A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
b747-8
FL 150
FL 150
Messaggi: 1917
Iscritto il: 24 settembre 2008, 21:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da b747-8 » 2 giugno 2009, 23:32

ANSA delle 23.19, a quanto pare una brutta notizia:

AEREO SPARITO: I ROTTAMI TROVATI SONO DELL'AIRBUS

I rottami trovati oggi nell'Oceano Atlantico sono ''senza alcun dubbio'' quelli dell'Airbus dell'Air France scomparso ieri con 228 passeggeri a bordo: lo ha detto il ministro brasiliano della difesa, Nelson Jobim.
Nell'area dell'Oceano Atlantico dove si sono concentrate le ricerche dell'Airbus c'e' ''una scia lunga 5 chilometri'' con rottami dell'aereo, tra i quali ''fili elettrici, elementi metallici, un sedile, oggetti di colore bianco e arancione'', ha precisato Jobim.

Il ministro si trova nell'Hotel Windsor Barra di Rio de Janeiro, da dove era partito l'aereo e dove sta incontrando alcuni dei familiari dei 228 passeggeri che si trovavano a bordo dell'aereo.

APPROFONDIMENTO, sempre ANSA:

Mistero volo 447, nessuna ipotesi esclusa
(di Fausto Belia)

PARIGI - Un giorno dopo la scomparsa dell'Airbus A 330 - mentre era in volo da Rio de Janeiro a Parigi, con 228 persone a bordo - tanti sono ancora gli interrogativi, molte le ipotesi, e non c'é alcuna risposta sulle cause della catastrofe aerea. Mentre Air France ha parlato di un fulmine, come motivo "verosimile", il governo francese è molto cauto. Il ministro della difesa, Hervé Morin, non ha escluso nemmeno il terrorismo: "Tutte le ipotesi devono essere esaminate". La 'priorita'' - ha aggiunto il ministro dei trasporti, Jean-Luois Borloo - è ormai quella di ritrovare "le scatole nere".

E lo ha ripetuto - "nessuna ipotesi è al momento privilegiatà - il premier Francois Fillon davanti all'Assemblea nazionale, che ha osservato un minuto di raccoglimento. Così, il mistero del volo Af447 resta fitto. "Inesplicato", dice il quotidiano Le Monde, che si pone tre domande, quelle che tutti si fanno in queste ore. 'Come spiegare il silenzio dell'equipaggio e della macchina?'. Questo mutismo - secondo Le Monde - indica che il dramma è stato brutale. I piloti possono essere stati troppo occupati a gestire il loro apparecchio per avvertire delle loro difficoltà. In caso di depressurizzazione esplosiva, la rarefazione istantanea dell'ossigeno e una temperatura esterna di -70 gradi li avrebbe paralizzati. 'L'area di convergenza intertropicale è responsabile?', si chiede Le Monde. Gli aerei - scrive il quotidiano - sono dotati di radar meteo che permettono loro di evitare di parecchie centinaia di chilometri le zone di forte turbolenza. Reggono l'impatto dei fulmini: ogni anno un centinaio di aerei di Air France sono colpiti senza rimanere danneggiati. Nel corso della notte dal 31 maggio al primo giugno altri aerei hanno seguito la stessa rotta dell'Airbus scomparso senza segnalare difficoltà. Terza domanda: 'L'inchiesta permetterà di arrivare a spiegare la catastrofe?'. Gli investigatori brasiliani e francesi avranno molto da fare, ed è possibile che non arrivino a conclusioni, perché le scatole nere che contengono le conversazioni dell'equipaggio e i parametri tecnici sono a 5.000 metri di profondità. Comincia in realtà - osserva Le Monde - "una difficile inchiesta per ricostruire il puzzle degli eventi" che hanno portato alla catastrofe.

Per ora ci sono una serie di messaggi automatici trasmessi dall'aereo, la testimonianza del pilota della compagnia brasiliana Tm che ha riferito di aver visto delle "luci arancioni" sull'Oceano. Ora potrebbero esserci anche la "poltroncina d'aereo e i rottami metallici bianchi" individuati dall'aeronautica brasiliana. Quest'ultima, una pista "molto seria", secondo lo Stato maggiore dell'esercito francese. Durerà probabilmente a lungo il mistero sulle cause del più grave incidente aereo della storia di Air France. E intanto cresce la disperazione e l'angoscia dei familiari dei passeggeri, isolati in un albergo, vicino a quell'aeroporto di Roissy dove avrebbero dovuto riabbracciare lunedì mattina i loro cari in arrivo dal Brasile. Sono assistiti da una equipe medico-psicologica, per dare - ha spiegato lo psichiatra Didier Cremniter - "una risposta immediata a manifestazioni acute al momento dell'annuncio, che possono tradursi in momenti di crisi, angoscia dirompente, talvolta malesseri fisici". I familiari dei passeggeri, che potranno se lo vogliono recarsi sul luogo della tragedia, hanno tutti "ancora una speranza di ritrovare dei superstiti", ha detto il portavoce di un'associazione francese delle vittime del terrorismo, che li ha incontrati nell'albergo. Per raccogliere il loro dolore e il loro smarrimento si apriranno domani due grandi luoghi della spiritualità a Parigi: la cattedrale di Notre Dame, dove si terrà una cerimonia ecumenica alla presenza del presidente Nicolas Sarkozy, e la Grande Moschea.

Dal Vaticano Benedetto XVI ha espresso la sua "profonda partecipazione" a tutti coloro che sono stati "duramente provati" della tragedia.
Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato. In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un'amorevole capacità, una chiara intuizione ed un'assoluta tolleranza. MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI

Immagine
BIRRA POINT
Ministro rapporti CULturali

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 2 giugno 2009, 23:38

Credo che la discrepanza possa anche essere data da quello che le autorità brasiliane hanno riscontrato fino ad ora nelle ricerche e gli intenti legati alle PR di AF.In questi casi la coordinazione delle forze in loco con il "quartier generale" o vanno in sincrono (parlo sempre di divulgazione della notizia) od ognuno confuta minuto per minuto quello che l'altro afferma,oppure il coacervo di dati non fa altro che confondere l'ignaro lettore che non può far altro che ipotesi : quello che noi stiamo facendo. Certo è che questo incidente ha qualcosa di poco chiaro nella sua dinamica, questo è indiscutibile.
Immagine
Immagine

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da arciere » 2 giugno 2009, 23:38

Scusate, ma in questo caso la giurisdizione dell'incidente a chi spetta? Alla Francia? Al Brasile? L'NTSB pensate avrà qualche compito (magari solo di supporto alle indagini) o spetterà esclusivamente alla Francia il compito di svolgere le indagini?
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da dc10viasa » 2 giugno 2009, 23:40

Era già certo dalle prime ore che in ogni caso sarà lungo e difficile sia il processo di recupero dei resti dell'Airbus che il processo di studio e comprensione di quello che può essere successo. :(

Link

P.s. come si fa a mettere un codice di embed di un video??
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 2 giugno 2009, 23:46

arciere ha scritto:Scusate, ma in questo caso la giurisdizione dell'incidente a chi spetta? Alla Francia? Al Brasile? L'NTSB pensate avrà qualche compito (magari solo di supporto alle indagini) o spetterà esclusivamente alla Francia il compito di svolgere le indagini?
Penso che il Brasile debba avere necessariamente un coinvolgimento sulle indagini,poichè tutto è avvenuto nelle sue acque territoriali ed anche perchè i tecnici che hanno controllato l'aereo prima della sua partenza erano sicuramente di nazionalità brasiliana. L'NTSB credo possa intervenire solo su richiesta di AF, altra coinvolta sarà sicuramente l'Airbus.
Immagine
Immagine

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 3 giugno 2009, 0:06

air.surfer ha scritto: Non lo so che cosa puo' aver creato un simile evento. Ma credo che si sia verificata una avaria grave scollegata dal meteo. Se poi le condizioni possono aver aggravato la condizione, non ci è dato saperlo.
Comunque, immagino che AF sappia piu' di quanto non dica... quanti Airbus volano in giro per il mondo?
Molto meglio dale la colpa ad un banalissimo fulmine...
E l'avaria grave è stata di natura tale da far perdere le tracce dell' aereo ?
Sto cercando di seguire il tuo ragionamento e di completarlo con una domanda che mi sorge spontanea.
La cosa che caratterizza questo incidente non è soltanto l'incidente in sè ma anche il fatto che questo aereo è "sparito"...
Senza voler arrivare alle conclusioni che in questo forum ci viene ripetutamente detto di non trarre in modo superficiale, prematuro, avventato, insensato, eccetera, eccetera, eccetera, credo che chiunque ragioni tra sè e sè e si faccia la "sua idea" (che tiene rigorosamente per sè per non aver nulla di cui essere rimproverato) lo debba fare partendo dal fatto che "L' AEREO E' POI SPARITO..."

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 3 giugno 2009, 0:14

araial14 ha scritto:In un intervista al TG5 delle 13,00 un rappresentante del “Vereinigung Cockpit” ha detto che l'ipotesi del fulmine è da escludersi.
E non dice perchè è da escludersi ?
Anche io voglio essere uno che dice: "IL FULMINE E' DA ESCLUDERE".
Lo voglio dire anch'io...
Ma se poi mio figlio mi domanda: "perchè è da escludere ?", io NON VOGLIO RISPONDERE: "PERCHE' DI SI' ! "

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9258
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da air.surfer » 3 giugno 2009, 0:34

maksim ha scritto: Ma se poi mio figlio mi domanda: "perchè è da escludere ?", io NON VOGLIO RISPONDERE: "PERCHE' DI SI' ! "
Se me lo domanda mio figlio gli dico che se un fulmine fosse pericoloso io sarei già morto quattro o cinque volte.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9258
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da air.surfer » 3 giugno 2009, 0:37

maksim ha scritto: E l'avaria grave è stata di natura tale da far perdere le tracce dell' aereo ?
Sto cercando di seguire il tuo ragionamento e di completarlo con una domanda che mi sorge spontanea.
La cosa che caratterizza questo incidente non è soltanto l'incidente in sè ma anche il fatto che questo aereo è "sparito"...
Senza voler arrivare alle conclusioni che in questo forum ci viene ripetutamente detto di non trarre in modo superficiale, prematuro, avventato, insensato, eccetera, eccetera, eccetera, credo che chiunque ragioni tra sè e sè e si faccia la "sua idea" (che tiene rigorosamente per sè per non aver nulla di cui essere rimproverato) lo debba fare partendo dal fatto che "L' AEREO E' POI SPARITO..."
Scusa ma hai visto dove è caduto? Ci sono 5000 metri d'acqua... e sta proprio in mezzo all'oceano.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 0:48

maksim ha scritto:
araial14 ha scritto:In un intervista al TG5 delle 13,00 un rappresentante del “Vereinigung Cockpit” ha detto che l'ipotesi del fulmine è da escludersi.
E non dice perchè è da escludersi ?
Anche io voglio essere uno che dice: "IL FULMINE E' DA ESCLUDERE".
Lo voglio dire anch'io...
Ma se poi mio figlio mi domanda: "perchè è da escludere ?", io NON VOGLIO RISPONDERE: "PERCHE' DI SI' ! "
Credo che l'intervista appartenesse ad un servizio molto più ampio fatto in Germania ( alcuni passeggeri erano di nazionalità tedesca) ma del quale ,nel TG hanno, mandato in onda solo pochissimi istanti.
Immagine
Immagine

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da dc10viasa » 3 giugno 2009, 1:30

A me sembra di aver capito che nessun incidente grave degli ultimi 30 anni ha come causa un solo evento preciso e specifico. E' vero praticamente sempre il contrario. Su 100000 voli tutto fila, tranne in uno, ed ecco l'incidente.
Tutto sta nel cercare di capire (e questo sarà lungo e difficile come lo è stato in altri casi precedenti) la sequenza di eventi che hanno portato al disastro e perchè questi, collegati assieme, hanno causato questo incidente.
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Avatar utente
giangoo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 818
Iscritto il: 5 gennaio 2007, 2:18
Località: Auckland, New Zealand
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da giangoo » 3 giugno 2009, 4:16

Che io sappia di solito le autorita' prima di dire che sono tutti morti lasciano passare un po' di tempo, non come questa volta. Non e' questione di fare notizia, ma di lasciare qualche speranza a familiari, amici ed amanti. Difficile che si dica che siano tutti morti prima di essere assolutamente sicuri che lo siano, prima ancora di sapere dove e' andato a finire l'aereo, prima di trovare un indizio dell'incidente che non sia una comunicazione radio, a meno che non si abbiano altre informazioni rilevanti riguardo l'accaduto.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Aldus » 3 giugno 2009, 4:30

Il meteo quel giorno (non ho trovato di meglio).

Immagine

Edgar
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 92
Iscritto il: 14 dicembre 2008, 18:23

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Edgar » 3 giugno 2009, 6:57

Leggo in rete che il 7 ottobre del 2008 che su un airbus A330 della compagnia Qantas in seguito ad un comportamento anomalo del l'Air Data Inertial Reference Unit (ADIRU) si vennero a creare seri problemi al volo con perdita di quota improvvisa e con pitching verso il basso fino ad 8,5 gradi,
In quel caso alcuni passeggeri riportarono ferite ma la prontezza dei piloti evito' danni maggiori.
Allora le cause di questi comportamenti anomali dell'elettronica di bordo furono cercate in interferenze radio da parte o di stazioni radio di terra o di dispositivi elettronici in uso dai passeggeri ma mi pare di capire che non ci fu' una certezza su cosa genero' questo inconveniente.

Tra l'altro anche Airbus ha dichiaro' di non essere a conoscenza di un simile evento verificatosi in precedenza su un Airbus ma comunque rilascio' informazioni per gli operatori di Airbus A330 e A340 con consigli e cecklist per ridurre al minimo il rischio di un incidente analogo

Adesso, mi chiedo, se per qualche malaugurato caso, si fosse ripetuta una avaria del genere, ma in contemporanea a condizione meteo avverse (turbolenza forte ecc...), potrebbero esserci state quelle conseguenze disastrose evitate la volta scorsa ??

Edgar

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 3 giugno 2009, 7:14

air.surfer ha scritto:
maksim ha scritto: Ma se poi mio figlio mi domanda: "perchè è da escludere ?", io NON VOGLIO RISPONDERE: "PERCHE' DI SI' ! "
Se me lo domanda mio figlio gli dico che se un fulmine fosse pericoloso io sarei già morto quattro o cinque volte.
Si, ok, Air Surfer, ma tu sei un pilota, io sono un passeggero, che vola molto meno di te...
Fino a stamattina pure io ero convinto dell'assurdità del fulmine quale causa scatenante quell'inferno, ma, prima di venire qui, ho letto le ultime dell'ANSA e ancora si citava che Air France dava la responsabilità a questo fantomatico fulmine.
Stamattina mi domando: Perchè insistono?

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 3 giugno 2009, 7:26

arciere ha scritto:

JT8D ha scritto:

arciere ha scritto:Scusate, non capisco il portoghese....nell'immagine postata da JT8D, l'icona dell'aereo è l'ultima posizione nota o dove invece si sarebbe dovuto trovare in quel momento?



L'aeromobile proveniva da ITOD ed era diretto sul TASIL, dove era stimato alle 23.20. Dai tracciati radar non si è rilevato nulla di anormale su quel volo fino alla scomparsa. Quella indicata con l'aeroplano, è la posizione in cui l'aeromobile ha inviato il messaggio ACARS relativo ad alcune failure sul velivolo. Praticamente è stato l'ultimo "segno di vita" della macchina. Come si vede, l'area dei primi presunti ritrovamenti è spostata un pò a destra rispetto alla rotta dell'aereo.

Paolo


Considerando che magari dopo quell'ultimo segnale il jet abbia comunque (anche se per poco) continuato la sua rotta, mi stupisce il fatto che i detriti siano stati trovati più a sud.
Non ricordo dove, ma ho sentito che qualche esperto faceva l'ipotesi che magari stessero provando a ritornare a Fernando de Noronha, credo solo per il fatto di giustificare tale discrepanza di posizioni.
È una possibilità, ma un'altra possibilità è che abbiano deviato a causa delle perturbazioni

Mirrk
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 135
Iscritto il: 16 ottobre 2005, 23:22

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Mirrk » 3 giugno 2009, 8:16

arciere ha scritto:Scusate, ma in questo caso la giurisdizione dell'incidente a chi spetta? Alla Francia? Al Brasile? L'NTSB pensate avrà qualche compito (magari solo di supporto alle indagini) o spetterà esclusivamente alla Francia il compito di svolgere le indagini?
Intendi le indagini o il recupero?
Le indagini spettano alla Francia,in quanto velivolo francese.
I brasiliani collaboreranno ovviamente nel recupero (più che altro nel search and rescue),almeno iniziale,ma le indagini saranno poi francesi.

Io comunque odio i sensazionalismi e le paure giornalistiche,però questo incidente mi ricorda in modo inquietante quello dell'Air India 182.
Non dico che si debba trattare per forza di un attentato come in quel caso (oltretutto non ci sono rivendicazioni per ora e non mi vengono in mente nemmeno moventi,mentre per Air India 182 la situazione era diversa),però l'ipotesi di una decompressione esplosiva mi sembra quella più sensata dato il probabile brusco evolversi della vicenda,causata da cosa lo diranno le indagini (tempo fa la rischiò un 747 Quantas per l'esplosione di una bombola d'ossigeno).Ma l'ipotesi del maltempo mi fa un po' sorridere.Un 330 che viene giù per una turbolenza a 35000 piedi?Mah...Va bene il fronte meteo tropicale,va bene tutto,ma un volo transatlantico viene pianificato quasi interamente in base al meteo,in più c'è il radar meteo,insomma ci sono un sacco di motivi per pensare che l'essersi infilati in un'area di maltempo tale da far venir giù l'aereo sia un'ipotesi un attimino giornalistica e folkloristico-romantica,neanche se gli aerei che fanno quei voli fossero transatlantici tipo Titanic spersi nelle tempeste stile '800.

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da danyc77 » 3 giugno 2009, 8:24

maksim ha scritto:
air.surfer ha scritto: Non lo so che cosa puo' aver creato un simile evento. Ma credo che si sia verificata una avaria grave scollegata dal meteo. Se poi le condizioni possono aver aggravato la condizione, non ci è dato saperlo.
Comunque, immagino che AF sappia piu' di quanto non dica... quanti Airbus volano in giro per il mondo?
Molto meglio dale la colpa ad un banalissimo fulmine...
E l'avaria grave è stata di natura tale da far perdere le tracce dell' aereo ?
Sto cercando di seguire il tuo ragionamento e di completarlo con una domanda che mi sorge spontanea.
La cosa che caratterizza questo incidente non è soltanto l'incidente in sè ma anche il fatto che questo aereo è "sparito"...
Senza voler arrivare alle conclusioni che in questo forum ci viene ripetutamente detto di non trarre in modo superficiale, prematuro, avventato, insensato, eccetera, eccetera, eccetera, credo che chiunque ragioni tra sè e sè e si faccia la "sua idea" (che tiene rigorosamente per sè per non aver nulla di cui essere rimproverato) lo debba fare partendo dal fatto che "L' AEREO E' POI SPARITO..."
Anch'io sono d'accordo con air.surfer!
Un fulmine lo escludo a priori. Solo questo non può essere stato la causa di perdita di quota e controllo da 35.000 ft.
Non giustifica peraltro che l'equipaggio non abbia avuto nemmeno il tempo di premere il mick per lanciare un "mayday".
Io, personalmente, cestino fin da subito l'ipotesi del fulmine (come evento unico!) e mi concentrerei più verso il cockpit. 3 piloti in cabina e nessuno che lancia un mayday o un 7700 sul transponder??
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2254
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Zapotec » 3 giugno 2009, 8:54

danyc77 ha scritto: Non giustifica peraltro che l'equipaggio non abbia avuto nemmeno il tempo di premere il mick per lanciare un "mayday".
Stamattina alla radio hanno intervistato un "pilota" (non dico il nome della radio e nemmeno quello del "pilota", che, con una ricerca, vedo presente nelle discussioni riguardanti la nuova Alitalia).
Per rispondere a quanto dici, ha detto LUI (pilota) che le procedure per comunicare in HF sono più complicate e richiedono operazioni più complesse di quelle in VHF :?:
Tra le altre cose ha anche detto (nel contesto di un discorso) che "essendo l'airbus estremanente computerizzato e sofisticato, è molto comodo nell'uso normale, mentre in caso di emergenza questa automazione potrebbe essere d'impaccio" e che lui preferisce come filosofia quella dei Boeing a quella dei francesi.
Dai giornalisti sono/siamo abbastanza abituati a sentire "cosacce"... ma da un "pilota" bha!!!!!

Chi ha sentito la trasmissione può riferire anche il resto... io evito

ciao !

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Messaggio da maksim » 3 giugno 2009, 9:10

air.surfer ha scritto:
maksim ha scritto: Ma se poi mio figlio mi domanda: "perchè è da escludere ?", io NON VOGLIO RISPONDERE: "PERCHE' DI SI' ! "
Se me lo domanda mio figlio gli dico che se un fulmine fosse pericoloso io sarei già morto quattro o cinque volte.
Mi dispiace per la risposta sgradevole che ti sto per dare:
"POTREBBE ESSERTI ANDATA BENE PER QUATTRO O CINQUE VOLTE...".
...questo penserei se io fossi tuo figlio...
Per inteso: io sono assolutamente "ben disposto" nei confronti della tesi "UN FULMINE NON PUO' ABBATTERE UN AEREO".
Quello che non capisco è l'esclusione aprioristica di questa possibilità.
Come dire, per tradurla in termini probabilistici,
PROBABILITA' DELL' EVENTO "AEREO ABBATTUTO DA UN FULMINE" = ZERO.
Perchè ?
In base a cosa ?
Potrei anch'io unirmi al coro e dire: "IL FULMINE NON PUO' ABBATTERE L' AEREO", ma perchè dovrei autoconvircermi così senza saperne il perchè ? (perchè così dicono gli esperti...)

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da arciere » 3 giugno 2009, 9:13

Ribadisco, non so come Air France possa continuare sul filo del fulmine. Chi gliel'ha detto? Avevano un satellite puntato sul 330 quando è stato colpito?
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 9:15

Come altri del forum io continuo a non capire una cosa: Perchè Airfrance ha subito dato la responsabilità dell'evento ad un fulmine o ha comunque cercato di dare all'effetto una subitanea causa. Credo che la deontologia, soprattutto di una grande compagnia come AF, debba prevedere il riserbo e la cautela,inizialmente come nel protrarsi delle indagini,fino (speriamo) alla risoluzione. E' stato un atteggiamento anomalo questo è indiscutibile.
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 9:18

Intanto il Ministro Fillon non esclude l'ipotesi attentato.
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSez ... girata.asp
Immagine
Immagine

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2254
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Zapotec » 3 giugno 2009, 9:19

arciere ha scritto:Ribadisco, non so come Air France possa continuare sul filo del fulmine. Chi gliel'ha detto? Avevano un satellite puntato sul 330 quando è stato colpito?
Magari lo intendono come concausa possibile, magari lo ipotizzano dai dati sulle failure di alcuni dei sistemi, e magari lo dicono in modo che, per il momento, il "problema" (tra virgolette) non stà in AirFrance e tutto sommato nemmeno negli airbus. Insomma... risposta politica di transizione

ciao !

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9643
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 3 giugno 2009, 9:27

Se le c.d. scatole nere non saranno mai ritrovate, ipotesi tutt'altro che impossibile, qualcuno riuscirà a capirci qualcosa di quello che è successo?

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 9:31

Un estratto dell'intervista al comandante D'Arrigo.

Impossibile che i piloti non abbiano fatto in tempo a lanciare il mayday. Penso possa esserci stata una esplosione a bordo o un improvviso malore dei piloti. Escluso il guasto. Quello è un aereo assolutamente affidabile, con dei sistemi di sicurezza elettronici tra i più avanzati". Così definisce l'A330 e tutta la famiglia degli Airbus, il comandante Francesco D'Arrigo, pilota di lungo corso dell'Alitalia, da dodici anni alla cloche di un Airbus, che si interroga sui "silenzi e ritardi", da parte dei francesi nel dare notizie.Il comandante D'Arrigo parla di un aereo molto avanzato, con comandi digitali e spiega che qualche problema c'è stato in passato, quando lui e i suoi colleghi in tutto il mondo, si sono ritrovati a passare dalla vecchia strumentazione meccanica a questa modernissima, sperimentata sugli F-15 dell'aeronautica militare Usa.

L'Airbus A330, oltre al sistema di volo Fly-by-wire (volo tramite cavi elettrici), ha tutta l'elettronica di bordo che viene gestita e controllata principalmente attraverso sei schermi presenti nella cabina di pilotaggio, sui quali appaiono i dati di volo e di funzionamento di tutto l'aereo. L'intero sistema è monitorato dall'Ecam, (Electronic centralized aircraft monitor) al quale fanno capo una serie di sensori che attraversano l'intero aereo. Se un parametro in una qualsiasi parte del sistema finisce fuori scala, il pilota viene automaticamente avvertito. L'Ecam, secondo i costruttori, può anche individuare la causa di un guasto, anche se si verificano diversi problemi contemporaneamente.

"Ha sicuramente salvato molte vite - sottolinea il comandante D'Arrigo - poiché è impossibile effettuare manovre errate: questo tipo di tecnologia non lo permette". E anche il passaggio all'interno di una imprevedibile "turbolenza severa in aria chiara", ossia una zona di turbolenza chiara e perciò non visibile a occhio nudo, non spiega la sciagura. Così come l'ipotesi fornita in un primo momento da Air France di un fulmine.

Eppure qualche problema, anche serio, in passato c'è stato. Nel 1994 un Airbus A330 si schiantò durante un volo di prova nei pressi dell'aeroporto di Tolosa, nel sud della Francia. Era il prototipo dell'A330-300 del quale l'A330-200 di cui si sono perse le tracce da alcune ore è una versione ''accorciata''. A bordo c'erano soltanto i 7 membri dell'equipaggio di cui due italiani. "Ma quell'incidente avvenne perché il pilota, per effettuare una manovra particolare aveva disinserito i sistemi di sicurezza". spiega D'Arrigo.

Il sette ottobre dello scorso anno, un Airbus A330-300 della Qantas, in volo da Singapore a Perth con 313 persone a bordo, aveva avuto un improvviso calo di altitudine di 2000 metri, mentre si trovava 11.500 metri. La discesa improvvisa aveva scagliato verso il soffitto i passeggeri che non indossavano la cintura causando decine di feriti. Un incidente simile era capitato il 28 marzo del 2005 ad un A330-200 delle linee aeree taiwanesi diretto in Giappone. Cinquantaquattro le persone ferite.

Nonostante l'emergenza, i piloti del volo Qantas, prima di effettuare l'atterraggio di emergenza, lanciarono immediatamente il 'mayday'. "Ci viene spontaneo, quando c'è un problema siamo addestrati a compiere una serie di gesti", spiega ancora il comandante D'Arrigo.

E anche nel campo delle comunicazioni l'A330 è concepito con dei sistemi all'avanguardia. I velivoli costruiti dopo il 1998 sono dotati del sistema di trasmissione dati Acars/Atsu ad alta potenza, che oltre alle frequenze Vhf utilizza le HF ed è collegato al sistema satellitare Inmarsat.

Secondo il comandante D'Arrigo, un blackout totale ed improvviso dell'impianto elettrico potrebbe aver provocato una depressurizzazione immediata dell'aereo: "In una simile eventualità il pilota ha circa 40-50 secondi per indossare la maschera ad ossigeno prima di perdere conoscenza", un tempo sufficiente, a meno che la depressurizzazione "non si avvenuta all'insaputa dei piloti stessi".

L'A330, infatti, è costruito in modo tale da non rimanere mai completamente senza energia elettrica. E la radio, ed altri sistemi base, rimangono sempre in funzione. L'Airbus è dotato di tre generatori, con tre livelli di funzionamento che si attivano in successione, al venir meno del precedente. Se nonostante tutto venisse a mancare la corrente elettrica, sotto la pancia dell'aereo uscirebbe un'elica del diametro di un metro per fornire corrente ed energia eolica. C'è poi l'ipotesi dell'esplosione a bordo ma non si deve per forza pensare all'atto terroristico o ad un attacco esterno. Il 25 luglio del 2008, ad esempio, un 747-400 della Qantas fu costretto ad un atterraggio di emergenza a Manila di un 747-400 a causa di un buco nella fusoliera provocato dall'esplosione di una bombola di ossigeno, con una conseguente pericolosa caduta di pressione in cabina. "La verità è che in alcuni Paesi le procedure di imbarco sono molto rigide, mentre in altri c'è più lassismo", aggiunge D'Arrigo, che conclude esprimendo due dubbi: "I francesi hanno subito parlato di un problema elettrico, ma come mai hanno aspettato tante ore prima di dare la notizia? E perché tanta riservatezza sulla lista dei nomi?". Domande, per ora, senza risposta.
http://www.repubblica.it/2009/06/sezion ... dente.html
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 9:32

Maxx ha scritto:Se le c.d. scatole nere non saranno mai ritrovate, ipotesi tutt'altro che impossibile, qualcuno riuscirà a capirci qualcosa di quello che è successo?
Temo di no.
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 9:36

Son contento di vedere che Zittozitto è in linea. So che sarà cautissimo e magari non vorrà neppure parlarne,ma chi più di lui?
Immagine
Immagine

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2254
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Zapotec » 3 giugno 2009, 9:37

araial14 ha scritto:Un estratto dell'intervista al comandante D'Arrigo.

Impossibile che i piloti non abbiano fatto in tempo a lanciare il mayday.

Quello è un aereo assolutamente affidabile, con dei sistemi di sicurezza elettronici tra i più avanzati". Così definisce l'A330 e tutta la famiglia degli Airbus,

L'Airbus A330, oltre al sistema di volo Fly-by-wire (volo tramite cavi elettrici), ha tutta l'elettronica di bordo che viene gestita e controllata principalmente attraverso sei schermi presenti nella cabina di pilotaggio, sui quali appaiono i dati di volo e di funzionamento di tutto l'aereo.
Aho.... che si mettano d'accordo almeno tra piloti visto che uno dice una cosa e l'altro l'opposto ! (vedi mio post precedente sull'intervista in radio)

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 3 giugno 2009, 9:39

Zapotec ha scritto:
araial14 ha scritto:Un estratto dell'intervista al comandante D'Arrigo.

Impossibile che i piloti non abbiano fatto in tempo a lanciare il mayday.

Quello è un aereo assolutamente affidabile, con dei sistemi di sicurezza elettronici tra i più avanzati". Così definisce l'A330 e tutta la famiglia degli Airbus,

L'Airbus A330, oltre al sistema di volo Fly-by-wire (volo tramite cavi elettrici), ha tutta l'elettronica di bordo che viene gestita e controllata principalmente attraverso sei schermi presenti nella cabina di pilotaggio, sui quali appaiono i dati di volo e di funzionamento di tutto l'aereo.
Aho.... che si mettano d'accordo almeno tra piloti visto che uno dice una cosa e l'altro l'opposto ! (vedi mio post precedente sull'intervista in radio)
Cosa vuoi che ti dica? Più che riportare le affermazioni dei tecnici...Gran mistero comunque.
Immagine
Immagine

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2254
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Zapotec » 3 giugno 2009, 9:46

araial14 ha scritto:
Impossibile che i piloti non abbiano fatto in tempo a lanciare il mayday.
Cosa vuoi che ti dica? Più che riportare le affermazioni dei tecnici...Gran mistero comunque.
Si si ovvio che intendevo la discrepanza tra le informazioni distribuite dai tecnici.

In particolare su quell "impossibile", perchè l'altro pilota, dietro esplicita domanda dei giornalisti, ha affermato che è normale che non abbiano lanciato il mayday, perchè essendo la procedura in HF, "più complicata" di una normale comunicazione VHF, ed essendo impegnati a gestire l'aereo, anche lui non avrebbe lanciato il mayday, almeno non prima di aver stabilizzato l'aereo

mahhh... come dici te.... gran mistero

Avatar utente
b747-8
FL 150
FL 150
Messaggi: 1917
Iscritto il: 24 settembre 2008, 21:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da b747-8 » 3 giugno 2009, 9:51

Ansa delle 9.43, sembra che ormai non ci siano più dubbi. :(

AEREO SPARITO: I ROTTAMI TROVATI SONO DELL'AIRBUS
PARIGI - Lo Stato maggiore delle forze armate francesi non ha più alcun dubbio sull'origine dei resti trovati nell' Oceano Atlantico: sono dell'Airbus A330 di Air France scomparso dai radar lunedì scorso con 228 passeggeri a bordo. E' quanto è stato comunicato oggi a Parigi sottolineando che "non c'é più spazio per dubbi" anche se è ancora necessaria una "conferma formale".
"Anche se resta da ottenere la conferma formale il dubbio non sussiste", ha detto il capitano di vascello Christophe Prazuck dello stato maggiore francese. Un aereo francese per la ricognizione marittima, Atlantique 2, ha sorvolato nelle ultime ore la zona dove l'aeronautica brasiliana ha individuato ieri i resti dell'Airbis A330 di Air France, a un migliaio di chilometri dalla costa brasiliana e a circa 2000 chilometri da quella senegalese. Ieri sera, il ministro della Difesa brasiliano, Nelson Jobim, aveva già affermato di non avere "alcun dubbio" che i resti trovati appartenessero al velivolo scomparso dai cieli mentre sorvolava l'Atlantico lunedì scorso, con 228 passeggeri a bordo. Altri voli militari francesi sono previsti per oggi sulla zona, tra cui quello di un aereo-radar che effettuerà una "cartografia" dei resti per tentare di determinare il luogo dell'incidente e quindi permettere il recupero della scatola nera, ha precisato ancora Prazuck. La cartografia verrà completata da un Falcon 50 che decollerà da Natal, in Brasile, e da un altro volo dell'Atlantique 2. Oggi sarà "una giornata di transizione", ha detto ancora il comandante francese spiegando che "si passerà da un'operazione aerea che copre una vasta zona a un'operazione navale che interesserà un'area più ristretta".

BRASILIA - Il Brasile ha decretato tre giorni di lutto nazionale in omaggio alle 228 vittime dell'incidente aereo all'Airbus A330 dell'Air France che si è inabissato nell'Oceano Atlantico nella notte tra domenica e lunedì. Il ministro della Difesa brasiliano, Nelson Jobim, ha assicurato che i rottami trovati all'alba a oltre 1000 km dalla costa brasiliana in alto mare sono "senza alcun dubbio" quelli dell'Airbus dell'Air France con 228 persone a bordo, in volo da rio a Parigi. I 216 passeggeri del volo AF 447 erano di 32 nazionalità diverse, fra cui 61 francesi, 59 brasiliani, 26 tedeschi, 10 italiani. Dei 12 membri d'equipaggio 11 erano francesi e 1 brasiliano, secondo una lista diffusa dall'Air France.

--------------------------------------------------------------------------------
(di Martino Rigacci)

RIO DE JANEIRO - Sono dell'Airbus dell'Air France "senza alcun dubbio" i resti di un aereo avvistati ieri nell'Oceano Atlantico: lo ha confermato il ministro della difesa brasiliano, Nelson Jobim, che in serata ha incontrato in un albergo di Rio de Janeiro i familiari di alcuni dei 228 passeggeri che si trovavano a bordo del volo AF 447.

Le dichiarazioni fatte alla stampa da Jobim hanno posto fine ad una lunga giornata durante la quale le notizie sull'Airbus scomparso sono ruotate proprio attorno alle ricerche per individuare il relitto negli abissi dell'Atlantico, in un'area a circa un migliaio di chilometri dal nord-est brasiliano e 2 mila dalle coste del Senegal. Sulla base degli avvistamenti fatti dalle navi giunte su uno dei luoghi possibili per trovare i resti dell'aereo c'é "una scia lunga 5 chilometri" con rottami dell'aereo, tra i quali "fili elettrici, elementi metallici, un sedile, oggetti di colore bianco e arancione", ha sottolineato Jobim, che ha inoltre aggiunto: "Proprio tale fatto indica che l'aereo è caduta nell'area" delle ricerche di queste ultime ore. Nel precisare che i resti avvistati da un Hercules C130 brasiliano sono stati trovati "in acque brasiliane" (a circa 650 chilometri al nord-est dall'arcipelago di Fernando de Noronha), il ministro della difesa non ha d'altra parte nascosto che ricuperare la scatola nera dell'aereo sarà "molto difficile". "Bisogna tener presente che in quel punto l'Oceano ha una profondità di circa 2 mila metri, forse anche 3 mila", ha detto. "Abbiamo mandato una nave appoggio militare, la Grajaù, a cui spetterà ora il compito di raccogliere tutti i resti che sia possibile rinvenire - ha aggiunto Jobim -. Tutto il materiale sarà poi portato alla base di Fernando de Noronha, esaminato da periti della polizia federale brasiliana e poi consegnato alle autorità competenti francesi". Alla domanda sulle possibili cause della tragedia, Jobim ha tagliato corto: "Noi non lavoriamo sulle basi di supposizioni".

Su questo fronte, le conclusioni dipenderanno dai risultati delle indagini, che saranno appunto svolte dalle autorità francesi". Dal Guatemala, dove si trova in visita, il presidente Lula ha d'altra parte assicurato che il suo governo "farà il possibile e l'impossibile" per ricuperare il relitto. Dopo le dichiarazioni del governo brasiliano, l'Oceano Atlantico che è stato lo scenario della tragedia dell'Airbus ha quindi iniziato a restituire i pezzi dell'aereo. A segnalare alcuni rottami era stata in mattinata l'aeronautica brasiliana, che aveva riferito sull'avvistamento di alcuni frammenti "mettalici e non metallici" che galleggiabano sull'acqua "in mezzo a chiazze di combustibile e cherosene". La superficie dell'Atlantico che nelle ultime ore é stata rastrellata in lungo e in largo è enorme: allo stesso tempo però, sul luogo fin da ieri erano poco a poco convogliati numerosi mezzi dotati di tecnologia sofisticata, tra i quali sei navi (due cargo, quattro da guerra), oltre agli aerei.
Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato. In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un'amorevole capacità, una chiara intuizione ed un'assoluta tolleranza. MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI

Immagine
BIRRA POINT
Ministro rapporti CULturali

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9643
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 3 giugno 2009, 9:51

Peraltro (chiedo scusa se è stato già detto ma non posso ripercorrere all'indietro 300 post!), sappiamo bene che nessun equipaggio si andrebbe ad infilare dentro un cumulonembo pericoloso per il volo. Il radar meteo sta lì apposta. Se ci sono entrati avranno stimato possibile e sicuro farlo, al di là delle forti turbolenze che avranno incontrato e che quell'aereo avrà già incontrato altre volte nella sua vita.

Avatar utente
felicegat
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 1 giugno 2009, 19:29
Località: Corato - Bari

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da felicegat » 3 giugno 2009, 10:30

sul sito di una testata giornalistica italiana è presente questa notizia: Un sobbalzo nel vuoto: il segreto
del disastro nei «recorder» di terra


L'Airbus 330 sarebbe stato in balia di variazioni di quota incredibili e avrebbe subito una forte depressurizzazione

stando ai dati registrati dall'Acars (il sistema che monitora i parametri inviati automaticamente dagli aerei in volo), l'Airbus 330 sarebbe stato in balia di variazioni di quota incredibili e avrebbe subito una forte depressurizzazione. Oltre ai segnali di avaria all'impianto elettrico, intorno alle 4.15 (ora italiana), il «cervello» del jet avrebbe trasmesso «dati anomali del variometro». Vale a dire: sbalzi di quota fortissimi registrati dall'indicatore della velocità verticale. Ma anche seri problemi all'impianto di pressurizzazione: il sistema che permette di mantenere dentro la cabina dell'aereo, anche a 35.000 piedi e più di quota, un'atmosfera accettabile.

un comandante intervistato asserisce che «I problemi di depressurizzazione possono essere stati causati da più fattori: l'avaria al sistema elettrico di cui ha parlato Air France potrebbe aver mandato in tilt anche quello di pressurizzazione; oppure la forte turbolenza potrebbe aver procurato un buco, un cedimento strutturale, la perdita di un portellone, è già successo». Oltre all'ingovernabilità dell'aereo.

meteo
Le immagini satellitari relative all'orario della scomparsa indicano che numerosi cumuli nembi torreggianti (le nubi temporalesche) si stavano sviluppando verticalmente fino ad almeno 51.000 piedi di quota ed erano nascosti in un'ampia stratificazione nuvolosa. «Ricostruendo il probabile percorso dell'aereo dall'ultima posizione comunicata in frequenza dall'equipaggio e sovrapponendolo con la situazione meteo, risulta che l'Airbus è stato per parecchio tempo all'interno di un vasto campo di cumuli nembi»

parlando del fronte temporalesco poi «Generalmente il sorvolo delle aree temporalesche, mantenendo un'adeguata separazione, non è pericoloso. Ma se si entra nell'area temporalesca attiva i fenomeni sono violentissimi». Chicchi di grandine grandi anche come un pugno, correnti verticali che viaggiano a oltre 200 chilometri l'ora. Ci sono poi le correnti a getto, all'estremità della troposfera, che corrono a più di 100 chilometri l'ora.


da quel che poi ho capito leggendo le varie notizie.. ci sono resti a 60 km di distanza e una striscia di detriti lunga 3.5 km ...
Ultima modifica di felicegat il 3 giugno 2009, 11:20, modificato 2 volte in totale.
Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse, l'avrebbe fatto nascere con un biglietto
Immagine
Immagine

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9643
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 3 giugno 2009, 11:11

Nel thread tecnico non ho avuto risposte a quest'idea che mi è venuta. In un grosso cumulonembo possono esserci formazioni di ghiaccio, giusto?

Rispondi