P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 15 novembre 2009, 20:31

IVWP ha scritto:
AirGek ha scritto:
P.S: Continui a dire non è ultraleggero ma ancora non mi hai detto che modifiche ha subito per passare di categoria.
sono un chimico, mi basta sapere che hanno le marche e sono contento

rimane il fatto che se lo sono vanno considerati aeromobili, punto

quindi una cosa proprio non mi torna: se sono aeromobili certificati, quindi anche se la cosa ti fa rabbrividire al pari del cessnino, perché mai fai distinzione tra le due categorie ?
Faccio distinzione perchè il futuro allievo si ritroverà a volare con una macchina che per poterla portare anche dopo il conseguimento del brevetto gli bastava puntare sulla licenza ultraleggero anzichè la PPL, risparmiando non poco. E siccome sappiamo tutti che non la porterà altrimenti è veramente un imbecille a spendere un botto in più per poi portare una macchina disponibile con la licenza inferiore, a mio avviso le ore volate con quelle macchine sono ore in più che incrementeranno il costo della licenza. Magari questa mossa è anche voluta, gli aeroclub dovranno pur fare gli interessi loro...
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 20:36

non riesco ancora a vedere il problema

è chiaro che tu il PPL mica lo fai per volare sul P-92

però se per brevettarti occorrono tot ore, e parte di queste le fai con P-92, spendi meno: è innegabile


le ore su P-92 non sono meno formative di quelle su cessna, quindi non capisco perché secondo te occorre farne di più

betty

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da betty » 15 novembre 2009, 21:13

IVWP ha scritto:non devi mica fare più ore: le ore su P-92 non sono meno formative di quelle su cessna
Sto facendo il mio addestramento PPL sul P92, a detta dei miei istruttori è molto più formativo del 172.

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 21:20

betty ha scritto:
IVWP ha scritto:non devi mica fare più ore: le ore su P-92 non sono meno formative di quelle su cessna
Sto facendo il mio addestramento PPL sul P92, a detta dei miei istruttori è molto più formativo del 172.
ImmagineImmagine

ora per favore dicci come vola

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 15 novembre 2009, 21:22

Che volete che vi dica, questo è il mio punto di vista, sarà sbagliato poco importa, io la mia PPL la tengo già. Sarò uno all'antica, più tradizionalista che rivoluzionario, vabbè pure quello. A mio antico (sbagliato) parere una PPL la si ottiene pilotando aerei PPL non ULM trasformati in aerei PPL. Riduciamo il tutto ad una questione di gusti personali, per me pilotare un cessna è come guidare una rolls royce mentre pilotare un p92 è come guidare una Fiat punto, ovviamente dal punto di vista dell'immagine che le due macchine hanno, non parlo di prestazioni.
Ultima modifica di AirGek il 15 novembre 2009, 21:24, modificato 1 volta in totale.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 21:24

AirGek ha scritto:Che volete che vi dica, questo è il mio punto di vista, sarà sbagliato poco importa, io la mia PPL la tengo già. Sarò uno all'antica, più tradizionalista che rivoluzionario, vabbè pure quello. Riduciamo il tutto ad una questione di gusti personali, per me pilotare un cessna è come guidare una rolls royce mentre pilotare un p92 è come guidare una Fiat punto, ovviamente dal punto di vista dell'immagine che le due macchine hanno, non parlo di prestazioni.

il più grande pilota con cui abbia mai volato imparò a volare su uno Zögling, un coso senza strumenti che si può tranquillamente definire al pari d' una specie d' aquilone comandato

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 15 novembre 2009, 21:26

IVWP ha scritto:
AirGek ha scritto:Che volete che vi dica, questo è il mio punto di vista, sarà sbagliato poco importa, io la mia PPL la tengo già. Sarò uno all'antica, più tradizionalista che rivoluzionario, vabbè pure quello. Riduciamo il tutto ad una questione di gusti personali, per me pilotare un cessna è come guidare una rolls royce mentre pilotare un p92 è come guidare una Fiat punto, ovviamente dal punto di vista dell'immagine che le due macchine hanno, non parlo di prestazioni.

il più grande pilota con cui abbia mai volato imparò a volare su uno Zögling, un coso senza strumenti che si può tranquillamente definire al pari d' una specie d' aquilone comandato
Non metterla cosi perchè altrimenti siamo tutti pippe se andiamo a vedere con cosa imparavano a volare i piloti della prima guerra mondiale.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 21:28

AirGek ha scritto: Non metterla cosi perchè altrimenti siamo tutti pippe se andiamo a vedere con cosa imparavano a volare i piloti della prima guerra mondiale.
e pippe siete :mrgreen:

ma adesso c'è il K-21 Mi 8)


(nota aggiunta giusto per stemperare i toni :D )

Avatar utente
DragonFly
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 210
Iscritto il: 20 luglio 2008, 18:01

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da DragonFly » 15 novembre 2009, 21:31

Luke3 ha scritto: Lo stesso per il motore Lycoming che monta: consuma un sacco ma ha un record di affidabilità da far paura.
ma stai parlando del 172 o del 150?
Credo che l'unico "paragone" possibile con un P92, possa essere un 150 o 152, il 172 è già su un altro pianeta!
Immagine

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 21:38

DragonFly ha scritto:Credo che l'unico "paragone" possibile con un P92, possa essere un 150 o 152, il 172 è già su un altro pianeta!
ma è verissimo: ora però chiediti se nelle prime 20 ore di un PPL questo "balzo" di prestazioni è indispensabile

sopratutto, chiediti se nelle prime 20 queste prestazioni valgono i soldi che spendi

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da Luke3 » 15 novembre 2009, 21:50

DragonFly ha scritto:
Luke3 ha scritto: Lo stesso per il motore Lycoming che monta: consuma un sacco ma ha un record di affidabilità da far paura.
ma stai parlando del 172 o del 150?
Credo che l'unico "paragone" possibile con un P92, possa essere un 150 o 152, il 172 è già su un altro pianeta!
Si si parlo di 152 visto che il 172 è già in categoria superiore

betty

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da betty » 15 novembre 2009, 23:03

IVWP ha scritto:
betty ha scritto:
IVWP ha scritto:non devi mica fare più ore: le ore su P-92 non sono meno formative di quelle su cessna
Sto facendo il mio addestramento PPL sul P92, a detta dei miei istruttori è molto più formativo del 172.
ImmagineImmagine

ora per favore dicci come vola
Quali aspetti ti interessano di più del "come vola"?
Secondo la mia opinione, vola bene. Ci vuole più piede destro in volo, il trim potrebbe essere leggermente più ostico per chi proviene dal 172 e dal suo rotellone, chi si è formato su aerei tipo PA28 dice che il p92 "non scende" in atterraggio: ma credo che sia questione di abitudine. Comunque noi allievi ne siamo contenti, molti ci hanno già fatto le navigazioni e si sono trovati bene.

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 23:07

si mettevano in dubbio le prestazioni che trovi nella pagina prima, la tua esperienza cosa dice ?

un accenno ai costi operativi, magari al motore, dal momento che si hanno dubbi anche sulla sua affidabilità

un altro particolare importante ad esempio è che sulla versione VDS se non sbaglio il freno è a mano, quindi non differenziale; è così anche su quello certificato ?

betty

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da betty » 15 novembre 2009, 23:35

IVWP ha scritto:si mettevano in dubbio le prestazioni che trovi nella pagina prima, la tua esperienza cosa dice ?

un accenno ai costi operativi, magari al motore, dal momento che si hanno dubbi anche sulla sua affidabilità

un altro particolare importante ad esempio è che sulla versione VDS se non sbaglio il freno è a mano, quindi non differenziale; è così anche su quello certificato ?
Vero: il freno è a mano, e ha una piccola levetta che lo trasforma in freno di parcheggio.
Infatti per il rullaggio si usa la manetta sinistra al posto di quella centrale: direzioni con i pedali, cambi la velocità con la mano sinistra e tieni pronta la destra sul freno.
I costi orari sono ben inferiori a quelli del cessna o del PA28, si risparmia parecchio e gli allievi che hanno passato recentemente gli esami non avevano più di 47 ore, quindi non necessariamente bisogna farne di più rispetto ad un cessna.
Il motore è il Rotax 100 hp, finora si è dimostrato molto affidabile. Durante le giornate molto fredde, però, la temperatura dell'olio scende molto a causa della posizione della coppa, quindi è importante tenerlo sotto controllo.
Per le prestazioni confermo quello che hai scritto, ma non mi convince il rateo di salita: sul mio manuale c'è 850 ft/min. (configurazione di decollo a peso massimo).
Consumi: 18 lt/h in ISA e autonomia media di 4 ore e mezza. Non mi sembra proprio male, che ne dite?

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 15 novembre 2009, 23:52

infatti no, mi sembrano buone prestazioni; mi è stato detto che il costo orario è di circa 90 €/ora, quindi circa 130 € con istruttore: confermi ?

comunque aspettiamo il parere dei motorai più esperti

grazie

betty

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da betty » 16 novembre 2009, 10:37

IVWP ha scritto:infatti no, mi sembrano buone prestazioni; mi è stato detto che il costo orario è di circa 90 €/ora, quindi circa 130 € con istruttore: confermi ?

Affermativo, siamo intorno a quella cifra.
Alitraining impiega il P92 già da parecchi mesi.

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da tristar » 16 novembre 2009, 16:36

AirGek ha scritto: per me pilotare un cessna è come guidare una rolls royce mentre pilotare un p92 è come guidare una Fiat punto, ovviamente dal punto di vista dell'immagine che le due macchine hanno, non parlo di prestazioni.
aribingo, lo dici tu stesso che preferisci il cessna perchè cosi pare che ce l'hai più... o vuoi negare anche questo? Non metto bocca sulle tue preferenze, però almeno così è chiaro quali siano le motivazioni, è inutile dire a vanvera che il cessna è migliore se qualsiasi argomentazione tecnica (non quale sia più grosso) è palesemente contraria. Se invece dicevi da subito "preferisco il cessna perchè l'immagine che dà è migliore" evitando frasi del tipo "che si definiscono aereo", evitavi anche a chi non conosce questi due mezzi di fare confusione.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da Luke3 » 16 novembre 2009, 17:18

Comunque alla fine 130 euro/ora per la scuola non è un grande risparmio. Da noi il C150 si affitta con istruttore a 150 euro/ora e se si riuscisse a trovare un compromesso per l'avgas è probabile che scenderebbe pure. A dimostrazione che sono due aerei che seguono più o meno la stessa filosofia e puntano allo stesso segmento, seppure a 40 anni di differenza. Alla fine ricade su una pura questione di gusti personali.

Comunque l'Aeroclub d'Italia sembra sceglierli apposta aerei controversi su cui ci sono opinioni completamente divergenti. Basti pensare cosa successe quando l'ultimo giro scelsero i Tampico :D

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 16 novembre 2009, 18:03

Luke3 ha scritto:Comunque l'Aeroclub d'Italia sembra sceglierli apposta aerei controversi su cui ci sono opinioni completamente divergenti. Basti pensare cosa successe quando l'ultimo giro scelsero i Tampico :D
I Tampax Luke, i Tampax :mrgreen:
tristar ha scritto:
AirGek ha scritto: per me pilotare un cessna è come guidare una rolls royce mentre pilotare un p92 è come guidare una Fiat punto, ovviamente dal punto di vista dell'immagine che le due macchine hanno, non parlo di prestazioni.
aribingo, lo dici tu stesso che preferisci il cessna perchè cosi pare che ce l'hai più... o vuoi negare anche questo? Non metto bocca sulle tue preferenze, però almeno così è chiaro quali siano le motivazioni, è inutile dire a vanvera che il cessna è migliore se qualsiasi argomentazione tecnica (non quale sia più grosso) è palesemente contraria. Se invece dicevi da subito "preferisco il cessna perchè l'immagine che dà è migliore" evitando frasi del tipo "che si definiscono aereo", evitavi anche a chi non conosce questi due mezzi di fare confusione.
Io alla fine l'ho messa su questo punto perchè tanto le mie altre motivazioni andavano a vuoto, poi come ho detto a me alla fine interessa poco, bisognerà vedere quanto ci si volerà sull'aereoplano P92 (non confondo nessuno, se uno non sa che aereo sia va su gugol e lo cerca, dopo quello della Tecnam il primo sito in ordine di apparizione e http://www.ulm.it :twisted: ) per verificare quanto si risparmia realmente.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 16 novembre 2009, 18:59

Luke3 ha scritto:Comunque alla fine 130 euro/ora per la scuola non è un grande risparmio. Da noi il C150 si affitta con istruttore a 150 euro/ora e se si riuscisse a trovare un compromesso per l'avgas è probabile che scenderebbe pure. A dimostrazione che sono due aerei che seguono più o meno la stessa filosofia e puntano allo stesso segmento, seppure a 40 anni di differenza. Alla fine ricade su una pura questione di gusti personali.
il risparmio c'è ?

si, di poco dici, ma è reale

la qualità dell' ora volata è la stessa ?

si, seghe mentali da motorai a parte

ancora non convinti ?

non vi preoccupate, nessuno vi obbliga a volarci :wink:

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 16 novembre 2009, 19:02

AirGek ha scritto: se uno non sa che aereo sia va su gugol e lo cerca, dopo quello della Tecnam il primo sito in ordine di apparizione e http://www.ulm.it :twisted: )
se provi ad aggiungere JS a P-92 i risultati saranno migliori :wink:

ancora non mi hai detto cosa lo distingue da un aereo, a parte i 20 € ora che però a voi non interessano

cosa non lo rende degno del vostro manico ?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 16 novembre 2009, 19:06

IVWP ha scritto:
AirGek ha scritto: se uno non sa che aereo sia va su gugol e lo cerca, dopo quello della Tecnam il primo sito in ordine di apparizione e http://www.ulm.it :twisted: )
se provi ad aggiungere JS a P-92 i risultati saranno migliori :wink:

ancora non mi hai detto cosa lo distingue da un aereo, a parte i 20 € ora che però a voi non interessano
Manco tu mi hai ancora detto che modifiche ha subito per passare di categoria.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 16 novembre 2009, 19:07

AirGek ha scritto: Manco tu mi hai ancora detto che modifiche ha subito per passare di categoria.
io mi fido di AeCI e di ENAC e dei piloti che ci volano, tu ?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 16 novembre 2009, 19:08

IVWP ha scritto:
AirGek ha scritto: Manco tu mi hai ancora detto che modifiche ha subito per passare di categoria.
io mi fido di AeCI e di ENAC e dei piloti che ci volano, tu ?
Non è questo il punto, se un aeromobile si definisce ultraleggero è perchè ha delle caratteristiche ben precise, che differiscono dagli altri aeromobili. Ora per passare di categoria alcune caratteristiche saranno state modificate, io voglio sapere quali.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 16 novembre 2009, 19:13

AirGek ha scritto:
Non è questo il punto, se un aeromobile si definisce ultraleggero è perchè ha delle caratteristiche ben precise, che differiscono dagli altri aeromobili. Ora per passare di categoria alcune caratteristiche saranno state modificate, io voglio sapere quali.


contatta il costruttore o AeCI o ENAC..sapranno dirti cosa hanno modificato

però vorrei capire cosa non lo rende un aereo adatto ad un pilota, cosa li manca ?

se il dubbio è sulla sicurezza o robustezza, si è già dimostrato che è un apparecchio valido

io vedendo le caratteristiche ho idea che mi divertirei più con un P-92 che con un C-150

non appena potrò ci farò un voletto e poi ti dico

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da Luke3 » 16 novembre 2009, 19:22

Madò non volevo far scaturire una discussione così accesa e appassionata :mrgreen:

Il P-92 è probabilmente più divertente, ma i Cessna, anche il piccolo 152, volano come aerei più "cresciuti", insomma sembra di stare su un velivolo di categoria superiore. Almeno questa è la sensazione che ho percepito, ma non mi reputo una fonte affidabile visto che sul P-92 ho tenuto i comandi solo per una mezz'oretta e senza atterrare, quindi non ho un termine di paragone per quella fase. L'effetto si sente ancora più marcatamente passando sul 172, ma non è giusto fare un confronto perchè ovviamente è già un aereo più grande. C'è a chi può piacere come caratteristica e chi invece preferisce un velivolo più "frizzante" nelle caratteristiche di volo. Alla fine, ripeto, si arriva ad una questione di gusti personali. Secondo me però le motivazioni economiche reggono fino ad un certo punto. Risparmiando 20 euro l'ora sul pacchetto di 45 ore risparmi 900 euro, che molto probabilmente però ti andrai a bruciare nell'uno o più passaggi macchina che si potrebbero incontrare nel corso, sia per esigenza che per preferenza.
Rimane secondo me una questione puramente di gusti, ma ci sono diversi altri aerei che potevano essere ottimi concorrenti, solo che i produttori non si sono presentati alla gara purtroppo. Rimanendo in Tecnam però, avrei visto più adatto aspettare ancora un pò e scegliere il P-2008, che almeno è sviluppato già per il mercato certificato e prevede la possibilità di montare il Lycoming :wink:
Comunque da un certo punto in poi dell'addestramento sono d'accordo con l'impiego dei quadriposto, seguendo una filosofia molto diffusa in USA dove un secondo allievo segue da osservatore la lezione che ha appena fatto o andrà a fare. Si potrebbero così fare anche voli lunghi dove ciascun allievo fa una tratta e si dividono le spese

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 16 novembre 2009, 19:25

IVWP ha scritto:
io vedendo le caratteristiche ho idea che mi divertirei più con un P-92 che con un C-150
Le caratteristiche bisogna saperle sfruttare.

Ok, comunque tanto qua è un cul de sac. C''è chi è cresciuto a pane e Cessna (e in sto thread s'è capito chi) e chi crescerà a pane e Tecnam. E' una specie di ordine dei piloti che sono nati con queste macchine, potete capirlo o meno, almeno io la vedo cosi, sarò l'unico pilota che fa sti ragionamenti da motoraio fanatico ma li faccio, che ce voi fà?

tristar: ariribingo, ti risparmio un post.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 16 novembre 2009, 19:46

Luke, almeno non sei integralista come Air :mrgreen:

sui gusti personali non posso non essere d' accordo, ma non riesco a condividere la visione della macchina di livello inferiore perché sviluppata da un ultraleggero

sul discorso dei passaggi macchina rimango del parere che il piccolo risparmio non te lo bruci, perché ti trovi comunque abilitato su una macchina in più, che ti permetterà poi di fare ore a prezzi ragionevoli

insomma, l' idea di volare a 90 € ora come regola e non come incredibile occasione mi alletta (da notare che per i parenti vds il costo reale è di circa 20 €/ora)

riguardo il motore, il Rotax che monta non è il vecchio 2 tempi di cui tutti i motorai hanno imparato a diffidare: il motore installato è sicuro, a dimostrarlo il mercato vds dove il P-92 nelle varie versioni vola con grande successo e gradimento dei piloti
Ultima modifica di IVWP il 16 novembre 2009, 19:53, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
IVWP
FL 200
FL 200
Messaggi: 2205
Iscritto il: 4 novembre 2008, 22:20
Località: Varese

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da IVWP » 16 novembre 2009, 19:50

AirGek ha scritto:
IVWP ha scritto:
io vedendo le caratteristiche ho idea che mi divertirei più con un P-92 che con un C-150
Le caratteristiche bisogna saperle sfruttare.
se siamo a questo punto forse è il momento di fermarsi

tu sei ovviamente sprecato per un P-92

http://www.tecnam.com/index_it.html

betty

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da betty » 16 novembre 2009, 20:04

IVWP ha scritto:riguardo il motore, il Rotax che monta non è il vecchio 2 tempi di cui tutti i motorai hanno imparato a diffidare: il motore installato è sicuro, a dimostrarlo il mercato vds dove il P-92 nelle varie versioni vola con grande successo e gradimento dei piloti
l'epoca dei motori da decespugliatore è finita :mrgreen:
Per il risparmio vi dico che, da noi, dove c'è disponibilità di c172, p92 e PA28, il P92 costa 50 euro in meno all'ora rispetto al Cessna. Alla fine sarebbero come minimo 2000 euro in meno...

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12083
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da AirGek » 16 novembre 2009, 20:15

IVWP ha scritto:
AirGek ha scritto:
IVWP ha scritto:
io vedendo le caratteristiche ho idea che mi divertirei più con un P-92 che con un C-150
Le caratteristiche bisogna saperle sfruttare.
se siamo a questo punto forse è il momento di fermarsi

tu sei ovviamente sprecato per un P-92

http://www.tecnam.com/index_it.html
Non voglio dire che io sono un superpilota e che un 152 te lo faccio andare come un extra ma come dici che ti divertiresti di più su un p92 solo dalle caratteristiche non mi pare neanche giusto, considerando poi che betty stessa ha nutrito dubbi sui dati riguardante i ratei di salita. Ovviamente quando si fanno queste dimostrazioni di potenza non credo che i serbatoi siano pieni zeppi... ho letto un bell'articolo su Volare riguardante le condizioni dell'aereo nelle quali ti portano in volo per poi dimostrarti prestazioni incredibili.
betty ha scritto: l'epoca dei motori da decespugliatore è finita :mrgreen:
Strano, a me pare stia iniziando :mrgreen:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da Flyfree » 16 novembre 2009, 20:30

AirGek ha scritto:Ora per passare di categoria alcune caratteristiche saranno state modificate, io voglio sapere quali.
Un mare di scartoffie in più

Nonno Salt
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 145
Iscritto il: 14 luglio 2009, 15:07
Contatta:

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da Nonno Salt » 16 novembre 2009, 20:45

Mi inserisco per portare il mio indispensabile contributo :mrgreen:

Dunque, se ho letto bene tutto, manca qualcosa. Ovvero, a parte la bontà del velivolo, è il caso di prendere in esame il resto delle condizioni che AeCI propone alle scuole che intendono dotarsi del P92 certificato. Vado a memoria.

1) L'aeromobile viene concesso in affitto per cinque anni prima di divenire di proprietà
2) al termine dei cinque anni, la scuola lo pagherà il 60% del valore iniziale
3) AeCI si accolla il costo della manutenzione pesante

Tutto cio' unitamente al fatto che il P92 consumi la metà del 172 di un carburante che costa la metà, DEVE far diminuire sensibilmente il costo del PPL ottenuto con questi P92. Altrimenti si puo' parlare di truffa da parte delle scuole.

Adessi si che è chiaro! :lol:
N-ONNO

http:/www.fiorenzadebernardi.it
Aeralpi 1967, prima donna pilota commerciale in Italia

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da tristar » 16 novembre 2009, 20:52

AirGek ha scritto:
IVWP ha scritto:
AirGek ha scritto: Manco tu mi hai ancora detto che modifiche ha subito per passare di categoria.
io mi fido di AeCI e di ENAC e dei piloti che ci volano, tu ?
Non è questo il punto, se un aeromobile si definisce ultraleggero è perchè ha delle caratteristiche ben precise, che differiscono dagli altri aeromobili. Ora per passare di categoria alcune caratteristiche saranno state modificate, io voglio sapere quali.
air, questo post denota una certa carenza di logica. Si tratta di un "se" o "implica" se preferisci, non di un "se e solo se". Per essere immatricolato ulm un velivolo (nel significato fisico del termine, cioè che stà in aria, anche se non attrae tutti), deve rispettare alcuni parametri fondamentali quali ad esempio i pesi a vuoto e massimo al decollo, la velocità di stallo (non ricordo in quale configurazione), non può essere plurimotore e cosi via. Questo non significa che non possa rispettare allo stesso tempo anche tutti i parametri imposti per certificare un velivolo come ag. Per quanto riguarda il tecnam, le differenze con la versione certificata sono minime, riguardano sopratutto la strumentazione (come dire che una macchina è meglio di un altra perchè ha l'autoradio) e le pratiche burocratiche che lo seguono fin dalla sua costruzione. Questo me lo ha detto un noto concessionario di tecnam per il nord italia (non che ne dovessi comprare uno, semplicemente frequentavo quel campo di volo e una volta gli ho fatto questa domanda). E' anche un ottimo pilota di elicotteri, forse qualcuno qua dentro lo conosce.


Vorresti dirmi allora che magari ti fa schifo anche l'MCR 01 solo perchè rispetta i parametri per essere omologato ultraleggero e nato come tale? Vai tranquillo che in capacità di volo un cessnino intero non vale neanche quanto un alettone di quest'ultimo. Se ne possono citare a dozzine di ultraleggeri moderni indiscutibilmente e nettamente (voglio vederti a provare il contrario :lol: ) superiori ad un 150 o 152. Pioneer 300, p2002, mcr 01, k77...... Velivoli molto superiori anche per lo stesso insegnamento basico, in quanto ben più sensibili del vecchio americano. Per estremizzare (ivwp, ho detto estremizzare :lol: ), la sensibilità e possibilità di perfezionare la tecnica di pilotaggio con queso velivoli si avvicina a quella di un aliante, (ripeto, estremizzando, per chiarire il concetto), che è risaputamente più esigente in termini di pulizia e precisione di pilotaggio. Se l'obiettivo è quindi imparare a volare (leggi: pilotare), vedo poche argomentazioni a favore dell'americano.

tutto questo da un punto di vista squisitamente tecnico, poi, de gustibus....., l'importante è che sia chiaro che quando si dice che si preferice uno all'altro, lo si fa per gusti e non per tecnica o "superiorita" presunta, dato che sono due cose ben diverse.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: P92 scelto dall'Aeroclub d'Italia

Messaggio da Luke3 » 16 novembre 2009, 21:43

Il problema è che lo stesso aereo, anche se da ultraleggero già rientrava nelle caratteristiche tecniche per essere certificato, prima di ricevere la certificazione il produttore deve dimostrare di aderire a determinati standard di sicurezza nella progettazione, costruzione ed utilizzo dell'aeromobile. La manutenzione dopo dovrà essere fatta in un certo modo secondo certi criteri. Tutte cose che se lo immatricoli come ultraleggero non si applicano. Ci saranno anche ultraleggeri più performanti dei Cessna, ma non devono rispettare tutti gli standard di sicurezza e affidabilità che invece sono imposti giustamente sugli aerei AG.
Credo quindi che quello che si stia chiedendo Air è cosa sia cambiato nel processo di costruzione e magari nel P-92 stesso perchè potesse ricevere la certificazione. O magari la Tecnam già rispettava i criteri di sicurezza degli aerei certificati anche per gli ultraleggeri seppur non richiesto dalla legge. Questo non lo so dire perchè non conosco bene il produttore di Capua.

Rispondi