Odissea Ryanair per un uomo malato

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
imperterrito
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 435
Iscritto il: 24 agosto 2008, 15:41

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da imperterrito » 17 maggio 2010, 12:39

nocturnus ha scritto: Fermali i maroni fermali altrimenti poi si surriscaldano.
Seguendo bene la vicenda ho appreso che non solo l'ha fatto spostare ( e va bene se per motivi di sicurezza ), ma dopo senza alcun motivo ( apparente ) e sottolineo apparente ( non è il mio lavoro, quindi se sbaglio spiegatemi voi il motivo ) sempre attraverso gli aavv GLI INTIMA DI SCENDERE DAL MEZZO , perdonami, ma una scelta così "imperativa" di far sbarcare un passeggero sulla base di ( presumo) aria fritta mi sembra un genere di responsabilità che colui che la decreta dovrebbe mettere la sua bella faccia E NON UTILIZZARE QUELLA DI ALTRI PROFESSIONISTI!!!
Ah...eri su quel volo ed hai potuto seguire l'intera vicenda dunque?

Imperterrito
Immagine

Avatar utente
Leemah
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 5 marzo 2008, 17:26
Località: Brescia

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da Leemah » 17 maggio 2010, 12:59

nocturnus ha scritto:"A me ste cose fanno girare un po' i maroni...ma tu pensi che gli AV servano gli snack e basta? Non ha mandato a parlare un passeggero....ha mandato una persona "responsabile" della cabina...quindi che discorso e' quello del "mettere il muso"?"

Fermali i maroni fermali altrimenti poi si surriscaldano.
Seguendo bene la vicenda ho appreso che non solo l'ha fatto spostare ( e va bene se per motivi di sicurezza ), ma dopo senza alcun motivo ( apparente ) e sottolineo apparente ( non è il mio lavoro, quindi se sbaglio spiegatemi voi il motivo ) sempre attraverso gli aavv GLI INTIMA DI SCENDERE DAL MEZZO , perdonami, ma una scelta così "imperativa" di far sbarcare un passeggero sulla base di ( presumo) aria fritta mi sembra un genere di responsabilità che colui che la decreta dovrebbe mettere la sua bella faccia E NON UTILIZZARE QUELLA DI ALTRI PROFESSIONISTI!!!
"Seguendo bene la vicenda" che vuol dire? Se fossi in te mi leggerei la procedura Ryanair che, molto gentilmente, Alex111 ha postato qualche intervento fa. Ce ne sono poche di palle: una procedura è una procedura.
Poi si può aprire un'altra discussione sui modi che sono stati usati, ma sarebbe basata solamente su ipotesi visto che nessuno di noi era presente e che l'unica cosa certa che abbiamo è che l'equipaggio si è comportato come doveva.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da araial14 » 17 maggio 2010, 13:03

Con tutto il rispetto e la comprensione per i portatori di Handycaps a cui va tutta la mia incondizionata solidarietà!
Mi sento solo di aggiungere quanto segue.
Le norme di sicurezza valgono per tutti indistintamente, soprattutto per chi soffre di mobilità ridotta, anzi, a maggior ragione.
Ryan non è una delle compagnie che mi stanno più a cuore ma gli eventi devono essere considerati anche nella loro effettiva oggettività. Se qualcuno che scrive su queste pagine è stato testimone della scena acquista una (non totale) trattabile credibilità. Bisogna vedere in quale modo il passeggero si è relazionato con l'equipaggio.Purtroppo civiltà ed educazione prescindono sia dallo stato fisico che da quello sociale o culturale.
Immagine
Immagine

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da MD82_Lover » 17 maggio 2010, 13:13

nocturnus ha scritto:Discriminazioni di questa mole mi indignano ( forse perchè vissuto personalmente ) per cui personalmente ( anche se probabilmente sbaglio ) boccio pesantemente il comportamento di tale cpt ( ricordo lui è al nostro servizio non noi al suo ) !!!!
Il Comandante è certamente al nostro servizio ma non per farci i ghirigori o per compiacere i nostri comportamenti attesi.
Se lui ritiene di dover delegare una determinata azione, lo fa, e non deve chiedere permesso nè a me nè a te. Il metterci la faccia è un "di più" e come "di più" dipende da diverse circostanze che, per professionalità, è perfettamente in grado di riconoscere.
Se non ci mette la faccia ci mette la firma, responsabilità incluse. E quando deve rispondere circa le proprie decisioni o i propri comportamenti, stai tranquillo che lo fa a prescindere dalle "pagelline" degli utenti.

Questo è un discorso di massima che esula dal caso specifico e si può applicare a molti altri ambiti.

Non è che per caso dovresti fermare prima i tuoi maroni e pensare un pò a quello che scrivi?

Avatar utente
MarcoBCN
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 607
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 1:33
Località: Padova
Contatta:

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da MarcoBCN » 17 maggio 2010, 15:01

Io faccio l'AV, e non avete idea di quanto sia maleducato il paseggero medio italiano, veramente..
Detto ciò, non abbiamo considerato come possa aver risposto il pax all'equipaggio. Chi ce lo dice che non è stato offensivo, arrogante o quant'altro? Se così fosse, oltre a problemi di sicurezza sarebbe diventato anche un "unruly pax".
Ovviamente non sapendo i fatti sono solo supposizioni, ma fino ad ora non era mai stata valutata questa possibilità..
ATC: "N123YZ, say altitude."
N123YZ: "ALTITUDE!"
ATC: "N123YZ, say airspeed."
N123YZ: "AIRSPEED!"
ATC: "N123YZ, say cancel IFR."
N123YZ: "Eight thousand feet, one hundred fifty knots indicated."

nocturnus
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 62
Iscritto il: 7 maggio 2009, 14:39

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da nocturnus » 17 maggio 2010, 15:58

MD82_Lover ha scritto:
nocturnus ha scritto:Discriminazioni di questa mole mi indignano ( forse perchè vissuto personalmente ) per cui personalmente ( anche se probabilmente sbaglio ) boccio pesantemente il comportamento di tale cpt ( ricordo lui è al nostro servizio non noi al suo ) !!!!
Il Comandante è certamente al nostro servizio ma non per farci i ghirigori o per compiacere i nostri comportamenti attesi.
Se lui ritiene di dover delegare una determinata azione, lo fa, e non deve chiedere permesso nè a me nè a te. Il metterci la faccia è un "di più" e come "di più" dipende da diverse circostanze che, per professionalità, è perfettamente in grado di riconoscere.
Se non ci mette la faccia ci mette la firma, responsabilità incluse. E quando deve rispondere circa le proprie decisioni o i propri comportamenti, stai tranquillo che lo fa a prescindere dalle "pagelline" degli utenti.

Questo è un discorso di massima che esula dal caso specifico e si può applicare a molti altri ambiti.

Non è che per caso dovresti fermare prima i tuoi maroni e pensare un pò a quello che scrivi?
Caro md82 lover i miei maroni sono stabili ed immoti, cogito spesso prima di esprimermi, io non ero su quel volo, ho solo seguito un programma in tv ( mi manda rai tre ), ovvio che il malcapitato pax avrebbe potuto urlare ( dubito vista la sua patologia ) inveire e quant'altro, questo nessuno di noi ( da quello che ho capito ) ha potuto assistere ( per fortuna aggiungo ) alla pietosa scena, so solo che il risultato è che il potenziale soggetto pericoloso portatore di handicap ha perso il volo e come bonus speciale ha ottenuto un braccio rotto.
Questa cosa non è grave, per me è inammissibile, e visti i risultati un uomo che tal si può definire non solo mostra la faccia, ma dovrebbe sincerarsi del trattamento che la polizia sta avendo nei confronti di costui ( dato che conosceva le condizioni del pax ) quì non si tratta di procedure ( SU QUELLE NON MI PERMETTO NESSUNA CRITICA, anzi se ci sono vorrà sicuramente dire che sono studiate per rendere il processo, qualunque esso sia, il più sicuro, affidabile ed economico possibile ) semplicemente si tratta di essere uomini o no. Ovviamente questa critica si può estendere a ogni soggetto: passeggero, assistente di volo, pilota, co pilota, uomo delle pulizie!

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da mermaid » 17 maggio 2010, 16:11

l articolo riportato nel post di apertura non e' abbastanza preciso per capire quali sono state le procedure adottate per l imbarco di questo volo. si capisce solo che il pap e' stato imbarcato per ultimo, ma non si capisce per volere di chi. non si sa se le file anteriori riservate alle assistenze fossero gia' occupate da altri prm. se c erano dei pax 'normali' perche' quei posti non sono stati bloccati al momento dell imbarco come di solito si fa? ( sul 737 c'e' solo la 32? ). perche' l equipaggio non ha espressamente chiesto l imbarco dal galley post? siamo sicuri che il passeggero sia salito a bordo con l ambulift? se effettivamente e' stato cosi' ed e' stato imbarcato da davanti possibile che non sia stata menzionata la difficolta' della manovra visto che la sedia da li' non passa?...

insomma, non e' un articolo sul quale ci si puo' basare per trarre serie conclusioni.
Immagine

Ti!

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da araial14 » 17 maggio 2010, 16:15

MarcoBCN ha scritto:Io faccio l'AV, e non avete idea di quanto sia maleducato il paseggero medio italiano.
Anche quello "alto."
Non abbiamo mai brillato per educazione e senso civico, MAI!
Il "lei non sa chi sono io.." (esteso a tutti i campi)è il riassunto del decalogo del perfetto idiota italiota. Il mio è un discorso generale avulso dal contesto specifico del 3D. Diritti, diritti...Il dovere è un verbo all'infinito che nei patrii confini ha accezione indefinita. Nessuno è al servizio di nessuno.Io pago un servizio, non pago una stanza di Motel nella quale posso anche urinare tra le lenzuola. Le regole esistono, sia quelle definite e scritte e sia quelle etiche. Se fate caso ( almeno a Torino è così) sui bus i cartelli invitano a far sedere anziani e persone con mobilità ridotta ( posti deputati a parte), sta nel buon senso altrui alzarsi e cedere il posto.Spesso, chi ne ha bisogno ( e sarebbe un diritto sacrosanto) si altera se giovani o meno giovani non agiscono come etica vorrebbe: ebbene, sbagliano. Diritti e doveri morali, ma non codificati da leggi. Ora, se su di un aereo ( posto delicatissimo per definizione) si sale come su di un autobus,anche le regole morali vanno a farsi (giustamente) benedire cedendo il posto ad una rigorosa e doverosa legge di sicurezza, prendere o lasciare! In quanto al braccio rotto io ci andrei cauto, si, cauto anche in questo caso. Non basta una trasmissione televisiva per descrivere un tutto che può essere il contrario di quel tutto stesso. Se quanto raccontato si appurerà corrispondere alla verità, giusta ed esemplare punizione per i colpevoli ( sarebbe moralmente e giuridicamente intollerabile) ma solo tempo ed indagini (che ci saranno) potranno dire quello che ora nè noi e tanto meno un giornalista può dire.
Immagine
Immagine

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da MD82_Lover » 17 maggio 2010, 16:33

nocturnus ha scritto: Caro md82 lover i miei maroni sono stabili ed immoti, cogito spesso prima di esprimermi, io non ero su quel volo, ho solo seguito un programma in tv ( mi manda rai tre ), ovvio che il malcapitato pax avrebbe potuto urlare ( dubito vista la sua patologia ) inveire e quant'altro, questo nessuno di noi ( da quello che ho capito ) ha potuto assistere ( per fortuna aggiungo ) alla pietosa scena, so solo che il risultato è che il potenziale soggetto pericoloso portatore di handicap ha perso il volo e come bonus speciale ha ottenuto un braccio rotto.
Però dai le pagelline all'operato del Comandante e dal pulpito predichi una predica che non ho ben capito.
Ennamo... :mrgreen:

Una cosa sono le procedure.
Una cosa sono le decisioni prese dal comandante.
Una cosa sono le azioni degli aa/aa.
Una cosa è il loro comportamento.
Una cosa è il comportamento del passeggero.
Una cosa sono le sue condizioni di salute ed handicap.
Una cosa sono le azioni delle forze di polizia.
Dimentico qualcosa? In caso aggiungi...


Ferma i tuoi maroni...o falli lavorare a 'sto punto! :mrgreen: , cogita di più e cerca di farci capire con chi/cosa ce l'hai.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11214
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da flyingbrandon » 17 maggio 2010, 16:38

nocturnus ha scritto: Fermali i maroni fermali altrimenti poi si surriscaldano.
Seguendo bene la vicenda ho appreso che non solo l'ha fatto spostare ( e va bene se per motivi di sicurezza ), ma dopo senza alcun motivo ( apparente ) e sottolineo apparente ( non è il mio lavoro, quindi se sbaglio spiegatemi voi il motivo ) sempre attraverso gli aavv GLI INTIMA DI SCENDERE DAL MEZZO , perdonami, ma una scelta così "imperativa" di far sbarcare un passeggero sulla base di ( presumo) aria fritta mi sembra un genere di responsabilità che colui che la decreta dovrebbe mettere la sua bella faccia E NON UTILIZZARE QUELLA DI ALTRI PROFESSIONISTI!!!
Si sono fermati...ma se non conosci le procedure e come si lavora a bordo....credimi...lascia perdere....evita di criticare come e quando uno deve mettere la faccia senza sapere che, comunque ci mette sempre il "c**o"...su tutto cio' che decide e che fa.
Quindi visto che ti piace tanto il termine "inamissibile"....mi sembra altrettanto inamissibile che tu dia giudizi su procedure operative!

P.S. Gli altri Professionisti sono I RESPONSABILI DI CABINA...tu con loro DEVI interfacciarti quando voli e non con il comandante. Qui e' proprio il caso di dire....ad ognuno il suo mestiere no? E se non lo conosci....ribadisco....lascia perdere i commenti su cio' che AVREBBE dovuto fare.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
redbrain
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 701
Iscritto il: 20 febbraio 2008, 0:15
Località: Milano - Parma - Marsala

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da redbrain » 17 maggio 2010, 16:41

araial14 ha scritto: Anche quello "alto."
Non abbiamo mai brillato per educazione e senso civico, MAI!
Il "lei non sa chi sono io.." (esteso a tutti i campi)è il riassunto del decalogo del perfetto idiota italiota. Il mio è un discorso generale avulso dal contesto specifico del 3D. Diritti, diritti...Il dovere è un verbo all'infinito che nei patrii confini ha accezione indefinita. Nessuno è al servizio di nessuno.Io pago un servizio, non pago una stanza di Motel nella quale posso anche urinare tra le lenzuola. Le regole esistono, sia quelle definite e scritte e sia quelle etiche. Se fate caso ( almeno a Torino è così) sui bus i cartelli invitano a far sedere anziani e persone con mobilità ridotta ( posti deputati a parte), sta nel buon senso altrui alzarsi e cedere il posto.Spesso, chi ne ha bisogno ( e sarebbe un diritto sacrosanto) si altera se giovani o meno giovani non agiscono come etica vorrebbe: ebbene, sbagliano. Diritti e doveri morali, ma non codificati da leggi. Ora, se su di un aereo ( posto delicatissimo per definizione) si sale come su di un autobus,anche le regole morali vanno a farsi (giustamente) benedire cedendo il posto ad una rigorosa e doverosa legge di sicurezza, prendere o lasciare! In quanto al braccio rotto io ci andrei cauto, si, cauto anche in questo caso. Non basta una trasmissione televisiva per descrivere un tutto che può essere il contrario di quel tutto stesso. Se quanto raccontato si appurerà corrispondere alla verità, giusta ed esemplare punizione per i colpevoli ( sarebbe moralmente e giuridicamente intollerabile) ma solo tempo ed indagini (che ci saranno) potranno dire quello che ora nè noi e tanto meno un giornalista può dire.
Sono perfettamente d'accordo con te, su tutti i punti. Tutti.
Federico

nocturnus
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 62
Iscritto il: 7 maggio 2009, 14:39

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da nocturnus » 17 maggio 2010, 17:00

flyingbrandon ha scritto:
nocturnus ha scritto: Fermali i maroni fermali altrimenti poi si surriscaldano.
Seguendo bene la vicenda ho appreso che non solo l'ha fatto spostare ( e va bene se per motivi di sicurezza ), ma dopo senza alcun motivo ( apparente ) e sottolineo apparente ( non è il mio lavoro, quindi se sbaglio spiegatemi voi il motivo ) sempre attraverso gli aavv GLI INTIMA DI SCENDERE DAL MEZZO , perdonami, ma una scelta così "imperativa" di far sbarcare un passeggero sulla base di ( presumo) aria fritta mi sembra un genere di responsabilità che colui che la decreta dovrebbe mettere la sua bella faccia E NON UTILIZZARE QUELLA DI ALTRI PROFESSIONISTI!!!
Si sono fermati...ma se non conosci le procedure e come si lavora a bordo....credimi...lascia perdere....evita di criticare come e quando uno deve mettere la faccia senza sapere che, comunque ci mette sempre il "c**o"...su tutto cio' che decide e che fa.
Quindi visto che ti piace tanto il termine "inamissibile"....mi sembra altrettanto inamissibile che tu dia giudizi su procedure operative!

P.S. Gli altri Professionisti sono I RESPONSABILI DI CABINA...tu con loro DEVI interfacciarti quando voli e non con il comandante. Qui e' proprio il caso di dire....ad ognuno il suo mestiere no? E se non lo conosci....ribadisco....lascia perdere i commenti su cio' che AVREBBE dovuto fare.
Ciao!
hai ragione è inutile parlare di qualcosa senza un comune presupposto di riferimento, io effettivamente non lavoro in quell'ambito, non conosco le procedure, non conosco i livelli di sensibilità, non conosco i rischi etc etc. il mio era solo un parere etico e morale, non lavorativo. Mi sento altresì libero di commentare ciò che più mi aggrada, penso ancora di vivere in un paese dove la libertà di opinione sia ( non so per quanto ancora ) tollerata e non essendo questo ( forum intendo ) un aula di tribunale, penso di non ledere nessuno dicendo e sottolineando che moralmente e civilmente avrei preferito questo comportamento piuttosto che un altro. La mia critica non era rivolta al fatto di spostare un pax da quì a lì,ma che esistono modi e modi, esiste una sensibilità etica che spesso l'essere umano dimentica e considero anche i piloti esseri umani per cui come qualsiasi persona può sbagliare ETICAMENTE può aver sbagliato ETICAMENTE anche questo pilota.
oltretutto questo 3d vista la mancanza totale di informazioni in merito non ha ragione di esistere, non si hanno prove non si hanno testimonianze non si sa cosa sia realmente successo, allora perchè tutta questa inutile dispersione di energia?
mah...
ricordo solo con piacere che alle spalle di una procedura, di una macchina, di un motore, di un posto di responsabilità c'è un uomo con i suoi difetti ed i suoi pregi...con la sua etica

nocturnus
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 62
Iscritto il: 7 maggio 2009, 14:39

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da nocturnus » 17 maggio 2010, 17:06

MD82_Lover ha scritto:
nocturnus ha scritto: Caro md82 lover i miei maroni sono stabili ed immoti, cogito spesso prima di esprimermi, io non ero su quel volo, ho solo seguito un programma in tv ( mi manda rai tre ), ovvio che il malcapitato pax avrebbe potuto urlare ( dubito vista la sua patologia ) inveire e quant'altro, questo nessuno di noi ( da quello che ho capito ) ha potuto assistere ( per fortuna aggiungo ) alla pietosa scena, so solo che il risultato è che il potenziale soggetto pericoloso portatore di handicap ha perso il volo e come bonus speciale ha ottenuto un braccio rotto.
Però dai le pagelline all'operato del Comandante e dal pulpito predichi una predica che non ho ben capito.
Ennamo... :mrgreen:

Una cosa sono le procedure.
Una cosa sono le decisioni prese dal comandante.
Una cosa sono le azioni degli aa/aa.
Una cosa è il loro comportamento.
Una cosa è il comportamento del passeggero.
Una cosa sono le sue condizioni di salute ed handicap.
Una cosa sono le azioni delle forze di polizia.
Dimentico qualcosa? In caso aggiungi...


Ferma i tuoi maroni...o falli lavorare a 'sto punto! :mrgreen: , cogita di più e cerca di farci capire con chi/cosa ce l'hai.
perdonami, ma non trovo carino il modo con cui ti interfacci, io non mi permetto di insultarti e gradirei lo stesso trattamento, grazie.
pensavo fosse chiaro:non ce l'ho con nessuno se non con un comportamento immorale e non etico.

Avatar utente
Leemah
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 5 marzo 2008, 17:26
Località: Brescia

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da Leemah » 17 maggio 2010, 17:43

Scusami Nocturnus, ma prima dicevi che il comandante avrebbe dovuto metterci la faccia (ed era un ragionamento), ora parli di etica (ed è un altro ragionamento). Non riesco a capire quale delle due tesi vuoi sostenere, ma soprattutto come fai a dire che avresti preferito un comportamento piuttosto che un altro se non sai come si è comportato l'equipaggio e il passeggero? Perchè ci si scandalizza tanto (peraltro, in questo caso, GIUSTAMENTE PER COME SONO FINITE LE COSE, per amor di Dio, ma non per colpa del crew) e nessuno dice mai come spesso e volentieri vengono trattati gli A/V o come altrettanto spesso un sacco di gente in aereo crede di poter trattare chi sta lavorando come se fosse il proprio servetto? Io non sono un addetto ai lavori ma volo molto sia per lavoro che per piacere e quello che purtroppo noto sempre più frequentemente è una grande maleducazione e una mancanza di etica, ma non da parte dell'equipaggio.

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da MD82_Lover » 17 maggio 2010, 17:49

nocturnus ha scritto:
MD82_Lover ha scritto:
nocturnus ha scritto: Caro md82 lover i miei maroni sono stabili ed immoti, cogito spesso prima di esprimermi, io non ero su quel volo, ho solo seguito un programma in tv ( mi manda rai tre ), ovvio che il malcapitato pax avrebbe potuto urlare ( dubito vista la sua patologia ) inveire e quant'altro, questo nessuno di noi ( da quello che ho capito ) ha potuto assistere ( per fortuna aggiungo ) alla pietosa scena, so solo che il risultato è che il potenziale soggetto pericoloso portatore di handicap ha perso il volo e come bonus speciale ha ottenuto un braccio rotto.
Però dai le pagelline all'operato del Comandante e dal pulpito predichi una predica che non ho ben capito.
Ennamo... :mrgreen:

Una cosa sono le procedure.
Una cosa sono le decisioni prese dal comandante.
Una cosa sono le azioni degli aa/aa.
Una cosa è il loro comportamento.
Una cosa è il comportamento del passeggero.
Una cosa sono le sue condizioni di salute ed handicap.
Una cosa sono le azioni delle forze di polizia.
Dimentico qualcosa? In caso aggiungi...


Ferma i tuoi maroni...o falli lavorare a 'sto punto! :mrgreen: , cogita di più e cerca di farci capire con chi/cosa ce l'hai.
perdonami, ma non trovo carino il modo con cui ti interfacci, io non mi permetto di insultarti e gradirei lo stesso trattamento, grazie.
pensavo fosse chiaro:non ce l'ho con nessuno se non con un comportamento immorale e non etico.
Non mi pare di averti insultato.
Ti ho invitato, con tanto di faccine, a limitare l'emotività ed organizzare meglio i tuoi pensieri per poter trasmettere, con maggiore chiarezza, ciò che, nell'intera vicenda, ti ha sconcertato, lasciato perplesso, indignato...perchè hai avuto parole di critica un pò per tutto, utilizzando termini come discriminazione ed etica, senza però essere molto chiaro su chi ha fatto che cosa.
Secondo te, chi ha discriminato e chi avrebbe peccato in etica professionale, ad esempio?
Mi scuserai, ma io mica l'ho capito.

nocturnus
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 62
Iscritto il: 7 maggio 2009, 14:39

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da nocturnus » 17 maggio 2010, 17:58

MD82_Lover ha scritto:
nocturnus ha scritto:
MD82_Lover ha scritto:
nocturnus ha scritto: Caro md82 lover i miei maroni sono stabili ed immoti, cogito spesso prima di esprimermi, io non ero su quel volo, ho solo seguito un programma in tv ( mi manda rai tre ), ovvio che il malcapitato pax avrebbe potuto urlare ( dubito vista la sua patologia ) inveire e quant'altro, questo nessuno di noi ( da quello che ho capito ) ha potuto assistere ( per fortuna aggiungo ) alla pietosa scena, so solo che il risultato è che il potenziale soggetto pericoloso portatore di handicap ha perso il volo e come bonus speciale ha ottenuto un braccio rotto.
Però dai le pagelline all'operato del Comandante e dal pulpito predichi una predica che non ho ben capito.
Ennamo... :mrgreen:

Una cosa sono le procedure.
Una cosa sono le decisioni prese dal comandante.
Una cosa sono le azioni degli aa/aa.
Una cosa è il loro comportamento.
Una cosa è il comportamento del passeggero.
Una cosa sono le sue condizioni di salute ed handicap.
Una cosa sono le azioni delle forze di polizia.
Dimentico qualcosa? In caso aggiungi...


Ferma i tuoi maroni...o falli lavorare a 'sto punto! :mrgreen: , cogita di più e cerca di farci capire con chi/cosa ce l'hai.
perdonami, ma non trovo carino il modo con cui ti interfacci, io non mi permetto di insultarti e gradirei lo stesso trattamento, grazie.
pensavo fosse chiaro:non ce l'ho con nessuno se non con un comportamento immorale e non etico.
Non mi pare di averti insultato.
Ti ho invitato, con tanto di faccine, a limitare l'emotività ed organizzare meglio i tuoi pensieri per poter trasmettere, con maggiore chiarezza, ciò che, nell'intera vicenda, ti ha sconcertato, lasciato perplesso, indignato...perchè hai avuto parole di critica un pò per tutto, utilizzando termini come discriminazione ed etica, senza però essere molto chiaro su chi ha fatto che cosa.
Secondo te, chi ha discriminato e chi avrebbe peccato in etica professionale, ad esempio?
Mi scuserai, ma io mica l'ho capito.

L'ho scritto proprio ora, si in effetti il termine "discriminazione" l'ho usato impropriamente, chiedo venia in merito al malscritto, sono sensibile all'argomento, e se come immagino ,hai letto tutti i miei post con attenzione per rilevare il termine errato, saparai altresì bene il perchè di questa mia "sensibilità"
Ciò che reputo intollerante è il comportamento poco etico ( a mio avviso ) del pilota che non si è sincerato personalemente cosa stesse accadendo all'esterno della sua cabina.

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9539
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da MD82_Lover » 17 maggio 2010, 18:36

nocturnus ha scritto:L'ho scritto proprio ora, si in effetti il termine "discriminazione" l'ho usato impropriamente, chiedo venia in merito al malscritto, sono sensibile all'argomento, e se come immagino ,hai letto tutti i miei post con attenzione per rilevare il termine errato, saparai altresì bene il perchè di questa mia "sensibilità"
Ciò che reputo intollerante è il comportamento poco etico ( a mio avviso ) del pilota che non si è sincerato personalemente cosa stesse accadendo all'esterno della sua cabina.
La sensibilità non mi fa difetto, credimi, però non c'ero...e non me la sento di giudicare l'operato di nessuno.
Come facciamo a sapere che toni e che comportamento siano stati riservati al personale di bordo?
Anche questo, come diceva araial prima, andrebbe tenuto in considerazione ma poichè non ero presente non trovo giusto esprimere giudizi a priori...

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5834
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da albert » 17 maggio 2010, 18:57

Ne sappiamo molto poco di come si siano realmente svolti i fatti; mi pare anche che vi siano versioni discordanti tra quanto riportato sui giornali e quanto raccontato in TV, per cui io, prima di emettere sentenze, aspetterei l'esito dell'indagine conoscitiva dei fatti. Ciò che invece non attribuirei sono i (de)meriti etici e morali: così come ad un disabile devono essere riconosciuti i suoi diritti, stabiliti per legge, e non per morale, etica o carità, egli deve sottostare a dei doveri. Ad ora non è chiaro se siano stati rispettati diritti e doveri, da entrambe le parti.
A mio modesto parere, inoltre, il comandante non deve intervenire in una discussione con i passeggeri: esiste il responsabile di cabina, che è perfettamente titolato ad interfacciarsi con i passeggeri, e a fare da tramite per il comandante. Se io fossi su un volo in cui prima della partenza il comandante cominciasse a discutere animatamente con uno o più passeggeri, chiederei di essere sbarcato immediatamente. :x
Last, but not least, inviterei tutti ad evitare polemiche personali, onde evitare allo staff di dovere rimuovere dei messaggi, cosa che non fa mai piacere. Grazie per la preziosa collaborazione.

Alberto
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9127
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da air.surfer » 17 maggio 2010, 19:06

albert ha scritto:Ne sappiamo molto poco di come si siano realmente svolti i fatti; mi pare anche che vi siano versioni discordanti tra quanto riportato sui giornali e quanto raccontato in TV, per cui io, prima di emettere sentenze, aspetterei l'esito dell'indagine conoscitiva dei fatti.
Sebbene Ryanair mi stia sulle OO, approvo e sottoscrivo il post di albert, lucido ed equilibrato come sempre.

nocturnus
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 62
Iscritto il: 7 maggio 2009, 14:39

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da nocturnus » 17 maggio 2010, 19:42

Anch'io concordo quasi in toto ed a questo punto ( un punto morto direi ) dato che non esistono elementi comprovanti una o l'altra verità tolgo il disturbo, con un lieve retrogusto amaro, in merito a qs 3d
Bye

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da araial14 » 17 maggio 2010, 20:31

nocturnus ha scritto:con un lieve retrogusto amaro, in merito a qs 3d
E perchè mai?
L'importante nelle discussioni ( anche in quelle di principio) è la possibilità che la ragione o il torto possano stare da entrambe le parti, in nessun luogo o che siano poi dimostrabili col tempo. Si discute, tutto qui.
Immagine
Immagine

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da ciccioxx92 » 17 maggio 2010, 20:56

air.surfer ha scritto:
albert ha scritto:Ne sappiamo molto poco di come si siano realmente svolti i fatti; mi pare anche che vi siano versioni discordanti tra quanto riportato sui giornali e quanto raccontato in TV, per cui io, prima di emettere sentenze, aspetterei l'esito dell'indagine conoscitiva dei fatti.
Sebbene Ryanair mi stia sulle OO, approvo e sottoscrivo il post di albert, lucido ed equilibrato come sempre.
Credo sia la cosa più logica. Non si può parlare e discutere e tirare le somme solo da quanto riportato per "sentito dire".
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
Superkick
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 523
Iscritto il: 5 ottobre 2009, 19:07
Località: Fiumicino (RM)

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da Superkick » 17 maggio 2010, 21:56

ciccioxx92 ha scritto:
Thechief ha scritto:Stando a quello che Ryanair racconta, il comandante ha fatto bene ad allontare il passeggero se quest'ultimo si rifiutava di cambiare posto.
Magari bastava fargli capire il motivo della richiesta di cambiare il posto...
Appunto utilizzando modi adeguati!
Concordo, ci sono modi e modi. Io, da comandante, mi sarei alzato e avrei spiegato la situazione con calma e di persona al passeggero malato, visto che magari non si spostava perché non capiva il perché. Bastava spiegarglielo, e se a quel punto si rifiutava ancora aveva tutto il diritto di chiamare la polizia. Un professionista secondo me a volte può permettersi di anteporre gli aspetti umani del suo lavoro al lavoro stesso, qualsiasi sia il contesto in cui opera.
VENDO JOYSTICK SAITEK X52 PRO
***Il mio Tour Mondiale su IVAO***
Immagine

Ministro della Stampa - Birra Point
Immagine

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da arciere » 17 maggio 2010, 22:37

Superkick ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:
Thechief ha scritto:Stando a quello che Ryanair racconta, il comandante ha fatto bene ad allontare il passeggero se quest'ultimo si rifiutava di cambiare posto.
Magari bastava fargli capire il motivo della richiesta di cambiare il posto...
Appunto utilizzando modi adeguati!
Concordo, ci sono modi e modi. Io, da comandante, mi sarei alzato e avrei spiegato la situazione con calma e di persona al passeggero malato, visto che magari non si spostava perché non capiva il perché. Bastava spiegarglielo, e se a quel punto si rifiutava ancora aveva tutto il diritto di chiamare la polizia. Un professionista secondo me a volte può permettersi di anteporre gli aspetti umani del suo lavoro al lavoro stesso, qualsiasi sia il contesto in cui opera.
E chi ti dice che non sia andato realmente così? Per il solo fatto che a parlare è stato l'assistente e non il cpt?

Come tutti quelli che entrano in banca e vogliono a tutti i costi parlare sempre e solo col direttore, come se i dipendenti fossero di cartone stampato col photoshop... :roll:
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
MarcoBCN
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 607
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 1:33
Località: Padova
Contatta:

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da MarcoBCN » 17 maggio 2010, 23:04

Superkick ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:
Thechief ha scritto:Stando a quello che Ryanair racconta, il comandante ha fatto bene ad allontare il passeggero se quest'ultimo si rifiutava di cambiare posto.
Magari bastava fargli capire il motivo della richiesta di cambiare il posto...
Appunto utilizzando modi adeguati!
Concordo, ci sono modi e modi. Io, da comandante, mi sarei alzato e avrei spiegato la situazione con calma e di persona al passeggero malato, visto che magari non si spostava perché non capiva il perché. Bastava spiegarglielo, e se a quel punto si rifiutava ancora aveva tutto il diritto di chiamare la polizia. Un professionista secondo me a volte può permettersi di anteporre gli aspetti umani del suo lavoro al lavoro stesso, qualsiasi sia il contesto in cui opera.
Valuta tutto l'insieme, hanno 30 minuti di transito. Mi risponde male una volta, due, tre, basta, scende. (sempre se ha risposto male ecc...dato che non sappiamo come è andata rimangono supposizioni, ma bisogna considerare tutte le possibilità)
ATC: "N123YZ, say altitude."
N123YZ: "ALTITUDE!"
ATC: "N123YZ, say airspeed."
N123YZ: "AIRSPEED!"
ATC: "N123YZ, say cancel IFR."
N123YZ: "Eight thousand feet, one hundred fifty knots indicated."

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11214
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da flyingbrandon » 18 maggio 2010, 8:40

Superkick ha scritto: Concordo, ci sono modi e modi. Io, da comandante, mi sarei alzato e avrei spiegato la situazione con calma e di persona al passeggero malato, visto che magari non si spostava perché non capiva il perché. Bastava spiegarglielo, e se a quel punto si rifiutava ancora aveva tutto il diritto di chiamare la polizia. Un professionista secondo me a volte può permettersi di anteporre gli aspetti umani del suo lavoro al lavoro stesso, qualsiasi sia il contesto in cui opera.
Sua buddhità.... =D> =D> :notworthy: :notworthy:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Superkick
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 523
Iscritto il: 5 ottobre 2009, 19:07
Località: Fiumicino (RM)

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da Superkick » 18 maggio 2010, 15:35

arciere ha scritto:
Superkick ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:
Thechief ha scritto:Stando a quello che Ryanair racconta, il comandante ha fatto bene ad allontare il passeggero se quest'ultimo si rifiutava di cambiare posto.
Magari bastava fargli capire il motivo della richiesta di cambiare il posto...
Appunto utilizzando modi adeguati!
Concordo, ci sono modi e modi. Io, da comandante, mi sarei alzato e avrei spiegato la situazione con calma e di persona al passeggero malato, visto che magari non si spostava perché non capiva il perché. Bastava spiegarglielo, e se a quel punto si rifiutava ancora aveva tutto il diritto di chiamare la polizia. Un professionista secondo me a volte può permettersi di anteporre gli aspetti umani del suo lavoro al lavoro stesso, qualsiasi sia il contesto in cui opera.
E chi ti dice che non sia andato realmente così? Per il solo fatto che a parlare è stato l'assistente e non il cpt?

Come tutti quelli che entrano in banca e vogliono a tutti i costi parlare sempre e solo col direttore, come se i dipendenti fossero di cartone stampato col photoshop... :roll:
Ho capito, ma evidentemente il passeggero non ha capito bene i motivi, altrimenti non avrebbe avuto motivo di impuntarsi così, una qualsiasi persona civile si sarebbe spostata senza fare storie. Non c'ero e non so dire se ci sono stati effettivamente problemi di comunicazione, ma secondo me se glielo avesse detto il comandante o un altro ufficiale a bordo avrebbe dato più credito agli avvertimenti. Comunque è solo la mia opinione, ripeto non c'ero e tutti ci stiamo basando solo su racconti :wink: .
VENDO JOYSTICK SAITEK X52 PRO
***Il mio Tour Mondiale su IVAO***
Immagine

Ministro della Stampa - Birra Point
Immagine

Avatar utente
imperterrito
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 435
Iscritto il: 24 agosto 2008, 15:41

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da imperterrito » 18 maggio 2010, 16:08

Superkick ha scritto:Ho capito, ma evidentemente il passeggero non ha capito bene i motivi, altrimenti non avrebbe avuto motivo di impuntarsi così, una qualsiasi persona civile si sarebbe spostata senza fare storie. Non c'ero e non so dire se ci sono stati effettivamente problemi di comunicazione, ma secondo me se glielo avesse detto il comandante o un altro ufficiale a bordo avrebbe dato più credito agli avvertimenti. Comunque è solo la mia opinione, ripeto non c'ero e tutti ci stiamo basando solo su racconti :wink: .
Appunto, una persona civile. Magari non lo era. O magari si. Comunque senza avere la versione di qualcuno che fosse presente a bordo (una controparte ovviamente) potremmo fare supposizioni ed illazioni all'infinito senza venirne a capo. Tanto vale discutere del sesso degli angeli! :mrgreen:

Imperterrito
Immagine

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Odissea Ryanair per un uomo malato

Messaggio da N176CM » 18 maggio 2010, 17:35

Quotando in pieno il post di albert e visto che tanto non si può discutere del caso specifico perchè non si sa niente di preciso, io direi che si può anche chiudere qui, così evitiamo polemiche inutili e offese personali tra gli utenti. Alla fine il succo del ragionamento si sposta sulla customer ralationship di Ryanair e, quindi, si può continuare in uno dei tanti thread su Ryanair.
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Bloccato