A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 4 giugno 2009, 11:11

Appe, il tuo post è bellissimo e molto significativo, spero che in molti non addetti come me lo abbiano apprezzato.
Mi ha fatto riflettere su un'altra eventualità, comunque possibile: il volo 447 potrebbe, e dico potrebbe, aver superato la velocità mach 1 in caduta ed essersi spezzato solo dopo aver avuto il danno che ne ha decretato la sua triste sorte in quota...
Vi è anche da considerare che la presenza della scia di kerosene/olio presente in mare, potrebbe anche rappresentare l'impatto di una parte dell'aereo, e quindi non necessariamente dimostrare che tutto l'aereo (integro) ha toccato l'acqua per poi disintegrarsi, sarebbe in questo modo spiegabile il ritrovamento dei pezzi a così grande distanza (anche il Senegal ha riferito di avere avvistato rottami non identificati al largo delle propie coste)

Avatar utente
felicegat
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 1 giugno 2009, 19:29
Località: Corato - Bari

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da felicegat » 4 giugno 2009, 11:25

1stAirbus ha scritto:Appe, il tuo post è bellissimo e molto significativo, spero che in molti non addetti come me lo abbiano apprezzato.
Mi ha fatto riflettere su un'altra eventualità, comunque possibile: il volo 447 potrebbe, e dico potrebbe, aver superato la velocità mach 1 in caduta ed essersi spezzato solo dopo aver avuto il danno che ne ha decretato la sua triste sorte in quota...
Vi è anche da considerare che la presenza della scia di kerosene/olio presente in mare, potrebbe anche rappresentare l'impatto di una parte dell'aereo, e quindi non necessariamente dimostrare che tutto l'aereo (integro) ha toccato l'acqua per poi disintegrarsi, sarebbe in questo modo spiegabile il ritrovamento dei pezzi a così grande distanza (anche il Senegal ha riferito di avere avvistato rottami non identificati al largo delle propie coste)
condivido molto bello... è piaciuto molto anche a me... domanda a zittozitto è stato fatto anche per a330 lo stesso tipo di test? stessa velocità?
Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse, l'avrebbe fatto nascere con un biglietto
Immagine
Immagine

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2254
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Zapotec » 4 giugno 2009, 11:42

- 0210: Auto Pilot disconnects
- 0211,12,13: series of ADIRU and ISIS messages

Un assetto molto inusuale dell'aereo non potrebbe essere la causa scatenante di questi malfunzionamenti ?
Sicuramente ( :?: ) il pilota automatico si disconnette, le piattaforme inerziali perdono l'allineamento, gli strumenti giroscopici pure ....

no ?

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9635
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 4 giugno 2009, 11:43

A proposito del superamento di mach 1 e delle possibili ripercussioni sulla struttura, ricordo che in fase di test (parliamo quindi di anni '60) il 747 superò diverse volte mach 1 in picchiata, senza soffrirne incidenti. Posso immaginare che i materiali di cui era fatto il prototipo del 747 negli anni '60 non fossero altrettanto resistenti rispetto a quelli di cui sono fatti i liner attuali. Chiunque abbia volato dagli USA all'Europa su un qualsiasi liner ha sperimentato velocità prossime a quelle del suono, dovute ai venti in coda: sia in questo caso che in quello, eventuale, dell'AF447, si tratta ovviamente di velocità al suolo.

Noto che oggi ci sono pochi aggiornamenti sui giornali a proposito dell'incidente e ce ne saranno sempre di meno nei prossimi giorni. La cosa che ci inquieta è che in molti altri incidenti aerei, ultimo lo Spanair a Madrid, abbiamo visto, sentito e, successivamente, capito: qua nessuno ha visto e sentito (quasi) niente e non esistono testimoni. Eravamo abituati ad un'immediata o veloce comprensione dei fatti, ma qui la situazione è molto diversa.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 12:27

JT8D ha scritto: Io continuo a pensare che il fulmine non è stato, e sono scettico anche sulla turbolenza, almeno considerata come unica causa. Poi certamente può essere stata l'aggravante di una situazione deteriorata per altri motivi.
Io di aerei disintegrati e per turbolenza, senza nemmeno il tempo di chiedere aiuto, non ne ho mai visti.
Cerco di entrare nella tua testa.
Il fulmine NO.
La turbolenza, DA SOLA, NO.
Allora un' esplosione a bordo dovuta a... (lascio che ognuno immagini a che cosa...) ?
Un corpo estraneo abbatte l'aereo ?
Errore di pilotaggio + turbolenza ?
Avaria/cedimento strutturale + turbolenza ?
Avaria/cedimento strutturale + errore di pilotaggio ?
Avaria/cedimento strutturale + errore di pilotaggio + turbolenza ?
...nelle ultime 4 righe, sto facendo quella che, nel calcolo combinatorio, si chiama "combinazione semplice di 3 eventi presi 2 alla volta" unita alla possibilità che si siano verificati tutti e tre gli eventi...
Insomma, se si comincia ad escludere, si restringe il campo delle ipotesi e, senza bisogno di sforzi di fantasia, non è che ci sia spazio per molte eventualità...
Intanto attendiamo il recupero (semmai avverrà) dei VCR e FDR...
Comunque sia, dopo ogni incidente bisogna cercare di dare una risposta alla domanda:
"QUESTO INCIDENTE COSA CI INSEGNA ?"
Se non si risponde a questo, tutto è vano e privo di significato.

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 4 giugno 2009, 12:28

La velocità che conta per la struttura non è quella al suolo, ma quella del vento relativo. Al suolo può anche essere mach 100 che non gliene cale assolutamente...
Quello su cui riflettevo io era in relazione ai primi studi sulla velocità del suono, quando molti aerei di guerra riferivano di "botti" improvvisi in manovra di picchiata. Deducendo che un aereo che precipita, probabilmente va giù con accelerazione g, magari a mach 1 e oltre ci arriva... Dico "magari" perchè a un certo punto la velocità di caduta tende a stabilizzarsi.

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 4 giugno 2009, 12:37

Zapotec ha scritto:- 0210: Auto Pilot disconnects
- 0211,12,13: series of ADIRU and ISIS messages


Un assetto molto inusuale dell'aereo non potrebbe essere la causa scatenante di questi malfunzionamenti ?
Sicuramente ( :?: ) il pilota automatico si disconnette, le piattaforme inerziali perdono l'allineamento, gli strumenti giroscopici pure ....

no ?
Questi due fatti sono prove. Prove che ci dicono che per ben quattro minuti almeno una consistente parte dell'aereo era ancora integra... Uniamo il fatto che in quattro minuti i piloti forse avrebbero potuto lanciare un sos.

Avatar utente
b747-8
FL 150
FL 150
Messaggi: 1917
Iscritto il: 24 settembre 2008, 21:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da b747-8 » 4 giugno 2009, 12:39

Zortan ha scritto:
b747-8 ha scritto:
Perché, per me, è molto corretto collegare la ricerca del profitto con la sicurezza.
La sicurezza "reale" è spesa senza guadagno. La sicurezza teorica è pezzi di carta che costano poco.
Tartan, dopo aver letto questa frase e i successivi post, quoto e sottoscrivo. E ricordiamoci: la sicurezza non ha niente a che fare con l'età del velivolo. Anche una Bugatti Atlantic del 1936, se ben tenuta e revisionata, fa quello che deve fare un'auto: accelera, frena, cambia le marce, e grazie al buon senso di chi la guida e di chi la tiene, ti porta a spasso con sicurezza. Lo stesso vale, con i dovuti distinguo, per gli aeromobili. Anche perchè le marce non ce l'hanno... :wink:
don't scomodare la bugatti, non ce n'è bisogno !!. la 500L del 1970 che ho io va benissimo, la honda cb 750 four K1 del mio babbo pure, e ha anche una moto anni 40 con la quale ci passeggio ogni tanto.

E la storia dei pezzi di carta... hehe .. mai frase fu più vera.
Come le certifiazioni iso delle aziende (rispettate si, ma SULLA CARTA) etc...
E da qui è stato coniato il famoso detto "SULLA CARTA", eh si, perchè sulla carta si fa tutto (alle volte certa carta sarebbe più nobile adottarla per uso toilette).

PS: ricordo una famosa GAG che mi è capitata, ero a ristorante con un fornitore, ci ha portato in un bellissimo posticino, di quelli belli sul serio. Il sommerier dice a un mio (grezzo) collega:"Le porto immediatamente la CARTA dei vini", lui replica:"No NO, io non voglio la carta, io voglio IL VINO !!!" in dialetto però :mrgreen:
Ovviamente non scomodo la Bugatti, nè tantomeno la 500, nè ancora la Honda CB750, o la Citroen DS19 o la CX, magari di questi leggendari mezzi a motore ne parliamo in quattro chiacchere, aprite il thread e mi affaccio pure io lì, statene certi (soprattutto se si parla di Citroen o di Bugatti, o di Ferrari :mrgreen: 8) )
Però siamo tutti quanti d'accordo su una cosa: se è possibile tenere un mezzo di trasporto vecchio efficiente come uno nuovo, vuol dire che è possibile sostenerne i costi per la sua manutenzione. Altrimenti lo si cambia. Questo nel mondo dell'aviazione commerciale è praticamente "Vangelo", e la Compagnia che ha perso questo A330, AF nella fatispecie, tiene come gioielli sia gli aerei più vecchi che quelli più nuovi: fino a tempo fa girava ancora qualche 747-200, se non erro fino al 2004. Insomma, tanto per "tornare a Bomba", qui non si parla di manutenzione fatta male, solo sulla carta o di negligenza o di altro, ma, a quanto pare di un evento improvviso e catastrofico. E dobbiamo solo sperare di carpire un barlume di verità dalle prove che ne verranno fuori, ovvero i rottami e le scatole nere. E con le tecnologie odierne è difficile recuperarli, ma non impossibile.
A proposito, quel tuo collega è un mito: "Non voglio la carta, voglio il vino!", mi sto sbellicando dalle risate (ROTFL!)
Saluti e buon appetito, vista l'ora (mi raccomando il vino. Vabbè, la finisco... :oops: )
Acquistiamo il diritto di criticare severamente una persona solo quando siamo riusciti a convincerla del nostro affetto e della lealtà del nostro giudizio, e quando siamo sicuri di non rimanere assolutamente irritati se il nostro giudizio non viene accettato o rispettato. In altre parole, per poter criticare, si dovrebbe avere un'amorevole capacità, una chiara intuizione ed un'assoluta tolleranza. MOHANDAS KARAMCHAND GANDHI

Immagine
BIRRA POINT
Ministro rapporti CULturali

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9635
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 4 giugno 2009, 12:39

Come funziona il sistema di comunicazioni di un A330? Dove è ubicato? Quanti ce ne sono a bordo?

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 4 giugno 2009, 12:58

Notizie non ufficiali, ripeto, non ufficiali, parlano di velocità troppo elevata in volo.
Fonte: ANSA

http://www.ansa.it/opencms/export/site/ ... 61341.html

Avatar utente
felicegat
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 1 giugno 2009, 19:29
Località: Corato - Bari

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da felicegat » 4 giugno 2009, 13:02

da lemonde:

Airbus émet une recommandation sur la vitesse. Airbus devrait publier, jeudi 4 juin, une "recommandation", validée par le Bureau d'enquêtes et d'analyses (BEA), destinée à toutes les compagnies utilisant des biréacteurs A330. Le constructeur veut rappeler, qu'en cas de conditions météorologiques difficiles, leurs équipages doivent conserver la poussée des réacteurs et l'assiette correctes pour garder l'avion en ligne.
Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse, l'avrebbe fatto nascere con un biglietto
Immagine
Immagine

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 13:02

C'è chi sostiene che la lunga scia di resti dell' aereo nell' oceano e, al tempo stesso, l' ampia aerea di oceano su cui sono stati ritrovati questi stessi resti sia compatibile solo con l'esplosione dell' aereo in volo.
Molti, poi, non sottovalutano il fattore atmosferico come causa scatenante di un simile incidente.

Avatar utente
davidebretti
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 170
Iscritto il: 4 settembre 2008, 13:17
Località: Torino
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da davidebretti » 4 giugno 2009, 13:27

Il buon Attivissimo ci regala alcune "perle"...
http://attivissimo.blogspot.com/2009/06 ... re-di.html

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 13:29

1stAirbus ha scritto:Notizie non ufficiali, ripeto, non ufficiali, parlano di velocità troppo elevata in volo.
Fonte: ANSA

http://www.ansa.it/opencms/export/site/ ... 61341.html
non riesco a seguire tutti i post.
E questa overspeed è imputabile ad errore di pilotaggio o come conseguenza di una situazione sfuggita di mano (l'aereo in balia degli eventi) ?
Scusate la domanda stupida.
NON E' OBBLIGATORIO RISPONDERE.

Avatar utente
Appe
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 14 gennaio 2008, 0:52
Località: 250 km a nord di genova! :)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Appe » 4 giugno 2009, 13:33

Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 13:39

Altro particolare: la scia di carburante trovata sulla superficie dell'oceano attesterebbe che questo (e quindi i serbatoi che lo contenevano) non ha preso fuoco.
Ciò sarebbe in disaccordo con l'ipotesi esplosione...
Così ho sentito ora al tg1...
Vero ?

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da dc10viasa » 4 giugno 2009, 13:53

Su repubblica c'è questo articolo aggiornato (di cui riporto un passo qui sotto).
Improbabile l'esplosione. La lunga scia di carburante avvistata nell'Oceano Atlantico confuterebbe l'ipotesi di un'esplosione in volo dell'aereo dell'Air France precipitato lunedì circa tre ore dopo essere decollato da Rio de Janeiro con destinazione Parigi con 228 persone a bordo. Ad affermarlo è stato il ministro della Difesa brasiliano, Nelson Jobim: "La presenza di strati di carburante dovrebbe escludere la possibilità di un incendio, di un'esplosione", ha dichiarato. "Se siamo in presenza di strati di carburante, vuol dire che questo non è bruciato", ha spiegato nel corso di una conferenza stampa tenuta a Brasilia.
E' anche vero che leggo vengono riportate testimonianze di altri piloti e alcuni passeggeri di altri voli sulla stessa rotta e alla stessa ora che parlano di "bagliori"... Insomma, ancora tutto è molto nebuloso.
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2009, 13:55

maksim ha scritto:Altro particolare: la scia di carburante trovata sulla superficie dell'oceano attesterebbe che questo (e quindi i serbatoi che lo contenevano) non ha preso fuoco.
Ciò sarebbe in disaccordo con l'ipotesi esplosione...
Così ho sentito ora al tg1...
Vero ?
In linea teorica si.
Guardate e leggete tutte le notizie che offre la rete in relazione all'incidente,ci sarebbe già tanto per riscrivere l'Odissea.AF ed anche i servizi segreti francesi,che comunque e sempre in casi del genere si attivano,(non necessariamente per presunto attentato)probabilmente qualche idea in più ce l'hanno ma giustamente la custodiscono a doppia mandata.
Immagine
Immagine

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da 1stAirbus » 4 giugno 2009, 14:01

davidebretti ha scritto:Il buon Attivissimo ci regala alcune "perle"...
http://attivissimo.blogspot.com/2009/06 ... re-di.html
Vabbèh, queste sono scartate di "default"...

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 14:11

Appe ha scritto:Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?
Quindi tu parli di:
Avaria + eventuale errore di pilotaggio + meteo avverso.
Poi degenerati in: cedimento strutturale ed ulteriori avarie (failure elettriche).
Cedimento strutturale che avrebbe poi portato alla disintegrazione IN VOLO dell' aereo ?

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9635
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 4 giugno 2009, 14:14

maksim ha scritto:
Appe ha scritto:Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?
Quindi tu parli di:
Avaria + eventuale errore di pilotaggio + meteo avverso.
Poi degenerati in: cedimento strutturale ed ulteriori avarie (failure elettriche).
Cedimento strutturale che avrebbe poi portato alla disintegrazione IN VOLO dell' aereo ?
Queste sono tutte possibili cause di un incidente, messe tutte insieme. Ma se accadono lasciano qualche traccia, no?? I piloti potranno almeno accorgersene e comunicare qualcosa, no? Il punto interrogativo principale è l'assenza di qualsiasi comunicazione, secondo me tutto ruota intorno a questo.

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Peretola » 4 giugno 2009, 14:15

maksim ha scritto:
Appe ha scritto:Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?
Quindi tu parli di:
Avaria + eventuale errore di pilotaggio + meteo avverso.
Poi degenerati in: cedimento strutturale ed ulteriori avarie (failure elettriche).
Cedimento strutturale che avrebbe poi portato alla disintegrazione IN VOLO dell' aereo ?
Scusate...io per "disintegrazione" intendo una cosa vicina allo sbriciolamento, cioè migliaia di pezzi non più grandi di alcuni metri. E' possibile che un cedimento strutturale provochi, letteralmente, la disintegrazione dell'aereo? Non sarebbe più probabile una sua rottura in pezzi molto più grandi? Per esempio: sezione di coda, parte centrale, ali, parte anteriore? Grazie dell'eventuale risposta...
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Aldus » 4 giugno 2009, 14:16

felicegat ha scritto: quindi se a causa di un'avaria elettrica totale l'aereo dovesse esser privo di FBW e in mezzo ad una forte turbolenza il richio di cedimento strutturale potrebbe verificarsi giusto?
Sì e no, dipende dalle circostanze.
Il FBW ovviamente aiuta l'aereo a tenere sotto controllo la situazione, per cui è sempre un aiuto.
Ma è altrettanto vero che ci sono aerei senza il FBW (es gli MD80) che si sono ritrovati a ballare parecchio in mezzo a turbolenze e tempeste, e mai nessuno ha riportato danni così gravi da comprometterne la resistenza strutturale.
Ad esempio ci fu un incidente in America a un MD80 (vidi il documentario su SKY, ma al momento non ricordo che volo fosse) che si ritrovò durante la fase di discesa, avvicinamento, atterraggio, a volare dentro un temporale fortissimo.
L'aereo sobbalzò in modo tremendo durante tutte quelle fasi, ma NON riportò alcun danno catastrofico alla struttura.
L'incidente finale fu causato semplicemente da una distrazione dei piloti che si dimenticarono di armare gli spoiler.
Dopo che l'MD80 toccò la pista (ovviamente bagnata e intrisa d'acqua) ci "galleggiò" sopra in aquaplanning a causa della mancata apertura degli spoiler.
A nulla valse frenare; l'aereo finì lungo, fuori pista, e si spezzò in due o tre tronconi provocando la morte di alcuni passeggeri, compreso il Comandante, (l'FO invece si salvò).

Questo esempio dimostra che un aereo, anche se NON dotato di FBW, è in grado di resistere bene ai forti temporali senza che gli si stacchi nulla (semiali, impennaggi, etc).
Non bisogna dunque pensare che un aereo privo di FBW sia più vulnerabile alle turbolenze.
Ciò che rende un aereo robusto alle turbolenze è la sua robustezza passiva, la sua cellula, il modo in cui è costruito.
Se una semiala è progettata per sopportare altissimi carichi di sollecitazione turbolenta, è più che sufficiente quello: l'aereo sopporta benissimo.

Il FBW invece non è una "struttura meccanica", solida, che vola, che assorbe le turbolenze.
E' soltanto un sistema elettronico che assiste la meccanica.
Se la meccanica (in questo caso le semiali) è tosta, robusta, flessibile, non ha bisogno "dell'elettronica".
Se una semiala invece è costruita di compensato (è un esempio), nulla può fare un FBW.
Se l'aereo con ali in compensato entra in una turbolenza fortissima, l'elettronica non può fare nessun miracolo: l'ala si spezza comunque perchè non ha, meccanicamente parlando, la robustezza per resistere a simili sollecitazioni.

Detto così immagino che a questo punto vi venga in mente una domanda: "le semiali di un MD80 (che NON è dotato di FBW) sono quindi più robuste delle semiali di un A330 (che è dotato di FBW)?"

La risposta è no, e vero semmai il contrario.
Le semiali di A330 sono robustissime anche SENZA il FBW, e questo perchè diversamente dall'MD80 le semiali dell'A330 devono sostenere anche i motori, il loro peso, la loro forza.
L'MD80 non ha questo problema, i motori sono dietro, quindi teoricamente le semiali dell'MD80 sono meno robuste rispetto a quelle dell'A330.
La verità comunque è che entrambi gli aeromobili hanno le semiali che gli si addicono da progetto.
L'MD80 le ha in quel modo perchè sono progettate per quell'aereo, e per essere così.
L'A330 le ha in quel modo perchè sono progettate per quell'aereo, e per essere così.
Entrambi gli aerei hanno quindi l'ala giusta che gli compete, ben progettata, ben funzionale, ben solida, ben elastica.
L'unica cosa che l'A330 ha in più dell'MD80 è giusto il sistema FBW che, come un buon cervello intelligente, assiste l'aereo innalzando il grado di sicurezza che già di base l'A330 possiede.

Il FBW dunque non va visto come un aiuto che serve a "compensare" una eventuale defaillance strutturale dell'A330.
Assolutamente no.
Strutturalmente parlando l'A330 è un aereo tostissimo e robusto già di base, e la sua struttura è già al 100% della sicurezza passiva.
Il FBW INNALZA ancora di più questa sicurezza globale portandola chessò al 150% evitando il superamento degli forzi critici.

Venendo (per ragioni a noi sconosciute) a mancare il FBW, la struttura dell'aereo non ne risentirebbe affatto.
Semplicemente tornerebbe ad essere sicura "passivamente" al 100%, e quel 50% in più di sicurezza dovuto al FBW verrebbe perso.
Per dirla in parole povere, senza il FBW quell'aereo si ritrova a volare esattamente come un MD80 che non è dotato di FBW.
E' sufficiente la sua robustezza strutturale di base per mantenerlo sicuro, anzi sicurissimo (altrimenti se così non fosse tutti gli MD80 dovrebbero spezzarsi a qualunque turbolenza, cosa che invece non avviene affatto).

Per cui attenzione a non confondere le due cose.
Una cosa è un sistema elettronico (il FBW) di aiuto e gestione del volo.
Un'altra è la robustezza di base che possiede ogni aereo, che poi è quella primaria, quella più importante, quella che serve, quella che si fa carico di assorbire egregiamente tutte le forze in volo.
Entrambi gli aerei (A330 e MD80) soddisfano pienamente tali requisiti di base, sia che avessero il FBW, sia che non l'avessero.
:wink:

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Paolo_61 » 4 giugno 2009, 14:16

maksim ha scritto:
Appe ha scritto:Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?
Quindi tu parli di:
Avaria + eventuale errore di pilotaggio + meteo avverso.
Poi degenerati in: cedimento strutturale ed ulteriori avarie (failure elettriche).
Cedimento strutturale che avrebbe poi portato alla disintegrazione IN VOLO dell' aereo ?
In realtà non è necessario che si "disintegri" nel senso di frantumarsi in una miriade di pezzi. Basta che, ad esempio, si spezzi la fusoliera per avere l'effetto catastrofico.
Lo so, mi sto ripetendo, ma mi ricorda sempre di più il TWA 800. In quel caso è stata un'esplosione a spezzare la fusoliera, anche se sulle cause di tale esplosione vi sono "teorie" contrastanti con la versione ufficiale dello scoppio nel serbatoio centrale.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 14:17

Maxx ha scritto:
maksim ha scritto:
Appe ha scritto:Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?
Quindi tu parli di:
Avaria + eventuale errore di pilotaggio + meteo avverso.
Poi degenerati in: cedimento strutturale ed ulteriori avarie (failure elettriche).
Cedimento strutturale che avrebbe poi portato alla disintegrazione IN VOLO dell' aereo ?
Queste sono tutte possibili cause di un incidente, messe tutte insieme. Ma se accadono lasciano qualche traccia, no?? I piloti potranno almeno accorgersene e comunicare qualcosa, no? Il punto interrogativo principale è l'assenza di qualsiasi comunicazione, secondo me tutto ruota intorno a questo.
Magari dipende anche in quanto tempo avviene tutto quanto.
Se avviene in pochi minuti...

Hartmann
FL 500
FL 500
Messaggi: 10617
Iscritto il: 7 marzo 2007, 9:44

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Hartmann » 4 giugno 2009, 14:19

Pochi minuti dovrebbero comunque essere sufficienti per lanciare un mayday

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 14:20

Paolo_61 ha scritto:
maksim ha scritto:
Appe ha scritto:Con qualche sistema di protezione in failure una virata oltre il bank consentito alla velocità in cui si trovava provocando un superamento del Load Factor e un conseguente cedimento strutturale? ... sarebbe possibile? è compatibile con le failure elettriche inviate dall'ACARS l'avaria dei sistemi che mantengono la struttura nel flight envelop? Mettendoci una manovra eccessiva non interrotta dai computer di bordo con le turbolenze e i vertical loads a cui si presume l'aereo possa essersi trovato coinvolto per il tropical storm...
Che ne pensate?
Quindi tu parli di:
Avaria + eventuale errore di pilotaggio + meteo avverso.
Poi degenerati in: cedimento strutturale ed ulteriori avarie (failure elettriche).
Cedimento strutturale che avrebbe poi portato alla disintegrazione IN VOLO dell' aereo ?
In realtà non è necessario che si "disintegri" nel senso di frantumarsi in una miriade di pezzi. Basta che, ad esempio, si spezzi la fusoliera per avere l'effetto catastrofico.
Lo so, mi sto ripetendo, ma mi ricorda sempre di più il TWA 800. In quel caso è stata un'esplosione a spezzare la fusoliera, anche se sulle cause di tale esplosione vi sono "teorie" contrastanti con la versione ufficiale dello scoppio nel serbatoio centrale.
Una cosa che potrebbe avvalorare l'idea della disintegrazione sarebbe la presenza di "coriandoli" (alias pezzi di tutto e di più) sparsi in un vastissimo raggio.

maksim
Banned user
Banned user
Messaggi: 1255
Iscritto il: 17 gennaio 2006, 0:25

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maksim » 4 giugno 2009, 14:22

Hartmann ha scritto:Pochi minuti dovrebbero comunque essere sufficienti per lanciare un mayday
si tratta, però, di minuti concitati...

Avatar utente
felicegat
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 1 giugno 2009, 19:29
Località: Corato - Bari

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da felicegat » 4 giugno 2009, 14:22

avete letto questo notizia pubblicata su LE MONDE???

Airbus émet une recommandation sur la vitesse. Airbus devrait publier, jeudi 4 juin, une "recommandation", validée par le Bureau d'enquêtes et d'analyses (BEA), destinée à toutes les compagnies utilisant des biréacteurs A330. Le constructeur veut rappeler, qu'en cas de conditions météorologiques difficiles, leurs équipages doivent conserver la poussée des réacteurs et l'assiette correctes pour garder l'avion en ligne.
Se Dio avesse voluto che l'uomo volasse, l'avrebbe fatto nascere con un biglietto
Immagine
Immagine

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Paolo_61 » 4 giugno 2009, 14:23

Hartmann ha scritto:Pochi minuti dovrebbero comunque essere sufficienti per lanciare un mayday
Vado a memoria, ma il KAL 007 impiegò circa sette minuti per raggiungere la superficie dell'acqua da quando fu colpito. Vero è che aveva mantenuto una notevole coerenza strutturale. Ma se ipotizziamo un guasto, per quanto grave, che non provochi il disintegrasi della fusoliera, la velocità terminare dovrebbe essere simile, e quindi anche il tempo necessario per raggiungere il livello del mare.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2009, 14:25

Attenzione ad una cosa.
Le autorità brasiliane continuano a contrastare l'idea sulla possibilità di un'esplosione.Il motivo si intuisce,poiche,comunque la responsabilità (non di condotta) dell'aereo sia a terra ( le ore che ha trascorso dal suo arrivo alla sua partenza) e sia nei suoi cieli non è indifferente.
Immagine
Immagine

Hartmann
FL 500
FL 500
Messaggi: 10617
Iscritto il: 7 marzo 2007, 9:44

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Hartmann » 4 giugno 2009, 14:27

maksim ha scritto:
Hartmann ha scritto:Pochi minuti dovrebbero comunque essere sufficienti per lanciare un mayday
si tratta, però, di minuti concitati...
Vabbè, ma stiamo parlando di professionisti con decine di migliaia di ore di volo addestrati a reaggire in un certo modo.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9635
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Maxx » 4 giugno 2009, 14:27

maksim ha scritto:
Hartmann ha scritto:Pochi minuti dovrebbero comunque essere sufficienti per lanciare un mayday
si tratta, però, di minuti concitati...
Senz'altro, ma i piloti sanno benissimo cosa fare e lo fanno. Vorrei anche sottolineare che le ricerche sono ancora all'inizio. Ad esempio, quella striscia biancastra sul mare che tutti dicono essere il carburante del 330, siamo sicuri che lo sia davvero? L'hanno analizzato chimicamente?

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2009, 14:28

Maxx ha scritto:Ad esempio, quella striscia biancastra sul mare che tutti dicono essere il carburante del 330, siamo sicuri che lo sia davvero? L'hanno analizzato chimicamente?
Tanto per fare un esempio.
Immagine
Immagine

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Paolo_61 » 4 giugno 2009, 14:29

maksim ha scritto: Una cosa che potrebbe avvalorare l'idea della disintegrazione sarebbe la presenza di "coriandoli" (alias pezzi di tutto e di più) sparsi in un vastissimo raggio.
Facciamo due ipotesi e vediamo quali dovrebbero essere le conseguenze.
Si disintegra in quota: i "coriandoli" vengono dispersi in maniera più o meno uniforme in una vasta area a seconda delle singole caratteristiche aerodinamiche e degli effetti dei venti in quota.
Si spezza in 2 o più tronconi: i coriandoli, eventualmente dovuti alla violenza dell'impatto di ogni singolo troncone con il mare, si disperdono solo intorno ai diversi punti di impatto, a causa del moto ondoso e delle correnti.
Se il ragionamento fila, dalla dispersione dei rottami dovrebbe essere possibile stabilire quale delle 2 ipotesi di base sia corretta.

Rispondi