....così puoi evitare di pensarci.... :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 3 maggio 2020, 20:53

HAHAHAHAHAHAH Brandon si mi piace l’idea :)
Comunque che ne pensi di questo pensiero?
È possibile che non abbia effettivamente nulla ma mi sono creato io questo muro (non so il motivo onesto) per non vivere la vita a pieno? Perché se avevo problemi dopo l’attacco di panico io non prendevo l’aereo invece ho riaffrontato la situazione e con successo.. e poi mi sono voluto creare una vita non mia di inferno dove ho l’ansia per ogni cosa. Ma ora mi sono fissato nella mente il concetto di Tartan, che effettivamente io non ho nulla, è una cosa creata da me, e con l’aiuto del dottore e questa mia nuova convinzione voglio liberarmene di questo muro alzato da me. Ripeto non so il motivo.. ma secondo te è sbagliato questo pensiero Brandon?
Cioè può essere una cosa del genere?
Se mi dici di sì mi dai sollievo ma allo stesso tempo mi fai sentire il più grande cogl**** del pianeta, cioè non ho nulla ma mi ho voluto creare io questa situazione e soprattutto non capisco il perché visto che mi fa stare male :D

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 4 maggio 2020, 0:38

Marco94 ha scritto:
3 maggio 2020, 20:53
HAHAHAHAHAHAH Brandon si mi piace l’idea :)
Comunque che ne pensi di questo pensiero?
AHAHAHAHAHAH....penso di non risponderti....perchè non ti serve alcuna risposta.... :mrgreen:
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 4 maggio 2020, 10:10

flyingbrandon ha scritto:
4 maggio 2020, 0:38
Marco94 ha scritto:
3 maggio 2020, 20:53
HAHAHAHAHAHAH Brandon si mi piace l’idea :)
Comunque che ne pensi di questo pensiero?
AHAHAHAHAHAH....penso di non risponderti....perchè non ti serve alcuna risposta.... :mrgreen:
Ciao!

Ho capito la risposta.. mi hai confermato, da come ho capito, che ho ragione, cioe non ho nulla, non sono malato, ho anche ripreso l’aereo dopo l’evento traumatico, quindi è una cosa che ho creato io, senza saperne il motivo, ma non esiste.
Grazie a Tartan che con quel messaggio, simpatico, mi ha aperto ancora di più la mente e mi ha fatto arrivare a ciò.

Mi rammarico di averlo capito così tardi, aver sofferto 5 anni, ed essere arrivato a 25 anni senza aver fatto tante esperienze ma solo tante rinunce.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 4 maggio 2020, 10:37

Marco94 ha scritto:
4 maggio 2020, 10:10

Ho capito la risposta.. mi hai confermato, da come ho capito, che ho ragione, cioe non ho nulla, non sono malato, ho anche ripreso l’aereo dopo l’evento traumatico, quindi è una cosa che ho creato io, senza saperne il motivo, ma non esiste.
Grazie a Tartan che con quel messaggio, simpatico, mi ha aperto ancora di più la mente e mi ha fatto arrivare a ciò.

Mi rammarico di averlo capito così tardi, aver sofferto 5 anni, ed essere arrivato a 25 anni senza aver fatto tante esperienze ma solo tante rinunce.
Se non rispondo ciò non significa che io stia confermando o smentendo qualcosa. Il punto della “NON RISPOSTA” è quello di permetterti di creare le risposte....una volta che hai gli elementi e gli strumenti necessari. Sulla definizione di “malattia” , dovremmo aprire un capitolo e non finiremmo più...non esistono distinzioni così “nette”....il punto fondamentale è...ho davvero qualcosa che mi limita nella possibilità di? Ho davvero qualcosa che mi impedisce di? La risposte alla tua ansia sono “NO”....quindi certamente è un processo da te creato....certamente puoi smettere di farlo. Ma l’averlo creato non significa che tu non sia stato male...
Non rammaricarti di niente...perché altrimenti ricaschi nell’errore di utilizzare la mente ad minchiam...hai tutto il tempo che vuoi per vivere come vuoi...e arrivare a viverlo con una intensità superiore di chi , magari, non si è trovato nella tua stessa situazione. Quindi va bene così...non sono stati 5 anni buttati....ma 5 anni che ti hanno permesso di raggiungere un traguardo....5 anni che ti hanno costretto a comprendere. Usali al meglio....questo sì. Permanere nello stesso stato diventerebbe sì...un buttare del tempo prezioso nel cesso.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Exence
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 789
Iscritto il: 18 ottobre 2017, 22:01

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Exence » 4 maggio 2020, 12:00

ally01 ha scritto:
2 maggio 2020, 16:15

guarda che è lo stesso marco ha palesare questa informazione
mi sono fermata all' " HA", perché mi sanguinavano gli occhi a vedere quella H di troppo :mrgreen:

Detto questo concordo su tutti i fronti con brandon, tartan e franci.
Conosco un sacco di persone che vanno da uno psicologo per problemi più disparati, non per patologie psichiatriche ma anche solo per avere un dialogo con una persona che possa dare loro degli spunti diversi per risolvere dubbi o angosce. Tant'è vero che lo psicologo non può prescrivere farmaci, è quindi un supporto a una persona che di base ha già gli strumenti per condurre una vita "normale", per camminare con le proprie gambe.
Abbiamo tutti delle fragilità, c'è chi cerca di sbrogliare la matassa per conto suo mettendoci magari più tempo e chi cerca un aiuto professionale, per uscirne magari un po'prima. La malattia mentale è tutt'altra cosa e anzi spesso chi ne è affetto non ha la lucidità per riconoscere di aver bisogno di aiuto...
La paura dell'aereo è talmente diffusa che ci sono forum, libri ecc ecc e spesso come abbiamo visto in tutte le discussioni è legata ad altre paure che con l'aereo non c'entrano... conosco tantissime persone che hanno paura di volare e sono tutt'altro che pazzi quindi Marco non farti condizionare dalle parole né di Ally né dalle mie, se vuoi, ma prova a vedere il tuo problema con più lucidità e senza ricamarci troppo sopra quando e se ci pensi : )
it's only rock'n roll but I like it!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 4 maggio 2020, 13:00

flyingbrandon ha scritto:
3 maggio 2020, 17:59
Marco94 ha scritto:
3 maggio 2020, 16:58
Le parole di Tartan mi hanno rimbombato nella testa “secondo me tu non hai tutti questi problemi come dici”..
ci ho pensato tantissimo a questa frase, giorno e notte. In effetti dopo l’attacco di panico io ho preso l’aereo ed è andato tutto bene, poi non ho più preso nulla creandomi un muro di ansia che mi ha limitato tantissimo e peggiorato.
Bhe le parole di Tartan e questa esperienza che comunque io ho ripreso l’aereo dopo l’attacco di panico, sto arrivando alla conclusione che io in effetti non abbia nulla, è tutta immaginazione mentale per non vivere.
Però non so e non riesco a fare una risposta al motivo visto che questa situazione per 5 anni mi ha creato tanto malessere, ma essere arrivato che è una cosa “immaginaria” e non una “malattia” mi ha sollevato la giornata, da un paio di giorni ma oggi è come se avessi la consapevolezza di ciò.
Marco...chiederò a Tartan di farti una maglietta con quella scritta....così puoi evitare di pensarci.... :mrgreen:
Io la maglietta gliela faccio, però prima tutti voi che lo volete aiutare mi dite cosa scriverci e che sia sintetico, chiaro e possibilmente divertente. A Marco chiedo la misura, il colore e il tipo di collo se a giro o a V. Il colore è a scelta fra blu, bianco e giallo canarino denso :D , maniche corte entrambe. :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 4 maggio 2020, 22:20

Rispondo con un unico messaggio a Brandon, Exence,Tartan :

Exence: grazie per le parole di supporto sei sempre molto gentile :)

Brandon: oggi iniziata la fase 2 in Italia ma anche nella mia vita. Fino a 3/4 giorni fa, sapendo che oggi sarei andato a trovare la mia ragazza a casa sua, avevo pensieri ansiosi sul potermi sentire male lontano da casa etc, poi dopo quella frase di Tartan ho capito che non esiste nulla di tutto ciò, lo creo solo io. Quindi oggi sono sceso proprio sicuro di me, consapevole che non mi sarebbe venuto niente di niente, perché non esiste nulla, è tutto ciò che ho passato in questi 5 anni è stato creato da me e non da qualche malattia invisibile come la definivo fino a qualche giorno fa. Ho deciso così dopo quella frase di Tartan, di vivere la mia vita in maniera migliore. Ho vissuto una bella giornata oggi, mi sono ripetetuto ogni tanto nella mia testa “l’ansia non esiste, io ho ripreso anche l’aereo dopo l’attacco di panico, quindi l’ansia non esiste ma la creo io”.. ho ripetuto questo alcune volte quando magari il mio inconscio ha cercato qualche pensiero ansiogeno, ma almeno ed oggi nulla, non mi sembra vero, spero di mantenere questo ritmo. Quella frase di Tartan sembra che mi abbia rimesso quella convinzione di quando presi l’aereo (ultimo mio volo) dopo l’attacco di panico , ovviamente non devo perdermi nell’entusiasmo, ma mi risento di nuovo “forte” ed il “mostro” (ansia) mi sembra nuovamente una cosa alla mia portata.
Sono onesto ogni tanto oggi il mio corpo ha cercato qualche pensiero per farsi venire l’ansia ma il ripetermi “non esiste nulla perché sono io che la creo” non mi ha fatto venire proprio nulla e mi sento felice anche se non devo forse visto che sto solo all’inizio.

Una cosa solo mi spaventa ora.. possibile aver cambiato punto di vista all’improvviso? Vorrei che prevalga sempre questo positivo e non torni più l’altro.

Tartan: maglia gialla canarino denso.. la frase non so da mettere sopra ma quella che mi dicesti “Marco secondo me tu non hai tutti sti problemi come racconti” mi ha fatto riflettere tantissimo e mi ha fatto acquisire consapevolezza che tutto ciò che ho pensato in questi 5 anni , mi riferisco ai pensieri negativi ed ansiosi, non esistono, ma li ho creato io per non vivere, ma io ora voglio vivere.

Rispondi