Ancora non sono riuscito a volare..

La fobia del volo: dubbi comuni, cause, soluzioni.
Vincere la Paura di Volare con MD80.it

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 10 maggio 2020, 16:49

Anche a me è cambiato poco, unica cosa che scendo la domenica al locale di mio padre (ho una trattoria e funzioniamo da asporto in questo periodo) e vado un po’ a casa della mia fidanzata ma sempre senza scambiarci baci ed altro, molto attenti.

Comunque mio fratello, un tipo totalmente senza paure, il mio modello perché vorrei diventare come lui, mi ha proposto una cosa :
Se a gennaio/febbraio si può viaggiare, andiamo io (cioè lui) tu (cioè io) e la mia ragazza a Praga? Così con me lo devi per forza prendere l’aereo sennò so mazzate ed è capace di darmele fa boxe :D
L’idea mi stuzzica, Praga la amo perché ci andai con la scuola, e sarebbe una buona occasione.. se si può viaggiare devo cacciare il coraggio solo (perché se prenoto non posso più disdire, uno perché litigherei a morte con lui e mia fid, e due perché non lo posso appendere) .. però l’idea mi piace, seppur timoroso.

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Giutreas » 11 maggio 2020, 9:25

Ad avercelo il problema di poter andare... Comunque appena possibile, vacci! E' un viaggio breve (un'oretta o poco più di volo), così rompi il ghiaccio con l'esperienza aereo che tanto stai caricando come un qualcosa di fatidico, ma che in realtà è normale come andare in cucina, sala da pranzo o scendere giù in cantina.
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 11 maggio 2020, 10:04

Giutreas ha scritto:
11 maggio 2020, 9:25
Ad avercelo il problema di poter andare... Comunque appena possibile, vacci! E' un viaggio breve (un'oretta o poco più di volo), così rompi il ghiaccio con l'esperienza aereo che tanto stai caricando come un qualcosa di fatidico, ma che in realtà è normale come andare in cucina, sala da pranzo o scendere giù in cantina.
Vero, ho caricato in questi 5 anni questi evento così tanto che la paura è quella di farmela sotto in maniera molto forte.. ma a finale non cambia nulla tra lo stare a casa, in cantina come hai detto tu o aereo, è solo frutto della mia mente lo so bene, devo solo realmente convincermi di ciò.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 11 maggio 2020, 10:07

Unica cosa che mi fa arrabbiare con me stesso è che su questo sito ci sono tante testimonianze di persone con problemi simili al mio e che più l’hanno risolto, e ci sino davvero tante persone che hanno scritto qui sopra, poi leggo un solo caso tipo Bergkamp (Giocatore) che per un trauma non ha più volato e subito penso “ anche lui ha avuto un trauma come me e quindi non si puoi mai superare un trauma di natura mentale”.. quindi tra i cento casi di testimonianza positiva, ed un paio negativi, io prendo come esempio i negativi.. forse mi è più facile per trovare scuse e non mettermi in gioco ?!

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 11 maggio 2020, 10:46

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 10:07
Unica cosa che mi fa arrabbiare con me stesso è che su questo sito ci sono tante testimonianze di persone con problemi simili al mio e che più l’hanno risolto, e ci sino davvero tante persone che hanno scritto qui sopra, poi leggo un solo caso tipo Bergkamp (Giocatore) che per un trauma non ha più volato e subito penso “ anche lui ha avuto un trauma come me e quindi non si puoi mai superare un trauma di natura mentale”.. quindi tra i cento casi di testimonianza positiva, ed un paio negativi, io prendo come esempio i negativi.. forse mi è più facile per trovare scuse e non mettermi in gioco ?!
Certo...è anche noto come “confirmation Bias”....un processo cognitivo noto.
Pensa che non solo c’è gente che ne è uscita....c’è gente che a parità di esperienza non l’ha mai considerata un trauma.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 11 maggio 2020, 10:49

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 10:04
Giutreas ha scritto:
11 maggio 2020, 9:25
Ad avercelo il problema di poter andare... Comunque appena possibile, vacci! E' un viaggio breve (un'oretta o poco più di volo), così rompi il ghiaccio con l'esperienza aereo che tanto stai caricando come un qualcosa di fatidico, ma che in realtà è normale come andare in cucina, sala da pranzo o scendere giù in cantina.
Vero, ho caricato in questi 5 anni questi evento così tanto che la paura è quella di farmela sotto in maniera molto forte.. ma a finale non cambia nulla tra lo stare a casa, in cantina come hai detto tu o aereo, è solo frutto della mia mente lo so bene, devo solo realmente convincermi di ciò.
Più che altro fai quello che avevi detto. Se decidi di andare non ti convinci più di niente....vai e basta.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 11 maggio 2020, 12:10

flyingbrandon ha scritto:
11 maggio 2020, 10:46
Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 10:07
Unica cosa che mi fa arrabbiare con me stesso è che su questo sito ci sono tante testimonianze di persone con problemi simili al mio e che più l’hanno risolto, e ci sino davvero tante persone che hanno scritto qui sopra, poi leggo un solo caso tipo Bergkamp (Giocatore) che per un trauma non ha più volato e subito penso “ anche lui ha avuto un trauma come me e quindi non si puoi mai superare un trauma di natura mentale”.. quindi tra i cento casi di testimonianza positiva, ed un paio negativi, io prendo come esempio i negativi.. forse mi è più facile per trovare scuse e non mettermi in gioco ?!
Certo...è anche noto come “confirmation Bias”....un processo cognitivo noto.
Pensa che non solo c’è gente che ne è uscita....c’è gente che a parità di esperienza non l’ha mai considerata un trauma.
Ciao!
Si Brandon io ho intrapreso un percorso col dottore, consigli qua sopra, tanto allenamento personale soprattutto in questo periodo che mi sento molto motivato a cambiare e migliorare la qualità della mia vita, perché è stancante vivere come ho vissuto in questi 5 anni, cioè troppe limitazioni.
L’unico problema è che alla prima difficoltà o pensiero ansiogeno che mi viene e persiste un po’ di più prima di essere smontato penso subito che non sono capace o non fa per me uscirne da questa situazione. Devo lavorare su questo aspetto, da questa settimana riprendo anche il decorso col dottore più motivato ancora, perché comunque mi sento molto meglio in questo periodo.
E riguardo all’altro messaggio che mi hai scritto si, una volta che decido non devo cambiare più come ho fatto sin ora, anche perché l’evitamento oltre a farmi sentire incapace mi ha fatto peggiorare lo stato, quindi non è vero che stando a casa evitando di espormi alla situazione non peggioro.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 11 maggio 2020, 13:37

È deceduto un giocatore di soli 20 anni, aneurisma dopo un allenamento casalingo.. la vita è di passaggio, mentre stai a casa può capitarti una cosa del genere e finisce tutto.. perciò bisogna fare tutto e vivere senza rimpianti, io non ho nessuna patologia e per 5 anni mi sono imposto dei limiti assurdi per non viverla.. certe volte quando apprendo queste notizie penso a quando cogl**** sono, e come faccio ancora a rimanere in questa dimensione, dovrei cambiare ed agire in attimo senza nemmeno pensarci un secondo, la vita è una sola e non va sprecata, lo so, e mi fa male pure saperlo perché poi , almeno in questi 5 anni, non sono riuscito a mettere in pratico il pensiero, perché mentalmente lo so, ma poi non faccio corrispondere le azioni.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 11 maggio 2020, 14:09

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 13:37
È deceduto un giocatore di soli 20 anni, aneurisma dopo un allenamento casalingo.. la vita è di passaggio, mentre stai a casa può capitarti una cosa del genere e finisce tutto.. perciò bisogna fare tutto e vivere senza rimpianti, io non ho nessuna patologia e per 5 anni mi sono imposto dei limiti assurdi per non viverla.. certe volte quando apprendo queste notizie penso a quando cogl**** sono, e come faccio ancora a rimanere in questa dimensione, dovrei cambiare ed agire in attimo senza nemmeno pensarci un secondo, la vita è una sola e non va sprecata, lo so, e mi fa male pure saperlo perché poi , almeno in questi 5 anni, non sono riuscito a mettere in pratico il pensiero, perché mentalmente lo so, ma poi non faccio corrispondere le azioni.
Io spero solo che i confronti fatti qui nel Forum non diventino la tua "copertina di Linus"...

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 11 maggio 2020, 15:44

Io ho una malattia incurabile e ciò nonostante me ne frego e vado avanti come se nulla fosse. Non mi faccio mancare niente (di lecito, naturalmente). Questa malattia peggiora di anno in anno, ma io me ne strafotto e non mi curo, tanto sarebbe inutile e faccio continuamente progetti, anche arditi.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 11 maggio 2020, 17:55

tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 15:44
Io ho una malattia incurabile e ciò nonostante me ne frego e vado avanti come se nulla fosse. Non mi faccio mancare niente (di lecito, naturalmente). Questa malattia peggiora di anno in anno, ma io me ne strafotto e non mi curo, tanto sarebbe inutile e faccio continuamente progetti, anche arditi.
Sbaglio o è la stessa malattia che ho anche io?
E che, più o meno in fase avanzata, abbiamo tutti?

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 11 maggio 2020, 18:24

Mi dispiace tanto per il vostro quadro clinico, e mi vi auguro di stare meglio con tutto il cuore. Leggendovi mi fate ancora più capire che a 25 anni, dopo aver buttato già 5 anni in pensieri ansiosi limitandosi la vita per un solo attacco di panico avvenuto 5 anni fa, e quindi rinunciando a viaggi e oppure vivere ogni cosa con l’ansia a mille perché immagino sempre di potermi sentire male, mi fate capire che non ho tempo per buttare altri anni come ho vissuto questi 5, sono ancora abbastanza giovane e quando sarò più adulto che inizieranno i problemi seri rimpiangerò questi anni e le cose non fatte.
Il problema è che io dico e penso queste cose realmente ma poi molte volte non faccio corrispondere le azioni e non immaginate la rabbia.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 11 maggio 2020, 18:32

Lampo 13 ha scritto:
11 maggio 2020, 17:55
tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 15:44
Io ho una malattia incurabile e ciò nonostante me ne frego e vado avanti come se nulla fosse. Non mi faccio mancare niente (di lecito, naturalmente). Questa malattia peggiora di anno in anno, ma io me ne strafotto e non mi curo, tanto sarebbe inutile e faccio continuamente progetti, anche arditi.
Sbaglio o è la stessa malattia che ho anche io?
E che, più o meno in fase avanzata, abbiamo tutti?
E te credo che è la stessa! La mia però è più grave della tua, tiè! :mrgreen:
Vediamo se è vero! La mia è: Extra Time Allowed cioè E.T.A.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 11 maggio 2020, 19:36

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 18:24
Mi dispiace tanto per il vostro quadro clinico, e mi vi auguro di stare meglio con tutto il cuore. Leggendovi mi fate ancora più capire che a 25 anni, dopo aver buttato già 5 anni in pensieri ansiosi limitandosi la vita per un solo attacco di panico avvenuto 5 anni fa, e quindi rinunciando a viaggi e oppure vivere ogni cosa con l’ansia a mille perché immagino sempre di potermi sentire male, mi fate capire che non ho tempo per buttare altri anni come ho vissuto questi 5, sono ancora abbastanza giovane e quando sarò più adulto che inizieranno i problemi seri rimpiangerò questi anni e le cose non fatte.
Il problema è che io dico e penso queste cose realmente ma poi molte volte non faccio corrispondere le azioni e non immaginate la rabbia.
Guarda che la nostra malattia è l'età...
E questa malattia ce l'abbiamo tutti, chi più, chi meno.
Io a 50 anni ho iniziato a fare down hill, per qualche anno, finchè le gambe hanno retto,
il 18 aprile mi sono risposato, ed il mio sogno è di andare sulla stazione spaziale...
un rischio? Si, certo, tanto comunque prima o poi, (prima di te di sicuro) morirò comunque.
Come tutti.
Stefano-Parco-Batteria.jpg

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 11 maggio 2020, 19:50

Scusa Lampo, ma perchè prima di lui solo, magari anche prima di me ecchecaspita! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 11 maggio 2020, 20:09

tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 19:50
Scusa Lampo, ma perchè prima di lui solo, magari anche prima di me ecchecaspita! :D
Chi vivrà, vedrà! :mrgreen:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 11 maggio 2020, 20:28

Dobbiamo trovare il modo di rivederci! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 11 maggio 2020, 20:36

tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 20:28
Dobbiamo trovare il modo di rivederci! :D
Appena sarà possibile verrò a Roma a trovare mia figlia e mio padre,
ci potremmo organizzare anche con Fabrizio e, se non se la tira come al solito, con quel cornutazzo di Brandon! :mrgreen:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 11 maggio 2020, 20:56

Lampo 13 ha scritto:
11 maggio 2020, 20:36
tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 20:28
Dobbiamo trovare il modo di rivederci! :D
Appena sarà possibile verrò a Roma a trovare mia figlia e mio padre,
ci potremmo organizzare anche con Fabrizio e, se non se la tira come al solito, con quel cornutazzo di Brandon! :mrgreen:
Fammelo sapere in tempo utile, ho un postero che mi impegna in modo quasi esclusivo! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 11 maggio 2020, 21:23

tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 20:56
Lampo 13 ha scritto:
11 maggio 2020, 20:36
tartan ha scritto:
11 maggio 2020, 20:28
Dobbiamo trovare il modo di rivederci! :D
Appena sarà possibile verrò a Roma a trovare mia figlia e mio padre,
ci potremmo organizzare anche con Fabrizio e, se non se la tira come al solito, con quel cornutazzo di Brandon! :mrgreen:
Fammelo sapere in tempo utile, ho un postero che mi impegna in modo quasi esclusivo! :D
Certo!

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 11 maggio 2020, 23:31

Bello il down hill ho visto su internet. Comunque vorrei vivere la vita con spensieratezza e senza ansie e preoccupazioni che mi intossicano solamente e feriscono.
Forse il problema è che vorrei una vita totalmente senza ansia ma ciò non si può avere perché è una cosa, allora devo conviverci ma in alcuni contesti mi spaventa ancora un bel po quando mi viene.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 11 maggio 2020, 23:53

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 23:31

Forse il problema è che vorrei una vita totalmente senza ansia ma ciò non si può avere perché è una cosa, allora devo conviverci ma in alcuni contesti mi spaventa ancora un bel po quando mi viene.
Perchè non dovresti poter vivere una vita senza ansia? min**ia Marco....
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2298
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da la franci » 12 maggio 2020, 7:03

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 23:31
Bello il down hill ho visto su internet. Comunque vorrei vivere la vita con spensieratezza e senza ansie e preoccupazioni che mi intossicano solamente e feriscono.
Forse il problema è che vorrei una vita totalmente senza ansia ma ciò non si può avere perché è una cosa, allora devo conviverci ma in alcuni contesti mi spaventa ancora un bel po quando mi viene.
aaaaaahhhhhh.... BASTA!!!!!!!!!
hai vissuto un solo attacco di panico e costruisci il resto della tua esistenza sui quei 5 minuti?????????????

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Giutreas » 12 maggio 2020, 9:11

Marco94 ha scritto:
11 maggio 2020, 10:07
Unica cosa che mi fa arrabbiare con me stesso è che su questo sito ci sono tante testimonianze di persone con problemi simili al mio e che più l’hanno risolto, e ci sino davvero tante persone che hanno scritto qui sopra, poi leggo un solo caso tipo Bergkamp (Giocatore) che per un trauma non ha più volato e subito penso “ anche lui ha avuto un trauma come me e quindi non si puoi mai superare un trauma di natura mentale”.. quindi tra i cento casi di testimonianza positiva, ed un paio negativi, io prendo come esempio i negativi.. forse mi è più facile per trovare scuse e non mettermi in gioco ?!
Diciamo che da quando ho affrontato la questione volo mi è capitato di leggere di quel cantante o di quell'attore o calciatore o allenatore che hanno rinunciato a cose importanti per colpa della paura di volare. Il mio primo pensiero è stato "ua che fessi". Ce ne sono tanti di esempi, a decine, ma sono esempi negativi, di persone che magari non hanno affrontato a fondo il problema come stai facendo tu.
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 12 maggio 2020, 15:03

Secondo me la paura vera non è quella di morire ma quella di vivere. La vita è emozione, senza emozione la vita non esiste.
Chi ha paura di emozionarsi è già morto. Marco, sei comunque un uomo libero e puoi scegliere di vivere come preferisci, da vivo o da morto. Fai tu!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Giutreas
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 320
Iscritto il: 1 febbraio 2018, 16:11
Località: Roma

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Giutreas » 12 maggio 2020, 15:18

Ma infatti volare è un'emozione, bella o brutta se vuoi, ma rinunciarvi a prescindere ti fa sentire una chiavica, quindi tanto vale provarci :wink:
Oggi è il domani che tanto ti preoccupava ieri.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 13 maggio 2020, 15:13

Per Marco: ci sono persone che se non rischiano non si sentono vivi. Devono rischiare, anche la morte, per potersi stimare. Io non sono fra questi, nel modo più assoluto. Io non mi butterei mai con i piedi legati ad un elastico per provare un brivido di cui non sento il bisogno. Per me una cosa simile significherebbe mettere in gioco la vita mia (RPT che sarebbe ripeto, quella mia di me medesimo), solo per provare un attimo di stress oppure per provare a me stesso che non ho paura. Io di paure ne ho tante, ma me le tengo se non mi servono per vivere. Io non devo dimostrare niente a nessuno e tanto meno a me stesso, quindi faccio quello che mi piace badando, quando è necessario, a mantenere i giusti margini di sicurezza.
Volare in un aereo di linea non rientra nei miei canoni di coraggio, quindi è e deve essere un mezzo da utilizzare quando serve e non da utilizzare per dimostrare qualcosa.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 13 maggio 2020, 19:08

tartan ha scritto:
13 maggio 2020, 15:13
Per Marco: ci sono persone che se non rischiano non si sentono vivi. Devono rischiare, anche la morte, per potersi stimare. Io non sono fra questi, nel modo più assoluto. Io non mi butterei mai con i piedi legati ad un elastico per provare un brivido di cui non sento il bisogno. Per me una cosa simile significherebbe mettere in gioco la vita mia (RPT che sarebbe ripeto, quella mia di me medesimo), solo per provare un attimo di stress oppure per provare a me stesso che non ho paura. Io di paure ne ho tante, ma me le tengo se non mi servono per vivere. Io non devo dimostrare niente a nessuno e tanto meno a me stesso, quindi faccio quello che mi piace badando, quando è necessario, a mantenere i giusti margini di sicurezza.
Volare in un aereo di linea non rientra nei miei canoni di coraggio, quindi è e deve essere un mezzo da utilizzare quando serve e non da utilizzare per dimostrare qualcosa.
Il "bungee jumping" non è pericoloso, è solo stupido.
Non rischi praticamente nulla, è solo un non senso, qualcosa che non serve a nulla, come le montagne russe...
come si fa ad aver paura delle montagne russe? Ci salgono milioni di persone e non succede mai nulla, non
ci vuole coraggio per salirci, ci vuole noia.
Secondo me.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9886
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da tartan » 14 maggio 2020, 15:21

Esiste un regolamento valido per tutti? Esiste un controllo continuo sullo stato delle attrezzature utilizzate e sulla capacità dei gestori? Se si, prima di affrontare il percorso vorrei studiarli, se no per me oltre ad essere stupido è anche pericoloso. A proposito, c'è la moda di farsi fotografare sul ciglio di grattacieli. Anche quella è solo stupida ma è sicurissima? A proposito, c'è la moda di lanciarsi col paracadute da grattacieli. Anche quellà è solo stupida? A proposito......Il volo civile è l'unico volo che mette paura, come mai? O è stupido pure quello?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 14 maggio 2020, 19:47

tartan ha scritto:
14 maggio 2020, 15:21
Esiste un regolamento valido per tutti? Esiste un controllo continuo sullo stato delle attrezzature utilizzate e sulla capacità dei gestori? Se si, prima di affrontare il percorso vorrei studiarli, se no per me oltre ad essere stupido è anche pericoloso. A proposito, c'è la moda di farsi fotografare sul ciglio di grattacieli. Anche quella è solo stupida ma è sicurissima? A proposito, c'è la moda di lanciarsi col paracadute da grattacieli. Anche quellà è solo stupida? A proposito......Il volo civile è l'unico volo che mette paura, come mai? O è stupido pure quello?
Guardando agli incidenti l'elasticone è molto sicuro, andare sul ciglio dei grattacieli è altamente mortale, usare le tute alari è quasi un suicidio,
volare sugli aeroplani è più sicuro di cuocersi un uovo al tegamino. Le prime due sono cose stupide, la terza... questione di gusti, la quarta normale.

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 14 maggio 2020, 23:48

tartan ha scritto:
13 maggio 2020, 15:13
Per Marco: ci sono persone che se non rischiano non si sentono vivi. Devono rischiare, anche la morte, per potersi stimare. Io non sono fra questi, nel modo più assoluto. Io non mi butterei mai con i piedi legati ad un elastico per provare un brivido di cui non sento il bisogno. Per me una cosa simile significherebbe mettere in gioco la vita mia (RPT che sarebbe ripeto, quella mia di me medesimo), solo per provare un attimo di stress oppure per provare a me stesso che non ho paura. Io di paure ne ho tante, ma me le tengo se non mi servono per vivere. Io non devo dimostrare niente a nessuno e tanto meno a me stesso, quindi faccio quello che mi piace badando, quando è necessario, a mantenere i giusti margini di sicurezza.
Volare in un aereo di linea non rientra nei miei canoni di coraggio, quindi è e deve essere un mezzo da utilizzare quando serve e non da utilizzare per dimostrare qualcosa.

Si è vero, ogni essere umano è caratterizzato da paure e bisogna accettarle senza dover dimostrare niente a nessuno. Io ne ho tante, forse troppe, ma vorrei vincerne solo una, ovvero volare (ma attualmente non mi fa manco paura il volo in se ma più mi immagino lontano da casa è più mi viene qualche pensiero ansiogeno, cioè se vado a 400km ho più ansia, se vado a 100 di meno per esempio) quindi è un modo di pensare errato che sto cercando di risolvere, e da domani riprendo anche il mio percorso col dottore che non vedo da 2/3 mesi quasi causa quarantena imposta dal governo. Ma in questo periodo ho riflettuto su me stesso, ho capito meglio cosa voglio, e mi sento molto ma molto più leggero rispetto a 2/3 mesi. Magari più stando tranquillo e più riuscito a superare questa paura, e prima tornerò a vivere come si deve.

Ciao Tartan :)

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7167
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Lampo 13 » 15 maggio 2020, 7:52

Marco94 ha scritto:
14 maggio 2020, 23:48
e da domani riprendo anche il mio percorso col dottore che non vedo da 2/3 mesi quasi causa quarantena imposta dal governo.
Forse mi sbaglio ma leggo una vena polemica in quanto hai scritto.
Se ci fosse, tra l'altro, mi suonerebbe strano, come, hai paura di andare a 100 km di distanza e non hai paura di infettarti?
Il primo è un "non problema", il secondo è un rischio reale e potenzialmente mortale!
Qui in Polonia, dopo la quarantena per essere rientrato dall'estero, posso girare quanto voglio ma cerco di stare il più
possibile in casa perché il rischio c'è ed è reale...

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 15 maggio 2020, 13:54

Lampo 13 ha scritto:
15 maggio 2020, 7:52
Marco94 ha scritto:
14 maggio 2020, 23:48
e da domani riprendo anche il mio percorso col dottore che non vedo da 2/3 mesi quasi causa quarantena imposta dal governo.
Forse mi sbaglio ma leggo una vena polemica in quanto hai scritto.
Se ci fosse, tra l'altro, mi suonerebbe strano, come, hai paura di andare a 100 km di distanza e non hai paura di infettarti?
Il primo è un "non problema", il secondo è un rischio reale e potenzialmente mortale!
Qui in Polonia, dopo la quarantena per essere rientrato dall'estero, posso girare quanto voglio ma cerco di stare il più
possibile in casa perché il rischio c'è ed è reale...

NOOOO.. nessuna vena polemica, intendevo non vado da 3 mesi dal dottore non per scelta mia ma a causa della pandemia che abbiamo. Ci mancherebbe, per me è stato giustissimo stare a casa e ridurre al minimo i contatti.
Per la seconda cosa invece hai centrato l’argomento, ovvero mi spaventano più i problemi “non reali” perché è una cosa mia personale e so che il vero problema è in me, che i problemi reali dove cerco di trarre il meglio da me ed essere forte e compiere scelte giuste :)

Marco94
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 269
Iscritto il: 16 novembre 2018, 16:07

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da Marco94 » 16 maggio 2020, 12:58

Ieri ho rivisto il dottore dopo questi mesi di quarantena.. mi ha fatto i complimenti perché faccio parte di quei pochi pazienti che non hanno avuto attacchi di ansia/panico durante questo periodo, crolli psicologici, ed anche se ho avuto qualche momento no sono stato in grado di risolvere da solo, o qui, o con un amico per telefono, ma non mi sono mai rivolto a lui, a differenza della sua maggior parte di pazienti che hanno fatto anche sedute online in via straordinaria.
Bhe forse ha sempre avuto ragione il dottore da un bel pezzo, forse davvero sono in grado di affrontare qualsiasi cosa, o la maggior parte di esse, perché ho gli strumenti ma solo che non me ne sono ancora reso conto oppure non voglio rendermene conto ( non so il motivo se fosse così).. mi ha trovato bene comunque :)

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11716
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Ancora non sono riuscito a volare..

Messaggio da flyingbrandon » 16 maggio 2020, 18:19

Marco94 ha scritto:
16 maggio 2020, 12:58
solo che non me ne sono ancora reso conto oppure non voglio rendermene conto ( non so il motivo se fosse così).. mi ha trovato bene comunque :)
Metti questa frase in contraddizione...cioè O non hai capito O non te ne vuoi rendere conto. Quanto si parla di essere ,per certi versi “comodo” , in questa situazione non si fa riferimento ad un pensiero conscio e razionale. Quindi direi che è più probabile che tu non te ne rendi conto perchè fa comodo così....che è un concetto diverso dal tuo. Non c’è la volontà razionale nel non rendersene conto...semplicemente, ad oggi, non avevi maggiori vantaggi al rendertene conto. Avere l’alibi “pronto” ed efficace era più comodo , emotivamente, rispetto al resto.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Rispondi