Pirata dell' aria a Padova

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Rixx
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 166
Iscritto il: 13 marzo 2008, 9:30
Località: Forli'

Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da Rixx » 2 agosto 2011, 20:35

Copio il link della notizia

a dire il vero non c'è stato un' incidente per cui non so se è la sezione giusta...

http://corrieredelveneto.corriere.it/ve ... 1013.shtml

[ thread spostato - albert ]
nessun uomo è più a terra di un pilota a terra!
Riccardo PPL(A) ATPL in progress

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5839
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da albert » 2 agosto 2011, 20:57

[mode joke on]
comunque un biplano della prima guerra mondiale con transponder (magari a valvole :lol: :lol: ) mi piacerebbe vederlo..
[mode joke off]

tornando seri, dal sito dell'aeroporto di Padova leggo:

E. Zona di controllo aeroportuale (ATZ) di Padova: - confine orizzontale: un cerchio con raggio di 3 NM dal punto centro pista; - confine verticale: dal suolo fino all'altezza di 1500 piedi, spazio aereo "GOLF"
- è inserita nella zona "C" di Controllo del Traffico Aereo del CTR di Treviso e nel FIC di Padova; - non deve essere considerato uno spazio aereo controllato; - il servizio comunicazioni TBT è solo informativo; pertanto, rullaggio, decollo, atterraggio ed attività di volo in circuito sono responsabilità esclusiva del pilota


pertanto, il pilota dell'elicottero di cosa si sta lamentando?

ciao! :wink:

PS: l'aeroporto di Padova è dotato di radar?
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12292
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da AirGek » 2 agosto 2011, 21:05

E' vero che in uno spazio aereo G tecnicamente "posso fare quello che mi pare senza renderne conto a nessuno" ma bisogna vedere se ci sono delle restrinzioni. Ad esempio Fenosu quando operava nonostante fosse AFIS e spazio aereo G richiedeva il contatto radio obbligatorio.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

hawk-eyed
FL 150
FL 150
Messaggi: 1575
Iscritto il: 13 aprile 2010, 17:39

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da hawk-eyed » 2 agosto 2011, 21:23

ostregheta !! :shock:
Immagine

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da Luke3 » 2 agosto 2011, 21:27

AirGek ha scritto:E' vero che in uno spazio aereo G tecnicamente "posso fare quello che mi pare senza renderne conto a nessuno" ma bisogna vedere se ci sono delle restrinzioni. Ad esempio Fenosu quando operava nonostante fosse AFIS e spazio aereo G richiedeva il contatto radio obbligatorio.
Infatti, come all'Urbe d'altronde che e' spazio G ma ha una TWR, comportandosi a tutti gli effetti come un aeroporto controllato, ed e' obbligatorio il contatto. Dovrei andare a leggere cosa dice per Padova.
Cio' non toglie che e' un comportamento pericoloso che non si dovrebbe assumere, in nome della sicurezza del volo e la buona immagine dell'aviazione generale.

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6901
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da **F@b!0** » 2 agosto 2011, 21:46

non voglio giustificare nessuno, ma come è stato già specificato l'aereo sorvolava uno spazio G, quindi non controllato, per cui il pilota non contattando nessuno non ha fatto nulla di irregolare, certo, comunicazioni all'aria tipo "qui xxxxx, sto per sorvolare l'aviosupercicie/aeroporto da direzione xxx" non avrebbe fatto male!
mi sembra strano che un aereo con trasponder spento venga lasciato da solo a gironzolare tranquillo senza che qualche caccia intercettore venga allertato!
come ha detto Air, a Fenosu bisognava avere una comunicazione radio, ma non per questo era controllato, il "controllore" non poteva dare clearance, al massimo poteva "chiedere" all'aereo in partenza di aspettare che un aereo in finale atterrasse, ma sempre con "take off at your discrection!!
rimango dell'idea che al pilota del biplano non debba essere rimproverato nulla a parte non aver detto "all'aria" che stava passando, ma non credo esista nessuna regola che lo obblighi a farlo!

comunque per i giornalisti è sempre una sfiorata tragedia/scampato pericolosissimo incidente aereo! che imparino a riportare le notizie corrette prima di scrivere certe cose!!!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da Luke3 » 2 agosto 2011, 22:03

Mi sono andato a rivedere il Bottlang che sta in borsa a prendere la polvere (prossimo volo schedulato e' ad Atlanta) e dice chiaramente :

2.1.4.1 Aerodrome Traffic Zones (ATZs)The classification depends on the airspace in which the ATZ is located with the following exceptions:
-ATZs of non-controlled aerodromes [tra cui Padova]
-ATZs of controlled aerodromes outside CTRs which are: Frosinone, Guidonia, Pantelleria, Urbe, Sarzana, Vicenza, Viterbo
Within these ATZs radio contact is required[...]


In piu', sulla cartina di Padova, nei remarks:

Flights intending to operate within ATZ shall contact Padova AFIS before overflying/crossing DEP/APCH slope or entering AD traffic circuit in order to receive information

Inoltre il transponder deve essere sempre attivo.

Mi pare chiaro quindi che il contatto radio nello spazio aereo di Padova sia obbligatorio. Da parte del pilota del biplano abbiamo quindi nella migliore delle ipotesi una scarsa preparazione del volo, nella peggiore un'azione illegale fatta apposta.
Ma nonostante tutto cio', quello che distingue un bravo pilota da un cowboy e' il suo airmanship. Rimanere in contatto radio con un ente di controllo o informazioni per riportare la propria posizione, o riportarla in una frequenza comune chiamando all'aria e' buon senso e per la sicurezza di tutti: sia per gli altri che sanno dove sei che per tu che sai dove sono gli altri. In volo bisogna aiutarsi l'uno con l'altro, non rendersi la vita piu' difficile. Anche perche' padova immagino abbia un discreto traffico, non e' proprio l'ultima aviosuperfice sperduta in mezzo al nulla. Neanche a dire che farlo richieda uno sforzo disumano, non gli sarebbe costato niente. La mia vera domanda e', perche'?
Io quando devo sorvolare un'aviosuperficie notoriamente trafficata ad una quota che potrebbe creare problemi, metto sempre la COM 2 o la portatile sulla 130.00 o qualunque sia la frequenza locale per monitorare, e se serve chiamo pure. Non mi costa nulla.
Scusate quello che puo' sembrare uno sfogo ma certi comportamenti per aria non li tollero, anche perche' mi sono trovato personalmente in situazioni simili dovendo schivare traffici che non erano in contatto radio, che ti aspetti seguano una procedura pubblicata poi fanno come gli pare, o che avevano riportato una cosa ed eseguita un'altra.

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6901
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da **F@b!0** » 2 agosto 2011, 22:11

Luca, come ho detto, non lo sto scusando!
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da Luke3 » 2 agosto 2011, 22:20

no ma infatti l'unica parte che era in risposta al tuo post riguardava il fatto che secondo la mia interpretazione del regolamento ha fatto una cosa oltre che stupida anche illegale :wink: .
Poi il resto delle considerazioni erano generiche

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5839
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da albert » 2 agosto 2011, 22:36

albert ha scritto: pertanto, il pilota dell'elicottero di cosa si sta lamentando?
vedo che, seppure involontariamente, ho sollevato un vespaio con la mia domanda, per cui intendo specificare meglio il mio pensiero:

premetto che non intendo affatto giustificare chi ha sorvolato l'aeroporto, magari senza neppure seguire un approccio corretto, e gli attribuisco la totale responsabilità, ma non tutti i mezzi che volano sono dotati di transponder e radio, e, poiché l'aeroporto è comunque in spazio G, il pilota dell'elicottero non può e non deve decollare come nulla fosse solo perché non gli viene segnalato traffico in arrivo. Un controllo visivo dello spazio che circonda il proprio mezzo è fondamentale, a mio parere, e se è stato costretto a compiere una manovra d'emergenza significa che lo ha visto solo all'ultimo momento, o forse glielo ha comunicato il TCAS...
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da Luke3 » 2 agosto 2011, 22:58

Quello che dici e' giustissimo, see and avoid prima di tutto, ma non siamo in America dove negli spazi aerei non-controllati fai come ti pare e possono girare aeroplani, ultraleggeri, autocostruiti o autogiri che siano senza radio. Nello spazio aereo italiano e' obbligatorio avere un apparato radio a bordo e la regolamentazione e' piu' complicata.
Infatti, continuo a credere che in questo caso specifico comunque doveva stabilire il contatto radio con l'AFIS nonostante lo spazio Golf, perche' si trovava in un ATZ. Mi sembra di essere un avvocato, ma anche l'AIP oltre al Bottlang mi da questa impressione.

ENR 1.4-16
Classe G
[...]
Contatto Radio - Non Obbligatorio *****
[...]
*****Obbligatorio entro ATZ di aeroporti dove e' fornito il servizio ATC o AFIS


Per ora ne rimango convinto, se qualcuno lo interpreta diversamente mi fermi pure, magari ne esce fuori una discussione interessante e imparo pure qualcosa di nuovo :wink:

hawk-eyed
FL 150
FL 150
Messaggi: 1575
Iscritto il: 13 aprile 2010, 17:39

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da hawk-eyed » 3 agosto 2011, 17:35

Luke3 ha detto tutto.... cioè, a Padova, sede di ente AFIS , dove tra l'altro ho fatto il brevetto PPL, è obbligatorio la comunicazione t/b/t, punto. Anche perché volando al di fuori dell'atz di Padova (che è spazio aereo di classe G) sei inserito in un CTR, cioè, il CTR Treviso... quindi, no scuse per il biplane pilot... non è regolamentare il suo basso passagio così , appunto , da pirata dell'aria. :wink:
Immagine

hawk-eyed
FL 150
FL 150
Messaggi: 1575
Iscritto il: 13 aprile 2010, 17:39

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da hawk-eyed » 5 agosto 2011, 17:21

Ciao ! Oggi ho sentito una voce che ha detto che il pirata dell'aria (che hanno beccato) è un cittadino tedesco. Qualcuno lo conferma? :roll:
Immagine

hawk-eyed
FL 150
FL 150
Messaggi: 1575
Iscritto il: 13 aprile 2010, 17:39

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da hawk-eyed » 6 agosto 2011, 11:22

hawk-eyed ha scritto:Ciao ! Oggi ho sentito una voce che ha detto che il pirata dell'aria (che hanno beccato) è un cittadino tedesco. Qualcuno lo conferma? :roll:
confermo la mia domanda: http://www.ilgazzettino.it/articolo.php ... ez=NORDEST :twisted: che siano tolte le ali a questo scemo!
Immagine

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6126
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Pirata dell' aria a Padova

Messaggio da sigmet » 6 agosto 2011, 14:57

Attentato alla sicurezza del volo?????

Gli pago io l'avvocato!
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Rispondi