E l'ENAC apre un'inchiesta

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sardinian aviator » 29 settembre 2011, 12:34

È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

gtoffolon
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 49
Iscritto il: 9 giugno 2009, 17:27
Località: Motta di Livenza (TV)

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da gtoffolon » 29 settembre 2011, 14:11

però....c'è evidentemente qualcosa che non funziona nella catena di controllo per essersi verificato in tutti quegli scali
Giovanni

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da vihai » 29 settembre 2011, 19:24

Toh... si scopre che quello della sicurezza aeroportuale (e non solo) è tutto un teatrino? Non l'avevo mai detto io eh....

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16589
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da JT8D » 29 settembre 2011, 19:25

"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano".


Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sardinian aviator » 29 settembre 2011, 20:00

Sicuramente l'ENAC lo farà molto meglio di me ma vorrei analizzare un pò meglio il servizio TV. Premetto che detesto questo tipo di giornalismo da rivistina del barbiere, ma tant'è...risulta pure molto seguito.
Gli oggetti introdotti a bordo nel bagaglio a mano (o sulla persona!) sono:
un coltello da macellaio; a me pareva di ceramica per cui se me lo metto addosso al metal detector non suona. E' un limite evidente del sistema ma non è colpa dell'addetto. Se poi era di acciao inox mi rimangio tutto.
una pistola giocattolo: da come veniva maneggiata sembrava di plastica, per cui il commento è identico, compreso il "se poi".
taglierina con lame: ai RX si presenta come un rettangolo di metallo che potrebbe essere qualsiasi cosa. Inoltre il divieto scatta solo per lame di lunghezza superiore ai 6 cm. e quelle non so se ci arrivavano.
spray urticante: messo in tasca (vale il discorso di prima) al metal detector non viene rilevato.
Mi sono tenuto un pò sul generico, lo ammetto, ed il risultato è che a bordo sicuramente lo spray poteva far danni (il resto non credo), ma questi sono limiti oggettivi che non possono essere imputati agli addetti. Diversamente vorrei vedere le reazioni dei pax costretti a rimanere in mutande per eliminare ogni dubbio. Lo ho scritto in un altro post: il problema è il controllo della persona, non tanto del bagaglio.
Infine vorrei sapere in quanti aeroporti (o quante altre volte nello stesso aeroporto) gli oggetti sono stati invece rilevati e respinti (ma questo Striscia non lo dice mica).

Se qualcuno pensa che io nutra simpatie per gli addetti alla security si sbaglia di grosso :mrgreen: :mrgreen:
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Defiant
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 287
Iscritto il: 16 ottobre 2009, 17:02
Località: Friuli

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Defiant » 29 settembre 2011, 20:35

Purtroppo non posso vedere il servizio di Striscia linkato. Forse un limite dovuto al fatto che mi collego con un IP estero. Mi faccio bastare il riassunto sopra. Ovviamente esistono limiti tecnici che influenzano i controlli e a volte si evidenziano differenze a seconda del giorno e dell'aeroporto. Piccolo aneddoto personale. Avevo dimenticato nella borsa del laptop una forchetta metallica (me la portavo da casa per il pranzo). Sono passato senza problemi a TXL mentre me l'hanno trovata prendendo il volo di ritorno a VRN. La cosa è stata oggetta anche di un simpatico e cortese scambio di battute con gli addetti alla sicurezza. :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

E non lo dico con ironia, sono stati veramente simpatici e cortesi anche se pare che a VRN siano tutti cafoni da quanto si evince da questo articolo e da alcuni commenti: http://corrieredelveneto.corriere.it/ve ... 7137.shtml

Credo che il problema della sicurezza aeroportuale sia delicato, sia per la pressione e il carico di lavoro degli addetti sia per, a volte, mancanza di regole rigide e chiare. Negli USA ho notato che le procedure sembrano molto più standardizzate. Il caso delle scarpe è evidente: la tutti le tolgono in automatico a qualsiasi controllo e le passano ai raggi. In Europa a volte viene chiesto a volte no, a volte il passeggero si sente umiliato nel doverlo fare. Perchè poi gli stessi che avranno visto Striscia scandalizzandosi sono quelli che si incazzano come biscie se gli fanno buttare via il tagliaunghie o se gli danno una palpatina in più ai controlli.

Poi, ripeto, non ho visto il servizio incriminato e spero che enti competenti verifichino se si tratta di carenze strutturali o di negligenza. Ma, ripeto, da quel che vedo come passeggero (20-30 voli l'anno), ci sono molti fattori in gioco e pensare che tutto funzioni sempre al 100% mi pare eccessivo.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da camicius » 29 settembre 2011, 20:43

sardinian aviator ha scritto: Lo ho scritto in un altro post: il problema è il controllo della persona, non tanto del bagaglio.
Concordo. Penso che se uno sta per andare a fare un attentato è molto più agitato di un attore di Striscia...
sardinian aviator ha scritto:
Infine vorrei sapere in quanti aeroporti (o quante altre volte nello stesso aeroporto) gli oggetti sono stati invece rilevati e respinti (ma questo Striscia non lo dice mica).
Mi sa molto di selezione "positiva" dei risultati.
Bisognerebbe anche sapere come è stata gestita tutta la cosa: quanti tentativi, dove, a che ora, se hanno avuto sempre successo, se e come gli oggetti sono stati mimetizzati, eccetera.
Ho visto solo il primo video, ma mi sembra che i filmati siano molto meno completi rispetto al solito....

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
brutti
FL 200
FL 200
Messaggi: 2099
Iscritto il: 3 gennaio 2009, 17:47
Località: soliera (mo)

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da brutti » 30 settembre 2011, 7:34

sardinian aviator ha scritto:Sicuramente l'ENAC lo farà molto meglio di me ma vorrei analizzare un pò meglio il servizio TV. Premetto che detesto questo tipo di giornalismo da rivistina del barbiere, ma tant'è...risulta pure molto seguito.
Gli oggetti introdotti a bordo nel bagaglio a mano (o sulla persona!) sono:
un coltello da macellaio; a me pareva di ceramica per cui se me lo metto addosso al metal detector non suona. E' un limite evidente del sistema ma non è colpa dell'addetto. Se poi era di acciao inox mi rimangio tutto.
una pistola giocattolo: da come veniva maneggiata sembrava di plastica, per cui il commento è identico, compreso il "se poi".
taglierina con lame: ai RX si presenta come un rettangolo di metallo che potrebbe essere qualsiasi cosa. Inoltre il divieto scatta solo per lame di lunghezza superiore ai 6 cm. e quelle non so se ci arrivavano.
spray urticante: messo in tasca (vale il discorso di prima) al metal detector non viene rilevato.
Mi sono tenuto un pò sul generico, lo ammetto, ed il risultato è che a bordo sicuramente lo spray poteva far danni (il resto non credo), ma questi sono limiti oggettivi che non possono essere imputati agli addetti. Diversamente vorrei vedere le reazioni dei pax costretti a rimanere in mutande per eliminare ogni dubbio. Lo ho scritto in un altro post: il problema è il controllo della persona, non tanto del bagaglio.
Infine vorrei sapere in quanti aeroporti (o quante altre volte nello stesso aeroporto) gli oggetti sono stati invece rilevati e respinti (ma questo Striscia non lo dice mica).

Se qualcuno pensa che io nutra simpatie per gli addetti alla security si sbaglia di grosso :mrgreen: :mrgreen:
non sono pienamente d'accordo con te....di sicuro non do troppo peso o non mi faccio influenzare da questo servizio di Striscia ulla sicurezza, ma bisogna anche dire che la pistola giocattolo e il coltello(confermo che anch secondo me non è vero neanche quello)erano nella borsa, i RX non suonano ok ma chi sta davanti allo schermo la vede la forma e ti chiederai cosa cavolo è quello?!anche perchè un paio di volte si vede che il coltello e la pistola stanno nella borsa che passa ai RX....
inoltre il taglierino è oltre i 10 m altro che 6...ne ho misurato uno di quelli piccoli e va oltre i10 quello del servizio mi sembra anche più grande di quello che ho io...
tremiamo ma non molliamo...

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 30 settembre 2011, 8:55

Io mi scandalizzavo per il ferro da stiro troppo opaco che avrebbe potuto occultare qualcosa sotto la sua carrozzeria... andiamo bene... :roll:
Non amo un ruolo di supplenza di trasmissioni satiriche sui controlli a campione ufficiali, naturalmente; ma questo mi pare davvero troppo.
Secondo dubbio: il servizio è stato visto da milioni di persone, e non so se questo sia un bene senza se e senza ma (uno dei prinncipali provvedimenti realmente utili per iniziare a ridurre il fenomeno dei sassi lanciai dai cavalcavia fu il sislenzio radio e stampa per non indurre pletore di ragazzini sottoscolarizzati e debosciati a farsi venire istinti emulativi).

Son davvero curioso di sapere cosa farà l'ENAC.

NB Il tagluierino è di quelli professionali, col robustissimo portalama in metallo e lame spesse oltre 0,9 mm e larghe 2 cm abbondanti.
una VERA arma.
Il coltello non riesco a vedere se è inox o ceramica, in effetti mi pare scuro (ma la forma agli RX?)
La pistola è riconoscibile come di plastica agli RX, è troppo poco opaca, ma la forma dovrebbe comunque suggerire un controllo visivo e un garbato sequestro (potrebbe essre un dono per un bimbo).
Mi sembra una Caporetto veramente.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da FAS » 30 settembre 2011, 12:53

Quelli di striscia dovrebbero dimostrare che quelle armi erano realmente offensive......
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 30 settembre 2011, 13:20

Non ho onestamente capito, FAS. (non sto dissentendo, proprio non ho capito).

Il taglierino l'ho riconosciuto con certezza, è un tipo robusto e solido che uso spesso io nei miei lavoretti di bricolage. Utilizza lame di tipo B (le più diffuse).

Il coltellaccio da cucina se era in inox è un arma, se era di ceramica invece pure (costa molto di più e tiene il filo mille volte più a lungo);

lo spray al peperoncino poteva sembrare anche un piccolo deodorante, e lo scarterei a priori (il problema in astratto si pone, può rendere inabled un intero cockpit crew;)

la pistola giocattolo forse agli RX si vedeva bene come tale, anche se una pistola finta agli RX non si vede se ha il tappo rosso, e comunque una finta arma può costituire problema nella misura in cui sotto la minaccia della medesima un membro del cabin crew nel dubbio la prende sul serio ed obbedisce a degli ordini.

Insomma, anche se sospetto una selezione positiva dei risultati (osservazione arguta e pertinente) o il servizio nella sua interezza è una bufala, o la faccenda è seria.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6210
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sigmet » 30 settembre 2011, 14:27

Non serviva striscia per sapere che i controlli sono eludibili in mille maniere. Quella della sicurezza dopo l'11 settembre e' una delle piu' grandi truffe a livello mondiale ma chi ci doveva guadagnare e' diventato ricchissimo, migliaia di persone che non contavano una cippa adesso sono tutti Serpico e ti trattano da delinquente per una bottiglia di bagnoschiuma a meta' , le tasse degli aeroporti diventano sempre piu' care costringendo le compagnie a risparmiare altrove e rischi sempre di perdere il volo se trovi la fila.
Conosco almeno 100 modi di tirare giu' un 777 senza sforzi con armi fatte in casa e volendo senza neanche entrare in aeroporto. Un terrorista immagino ne sappia piu' di me.
L'ENAC pensasse ad aprire le inchieste quando deve e non quando glielo dice Staffelli.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 30 settembre 2011, 14:39

E' da un po' che molte cose si smuovono solo quando arriva un pupazzone rosso con la voce roca, e non a seguito di accorate e circostanziate denunce sempre archiviate o direttamente ignorate di integerrimi professori in pensione... :(
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da camicius » 30 settembre 2011, 15:09

Valerio Ricciardi ha scritto: Insomma, anche se sospetto una selezione positiva dei risultati (osservazione arguta e pertinente) o il servizio nella sua interezza è una bufala, o la faccenda è seria.
Grazie.
E queste cose, Striscia se vuole fare quello che è diventata essere una parte della sua missione (ovvero denunciare le cose che non vanno, vedi gli articoli di Stoppa sugli animali, o quelli sulle grandi strutture incompiute) deve fornirle. E, ribadisco, visto che non hanno detto nulla SEMBREREBBE che non abbiano raccontato proprio tutta la verità. Magari hanno fatto più tentativi, quasi tutti andati a vuoto. Altrimenti il problema è comunque serio, per quanto queste siano solo simulazioni e gli attori hanno la tranquillità di chi sa che non rischia nulla.
sigmet ha scritto: Conosco almeno 100 modi di tirare giu' un 777 senza sforzi con armi fatte in casa e volendo senza neanche entrare in aeroporto. Un terrorista immagino ne sappia piu' di me.
Magari no, e sarai reclutato prossimamente!
È lo stesso discorso delle fotografie. Qualcuno stressa mentre si fanno le foto in aeroporto, quando poi basta una radio da poche centinaia di euro per sapere orari esatti (e procedure di partenza, che sono pubbliche) di decollo e atterraggio di tutti gli aerei che orbitano in un aeroporto...

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4652
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da SuperMau » 30 settembre 2011, 15:13

Mi sono rivisto i filmati un paio di volte, e permettetemi di sollevare dubbi GIGANTI sulla veridicita' di tutta questa operazione.

Si vedono i coltelli,spray e pistole varie all'inizio di ogni sequenza, ma NON li ho visti metterli nella borsa prima di passare i controlli, e NON li ho visti filmati SUBITO DOPO il controllo radiogeno.

Si vedono invece quando li tiri fuori a bordo. Chissa' perche' , non al gate (per esempio), o sull'autobus.....

ERGO

Per me e' una bufala pazzesca. GUARDA CASO tutti gli imbarchi sono avvenuti con autobus e mai con finger, ovvero una delle possibilita’ piu’ facili per creare casino (vedi l’altro tread riguardante gli imbarchi errrati)

Basta che mi metto d’accordo con qualcuno (handling/rampa/sceriffo/postino/pompiere/finanziere/autista) e me lo faccio recapitare sottobordo e poi lo metto nella mia borsa e lo faccio vedere quando sono a bordo.

Scusatemi ragazzi ma io ho fatto OTTANTA voli quest’anno, la meta’ dei quali su MXP o FCO, tra diretti e transiti. Problemi di sicurezza? certo, sempre. Cosi' eccessivi? Neanche a parlarne.
IO non la bevo. Neanche un po’….

Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da vihai » 30 settembre 2011, 15:35

sigmet ha scritto:Non serviva striscia per sapere che i controlli sono eludibili in mille maniere. Quella della sicurezza dopo l'11 settembre e' una delle piu' grandi truffe a livello mondiale
Amen.

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da mermaid » 30 settembre 2011, 15:36

io parlo per il mio aeroporto: nel filmato su mxp (girato al terminal 2) si stacca completamente da ben prima del varco radiogeno al gate, tutta la fase dei controlli non è assolutamente ripresa. bah... non dico che i controllori siano tutti ligi e attenti, qualcuno che ogni tanto pensa ai razzi suoi ci sarà sempre, ma anch'io sarei curiosa di sapere quanti tentativi hanno dovuto fare prima di riuscire a passare (fatta salva l'ipotesi di Mau, cioè che non ci fosse qualcuno ad aiutarli dall'interno).
con questo non voglio dire che sia giustificabile che siano riusciti a passare, ma dal servizio sembra che i controlli siano proprio un colabrodo... (a me prendono i dati del tesserino sia in entrata che in uscita in media una volta a settimana - questo la finanza, e sono una dipendente!!)
Immagine

Ti!

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6210
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sigmet » 30 settembre 2011, 15:37

SuperMau ha scritto:
Basta che mi metto d’accordo con qualcuno (handling/rampa/sceriffo/postino/pompiere/finanziere/autista) e me lo faccio recapitare sottobordo e poi lo metto nella mia borsa e lo faccio vedere quando sono a bordo.

L'effetto non cambia. Che io sia un giornalista o un terrorista comunque a bordo mi ritrovo gli strumenti di offesa alla faccia della sicurezza. Ergo non servono a nulla se non a buttare un po di fumo negli occhi.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4652
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da SuperMau » 30 settembre 2011, 16:10

sigmet ha scritto:
SuperMau ha scritto:
Basta che mi metto d’accordo con qualcuno (handling/rampa/sceriffo/postino/pompiere/finanziere/autista) e me lo faccio recapitare sottobordo e poi lo metto nella mia borsa e lo faccio vedere quando sono a bordo.
L'effetto non cambia. Che io sia un giornalista o un terrorista comunque a bordo mi ritrovo gli strumenti di offesa alla faccia della sicurezza. Ergo non servono a nulla se non a buttare un po di fumo negli occhi.
Giusto...PERO' in questo caso il problema non e' nei controlli di sicurezza ai passeggeri, ma di altre terze persone. Il che cambia completamente la visuale del problema. Come ho gia' detto, fatto cosi', questo tipo di "giornalismo" fa veramente pena...........

@mermaid: La mia tesi si rafforza ancora di piu' perche' l'hanno fatto al T2...ovvero al T1 col piffero che ce la facevano visto che sono quasi tutti finger...
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sardinian aviator » 30 settembre 2011, 19:31

Permettetemi di aggiungere alcune considerazioni.
Una delle cose che si raccomandavano agli addetti era di non sentirsi James Bond: per cui occhio a non far arrivare a bordo articoli pericolosi attraverso quel varco presidiato da te. Punto. Il resto è roba d'altri.
Se assoldo una cinquantina di mercenari addestrati ed armati di tutto punto e decido di mettere a ferro e fuoco un qualsiasi aeroporto, è solo questione di denaro (e di quanto riesco a tenere nascosta l'impresa), non di security. Per cui i 100 modi per buttar giù un 777 sono tutti buoni ma nessuno deve basarsi sul passaggio clandestino di armi nei bagagli o sulla persona. Un attacco militare esige una risposta militare, non di security.
Il problema del basista interno NON è un problema di security, ma di intelligence, dei criteri con cui vengono rilasciati i tesserini, delle indagini sui precedenti, sui familiari dei titolari, della loro situazione finanziaria e qui mi fermo per evidenti ragioni. Inoltre un conto è agevolare una sorta di scherzo televisivo magari dietro pagamento di una certa somma, un altra è entrare nel circuito degli attentati. Conosco gente serissima che per uno scherzo è disposta a qualunque nefandezza (serie Amici Miei) ma non a violare la legge.
Concordo con chi sostiene che non ci sono prove documentate del passaggio materiale degli oggetti attraverso il varco. E comunque l'autore della bravata andrebbe perseguito per violazione del PNS, altro che inchieste, ENAC faccia partire denunce.
Quello che mi stupisce del pupazzone rosso è che gente seria ed austeri dirigenti ci parlino; parlano con un pupazzo e danno spiegazioni a un pupazzo? Se fosse venuto a suo tempo nel mio ufficio lo avrei preso a calci nel didietro: pagliaccio imbecille, fatti vedere in faccia!
Infine che gli addetti alla security siano talvolta....vabbè siamo buoni, inadeguati per il ruolo, non è un mistero, ma lo colpa non è solo loro: niente da dire sulla selezione, la formazione, l'addestramento? E gli esami, gli esami dico, e fatemi tacere per favore! :twisted: Il pesce puzza dalla testa. :roll:
Che poi tutto l'ambaradam sia oggi abbastanza inutile e serva solo ad arricchire i soliti noti...ne possiamo parlare. Il mio parere è che ormai le lobbies della security hanno acquisito potere e se anche il terrorismo finisse di colpo, i controlli continuerebbero. Sai quanta gente ci mangia su Bin Laden e soci?

Orca. mi sono sfogato!
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4652
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da SuperMau » 30 settembre 2011, 21:07

sardinian aviator ha scritto: Orca. mi sono sfogato!
Beh dai neanche tanto....puoi fare di meglio .. :roll: :mrgreen:
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da ciccioxx92 » 30 settembre 2011, 21:19

sardinian aviator ha scritto: [...]
Straquotone. Complimenti per lo sfogo. Ho riflesso/riflettuto/riflettesciuto. Grazie! :D
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da FAS » 3 ottobre 2011, 14:31

il caro sigmet ovviamente conosce bene la questione......ed ha dato il giusto input

tra le altre cose:
per cambiare la destinazione originale del velivolo sul quale ci si imbarca non c'è bisogno di farsi accompagnare da nessuna arma.....
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

nils
Banned user
Banned user
Messaggi: 250
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 20:02

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da nils » 4 ottobre 2011, 14:46

dilettanti allo sbaraglio, ecco la security aeroportuale...

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 4 ottobre 2011, 15:06

SuperMau ha scritto: Si vedono i coltelli,spray e pistole varie all'inizio di ogni sequenza, ma NON li ho visti metterli nella borsa prima di passare i controlli, e NON li ho visti filmati SUBITO DOPO il controllo radiogeno.
Si vedono invece quando li tiri fuori a bordo. Chissa' perche' , non al gate (per esempio), o sull'autobus.....
Questo è vero, bastava una webcam... o un iPhone, prima filmi la borsa mentre metti dentro la roba, poi senza stacchi continui a filmare sino all'atto di metterla sul nastro e la segui entrare sotto gli RX, poi posi l'iPhone o altro con le chiavi della macchia e il borsellino sul vassoio, e li rifilmi (con un po' di attenzione e cercando di non dar nell'occhio) ad es. con l'Iphone come se stessi ricevendo una telefonata appena escono... non dico fosse facilissimo, ma era fattibile, assolutamente, bastava ragionarci su.
SuperMau ha scritto:Per me e' una bufala pazzesca.
Per me allo stato da quel che si è visto non è dimostrato che lo sia, ma non è dimostrato che non lo sia.
Come non si può dire che il DC9 Itavia sia caduto per una ipotesi di esplosione - a bordo o dall'esterno - (non si son trovate tracce sui pezzi) ma non lo si può del tutto escludere (è anche vero che non abbiamo tutti i pezzi).

E dimostrare l'autenticità dell'operazione era comunque nell'interesse di chi ha preparato il servizio.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 4 ottobre 2011, 15:16

sardinian aviator ha scritto:Quello che mi stupisce del pupazzone rosso è che gente seria ed austeri dirigenti ci parlino; parlano con un pupazzo e danno spiegazioni a un pupazzo?
Infatti non sta scritto da nessuna parte che ci si debba adeguare alle esigenze sceniche di un format televisivo satirico: puoi sempre dire "io ad un qualunque cittadino a prescindere dal ruolo che esercita che mi chiede spiegazioni e/o risposte mi sento in dovere di darne, ma di certo ad un individuo che mi cela la sua identità no, mi mostri la faccia, si identifichi con un documento e si accomodi".

Valerio Staffelli che marca stretto il dirigente che cerca di eludere domande imbarazzanti ci sta tutto, dare udienza a un guitto che gira con uno sturalavandino in testa anche se ne vedo i tratti del volto non lo trovo molto dignitoso. Si tira tranquillamente fuori il tesserino di giornalista ed il gioco è fatto; e se ti capita (come nel caso di Scalfaro) qualcuno che dice ai bodyguard "dategli un po' di botte" bé, il danno di immagine in quel caso è tutto altrui (e i lividi svaniscono presto, non è che ti ammazzano).
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sardinian aviator » 4 ottobre 2011, 15:39

Valerio Ricciardi ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:Quello che mi stupisce del pupazzone rosso è che gente seria ed austeri dirigenti ci parlino; parlano con un pupazzo e danno spiegazioni a un pupazzo?
Infatti non sta scritto da nessuna parte che ci si debba adeguare alle esigenze sceniche di un format televisivo satirico: puoi sempre dire "io ad un qualunque cittadino a prescindere dal ruolo che esercita che mi chiede spiegazioni e/o risposte mi sento in dovere di darne, ma di certo ad un individuo che mi cela la sua identità no, mi mostri la faccia, si identifichi con un documento e si accomodi".



Valerio Staffelli che marca stretto il dirigente che cerca di eludere domande imbarazzanti ci sta tutto, dare udienza a un guitto che gira con uno sturalavandino in testa anche se ne vedo i tratti del volto non lo trovo molto dignitoso. Si tira tranquillamente fuori il tesserino di giornalista ed il gioco è fatto; e se ti capita (come nel caso di Scalfaro) qualcuno che dice ai bodyguard "dategli un po' di botte" bé, il danno di immagine in quel caso è tutto altrui (e i lividi svaniscono presto, non è che ti ammazzano).
Preferisco la mia versione: Pagliaccio imbecille, fatti vedere in faccia!
Odio quel modo di fare domande, l'assedio alla persona, il microfono spinto a forza sotto il naso. Giuro, se qualcuno mi facesse una domanda tipo "Cosa prova in questo momento" mentre mi va a fuoco la casa gli tiro un cazzotto in bocca e gli sfascio la telecamera in testa.
Sogno Staffelli filmato mentre va a trans e il Gabibbo che gli chiede: cosa provi in questo momento?
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

willy73
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 531
Iscritto il: 10 settembre 2009, 16:00
Località: Milano

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da willy73 » 4 ottobre 2011, 16:07

Esperienza personale (indiretta) a BGY:
Mia moglie passa il controllo con due micropistole giocattolo (circa 3 cm. l'una) nel bagaglio a mano, riproduzioni di pistole antiche comprate in Spagna come regalo per i nostri figli. Viene subito "beccata" e controllata (tra l'altro le viene detto, io non lo sapevo, che non si possono portare a bordo neppure armi giocattolo)

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 4 ottobre 2011, 16:11

sardinian aviator ha scritto:Odio quel modo di fare domande, l'assedio alla persona, il microfono spinto a forza sotto il naso. Giuro, se qualcuno mi facesse una domanda tipo "Cosa prova in questo momento" mentre mi va a fuoco la casa gli tiro un cazzotto in bocca e gli sfascio la telecamera in testa.
No, quella non è tanto Striscia, ma interi programmi della "TV del dolore", da La Vita in Diretta in poi.

Vanno a casa di povere famiglie che han perso magari due figli in un disastro ferroviario, o che hanno avuto la nipotina stuprata e uccisa dall'orco di turno, con zie e nonne che ancora piangono, madri annichilite dalla disperazione e padri devastati con occhiaie spaventose che cercano di contenersi per mera dignità, e gli chiedono "cosa prova in questo momento?" e se non rispondono subito gli mettono in bocca anche l'aiutino "dolore, rabbia impotente...?" che viene voglia di spintonare tutta la troupe giù per le scale, tirandogli sulla schiena il Betacam da 50000 euro e sperando che sia spigoloso come quelli di una volta...

Pur coi metodi odiosi che conosciamo, innegabilmente i vari fastidiosissimi Staffelli un ruolo di denuncia alla fine ce l'hanno, qualche volta han pure sortito un risultato e sbloccato situazioni; la TV del dolore e del funerale in diretta no, nemmeno quello.
Ultima modifica di Valerio Ricciardi il 4 ottobre 2011, 16:37, modificato 1 volta in totale.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sardinian aviator » 4 ottobre 2011, 16:27

willy73 ha scritto:Esperienza personale (indiretta) a BGY:
Mia moglie passa il controllo con due micropistole giocattolo (circa 3 cm. l'una) nel bagaglio a mano, riproduzioni di pistole antiche comprate in Spagna come regalo per i nostri figli. Viene subito "beccata" e controllata (tra l'altro le viene detto, io non lo sapevo, che non si possono portare a bordo neppure armi giocattolo)

E' una bufala gigantesca, spero non gliele abbiano sequestrate.
Il Reg. UE 185/2010 recita testualmente:
"E' vietato trasportare ....a bordo di un aeromobile: pistole, armi da fuoco ed altri strumenti che sparano proiettili. Armi giocattolo, riproduzioni ed imitazioni di armi da fuoco che possano essere scambiate per armi vere

Con 3 cm di lunghezza mi pare ci voglia una certa dose di fantasia.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

willy73
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 531
Iscritto il: 10 settembre 2009, 16:00
Località: Milano

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da willy73 » 4 ottobre 2011, 16:56

sardinian aviator ha scritto:
willy73 ha scritto:Esperienza personale (indiretta) a BGY:
Mia moglie passa il controllo con due micropistole giocattolo (circa 3 cm. l'una) nel bagaglio a mano, riproduzioni di pistole antiche comprate in Spagna come regalo per i nostri figli. Viene subito "beccata" e controllata (tra l'altro le viene detto, io non lo sapevo, che non si possono portare a bordo neppure armi giocattolo)

E' una bufala gigantesca, spero non gliele abbiano sequestrate.
Il Reg. UE 185/2010 recita testualmente:
"E' vietato trasportare ....a bordo di un aeromobile: pistole, armi da fuoco ed altri strumenti che sparano proiettili. Armi giocattolo, riproduzioni ed imitazioni di armi da fuoco che possano essere scambiate per armi vere

Con 3 cm di lunghezza mi pare ci voglia una certa dose di fantasia.
no, non gliele hanno sequestrate, in effetti sembrava strano anche a me. Forse intendeva avvisarla che se fossero state più grandi sarebbe incorsa nel divieto

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Valerio Ricciardi » 4 ottobre 2011, 20:39

...e si ritorna alla limetta da unghie puntualmente sequestrata alla teenager vestita rosa confetto e con la gomma americana in bocca, e nel contempo al tipo frettoloso che elude i controlli e si imbarca pure (e per fortuna era solo un po' squinternato, non malvagio)...
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 632
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da Ivan82 » 5 ottobre 2011, 9:14

Sabato ho notato quanto siano diversi i controlli da un aeroporto all'altro: a Cagliari, pur dopo aver tolto la cintura, ho fatto suonare il metal detector, a Roma, dove avevo indosso le stesse identiche cose, no.
Immagine

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da sardinian aviator » 5 ottobre 2011, 9:32

Ivan82 ha scritto:Sabato ho notato quanto siano diversi i controlli da un aeroporto all'altro: a Cagliari, pur dopo aver tolto la cintura, ho fatto suonare il metal detector, a Roma, dove avevo indosso le stesse identiche cose, no.
Dipende dalla taratura della sensibilità del metal detector. Alcuni aeroporti, d'intesa con le Autorità ed allo scopo di accelerare i controlli, adottano sensibilità minori (ma sempre efficaci). La taratura al massimo della sensibilità fa suonare il MD anche per pochi grammi di metallo (il che è oggettivamente inutile). Però c'è chi non vuole rogne...
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
spaceodissey
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 608
Iscritto il: 17 ottobre 2006, 22:09
Località: Parma

Re: E l'ENAC apre un'inchiesta

Messaggio da spaceodissey » 5 ottobre 2011, 13:46

La discussione è interessantissima. Aggiungo anche il mio parere, sotto un punto di vista leggermente diverso.

Prima di tutto do per scontato che il servizio sia stato fatto -almeno in parte- seriamente, ovvero che tutti gli elementi fossero effettivamente di metallo e che fossero quindi rilevabili ai controlli.

Io ho subito notato che entrambi i servizi fanno un uso esagerato del montaggio: ci sono mille stacchi. Cosa avviene nel frattempo, non è dato sapere. Faccio un esempio molto banale: il servizio da per scontato che tutto l'"arsenale" sia nella stessa borsa. Però gli attori sono sempre ALMENO due. Ma nessuno vieta che siano magari 4 o 5. Seconda cosa: i servizi, per ovvi motivi, non hanno l'audio in presa diretta per cui non posiamo sapere se alcuni oggetti sono stati rilevati (tipo la pistola giocattolo) e poi spiegati al controllore che -rilevata l'inefficacia dell'arma- l'abbia fatta passare.
Attenzione, poi, perchè -sempre ammettendo che le immagini rispecchino almeno in parte la realtà- viene fatto vedere che gli oggetti sono effettivamente in volo SOLO a Fiumicino, Malpensa, Linate (ma solo lo spray) e Fontanarossa, negli altri aeroporti non vengono mostrati.

Non sto nemmeno a disquisire sulla posizione degli oggetti all'interno del bagaglio a mano.

Non sto a sostenere che la sicurezza negli aeroporti sia perfetta, ma di certo non sarà un servizio malfatto a farmi pensare che i controllori siano tutti incompetenti.
I voli del fifone:
Uno
Due
Tre
Quattro

Chuck Norris understands the ending of 2001: a space odyssey

Rispondi