Riattaccata a Firenze

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Gianni62
FL 250
FL 250
Messaggi: 2624
Iscritto il: 23 luglio 2008, 11:55
Località: Firenze

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da Gianni62 » 11 ottobre 2011, 9:09

Grazie di tutte le esaurienti spiegazioni… non ho purtroppo tanto tempo come potete vedere per stare sul forum ma devo dire che è sempre bello attivo…… e interessante. Quanto a quell'evento.. per il poco che ne posso capire io è che il tempo era bello e non c'era nebbia. Quanto all'altezza io con i miei occhi.. non posso certo saperne di più dei piloti in cockpit. Per contro io credo che Firenze sia una pista per es dove è difficile liberare in fretta no? Non c'è pista di rullaggio e quindi bisogna fare "inversione a U". Poi è vero che in prossimità dell'aeroporto ci sono tanti acquitrini con tanta presenza di uccelli…. la butto là eh….
L'assolo più bello della tua vita è quello che fai quando ti dimentichi di schiacciare REC"

alainvolo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da alainvolo » 12 ottobre 2011, 13:48

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da flyingbrandon » 12 ottobre 2011, 13:50

alainvolo ha scritto:
Io ho detto che si riattacca per pilot incapacitation ed e' la verita' e se ci fosse qualcuno che non e' d'accordo non mi importa.Il concetto e' che c'e' qualcuno che per il gusto di avere ragione,si arrampica sugli specchi,e non sono io.

Ripeto in caso di pilot incapacitation in CATII o III ,GA e dirigo su CAT I(almeno).

Non rientra nel punto pilot incapacitation?
Questo e' il mio ultimo post sull'argomento,perche' mi sono stufato di ripetere le stesse cose mille volte!

Io quello che dovevo dire .l'ho detto
Ohhhhhhh.....ottima scelta! :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da m.forna » 12 ottobre 2011, 13:59

alainvolo ha scritto:
AirGek ha scritto:Cioè tu hai scritto che si riattacca per pilot incapacitation punto. Quando poi ti hanno fatto notare che genericamente come l'hai messa tu sarebbe meglio proseguire e atterrare allora hai parlato di low visibility, grazie al cacchio. Hai variato la tua esposizione a seguito delle risposte che hai ricevuto per aver ragione.

In gergo si chiama "arrampicarsi sugli specchi".
Io ho detto che si riattacca per pilot incapacitation ed e' la verita' e se ci fosse qualcuno che non e' d'accordo non mi importa.Il concetto e' che c'e' qualcuno che per il gusto di avere ragione,si arrampica sugli specchi,e non sono io.

Ripeto in caso di pilot incapacitation in CATII o III ,GA e dirigo su CAT I(almeno).

Non rientra nel punto pilot incapacitation?
Questo e' il mio ultimo post sull'argomento,perche' mi sono stufato di ripetere le stesse cose mille volte!

Io quello che dovevo dire .l'ho detto
con tutto il rispetto del mondo ma penso che chi si sta arrampicando con gli specchi sia proprio tu :!:
ora faccio una domanda: riattaccheresti per pilot incapacitation in CAVOK?
Marco

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da AirGek » 12 ottobre 2011, 16:13

[smilie=to funny.gif]
flyingbrandon ha scritto:
alainvolo ha scritto:
Questo e' il mio ultimo post sull'argomento,perche' mi sono stufato di ripetere le stesse cose mille volte!

Io quello che dovevo dire .l'ho detto
Ohhhhhhh.....ottima scelta! :mrgreen:
:mrgreen:
m.forna ha scritto: con tutto il rispetto del mondo ma penso che chi si sta arrampicando con gli specchi sia proprio tu :!:
ora faccio una domanda: riattaccheresti per pilot incapacitation in CAVOK?
L'ha già scritto, se in CATII o III riattacca e si dirige verso un CATI. Se in CAVOK riattacca lo stesso e si dirige verso un aeroporto dove la visibilità gli permetta di vedere almeno nel futuro.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

alainvolo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da alainvolo » 13 ottobre 2011, 15:42

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da m.forna » 13 ottobre 2011, 17:47

alainvolo ha scritto:
AirGek ha scritto:[smilie=to funny.gif]
flyingbrandon ha scritto:
alainvolo ha scritto:
Questo e' il mio ultimo post sull'argomento,perche' mi sono stufato di ripetere le stesse cose mille volte!

Io quello che dovevo dire .l'ho detto
Ohhhhhhh.....ottima scelta! :mrgreen:
:mrgreen:
m.forna ha scritto: con tutto il rispetto del mondo ma penso che chi si sta arrampicando con gli specchi sia proprio tu :!:
ora faccio una domanda: riattaccheresti per pilot incapacitation in CAVOK?
L'ha già scritto, se in CATII o III riattacca e si dirige verso un CATI. Se in CAVOK riattacca lo stesso e si dirige verso un aeroporto dove la visibilità gli permetta di vedere almeno nel futuro.
In CAVOK non riattacco,ovvio.E chi lo pone il problema in CAVOK?Ci sei o ci fai?!
Vorrebbero tutti farti la stessa domanda da un po' di giorni, perchè di quello si sta parlando e tu non l'hai ancora capito.
Ciao. :?
Marco

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da mermaid » 13 ottobre 2011, 18:01

m.forna ha scritto:
Vorrebbero tutti farti la stessa domanda da un po' di giorni, perchè di quello si sta parlando e tu non l'hai ancora capito.
Ciao. :?
urca....
:happy1:
Immagine

Ti!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da tartan » 13 ottobre 2011, 18:13

Io non sono un pilota di aereo a motore, però mi piacerebbe che i piloti, in generale, possano prevedere in ogni caso di emergenza più di una soluzione. A domande tipo tu faresti ciò in condizioni di tempesta di sereno? mi piacerebbe leggere : dipende dal tipo di emergenza quello che farei, molto probabilmente farei questo , ma potrei anche fare quest'altro.
A Tolosa, al simulatore A321, si simulò una crew incapacitation al decollo con il com.te che si accasciava sul side stick spingendo l' a/m fuori pista.
Se una cosa simile dovesse avvenire in corto finale con il secondo che se ne accorge con l'a/m già inclinato e indirizzato fuori e con il famoso CAVOK , qualcuno di voi riattaccherebbe, oppure con il CAVOK non si riattacca? Non ce l'ho con nessuno, per carità, non mi piacciono le domande a risposta scontata.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da arciere » 13 ottobre 2011, 18:27

Anche se non ne ho le capacità e il bagaglio tecnico necessario, mi permetto di dire la mia.

Penso che qui, bene o male, abbiamo capito tutti di cosa stiamo parlando. Se il pilota mi si accascia sulla cloche e mi "butta" l'aereo fuori rotta, è ovvio che riattacco, ma non per pilot incapacitation, ma perché l'aereo non è più stabilizzato. Così come, se la stessa situazione si verifica nelle condizione poste prima (sotto le minime e pista non in vista), riattacco perché non vedo la pista, non perché il collega è incapacitato.
Perciò forse un "PILOT INCAPACITATION (ma nelle seguenti situazioni: ..........)" sarebbe stato più chiaro :wink:


Correggetemi se mi sono perso qualcosa nel discorso
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da flyingbrandon » 13 ottobre 2011, 20:17

tartan ha scritto:Io non sono un pilota di aereo a motore, però mi piacerebbe che i piloti, in generale, possano prevedere in ogni caso di emergenza più di una soluzione. A domande tipo tu faresti ciò in condizioni di tempesta di sereno? mi piacerebbe leggere : dipende dal tipo di emergenza quello che farei, molto probabilmente farei questo , ma potrei anche fare quest'altro.
A Tolosa, al simulatore A321, si simulò una crew incapacitation al decollo con il com.te che si accasciava sul side stick spingendo l' a/m fuori pista.
Se una cosa simile dovesse avvenire in corto finale con il secondo che se ne accorge con l'a/m già inclinato e indirizzato fuori e con il famoso CAVOK , qualcuno di voi riattaccherebbe, oppure con il CAVOK non si riattacca? Non ce l'ho con nessuno, per carità, non mi piacciono le domande a risposta scontata.
È che ne avevamo parlato prima e forse ti è sfuggito...riattacchi perché sei destabilizzato...a prescindere dalla causa che ti ha portato a non esserlo.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

alainvolo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da alainvolo » 13 ottobre 2011, 20:59

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da davymax » 13 ottobre 2011, 21:16

Posso fare un commento direttamente dall'altra parte del mondo?

State parlando di aria fritta. Non si riattacca per pilot incapacitation senza altre cause che farebbero ricadere la questione in un altro caso (mancanza di riferimenti, destabilizzazione ecc.).
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da sigmet » 13 ottobre 2011, 21:52

tartan ha scritto: A Tolosa, al simulatore A321, si simulò una crew incapacitation al decollo con il com.te che si accasciava sul side stick spingendo l' a/m fuori pista.
Beh e' un po improbabile con le cinte allacciate accasciarsi sul sidestick , al massimo ti accasci sul tavolino :roll: Per andare fuoripista forse gli si era irrigidita una gamba. :lol:
Il problema Tartan e' che come dici tu ad ogni situazione c'e una o piu' risposte.Ma a volte potrebbe essere difficile. Se un pilota si accascia sui comandi (o molto piu' semplicemente gli prende un coccolone ) potrebbe ostacolare l'azione dell'altro pilota. Per questo motivo e' previsto che vada rimosso in qualche modo dalla sua poltrona.Ma se cio' accade in dopo la V1 o in corto finale sia l'esito dello stop T/O , dell'atterraggio e quello dell'eventuale riattaccata potrebbero essere compromessi.A tutto questo c'e' da aggiungere che i sintomi del malore possono essere molteplici e sopratutto subdoli.Ricordo un incidente in cui uno dei cm colpito da infarto si contrasse sui comandi e solo all'ultimo momento l'altro , una volta capito che il suo collega era inbound verso i campi elisi,riusci' a riprendere il controllo dell'aereo.
Ultima modifica di sigmet il 13 ottobre 2011, 21:59, modificato 1 volta in totale.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da flyingbrandon » 13 ottobre 2011, 21:58

alainvolo ha scritto:
Domanda: e se sei in CAT2 o 3 avvicinamento e sei stabilizzato?
Questa è una bella domanda che potevi fare da subito evitando di trascinare i tuoi neuroni nel tallone.
CAT 3...molto probabilmente continuo l'avvicinamento per diversi motivi:
1) la persona a fianco a me sta probabilmente schiattando (per altre cause ovviamente riattacco)
2) solitamente qua in Italia, pensando di essere nelle zone in cui normalmente opero...se c'è nebbia a MXP di solito c'è anche a Linate e Torino che sono i più vicini.
3) conosco perfettamente sia i compiti del PF che quelli del PNF...conosco i motivi per cui devo comunque riattaccare o posso continuare e i riferimenti visivi che devo avere.
4) se riattaccassi solo perché sono in CATIII e non per un effettivo problema mi ritroverei a non poter piu effettuare l'avvicinamento in quel aeroporto ovviamente. E considerato il punto 2 rischio di trovarmi con più problemi del normale atterraggio in CATIII.
5) se sono già in avvicinamento atterro e mentre rullo chiamo l'ambulanza.Dico che.è svenuto al touch down...non perdo il brevetto e l'ho portato a terra nel minor tempo possibile.
6) Se sono in sicurezza preferisco salvare la persona che mi è fianco e subire le conseguenze di qualsiasi tipo. La vita umana, per me, ha più valore di un regolamento di compagnia.
Ovviamente sto parlando di vita reale...e non di simulatori. Questa è la "mia" opionine e ciò che farei.
Per la CATII sarebbe più delicata la faccenda....a meno che comunque non si consideri la possibilità, che solitamente c'è, di fare una CATIII. Perché prevede di staccare l'autopilota in condizioni che, se non addestrato, ti potrebbero mettere in forte difficoltà. E poiché la vita di tutti gli altri in questo caso è prioritaria rispetto a quella di uno riattacco e vado altrove.
Morale...riattacco solo se c'è la necessità di farlo. Un regolamento, in caso di vita, non la trovo una necessità...la sicurezza sì.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da flyingbrandon » 13 ottobre 2011, 22:01

sigmet ha scritto:
tartan ha scritto: A Tolosa, al simulatore A321, si simulò una crew incapacitation al decollo con il com.te che si accasciava sul side stick spingendo l' a/m fuori pista.
Beh e' un po improbabile con le cinte allacciate accasciarsi sul sidestick , al massimo ti accasci sul tavolino :roll: Per andare fuoripista forse gli si era irrigidita una gamba. :lol:
.
Anche perché sull'airbus c'è il tastino che mi permette di escludere l'altro sidestick...quindi a parte i piedi non potrebbe ostacolare la mia manovra.
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da davymax » 14 ottobre 2011, 4:44

Comunque, io vi informo che sto "riattaccando" dal thread perché Alain è palesemente incapacitato :mrgreen:
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

alainvolo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da alainvolo » 14 ottobre 2011, 15:45

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da AirGek » 14 ottobre 2011, 16:30

alainvolo ha scritto:
flyingbrandon ha scritto:
alainvolo ha scritto:
Domanda: e se sei in CAT2 o 3 avvicinamento e sei stabilizzato?

Per la CATII sarebbe più delicata la faccenda....a meno che comunque non si consideri la possibilità, che solitamente c'è, di fare una CATIII. Perché prevede di staccare l'autopilota in condizioni che, se non addestrato, ti potrebbero mettere in forte difficoltà. E poiché la vita di tutti gli altri in questo caso è prioritaria rispetto a quella di uno riattacco e vado altrove.
Morale...riattacco solo se c'è la necessità di farlo. Un regolamento, in caso di vita, non la trovo una necessità...la sicurezza sì.
Ciao!
Allora ,vedi che ci stiamo arrivando a quello che intendevo io?Io ho notato che voi per pilot incapacitation intendete che l'altro/i membro/i dell'equipaggio sia/no quasi morto/i o svenuto.
Ricordo che nel concetto di pilot incapacitation rientra anche la semplice dissenteria;cio' non significa che il membro stia sul punto di morire.

In caso di dissenteria di un pilota,che fai se sei in CAT II ?
Posto che non posso rispondere/ti io però volevo chiederti/le una cosa presumendo la tua/sua risposta. In che modo riattaccando aiuteresti/ebbe il collega/la sicurezza?

Poi scusa, non è meglio andare al suolo subito anche in quel caso così il povero fa quello che deve fare?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

alainvolo

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da alainvolo » 14 ottobre 2011, 20:00

L'utente alainvolo ha richiesto in data 31 ottobre 2011 la cancellazione del suo account e la rimozione dei suoi post.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da flyingbrandon » 14 ottobre 2011, 22:35

alainvolo ha scritto:
Allora ,vedi che ci stiamo arrivando a quello che intendevo io?Io ho notato che voi per pilot incapacitation intendete che l'altro/i membro/i dell'equipaggio sia/no quasi morto/i o svenuto.
Ricordo che nel concetto di pilot incapacitation rientra anche la semplice dissenteria;cio' non significa che il membro stia sul punto di morire.

In caso di dissenteria di un pilota,che fai se sei in CAT II ?
Porca vacca! Tutto qua il problema del frainteso?
Ti ringrazio....ora ho capito perché al simulatore il cpt continuava a scoreggiare....simulava la Crew incapacitation!! Fino a quando non ha perso i sensi ho continuato l'avvicinamento....che patacca che sono!!
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Riattaccata a Firenze

Messaggio da m.forna » 15 ottobre 2011, 1:25

flyingbrandon ha scritto:
alainvolo ha scritto:
Allora ,vedi che ci stiamo arrivando a quello che intendevo io?Io ho notato che voi per pilot incapacitation intendete che l'altro/i membro/i dell'equipaggio sia/no quasi morto/i o svenuto.
Ricordo che nel concetto di pilot incapacitation rientra anche la semplice dissenteria;cio' non significa che il membro stia sul punto di morire.

In caso di dissenteria di un pilota,che fai se sei in CAT II ?
Porca vacca! Tutto qua il problema del frainteso?
Ti ringrazio....ora ho capito perché al simulatore il cpt continuava a scoreggiare....simulava la Crew incapacitation!! Fino a quando non ha perso i sensi ho continuato l'avvicinamento....che patacca che sono!!
Ciao!
:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Marco

Rispondi