atterraggi notturni

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
ossigeno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 18 settembre 2009, 15:18

atterraggi notturni

Messaggio da ossigeno » 19 settembre 2009, 14:24

I voli per Asmara (Eritrea) sembrano essere tutti con atterraggi notturni. Fra le varie ipotesi (un pò paranoiche mi pare) quella dello sfuggire ad attacchi da terra sorvolando nazioni nemiche. Io ho pensato che l'altitudine dell'areoporto (2400 m), lo renda soggetto durante il giorno a "turbolenze" che forse di notte non ci sono. Perchè ad asmara si atterra sempre di notte?
Scusate se la domanda è scema ma io sono un bipede aviotrasportato e non un volatile:-)

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: atterraggi notturni

Messaggio da davymax » 19 settembre 2009, 16:00

ossigeno ha scritto:I voli per Asmara (Eritrea) sembrano essere tutti con atterraggi notturni. Fra le varie ipotesi (un pò paranoiche mi pare) quella dello sfuggire ad attacchi da terra sorvolando nazioni nemiche. Io ho pensato che l'altitudine dell'areoporto (2400 m), lo renda soggetto durante il giorno a "turbolenze" che forse di notte non ci sono. Perchè ad asmara si atterra sempre di notte?
Scusate se la domanda è scema ma io sono un bipede aviotrasportato e non un volatile:-)
Forse perchè partono di giorno e arrivi di notte perchè il volo dura tanto?
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

ossigeno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 18 settembre 2009, 15:18

Re: atterraggi notturni

Messaggio da ossigeno » 19 settembre 2009, 20:24

Apparentemente no. Molti voli potrebbero comodamente arrivare in giornata.

E' una caratteristica della rotta su Asmara. Ma nessuno mi sa dire il perchè...

ossigeno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 18 settembre 2009, 15:18

Re: atterraggi notturni

Messaggio da ossigeno » 20 settembre 2009, 9:25

ho trovato la risposta: era come pensavo...

1) L’altitudine. Maggiore è l’altitudine, minore è la densità dell’aria.

2) La temperatura. Più l’aria è calda, meno è densa.

3) L’umidità. L’umidità influisce sulla potenza del motore e a elevate temperature ambientali l’atmosfera può trattenere maggiori quantità di vapore acqueo. Per esempio, a 35.5 °C, il vapore acqueo contenuto nell’aria può essere di otto volte maggiore di quello possibile a 5.5 °C. Elevate altitudini di densità ed elevate umidità non vanno sempre di pari passo, comunque, in condizioni "umide", è opportuno stimare un 10% in più nella corsa di decollo ed aspettarsi un rateo di salita ridotto.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: atterraggi notturni

Messaggio da Maxx » 21 settembre 2009, 10:55

Cioè quest'aeroporto opera solo di notte??? Anche Città del Messico e Quito?

Avatar utente
Gianni62
FL 250
FL 250
Messaggi: 2624
Iscritto il: 23 luglio 2008, 11:55
Località: Firenze

Re: atterraggi notturni

Messaggio da Gianni62 » 21 settembre 2009, 11:14

A me sembrava che anche ad Addis Abeba (2500 mt slm), la maggior parte del traffico fosse notturno. Io però sono partito a mezzogiorno, col volo bello carico. La parola agli esperti...
L'assolo più bello della tua vita è quello che fai quando ti dimentichi di schiacciare REC"

anonymous12345

Re: atterraggi notturni

Messaggio da anonymous12345 » 21 settembre 2009, 14:04

Magari alcune compagnie han aerei in versione dedicata per aeroporti Hot and High..

mi pare che l'Aeromexico avesse aerei del genere..

ossigeno
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 18 settembre 2009, 15:18

Re: atterraggi notturni

Messaggio da ossigeno » 24 settembre 2009, 19:12

se nessun esperto ha confermato forse è proprio così...

Rispondi