NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2010, 10:01

N176CM ha scritto:Le compagnie hanno un ottimo modo per non incorrere nelle richieste di risarcimento: adempiere alle disposizioni di legge (vale per FR e per tutte quante le altre, ovviamente) e fare il possibile per essere a fianco del pax nel momento dell'emergenza.

Visto che ragioniamo al di fuori delle norme, va da sè che dal punto di vista del rapporto con la clientela il mostrarsi proattivi per risolvere i problemi del cliente e trattarlo con un minimo di riguardo, minimizza il rischio di contestazioni e richieste di risacimenti. Certo che se per politica aziendale lasci il pax in balia di sè stesso o lo tratti a pesci in faccia, la probabilità di contestazioni e risarcimenti è molto più elevata.

Il trasporto aereo è decisamente più complesso che quello ferroviario o stradale. Per un treno cancellato, al più ti trovi qualche centinaio di km lontano da casa e un modo di spostarti lo trovi, in aereo se va bene sei a qualche migliaio di km, magari su un isola, in un posto sperduto in qualche campagna europea etc... è un po' più delicata la situazione del pax ed è per questo che ci sono delle norme ad hoc per la sua tutela.
Quoto !!
Immagine
Immagine

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tristar » 4 giugno 2010, 10:37

quanto rode il successo altrui :mrgreen:

p.s. vedo una sottilissima vena di ipocrisia nei thread di questa compagnia.

Avatar utente
pasubio
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1017
Iscritto il: 25 novembre 2009, 20:03

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da pasubio » 4 giugno 2010, 11:30

tristar ha scritto:quanto rode il successo altrui :mrgreen:

p.s. vedo una sottilissima vena di ipocrisia nei thread di questa compagnia.
Non l'ho capita.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2010, 11:42

tristar ha scritto:quanto rode il successo altrui :mrgreen:

p.s. vedo una sottilissima vena di ipocrisia nei thread di questa compagnia.
In questo caso invece si vede quanta malafede si abbia nell'intervenire e quanto poco si leggano gli interventi, partendo,naturalmente dal titolo del 3D.
Ma a chi, dovrebbe rodere? Per quale "venato" motivo? Io non posseggo una compagnia aerea ( lei probabilmente si) ma riesco ancora a distinguere un cesso dal successo.
Se lei pensa che da parte di un imprenditore, che avrebbe anche la boria di definirsi illuminato, continuare ad esporsi in maniera così gretta sia sintomo di succeso, allora le rimando la venata ipocrisia, la gestisca come meglio crede.
Qui si parla di etica, il successo lo hanno anche le holding che fanno lavorare i bambini in India a costo zero. Sei lei conosce il termine "ipocrita", me lo metta in relazione a quanto fino ad ora è stato scritto in questo 3D, poi, al limite dei limiti, possiam anche parlarne.
Immagine
Immagine

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2010, 11:53

tartan ha scritto:Solo come riflessione, senza voler offendere nessuno.
"Se la colpa del danno è tua che importa quanto ho pagato? Quello che importa è il danno che ho ricevuto da te.
Se, invece, la colpa non è tua, non sono preoccupazioni tue di quanto chiedo come risarcimento, ma di colui al quale è attribuibile la colpa del danno.
E poi ba**ardo lo dici a tua madre e a tuo padre che ti hanno messo al mondo gratis, anzi anche godendoci.
Amen"
Fine della riflessione forse attribuibile a quel tizio che ha chiesto il risarcimento giudicato eccessivo.
Pensiero quotato!
Se io fossi uno di quei ""ba**ardi"" che han chiesto risarcimento, ora gli farei anche querela chiedendogli il quadruplo per danni morali e vilipendio.
Immagine
Immagine

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da arciere » 4 giugno 2010, 12:01

Mah...io preferirei separare il comportamento e la personalità di O'Leary con la valutazione complessiva su Ryanair. E' come se io, avendo Berlusconi sui cosiddetti, mi rifiutassi di vedere Paolo Bonolis su Canale 5.

In ogni caso mi chiedo: facciamo finta, per assurdo, che TUTTE le compagnie avessero protetto i propri passeggeri, rimborsando biglietti alternativi, vitto e alloggio, etc...chi avrebbe rimborsato le compagnie? Sarebbe stato giusto farle "pagare" per qualcosa che non era assolutamente imputabile a loro? E se loro, magari, avessero richiesto eventuali ulteriori rimborsi ai vari Stati, non sarebbe stato molto più facile e immediato rivolgere la "trattativa" tra il passeggero e lo Stato?
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Valerio Ricciardi » 4 giugno 2010, 12:12

Quel che mi sentirei di dire, è che questa politica estremamente aggressiva sul piano della comunicazione e del marketing, tipica di RyanAir, allo stato attuale nel sottoscritto delle due ha generato a consuntivo solo diffidenza.
E la diffidenza è una condizione dell'animo assai istintiva e a-razionale (o forse non del tutto, ma non completamente consapevole) che non puàò essre surrogata solo da grafici sul livello di puntualità, sin qui vantato, sull'assenza di incidenti con feriti gravi o morti, e su valutazioni meramente economiche.
Qualche ragione ci sarà, provo a razionalizzarle:

Primo contesto che genera diffidenza - se tu hai una compagnia che abbatte i costi in modo intelligente per certe voci (sceglierti delle tipologie di rotte adatte a una flotta mono-macchina con abbattimento di oneri per diveri type-rating, uniformità di ricambi e di modalità di manutenzione, ecc + privilegiare aeroporti strategici ma con costi per slot più bassi + sfrondare i servizi di bordo rendendo a pagamento "coccole non essenziali" + favorire il check-on-line ecc), fino a un certo livello ti considero alternativo, interessante e attraente per le mie esigenze; ma quando poi mi vendi il biglietto di passaggio a - al limite - 1 euro ma in compenso mi fai pagare un botto per il pagamento on line con carta di credito, o per un trolley da portare in stiva ecc oltre una certa soglia mi sento preso in giro e ti rispondo "se LH o AZ mi mettono una certa tratta 200 euro e un altro 165, e un altro ancora 132 senza spuntino a bordo e con un limite di franchigia bagaglio di 15 kg invece dei canonici 20, li osservo con interesse, di volare a 1 euro sai che c'è? Alla fine non mi fido";

Seconda ragione di diffidenza - Un comportamento comunicativamente troppo aggressivo, sia in positivo - quando ti proponi come "er mejo figo"- che quando neghi qualcosa, mi fa pensare che anche i tuoi dipendenti siano trattati in cotal guisa, in modo sottilmente dittatoriale, e un dipendente trattato con rudezza delle due si stressa, lavora meno contento e peggiora il suo livello di attenzione alla sicurezza che è fatto di un approccio non ansioso e stressato (stavo per scrivere scog....) a mille dettagli al di là delle certificazioni e dell'indubbiamente ottimo indice di sicurezza sin qui da te dimostrato".

In ogni caso, è chiaro che in certe circostanze c'è chi prova a marciarci.

Se tamponano la tua automobile al semaforo, tu hai evidentemente diritto al risarcimento del danno materiale alla tua vettura, agli eventuali giorni di prognosi ed al rimborso di tutte le cure mediche non fornite dal S.S.N. del caso, ma non è che puoi dire "quando la vettura del vostro assicurato mi ha tamponato, io stavo per andare a un appuntamento con un cliente al quale volevo vendere un appartamento di 380.500 euro, la mia provvigione di agente immobiliare sarebbe stata di 7000 euro, ora me li ridate voi perché per fare il CID ho fatto tardi e magari è per quello che ha comprato un altra casa". Il giudice ti riderebbe in faccia.
Ossia il lucro cessante è assai difficile da quantificare e ottenere, ci vogliono elementi di giudizio adatti - strettamente causali, non ipotetici - che vanno al di là di un fatto meramente accidentale o colposo.

Ma non è detto che chi "pianta la grana" lo faccia solo per mentalità o "voglia di approfittare dell'occasione": forse, tu che gli offri il servizio, di fronte a un imprevisto lo hai trattato così male (sulla falsariga di "che cavolo vuoi da me se hai voluto comprare un biglietto a 20 euro?") che se posso mi vien voglia di farti un dispetto proprio per principio, per insegnarti l'educazione.

In ogni caso, vedo in giro quando viaggio via via più gente che comincia a non trovare più divertenti certe provocazioni verbali e pubblicitarie, una idea commercialmente del tutto vincente (e che infatti sta facendo profitti da record, sin qui senza nessun incidente davvero serio) rischia di essere via via inficiata dalla mancanza di senso del limite. Non penso che l'arroganza paghi in eterno, anche se indubbiamente questo è tempo di cinepanettoni con rutti, peti e tradimenti natalizi a Sharm El Sheikh, "statisti" che fanno le corna nelle foto o mostrano il dito medio ecc e non certo di concerti per quartetto d'archi e raffinati gentiluomini...
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

ennebi
FL 200
FL 200
Messaggi: 2411
Iscritto il: 18 gennaio 2010, 19:50
Località: Milano

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da ennebi » 4 giugno 2010, 12:22

scusate la domanda idiota :roll: :

possibile che le compagnie aeree non siano assicurate in caso di "fermo macchina" per eventi atmosferici e/o altro?
Nadia

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tristar » 4 giugno 2010, 13:35

araial14 ha scritto:
tristar ha scritto:quanto rode il successo altrui :mrgreen:

p.s. vedo una sottilissima vena di ipocrisia nei thread di questa compagnia.
In questo caso invece si vede quanta malafede si abbia nell'intervenire e quanto poco si leggano gli interventi, partendo,naturalmente dal titolo del 3D.
Ma a chi, dovrebbe rodere? Per quale "venato" motivo? Io non posseggo una compagnia aerea ( lei probabilmente si) ma riesco ancora a distinguere un cesso dal successo.
Se lei pensa che da parte di un imprenditore, che avrebbe anche la boria di definirsi illuminato, continuare ad esporsi in maniera così gretta sia sintomo di succeso, allora le rimando la venata ipocrisia, la gestisca come meglio crede.
Qui si parla di etica, il successo lo hanno anche le holding che fanno lavorare i bambini in India a costo zero. Sei lei conosce il termine "ipocrita", me lo metta in relazione a quanto fino ad ora è stato scritto in questo 3D, poi, al limite dei limiti, possiam anche parlarne.
E' evidente a questo punto che discutere sulla cosa in questione sarebbe come discutere con chi da al presidente del consiglio la colpa del proprio raffreddore.
Inoltre, la mia era una riflessione generale, non rivolta al singolo thread, tanto che scrivevo: "nei", non "nel". Se va a scorrere infatti fra le vari discussioni presenti sul forum a riguardo di Ryanair e del suo direttore vedrà che sulla sostanza queste sono a dir poco vuote, e gravitano sempre più o meno attorno alla mancanza di etica (presunta o meno), concetti come rispetto eccetera; non ho mai e poi mai visto un simile atteggiamento reiterato nei confronti di altre compagnie, come se al di fuori di ryan il mondo fosse etico, giusto e rispettoso. Ebbene, possiamo giocare a fare i bambini facendo finta che questo sia vero, quando invece il vero motivo è che questa compagnia sta sui cosiddetti a molti per ragioni che entrambi conosciamo. Non mi sembra di vedere lo stesso atteggiamento nei confronti del trattamento che windjet riserva ai propri piloti, nè la fraudolenza presente nell'amministrazione Volare prima del fallimento, solo per citarne due. Tanto è vero che in genere i primi ad intervenire sono sistematicamente (e non mi riferisco naturalmente a lei) dipendenti o ex tali della ritenuta illustre compagnia di bandiera.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2010, 19:46

Valerio Ricciardi ha scritto:Quel che mi sentirei di dire, è che questa politica estremamente aggressiva sul piano della comunicazione e del marketing, tipica di RyanAir, allo stato attuale nel sottoscritto delle due ha generato a consuntivo solo diffidenza.
Per motivi di spazio riporto il tuo incipit. Condivido e quoto la tua lunga ma intelligentissima riflessione su FR!
Immagine
Immagine

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 4 giugno 2010, 20:34

tristar ha scritto:quanto rode il successo altrui :mrgreen:

p.s. vedo una sottilissima vena di ipocrisia nei thread di questa compagnia.
tristar ha scritto:E' evidente a questo punto che discutere sulla cosa in questione sarebbe come discutere con chi da al presidente del consiglio la colpa del proprio raffreddore.
Inoltre, la mia era una riflessione generale, non rivolta al singolo thread, tanto che scrivevo: "nei", non "nel". Se va a scorrere infatti fra le vari discussioni presenti sul forum a riguardo di Ryanair e del suo direttore vedrà che sulla sostanza queste sono a dir poco vuote, e gravitano sempre più o meno attorno alla mancanza di etica (presunta o meno), concetti come rispetto eccetera; non ho mai e poi mai visto un simile atteggiamento reiterato nei confronti di altre compagnie, come se al di fuori di ryan il mondo fosse etico, giusto e rispettoso. Ebbene, possiamo giocare a fare i bambini facendo finta che questo sia vero, quando invece il vero motivo è che questa compagnia sta sui cosiddetti a molti per ragioni che entrambi conosciamo. Non mi sembra di vedere lo stesso atteggiamento nei confronti del trattamento che windjet riserva ai propri piloti, nè la fraudolenza presente nell'amministrazione Volare prima del fallimento, solo per citarne due. Tanto è vero che in genere i primi ad intervenire sono sistematicamente (e non mi riferisco naturalmente a lei) dipendenti o ex tali della ritenuta illustre compagnia di bandiera.
Sono un ex dipendente della ritenuta illustre compagnia di bandiera e non mi sembra di essere mai o quasi mai intervenuto in treads (al plurale) che riguardino ryanair. I miei interventi sono sempre genericamente rivolti alla sicurezza del volo e molto spesso elogi dell'illustre compagnia, senza denigrare altri operatori.
Vorei fare un esempio anche io, vediamo se centro l'argomento oppure no.
Un candidato che non ho votato mi manda a dire pubblicamente che per quel motivo sono un c*****e. Io mi risento e il motivo del mio risentimento è l'invidia che provo per le fortune di quel candidato.
E' questo il concetto che lei sta portando avanti?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tristar » 4 giugno 2010, 20:47

tartan ha scritto:vediamo se centro l'argomento oppure no.
Un candidato che non ho votato mi manda a dire pubblicamente che per quel motivo sono un c*****e. Io mi risento e il motivo del mio risentimento è l'invidia che provo per le fortune di quel candidato.
E' questo il concetto che lei sta portando avanti?
no, su questo concordo pienamente, non sul resto.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 4 giugno 2010, 20:56

tristar ha scritto:
tartan ha scritto:vediamo se centro l'argomento oppure no.
Un candidato che non ho votato mi manda a dire pubblicamente che per quel motivo sono un c*****e. Io mi risento e il motivo del mio risentimento è l'invidia che provo per le fortune di quel candidato.
E' questo il concetto che lei sta portando avanti?
no, su questo concordo pienamente, non sul resto.
Eppure poco sopra lei ha detto che i motivi del risentimento sono l'invidia per le fortune del tizio che dice ba**ardo a chi lo disturba con richieste che non dovrebbe fare. Ho capito male?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 4 giugno 2010, 21:00

tristar ha scritto:
tartan ha scritto:vediamo se centro l'argomento oppure no.
Un candidato che non ho votato mi manda a dire pubblicamente che per quel motivo sono un c*****e. Io mi risento e il motivo del mio risentimento è l'invidia che provo per le fortune di quel candidato.
E' questo il concetto che lei sta portando avanti?
no, su questo concordo pienamente, non sul resto.
Lei ha tagliato una parte del mio intervento che quindi dovrebbe rientrare nelle cose su cui non è daccordo. Lei allora ritiene che io sia intervenuto sempre fra i primi contro la ryanair in maniera subdola fingendo raccapriccio per gli atteggiamenti del tizio, ma in realtà perchè invidioso delle sue fortune?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tristar » 4 giugno 2010, 21:08

il successo è una cosa, le fortune (di cui ha parlato lei, non io) un'altra. Se lei fosse stato dipendente ryanair molto probabilmente avrebbe guadagnato meno (penso), ciò non toglie che sia palese (o almeno questa è la sensazione che ho sempre avuto), che chi ha sempre difeso il carrozzone italiano (uno dei tanti) morirebbe per la voglia di vedere fallire quella compagnia che pur offendendo con il proprio marketing i propri passeggeri ha rotto tutti i numeri del trasporto aereo. O vuole forse affermare il contrario? Vogliamo andare a spulciare gli innumerevoli threads su ryanair, osservare su cosa vertevano e vedere se ho ragione oppure no?

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 4 giugno 2010, 21:34

tristar ha scritto:il successo è una cosa, le fortune (di cui ha parlato lei, non io) un'altra. Se lei fosse stato dipendente ryanair molto probabilmente avrebbe guadagnato meno (penso), ciò non toglie che sia palese (o almeno questa è la sensazione che ho sempre avuto), che chi ha sempre difeso il carro***ne italiano (uno dei tanti) morirebbe per la voglia di vedere fallire quella compagnia che pur offendendo con il proprio marketing i propri passeggeri ha rotto tutti i numeri del trasporto aereo. O vuole forse affermare il contrario? Vogliamo andare a spulciare gli innumerevoli threads su ryanair, osservare su cosa vertevano e vedere se ho ragione oppure no?
Non mi interessa che lei abbia ragione oppure no, come pure non mi interessano le fortune o il successo (metta lei la parola giusta, non cambia niente per me) del tizio ryanair. Non mi interessa neanche veder fallire una compagnia aerea e neanche una qualsiasi azienda di qualunque tipo che da lavoro alla gente. Quello che mi interessa è che lei ha affermato e ribadito che io, quale ex dipendente (uno dei tanti) dell'illustre carrozzone (come lo chiama lei) morirei dalla voglia di veder fallire l'azienda che ha rivoluzionato il modo di volare anzi ha rotto tutti i numeri del trasporto aereo.
Lei dice una cosa non vera su di me e la cosa non mi sconvolge più di tanto però conferma che lei dice cose non vere e quindi dovrà essere lei a dimostrare qualcosa, non io. Si faccia pure il giro di tutti i tread su rayanair e dimostri a se stesso quanto è mendace e che forse è lei quello contento che una azienda italiana sia finita come è finita, a prescindere dalle fortune o dal successo del tizio.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Valerio Ricciardi » 4 giugno 2010, 21:59

tristar ha scritto: (...omissis...) fra le vari discussioni presenti sul forum a riguardo di Ryanair e del suo direttore vedrà che sulla sostanza queste sono a dir poco vuote, e gravitano sempre più o meno attorno alla mancanza di etica (presunta o meno), concetti come rispetto eccetera; non ho mai e poi mai visto un simile atteggiamento reiterato nei confronti di altre compagnie, come se al di fuori di ryan il mondo fosse etico, giusto e rispettoso. Ebbene, possiamo giocare a fare i bambini facendo finta che questo sia vero, quando invece il vero motivo è che questa compagnia sta sui cosiddetti a molti per ragioni che entrambi conosciamo. Non mi sembra di vedere lo stesso atteggiamento nei confronti del trattamento che windjet riserva ai propri piloti, nè la fraudolenza presente nell'amministrazione Volare prima del fallimento, solo per citarne due...
...ecco, qui ha colto un punto interessante, caro tristar.
Se posso citare un Giornalista di quelli che fanno scuola, una volta un collega intervistò (parliamo degli anni '80, quelli della "Milano da bere") Indro Montanelli, che aveva da poco inanellato una serie di efficacissimi quanto spietati editoriali in cui attaccava Craxi, i craxiani (forse più e peggio del capo, un po' come oggi), le sue/loro manie di grandezza, l'ambizione al culto della personalità, i momenti di puro cesarismo e la "levità" con cui spendevano e decidevano del denaro dei contribuenti (toh, mi ricorda qualcosa di più recente...).
Il giornalista a un certo punto chiede al grande Indro...."si, lei ha ragione, ma certo che mi sembra che coi socialisti se la sia presa proprio a cuore..."
E il Maestro: "Cosa vuole... il fatto gli è che i socialisti magnano a quattro palmenti, senza ritegno..."
"si, è vero, però via, Lei è uomo di mondo, lo sa benissimo che anche i democristiani degli anni '60 mangiavano..."
"si, ma almeno, che dire? Sapevano stare a tavola!"

Veda, caro tristar, è un po' la stessa cosa, forse. Questo O' Leary (mai avrei immaginato, a parte Spinettà come si dice, di dover imparare il nome del capo di una compagnia aerea, dopo Howard Hugues... al massimo pensavo che avrei saputo distinguere sempre più aereoplani diversi...) dà nell'occhio cosi suoi modi da "mejo figo der bigonzo", e così più facilmente vien psicologicamente voglia di "fargli le pulci", di notare incongruenze e arroganza o inadempienze contrattuali.

Non è il solo? Di Volare sentii, quando ormai la situazione era già compromessa alquanto; di come trattino i piloti WindJet nulla sapevo, bé, buono a sapersi. Nessuna accondiscendenza davvero da parte mia.

Perché veda, io amo molto l'aviazione. Solo che di nuotare, in superficie con pochissimo stile e una velocità risibile anche se con una buona resistenza (sott'acqua va molto meglio, mi sento a casa) un pochino me la cavo; di volare sbattendo le braccia, nemmeno se ne parla. La morale, l'idea di precipitare e schiantarmi lasciando una vedova e orfanello di nemmeno quattro anni non mi attira nemmeno un poco, mi creda.

Perciò se sento di criteri gestionali che "spremono il massimo" dai piloti per ottenere un "rendimento economico" massimizzato dai loro stipendi, da chiunque provenga tutto ciò, mi preoccupo. Per me, volare è una cosa dannatamente seria. L'incidente all' A330 libico a Tripoli, si sospetta allo stato poter essere stato causato da una combinazione di stress operativo dopo una notte di volo + pessima radioassistenza + sole in faccia proprio all'alba al momento del flare ecc - ora, se il primo fattore fosse stato favorito magari da una turnazione un po' "stirata" per ottimizzare l'utilizzo di un professionista del volo cui quando mi capita anch'io avrei potuto affidare la mia poco onorevole pellaccia, bé, ahimé la cosa mi inquieterebbe non poco.

Un po' di tempo fa, ci fu se non erro un mancato atterraggio in condizioni di maltempo a Ciampino, in cui il pilota poi differì verso Fiumicino, sbagliando di seguito più di una volta le procedure di allineamento pista; sinché il FO sostanzialmente prese in mano la situazione, impedendogli quasi fisicamente un terzo tentativo di atterraggio, quando si rese conto che il poveretto era nel pallone più completo.
Il volo si concluse poi felicemente all'aeroporto di Ancona (quattro ore di bus più o meno per arrivare nella Capitale).
Mi pare si trattasse di un pilota polacco; non son sicuro a memoria se si trattasse di RyanAir o AirOne. Negli ultimi tre mesi prima dell'episodio, rammento bene però che il pover'uomo aveva fatto la spola fra le sue sedi operative e la Polonia, dove il suo bambino piccolissimo era gravemente malato. Poi, ahimé, il piccolo era purtroppo morto. Io come detto ho un meraviglioso bambino di tre anni e mezzo; non riesco nemmeno a immaginare come mi sarei sentito sulla faccia del mondo, dopo un evento simile.

Il giorno del mancato incidente, quel pilota stava già volando, a soli tre giorni dal funerale del piccolo. Non mi verrà a dire nessuno (son certo, nemmeno lei) che la sua presenza ai comandi fosse finalizzata a guadagnare qualcosa di più per ammortizzare le spese del funerale.
Sarò maligno, lo ammetto, ma una vocina mi dice che forse quell'uomo si era sentito forzato a non rischiare di porgere il fianco a critiche da parte del managenment del personale, in un contesto in cui la concorrenza fra chi sia dotato di un ATPL col type rating buono per quel modello d'aereo, poteva essere feroce. e poteva essre pronto a prendere il suo posto "un giovane pilota con la rata del mutuo più ravvicinata = trad. con più fame di lui".
Ecco, veda, un mondo in cui un pilota rivola a tre giorni dal funerale del suo bambino, è un mondo per me SOSTANZIALMENTE sbagliato, al di là di comprensibili valutazioni etiche, anche limitandosi al mio cinico egoismo di cliente/passeggero. Ed è un mondo che mi fa paura, perché non sa darsi un limite dettato dal buon senso.

E anche se cambi gli aerei con altri nuovi ogni tre anni e mezzo, se anche ti fai progettare le campagne di comunicazione da Oliviero Toscani o dallo studio Testa, se pure ti inventi gli slogan più accattivanti un livello elevato di stress esistenziale e di timore di sentirsi ballare il posto di lavoro sotto le natiche alla minima defaillance, se me lo consente dubito che vada nella giusta direzione per contribuire alla sicurezza.

Questo è ben altro che farmi includere o meno fra i costi vivi che contribuiscono a determinare l'importo del mio biglietto... un caffé, un bicchiere di aranciata o una bottiglietta da mezzo litro di acqua minerale, o offrirmi o meno un quotidiano quando salgo a bordo.

Si vogliono configurare degli A321 o dei 737/800 con sedili tipo metropolitana, in termopropilene con solo un poco di imbottitura sul piano di seduta? Benissimo. Niente giornale, nemmeno se me lo porto da casa perché pesa oltre mezzo chilo e non è carico pagante? Pazienza, sentirò musica in formato MP3 con gli auricolari dell'iPod da 100 grammi. Solo un trolley da massimo VERI dieci chili se no mi fai pagare a parte? Ma si, per un weekend a Praga in primavera basta e avanza. Debbo arrivare a piedi dal terminal all'aereo, come si è sempre fatto in tanti aeroporti minori? Carino, mi faccio una passeggiata e mi guardo gli aerei vicino cui passo che mi piacciono sempre.
Ma su altre cose, come la manutenzione o l'addestramento e soprattutto le condizioni psicofisiche di chi deve farmi scandere dall'aereo sano come vi sono salito, eh, no, non ci gioco più.

Mi perdoni la lunghezza e la consueta prolissità; spero di essermi educatamente spiegato.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da araial14 » 4 giugno 2010, 23:04

Valerio Ricciardi ha scritto: Mi perdoni la lunghezza e la consueta prolissità; spero di essermi educatamente spiegato.
Ti sei soprattutto intelligentemente spiegato. Chapeau bas!
Immagine
Immagine

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tristar » 5 giugno 2010, 9:02

Valerio Ricciardi ha scritto:
Perciò se sento di criteri gestionali che "spremono il massimo" dai piloti per ottenere un "rendimento economico" massimizzato dai loro stipendi, da chiunque provenga tutto ciò, mi preoccupo.
e qui abbiamo toccato il fondo: low coast= insicura. Provi a informarsi un pò meglio, visto che fa il giornalista, e vedrà che l'Italia è piena di compagnie che in quanto a serietà professionale, e trattamento riservato ai piloti (addestramento, stipendi e turni), non arrivano manco agli stinchi di ryan. O forse si sentirebbe più sicuro a volare in Windjet? Provi a vedere qual'è il criterio di selezione che applicano li dentro, chissà perchè però non suscita lo stesso interesse. La differenza, come scrivevo prima, è che queste sono tutte mezze fallite, perciò non stimolano quel sentimento di odio reiterato che molti sembrano avere verso l'altra.

Tartan, la mia è un'impressione molto radicata. Sa, un personaggio piuttosto losco dell politica italiana diceva "a pensar male si commette peccato, ma il più delle volte ci si azzecca". Se poi non è vero, tanto di cappello alla sua onestà. Eviterei però di difendere a oltranza uno dei buchi più grossi dell'economia italiana, se non altro per rispetto di chi tramite le tasse l'ha tenuta in vita fin ora.

Avatar utente
Leemah
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 315
Iscritto il: 5 marzo 2008, 17:26
Località: Brescia

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Leemah » 5 giugno 2010, 10:55

Tristar, mi permetto di esprimere un mio parere anch'io, non ti offendere se non uso il "lei", ma visto che sono più vecchio mi prendo questa libertà :D .
A parte che dire a uno come Valerio Ricciardi di informarsi meglio è come chiedere a una suora di clausura di pregare di più, mi sembra che, anzichè controbattere con argomentazioni approfondite sull'aviazione intesa in senso generale (si parla di Ryanair ma il discorso vale per tutti), tu preferisca soffermarti su frasi di 2 righe staccandole dal contesto del ragionamento. E' impossibile non dire che l'intervento di Valerio non faccia una piega, credo che tu non ne abbia colto il senso. Vai a rileggerti i suoi interventi (anche su altri Topic) prima di quotare 20 parole sue interpretandole a modo tuo.
Se poi tu consideri un vincente uno che si rivolge ai media dando dei ba**ardi ai passeggeri che chiedono un risarcimento (giusto o sbagliato che sia), allora non ha senso stare a parlare di cultura e sicurezza aeronautica.
Se poi, addirittura, ci vedi degli ipocriti e degli invidiosi, per quanto mi possa sforzare, non capisco proprio come fai.

tristar
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 754
Iscritto il: 17 novembre 2006, 21:16
Località: padova

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tristar » 5 giugno 2010, 11:56

mauro1975 ha scritto:Tristar, mi permetto di esprimere un mio parere anch'io, non ti offendere se non uso il "lei", ma visto che sono più vecchio mi prendo questa libertà :D .
A parte che dire a uno come Valerio Ricciardi di informarsi meglio è come chiedere a una suora di clausura di pregare di più, mi sembra che, anzichè controbattere con argomentazioni approfondite sull'aviazione intesa in senso generale (si parla di Ryanair ma il discorso vale per tutti), tu preferisca soffermarti su frasi di 2 righe staccandole dal contesto del ragionamento. E' impossibile non dire che l'intervento di Valerio non faccia una piega, credo che tu non ne abbia colto il senso. Vai a rileggerti i suoi interventi (anche su altri Topic) prima di quotare 20 parole sue interpretandole a modo tuo.
Se poi tu consideri un vincente uno che si rivolge ai media dando dei ba**ardi ai passeggeri che chiedono un risarcimento (giusto o sbagliato che sia), allora non ha senso stare a parlare di cultura e sicurezza aeronautica.
Se poi, addirittura, ci vedi degli ipocriti e degli invidiosi, per quanto mi possa sforzare, non capisco proprio come fai.
l'intervento di Valerio non è sbagliato, ma conferma quanto ho scritto finorsa. Si potrebbe scrivere un articolo molto simile per quasi qualunque compagnia nostrana (vedi toccata ala in atterraggio di ap con successivo decollo senza alcuna ispezione, tipo di addestramento e clima operativo in air dolomiti, criteri di selezione in windjet...) però si finisce sempre a citare solo la compagnia irlandese, e anche in questo caso, si cerca (vedi lo stesso post di Valerio), di rispecchiare la sicurezza operativa, la professionalità dei dipendenti e la sicurezza dei mezzi con la maleducazione del direttore, che fra l'altro, sia ben chiaro, non mi sta certo simpatico.

p.s. estrapolare 20 parole per interpretarle a modo mio non è nel mio stile. E' proprio il modo in cui vengono scritti gli interi post e le reticenze sul resto che inducono in me questa impressione, poi, ripeto, tanto di cappello se mi sbaglio. Con questo io ho chiuso in questo thread, vedo che sarebbe inutile (e dannoso) continuare.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 5 giugno 2010, 17:42

tristar ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:
Perciò se sento di criteri gestionali che "spremono il massimo" dai piloti per ottenere un "rendimento economico" massimizzato dai loro stipendi, da chiunque provenga tutto ciò, mi preoccupo.
e qui abbiamo toccato il fondo: low coast= insicura. Provi a informarsi un pò meglio, visto che fa il giornalista, e vedrà che l'Italia è piena di compagnie che in quanto a serietà professionale, e trattamento riservato ai piloti (addestramento, stipendi e turni), non arrivano manco agli stinchi di ryan. O forse si sentirebbe più sicuro a volare in Windjet? Provi a vedere qual'è il criterio di selezione che applicano li dentro, chissà perchè però non suscita lo stesso interesse. La differenza, come scrivevo prima, è che queste sono tutte mezze fallite, perciò non stimolano quel sentimento di odio reiterato che molti sembrano avere verso l'altra.

Tartan, la mia è un'impressione molto radicata. Sa, un personaggio piuttosto losco dell politica italiana diceva "a pensar male si commette peccato, ma il più delle volte ci si azzecca". Se poi non è vero, tanto di cappello alla sua onestà. Eviterei però di difendere a oltranza uno dei buchi più grossi dell'economia italiana, se non altro per rispetto di chi tramite le tasse l'ha tenuta in vita fin ora.
Lei può anche chiudere qui, la cosa personalmente mi interessa poco e niente. Io al contrario di lei e del suo stimato uomo politico da cui prende esempio preferisco pensare bene e poi essere smentito, perchè giudico gli altri per come sono fatto io,
Io ho lavorato in AZ e difendo il mio lavoro e quello dei miei colleghi, assolutamente incolpevoli delle disgrazie capitate alla nostra amata compagnia di bandiera e non attacco nessuna altra compagnia. Le ha fatte le verifiche che voleva propormi? Io ho anche lavorato in e per compagnie low cost e conosco la differenza, non nel trattamento economico più o meno uguale a quello a noi riservato in AZ, ma nell'impostazione lucrativa, con tutto quello che ne consegue, compresi i suoi esempi negativi destinati ad altre compagnie che non siano la ryanair. E poi è strano che lei affermi che l'eguaglianza low cost=insicura si applichi alle compagnie low cost ma non alla sua amata ryanair. E' strano anche che lei inviti ad informarsi di più su quello che fanno altre compagnie low cost. Forse lei è a conoscenza di verità che tiene nascoste? E' da questo suo atteggiamento che deriva la sua propensione a pensar male degli altri? Perché lei è il primo che razzola male? O forse perché lei vive di frasi fatte e luoghi comuni?
Non aspetto risposte alle mie domande, lei ha già risposto con i suoi interventi precedenti.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Flyfree
FL 150
FL 150
Messaggi: 1799
Iscritto il: 17 gennaio 2007, 18:41

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Flyfree » 6 giugno 2010, 10:30

tristar ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:
Perciò se sento di criteri gestionali che "spremono il massimo" dai piloti per ottenere un "rendimento economico" massimizzato dai loro stipendi, da chiunque provenga tutto ciò, mi preoccupo.
e qui abbiamo toccato il fondo: low coast= insicura. Provi a informarsi un pò meglio, visto che fa il giornalista, e vedrà che l'Italia è piena di compagnie che in quanto a serietà professionale, e trattamento riservato ai piloti (addestramento, stipendi e turni), non arrivano manco agli stinchi di ryan. O forse si sentirebbe più sicuro a volare in Windjet? Provi a vedere qual'è il criterio di selezione che applicano li dentro, chissà perchè però non suscita lo stesso interesse. La differenza, come scrivevo prima, è che queste sono tutte mezze fallite, perciò non stimolano quel sentimento di odio reiterato che molti sembrano avere verso l'altra.

Tartan, la mia è un'impressione molto radicata. Sa, un personaggio piuttosto losco dell politica italiana diceva "a pensar male si commette peccato, ma il più delle volte ci si azzecca". Se poi non è vero, tanto di cappello alla sua onestà. Eviterei però di difendere a oltranza uno dei buchi più grossi dell'economia italiana, se non altro per rispetto di chi tramite le tasse l'ha tenuta in vita fin ora.
Ti quoto in pieno Tristar.
Sempre ottime analisi.
Parere personale naturalmente :wink:

enricofox
Banned user
Banned user
Messaggi: 154
Iscritto il: 21 giugno 2009, 18:04

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da enricofox » 6 giugno 2010, 20:27

Amo il linguaggio "politicamente scoretto" fare finta di andare sempre d accordo e una mentalita tipicamente italiana.

Avatar utente
Prisucci89
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 414
Iscritto il: 26 ottobre 2009, 20:43
Località: Pensacola, FL

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Prisucci89 » 6 giugno 2010, 20:37

JT8D ha scritto:
tartan ha scritto:Il tizio di ryanair ha dato del ba**ardo al pax solo perché gli ha rotto i co****ni chiedendogli un risarcimento. Che poi la richiesta sia eccessiva è tutto da dimostrare e, soprattutto, è da dimostrare che la spesa sia stata una scelta del passeggero e non una costrizione dovuta all'emergenza. Magari non c'era più posto perché i posti meno cari se li erano aggiudicati altri arrivati prima. E poi, caro tizio di ryanair, non è mica il passeggero che ti paga i 30 euro perchè così ha deciso lui, sei tu, caro tizio, che offri il viaggio a 30 euro, e se lo fai si vede che comunque ti sta bene. Se poi non ti bastano per coprire le spese ed eventuali disservizi, c***i tuoi, caro tizio di ryanair.
Comunque credo che sia il solito depistaggio stare a discutere di chi sia la colpa e a chi si deve richiedere il risarcimento, ammesso che sia dovuto un risarcimento. Per me è assurdo dare del ba**ardo ad un passeggero perché gli si è fatto il favore di farlo volare a soli 30 euro e, quindi, gli vengono negati, di conseguenza, tutti i diritti.
Sono pienamente d'accordo con quanto quotato sopra, e anche con il ragionamento di N176CM espresso nei post precedenti.

Paolo
non posso che essere pure io in accordo con ciò

Avatar utente
redbrain
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 701
Iscritto il: 20 febbraio 2008, 0:15
Località: Milano - Parma - Marsala

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da redbrain » 6 giugno 2010, 21:31

Perchè quando ci sono discussioni accese ogni intervento, di qualsiasi persona, tende a diventare contorto nei toni, nella forma e nella grammatica come un atto notarile? :wink:
Federico

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 6 giugno 2010, 21:41

redbrain ha scritto:Perchè quando ci sono discussioni accese ogni intervento, di qualsiasi persona, tende a diventare contorto nei toni, nella forma e nella grammatica come un atto notarile? :wink:
Perchè ognuno capisce quello che vuole e negli scritti mancano i toni e le faccette non sono sufficienti, e allora, per non offendere nessuno si cerca di dire le stesse cose che si direbbero con un semplice vaffanculo te e tutti quelli che la pensano come te.
Mi raccomando, niente di personale, solo per rispondere alla tua domanda :drunken:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
redbrain
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 701
Iscritto il: 20 febbraio 2008, 0:15
Località: Milano - Parma - Marsala

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da redbrain » 6 giugno 2010, 21:45

tartan ha scritto:
redbrain ha scritto:Perchè quando ci sono discussioni accese ogni intervento, di qualsiasi persona, tende a diventare contorto nei toni, nella forma e nella grammatica come un atto notarile? :wink:
Perchè ognuno capisce quello che vuole e negli scritti mancano i toni e le faccette non sono sufficienti, e allora, per non offendere nessuno si cerca di dire le stesse cose che si direbbero con un semplice vaffanculo te e tutti quelli che la pensano come te.
Mi raccomando, niente di personale, solo per rispondere alla tua domanda :drunken:
No, figurati, anzi io sono d'accordo con te e con la seconda soluzione prospettata. Rende tutto più facile :mrgreen:
Federico

enricofox
Banned user
Banned user
Messaggi: 154
Iscritto il: 21 giugno 2009, 18:04

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da enricofox » 6 giugno 2010, 22:14

redbrain ha scritto:Perchè quando ci sono discussioni accese ogni intervento, di qualsiasi persona, tende a diventare contorto nei toni, nella forma e nella grammatica come un atto notarile? :wink:
perche se no succede come al sottoscritto ....vengo prima o poi bannato da ogni forum...

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9609
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da tartan » 6 giugno 2010, 22:23

enricofox ha scritto:
redbrain ha scritto:Perchè quando ci sono discussioni accese ogni intervento, di qualsiasi persona, tende a diventare contorto nei toni, nella forma e nella grammatica come un atto notarile? :wink:
perche se no succede come al sottoscritto ....vengo prima o poi bannato da ogni forum...
In pratica il vaffanculo ufficiale :drunken: :D :mrgreen: :bounce:
Speriamo che bastino!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

enricofox
Banned user
Banned user
Messaggi: 154
Iscritto il: 21 giugno 2009, 18:04

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da enricofox » 6 giugno 2010, 23:44

Comunque tornando in topic,credo che quando ti danno la possibilita di volare a tariffe cosi basse ,solo una persona estremamente in malafede puo PRETENDERE un risarcimento cosi sporporzionato.

Una calamita naturale solitamente e esclusa da qualsiasi foma di assicurazione...e non inteso come qualcosa di magnetico.

Che vada a chiedere il rimborso all islanda!

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Valerio Ricciardi » 7 giugno 2010, 0:25

enricofox ha scritto:Comunque tornando in topic,credo che quando ti danno la possibilita di volare a tariffe cosi basse, solo una persona estremamente in malafede puo PRETENDERE un risarcimento cosi sporporzionato.
Una calamità naturale solitamente è esclusa da qualsiasi forma di assicurazione... Che vada a chiedere il rimborso all Islanda!
Ma certo che pare anche a me assolutamente discutibile come entità, l'ho anche scritto (citavo l'esempio di quello tamponato che prova a buttar lì "per via del piccolo sinistro ho fatto tardi a un appuntamento nel quale forse avrei firmato un contratto, ora la mia provvigione me la dai tu").

Ma per via della evidente causa di forza maggiore, NON per via dell'importo del biglietto: giuridicamente connettere le due cose non sta in piedi. E questo, IMHO, per la semplice ragione che l'utente ha pagato per il biglietto la somma che gli è stata richiesta sulla base di parametri decisi da chi offre il servizio, non una cifra risultato di una trattativa individuale.

Se 3000 euro sono una cifra che denota un intento speculativo (a mio avviso SI), lo restano anche se il biglietto era per un volo sul Concorde. Low Cost, Magnifica o Rolls-Royce-Class per me nel merito non fan differenza.

Però, dal momento che vi sono eccellenti sudi legali che posssono difendere da qualsiasi richiesta di risarcimento pretestuosa - posta in essere con quella che se non erro i giuristi chiamano "lite temeraria" - non capisco la ragione di insultare una persona alla quale, delle due, puoi divertirti a far pagare anche le spese legali del giudizio.
Ultima modifica di Valerio Ricciardi il 7 giugno 2010, 0:33, modificato 1 volta in totale.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da Valerio Ricciardi » 7 giugno 2010, 0:31

enricofox ha scritto:Amo il linguaggio "politicamente scoretto" fare finta di andare sempre d'accordo è una mentalita tipicamente italiana.
Bé, a volte non si tratta di cercare di andare d'accordo per forza, ma di ammettere in linea di principio che ognuno il suo pezzetto di ragione nel suo ragionamento ce l'ha, e che se non butti sempre il bambino con l'acqua sporca riesci anche a far notare meglio il TUO pezzetto di ragione. E magari di far evolvere in un senso a tuo giudizio più equilibrato l'opinione di chi hai di fronte, che è più gratificante che mandarlo a quel paese.
Se si esagera, si finisce nell'insipido "maanchismo" cerchiobottista alla Veltroni, uno dei bersagli preferiti del geniale Crozza.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

daniez
Warned user
Warned user
Messaggi: 233
Iscritto il: 15 maggio 2010, 16:01

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da daniez » 7 giugno 2010, 13:29

"NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"
ahahuahuhuauhahuahuahuauhahuahuahuahuahahuauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauahuahauhauahuah
sta frase mi fa ricordare questa:
"TIENI IL RESTO LURIDO ba**ardo"


Ps - ryanair mi sta antipatica, però la frase del Presidente è da premio oscar per la provocazione.

enricofox
Banned user
Banned user
Messaggi: 154
Iscritto il: 21 giugno 2009, 18:04

Re: NUBE, RYANAIR CHOC: "NIENTE RISARCIMENTI AI ba**ardi"

Messaggio da enricofox » 7 giugno 2010, 20:07

Ma mi corregono i messagi come i temi della scuola? :mrgreen:
calamita calamità facevo dell autoironia su me stesso....
purtroppo ho una buona dialettica ma un ortgrafia sgrammaticata...e non proprio diplomatica ,di persona sono tutta un altra cosa....(sembro quasi laureato alla bocconi) :shock: ......( non cio mai capito una min**ia di grammatica...)
ho fatto le elementari... in 3 scuole diverse....

si e vero si puo addolcire il discorso cercando magari di far comprendre i propri punti di vista...senza entrare per forza in polemica...cosa che a volte accade involontariamente!

Rispondi