Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da camicius » 9 marzo 2012, 17:02

Non ricordo dove ho saputo questa cosa, se da esperienza diretta, chiacchierata con un AAVV o se letto da qualche parte, ma credevo che sulle file delle uscite di sicurezza fosse obbligatoria la presenza di almeno un passeggero che possa collaborare alla eventuale evacuazione.
L'ultimo (anzi il penultimo) volo che ho fatto è successo che fossero occupate praticamente tutte le file tranne la 3 e la 4 (e ci è stato riferito che c'erano problemi di bilanciamento) e la 16-17 che sono le due file delle uscite di sicurezza.
L'aereo era un B737-800.

Confermate il mio ricordo, oppure ricordo una ca***ta?


Grazie

Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

ulipao
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 127
Iscritto il: 1 settembre 2011, 18:14

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da ulipao » 9 marzo 2012, 20:42

Se il 737 era di ryanair forse erano libere perchè quelle file sono a pagamento.

Comunque sul discorso di collaborazione in caso di incidente dovrebbe essere vero.
La sofferenza è temporanea. La vittoria è per sempre!!!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9558
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da tartan » 10 marzo 2012, 14:19

ulipao ha scritto:Se il 737 era di ryanair forse erano libere perchè quelle file sono a pagamento.

Comunque sul discorso di collaborazione in caso di incidente dovrebbe essere vero.
Io non credo che possa essere vero perchè avrebbero bisogno di un briefing pre volo cosa che nessuno fa. In sostanza presso le uscite di emergenza potrebbero capitare soggetti che anziché aiutare farebbero più casino, magari perche lì si sono messi per paura di volare.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da camicius » 10 marzo 2012, 14:55

ulipao ha scritto:Se il 737 era di ryanair forse erano libere perchè quelle file sono a pagamento.
Supponevo anche io inizialmente, ma sono rimaste vuote! Al ritorno peraltro non c'erano limitazioni e l'aereo era abbastanza pieno.
ulipao ha scritto: Comunque sul discorso di collaborazione in caso di incidente dovrebbe essere vero.
Infatti, nelle condizioni di vendita di quei posti c'è la condizione di voler collaborare in caso di problemi.
tartan ha scritto: Io non credo che possa essere vero perchè avrebbero bisogno di un briefing pre volo cosa che nessuno fa. In sostanza presso le uscite di emergenza potrebbero capitare soggetti che anziché aiutare farebbero più casino, magari perche lì si sono messi per paura di volare.
Lo fanno, invece.
Cito da qui:
Per potersi sedere nelle file in corrispondenza delle uscite di emergenza (fila 1, 16 e 17) è necessario:
  • Avere almeno 16 anni
  • Essere disposti a collaborare in caso di emergenza
  • Non viaggiare con un neonato
  • Non necessitare di un extender per la cintura di sicurezza (che potrebbe impigliarsi in caso di emergenza)
E poi, il briefing, sugli aerei Ryanair l'ho visto fare spesso. Non all'andata perché ovviamente non c'era nessuno, ma al ritorno l'ho proprio notato. Anche un paio di volte che ho volato (sono un aficionado ryanair per comodità - vivo a Brescia, e Orio è a uno sputo) sulle uscite di sicurezza prima del decollo una delle assistenti di volo ci chiedeva se sapevamo l'inglese e se volevamo collaborare. Una volta uno si è anche spostato...
Le volte che ho volato con altri non ci ho fatto caso, probabilmente perché avendo il posto assegnato, ero impegnato a cercarmi il posto :mrgreen: :mrgreen:

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Ponch » 10 marzo 2012, 17:29

tartan ha scritto:Io non credo che possa essere vero perchè avrebbero bisogno di un briefing pre volo cosa che nessuno fa.
Come no? Voglio sperare che sempre e tutti facciano quel briefing pre volo.

Ad ogni modo, chi dovrebbe collaborare è quello (o quelli) che è seduto il più vicino di tutti all'uscita di emergenza, e il briefing va fatto a loro.
Is it light where you are yet?

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da MatteF88 » 10 marzo 2012, 18:23

camicius ha scritto:
E poi, il briefing, sugli aerei Ryanair l'ho visto fare spesso. Non all'andata perché ovviamente non c'era nessuno, ma al ritorno l'ho proprio notato. Anche un paio di volte che ho volato (sono un aficionado ryanair per comodità - vivo a Brescia, e Orio è a uno sputo) sulle uscite di sicurezza prima del decollo una delle assistenti di volo ci chiedeva se sapevamo l'inglese e se volevamo collaborare. Una volta uno si è anche spostato...
Le volte che ho volato con altri non ci ho fatto caso, probabilmente perché avendo il posto assegnato, ero impegnato a cercarmi il posto :mrgreen: :mrgreen:

ciao
Andrea
A me l'han fatto diversi anni fa su un volo IG OLB-VRN, una delle assistenti mi ha catechizzato sul come aprire l'uscita d'emer. e dove appoggiare poi lo sportello... il tizio di fianco a me che era sul lato corridoio mi fa: "oh ascolta bene.. che se andiamo giù...speriamo di no eh ma se dovesse succedere..." al che gli ho detto: "guardi che se dovesse capitare qualcosa a me, dovrebbe pensarci lei, le conviene ascoltare"... Il tizio è sbiancato..spero non avesse paura di volare..

tommy92
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 753
Iscritto il: 9 novembre 2007, 14:52

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da tommy92 » 11 marzo 2012, 0:43

A me è successo la settimana scorsa.Salito per ultimo in aereo(Ryan) vedo la fila di emergenza con due posti vuoti.Ovviamente mi siedo là!L'AV,dopo avermelo chiesto,ha preso lo zaino e lo ha spostato più indietro.Quando è tornata ha fatto il briefing a me e al mio vicino ed è tutto finito lì.

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da mermaid » 11 marzo 2012, 9:28

addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
e su tutte le compagnie niente infant/child/young, pregnant, assistenze speciali, passeggeri a mobilità ridotta..
Immagine

Ti!

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4678
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da sardinian aviator » 11 marzo 2012, 10:33

mermaid ha scritto:addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
e su tutte le compagnie niente infant/child/young, pregnant, assistenze speciali, passeggeri a mobilità ridotta..

A me è successo con Air Canada da Toronto a Calgary. Andavo ad un convegno e mi ero portato la moglie; io per servizio ero in business (aveva pagato il datore di lavoro), lei in economy (pagavamo noi :D ) e le è toccata proprio l'uscita di emergenza, oltretutto un posto abbastanza angusto. Stavo sorseggiando il tradizionale spumantino quando un AV viene e mi dice che ci sono dei problemi: all'uscita di emergenza vogliono solo pax che parlino inglese e che sappiano leggere le istruzioni di emergenza. Troppo tardi per far finta di non capire. Rapido scambio, breve briefing di sicurezza e lo spumantino se l'è bevuto la mia gentile signora finita in business. :evil:
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da mermaid » 11 marzo 2012, 10:40

sardinian aviator ha scritto:
mermaid ha scritto:addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
e su tutte le compagnie niente infant/child/young, pregnant, assistenze speciali, passeggeri a mobilità ridotta..

A me è successo con Air Canada da Toronto a Calgary. Andavo ad un convegno e mi ero portato la moglie; io per servizio ero in business (aveva pagato il datore di lavoro), lei in economy (pagavamo noi :D ) e le è toccata proprio l'uscita di emergenza, oltretutto un posto abbastanza angusto. Stavo sorseggiando il tradizionale spumantino quando un AV viene e mi dice che ci sono dei problemi: all'uscita di emergenza vogliono solo pax che parlino inglese e che sappiano leggere le istruzioni di emergenza. Troppo tardi per far finta di non capire. Rapido scambio, breve briefing di sicurezza e lo spumantino se l'è bevuto la mia gentile signora finita in business. :evil:
guarda una cosa si deve inventare per farsi cedere il posto in business dal marito :?


:mrgreen:
Immagine

Ti!

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4678
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da sardinian aviator » 11 marzo 2012, 10:48

mermaid ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:
mermaid ha scritto:addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
e su tutte le compagnie niente infant/child/young, pregnant, assistenze speciali, passeggeri a mobilità ridotta..

A me è successo con Air Canada da Toronto a Calgary. Andavo ad un convegno e mi ero portato la moglie; io per servizio ero in business (aveva pagato il datore di lavoro), lei in economy (pagavamo noi :D ) e le è toccata proprio l'uscita di emergenza, oltretutto un posto abbastanza angusto. Stavo sorseggiando il tradizionale spumantino quando un AV viene e mi dice che ci sono dei problemi: all'uscita di emergenza vogliono solo pax che parlino inglese e che sappiano leggere le istruzioni di emergenza. Troppo tardi per far finta di non capire. Rapido scambio, breve briefing di sicurezza e lo spumantino se l'è bevuto la mia gentile signora finita in business. :evil:
guarda una cosa si deve inventare per farsi cedere il posto in business dal marito :?




:mrgreen:
Infatti sta ancora ridendo. Il bello è che poi a Calgary è andata in giro da sola, facendo shopping ed ordinando da mangiare senza alcun problema. Grrrr :twisted:
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9558
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da tartan » 11 marzo 2012, 11:14

Bene, meglio così. A me non l'hanno mai fatto, si vede che ispiro fiducia, e non ho mai visto farlo.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da mermaid » 11 marzo 2012, 11:17

tartan ha scritto:Bene, meglio così. A me non l'hanno mai fatto, si vede che ispiro fiducia, e non ho mai visto farlo.
eeh... se le guardi come nella foto qui sotto, che c'ha il coraggio di dirti niente? :mrgreen:
(qui sotto nel tuo post ovviamente..)
Immagine

Ti!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9558
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da tartan » 11 marzo 2012, 11:31

Ti ho mai guardata così? Eh? Allora! Rispondi! Ti ho mai guardata così? Che sei muta? :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da mermaid » 11 marzo 2012, 11:37

tartan ha scritto:Ti ho mai guardata così? Eh? Allora! Rispondi! Ti ho mai guardata così? Che sei muta? :mrgreen:
:pale:
Immagine

Ti!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9558
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da tartan » 11 marzo 2012, 11:40

mermaid ha scritto:
tartan ha scritto:Ti ho mai guardata così? Eh? Allora! Rispondi! Ti ho mai guardata così? Che sei muta? :mrgreen:
:pale:
Ah,mbé! :mrgreen:
Leggero OT
Ciò du gatte che ogni tanto, appena apro la porta, svicolano in cucina. Basta che dica FUORI che si affiancano e buone buone escono, senza isterismi, come passeggiando indifferenti. Allora mi squaglio! :D
Non sono cattivo, è timidezza!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da camicius » 11 marzo 2012, 13:47

Ok, abbiamo capito che se c'è qualcuno c'è da fargli un breve briefing ecc.

ma è obbligatorio che ci sia qualcuno? E se non c'è nessuno, in caso di evacuazione di emergenza, chi da una mano?

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11150
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da flyingbrandon » 11 marzo 2012, 20:58

camicius ha scritto:Ok, abbiamo capito che se c'è qualcuno c'è da fargli un breve briefing ecc.

ma è obbligatorio che ci sia qualcuno? E se non c'è nessuno, in caso di evacuazione di emergenza, chi da una mano?

ciao
Andrea
No...non è obbligatorio.
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
butterfly
FL 300
FL 300
Messaggi: 3258
Iscritto il: 9 ottobre 2008, 22:59
Località: CVG

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da butterfly » 11 marzo 2012, 22:16

Su Delta quando prenoti, fai il check-in, ti imbarchi e ti siedi ti spiegano se sai cosa vuol dire e le responsabilità che comporta stare sulle uscite d'emergenza
inoltre danno un'occhiata se effettivamente potresti essere capace di aprire il portellone in caso d'emergenza
La morte non sta nel non comunicare, ma nel non poter essere più compresi (Pier Paolo Pasolini)

skype id: ladymachbet

http://www.giuda.it

Wingplane
Banned user
Banned user
Messaggi: 591
Iscritto il: 9 luglio 2010, 16:00

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Wingplane » 12 marzo 2012, 1:08

addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
e questa dove l'hai sentita????? ma vaaaa
bisogna parlare o l'inglese o la lingua usata dalla compagnia e dall'equipaggio se ce n'e' una ufficiale oltre all'inglese (altrimenti sui voli alitalia dovrebbero sedere alle uscite di emergenza solo i passeggeri che parlano inglese, insomma l'importante e' capirsi. una volta ho spostato una ragazza perche' parlava solo russo.
il briefing non sempre viene fatto dipende dalla compagnia, solo in una compagnia dove ho lavorato veniva fatto anche se ci si limitava a dire al passeggero che quelle file non sono piu' spaziose per fare stare pochi passeggeri piu' comodi ma per evacuare e che in caso di emegenza sarebbe stata loro responsabilita'aiutare in caso di incapacitation dell'av, ma ci limitavamo a porgere la safety card al passeggero in modo che la leggesse, non gli spiegavamo come aprire le porte.

Non si possono sedere obesi bambini, anziani e portatori di handicap....
e se dovesse capitare un down in quei posti????
meno male che non mi e' mai successo, considerando cio' che e' successo in altri ambiti mi immagino servizi televisivi e indignazioni generali...... gia' e' stato abbastanza imbarazzante dover dire a delle persone anziane di doversi spostare.
l'aviazione e' cosi', cosi' come persone con disabilita' fisiche non scendono per prime ma per ultime perche' la lentezza di uno potrebbe compromettere la vita di decine se non di centinaia di persone....

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da mermaid » 12 marzo 2012, 7:24

Wingplane ha scritto:
addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
altrimenti sui voli alitalia dovrebbero sedere alle uscite di emergenza solo i passeggeri che parlano inglese,
eehh.. infatti ho scritto le compagnie americane, non quelle che volano sull'america...
Immagine

Ti!

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da N176CM » 12 marzo 2012, 10:08

Di solito le evito, per la questione di non poter avere a portata di mano il bagaglio a mano o cianfrusaglie varie, ma quando mi è capitato mi hanno sempre chiesto se conoscevo le procedure di sicurezza e se parlavo inglese (sulle compagnie straniere).
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Wingplane
Banned user
Banned user
Messaggi: 591
Iscritto il: 9 luglio 2010, 16:00

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Wingplane » 12 marzo 2012, 21:11

eehh.. infatti ho scritto le compagnie americane, non quelle che volano sull'america...
non hai citato un pezzo di cio' che ho scritto....

1 nelle compagnie americane si possono sedere vicino alle uscite di emergenza ciunque parli inglese, non solo i madrelingua, non so chi abbia diffuso questa sciocchezza
2 la regola generale (pezzo del mio discorso che non hai citato) e' che si deve parlare o l'inglese, o la lingua ufficiale della compagnia se diversa dall'inglese (ecco perche' l'esempio di alitalia, se alitalia il passeggero puo' tranquillamente parlare solo italiano e non inglese cosi' come se LH il passeggero puo' anche solo parlare tedesco)

Avatar utente
Toeloop
FL 250
FL 250
Messaggi: 2891
Iscritto il: 14 luglio 2007, 9:55
Località: Between KTEB and KCDW
Contatta:

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Toeloop » 12 marzo 2012, 22:29

mermaid ha scritto:addirittura le compagnie americane vogliono solo madrelingua inglesi sulle emergenze..
e su tutte le compagnie niente infant/child/young, pregnant, assistenze speciali, passeggeri a mobilità ridotta..
Confermo (parzialmente): volo Delta JFK-LYS, ero seduto sulla fila dell'uscita di emergenza e la AV e' venuta a sincerarsi che fossi in grado di comprendere accuratamente l'inglese, altrimenti mi avrebbe trovato un altro posto.

[mode lucidarsi le unghie sulla camicia on] Ovviamente mi ha lasciato dove stavo ;) [mode lucidarsi le unghie sulla camicia off] :lol:
Immagine
Immagine

Wingplane
Banned user
Banned user
Messaggi: 591
Iscritto il: 9 luglio 2010, 16:00

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Wingplane » 13 marzo 2012, 4:27

ero seduto sulla fila dell'uscita di emergenza e la AV e' venuta a sincerarsi che fossi in grado di comprendere accuratamente l'inglese,
e' quello che avviene normalmente, ma e' una cosa ben diversa da essere madrelingua in inglese

Avatar utente
mermaid
Agente di Rampa AUA
Agente di Rampa AUA
Messaggi: 10384
Iscritto il: 1 aprile 2008, 16:27
Località: mxp

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da mermaid » 13 marzo 2012, 7:41

Wingplane ha scritto:
ero seduto sulla fila dell'uscita di emergenza e la AV e' venuta a sincerarsi che fossi in grado di comprendere accuratamente l'inglese,
e' quello che avviene normalmente, ma e' una cosa ben diversa da essere madrelingua in inglese
guarda me l'hanno detto colleghi di delta e continental, l ho presa per buona .. toeloop lavora negli usa, immagino che il suo inglese si avvicini molto ad un livello madrelingua. quello che mediamente in italia viene considerato un buon inglese forse non lo è... :)
Immagine

Ti!

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da N176CM » 13 marzo 2012, 10:46

mermaid ha scritto:
Wingplane ha scritto:
ero seduto sulla fila dell'uscita di emergenza e la AV e' venuta a sincerarsi che fossi in grado di comprendere accuratamente l'inglese,
e' quello che avviene normalmente, ma e' una cosa ben diversa da essere madrelingua in inglese
guarda me l'hanno detto colleghi di delta e continental, l ho presa per buona .. toeloop lavora negli usa, immagino che il suo inglese si avvicini molto ad un livello madrelingua. quello che mediamente in italia viene considerato un buon inglese forse non lo è... :)
sicuramente.. che poi c'è da capire se il loro inglese (intendo quello delle americane) debba essere preso come esempio.... :roll: :roll: :D
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Paolo_61 » 13 marzo 2012, 11:14

N176CM ha scritto: sicuramente.. che poi c'è da capire se il loro inglese (intendo quello delle americane) debba essere preso come esempio.... :roll: :roll: :D
Almeno ci si mettono di impegno per farsi capire. Da questo punto di vista gli inglesi sono molto più "difficili".

m-mad
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 89
Iscritto il: 28 settembre 2010, 0:18

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da m-mad » 13 marzo 2012, 15:45

Ciao, Essendo molto alto mi capita di ottenere il posto nelle file delle uscite di emergenza

e sia con Eurocypria che con Air Italy (tutte e due le volte su 738) mi hanno fatto vedere come si apriva il portellone (senza aprirlo naturalmente)


Nel volo Eurocypria l' AV mi ha chiesto se parlavo in inglese e se potevo capire le istruzioni.

Avatar utente
Toeloop
FL 250
FL 250
Messaggi: 2891
Iscritto il: 14 luglio 2007, 9:55
Località: Between KTEB and KCDW
Contatta:

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Toeloop » 16 marzo 2012, 18:03

N176CM ha scritto: sicuramente.. che poi c'è da capire se il loro inglese (intendo quello delle americane) debba essere preso come esempio.... :roll: :roll: :D
Se venissero da qualche stato del sud (Louisiana, Alabama, Missisippi, Arkansas e qualche altro) ti assicuro che potrei avere qualche problemino anche io: sto studiando il redneckese, ma mi ci vuole un po', nonostante siano due anni che vivo qui e che sia stato fidanzato per 8 anni con quella che attualmente e' mia moglie! :lol:
Immagine
Immagine

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1973
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da camicius » 19 marzo 2012, 11:33

Toeloop ha scritto:
N176CM ha scritto: sicuramente.. che poi c'è da capire se il loro inglese (intendo quello delle americane) debba essere preso come esempio.... :roll: :roll: :D
Se venissero da qualche stato del sud (Louisiana, Alabama, Missisippi, Arkansas e qualche altro) ti assicuro che potrei avere qualche problemino anche io: sto studiando il redneckese, ma mi ci vuole un po', nonostante siano due anni che vivo qui e che sia stato fidanzato per 8 anni con quella che attualmente e' mia moglie! :lol:
Mah, mi è capitato un colloquio di lavoro in inglese con un francese e un texano.
Il texano capito tutto, il francese, capito un casso....

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
bigshot
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1116
Iscritto il: 19 dicembre 2011, 2:33
Località: VCE

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da bigshot » 13 maggio 2015, 15:02

tartan ha scritto:Io non credo che possa essere vero perchè avrebbero bisogno di un briefing pre volo cosa che nessuno fa. In sostanza presso le uscite di emergenza potrebbero capitare soggetti che anziché aiutare farebbero più casino, magari perche lì si sono messi per paura di volare.

Riesumo il thread... perchè di ritorno da Stocazzenburg con Ryanair su fila con uscita d'emergenza mi è capitato esattamente quanto previsto da Tartan: nessun briefing e signora posto finestrino che si è messa a pregare nervosamente durante decollo e atterraggio.

PS: posto che so (solo in teoria per fortuna) cosa fare in quel caso in quel posto mi sono assicurato che la signora sapesse di dover guardare prima fuori da finestrino in cerca di eventuali periocoli, ma la vedo una cosa pericolossissima... una persona del genere potrebbe farsi prendere la panico e aprire la porta con il motore l'ala/motore in fiamme!

PPS: fanno pagare di più quei posti e poi sono sempre vuoti... mi sembra una delle cose più stupide della storia del trasporto aereo.

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Ponch » 13 maggio 2015, 16:15

bigshot ha scritto:
tartan ha scritto:Io non credo che possa essere vero perchè avrebbero bisogno di un briefing pre volo cosa che nessuno fa. In sostanza presso le uscite di emergenza potrebbero capitare soggetti che anziché aiutare farebbero più casino, magari perche lì si sono messi per paura di volare.

Riesumo il thread... perchè di ritorno da Stocazzenburg con Ryanair su fila con uscita d'emergenza mi è capitato esattamente quanto previsto da Tartan: nessun briefing e signora posto finestrino che si è messa a pregare nervosamente durante decollo e atterraggio.

PS: posto che so (solo in teoria per fortuna) cosa fare in quel caso in quel posto mi sono assicurato che la signora sapesse di dover guardare prima fuori da finestrino in cerca di eventuali periocoli, ma la vedo una cosa pericolossissima... una persona del genere potrebbe farsi prendere la panico e aprire la porta con il motore l'ala/motore in fiamme!
Non dirlo troppo a voce alta. E' una grave mancanza. Se si parla di Ryanair, e' compito dell'assistente di volo numero 3 (responsabile di quell'area dell'aereo, dove ci sono le uscite d'emergenza sull'ala) effettuare il briefing ai passeggeri seduti in quelle file. E' obbligatorio. Deve anche assicurarsi che tutti abbiano capito cosa fare in caso di emergenza e prima di tutto deve assicurarsi che tutti i passeggeri seduti in quelle file siano nella condizione di poter dare una mano se necessario. Infine deve assicurarsi che nessun bagaglio è stato sistemato sotto il sedile di fronte, in quelle due file. Se l'AAVV in questione continua, prima o poi verrà inchiappettato da un "mistery passenger" o magari da un collega stesso.
Is it light where you are yet?

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5561
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Ponch » 13 maggio 2015, 16:26

camicius ha scritto:Non ricordo dove ho saputo questa cosa, se da esperienza diretta, chiacchierata con un AAVV o se letto da qualche parte, ma credevo che sulle file delle uscite di sicurezza fosse obbligatoria la presenza di almeno un passeggero che possa collaborare alla eventuale evacuazione.
Ricordo che in Ryanair continuavano a cambiare questa policy. Non so perché. E' passato un po' ormai, adesso non so che policy hanno. Prima era obbligatorio far sedere qualcuno sulle uscite di emergenza, poi hanno cambiato, successivamente hanno cambiato ancora..etc. Ad ogni modo, se nessuno è seduto su quelle due file, il briefing va fatto ai passeggeri seduti nelle zona limitrofa.
Is it light where you are yet?

Fabio Airbus
FL 150
FL 150
Messaggi: 1519
Iscritto il: 26 ottobre 2012, 14:36
Località: Genova

Re: Passeggeri sulle uscite di sicurezza

Messaggio da Fabio Airbus » 13 maggio 2015, 16:43

Anche io mi ricordo che una volta presi quelle file e l'AV mi chiese se sapevo parlare l'inglese, di tenere libero il corridoio dai bagagli, e che in caso me l'avessero detto avrei dovuto aprire il portellone di sicurezza. Tutto chiaro ma avrei voluto sapere se in caso di pericolo:

A) sarei riuscito ad aprire il portellone girando la maniglia (forse la parte più facile)
B) nessuno mi hai detto che se ci fossero state delle fiamme dal quel lato non avrei dovuto aprire quella porta.

Non mi ricordo però se in entrambi i casi avrei dovuto aspettare l'ordine dall'AV.

Comunque non sarebbe meglio non far sedere nessuno in quei posti?
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (Arthur C. Clarke)

Rispondi