Disturba aerei in volo: denunciato

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
bobgeldof
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 30 gennaio 2007, 12:23

Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da bobgeldof » 16 settembre 2008, 10:37

Nel Nuorese un tipo si divertiva così:
http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/ar ... 7247.shtml

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Ashaman » 16 settembre 2008, 11:20

Ci sarà da fidarsi da quanto scritto dal giornalaio? :?
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

peterfly 65

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da peterfly 65 » 16 settembre 2008, 12:13

Si dovrebbe essere vera perche ogni tanto si sentiva uno che dava istruzioni in fonia che non c'entravano niente

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 16 settembre 2008, 17:21

Ma roba da pazzi.
Capisco uno sbarbatello di 10 anni che pensa che l'aviazione sia un videogioco con a bordo pupazzetti virtuali anzichè persone VERE: ma da un 51 enne proprio no, non me lo sarei mai aspettato.
Che razza di idiota, ma che pensava di fare? :x

Avatar utente
neutrinomu
FL 150
FL 150
Messaggi: 1542
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 13:00

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da neutrinomu » 16 settembre 2008, 17:45

Oddio... se non fosse che sto idiota ha messo a repentaglio la sicurezza di centinaia di persone ci sarebbe da scompisciarsi dal ridere... :D
Swishhhhh! Faster than light! :scrambleup:

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9831
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da cabronte » 16 settembre 2008, 19:02

Gli auguro a lui di trovarsi su un aereo intercettato da un pazzo!!! :bom:
Ale

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Ashaman » 16 settembre 2008, 19:22

cabronte ha scritto:Gli auguro a lui di trovarsi su un aereo intercettato da un pazzo!!! :bom:
Guarda, fosse solo lui e nessun altro ti darei ragione, ma perché coinvolgere innocenti che nulla hanno a che fare con l'idiozia esemplare di detto emerito gigantesco hoglione? :?

D'altra parte, non dimenticare che gli unici aerei con una persona sola a bordo non fanno servizio di linea, e non mi risulta che un aereo da turismo sia mai stato dirottato... poi magari mi sbaglio. :dontknow:
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
neutrinomu
FL 150
FL 150
Messaggi: 1542
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 13:00

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da neutrinomu » 16 settembre 2008, 19:34

Io ho prestato il servizio militare su una motovedetta della guarda costiera (aimè, nel lontano 1994)... Ogni volta che un aereo ci passava sopra a bassa quota (zona di Bari-Palese) il comandante si avventava sulla radio per cercare di carpire le comunicazioni tra l'aereo e l'ATC (spero ovviamente non volesse interferire...). Non c'è riuscito mai una volta :lol: ... se lo reincontro gli passo il link di liveATC così finalmente è contento :lol:

Tra l'altro quello era il periodo d'oro per gli scafisti dei contrabbandieri e gli sbarchi di clandestini albanesi e non era raro vedere sul radar passare natanti ad alta velocità e a luci spente (per fortuna sta storia non ci competeva...). Una volta sul radar è apparso un "siluro" che sembrava puntare dritto su di noi e ci siamo inquietati un bel po'... prima di capire che si trattava di un aereo in finale che ci stava passando proprio sopra :)
Swishhhhh! Faster than light! :scrambleup:

Avatar utente
silviogo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 marzo 2008, 23:37
Località: torino
Contatta:

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da silviogo » 16 settembre 2008, 19:39

a tal proposito,
vi segnalo solo l'inesattezza dell'articolo in oggetto in quanto definisce l'interessato "radioamatore" tralasciando l'occhiello "scoperto covo di un radioamatore"
Come molti di voi sapranno i radioamatori generalemnte sono persone serie e per ottenere il sospirato nominativo, debbono sostenere un esame persso il ministero delle telecomunicazioni. Come Radioamatore e giornalista sono doppiamente indignato sull'approssimazione dell'articolo e sulla definizione "covo di un radioamatore" quasi i radioamatori si riunissero nelle catacombe in segreto come i cristiani perseguitati.

Vi segnalo che assieme ad altri colleghi abbiamo provveduto a inviare mail di lamentele al tgcom. Sembra una sciocchezza, ma molto spesso come radioamatori al primo spuntar di antenne sui nostri tetti, veniamo accusati di interferenze il piu' della volte improbabili o di disturbi che nessun nostro apparato certificato può causare.

Questo tipo di notizie fa piu' danni che informazione.

Saluti
IW1DFL Silvio
Ultima modifica di silviogo il 16 settembre 2008, 20:23, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
neutrinomu
FL 150
FL 150
Messaggi: 1542
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 13:00

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da neutrinomu » 16 settembre 2008, 19:50

silviogo ha scritto:a tal proposito,
vi segnalo solo l'inesattezza dell'articolo in oggetto in quanto definisce l'interessato "radioamatore" tralasciando l'occhiello "scoperto covo di un radioamatore"
Come molti di voi sapranno i radioamatori generalemnte sono persone serie e per diventare tali debbono sostenere un esame persso il ministero delle telecomunicazioni, Come Radioamatore e giornalista sono doppiamente indignato sull'approssimazione dell'articolo e sulla definizione "covo di un radioamatore" quasi i radioamatori si riunissero nelle catacombe in segreto come i cristiani perseguitati.

Vi segnalo che assieme ad altri colleghi abbiamo provveduto a inviare mail di lamentele al tgcom. Sembra una sciocchezza, ma molto spesso come radioamatori al primo spuntar di antenne sui nostri tetti, veniamo accusati di interferenze il piu' della volte improbabili o di disturbi che nessun nosto apparato certificato può causare.

Questo tipo di notizie fa piu' danni che informazione.

Saluti
IW1DFL Silvio
Bene allora approfitto per fare un piccolo OT: ogni tanto dalle mie parti alla TV scompare qualunque tipo di programmazione su quasi tutti i canali per essere sostituita da una nevicata siberiana... più volte sono stato tentato di attribuirne la colpa ad un antennone CB sbucato su un palazzo nelle vicinanze. Mi confermi che così non è? Come posso fare ad accertarmi che l'antennone in questione è autorizzato e certificato? Grazie e chiudo l'OT

Comunque bella l'espressione "covo di un radioamatore"... Come se il radioamatore fosse una attività clandestina come il falsario o il pusher :D Certo che sti' giornalisti...
Swishhhhh! Faster than light! :scrambleup:

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 16 settembre 2008, 20:57

neutrinomu ha scritto:Io ho prestato il servizio militare su una motovedetta della guarda costiera (aimè, nel lontano 1994)... Ogni volta che un aereo ci passava sopra a bassa quota (zona di Bari-Palese) il comandante si avventava sulla radio per cercare di carpire le comunicazioni tra l'aereo e l'ATC (spero ovviamente non volesse interferire...). Non c'è riuscito mai una volta :lol: ... se lo reincontro gli passo il link di liveATC così finalmente è contento :lol:
Infatti una cosa è ascoltare, un'altra è trasmettere.
Io stesso possiedo uno scannerino col quale da casa mi diverto di tanto in tanto ad ascoltare le comunicazioni degli aerei.
Il tutto per semplice ed innoqua passione (visto anche che lo scannerino in questione NON può trasmettere, solo ricevere).
Diverso invece se si usa un apparato radio atto anche a trasmettere.
Ad usarlo male si possono causare guai molto seri ed interferenze tra le comunicazioni.
Insomma è una cosa che NON va mai fatta, nè per curiosità, nè per gioco.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 16 settembre 2008, 21:01

silviogo ha scritto:a tal proposito,
vi segnalo solo l'inesattezza dell'articolo in oggetto in quanto definisce l'interessato "radioamatore" tralasciando l'occhiello "scoperto covo di un radioamatore"
Come molti di voi sapranno i radioamatori generalemnte sono persone serie e per ottenere il sospirato nominativo, debbono sostenere un esame persso il ministero delle telecomunicazioni. Come Radioamatore e giornalista sono doppiamente indignato sull'approssimazione dell'articolo e sulla definizione "covo di un radioamatore" quasi i radioamatori si riunissero nelle catacombe in segreto come i cristiani perseguitati.
Quoto, soprattutto la stupidaggine del "covo".
Una cosa sono i radioamatori professionisti, un'altra UN burlone che si diverte ad interferire con gli aerei (e che quindi non è degno di essere chiamato radioamatore, e presumo non abbia neanche i patentini per farlo, ossia è un abusivo e basta).
Un articolo serio non avrebbe tirato in ballo l'intera categoria dei radioamatori.
Semmai avrebbe scritto una cosa del genere:
"Scoperto un pirla che da casa sua, usando un apparecchio ricetrasmittente, si divertiva volontariamente ad interferire tra le comunicazioni degli aerei".
"Il pirla è stato in seguito denunciato".

Fine articolo.
I radioamatori non centrano.
Centrano solo i pirla, e un pirla non è un radio AMATORE.
E' solo un pirla.

Avatar utente
wing05
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1171
Iscritto il: 2 ottobre 2005, 18:50
Località: LIDT

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da wing05 » 16 settembre 2008, 21:25

silviogo ha scritto:a tal proposito,
vi segnalo solo l'inesattezza dell'articolo in oggetto in quanto definisce l'interessato "radioamatore" tralasciando l'occhiello "scoperto covo di un radioamatore"
...
Come Radioamatore e giornalista sono doppiamente indignato sull'approssimazione dell'articolo e sulla definizione "covo di un radioamatore" quasi i radioamatori si riunissero nelle catacombe in segreto come i cristiani perseguitati.

Vi segnalo che assieme ad altri colleghi abbiamo provveduto a inviare mail di lamentele al tgcom. Sembra una sciocchezza, ma molto spesso come radioamatori al primo spuntar di antenne sui nostri tetti, veniamo accusati di interferenze il piu' della volte improbabili o di disturbi che nessun nostro apparato certificato può causare.

Questo tipo di notizie fa piu' danni che informazione.

Saluti
IW1DFL Silvio
la storia si ripete purtroppo...
* sta rasentando la diffamazione gratuita di un intera categoria di persone*
un articolo così rozzo lo saprebbe scrivere anche una capra ....

Silvio dal momento che oltre a giornalista, (non giornalaio con il rispetto dovuto a chi, i giornali li vende) come collega OM ... mi permetto di dirti che più volte in passato mi son preso la briga di replicare, argomentando e spiegando " la solita solfa" del servizio di radioamatore gli le attribuzioni di bande ecc.. :roll:
ma vedo che ancora oggi ciclicamente c'è il mentecatto di turno che scrive simili panzane ...personalmente ho gli strumenti per capire quanto (poco :x ci possa essere di vero ) nella storiella riportata dal pezzo del TGcom, purtroppo, la maggioranza dell audience, temo che non sia in grado di discernere, e si " beve " la panzana ridicola del "covo" :shock:
purtroppo non seguirà nessuna smentita nè errata corrige..... così funziona ...povera Italia
spero che dall interno della tua categoria professionale tu possa sensibilizzare ed "informare"
scusate se ho esagerato ma quando ci vuole.....
I-SMTN. Mauro

Immagine
Cerca sempre di mantenere uguale il numero degli atterraggi che fai, rispetto ai decolli

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Galaxy » 16 settembre 2008, 21:51

Si sa a cosa son dovute queste indagini così lunghe?

Un radiogoniometro non avrebbe semplificato le cose? :roll:
Federico
Immagine
Immagine

Avatar utente
struzzovolante
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1008
Iscritto il: 2 luglio 2008, 14:23
Località: LIRE

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da struzzovolante » 16 settembre 2008, 21:53

silviogo ha scritto: Come Radioamatore e giornalista sono doppiamente indignato sull'approssimazione dell'articolo e sulla definizione "covo di un radioamatore" quasi i radioamatori si riunissero nelle catacombe in segreto come i cristiani perseguitati.

IW1DFL Silvio
Quoto

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Ashaman » 17 settembre 2008, 0:34

wing05 ha scritto: la storia si ripete purtroppo...
* sta rasentando la diffamazione gratuita di un intera categoria di persone*
Si, ma come puoi ben immaginare, detti giornalisti si inkazzano come serpi velenose se ti permetti di sollevare dubbi a proposito della professionalità media dei facenti parte della loro categoria. :roll:

L'ipocrisia è il pilastro portante della società moderna. Togli l'ipocrisia e lo stesso concetto di società moderna crolla come un castello di carte soggetto a terremoto dell'8° grado della scala Richter. :dontknow:

Ormai qualsiasi cosa dicano i telegiornali o scrivano sui giornali (praticamente la fuffa; la fuffa oppure notizie tendenziose, visto che le notizie vere sono sempre censurate dal padrone unico dell'editoria italiana intera) non merita più alcuna fiducia. :?
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
Poker
MD80 First Officer
MD80 First Officer
Messaggi: 961
Iscritto il: 9 febbraio 2005, 18:48
Località: ROMA o dintorni
Contatta:

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Poker » 17 settembre 2008, 13:11

Mitttico... :lol: l'hanno preso?!? un paio di rapporti alla sicurezza glieli ho fatti pure io... si intrometteva spesso sulla 127.125... che cazzone... :mrgreen:
-->>POI<ER<<--
Immagine
"We shall go on to the end, we shall fight in France, we shall fight on the seas and oceans, we shall fight with growing confidence and growing strength in the air, we shall defend our Island, whatever the cost may be, we shall fight on the beaches, we shall fight on the landing grounds, we shall fight in the fields and in the streets, we shall fight in the hills; we shall never surrender..."
ASOS su MySpace

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 17 settembre 2008, 17:23

Ma và?
E che diceva, che faceva? :roll:

Avatar utente
neutrinomu
FL 150
FL 150
Messaggi: 1542
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 13:00

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da neutrinomu » 17 settembre 2008, 19:51

Aldus ha scritto: Io stesso possiedo uno scannerino col quale da casa mi diverto di tanto in tanto ad ascoltare le comunicazioni degli aerei.
Il tutto per semplice ed innoqua passione (visto anche che lo scannerino in questione NON può trasmettere, solo ricevere).
In un altro 3ad si era detto che almeno in Italia anche solo ascoltare le comunicazioni ATC sarebbe proibito (e per questo motivo non è possibile create un sito tipo liveATC in Italia). A me però sembra una panzana, me lo confermi?
Swishhhhh! Faster than light! :scrambleup:

Avatar utente
Galaxy
FL 400
FL 400
Messaggi: 4448
Iscritto il: 9 maggio 2005, 21:38
Località: Torino

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Galaxy » 17 settembre 2008, 20:33

neutrinomu ha scritto:
Aldus ha scritto: Io stesso possiedo uno scannerino col quale da casa mi diverto di tanto in tanto ad ascoltare le comunicazioni degli aerei.
Il tutto per semplice ed innoqua passione (visto anche che lo scannerino in questione NON può trasmettere, solo ricevere).
In un altro 3ad si era detto che almeno in Italia anche solo ascoltare le comunicazioni ATC sarebbe proibito (e per questo motivo non è possibile create un sito tipo liveATC in Italia). A me però sembra una panzana, me lo confermi?
E' un reato diffondere le informazioni ascoltate.
Federico
Immagine
Immagine

jasair
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 543
Iscritto il: 21 settembre 2007, 20:01
Località: Alghero

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da jasair » 17 settembre 2008, 23:58

Galaxy ha scritto:
neutrinomu ha scritto:
Aldus ha scritto: Io stesso possiedo uno scannerino col quale da casa mi diverto di tanto in tanto ad ascoltare le comunicazioni degli aerei.
Il tutto per semplice ed innoqua passione (visto anche che lo scannerino in questione NON può trasmettere, solo ricevere).
In un altro 3ad si era detto che almeno in Italia anche solo ascoltare le comunicazioni ATC sarebbe proibito (e per questo motivo non è possibile create un sito tipo liveATC in Italia). A me però sembra una panzana, me lo confermi?
E' un reato diffondere le informazioni ascoltate.
Esatto...però teoricamente non si potrebbe ascoltare le frequenze aeronautiche "volontariamente"...in pratica se "capiti per caso" su quelle frequenze non devi diffondere nulla...ma su quelle frequenze non ci dovresti capitare :wink:

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Ashaman » 18 settembre 2008, 1:20

jasair ha scritto:
Galaxy ha scritto:
neutrinomu ha scritto:
Aldus ha scritto: Io stesso possiedo uno scannerino col quale da casa mi diverto di tanto in tanto ad ascoltare le comunicazioni degli aerei.
Il tutto per semplice ed innoqua passione (visto anche che lo scannerino in questione NON può trasmettere, solo ricevere).
In un altro 3ad si era detto che almeno in Italia anche solo ascoltare le comunicazioni ATC sarebbe proibito (e per questo motivo non è possibile create un sito tipo liveATC in Italia). A me però sembra una panzana, me lo confermi?
E' un reato diffondere le informazioni ascoltate.
Esatto...però teoricamente non si potrebbe ascoltare le frequenze aeronautiche "volontariamente"...in pratica se "capiti per caso" su quelle frequenze non devi diffondere nulla...ma su quelle frequenze non ci dovresti capitare :wink:
Fatta la legge, trovato l'inganno. :roll:

Quanto è italiano tutto ciò. 8)
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
silviogo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 154
Iscritto il: 31 marzo 2008, 23:37
Località: torino
Contatta:

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da silviogo » 18 settembre 2008, 10:14

come vedete i controlli li fanno, specialmente a seguito di segnalazioni.
Dunque come gia scrissi su un post precedente, non memorizzate mai le frequenze sensibili sui vostri scanner, in caso di controllo o verifica sono guai seri.

E' una precauzione che anche noi radioamatori adottiamo, anche se nel caso delle frequenze aeronautiche, in teoria possiamo monitorarle a fini di sicurezza e di eventuale supporto (esiste un preciso aricolo che mi fu oggetto di esame se non ricordo male). Ricordo comunque che che nessun apparato radioamatoriale ha la capacità di andare in TX sulle frequenze aeronautiche e dunque è possibile che il soggetto in questione avesse acquistato VHF aeronautici per le sue incursioni.

Tanto per farvi un esempio, un paio di anni fa ero in auto sotto casa con il mio bibanda che facevo due chiacchere su un ripetitore con un collega di Torino. E' passata una pattuglia della polizia, che immediatamente si è fermata e mi ha chiesto con fare circospetto informazioni sulla radio, gli ho immediatamente mostrato la licenza che porto sempre con me, ha chiesto di visionare la radio e ha incominciato a girare con la manopola tra le memorie...solo memorie di ripetiori radioamatoriali nel mio caso. A quel punto fatti gli accertamenti del caso via mi ha salutato e se ne sono andati. In tuttla mia cariera radiantistica (18 anni) sono stato fermato 3 volte.

Evitate che la Vostra passione si trasformi in una denuncia...meditate gente meditate.

Avatar utente
neutrinomu
FL 150
FL 150
Messaggi: 1542
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 13:00

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da neutrinomu » 18 settembre 2008, 10:49

Galaxy ha scritto: E' un reato diffondere le informazioni ascoltate.
Beh io pensavo che fosse reato ascoltare le comunicazioni della polizia, carabinieri, etc. Ascoltare l'ATC mi sembrave innocuo, però con il pericolo del terrorismo... E' singolare però che in Italia sia proibito e negli USA dove per la sicurezza sono paranoici invece no...

A proposito di disturbi radio, mi ricordo che tempo fa una emittente radio locale disturbava il segnale ILS di una delle piste di Malpensa. Qualcuno ricorda qualcosa di questo episodio?
Swishhhhh! Faster than light! :scrambleup:

jasair
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 543
Iscritto il: 21 settembre 2007, 20:01
Località: Alghero

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da jasair » 18 settembre 2008, 11:02

silviogo ha scritto: E' una precauzione che anche noi radioamatori adottiamo, anche se nel caso delle frequenze aeronautiche, in teoria possiamo monitorarle a fini di sicurezza e di eventuale supporto (esiste un preciso aricolo che mi fu oggetto di esame se non ricordo male).
Scusa Silviogo...sicuramente ne sai più di me dato che hai fatto anche esami su questo...ma non capisco che sicurezza e che supporto potreste dare ascoltando le frequenze aeronautiche.

Per quanto riguarda l'ascolto io sapevo che questo, "teoricamente", non poteva essere effettuato...ma le leggi sono vecchie e spesso contrastanti quindi non vorrei insistere...se riuscissimo a trovare qualche info chiara ed univoca sarebbe meglio :wink:

Avatar utente
wing05
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1171
Iscritto il: 2 ottobre 2005, 18:50
Località: LIDT

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da wing05 » 20 settembre 2008, 14:23

la giurisprudenza di merito ha prodotto nel corso degli anni, sentenze discordanti, e te pareva ... :roll:
la Cassazione ha più volte ribadito che l'aere ( ovvero l etere ) è libero, e che la protezione della comunicazione è in capo all emittente .
in poche parole se nn vuoi che soggetti terzi ti ascoltino....provvedi in merito... :oops:
I-SMTN. Mauro

Immagine
Cerca sempre di mantenere uguale il numero degli atterraggi che fai, rispetto ai decolli

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 21 settembre 2008, 4:17

Il problema degli scannerini è che sono di libera vendita, non serve niente per acquistarli (ora non so se è cambiato qualcosa, ma 10 anni fa quando acquistai il mio scannerino non c'era nessuna legge che lo vietava).
Tuttavia ci sono leggi controverse e poco chiare.
Uno può comprare lo scannerino per sentire le trasmissioni televisive (sì, si sente la televisione, ovviamente non c'è l'immagine, ma l'audio c'è tutto, pubblicità compresa), oppure per sentire i CB, per sentire le partire di calcio, la radio FM...insomma quel che gli pare (comprese anche le frequenze aeronautiche, ed altre).
Usato in quel modo dunque è una "radioricevente" come tante altre.
Ma può essre usato anche per ascoltare frequenze che teoricamente non dovrebbe essere possibile ascoltare, però ci sono, e si sentono.
Siamo per cui di fronte ad un paradosso.
Se vi trovano memorizzate nello scannerino delle frequenze aeronautiche, vi possono fare casino.
Se non le trovano memorizzate, è tutto a posto.
Ma in realtà (detto tra noi) non è a posto un bel niente perchè lo sa anche un pirla che basta girare la manopolina, settare quella frequenza, e ascoltarla.
Per cui è un mero paradosso.
O si vieta completamente di ascoltare tali frequenze (il che vorrebbe dire costruire scannerini che non possono sintonizzarsi su quelle frequenze), oppure si lasciano gli apparecchi come sono, ma si vieta la libera vendita (si vendono solo agli utenti in possesso di patentino radioamatoriale).
A mali estremi sarebbe sufficiente inserire nella confezione dell'apparecchio, un foglio, su cui è scritto chiaro e tondo (ma che sia chiaro davvero) che in Italia NON è possibile per legge ascoltare le frequenze che vanno da Tot a Tot, pena reato.
In questo modo l'utente lo sa, e ci pensa due volte prima di acquistare lo scannerino.
Oppure lo acquista lo stesso, ma cerca di usarlo in modo "sicuro", ossia conforme alla legge, e non deve preoccuparsi tutte le volte che lo porta in giro.
Il problema è che sono molti gli appassionati di "radioascolto" che comprano scannerini, e poi li usano dappertutto senza farsi problemi.
Non è sempre colpa loro, è colpa delle normative che non sono chiare.
Insomma non ha senso vendere liberamente questi apparecchi e poi vietare chessò di memorizzare determinate frequenze (visto che tutti gli scanner hanno la funzione memoria fatta apposta per quello).
Sarebbe come vietare di memorizzare nei telefoni cellulari i numeri degli altri utenti. :shock:
Non serve a niente che li memorizzo o no, non è sufficiente. L'apparecchio può comunque ascoltare quelle frequenze (basta girare la manopolina), per cui non si è risolto nulla, è una prassi veramente senza senso, per non dire un insulto all'intelligenza. :roll:
Secondo me la prassi migliore è quella di bloccare la libera vendita di questi apparecchietti.
Chi lo vuole deve avere il patentino, deve risultare una persona registrata, fidata, seria, altrimenti niente.

P.S.
Premetto che una volta sono stato pizzicato anch'io col mio scannerino nei dintorni di Malpensa (l'avevo acquistato a Busto Arsizio da poche ore, e volevo subito metterlo all'opera), ed avevo gli auricolari dentro le orecchie per sentire bene (siccome ero in prossimità di un prato e di una strada, le macchine che passavano facevano casino, quindi usavo gli auricolari).
A un certo punto mi sento picchiare sulla spalla, mi giro, e mi trovo una camionetta di militari armati (erano in tre).
Mi si è gelato il sangue nelle ossa, non tanto per le armi (ho il porto d'armi e ho armi in casa, per cui sono abituato, non mi spaventano mai i militari armati), ma perchè semplicemente venivo giù dal fico, era una scena assurda che mai mi sarei aspettato di trovarmi all'improvviso.
I militari hanno poi chiamato una volante della Polizia.
Uno degli agenti è salito in macchina con me e, "scortato" dalla volante, mi hanno portato al comando dell'aeroporto per degli accertamenti (mi hanno fatto un sacco di domande). :(
Anche in questo caso non è tanto il fatto di essere stato portato al comando che mi ha infastidito oltremodo (sapevo di essere pulito), quanto di essermi sentito in quel frangente un "delinquente" che non sono!
Vi assicuro che è bruttissimo essere scambiati per ciò che non siete (provateci voi, poi me lo dite!). :(

Comunque, alla fine mi ero talmente stufato di tutte quelle domande che gli risposi seccamente qualcosa del tipo: "Sentite, io sono solo un appassionato di aeronautica che ascolta gli aeroplani per PASSIONE, così come l'appassionato di CALCIO ascolta le partite per passione. Nè più, nè meno! Avete preso tutti i miei dati, sapete chi sono, dove abito, che numero di scarpe porto, che mestiere faccio, a che ora mi lavo i denti, che marca del Tè bevo, qual'è il mio sito internet, quanti cockpit ho realizzato per flight simulator 2004....sapete tutto, per cui ora basta. Se volete ve lo REGALO PURE sto scannerino del menga, sequestratelo e facciamola finita, basta che mi fate uscire da questo ufficio perchè se pensate che sia un delinquente, mi dispiace per voi, ma avete preso l'uomo sbagliato. Io amo l'aviazione, la venero, la ammiro, la sogno...voi non avete neanche la più pallida idea di quanto io rispetti l'aviazione, proprio non ce l'avete!."

Di fronte a questa mazzuolata (che sicuramente non si aspettavano di certo), non hanno più detto nulla, mi hanno ridato il mio apparecchietto (dopo ovviamente averlo ben ispezionato), e mi hanno lasciato andare dicendomi "va bene, vada pure, ma la prego di non farsi più vedere nei dintorni di Malpensa con questo coso". :twisted:
Capita l'antifona, ho ringraziato, e non ho osato ribadire più nulla. :oops:
Sapevo di essere nel buono più assoluto , ma una volta giunto a casa, a mente sgombra, ho anche capito che la SICUREZZA viene prima delle nostre passioni personali, ossia pur essendo il sottoscritto una persona onesta e sincera...avevo comunque fatto una pirlata, una stupida sottovalutazione.
Loro (gli agenti) hanno semplicemente fatto il loro dovere, hanno visto uno sconosciuto che "origliava" gli aeroplani, si sono insospettiti, e a quel punto io sono diventato per loro, a tutti gli effetti, un "sospetto" da portare al comando e riempirlo di domande: "lei cosa ci fa quì? cosa sta ascoltando? perchè? chi gli ha dato questo apparecchio? ma lei lo sa che... bla bla bla, (lo sapevo sì, ma non pensavo fosse così grave) etc etc etc".
In quei casi è davvero difficile dimostrare tutta la buona volontà.
C'è l'agente che ti guarda negli occhi, vede che non opponi resistenza, che sei partecipe, che sei un tipo pulito... insomma lo capisce subito.
C'è quello che invece non lo capisce (oppure non si fida) e vuole andare più a fondo.
I mezzo a questo dato di fatto ci si mettono pure le normative poco chiare, e a farne le spese è sempre lo sprovveduto utente che si è fatto un regalino con l'intento di non ledere nessuno, ma che, in taluni casi (come nel mio caso, tenetelo bene a mente, nonostante sia una storia vecchia di anni), può divenire un pessimo regalo, o comunque un pessimo modo di usare questi apparecchi.
State quindi attenti a come usate e DOVE usate questi apparecchietti.
Non giocateci troppo, non sono giocattoli anche se, teoricamente, sembrano innoqui.

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Ashaman » 21 settembre 2008, 12:33

Aldus ha scritto:Il problema degli scannerini è... <omissis>
Permettimi Aldo, il problema vero è nella testa.

Esperienza personale della settimana scorsa, ho da poco comprato il cellulare nuovo. Essendo io non proprio un giovanotto (se non nell'animo) e non essendo a contatto con le varie realtà dei teenagers (età che ho lasciato dietro negli anni 80), ho comprato un modestissimo Nokia 2626, che tra le altre cose non ha i vari gadget di DenteBlu (a me il cellulare serve solo per telefonare, e una o due volte all'anno per un messaggino... più che altro quando l'altro non è proprio raggiungibile ed è una cosa urgente), ma ha la radio FM, che a me fa comodo quando sono a spasso e ho tempo per ascoltare Radio Maria... :drunken:

Vabbé, scherzavo, manco morto. O ascolto M2O o Radio DJ, ma questo è al di fuori del discorso. :mrgreen:

Ora, una volta al mese vado a Napoli per fare degli acquisti che qui, nelle lande desolate della provincia di Avellino non sono possibili o costano un casino più che a Napoli (come ad esempio i CD e DVD vergini da registrare... la differenza di prezzo da sola è da colite spastica e più che copre il prezzo dei biglietti dell'autobus con pizza e birra a mezzogiorno... e ci rimane pure qualcosa per il caffè).

Come ogni tanto (nemmeno tanto spesso, in media una volta su cinque), mi ritrovo con un appuntamento con un amico da li a 5 ore e niente da fare nel frattempo. Con il biglietto giornaliero fine-settimanale valido fino alla mezzanotte per quasi tutta la Campania e niente da fare alle volte salgo sul pullman e mi faccio portare a Capodichino per vedermi due aerei dal Terminal.

Oddio, come altri del posto potranno testimoniare, a LIRN ci sono posti più adeguati allo scopo, ma sono letteralmente sotto legge marziale... ne ho già parlato in passato... fermati per fare un bisognino urgente e ti piombano addosso i parà... così andare nel Terminal dell'aeroporto, per quanto meno bene, riesci a vedere comunque qualcosa e... almeno fino alla volta precedente... nessuno ti scassa.

Il mio errore l'altra volta è stato ascoltare un po la radio del cellulare mentre guardavo gli aerei. :roll:

È stato così che mentre guardavo un A320 AZA staccarsi dal parcheggio 14 e avviarsi verso la 24, come te, sento picchiare sulla spalla...

Hai tre possibilità per indovinare chi era, e se ne sbagli anche una sola una sei un pirla. :| :roll: :lol:

Ovviamente a me è finito tutto meno drammaticamente che a te, quando mi hanno chiesto (con un fare così gentile, affabile ed educato che Attila si sarebbe intimorito, Hitler si sarebbe pisciato addosso e Stalin avrebbe chiesto l'intervento di un'esorcista) cosa fossero "quegli auricolari" ho solo tolto il cellulare dalla cintura e mostrato un normalissimo cellulare Nokia sintonizzato su Radio DJ.

Mi hanno dato l'ultima occhiata storta (manco fosse stata colpa mia che quando distribuirono l'intelligenza loro erano troppo occupati a imparare a cantare "giovinezza" per mettersi in fila) e sono tornati nelle mutan... se ne sono andati. :oops:

Ora, un dubbio si insinua a volte nella mia mente, alle volte rafforzato anche da esperienze personali, ed è un dubbio che in questo stesso thread è già stato discusso da Neutrinomu; se negli Stati Uniti sono così paranoici a proposito di queste cose che praticamente la "terra della libertà" per antonomasia è diventata una succursale dell'italia per quanto riguarda le libertà personali (ebbene si, sembra che abbiamo fatto squola, gli USA stanno imparando da noi... che schifezza)... se lì', dicevo, non dicono niente per queste cose... perché qui scassano i santissimi per stron... pidate dello stesso tipo? O anche e peggio autorizzano due *censura* in divisa a prendersi la soddisfazione personale di fare il cazziatone scurrile ad un padre di famiglia che aveva OSATO portare i propri due bambini (entrambi sotto i dieci anni) a vedere gli aerei vicino alla 24 sempre di LIRN (visto con i miei due occhi e sentito con le mie due orecchie, che per lo schifo avrebbero preferito perdere la vista e l'udito rispettivamente).

...e non posso fare a meno di tornare con la mente ad alcune leggi, ancora oggi valide, anche se (spero) non più applicate, che dettagliano che è vietato fare foto perfino di treni... tutte leggi che risalgono ai tempi del Crapa Pelata (quello vecchio che terminò la sua carriera politica a Piazzale Loreto a Milano, non quello attuale col parrucchino)... e non posso fare a meno neanche di pensare quanto... affezionate... sono anche oggi le nostre forze armate a quei tempi... come chiunque abbia fatto il militare ben sa...

Queste cose da nulla servono solo a raffermare in me la coscienza che la democrazia, quella vera, da queste parti non è mai stata autorizzata ad arrivare, ma è stata trattata come una extracomunitaria senza permesso di soggiorno. :dontknow:
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 21 settembre 2008, 22:41

Vedi Ash, non sempre è possibile paragonare la democrazia americana con la nostra.
Loro avranno pure le loro stranezze: noi abbiamo le nostre.
Te lo vedi in italia quel gabbiotto porta giornali dove si apre lo sportello, si prende il giornale, e poi educatamente e democaticamente si infila la monetina per pagarlo?
Là funziona.
Quì da noi non solo ruberebbero tutti i giornali gratis (matematico!) senza pagarli, ma si porterebbero via pure il gabbiotto dalla strada. :mrgreen:
Per alcune cose noi italiani abbiamo tanto da impare dagli americani.
Per altre invece no.
Insomma ogni mondo è paese, ognuno ha i suoi pro e suoi contro. :wink:
Comunque a parte questo, il problema degli scanner in italia (in Italia!) è un problema nostro, italiano, e quello che fanno negli altri paesi non ci deve interessare particolarmente.
Se da noi ci sono leggi ambigue e/o paradossali sull'uso degli scanner, siamo nel 2008, quindi è ora che qualcuno si dis-ciuli e faccia delle regole e delle normative serie a prova di ubriaco.
Ma mica robe del tipo "se ti becco con le frequenze memorizzate sei nei guai, se invece ti becco senza frequenze memorizzate sei innociente" perchè queste sono baggianate, non vere soluzioni pratiche e concrete fatte col cervello.
Ma come avevo già detto in un altro topic, se da noi qui in italia ci si impiega UN anno (un anno tra scartoffie, firme, e permessi) per ridipingere delle strisce per terra sui raccordi di Linate....ecco ci siamo capiti.
Non c'è da stupirsi più nulla a questo punto. :roll:

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Ashaman » 22 settembre 2008, 0:50

Aldus ha scritto:Vedi Ash, non sempre è possibile paragonare la democrazia americana con la nostra.
Democrazia? ...e che cos'è? :?

Ne ho sentito parlare, ma non l'ho mai vista in azione, davvero. :roll:

Aldus ha scritto: Loro avranno pure le loro stranezze...
Basta guardare quello che mangiano... :roll:

Aldus ha scritto: Te lo vedi in italia quel gabbiotto porta giornali dove si apre lo sportello, si prende il giornale, e poi educatamente e democraticamente si infila la monetina per pagarlo?
Là funziona.
Quì da noi non solo ruberebbero tutti i giornali gratis (matematico!) senza pagarli, ma si porterebbero via pure il gabbiotto dalla strada. :mrgreen:
Non ho idea di cosa stai parlando. Non sono mai stato negli USA. :oops:

Comunque il succo del discorso l'ho capito, ma non devi mica andare fino in America, basta che... attraversi i confini nazionali. :roll:

Aldus ha scritto: Per alcune cose noi italiani abbiamo tanto da imparare dagli americani.
Per altre invece no.
Il problema è che dal 2002 sono loro che stanno imparando da noi... TUTTO QUELLO CHE PER IL QUALE INVECE DOVREBBERO DISPREZZARCI!!! :(

Aldus ha scritto: Insomma ogni mondo è paese, ognuno ha i suoi pro e suoi contro. :wink:
Mai detto che gli USA siano la terra promessa. Se avessi potuto scegliere dove nascere sarei nato in Olanda, altro che America. :mrgreen:

Aldus ha scritto: Comunque a parte questo, il problema degli scanner in italia (in Italia!) è un problema nostro, italiano, e quello che fanno negli altri paesi non ci deve interessare particolarmente.
Permettimi qui di dissentire. Bisogna imparare da chi è migliore di te per migliorare te stesso... a meno che tu non sia tra quelli che soffrono di manie di grandezza che li fa credere che l'italia sia perfetta. :|

Aldus ha scritto: Se da noi ci sono leggi ambigue e/o paradossali sull'uso degli scanner, siamo nel 2008, quindi è ora che qualcuno si dis-ciuli e faccia delle regole e delle normative serie a prova di ubriaco.
Ma mica robe del tipo "se ti becco con le frequenze memorizzate sei nei guai, se invece ti becco senza frequenze memorizzate sei innociente" perchè queste sono baggianate, non vere soluzioni pratiche e concrete fatte col cervello.
Ma come avevo già detto in un altro topic, se da noi qui in italia ci si impiega UN anno (un anno tra scartoffie, firme, e permessi) per ridipingere delle strisce per terra sui raccordi di Linate....ecco ci siamo capiti.
Non c'è da stupirsi più nulla a questo punto. :roll:
E forse nel frattempo atterreranno gli alieni, impareremo tutti a volare sbattendo le braccia, avverrà la pace nel mondo, le multinazionali smetteranno di vampirizzare l'Africa, Atlantide riemergerà dall'oceano, e poi anche Mu, berlusconi diverrà onesto... beh... quest'ultimo è proprio azzardato, devo ammetterlo. Il resto... forse... una possibilità su un miliardo... ma il Nano onesto? Devo aver bevuto troppo. Immagine
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Disturba aerei in volo: denunciato

Messaggio da Aldus » 22 settembre 2008, 15:49

Devo fare una precisazione (anche se OT) riguardo quello che ho detto riguardo le macchine distributrici di giornali (ringrazio l'utente Albert per avermelo fatto notare). :D
In realtà non è che si prende il giornale e poi si paga, come erroneamente ho scritto.
Prima si paga (si infila la monetina), dopodichè si prende il giornale.
E fin qui verrebbe da dire "ah beh, allora è tutto normale, funzionerebbe anche da noi".
Assolutamente no.
Perchè?
Perchè è vero che prima si paga e poi si prende il giornale, ma occhio al termine...si prende IL giornale, non I giornali!
Queste macchine distributrici hanno i giornali inseriti in pile, uno accatastato all'altro, e dopo aver infilato la monetina ad aperto lo sportello, volendo, si possono prendere tutti i giornali, niente ve lo impedisce se non una cosa: il senso civico.
Come dice wiki english ( http://en.wikipedia.org/wiki/Vending_machine ) alla voce "Mechanism"...

The main example of a vending machine giving access to all merchandise after paying for one item is a newspaper vending machine (also called vending box). It contains a pile of identical newspapers. After a sale the door automatically returns to a locked position. A customer could open the box and take all of the newspapers or, for the benefit of other customers, leave all of the newspapers outside of the box, slowly return the door to an unlatched position, or block the door from fully closing, each of which are frequently discouraged, sometimes by a security clamp. The success of such machines is predicated on the assumption that the customer will be honest (hence the nickname "honor box"), which is helped by the fact that having more than one newspaper is not often useful.

(Traduco la frase nerettata che è la più importante: Il successo di queste macchine si basa sul presupposto che il cliente dovrà essere onesto (da cui il soprannome di "honor box").

In conclusione, sebbene abbia scritto precedentemente una cosa inesatta (prima "prendere", e poi "pagare"), il concetto non cambia.
In america e/o altri paesi questi distributori funzionano perchè la gente è generalmente onesta, e quelle macchinette si basano molto sull'onestà e il senso civico dei cittadini.
In Italia, appena capita l'antifona, ruberebbero più giornali usando una monetina sola, vuoi per dispetto, vuoi per fare i furbi (e rivenderli magari sotto la metropolitana), vuoi perchè il capufficio dice "signorina, le dò la monetina per prendere il giornale: già che c'è me ne porti sù 4 copie per gli altri dipendenti", etc etc.
Insomma là funzionano perchè c'è un senso civico che noi non abbiamo.
Investireste il vostro denaro (il vostro) per mettere queste macchinette in italia contando sull'onestà civica degli italiani?
Appunto.

Fine OT macchinette per giornali

Rispondi