Piantata motore. Ora ho paura....

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1963
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da 87Nemesis87 » 23 dicembre 2009, 15:02

se lo becchi sono 100 punti :mrgreen:
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9890
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tartan » 23 dicembre 2009, 20:13

vihai ha scritto:
tartan ha scritto: Non hai idea di quanti vaffa ho indirizzato a tuoi amici che mi svolazzano intorno al pallone con il loro fuscelletti.
Se ti facessi un giro attorno con l'aliante ti darebbe fastidio? Rumore non ne fa, promesso :)
Non mi da fastidio l'aliante che, fra l'altro, è stato il mio primo amore. Non mi danno fastidio neanche gli ULM. Mi danno fastidio quelli che non si rendono conto che volare vicino alle mongolfiere facendo evoluzioni non richieste è pericoloso. Che se volano sopra le mongolfiere non sono visibili e se c’è necessità di una salita rapida è pericolosissimo.
Chi vola deve conoscere le problematiche del suo veicolo ma anche quelle di tutti gli altri tipi di volo. :)
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9890
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tartan » 23 dicembre 2009, 20:26

sardinian aviator ha scritto:
Riki82 ha scritto:noto un certo tono aggressivo nei vostri post , posso essere messo a conoscenza delle mie colpe?? forse l'unica colpa che sembra trasparire e' quella di aver preso l'attestato vds...

Caro Riki82,, se c'è un certo risentimento nei miei post non è certamente contro di te. Tu sei una vittima del sistema che fa leva sulle passioni, le incoraggia, ti fa pensare che con un attestato in mano puoi fare quasi tutto quello che vuoi, ma poi non ti forma a sufficienza e ti manda un pò alla ventura. Almeno questa è la mia prima impressione.
Dico di più, conoscevo abbastanza bene il mondo ULM sardo e ne ho ricavato un'idea di approssimazione e superficialità (con poche eccezioni).
La gestione manuale della macchina (lo skill) è una condizione necessaria ma non sufficiente. L'approccio alla sicurezza deve essere globale e qui potremo stare tutta la sera a discutere di questi temi, sui quali non si impara mai abbastanza.
Non te la prendere per le osservazioni e continua a volare; ma approfitta di questo evento per affrontare in futuro in modo "professionale" la tua passione, a cominciare dagli spazi aerei consentiti, approfondendo la teoria del volo, e le altre materie fondamentali. Dimenticavo: quella piantata DEVE avere una spiegazione, non può passare così come un evento normale.
"Ci sono piloti giovani, ci sono piloti vecchi e ci sono piloti indisciplinati; ma non ci sono piloti vecchi indisciplinati".- Ad maiora!
Concordo con quanto detto da sardinia aviator, a cominciare dalla prima affermazione. Niente contro di te, ma il tuo racconto goliardico mi ha confermato che negli anni non è cambiato niente nel mondo del volo ULM. Era ed è rimasto uno dei voli più pericolosi, proprio per la facilità con cui si prende l'attestato (ho assistito a delle sessioni di esami) e per la convinzione ancora radicata che il volo libero sia tale perché non ha regole.
In quanto alla lezione, prova a spiegarmi cosa hai appreso da quello che ti è capitato e come hai pensato di comportarti in futuro. E lascia perdere i luoghi comuni; non si convince nessuno con la violenza o con le bravate che il volo è bello.
Ultima modifica di tartan il 23 dicembre 2009, 21:31, modificato 1 volta in totale.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9890
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tartan » 23 dicembre 2009, 20:28

87Nemesis87 ha scritto: se lo becchi sono 100 punti :mrgreen:
Valgo molto di più, e poi devi beccarmi. :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tristar » 23 dicembre 2009, 20:59

tartan ha scritto:il tuo racconto goliardico mi ha confermato che negli anni non è cambiato niente nel mondo del volo libero.
per chi non lo sapesse puntualizzo soltanto che il volo lbero è tutt'altra cosa, molto più distante dal volo ulm di quanto questo non sia rispetto all'ag.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9890
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tartan » 23 dicembre 2009, 21:28

tristar ha scritto:
tartan ha scritto:il tuo racconto goliardico mi ha confermato che negli anni non è cambiato niente nel mondo del volo libero.
per chi non lo sapesse puntualizzo soltanto che il volo lbero è tutt'altra cosa, molto più distante dal volo ulm di quanto questo non sia rispetto all'ag.
Hai ragione, ho sbagliato facendomi trascinare dal riferimento fatto nei post precedenti. Il volo libero è un'altra cosa. Avrei dovuto dire, per precisione ULM e quanto da me evidenziato sopra si riferisce a ULM.
Ho corretto.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 23 dicembre 2009, 22:28

Non demonizzate il VDS,e' l'ultima maniera che abbiamo per poter volare.L'AG e' ormai impraticabile per prezzi e normative.Conosco ottimi piloti di ULM e pessimi piloti di AG e viceversa..
Ed e' anche il modo per avvicinare molti giovani all'aviazione.Proprio oggi mi ha telefonato un ragazzo che ha iniziato con un P 92 ed adesso vola su un EFA.
Cerchiamo piuttosto di innalzare i livelli di sicurezza che non sono affatto a svantaggio del VDS ,anzi.Il rateo di incidenti per ora volata e' superiore nell''AG.Magari aumentiamo gli standard addestrativi e cerchiamo di selezionare le scuole.Ce ne sono gia' di ottime (ne conosco una per esempio dove l'istruttore e' un ex pilota miltare FI CRI CRE IRI) e scegliamole non per il prezzo (come poi succede sempre) ma per la qualita'.Nel nostro piccolo facciamo "sicurezza" ed emarginiamo gli esibizionisti e i falsi manici.Addestriamoci con criterio e studiamo.Evitiamo di fare cio' che non siamo capaci di fare.Curiamo i nostri mezzi come se fossero mezzi certificati e evitiamo il "fai da te".Il volo e' disciplina sia che sia VDS ,militare o di linea.Solo cosi' manterremo il privilegio di poter volare liberamente(che non vuol dire fare quello che ci pare)
Se l'ENAC mettera' le mani sul VDS l'aviazione popolare sara' morta per sempre.

P.S.
ma il motore poi perche' ha piantato?
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da vihai » 25 dicembre 2009, 0:48

tartan ha scritto: Non mi da fastidio l'aliante che, fra l'altro, è stato il mio primo amore. Non mi danno fastidio neanche gli ULM. Mi danno fastidio quelli che non si rendono conto che volare vicino alle mongolfiere facendo evoluzioni non richieste è pericoloso.
Diciamo che ti trovo davanti su una mongolfiera, non posso stabilire un contatto radio, ci sono dei pericoli se ti faccio un giro o due attorno, come se fossi una bella termica?

L'ho fatto un paio di volte con dei palloncini per bambini.

Oltre alla possibilità di salite e discese rapide, che altri rischi possono esserci?

Ciao,

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9890
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tartan » 25 dicembre 2009, 15:18

vihai ha scritto:
tartan ha scritto: Non mi da fastidio l'aliante che, fra l'altro, è stato il mio primo amore. Non mi danno fastidio neanche gli ULM. Mi danno fastidio quelli che non si rendono conto che volare vicino alle mongolfiere facendo evoluzioni non richieste è pericoloso.
Diciamo che ti trovo davanti su una mongolfiera, non posso stabilire un contatto radio, ci sono dei pericoli se ti faccio un giro o due attorno, come se fossi una bella termica?

L'ho fatto un paio di volte con dei palloncini per bambini.

Oltre alla possibilità di salite e discese rapide, che altri rischi possono esserci?

Ciao,
Puoi passarmi vicino quanto vuoi, purché tu sia sempre in vista e purché tu ricordi che l'unica cosa che possiamo fare noi è salire e scendere (quando c'è spazio per scendere). Altri rischi non ne vedo se non che qualcuno dice che noi facciamo le termiche. In realtà si è trattato di un paracadutisata che durante una manifestazione ha fatto il fico fermandosi quasi a 50 metri da terra. Quando ha ripreso a scendere non ha fatto in tempo a rallentare e si è rotto una gamba. Ha dato la colpa a me che ero gonfio e frenato nei pressi dell'atterraggio, dimenticando che ero poco caldo e che altri paracadutisti erano atterrati prima di lui senza problemi. Però, siccome lui ha detto che la termica generata dal mio pallone gli ha creato problemi, io per dovere di cronaca te lo riporto.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da vihai » 28 dicembre 2009, 1:36

tartan ha scritto: Puoi passarmi vicino quanto vuoi, purché tu sia sempre in vista e purché tu ricordi che l'unica cosa che possiamo fare noi è salire e scendere (quando c'è spazio per scendere).
Quando non c'è spazio per scendere puoi essere certo che non mi vedrai manco col lanternino :)
Altri rischi non ne vedo se non che qualcuno dice che noi facciamo le termiche.
Se tu facessi veramente le termiche rischieresti di essere circondato costantemente da un roccolo di alianti/deltaplani/parapendii e *purtroppo* temo non sia così, altrimenti sai che pacchia?

Toh, un pallone, lì si sale! :)

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5166
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Valerio Ricciardi » 28 dicembre 2009, 8:55

Riki82 ha scritto:L'apparecchio ancora non e' stato ispezionato, la causa piu' plausibile sembra essere quella di un interruzione del circuito carburante, visto che il motore prima dello spegnimento ha avuto il tipico comportamente da mancanza di "brodo", puo' essere sporcizia nella benzina.... vi faro' sapere
Perdonami, io non ho nemmeno l'attestato per far volare un aeroplanino di carta di quelli sulla cui punta alitavi da bambino prima di lanciare, e mi permetto di fare un intervento solo ed esclusivamente perché non siamo in area tecnica. Ma penso che

1) sapere perché il motore di un trabiccolo che vola a quote molto basse e a velocità assai modeste (la quota a mio avviso è tutto, quando qualcosa va storto, perché sinché hai energia cinetica e sei alto dal livello base di riferimento nel campo gravitazionale puoi sempre trasformare alla bisogna un po' di quota in velocità, e all'occorrenza per un po' cambiare di nuovo idea trasformando di nuovo parte della velocità in quota) si è spento, è fondamentale e mi sarei aspettato che occupasse una parte ben più rilevante, magari alla fine, del tuo racconto

2) se emergesse che si è rischiata la pelle di due persone (fatte salve altre a terra, non sta scritto da nessuna parte che l'unico posto dove uno finisca per sfasciare un aereo non possa essere un mercatino ortofrutticolo affollato di venerdì mattina) perché "c'era sporcizia nella benzina" ciò mi apparirebbe un fatto di una gravità inaudita, considerato quanto concettualmente banale è evitare che ciò accada.

A me, darebbe davvero da pensare. Non stiamo parlando di un Aprilia Scarabeo, che se fa sput sput e poi si ferma al massimo ti puoi ritrovare a doverlo spingere smoccolando in dialetto sotto il sole cocente e arrivando a pranzo a un ora impossibile. Parliamo di un trabiccolo leggero e fragile, cui con le manacce da zappaterra mancato che mi ha fatto la mia mamma... forse se fossi veramente molto arrabbiato potrei strappare fisicamente un alettone. Ma un trabiccolo al quale è affidata la tua preziosissima vita, e quella di un'altra persona che ti ha affidato la sua, scusa se è poco, pure con comprensibile timore da neofita a quanto leggo.
E della cui esistenza per quell'oretta di volo piacevole e panoramico tu hai la completa responsabilità.

Preferirei, al posto tuo, venire a sapere che il Rotax si è fermato per una rarissima evenienza tecnica ancora poco nota e che sinora si è verificata in tre casi da quando lo producono...
...piuttosto che scoprire che sei andato vicino a raggiungere il mondo dei più perché c'è stato "qualcuno" (è da capire chi) che non ha guardato se una tanica era ben pulita, o ha lasciato posata a terra la pistola erogatrice e qualche sedimento è potuto entrare, o non ha pulito bene qualche semplice, ovvio, banale, ma esiziale filtro.
Ma scherziamo? Sono cose davvero gravi queste, conosco posti in Sardegna in cui il posto più morbido su cui avresti potuto cercare di posare l'aereo era fatto di spuntoni calcarei ciascuno alto un metro e venti, e pure resi belli aguzzi dall'erosione carsica.

Io in un altro settore (l'immersione subacquea) oltre che appassionato ho un po' di brevetti, se solo ti potessi raccontare quanta gente ho visto lasciarci le penne per cose ovvie, banali, idiote, prevedibili, evitabili, preventivabili... Quanta gente è schiattata perché se ne andava a spasso a venti-trenta metri - finché va tutto liscio è facilissimo - pensando di saper gestire la situazione, forte (!) di un brevetto preso in cinque (5) giorni con una delle tante sigle didattiche nate come funghi per pura speculazione, che ti mettono in mano un tesserino di plastica con su scritto "sei un sub" in cambio di denaro... durante una vacanza a Sharm El Sheikh nella quale faceva tardi ogni sera, abbondava coi cocktail fruttati, seguiva contemporaneamente un corso di lambada (con relativo attestato finale di provetto ballerino) e ci provava con la ragazza della stanza 34...
Gente che moriva per un o-ring posizionato male fra il primo stadio dell'erogatore e la bombola, che uno con un minimo di esperienza avrebbe visto "inaffidabile" a tre chilometri, sapendo comunque che siccome di solito se deve saltare (e farti perdere tutta l'aria in poche decine di secondi) lo fa nei primi dieci minuti, si deve aprire il rubinetto di mandata della bombola appena montato il tutto, lasciandolo sotto pressione per verificarlo durante tutto il tragitto da riva al punto di immersione... ma il pivello niente, arriva, si mette tutto l'ambaradan sulla schiena, entra in acqua e si fa aprire il rubinetto da chi ha più vicino... poi a trenta metri bùm, l'o-ring cede, si ritrova quasi senza pressione nel secondo stadio che ha in bocca, un mare di bolle da tutte le parti, il rumore assordante dell'aria che esce come se gli avessero sparato sulla bombola, lui non è vicino al compagno col quale secondo le sacre regole avrebbe dovuto fare sempre coppia controllandosi a vicenda (e al quale avrebbe potuto far segno di chiudere il rubinetto corrispondente al primo stadio "saltato", e continuare tranquillamente l'immersione riiemergendo con calma respirando dall'erogatore alternativo) va nel panico, risale a pallone e va in sovradistensione polmonare "morendo strappato dentro i polmoni", perché nessuno in cinque giorni ovviamente ha avuto il tempo di ripetergli sino alla nausea - come fondamentale - che risalendo anche e soprattutto in emergenza si deve respirare continuamente per scaricare la sovrappressione dovuta al fatto che se sei a trenta metri stai respirando aria a +tre bar rispetto alla superficie, e la devi far uscire... in alternativa se sei in condizioni di mollare l'erogatore, devi risalire espirando, espirando, espirando... e mentre espiri l'aria sembra non finire mai...

Non so se ho reso l'idea.
Sai quanto costa un o-ring come quello che ha già fatto morire un mucchio di sprovveduti? Diciamo quindici centesimi...


Benzina sporca? Ma hai fatto rifornimento in una bocciofila? Non esiste proprio... pensaci, fratello mio.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 28 dicembre 2009, 14:51

Ma perchè non controllate neanche la benzina voi altri?? Io l'unica volta che ho trovato acqua, sono stato per mezz'ora a drenare con il mio istruttore...

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Luke3 » 28 dicembre 2009, 15:11

Un fuel tester, un controllo il primo volo della giornata e dopo ogni rifornimento, butti via 10 euro e 5 minuti in più di preflight, però il tradeoff conviene!
Comunque è importantissimo sapere il motivo della piantata, sopratutto per prendere provvedimenti futuri ed evitare che si ripeta, e purtroppo questo episodio ha esposto molti dei problemi del mondo VDS che spero un giorno vengano affrontati per renderla una disciplina più sicura

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16482
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da JT8D » 28 dicembre 2009, 15:26

Non voglio demonizzare il VDS, e come detto qualche post sopra dall'amico sigmet, il VDS ha le sue ragioni di esistere e rappresenta una realtà con i suoi vantaggi, certamente.
Però è indubbio che nel VDS esistano dei problemi. Non voglio generalizzare, e certamente nel VDS esistono scuole serie, piloti seri e con la giusta mentalità, ambienti seri in cui svolgere in sicurezza questa attività.
Ma per contro, ho visto con i mei occhi nel VDS cose da far impallidire. Piloti "pseudo top gun" convinti di essere dei fenomeni, infrazione costante, voluta e ripetuta dei regolamenti (con relativa loro spiegazione: tanto non servono a nulla... :( ), totale mancanza di una giusta mentalità aeronautica, orientata alla sicurezza. Non parliamo poi delle questioni tecnico-manutentive: ho visto fare cose che io non farei mai nemmeno al motore della mia auto, che se pianta non è in volo.

Insomma, è innegabile che a fronte di realtà serie, esistono anche molti problemi, che purtroppo portano anche a incidenti gravi, alla perdita di vite umane a a gravi conseguenze fisiche.
Spesso nel VDS manca un'analisi completa ed approfondita delle cause tecniche degli incidenti: mi auguro che l'amico capisca che comprendere la causa della piantata è fondamentale, anche se spesso nell'ambiente VDS la cosa viene un pò sottovalutata. E solo così si può imparare dall'incidente.
E se è stata veramente la benzina, è cosa di una gravità enorme, che richiede una attenta analisi per capire dove sono stati gli errori che hanno permesso la contaminazione della benzina. Purtroppo queste analisi nel VDS spesso non vengono fatte :(
Io mi auguro che il nostro amico abbia imparato da questo, e sfrutti l'incidente e la fortuna che ha avuto (e purtroppo non è detto che in tutti gl incidenti si abbia tale fortuna....) per capire, imparare e migliorare il proprio approccio al volo, acquisendo, anche nel VDS, una mentalità da "pilota".

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano".


Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 29 dicembre 2009, 0:00

Luke3 ha scritto:Un fuel tester, un controllo il primo volo della giornata e dopo ogni rifornimento, butti via 10 euro e 5 minuti in più di preflight, però il tradeoff conviene!
Comunque è importantissimo sapere il motivo della piantata, sopratutto per prendere provvedimenti futuri ed evitare che si ripeta, e purtroppo questo episodio ha esposto molti dei problemi del mondo VDS che spero un giorno vengano affrontati per renderla una disciplina più sicura

Io uso una comune pasta in uso ai distributori.E' un reagente e in presenza di H2O diventa subito rosso.Costo di un tubetto 12 euro e ci vai avanti un paio di anni!
Per la cronaca comunque le piantate per acqua nel carburante sui rotax si contano sulle dita di una mano;il tipo di carburatore e l'impianto di alimentazione non risentono piu' di tanto di questo problema a meno di grosse quantita'.La maggior parte delle volte (l'ultima su un P 92 e' della settimana scorsa) si tratta di problemi di alimentazione(rubinetti chiusi,filtri sporchi,tubi che si staccano,carburatori non fissati bene,benzina SPORCA,vapour lock)
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 29 dicembre 2009, 10:14

sigmet ha scritto:
Luke3 ha scritto:Un fuel tester, un controllo il primo volo della giornata e dopo ogni rifornimento, butti via 10 euro e 5 minuti in più di preflight, però il tradeoff conviene!
Comunque è importantissimo sapere il motivo della piantata, sopratutto per prendere provvedimenti futuri ed evitare che si ripeta, e purtroppo questo episodio ha esposto molti dei problemi del mondo VDS che spero un giorno vengano affrontati per renderla una disciplina più sicura

Io uso una comune pasta in uso ai distributori.E' un reagente e in presenza di H2O diventa subito rosso.Costo di un tubetto 12 euro e ci vai avanti un paio di anni!
Per la cronaca comunque le piantate per acqua nel carburante sui rotax si contano sulle dita di una mano;il tipo di carburatore e l'impianto di alimentazione non risentono piu' di tanto di questo problema a meno di grosse quantita'.La maggior parte delle volte (l'ultima su un P 92 e' della settimana scorsa) si tratta di problemi di alimentazione(rubinetti chiusi,filtri sporchi,tubi che si staccano,carburatori non fissati bene,benzina SPORCA,vapour lock)


Bene!! Allora mica siamo tanto matti a dire che nel mondo VDS ci sono troppe mele marce...

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Luke3 » 29 dicembre 2009, 10:53

Carina la pasta sensibile all'acqua, di preciso come funziona però? Ci metti un pò di carburante sopra dalle drainage valves e vedi se reagisce?

Uno degli istruttori al club l'altro giorno stava dicendo appunto che i Rotax nel VDS piantano spesso perchè molte volte i proprietari ci mettono le mani senza sapere bene quello che fano, invece di far fare la manutenzione ad un tecnico. Da quanto si evince dal messaggio le cause principali coincidono con questa definizione.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 29 dicembre 2009, 12:15

Kappa ha scritto:
Bene!! Allora mica siamo tanto matti a dire che nel mondo VDS ci sono troppe mele marce...
Perdona ma questa non l'ho capita... :roll:
Luke3 ha scritto:Carina la pasta sensibile all'acqua, di preciso come funziona però? Ci metti un pò di carburante sopra dalle drainage valves e vedi se reagisce?
La spalmo su una stecca di alluminio e poi la immergo nel bicchierino dove ho raccolto lo spurgo del drenaggio.Lo stesso con un campione prelevato dalle taniche.
Spesso l'acqua e' causata dalla condensa dei serbatoi.
La cosa importante e' evitare di lasciare i serbatoi semivuoti.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 29 dicembre 2009, 12:50

Intendevo dire che nella mia ottica è inaudito che succedano cose del genere...
Come giustamente ha detto Luke, nel VDS mettono le mani nel motore come se stessero aggiustando il motorino!

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 29 dicembre 2009, 13:09

Kappa ha scritto:Intendevo dire che nella mia ottica è inaudito che succedano cose del genere...
Come giustamente ha detto Luke, nel VDS mettono le mani nel motore come se stessero aggiustando il motorino!

Purtroppo succede anche in AG.Le cause delle piantate sono esattamente le stesse anche se le proporzioni cambiano ma e' ugualmente triste pensare che si decolli con un cesnna 172 col serbatoio chiuso....
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 29 dicembre 2009, 13:16

Mah, io non ho mai visto nessun pilota mettere mano ad un motore, se non per i controlli pre-volo!
Che le piantate succedano anche in AG, è fuori dubbio, sempre con una macchina si ha a che fare!

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12349
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da AirGek » 29 dicembre 2009, 13:17

sigmet ha scritto:
Kappa ha scritto:Intendevo dire che nella mia ottica è inaudito che succedano cose del genere...
Come giustamente ha detto Luke, nel VDS mettono le mani nel motore come se stessero aggiustando il motorino!

e' ugualmente triste pensare che si decolli con un cesnna 172 col serbatoio chiuso....
Scusa com'è possibile?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 29 dicembre 2009, 13:19

AirGek ha scritto:
sigmet ha scritto:
Kappa ha scritto:Intendevo dire che nella mia ottica è inaudito che succedano cose del genere...
Come giustamente ha detto Luke, nel VDS mettono le mani nel motore come se stessero aggiustando il motorino!

e' ugualmente triste pensare che si decolli con un cesnna 172 col serbatoio chiuso....
Scusa com'è possibile?
Si, in effetti ci stavo pensando anche io! Visto che con il serbatoio chiuso manco puoi mettere in moto (O quasi) :mrgreen:

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 29 dicembre 2009, 14:28

AirGek ha scritto: Scusa ,come e' possibile?
Here are two NTSB reports where a Cessna 172 had enough fuel in the lines to allow a pilot to
takeoff even though the fuel selector was in the off position.
3/21/2004 Creswell, OR. Beautiful VFR weather
Pilot Experience 535TT 135TT in C172s
4 hours in the last 90 days.
After a previous flight the pilot turned his fuel selector to the off position. He had never done
this in over twenty years, but decided to shut off his fuel for some reason this day. Eight days
later he was going flying by himself. The fuel valve happens to be 180 degrees in the opposite
direction from both, when in the off position for a C-172. When the pilot glanced at his fuel
selector, it appeared normal. He took off, the engine quit at a few hundred feet above the
ground. He did not try to switch tanks. He landed straight ahead in a field. He hit a tree and a
fence but was not injured.
Nei soli stati uniti
indovina quanti sono stati i casi di fuel starvation su C172 dal 2005?

Kappa ha scritto:
Si, in effetti ci stavo pensando anche io! Visto che con il serbatoio chiuso manco puoi mettere in moto (O quasi) :mrgreen:
Prova anche tu! :wink:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 29 dicembre 2009, 14:33

Ok, ma comunque non rientra nel discorso che facevamo prima!

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 29 dicembre 2009, 15:14

Kappa ha scritto:Ok, ma comunque non rientra nel discorso che facevamo prima!
Ovvero la manutenzione?
Allora ti cito un dato relativo sempre agli stati uniti ,dove come sai volano molti aerei di AG ed il campione e' significativo.
Su circa 500 incidenti mortali relativi a problemi legati a avarie dell'aeroplano ben il 32% e' stato dovuto a "violations". Inoltre l'80 % degli incidenti (fatal-non fatal) e' stato determinato da "Skill based error"(errori di incompetenza o scarsa qualita' degli interventi).
Ti premetto che volo sia VDS che AG e non ho alcun interesse a difendere ne l'una ne l'altra categoria ma ti assicuro che le minkiate le vedo da una parte e dall'altra...
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Brandy25
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 54
Iscritto il: 21 ottobre 2006, 10:04
Località: ovunque...sempre in giro

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Brandy25 » 29 dicembre 2009, 15:25

Caro utente...incidentato,
ti dò alcuni consigli importanti...e li scrivo pubblicamente perchè anche altri ne possano beneficiare;
il tuo è stato un vero e proprio incidente di volo (e non un inconveniente grave come pensi - vi è proprio una classificazione legislativa a riguardo)
le cose da fare urgentemente sono:
1. denuncia dell'accaduto ai carabinieri
2. andare sul sito dell'ANSV e mandare immediatamente la segnalazione di incidente...fallo ASAP, potresti salvare la vita ad altre persone! ti contatteranno sicuramente
3. contatta immediatamente la Rotax per la perizia sul motore! sarà gratuita (è nel loro interesse) e potrà anche questa salvare altre vite.

Non pensare di poter fare l'investigazione incidente da solo....vi è personale pagato specializzato in tal senso. Una volta saputa la causa, rendila pubblica in modo che tutti sappiano cos'è successo e possano evitare la stessa problematica (qualsiasi natura sia - umana, tecnica, ambientale, accidentale etc)

Ciao

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Aldus » 29 dicembre 2009, 16:04

Non voglio fare l'avvocato del diavolo in difesa del nostro utente ricky, però secondo me si sta un pelino calcando la mano su questioni che, se da una parte sono sicuramente vere e serie, dall'altra "possono" (tra virgolette) essere futili.
Iniziamo dalla questione primaria di tutto il racconto (racconto che l'utente, senza alcuna vergogna ha voluto apertamente raccontarci, anzichè tenere nascosto, il che dimostra per lo meno un atto di buona fede): la piantata motore.
La piantata motore costituisce un guasto tecnico che è sempre meglio (assolutamente) cercare di capire e rimediare al fine che non accada mai più in futuro.
La cosa che però (lo dico serenamente e onestamente) mi ha dato un po' fastidio sono state tutte le varie affermazioni "ma tu hai fatto xxx? ma tu hai controllato yyy?, etc".
L'utente non ha detto se ha fatto tutto ciò, e se non l'ha fatto costituisce un errore, su questo non ci piove.
Ma è anche altrettanto vero che in aviazione esistono decine, che dico decine, centinaia se non migliaia di casi di piantata motore avvenuti anche dopo aver fatto tutti i controlli più rigorosi di questo mondo.
E' realtà, non una mia invenzione.
Persino aerei di linea ultracontrollati e ultrasosfisticati hanno avuto le loro belle piantate motore all'improvviso e senza appartente motivo.
Ritengo quindi che prima di recriminare contro quell'utente è indispensabile capire (in questo caso sarà l'utente stesso a farci un bel report, visto che è stato già gentile da raccontarci la sua disavventura) cosa è successo, e perchè è successo.
Non mi sembra il caso di andare subito alle conclusioni del tipo "ecco hai sbagliato tu, per me era questo, per me era quello" se nemmeno sappiamo realmente a cosa è stato dovuto quello stallo tecnico.
Potrebbe essere un mal manutenzione del motore, ma potrebbe essere anche sfiga, perchè no, non è certo la prima volta che un motore (anche in perfettissima efficienza e manutenzione) pianta così per sport.
Sulla rivista "Volare" ad esempio ho letto di piantate motore capitate a motori rotax che hanno quasi dell'assurdo, tipo chessò si rompe una fascia di tenuta di un pistone, così, all'improvviso (e naturalmente non si può pretendere che un pilota prima di andare in volo smonti tutto quanto il motore per guardare se sono a posto le fasce), oppure di tubetti di carburante che con un controllo visivo risultano perfetti, a posto, ben saldi, e poi in volo (con le vibrazioni) si tagliano in prossimità della fascetta, così, all'improvviso.
Sono tante le ragioni che possono portare un motore (anche nuovo di pacca) a fermarsi, e prima di buttarsi a capofitto ad accusare il meccanico o il pilota bisogna avere in mano un report preciso della situazione, e del perchè è successo.
Solo in seguito allora si può accusare chi di dovere.

Si è poi parlato di volo poco sicuro da parte di questo settore VDS.
Ammetto di conoscere poco, anzi praticamente niente di questo settore, però l'utente non mi sembra che abbia osato fare chissà cosa.
Non si è messo a fare acrobazia aerea, a rasare le teste dei bagnanti, o a fare chissà cosa sopra i centri urbani (ha detto lui stesso di averli volutamente evitare), a infastidire le mongolfiere, a portar via le bandierine dal pennone delle barche a vela, etc etc, il che tutto sommato non mi sembra una chissà quale pericolosa attività quella che ha fatto.
Semplicemente si è fatto un tranquillo giretto panoramico che in caso di NON piantata motore si sarebbe risolto positivamente e con grande felicità per il suo passeggero che ha potuto, per una volta, ammirare la bellezza del volo e della sardegna vista da una prospettiva così poetica.
Purtroppo così non è stato, la felicità si è trasformata in un'emergenza (evitabile o non evitabile, è un altro discorso a parte) che fortunatamente si è risolta senza gravi conseguenze fisiche per entrambi.
E questa, permettetemi di sottolinearla, è la cosa PIU' importante di tutte, perchè un incidente di volo può anche capitare (è capitato anche piloti espertissimi!), ma l'importante è che se (se) capita DEVE potersi risolvere felicemente senza che nessuno ci lasci la pelle.
Questo è l'essenziale.
E vuoi per fortuna, vuoi per bravura del nostro utente che ha saputo rimediare alla situazione mantenendo il sangue freddo, questo è successo, nessuno è morto (Dio ce ne scampi), il che non ci può fare che bene.

In terzo luogo si è parlato di spazi non sorvolabili.
Naturalmente è un'infrazione aeronautica volare dove non sarebbe consentito volare, il che renderebbe l'utente colpevole di tale infrazione e/o indisciplina.
E' un punto a suo sfavore quindi che non gli fa onore; ma questo l'utente ora lo sa, lo accetta a testa bassa, si assume le sue colpe (se poi è vero che ha volato dove non si può), e buonanotte suonatori, così è andata e si spera che non accada più.
Ma aldilà di questo fattore "normativo" (che è importante eh, non sto dicendo il contrario, anzi) una cosa è volare sopra una steppa sarda sorvolabile, o non sorvolabile, un altro è avere una piantata motore.
Se un motore pianta improvvisamente in mezzo alle scogliere sarde "sorvolabili", ossia facenti parte di un'area adibita al volo, non è che il pilota si salva matematicamente.
Sarà anche su un'area consentita al volo, ma se pianta il motore sono c***i amari lo stesso.
Non è che nell'area sorvolabile c'è sotto il tappetino rosso che lo attende per un soffice atterraggio.
Magari fosse così.
La sardegna è una terra meravigliosa paesaggisticamente, ma anche selvaggia dal punto di vista orografico.
Posso volare dove voglio, ma se mi pianta il motore sono nei guai grossi, sempre e comunque (e meno che sto volando sopra l'aeroporto di Olbia con tanto di pista sotto).
Il discorso quindi del "volavi in un'area non consentita" trova il tempo che trova in questo contesto, nel senso che in caso di piantata motore parlare di area non consentita o area consentita non è assolutamente sinonimo di "ecco se volavi nell'area consentita eri sicuramente salvo, lì è impossibile che ti ammazzi".
Non è vero, proprio per niente.
Una cosa è un'emergenza tecnica in volo, un altra le scartoffie.
Ripeto, NON sto dicendo che allora si può volare dove si vuole, così per sport, infischiandosene altamente delle normative e dei regolamenti!
Mai e poi mai, non sto affatto asserendo questo!
Sto solo dicendo che in caso di piantata motore, cioè di emergenza tecnica improvvisa, l'area in cui si vola può, o non può, (dipende da luogo a luogo) essere del tutto ininfluente.
Se là sotto c'è solo steppa, rovi, e rocce, poco cambia, ci si ritrova nonostante tutto a rimediare a un'emergenza imprevista (perchè se fosse stata "prevista" sicuramente non si sarebbe andati in volo, logica elementare) cercando di salvarsi la pelle.
Schiantarsi e morire in una "area sorvolabile" o in una "area non sorvolabile" non cambia niente dal punto di vista pratico.
Comunque sia sono morto e non affatto vero che se avessi volato su un'area sorvolabile non sarei morto.
Magari fosse così facile.


Ecco, detto questo (non l'ho detto per difendere l'utente, l'ho detto solo perchè ho ritenuto di dire la mia impressione sull'avvenimento) aspettiamo ora che l'utente ci faccia, appena può, un bel report sulla causa dell'inconveniente tecnico del motore.
Io forse, contrariamente ad alcuni di voi, mi sento di dare fiducia a quell'utente.
Gliela dò perchè l'uente ha voluto farci partecipi della sua disavventura, perdendoci anche la faccia se sarà il caso, ma lo ha fatto, ci ha raccontato tutto.
Significa quindi che è onesto, non nasconde niente.
Forse ha sbagliato delle cose, forse la colpa è solo sua, ma essere onesti non significa e non ha mai significato non sbagliare mai.
Anche chi sbaglia può essere onesto se solo ha l'educazione di raccontare tutto pubblicamente, e in quanto tale l'utente, secondo il mio modo di vedere, merita rispetto, non insulti prematuri e frecciatine varie.
Sono più che mai convinto che questo pilota di VDS avrà imparato moltissimo da quella disavventura e potrà in futuro farne un'ottima guida per la sua passione del volo turistico affinchè avvenga sempre in totale sicurezza e sempre più serena.
Ha fatto bene dunque a parlarne con noi, merita una stretta di mano per questo, nonchè anche un minimo di consolazione per avere visto la morte in faccia e averla evitata, vuoi per fortuna, vuoi per bravura.

Attendiamo quindi che Ricky ci faccia un bel report dettagliato dell'inconveniente tecnico, e sono sicuro che se il report dovesse anche dargli colpa (chessò, lui non ha controllato la benzina, e il problema era proprio quello) ricky ce lo dirà, pur con vergogna per aver commesso un simile sbaglio, ma ce lo dirà con onestà e senza nascondersi.
Il che, dal mio punto di vista, lo reputo un comportamento ammirevole.
Sbagliare è umano.
Anche grandi piloti hanno sbagliato (e spesso hanno pagato con la vita il loro sbaglio).
Sbagliare e raccontare lo sbaglio a tutti quanti come ha fatto lui, merita una stretta di mano secondo me.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Aldus » 29 dicembre 2009, 16:08

Brandy25 ha scritto:Caro utente...incidentato,
ti dò alcuni consigli importanti...e li scrivo pubblicamente perchè anche altri ne possano beneficiare;
il tuo è stato un vero e proprio incidente di volo (e non un inconveniente grave come pensi - vi è proprio una classificazione legislativa a riguardo)
le cose da fare urgentemente sono:
1. denuncia dell'accaduto ai carabinieri
2. andare sul sito dell'ANSV e mandare immediatamente la segnalazione di incidente...fallo ASAP, potresti salvare la vita ad altre persone! ti contatteranno sicuramente
3. contatta immediatamente la Rotax per la perizia sul motore! sarà gratuita (è nel loro interesse) e potrà anche questa salvare altre vite.

Non pensare di poter fare l'investigazione incidente da solo....vi è personale pagato specializzato in tal senso. Una volta saputa la causa, rendila pubblica in modo che tutti sappiano cos'è successo e possano evitare la stessa problematica (qualsiasi natura sia - umana, tecnica, ambientale, accidentale etc)

Ciao
Ecco questo è un ottimo consiglio.
Ricky fai questa cosa e rendila pubblica (anche a noi).
Aiuterai te stesso e migliorarti, aiuterai il settore VDS, aiuterai l'aviazione tutta a divenire più sicura.
Il che è nell'interesse di ogni appasionato del volo.
Volare è bello.
Cerchiamo di farlo rendendolo sempre più bello.
Segui quel consiglio, è un ottimo consiglio. :wink:

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6201
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sigmet » 29 dicembre 2009, 19:19

Brandy25 ha scritto:Caro utente...incidentato,
ti dò alcuni consigli importanti...e li scrivo pubblicamente perchè anche altri ne possano beneficiare;
il tuo è stato un vero e proprio incidente di volo (e non un inconveniente grave come pensi - vi è proprio una classificazione legislativa a riguardo)
le cose da fare urgentemente sono:
1. denuncia dell'accaduto ai carabinieri
2. andare sul sito dell'ANSV e mandare immediatamente la segnalazione di incidente...fallo ASAP, potresti salvare la vita ad altre persone! ti contatteranno sicuramente
3. contatta immediatamente la Rotax per la perizia sul motore! sarà gratuita (è nel loro interesse) e potrà anche questa salvare altre vite.

Non pensare di poter fare l'investigazione incidente da solo....vi è personale pagato specializzato in tal senso. Una volta saputa la causa, rendila pubblica in modo che tutti sappiano cos'è successo e possano evitare la stessa problematica (qualsiasi natura sia - umana, tecnica, ambientale, accidentale etc)

Ciao

L'ANSV nel campo del volo VDS svolge ancora pero' la sola funzione di monitoraggio.Quella investigativa no.
Come dice giustamente Brandy pero' un investigazione va fatta,anche per tua tranquillita'.
Sulla perizia della casa madre purtroppo,per esperienza personale,non ho molta fiducia.Semmai lo manderei ad uno dei centri autorizzati (Minari mi ha fatto una buona impressione da questo punto di vista).
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9890
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da tartan » 30 dicembre 2009, 19:37

Aldus ha scritto:Non voglio fare l'avvocato del diavolo in difesa del nostro utente ricky, però secondo me si sta un pelino calcando la mano su questioni che, se da una parte sono sicuramente vere e serie, dall'altra "possono" (tra virgolette) essere futili.

Omissis

Gliela dò perchè l'uente ha voluto farci partecipi della sua disavventura, perdendoci anche la faccia se sarà il caso, ma lo ha fatto, ci ha raccontato tutto.
Significa quindi che è onesto, non nasconde niente.
Forse ha sbagliato delle cose, forse la colpa è solo sua, ma essere onesti non significa e non ha mai significato non sbagliare mai.
Anche chi sbaglia può essere onesto se solo ha l'educazione di raccontare tutto pubblicamente, e in quanto tale l'utente, secondo il mio modo di vedere, merita rispetto, non insulti prematuri e frecciatine varie.
Sono più che mai convinto che questo pilota di VDS avrà imparato moltissimo da quella disavventura e potrà in futuro farne un'ottima guida per la sua passione del volo turistico affinchè avvenga sempre in totale sicurezza e sempre più serena.
Ha fatto bene dunque a parlarne con noi, merita una stretta di mano per questo, nonchè anche un minimo di consolazione per avere visto la morte in faccia e averla evitata, vuoi per fortuna, vuoi per bravura.

Attendiamo quindi che Ricky ci faccia un bel report dettagliato dell'inconveniente tecnico, e sono sicuro che se il report dovesse anche dargli colpa (chessò, lui non ha controllato la benzina, e il problema era proprio quello) ricky ce lo dirà, pur con vergogna per aver commesso un simile sbaglio, ma ce lo dirà con onestà e senza nascondersi.
Il che, dal mio punto di vista, lo reputo un comportamento ammirevole.
Sbagliare è umano.
Anche grandi piloti hanno sbagliato (e spesso hanno pagato con la vita il loro sbaglio).
Sbagliare e raccontare lo sbaglio a tutti quanti come ha fatto lui, merita una stretta di mano secondo me.
Lui non ha volato attorno a mongolfiere, ma altri lo hanno fatto e fatto male. A loro mi rivolgevo e non a lui, forse per informarlo in anticipo, prima che lo facesse, così che se andava tutto bene il suo passeggero aveva vissuto una bella esperienza.
L' impressione che ho ricevuto dalla descrizione del suo incidente è stata che conoscere il perché della piantata motore non fosse una priorità. Che poi la piantata motore sia una cosa che può avvenire, nonostante tutti i controlli, è verissimo ed è per questo che prima del volo si prevede e si imposta il volo come se avvenisse realmente, con una pianificazione che va dal decollo alla verifica dei territori sorvolati fino all'atterraggio. E' chiaro che per un monomotore non sia pensabile prevedere la piantata motore come si fa per gli aerei bi o tri motori, però bisogna sempre tenerne conto, ad esempio evitando il sorvolo di zone che anche se non sono proibite possono lo stesso essere proibitive in caso di piantata. Il volo a bassa quota sull'acqua è una di quelle cose da evitare, specialmente se a bordo c'è un passeggero che affida la sua vita al suo "amico".
Secondo me, specialmente dopo l'intervento di quell'altro che incita ad una ripetizione del volo con lo stesso passeggero, obbligandolo a partecipare perchè così gli passa la paura, tutti i commenti sono stati sacrosanti, non tanto per condannare l'autore quanto per far capire ad eventuali "rambo" quanto sia sbagliato affrontare il volo con leggerezza.
Quella che segue è la chiusa del suo racconto. Non mi sembra che stia raccontando di uno sbaglio, proprio per niente, e non mi sembra neanche che ci stia informando che sta facendo indagini, proprio per niente.
..............
lo seguo e posso osservare i danni del "giocattolo" poverino... carrello anteriore castello motore squarcio nell'ala e altre cosette carine....
Ora ho paura.... Ho paura di aver segnato per sempre la vita di una persona che non voleva salire in aereo..... io.... volero' il giorno dopo.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da araial14 » 30 dicembre 2009, 19:59

tartan ha scritto: Niente contro di te, ma il tuo racconto goliardico mi ha confermato che negli anni non è cambiato niente nel mondo del volo ULM.
Quelli di Tartan, che non è solo un mongolfierista (spero così si dica) ma un espertissimo tecnico d'aviazione, sono consigli che, invece di trovare sentimenti di offesa o, peggio ancora, di velata accondiscendenza per l'accaduto, dovrebbero essere motivo di vivo ringraziamento e basta. Se non si accetta di ricevere consigli da chi più ne sa (in generale e in aviazione in modo delicatamente particolare)non solo ci si espone agli errori in modo reiterato, ma alla messa in pericolo della vita propria e nel caso trattato anche di quella altrui.Anche l'umiltà spesso salva.
Bravo Tartan!
Immagine
Immagine

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Flyfree » 31 dicembre 2009, 8:12

Mi permetto di esprimere anche il mio giudizio generico sulla sicurezza del volo ULM e AG in quanto ritengo che la preparazione tecnica necessaria per volare in sicurezza su di un ULM deve essere necessariamente superiore a quella del pilota d’AG. Partendo da questo presupposto e considerando che un velivolo ULM ha una velocità minima e una massa minore rispetto ai valori classici d’AG, sono convinto che il VDS possa ritenersi relativamente più sicuro di quello d’AG. Per questo personalmente quando volavo assiduamente e costruivo stavo più tranquillo su di un ULM. Saluti.

Kappa
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 614
Iscritto il: 7 gennaio 2009, 14:00
Località: In between 52k of thrust

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da Kappa » 31 dicembre 2009, 11:09

Beh allora se la metti così, volare sui liners è molto insicuro...
Comunque, in questo thread si sta solo sviluppando un flame su chi difende ULM e chi difende AG, ma questo non risolve la questione!
Che le teste di bip ci sono da entrambe le parti è sicuro, ma il dato di fatto che secondo me è insidacabile è che il VDS è quasi totalmente fuori controllo, questo unito anche ad una scarsa preparazione del pilota può avere effetti micidiali.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4840
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Piantata motore. Ora ho paura....

Messaggio da sardinian aviator » 31 dicembre 2009, 12:06

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Quartu, hanno denunciato Fabio Ligas, 56 anni di Quartu dipendente dell'Enel, per aver violato il codice di navigazione aerea provocando grave pericolo all'incolumità pubblica

Ligas, intorno alle 10 di ieri mattina, alla guida di un deltaplano a motore, con a bordo il proprio figlio 14enne, è entrato nello spazio aereo dell'aeroporto di Elmas, invadendo il sentiero di avvicinamento degli aerei di linea. Segnalato il pericolo da parte della torre di controllo dell'aeroporto, il deltaplano' sprovvisto di radio - è stato intercettato da un equipaggio dell'undicesimo Nucleo Elicotteri carabinieri di Elmas, mentre volava a quota bassa sullo stadio Sant' Elia di Cagliari . E' stato fatto atterrare sul campo di volo a 'Su Staini', a pochi chilometri da Maracalagonis.

Giovedì 31 dicembre 2009 08.25
da L'Unione Sarda


E' questo il mondo VDS in Sardegna?
Ci si mettono anche i padri di famiglia?
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Rispondi