A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Hartmann
FL 500
FL 500
Messaggi: 10617
Iscritto il: 7 marzo 2007, 9:44

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Hartmann » 5 giugno 2009, 15:42

Aldus ha scritto:
Hartmann ha scritto:
Come diceva qualcuno prima, è cambiato il modo di fruire l'informazione. Ora la gran parte delle persone sta su Internet ad agguiornare pagine per avere le news. Una volta si comprava il quotidiano al mattino e poi si aspettava il Tg della sera per gli aggiornamenti: Se non rinnovi la pagina web ogni ora l'utente "cambia canale"
Purtroppo è così.
Ma la cosa più preoccupante è che in questa frenesia nessuno si fermi a riflettere un momentino prima di scrivere gli articoli, anzi ripetono "a pappagallo" gli strafalcioni riportati dagli altri!
Uno scrive qualcosa (magari sbagliato), ed ecco arrivare il formicaio di giornalisti e articolisti che SENZA fare una minima verifica copiano/incollano l'articolo sul loro portale, giornale, media televisivo.
Vedi ad esempio questa: http://attivissimo.blogspot.com/2009/06 ... re-di.html

Per cui va bene il progresso informatico e la velocità di diffusione delle notizie.
Non va bene che nessuno si prenda la briga di verificarle prima di spanderle in giro (zeppe di strafalcioni) in tutto il mondo.
Come dicevi tu la colpa è nostra. Secondo te cosa si legge di più online, l'articolo in cui si spiega perchè un aereo è caduto o l'articolo in cui ci raccontano che era un aereo per la diffusione di agenti chimici per il controllo del clima abbattuto da un UFO sensibile alla salvaguardia del nostro pianeta?!

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 5 giugno 2009, 15:43

Aldus ha scritto: Perchè siamo NOI persone tutte a voler ficcanasare e sapere tutto, ogni minuto, ogni ora.
Siamo incontentabili.
La gente non concepisce più la pazienza.
Tristemente vero!
Immagine
Immagine

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9832
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da i-daxi » 5 giugno 2009, 15:52

maksim ha scritto:
i-daxi ha scritto:Ciao a tutti.

Volevo rientrare un pò in questa discussione, ho letto anche io a proposito del possibile ritrovamento, e della confusione che poi ne é seguita.

Sorvolando un momento questo discorso, volevo pubblicare, anche se magari qualcuno o forse tutti avete gia letto quì o altrove queste cose:

il primo articolo é questo:

AEREO SCOMPARSO/ Esperti: fulmine da solo non spiegherebbe incidente
Redazione lunedì 1 giugno 2009


L'ipotesi che l'Airbus 330 disperso oggi sull'Atlantico sia stato colpito da un fulmine non è sufficiente, da sola, a spiegare l'incidente.

Alla luce degli elementi finora disponibili, esperti di sicurezza del volo e incidenti aerei ritengono che l'incidente sia probabilmente dovuto ad «una situazione non gestita correttamente».

L'unico elemento certo, testimoniato dall'ultimo messaggio inviato dall'aereo e riferito dall'Air France, è che ci sia stato un guasto al circuito elettrico dell'aereo.

«Quando si guasta il circuito elettrico il pilota si trova in una condizione molto difficile, ma è anche una delle situazioni che più spesso ci si addestra ad affrontare nel simulatore», osservano gli esperti.

In passato, per esempio, è accaduto che i piloti di un Airbus in Oriente fossero così concentrati nel gestire un problema al sistema elettrico che, cercando di risolverlo, hanno perso quota fino al punto in cui la situazione non è più stata recuperabile.

Sulle cause del guasto, sono possibili per ora soltanto ipotesi, ma nessuna di esse può spiegare da sola l'incidente. Si è parlato ad esempio di un fulmine, ma «nessun aereo è mai caduto per un fulmine, al massimo possono saltare alcuni strumenti di bordo».
FALSO.
Infatti:
8 dicembre 1963,
"Il volo Pan American 214 parte da San Juan, Porto Rico, alle 16:00 EST per un volo con destinazione Philadelphia con scalo a Baltimora. l' aereo, di nome "Clipper Tradewind" arriva a Baltimora alle 19:35 e ridecolla, dopo il rifornimento di carburante, alle 20:24. Dopo aver contattato il controllo di avvicinamento di Philadelphia, l'equipaggio decide di aspettare in un circuito di attesa, insieme ad altri 5 aerei, in attesa che le condizioni di vento forte a Philadelphia migliorino. Il volo 214 è entrato nel circuito di attesa a ovest del radiofaro di New Castle sulla radiale 270. Alle 20:58, Clipper Tradewind viene colpito da un fulmine. Questo causa l'incendio iniziale dei vapori del carburante che si trova nel serbatoio di sinista. La cosa innesca la successiva esplosione del serbatoio centrale e di quello di destra. Il carburante fuoriesce e prende fuoco a sua volta; tutta l'estremità dell' ala sinistra si stacca dal resto dell' aeroplano. Poi si vede l' aereo precipitare in fiamme. Un segnale di "mayday" viene ricevuto dal controllo di avvicinamento di Philadelphia mentre l' aereo è fuori controllo e sta precipitando."

Il testo originale è QUI.
i-daxi ha scritto: Un'ipotesi è che la turbolenza possa essere stata causata da una tempesta perfetta, ossia una zona di turbolenza chiara e perciò non visibile a occhio nudo. Ma di per sé, dicono gli esperti, nemmeno questa situazione è sufficiente a far precipitare un aereo.
Grazie mille :) :)

mi sono fidato male.

vedremo se e quando la recuperaranno cosa ci dirà la scatola nera.
Ultima modifica di i-daxi il 5 giugno 2009, 16:00, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Peretola » 5 giugno 2009, 15:54

araial14 ha scritto:
Aldus ha scritto: Perchè siamo NOI persone tutte a voler ficcanasare e sapere tutto, ogni minuto, ogni ora.
Siamo incontentabili.
La gente non concepisce più la pazienza.
Tristemente vero!
Da pseudogiornalista non posso che iperquotare!
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9832
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da i-daxi » 5 giugno 2009, 15:56

Aldus ha scritto:
araial14 ha scritto:
Aldus ha scritto: Personalmente credo che un oggetto che si trova in mare a causa di un incidente catastrofico non si presenta alla vista come un bel pacco dell'Ikea.
Questo,proprio questo è il punto : Tacere fino a quando non hai la certezza matematica ed anche qualcosa di più!
Condivido in toto.
I media stanno trattando questa sciagura in modo quasi infantile con dati e affermazioni tutte sbagliate (vedi la storia del serbatorio da 50 litri....dico....ma come si fa scrivere panzane del genere?).

Tuttavia carissimo arial mi permetto per una volta di fare l'avvocato del diavolo.
Perchè succede questo?
Perchè siamo NOI persone tutte a voler ficcanasare e sapere tutto, ogni minuto, ogni ora.
Siamo incontentabili.
La gente non concepisce più la pazienza.
Non sa che per fare indagini su avvenimenti tanto complicati serve TEMPO, una caterba di tempo dove i ricercatori si sbattono come bestie, e vanno lasciati in pace al loro difficile lavoro.
Invece no....la gente vuole sapere tutto, i ricercatori devono perdere più tempo a rilasciare interviste che a cercare l'aereo.
E oltre a questo ci si mettono i media che, in totale frettolosità (e anche ignoranza aeronautica) riportano notizie di serbatoi di 50 litri, di Mach e forza G che sono sinonimi (mamma mia!), di A300 anzichè A330, e chi più ne ha più metta.
L'incidente AF447 sembra diventato il "grande fratello dell'odiens" dove tutti si prodigano in avanti a vedere chi fa più notizia e più scalpore.

E la colpa è nostra lo ripeto.
Loro fanno ciò che (sanno) piace alla gente.
E anche se gli articoli sono imprecisi e zeppi di strafalcioni, fa niente.
L'importante è far notizia e tenere alta l'odiens.

Che brutta roba il giornalismo male informato. :?
Un serbatoio da 50 litri al massimo può essere quello di un'automobile.

Avatar utente
moro70
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 9
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:26
Località: Belluno

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da moro70 » 5 giugno 2009, 16:00

araial14 ha scritto:
Aldus ha scritto: Perchè siamo NOI persone tutte a voler ficcanasare e sapere tutto, ogni minuto, ogni ora.
Siamo incontentabili.
La gente non concepisce più la pazienza.
Tristemente vero!
Scusate, ma posso affermare, almeno per quanto mi rigurda, che la voglia di delucidazioni e info su questa triste storia, sono mosse sopratutto dalla volontà di far luce su una vicenda che presenta tanti lati oscuri e dalla solidarietà che provo per le famiglie delle vittime che ancora non sanno dove andare a piangere i propri cari.....Dopo di tutto ciò viene la passione che nutro da tempo per questo affascinante mondo...
Questo non toglie che comunque condivido quanto detto sopra......
Have a good fly

Avatar utente
MikeAlphaTango
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 777
Iscritto il: 29 novembre 2007, 15:11
Località: LIMF
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da MikeAlphaTango » 5 giugno 2009, 16:05

mcilix ha scritto: Un mio amico francese mi inviato un link con un presunto stralcio delle comunicazione ACARS dello sfortunato volo 447, non so se puo' essere utile o se questo sia il thread giusto, prendetelo con beneficio d'inventario e se ho sbagliato scusatemi:

http://img32.imageshack.us/img32/7547/acarsaf447d.png
Qualcuno può tradurre? :roll:
.
Immagine
Un blog con la testa tra le nuvole

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Peretola » 5 giugno 2009, 16:14

moro70 ha scritto:
araial14 ha scritto:
Aldus ha scritto: Perchè siamo NOI persone tutte a voler ficcanasare e sapere tutto, ogni minuto, ogni ora.
Siamo incontentabili.
La gente non concepisce più la pazienza.
Tristemente vero!
Scusate, ma posso affermare, almeno per quanto mi rigurda, che la voglia di delucidazioni e info su questa triste storia, sono mosse sopratutto dalla volontà di far luce su una vicenda che presenta tanti lati oscuri e dalla solidarietà che provo per le famiglie delle vittime che ancora non sanno dove andare a piangere i propri cari.....Dopo di tutto ciò viene la passione che nutro da tempo per questo affascinante mondo...
Questo non toglie che comunque condivido quanto detto sopra......
Benvenuto! Penso che comunque tutti ci stessimo riferendo al giornalismo in generale, per certi versi "schiavo" della volontà delle persone di sapere "tutto, il più dettagliato possibile e subito...Logico che qua, da appassionati, siamo tutti impazienti (anche perchè l'argomento è serio e purtroppo grave...) di sapere come stanno le cose :wink:
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
MikeAlphaTango
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 777
Iscritto il: 29 novembre 2007, 15:11
Località: LIMF
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da MikeAlphaTango » 5 giugno 2009, 16:15

Attenendoci ai fatti: il procuratore della Repubblica di Parigi ha aperto oggi un fascicolo contro ignoti per la scomparsa dell'A330 per "omicidio colposo". Atto dovuto, di routine.
.
Immagine
Un blog con la testa tra le nuvole

Avatar utente
Fretless
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 22 agosto 2008, 9:59

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Fretless » 5 giugno 2009, 16:19

Salve a tutti, un paio di considerazioni:

1) comprendo bene la prudenza e la riservatezza degli organi d'inchiesta, di Airbus e di AF... con oltre 450 unità di macchine A330 ordinati e da consegnare la situazione è abbastanza delicata... naturalmente l'aeromobile è sicurissimo, ma sappiamo bene che le leggi di mercato strumentalizzano ogni possibile situazione.

2) a distanza di 5 giorni dalla sciagura, non si ha ancora idea di dove siano i resti dell'aeromobile... di questo passo, il problema reale non sarà tanto capire per quanto ancora trasmetteranno il loro segnale le scatole nere (ammesso che lo stiano facendo...) ma dove diavolo sono finite! Qualcuno ha un'idea della portata in trasmissione del segnalatore (dovrebbe essere un sonar?)

Ho letto di storie analoghe legate ai sottomarini (USS Scorpion) dove possiamo trovare molti spunti riguardo la ricerca in oceano... per chi fosse interessato

http://it.wikipedia.org/wiki/USS_Scorpion_(SSN-589)

Buon weekend,

Corrado

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9832
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da i-daxi » 5 giugno 2009, 16:26

chiedo scusa a tutti anche io, mi sono mal fidato dei giornalisti, avete ragione, evidentemente é diventato difficile, soprattutto in casi come questo imparare qualcosa dai quotidiani.

Drillo
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giugno 2009, 17:30

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Drillo » 5 giugno 2009, 16:46

Ma perché ora i radar hanno bisogno del transponder?

Non erano nati in guerra per individuare aerei nemici? Immagino che questi non segnalassero la posizione volontariamente...

Ok, col transponder ci saranno i dati del volo (non lo so, immagino), però un radarino generico che indica pezzi di mettallo nel cielo non sarebbe male.
Oh, fare una stazione in mezzo all'oceano per coprire il "buco".

Ma che ne so io, però nel 2009 perdere traccia di aerei di linea è ridicolo.

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9832
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da i-daxi » 5 giugno 2009, 17:01

MikeAlphaTango ha scritto:Attenendoci ai fatti: il procuratore della Repubblica di Parigi ha aperto oggi un fascicolo contro ignoti per la scomparsa dell'A330 per "omicidio colposo". Atto dovuto, di routine.
da legale concordo.

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9832
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da i-daxi » 5 giugno 2009, 17:05

Drillo ha scritto:Ma perché ora i radar hanno bisogno del transponder?

Non erano nati in guerra per individuare aerei nemici? Immagino che questi non segnalassero la posizione volontariamente...

Ok, col transponder ci saranno i dati del volo (non lo so, immagino), però un radarino generico che indica pezzi di mettallo nel cielo non sarebbe male.
Oh, fare una stazione in mezzo all'oceano per coprire il "buco".

Ma che ne so io, però nel 2009 perdere traccia di aerei di linea è ridicolo.
la pensavo anche io come te in un certo senso però mi sono scottato troppo...quindi da parte mia posso solo dirti che forse é solo uno dei cosiddetti grandi misteri dell'umanità.

Avatar utente
dc10viasa
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 440
Iscritto il: 19 luglio 2006, 7:01
Località: Torino

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da dc10viasa » 5 giugno 2009, 17:13

Aldus ha scritto:Uno scrive qualcosa (magari sbagliato), ed ecco arrivare il formicaio di giornalisti e articolisti che SENZA fare una minima verifica copiano/incollano l'articolo sul loro portale, giornale, media televisivo.
Lo so bene, vedi il caso "Windows Vista" in cui il FUD* regna sovrano.

* FUD = Fear, Uncertainties & Doubts
Una sigaretta è il prototipo perfetto di un perfetto piacere. E' squisita e lascia insoddisfatti. Che cosa si può volere di più? (Oscar Wilde)

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Paolo_61 » 5 giugno 2009, 17:16

i-daxi ha scritto:
Drillo ha scritto:Ma perché ora i radar hanno bisogno del transponder?

Non erano nati in guerra per individuare aerei nemici? Immagino che questi non segnalassero la posizione volontariamente...

Ok, col transponder ci saranno i dati del volo (non lo so, immagino), però un radarino generico che indica pezzi di mettallo nel cielo non sarebbe male.
Oh, fare una stazione in mezzo all'oceano per coprire il "buco".

Ma che ne so io, però nel 2009 perdere traccia di aerei di linea è ridicolo.
la pensavo anche io come te in un certo senso però mi sono scottato troppo...quindi da parte mia posso solo dirti che forse é solo uno dei cosiddetti grandi misteri dell'umanità.
Purtroppo è una semplice questione di geografia e geometria. Per coprire gli oceani avresti bisogno di stazioni radar posizionate in punti privi di terra ferma.

Drillo
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 11
Iscritto il: 1 giugno 2009, 17:30

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Drillo » 5 giugno 2009, 17:22

Facciano una mega piattaforma, costruiscano un'isola a forma di aeroplano... insomma, un qualcosa di più utile dell'isola a forma di palma...
C'è anche da dire che, essendo questo il primo caso di sparizione assoluta di aereo sopra quella tratta, i costi non sarebbero giustificati... tanto le 228 persone non le si riporta a casa vive :(

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Paolo_61 » 5 giugno 2009, 17:34

Drillo ha scritto:Facciano una mega piattaforma, costruiscano un'isola a forma di aeroplano... insomma, un qualcosa di più utile dell'isola a forma di palma...
C'è anche da dire che, essendo questo il primo caso di sparizione assoluta di aereo sopra quella tratta, i costi non sarebbero giustificati... tanto le 228 persone non le si riporta a casa vive :(
Il fatto è che l'oceano è veramente grande, non è questione di costruire UN isola, ma un isola ogni poche centinaia di chilometri. E comunque la priorità evidentemente andrebbe alla copertura delle rotte fra Nord America ed Europa, e fra Nord America e Giappone, sicuramente più trafficate.

Avatar utente
maxago
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 214
Iscritto il: 22 aprile 2008, 17:44
Località: Milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maxago » 5 giugno 2009, 18:20

E' vero che purtroppo le notizie che leggiamo su questa triste vicenda riportano errori e imprecisioni e io penso che spesso questi errori siano dovuti alla fretta, all' imcompetenza tecnica, e a errori di traduzione. Per questo voglio riportare solo le notizie che arrivano dalle fonti originarie sperando che :| quelli che le dichiarano siano in buona fede.
Per questo riporto e traduco le note ufficiali della FAB (Força Aerea Brasileira) e della Marina Brasiliana.

La FAB nella nota 5 del 02/06/2009 dichiara che:
"Gli aerei impegnati nella missione di ricerca del volo AF447 localizzarono alcune tracce e resti di aeroplano nell' oceano, tuttavia non è possibile affermare che appartengano all' aereo scomparso. (...) Gli aerei C130 avvistarono alle 6:49 (ora di Brasilia) del materiale in due punti distanti circa 60 KM. Tra gli oggetti: una poltrona di aereo piccoli pezzetti bianchi, una boa arancione, un tanburo, tracce di olio e di kerosene (...)"
http://www.fab.mil.br/portal/capa/index.php?mostra=3095
Si tratta dunque di osservazioni visuali che avrebbero identificato con sicurezza resti di un aereoplano.

Sempre la FAB nella nota 6 del 02/06/2009 dichiara che:
"(...) sono stati localizzati relitti (pezzi bianchi e fili) e macchie di olio"

Ancora la FAB nella nota 8 del 03/06/2009 dichiara che:
" Il comando dell' aeronautica informa che durante le ricerche realizzate nella notte di oggi un aereo R99 della FAB (si tratta di un aereo radar) localizzo altre 4 aree contenenti detriti 90 km a sud dalla zona inizialmente esplorata dalla FAB. L' equipaggio osservò la seguente disposizione nei 4 punti individuati:
- Vari oggetti sparpagliati in una area di 5 KM di raggio
- 1 oggetto di 7 metri di diametro
- 10 oggetti di cui alcuni metallici
- Una macchia di olio estesa 20 km
(...)"

Nella nota 11 del 04/06 la FAB dichiara:
"Un aereo C130 della FAB avvistò detriti a 550 km da Fernando de Noronha. Come pianificato l' aereo guidò la fregata Costituiçao della marina brasiliana sul luogo dell' avvistamento. L' elicottero Linx imbarcato nella fregata recuperò un pallet (il famigerato pallet di legno che non c'entra niente) e due boe".

Ora le mie osservazioni:

Da quando i mezzi di ricerca e soccorso hanno iniziato a sorvolare l' area dove presumibilmente è sparito il volo AF447 sono stati fatti vari avvistamenti di rottami: sia avvistamenti visuali da parte degli equipaggi degli Hercules, sia avvistamenti radar fatti dal R99, in aree anche molto distanti tra loro. E' probabile che alcuni di questi avvistamenti si riferiscano a rottami che non hanno niente a che vedere con l' aereo scomparso e purtroppo il primo recupero di meteriale ha avuto come oggetto qualcosa che non aveva a che vedere con quel volo, ma pezzi perduti da una nave.
Tuttavia i primi avvistamenti secondo la FAB si riferiscono a resti di aeroplano (poltrona), e successivamente sono stati avvistati altri relitti: fili, e anche oggetti di grosse dimensioni (7 metri) che sembrerebbero essere più pertinenti ad un aereo caduto.
I voli della FAB hanno coperto un' area di più di 185000 km2 (più della metà della superfice dell' Italia) e indirizzare le navi sui relitti osservati nei giorni precedenti, considerando le correnti e la vastità dell' area deve essere molto difficile. Aspettiamo a dire che l' aereo è sparito nel nulla e speriamo che finalmente qualcosa di concreto e di provante lo riescano a recuperare.
Tra l' altro, se è così difficile recuperare i rottami galleggianti, figuramoci quanto sarà dificile orientare le ricerche subaquee considerando che non si conoscono le coordinate dell' impatto in acqua. Se non si scoprono elementi nuovi la vedo molto difficile. Qualcuno sa qual' è la portata (in distanza e profondità) della trasmissione del sonar delle scatole nere ?
Max

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16301
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da JT8D » 5 giugno 2009, 19:00

Thread ripulito da alcuni post con ipotesi decisamente fuori luogo e troppo fantasiose.
Leggete meno libri gialli, e non inventatevi complotti dappertutto: per ora direi che è meglio basarsi sui pochi dati a disposizione e ragionare su di essi, non ipotizzare scenari da fanta-thriller.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano".


Avatar utente
MD80MD11FOREVER
Banned user
Banned user
Messaggi: 258
Iscritto il: 11 maggio 2009, 17:00
Località: LISSONE
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da MD80MD11FOREVER » 5 giugno 2009, 19:06

Riporto qui ultima notizia rilasciata dall'ansa :

:35
Volo Iberia dietro l'AF447 evito' la tempesta
MADRID - Il volo Iberia IB6024 decollato domenica notte dall'aeroporto di Rio di Janeiro esattamente 7 minuti dopo l'AF447 dell'Air France, e che volava sulla sua stessa rotta ad un'ottantina di miglia in coda, deviò di circa 60 chilometri a est dalla rotta tracciata per evitare una forte tempesta nella quale potrebbe essersi imbattuto l'AF447. Lo riferisce oggi il quotidiano spagnolo Abc. Gli equipaggi dei due voli si sono salutati domenica notte per l'ultima volta a Rio, prima di partire.

Il volo Iberia era diretto a Madrid, quello Air France a Parigi. I piloti Iberia raccontano al quotidiano di aver sentito per radio le infruttuose chiamate della torre di controllo brasiliana all'aereo Air France, e di aver provato loro stessi a chiamare il volo AF447, senza risultato. Il sistema anticollisione Tcas a bordo dell'aereo non aiuta a chiarire i fatti perché la sua portata di 40 miglia era inferiore alla distanza a cui si trovava il volo francese (80). I piloti Iberia ricordano inoltre che non hanno ricevuto nessun messaggio sulle frequenze d'emergenza.


Solo ora riportano questa notizia ?

Sono pienamente d'accordo con Aldus la stampa come sempre non fa altro che rendere piu difficile il lavoro degli addetti e perdere tempo, dovrebbero starsene tutti in silenzio fino a quando LA BEA e altre autorità avranno in mano qualche certezza, ma il fatto che gia il brasile accusi gia' airbus e air france e si comincino a dare le colpe agli uni e ad altri..... ma no tutti a cercare tutti cositi qualcuno da colpevolizzare, e quindi Dagli ad Air France Dagli All'Airbus....

Poco fa ho sentito alla radio un dibattito fuori dal mondo, si chiedevano se gli equipaggi air france siano in grado di gestire certe difficolta durante un volo operando in primo luogo nella sicurezza o se ne fregano di certe regole...
La stampa il gironalismo deve essere veramente fuori di se' :twisted: :twisted:
Fin quando non imparano ad avere pazienza...

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2254
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Zapotec » 5 giugno 2009, 19:17

mcilix ha scritto:E' dall'inizo che leggo questo interessante thread e vi ringrazio perche' ho imparato un sacco di cose.

Un mio amico francese mi inviato un link con un presunto stralcio delle comunicazione ACARS dello sfortunato volo 447, non so se puo' essere utile o se questo sia il thread giusto, prendetelo con beneficio d'inventario e se ho sbagliato scusatemi:

http://img32.imageshack.us/img32/7547/acarsaf447d.png

per quanto riguarda invece il problema grandine e ghiaccio da altra fonte ho travato questo che mi sembra interessante

http://744.hoppie.nl/forum.cgi/noframes/read/16594

e' la prima volta che scrivo quindi spero di non essere andato OT.

Ciao a tutti.
In questa valle di lacrime che è diventato questo therad, finalmente qualcosa di interessante

Avatar utente
MikeAlphaTango
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 777
Iscritto il: 29 novembre 2007, 15:11
Località: LIMF
Contatta:

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da MikeAlphaTango » 5 giugno 2009, 19:32

Mi chiedo una cosa. I rottami individuati ieri, tra i quali quello di 7 metri, sono stati ripescati da un nave della marina brasiliana a più di 700 km dalle coste. Non sono un esperto del settore, ma è possibile che la nave sia giunta in porto la sera stessa del ritrovamento (cioè ieri) ? (coprendo 650 km in quanto tempo?) Non è che ci sono altre unità navali ancora in mare con altri rottami ancora da analizzare?

Comunque da tutta questa vicenda non può che trarsi una lezione: quando si brancola nel buoi è meglio avere pazienza e aspettare, piuttosto che sparare lo scoop giornalistico che poi si rivela infondato. :|
.
Immagine
Un blog con la testa tra le nuvole

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da mormegil » 5 giugno 2009, 22:00

in certi casi..davvero..ci si dimentica che 200 persone hanno perso la vita :(
è un pò sconfortante vedere - e leggere - la disinformazione a cui sono arrivati i mezzi di informazione (e scusate il gioco di parole)..
vorrei però chiedere, anche se mi pare che sia già stato fatto una decina di pagine fa, che ne è del "materiale galleggiante" che c'era a bordo dell'aereo?
voglio dire, supponendo che non sia andato tutto distrutto - vuoi per un'esplosione, vuoi per l'impatto con l'acqua - non si dovrebbe comunque ritrovare questo materiale?
magari non nel punto della tragedia..ma credo che fosse anche ritrovato a mille mila miglia di distanza, servirebbe almeno a far dire: "sì, l'aereo è caduto..ma non è scomparso e quindi da qualche parte è, e lo troviamo".
ammesso che ci sia bisogno di dirlo.

me ne intendo davvero poco, ma è davvero difficile anche provare a farsi un'idea di quello che è successo..perchè le domande che tutti si fanno, e che si sono fatte anche in questo forum: perchè era là in mezzo? perchè nessun mayday? perchè non si trova? perchè..?..sono ancora - e chissà per quanto ancora lo saranno - senza risposta.

just my two cents.
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
madeline
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 703
Iscritto il: 15 settembre 2006, 18:06

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da madeline » 5 giugno 2009, 22:23

io consiglierei a tutti i tg un bel silenzio stampa, fino alla prossima conferenza stampa, dell'ENAC francese, che dovrebbe arrivare per fine giugno!
Intanto stanno fomentanto un ambiente di ipotesi fantasiose, bomba, io ho sentito qualcuno che se ne usciva con roba del tipo Lost,ecc... ecc... se poi fosse confermato che quei rottami non fossero di un a330(anche le navi hanno le poltrene) allora ci si inizia a chiedere che cacchio succede!

Avatar utente
maxago
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 214
Iscritto il: 22 aprile 2008, 17:44
Località: Milano

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da maxago » 5 giugno 2009, 22:24

MikeAlphaTango ha scritto:Mi chiedo una cosa. I rottami individuati ieri, tra i quali quello di 7 metri, sono stati ripescati da un nave della marina brasiliana a più di 700 km dalle coste. Non sono un esperto del settore, ma è possibile che la nave sia giunta in porto la sera stessa del ritrovamento (cioè ieri) ? (coprendo 650 km in quanto tempo?) Non è che ci sono altre unità navali ancora in mare con altri rottami ancora da analizzare?

Comunque da tutta questa vicenda non può che trarsi una lezione: quando si brancola nel buoi è meglio avere pazienza e aspettare, piuttosto che sparare lo scoop giornalistico che poi si rivela infondato. :|
´
A me non risulta quello che hai scritto.

il 2 e il 3 giugno gli aerei hanno solo osservato i rottami che potrebbero essere pertinenti ad un aereo (poltrona e pezzo di 7 metri).
Le navi che si sono recate sul posto a distanza di ore non sono riuscite a trovarli, evidentemente le correnti li hanno spostati in misura diversa da quanto previsto.
Il 4 giugno la fregata Costituiçao ha imbarcato un pallet e due boe, che in base a quanto dichiarato sono gli unici pezzi recuperati. Evidentemente (e´una mia deduzione) solo dopo il recupero e le prime dichiarazioni i militari brasiliani si sono confrontati con qualcuno (immagino AF) per verificare la possibilita`che quei rottami fossero sull´aereo e da qui la smentita che riguarda il pallet di legno, ma sulle boe non hanno dichiarato niente, immagino che da adesso saranno piu´ prudenti prima di dichiarare qualcosa.
I rottami recuperati rimangono sulle navi che rimarranno sul posto a tempo indeterminato, adesso di navi ce ne sono tre e se ne aggiungeranno 2 brasiliane e una francese. I rottami saranno trasportati a terra successivamente e saranno consegnati ai francesi che sono responsabili dell inchiesta, se ho capito bene le loro intenzioni ´per portarli a terra pensano di usare un black hawk.
Inoltre continueranno i voli di ricerca: la Fab sta impiegando 12 aerei e un elicottero (il black hawk che fa base a Fernando de Noronha) piu´c´e´un Orion americano e sta arrivando un aereo francese.

Comunque sono daccordo con te sulle dichiarazioni di stampa e autorita´> meglio aspettare piuttosto che tempestare le persone coinvolte (immagina i parenti delle vittime) di notizie infondate e contraddittorie.
Ciao
Max

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da mormegil » 5 giugno 2009, 22:56

questa mancava :shock: :shock: :shock:
Airbus A330 volo AF 447 caduto per una tempesta solare improvvisa?

Continua il mistero sui motivi della caduta del volo AF 447 francese con 228 passeggeri a bordo che ieri è scomparso dai radar per inabissarsi nell’Oceano Atlantico, difronte le coste del Senegal.

Ieri la stessa AirFrance aveva diffuso la notizia che l’Airbus A330 in volo tra Rio de Janeiro e Parigi potesse essere caduto a causa di un fulmine. Ma quasi subito diversi esperti di volo e piloti hanno smentito categoricamente che un aereo così grosso e tecnologicamente così avanzato, potesse cadere per un semplice fulmine. Qualche ora dopo già si rincorrevano le voci di un possibile attentato.

Ma perchè i piloti dell’aereo non sono riusciti a lanciare nemmeno il classico allarme di “mayday”?
Il sottosegratario ai Trasporti del Governo Francese Mon. Bussereau ha affermato all’emittente televisiva Europe-1 che: “somiglia più a una perdita di controllo dell’aereo legata a tutta una serie di fenomeni” piuttosto che a un atto terroristico. Che un fulmine abbia colpito l’aereo è un’ipotesi fra le varie, ma non si può ritenere che un semplice fulmine possa comportare la perdita di controllo di un aereo”. “L’ultima comunicazione con il suolo brasiliano risale alle 3.15 e a partire dalle 4.14 si sono attivati dei messaggi automatici: succede quando qualcosa non funziona, e sarà la manutenzione poi, all’arrivo dell’aereo, a stabilire che cosa non andasse”, ha precisato. “Ma c’è stata una specie di sovrapposizione di questi messaggi, il che significa che è avvenuto qualcosa di grave, improvviso e fuori scala, che ha fatto saltare i circuiti”. Il segretario di stato ai Trasporti ha anche detto che un eventuale messaggio del comando di bordo “non è stato ascoltato da nessuna parte. Non c’è stato alcun messaggio di allarme, per quanto si sappia, ascoltato dalle varie autorità brasiliane, senegalesi o di altra nazionalità, o da Air France”.

Oggi l’ipotesi più accreditata che rimbalza tra gli esperti avvalorerebbe la possibilità che l’aereo sia stato investito da una nube di gas elettrificata, che avrebbe bucato la magnetosfera e provocato l’avaria totale del velivolo. I motori e tutta la strumentazione di bordo si sarebbero improvvisamente spenti e l’aereo avrebbe perso rapidamente quota per schiantarsi nell’impatto con l’acqua. La zona sarebbe stata colpita da una piccola tempesta magnetica, tale però da annullare momentaneamente il campo magnetico in quell’area dove l’Airbus volava in quel momento.

http://italianspot.wordpress.com/2009/0 ... rovvisa-2/

:shock: :shock: :shock:

la "notizia" è vecchia, del 2 giugno..
e a giudicare dai video posti sotto (voyager -.-) .. non è che siano delle cime..
vabbè, non che avessimo dubbi in proposito :D

sbalordito da cosa ci si possa inventare :shock:

a parte questo, c'è qualcuno che possa aiutare le rape in materia come me a "decifrare" alcune informazioni?

messaggi inviati dall'acars
http://www.pprune.org/4975386-post45.html

situazione meteorologica (credo)
http://www.weathergraphics.com/tim/af447/

:oops: :oops:

scusate ma per i non addetti ai lavori è difficile capirci qualcosa :( :(
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 5 giugno 2009, 23:19

Comunque,la ragione può segnalare che i casi sono 2 : O l'aereo è planato ammarato ed affondato integro, oppure se è precipitato di resti ne devono per forza trovare.Quanto materiale galleggiabile compone un A330? Anche parti piccole, ma qualcosa,se precipitato od esploso devono necessariamente trovare.Non può essersi sublimato.
Immagine
Immagine

mcilix
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 4 giugno 2009, 20:35

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da mcilix » 5 giugno 2009, 23:24

AF, a quanto riferisce l'Associated Press ha inviato una comunicazione interna ai piloti nella quale comunica la sostituzione entro breve termine degli strumenti per la misurazione della velocità (tubi di Pitot).
Un'errata misura della velocità sembra quindi essere una componente determinante del disastro (tesi avvalorata anche dal bollettino Airbus sulla conduzione dell'aeromobile in condizioni di forte perturbazione).

http://www.google.com/hostednews/ap/art ... wD98KLGQ80

Sempre con beneficio di inventario, incrociando le varie interpretazioni della famosa lista degli aventi Acars, non risulterebbero avvisi riguardo all'impianto idraulico, elettrico e motori, mentre invece, sempre incrociando varie interpretazioni che ho reperito in rete, risulterebbe un problema grave ADIRU.

Dal 7 giugno il volo GIG-CDG diverrà AF445

betty

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da betty » 5 giugno 2009, 23:26

araial14 ha scritto:Comunque,la ragione può segnalare che i casi sono 2 : O l'aereo è planato ammarato ed affondato integro, oppure se è precipitato di resti ne devono per forza trovare.Quanto materiale galleggiabile compone un A330? Anche parti piccole, ma qualcosa,se precipitato od esploso devono necessariamente trovare.Non può essersi sublimato.
Se fosse successo quello che ipotizzi al primo caso, pensi che nessuno sarebbe riuscito ad uscire prima dell'affondamento?
Questa storia mi mette i brividi, al di là della tragedia che è comunque spaventosa, è troppo inquietante il fatto che non si riesca a trovare niente.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 5 giugno 2009, 23:27

Mah!Questo è il carnevale delle notizie,più ne pubblicano e più diventa caciara.
Ultima modifica di araial14 il 5 giugno 2009, 23:28, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Immagine

Avatar utente
fastfreddy
Warned user
Warned user
Messaggi: 604
Iscritto il: 24 agosto 2008, 18:31
Località: BGY/LIME (Field flight since 1911)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da fastfreddy » 5 giugno 2009, 23:27

araial14 ha scritto:Comunque,la ragione può segnalare che i casi sono 2 : O l'aereo è planato ammarato ed affondato integro, oppure se è precipitato di resti ne devono per forza trovare.Quanto materiale galleggiabile compone un A330? Anche parti piccole, ma qualcosa,se precipitato od esploso devono necessariamente trovare.Non può essersi sublimato.
...quanto dista l'arcipelago più vicino rispetto al punto di sparizione?

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da araial14 » 5 giugno 2009, 23:29

fastfreddy ha scritto:
araial14 ha scritto:Comunque,la ragione può segnalare che i casi sono 2 : O l'aereo è planato ammarato ed affondato integro, oppure se è precipitato di resti ne devono per forza trovare.Quanto materiale galleggiabile compone un A330? Anche parti piccole, ma qualcosa,se precipitato od esploso devono necessariamente trovare.Non può essersi sublimato.
...quanto dista l'arcipelago più vicino rispetto al punto di sparizione?
Fernando de Noronha,circa 350-400( se non erro)km dal punto di sparizione .
Immagine
Immagine

Avatar utente
Ryo
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 20
Iscritto il: 5 giugno 2005, 17:41
Località: Milan -Tokyo

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Ryo » 6 giugno 2009, 0:30

Ciao a tutti, io volo su tratte intercontinentali e sinceramente ritengo che sia impossibile che l'equipaggio non abbia fatto in tempo a lanciare un mayday.

La prima ipotesi di air france di una turbolenza serena in aria chiara, non visibile ad occhio nudo non è certo in grado di provocare un disastro del genere, perturbazione poi già annunciata dal comandante a terra. Poco credibile anche il fatto che sia stata la depressurizzazione immediata dell'aereo eventualmente causata da un improvviso blackout totale, a meno che non avvenga all'insaputa dei piloti stessi, si ha tutto il tempo di indossare le maschere ad ossigeno. Senza considerare che quel modello è dotato di tre generatori e se nonostante tutto venisse a mancare la corrente elettrica c'è un elica che esce da sotto che fornisce energie eolica.

Dunque, escludendo gli unici due elementi che si hanno rimane solamente l'esplosione a bordo o il malore dei piloti.

Non bisogna pensare forzatamente ad un attentato terrorisco o ad un attacco esterno, teniamo in mente il fatto successo al 747-400 della Qantas quando il 25 luglio 2008 fu costretto ad atterrare di emergenza all'aeroporto di manila a causa dell'esplosione provocata da una bombola di ossigeno contenuta nella stiva.

In ogni caso le risposte le avremmo nel caso fossero localizzate e recuperate le scatole nere, il luogo dell'impatto è stato stabilito in una zona dove si sono dirette 7 navi mercantili, 17 aerei di cui 3 antisommergibili, 2 elicotteri, 4 unità della marina carioca ed i sistemi satellitari messi a disposizione dal pentagono che da due giorni perlustano la zona e raccolgono dei detriti sparsi un pò qui un pò la nel raggio di 60 km prima dichiarati dell'airbus scomparso poiché erano chiaramente inconfondibili con addirittura dei sedili riaffiorare dalle acque poi la smentita da parte delle autorità che parlano di pezzi di legno o di macchie di olio perso da navi (!)

Le domande a questo punto sorgono spontanee..
株式会社日本航空

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: A330-200 Air France scomparso - Thread generico

Messaggio da Aldus » 6 giugno 2009, 2:52

Ryo ha scritto:Ciao a tutti, io volo su tratte intercontinentali e sinceramente ritengo che sia impossibile che l'equipaggio non abbia fatto in tempo a lanciare un mayday.

La prima ipotesi di air france di una turbolenza serena in aria chiara, non visibile ad occhio nudo non è certo in grado di provocare un disastro del genere, perturbazione poi già annunciata dal comandante a terra. Poco credibile anche il fatto che sia stata la depressurizzazione immediata dell'aereo eventualmente causata da un improvviso blackout totale, a meno che non avvenga all'insaputa dei piloti stessi, si ha tutto il tempo di indossare le maschere ad ossigeno. Senza considerare che quel modello è dotato di tre generatori e se nonostante tutto venisse a mancare la corrente elettrica c'è un elica che esce da sotto che fornisce energie eolica.

Dunque, escludendo gli unici due elementi che si hanno rimane solamente l'esplosione a bordo o il malore dei piloti.

Non bisogna pensare forzatamente ad un attentato terrorisco o ad un attacco esterno, teniamo in mente il fatto successo al 747-400 della Qantas quando il 25 luglio 2008 fu costretto ad atterrare di emergenza all'aeroporto di manila a causa dell'esplosione provocata da una bombola di ossigeno contenuta nella stiva.

In ogni caso le risposte le avremmo nel caso fossero localizzate e recuperate le scatole nere, il luogo dell'impatto è stato stabilito in una zona dove si sono dirette 7 navi mercantili, 17 aerei di cui 3 antisommergibili, 2 elicotteri, 4 unità della marina carioca ed i sistemi satellitari messi a disposizione dal pentagono che da due giorni perlustano la zona e raccolgono dei detriti sparsi un pò qui un pò la nel raggio di 60 km prima dichiarati dell'airbus scomparso poiché erano chiaramente inconfondibili con addirittura dei sedili riaffiorare dalle acque poi la smentita da parte delle autorità che parlano di pezzi di legno o di macchie di olio perso da navi (!)

Le domande a questo punto sorgono spontanee..
Se questa notizia è vera (e il "se" è d'obbligo!) c'è del materiale su cui riflettere.

:35
Volo Iberia dietro l'AF447 evito' la tempesta
MADRID - Il volo Iberia IB6024 decollato domenica notte dall'aeroporto di Rio di Janeiro esattamente 7 minuti dopo l'AF447 dell'Air France, e che volava sulla sua stessa rotta ad un'ottantina di miglia in coda, deviò di circa 60 chilometri a est dalla rotta tracciata per evitare una forte tempesta nella quale potrebbe essersi imbattuto l'AF447. Lo riferisce oggi il quotidiano spagnolo Abc. Gli equipaggi dei due voli si sono salutati domenica notte per l'ultima volta a Rio, prima di partire.

Il volo Iberia era diretto a Madrid, quello Air France a Parigi. I piloti Iberia raccontano al quotidiano di aver sentito per radio le infruttuose chiamate della torre di controllo brasiliana all'aereo Air France, e di aver provato loro stessi a chiamare il volo AF447, senza risultato. Il sistema anticollisione Tcas a bordo dell'aereo non aiuta a chiarire i fatti perché la sua portata di 40 miglia era inferiore alla distanza a cui si trovava il volo francese (80). I piloti Iberia ricordano inoltre che non hanno ricevuto nessun messaggio sulle frequenze d'emergenza.


Vediamo di analizzare la notizia (sempre ammesso sia attendibile).
Quì abbiamo un aereo (l'AF447 Air France) che precede di qualche decina di miglia un volo Iberia che gli sta dietro sulla stessa rotta.
Il volo Iberia VEDE sul radar meteo la perturbazione pericolosa, e giustamente la evita.
L'Air France, chissà perchè, ci finisce dentro.
Ma non sparisce subito!
Si dice che i piloti dell'AF447 abbiano informato i controllori dicendogli che in quel momento stavano effettivamente volando dentro una zona molto turbolenta.
Allora i piloti erano vivi e vegeti se trasmettevano quei messaggi, non possono avere avuto malori PRIMA di finire dentro quel temporale. :roll:
Messaggi "concitati" che (si dice) hanno sentito anche i piloti dell'Iberia.

Poi succede qualcosa di strano.
I piloti Iberia (probabilmente preoccupati dal "tono" di quei messaggi) cercano di contattare l'AF447, ma nessuno risponde.
Silenzio totale.
In quel mentre (o prima o dopo, non lo sappiamo) il sistema ACARS dell'AF447 invia automaticamente dati sconfortanti riguardanti avarie elettriche multiple sull'AF447.
Dell'AF447 si perde ogni traccia, l'aereo sparisce per sempre. :roll:

Ora...le domande che tutti ci facciamo credo siano sempre le stesse, e a maggior ragione ce le poniamo dinnanzi alla nuova notizia del volo Iberia.
"Perchè l'AF447 si è infilato in quella tempesta se invece il volo Iberia non lo ha fatto"?
Malore dei piloti?
Mi sembra improponibile a questo punto.
Nessun pilota svenuto può lanciare messaggi ai controllori nel "mentre" dell'avvenimento.
Quei piloti dunque erano presumibilmente vivi e svegli, non credo ci siano dubbi a questo punto.
E allora perchè sono finiti là dentro?
Come hanno potuto ignorare il radar meteo (cosa che il volo Iberia non ha fatto)?
Sottovalutazione del pericolo?
Strano, erano piloti esperti.
Guasto tecnico al sistema strumentale, radar meteo compreso?
E' un'ipotesi.
Ma a maggior ragione, se così fosse, che cosa ha causato una tale defaillance alla strumentazione PRIMA di entrare nel temporale? :roll:
Dico "PRIMA" perchè, per logica elementare, se la strumentazione (radar meteo compreso) era pienamente operativa PRIMA di entrare nella tempesta, quell'aereo avrebbe visto la tempesta e NON si sarebbe infilato dentro quell'inferno.
Mi sembra abbastanza logico (infatti l'Iberia non lo ha fatto!)

Ma non è tutto.
Supponiamo anche per caso che la strumentazione fosse veramente andata in tilt (per cause sconosciute) PRIMA di entrare nella tempesta (per cui ci può stare l'ipotesi che i piloti non potevano vedere la tempesta sul radar meteo).
Ma allora PERCHE' quando i piloti hanno chiamato i controllori nel MENTRE, non gli hanno detto chiaramente che avevano tutta la strumentazione i tilt?
Non ci sono messaggi che parlando di "abbiamo la strumentazione in avaria", bensì solo messaggi di "stiamo volando dentro una forte turbolenza".

Insomma c'è qualcosa che non quadra in tutta questa storia.
Se la strumentazione fosse stata guasta i piloti avrebbero dovuto dirlo.
Se la strumentazione funzionava i piloti non avrebbero dovuto entrare nella tempesta (esattamente come ha fatto il volo Iberia).
Se i piloti erano svenuti o avevano un malore non avrebbe potuto mandare quei messaggi dicendo "stiamo volando dentro un'area di forte turbolenza/tempesta".

In conclusione ci sono tre elementi che (se sono veri!!) si pestano le scarpe gli uni con gli altri, non hanno una apparente logica di base, sono il controsenso del controsenso. :roll:
L'unico elemento logico che trovo tra tutti questi elementi è assurdo e clamorosamente tragico:
I piloti hanno sottovalutato la situazione, ossia "errore umano"!"
Mi vengono i brividi al solo pensarlo, ma sinceramente non vedo altre spiegazioni dinnanzi a quei dati (voi ne vedete altri? sinceramente). :roll:
In sostanza, per come la vedo io, i piloti non erano svenuti, la strumentazione non era in avaria, il radar meteo funzionava, ma i piloti hanno sottovalutato l'entità della cosa, ci sono finiti in mezzo, e non ne sono più usciti. :(
Non dico che ci siano finiti in mezzo di loro spontanea volontà, occhio è ben diverso!!!!
Magari la tempesta non appariva così pericolosa sul radar, e quindi i piloti non si sono preoccupati oltremodo.
O magari la tempesta si è sviluppata così rapidamente di "inghiottire" l'AF447 prima che potesse evitarla, e a quel punto non c'era più mezzo per evitarla.
Aldilà che sia successo questo o quello, io, personalmente, se dovessi trovare una logica apparente tra gli episodi sopra citati, troverei solo quella:
"Sottovalutazione dell'evento, ossia (sigh) un errore dei piloti".
Lo dico sinceramente, anche se molto amaramente. :(
SE (ripeto SE!!) i fatti si sono svolti esattamente in quel modo (messaggi radio, iberia che segue l'AF447 ma schiva la tempesta, etc etc etc) non vedo altre spiegazioni all'infuori di quella.
Non è un verdetto o una tesi eh!
Niente del genere.
E' semplicemente il trovare una logica che stia dietro a quei fatti.
E quei fatti, messi in quel modo, riportati in quel modo, mi danno come risultato l'errore umano, o svista, o distrazione, o sottovalutazione, come vi pare, ma rimane un errore umano.
Mi raccomando a non capire male il mio concetto.
Una cosa è ciò che successo veramente (e che NESSUNO sa), un'altra è avere davanti quelle notizie, ragionarci sopra, e trovare semplicemente una logica finale che porti a un risultato "logicamente corretto", anche se di pura fantasia.
Io ho provato a ragionarci sopra, e il risultato è stato quello: errore umano.
Sinceramente non trovo altre conclusioni. :roll:



Vorrei aggiungere un'ulteriore cosa,... diciamo una critica al "post incidente".
Perchè è passato tanto tempo prima di avere quelle informazioni del volo IBERIA?
Perchè?
Quell'aereo gli stava dietro!
E dato che gli stava dietro a poche decine di miglia, cosa si aspetta a verificare la posizione geografica del volo Iberia che è l'unico volo che può dire ai ricercatori qual'è la posizione più o meno precisa in cui cercare dal momento che lui stesso si trovava in quei paraggi quando l'AF447 è sparito?
Non saranno dati precisi, ma perlomeno si restringe la ricerca in un'area di 100 miglia anzichè per tutto l'oceano, a "spanne" come fanno ora confondendo persino rottami navali per rottami aerei.
Boh.


Comunque che dire?
Niente, non possiamo fare niente.
Dobbiamo solo aspettare con pazienza.
Lasciamo le squadre a fare il proprio lavoro, e speriamo in notizie positive (anche se oramai di "positivo" non c'è proprio più niente).
Solo tristezza. :(

Rispondi