VDS: danno d'immagine?

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 1 novembre 2013, 23:39

Mi ero ripromesso di intervenire per contribuire anch'io al 3D sui piloti purtroppo deceduti per in IMC involontario nel Bolognese.
Vedo che il 3D è stato chiuso, ne vedo un altro aperto da GiorgioS sempre sul VDS che se non ho capito male offriva voli a piloti professionisti al fine di conoscere un mondo che magari non conoscono, ma vedo che anche quello è stato chiuso.
Conosco diversi piloti professionisti che volano VDS.
Un pilota di CL-415 è un mio caro amico, un altro suo collega è istruttore VDS in Lazio.
Conosco 1 pilota comandante long haul di A330 che vola in VDS ne conosco un altro con pari requisiti ora in pensione e un altro ancora pilota di ATR 72 sempre in pensione, ne conosco un altro che vola su bizjet.
Un Pilota dell'AM (caccia bombardieri) è istruttore VDS: ora non ricordo se in Lombardia o i Veneto.
Il VDS, intendo il modo tradizionale di volare VDS (ora c'è la possibilità di volare in modo quasi paritetico all'Aviazione Generale) può piacere o non piacere, ma ad esempio è proprio quello che piace ai professionisti che conosco personalmente.
Posso anche dire che in 5 anni ci sono stati 2 ingressi involontari in IMC compreso quello di Zola Predosa (che darei per accertato) più uno che si presuppone un ingresso accidentale in IMC occorso sull'appennino a sud di Bologna 4 anni fa, ma di cui non si ha certezza.
Posso anche dire che nei Liner (e non solo) ci sono flight recorder e voice recorder, proprio perché è difficile giudicare un incidente senza "essere" nel cockpit, e quindi nonostante sia anch'io stupito della dinamica dell'incidente di Zola Predosa non sapremo mai con certezza la catena degli eventi che l'hanno innescato.
Giudicare un mondo senza conoscerlo è appunto pregiudizio.
Come dicono in USA "shit happens", lo human factor purtroppo può essere un serpente velenoso, come abbiamo peraltro anche visto nell'incidente a mio parere clamoroso successo al T7 dell'Asiana a SFO
Il VDS è un comparto che produce e crea ricchezza, ci sono aziende italiane che fanno ottimi prodotti venduti in tutto il mondo.
Siete un forum pubblico, ci sono associazioni piloti che tutelano anche il VDS.
Se continuate a chiudere i 3d, ove alcune tesi che rischiano di essere screditanti vengono con tanta insistenza propugnate, rischiando d'impedire una difesa di un comparto, si potrebbe prefigurare un danno d'immagine, che potrebbe portare a conseguenze.
Lo dico ovviamente nel vostro interesse, visto che nel comparto ci sono parecchie aziende e ci lavorano parecchie persone.
Un'ultima cosa, l'AM, riconoscendo l'eccellenza di alcune scuole VDS, ha avviato il programma "Giovani Aquile" dove giovani piloti dell'AM cominciano proprio col volo VDS.

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da MatteF88 » 1 novembre 2013, 23:58

Fabrizio_1 ha scritto: Se continuate a chiudere i 3d, ove alcune tesi che rischiano di essere screditanti vengono con tanta insistenza propugnate, rischiando d'impedire una difesa di un comparto, si potrebbe prefigurare un danno d'immagine, che potrebbe portare a conseguenze.
Lo dico ovviamente nel vostro interesse, visto che nel comparto ci sono parecchie aziende e ci lavorano parecchie persone.

Ma cos'è, una specie di lettera minatoria?

Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da GiorgioS » 2 novembre 2013, 0:00

Fabrizio_1 ha scritto: Se continuate a chiudere i 3d, ove alcune tesi che rischiano di essere screditanti vengono con tanta insistenza propugnate, rischiando d'impedire una difesa di un comparto, si potrebbe prefigurare un danno d'immagine, che potrebbe portare a conseguenze.
Lo dico ovviamente nel vostro interesse, visto che nel comparto ci sono parecchie aziende e ci lavorano parecchie persone.
Un'ultima cosa, l'AM, riconoscendo l'eccellenza di alcune scuole VDS, ha avviato il programma "Giovani Aquile" dove giovani piloti dell'AM cominciano proprio col volo VDS.
Hanno chiuso 3 thread su 3, uno era solo uno scherzo ma hanno chiuso anche quello e questo la dice lunga.
Io sono intervenuto proprio per tutelare l'immagine del VDS. Era giá successo tempo fa e alla fine mi ero accorto coloro che sparavano erano o "piloti" di FS o passeggeri di liner o wannabe.
Questa volta è stato più grave, sparate ad alzo zero da utenti che sembrerebbero professionisti o ex. Poi se qualcuno gli risponde a muso duro si offendono e chiudono i 3d. Probabilmente i sig.ri professionisti non sono abituati al contraddittorio. Beh è casa loro, basta che non gettino melma sul VDS.
Adesso chiuderanno anche questo o banneranno qualcun altro
pilotastro della domenica

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 0:03

MatteF88 ha scritto:
Fabrizio_1 ha scritto: Se continuate a chiudere i 3d, ove alcune tesi che rischiano di essere screditanti vengono con tanta insistenza propugnate, rischiando d'impedire una difesa di un comparto, si potrebbe prefigurare un danno d'immagine, che potrebbe portare a conseguenze.
Lo dico ovviamente nel vostro interesse, visto che nel comparto ci sono parecchie aziende e ci lavorano parecchie persone.

Ma cos'è, una specie di lettera minatoria?
Assolutamente no, non era certo questa l'impressione che volevo dare, stavo facendo una constatazione.
Peraltro il post era ben più articolato.
Ultima modifica di Fabrizio_1 il 2 novembre 2013, 0:05, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11412
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da flyingbrandon » 2 novembre 2013, 0:04

Fabrizio_1 ha scritto:
Siete un forum pubblico, ci sono associazioni piloti che tutelano anche il VDS.
Se continuate a chiudere i 3d, ove alcune tesi che rischiano di essere screditanti vengono con tanta insistenza propugnate, rischiando d'impedire una difesa di un comparto, si potrebbe prefigurare un danno d'immagine, che potrebbe portare a conseguenze.
Lo dico ovviamente nel vostro interesse, visto che nel comparto ci sono parecchie aziende e ci lavorano parecchie persone.
Un'ultima cosa, l'AM, riconoscendo l'eccellenza di alcune scuole VDS, ha avviato il programma "Giovani Aquile" dove giovani piloti dell'AM cominciano proprio col volo VDS.
Non penso proprio che si possa configurare quello che prospetti...nessuno ha mai parlato male o denigrato apparecchi VDS...e neanche il "mondo VDS". Sono stati chiusi, ma non cancellati. :D
Ciao!
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da MatteF88 » 2 novembre 2013, 0:12

Fabrizio_1 ha scritto:
Assolutamente no, non era certo questa l'impressione che volevo dare, stavo facendo una constatazione.
Peraltro il post era ben più articolato.

Ma certo, era ben più articolato, conosci piloti professionisti che volano su questa/quella macchina, ci sono stati 2 IMC involontari etc, però poi ci butti in mezzo quelle 6-7 righe che ho quotato e la domanda mi è sorta spontanea..

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Valerio Ricciardi » 2 novembre 2013, 4:59

Io quello che da semplice appassionato di alcuni aspetti dell'aviazione (progettuali, storia dell'evoluzione tecnica ed aerodinamica degli aerei, principi della condotta di volo) posso molto sommessamente far notare è:
si, ai miei occhi il "mondo" VDS ha subito un danno di immagine davvero pesante.

Ma ESATTAMENTE per ciò che hanno scritto coloro che sono intervenuti per "difenderlo" (da che? Da chi?).

E per il modo carico di acrimonia, ricerca della contrapposizione fra tifoserie opposte, con un fondo di rivalsa verso coloro che dall'aviazione traggono sostentamento come se alla base dei propri eventuali problemi vi fossero le persone cui dalle norme viene richiesto un approccio meno ... diciamo anticonvenzionale alla filosofia di condotta di un velivolo.

Debbo concludere che la colpa del fatto che chi non ha un diploma di terza media non riesce a trovare lavoro come segretario amministrativo in un'azienda, ma al massimo vien messo a fare il movimentatore in magazzino, è di chi ha studiato all'Università laureandosi in Economia e Gestione Aziendale alla Bocconi?
CERTO che anche fra questi ultimi vi possono essere, ad onta del "pezzo di carta", individui di spessore professionale discutibile; tant'è che tanti boriosi manager che portano alla rovina in pochi anni aziende un tempo floride, son tutti stralaureatissimi.
Però un bilancio o lo sai leggere e capire, o non lo sai fare, o sai tenere la contabilità in partita doppia o non sei in grado; e non è un caso se nessuno si fiderebbe di affidare la contabilità a un ragazzo che sappia solo inserire le fatture nel software Buffetti di gestione degli ordini & magazzino (eppure ricopiare le fatture e veder uscire la contabilità mensile è tutt'uno, la tecnologia è avanzatissima!) Perché il giorno che il SW ha un baco, quello gli sfondoni che il programma di restituisce nemmeno li riconosce (non ha le basi).

L'unica cosa UTILE che "ho imparato" da questi thread, è che per il volo VDS sono previsti dei limiti operativi di altezza rispetto al suolo così stranamente bassi, che mi pare tutto favoriscano, men che la sicurezza del volo.
Son convinto che un'adeguata riserva di quota, sia un fattore di sicurezza fondamentale per qualsiasi cosa voli.
Ed è la seconda grave incongruenza che scopro, dopo quella che conoscevo da tempo e che mi sembrava assolutamente idiota, ossia che una "vera" inchiesta di tipo aeronautico sulla catena di eventi che ha portato al disastro, in caso di incidente aviatorio, sia prevista solo dal livello successivo di aerodine, per cui è richiesto il PPL.

La testa mi dice che la responsabilità di chi scrive delle cose e del modo con cui lo fa è solo del singolo individuo, e che se anche vi fosse un forum che teorizza [estremizzo per semplificare, NON è un paragone specifico] che si dovrebbe abolire l'obbligo del casco in moto perché è inalienabile diritto del motociclista provare l'ebbrezza del vento nei capelli, e se cade la pelle è la sua, lui il bollo e l'IVA sulla benzina li paga e pure tanto, il diritto a divertirsi come meglio crede se lo è guadagnato a suon di tasse e balzelli, e nessuno deve stare a sindacare i suoi potenziali ben peggiori traumi cranici, dato che si muore ben più per le sigarette... io SO razionalmente che detto forum ed i suoi supporters non possono essere considerati rappresentativi di tutti i bikers, fra i quali vi son decine di migliaia di persone che godono della libertà delle due ruote per una vita intera senza mai farsi male o investire bambini sulle strisce o creare problemi di sorta al prossimo, e non è che fanno solo casa/ufficio/casa... organizzano raid in paesi lontani, fanno mototurismo nel weekwnd, e magari occasionalmente con la gommatura "giusta" girano su piste private con grande abilità e competenza.

Però al contempo "la pancia" confesso con un certo imbarazzo ha già fatto passare sottilmente un messaggio del tipo "VDS... apperò... bell'ambientino... equilibrati, competenti, prudenti... sopratutto maturi... sississi... alla larga, dàmose subbito nà grattata scaramantica che nun fa mai male, và...". E' più onesto nei confronti di queste persone, che spero apprezzeranno la (sofferta) mancanza di ipocrisia che offro ad eventuali reazioni scomposte.
E non è che in altri settori non abbia praticato attività "non professionali", dunque in senso lato ludiche, che non richiedessero studi, corsi, brevetti, certificazioni; anche a livelli diciamo abbastanza altini.
Dunque il concetto della necessaria accettazione di base di un certo livello di rischio non mi è alieno.

Al momento, se volessi prendere un brevetto mi accosterei con fiducia alle scuole di volo VDS, più o meno con le stesse probabilità con cui potrei voler prendere lezioni di filosofia del Diritto dall'On. Daniela Santanché.
Mi verrebbe ISTINTIVAMENTE voglia di dire "o un PPL minimo, o lasco perdere che la pelle è una ed è la mia".

Io, se vedessi un automobilista di 23 anni gridare a un brizzolato tassista di Roma con 600.000 km di sampietrini nei dischi della spina dorsale "che ne deve capire lei di traffico? Solo perché ha una licenza chi si crede di essere?" penso che non avrei l'istinto di chiedergli se vorrebbe dare, quando sarà il momento, lezioni di guida a mio figlio.

A me, francamente, non mi pare un gran risultato in termini di comunicazione.
Poi, "ognuno invia nelle sedi diplomatiche dei paesi esteri gli ambasciatori che ritiene".
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da bulldog89 » 2 novembre 2013, 7:48

Comunque visto quanto continuate con sta storia qualche complessino lo avete...

Siete più bravi dei piloti AG? Bene, meglio per voi e peggio per gli altri, punto.

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 8:09

@ Valerio Ricciardi

Se ritieni che il PPL sia il minimo di licenza per te ipotizzabile, credo che tu sia nel pieno diritto di pensarlo.
Beato te che te lo puoi permettere, io posso volare solo grazie al fatto che c'è il VDS, 8K euro solo per la licenza francamente è fuori dalle mie possibilità.
Per quanto riguarda il discorso del tassista, la realtà a mio avviso è un po' diversa, difficile paragonare tipologie di volo diverse: ne cito alcune, le prime che mi vengono in mente: volo a vela, acro, pilon racing, bush flying.
Per tutte queste tipologie di volo occorrono conoscenze specifiche, ma anche un periodo di adattamento alle macchine, che hanno caratteristiche peculiari.
Quindi se devo sapere che strada fare e a che ora, dal tassista di Roma, ascolto le sue parole come totale e assoluta fonte di salvazione :lol:
Se devo fare 4x4 magari mi rivolgo a qualcun altro.
L'importante non è avere lauree o terze medie, l'importante è essere buoni piloti nel proprio ambito, rispettando i buoni piloti in altri ambiti, almeno è quello che io ritengo.
Come sempre le cose possono essere viste da più angolazioni: le flame non partono mai per colpa di uno, ma sono responsabilità di tutti.
Devo dire che il VDS da tempo ormai ha i nervi scoperti, proprio da discorsi, scusa se te lo dico, un po' come il tuo.
Sui giornali, persino dei bimotori che si schiantano vengono chiamati ultraleggeri, credimi che c'è un grosso pregiudizio.
I numeri però dicono altro, le statistiche degli incidenti e lo sviluppo che nel tempo ha avuto non rispecchiano assolutamente la "nomea" che ha il VDS, e neanche la tecnologia che oggi come oggi è in grado di esprimere.
In Francia dove c'è a mio avviso la più evoluta e radicata cultura del volo in Europa, paese che è un po' il paradiso dei piloti da diporto (per piloti da diporto intendo anche AG, ma quella non dei bizjet, per intenderci), non fa differenza tra AG a ULM, hanno un parco mezzi che in generale noi italiani definiremmo abbastanza "scassato" (perchè non è importante il mezzo, averlo figo, ma l'importante è volare, il che da il metro della grande passione), e volano tutti insieme appassionatamente, lo stesso dicasi per gli USA.
In Italia abbiamo un po' la cultura dei "baroni" del "Dottò", dove il titolo conta più della sostanza, proprio quello che dicevi tu dei manager.
Questo porta al "lei non sa chi sono io": essendo che il VDS è in coda alla "catena alimentare", quel "lei non sa ecc.." ce lo sentiamo dire da troppi e da troppo tempo.
Peraltro è un pregiudizio, del resto tu non hai mai volato VDS e non sei mai andato a vedere una scuola VDS, per cui parti da un'idea di fatto precostituita, che probabilmente non andresti nemmeno a verificare. :)
Scusate la lunghezza :oops:


P.S. Idea precostituita sulle scuole VDS che l'Aeronautica Militare non condivide :wink:

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 8:46

Metto se a qualcuno facesse piacere un video di una nostra manifestazione.
Nel VDS ce ne sono a decine.
Questa è di "media" entità, ci sono stati circa 350 movimenti.
Nel sempre nel 2011 a Sassuolo c'è stata una manifestazione che in una giornata ha contato più di 900 movimenti.


Avatar utente
GiorgioS
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 6 settembre 2011, 11:24
Località: Toscana

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da GiorgioS » 2 novembre 2013, 9:13

Valerio Ricciardi ha scritto:I
L'unica cosa UTILE che "ho imparato" da questi thread, è che per il volo VDS sono previsti dei limiti operativi di altezza rispetto al suolo così stranamente bassi, che mi pare tutto favoriscano, men che la sicurezza del volo.
Perchè leggi con pregiudizio e trai conclusioni affrettate. Se fossi stato un po' più attento avresti captato diverse informazioni in più:

- ad esempio che il mondo VDS si è sviluppato enormemente in questi ultimi anni grazie anche all'assenza di lacci e lacciuoli che hanno strangolato la AG. Le famose certificazioni di cui si parla tanto non servono proprio a niente nel settore da diporto: non devo spendere 500 euro per una batteria "certificata" installata da un "meccanico certificato". Mi basterà una batteria di ottima qualità e la certificazione la fa la mia scelta, dato che sull'aereo ci volo io. Non mi serve qualcuno che mi imponga la scadenza di un CN, la pelle è mia e sono il primo interessato nel portare a manutenere l'aeroplano ogni 50,100 ore e secondo quanto suggerito dal costruttore.
Così un'ora di volo VDS costa 1/4 o 1/3 (a seconda dell'aereo) di un'ora di volo con un AG basico. Pochissimi appassionati si possono permettere 200 euro l'ora per un PA28 di 40 anni fa. Il risultato è che in VDS si continua a volare e in AG no. Fare un giro in AeroClub o nei campi di volo per credere.
Quindi i piloti VDS non sono più bravi, come il solito commentino da quattro soldi riporta, sono solo più allenati perchè non c'è niente di peggio nel volo di non volare.

- avresti "imparato" che contrariamente a quello che si vuol far credere e in barba ai guru che affermano: mi chiedo quanti piloti VDS si meritino di volare, il volo VDS è sicuro almeno quanto il volo in AG se non di più.

- avresti "imparato" che nel volo sportivo, lo strumento più efficace e più idoneo alla navigazione è il GPS non il VOR o ADF. Ancora sto aspettando dopo decine di post, qualcuno che possa contraddire questa affermazione con dati alla mano non con dogmi.

- avresti "imparato" che il VDS è l'unica possibilità per i giovani che vogliano volare ad un prezzo decente. Se in Italia ci sono 500 campi di volo/aviosuperfici che continuano a vivere è grazie soprattutto alla passione dei piloti VDS che spesso fanno grossi sacrifici in ordine di tempo e di denaro per mantenere queste strutture vive. Nonostante l'incompetenza dei burocrati che impone regole assurde: una per tutte le norme sull'antincendio.
In questi campi non troverai dei pazzi approssimativi ma un ambiente di appassionati pronti ad accogliervi.
E se perdo tempo a ribadire questi concetti è proprio a difesa di questo mondo e del volo in generale.

Quindi quello che voglio dirti è non fidarti (fidatevi) cecamente di guru arroccati su posizioni vecchie e antistoriche, non basta una mostrina sulle spalle per essere tenutari della verità. Fatevi un giro nei campi di volo e toccate con mano. Venite al Trasimeno, a Ozzano o ad una delle decine di raduni che si tengono ogni anno in tutta Italia.
A me non interessa la polemica fine a se stessa, mi interessa difendere una passione dai pregiudizi



PS: la ANSV non si occupa di indagini sugli incidenti VDS solo per motivi economici. La cosa è affermata ogni anno nel rapporto di sicurezza che rilasciano.
pilotastro della domenica

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da aetio57 » 2 novembre 2013, 9:43

Fabrizio_1 ha scritto:Metto se a qualcuno facesse piacere un video di una nostra manifestazione.
Nel VDS ce ne sono a decine.
Questa è di "media" entità, ci sono stati circa 350 movimenti.
Nel sempre nel 2011 a Sassuolo c'è stata una manifestazione che in una giornata ha contato più di 900 movimenti.

Questo è voler bene al VDS. Grazie per avere postato il video, molto bello ed entusiasmante.
Per onore del vero invito tutti coloro che hanno tempo e voglia di leggersi i thread "incriminati" che molto saggiamente sono stati bloccati dai Moderatori, per rendersi conto che nessuno qui né vuole male al VDS, né tanto meno sminuisce minimamente il gran bel lavoro delle Aziende che operano con grandissima professioalità e competenza continuando nonostante tutto a credere in un futuro migliore nel nostro Paese. Del resto mi sembra di averlo anche sottolineato e ribadito più volte nei miei post dei suddetti thread. Tantissimo male al VDS, semmai, lo fanno coloro che impostano SEMPRE le discussioni in modo identico agli interventi che si possono individurae durante la lettura dei thread, che come ha scritto flyingbrandon sono stati chiusi, ma non cancellati.
Come Fabrizio_1 ha giustamente scritto, questo è un forum pubblico per cui ben vengano piloti del VDS che intervengono nelle discussioni inerenti al VDS correggendo le inesattezze (qui NESSUNO 'è o si crede un diointerra), a patto che mantengano atteggiamenti e dialettiche totlmente diversi da quelli letti nei thread. Fabrizio_1 ha anche scritto che ci sono associazioni che tutelano anche il VDS, e allora che inizino a prendere seri provvedimenti contro coloro che invece di aiutare lo sviluppo del VDS lo danneggino col loro comportamento.
Per quanto riguarda i bannaggi: i Moderatori hanno la responsabilità di mantenere il Forum entro i limiti del buon senso e dell'educazione, e sono pure responsbili civilmente e penalmente del forum, per cui a volte sono "costretti" a bannare gli utenti che nonostante siano stati invitati più volte alla calma e al buon senso della discussione continuano ottusamente a picchiare in testa, o meglio.... a "detonare" :blackeye:
Un caro saluto a tutti.

edit: come si legge nel post qui sopra,
Perchè leggi con pregiudizio e trai conclusioni affrettate. Se fossi stato un po' più attento avresti captato diverse informazioni in più:
è il mondo intero a non capire una mazza mentre loro, per fortuna pochi, sanno tutto... tuttologi.
Questi pochi però col loro inconfondibile modo di porsi sono capaci di rovinare tutto il lavoro, tantissmo e ben fatto, di migliaia di persone: provate solo ad immaginare quanto lavoro dev'esserci stato dietro le quinte per assicurare il buon risultato delle manifestazioni del VDS accennate da Fabrizio_1.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da aetio57 » 2 novembre 2013, 9:59

GiorgioS ha scritto: Fatevi un giro nei campi di volo e toccate con mano. Venite al Trasimeno, a Ozzano o ad una delle decine di raduni che si tengono ogni anno in tutta Italia.
A me non interessa la polemica fine a se stessa, mi interessa difendere una passione dai pregiudizi

PS: la ANSV non si occupa di indagini sugli incidenti VDS solo per motivi economici. La cosa è affermata ogni anno nel rapporto di sicurezza che rilasciano.
siccome nonostante tutta 'sta diatriba non ho assolutamente il minimo dubbio che nel tuo intimo al VDS di bene ne vuoi tantissimo, in queste tue affermazioni ti dò pienamente ragione. Io ci vengo sempre, aggiungo anche il Raduno del CAP... ;-)
Sono fermamente convinto che qui c'è stato un immenso QUI PRO QUO.................. al quale con la buona volontà e sopra tutto il buon senso si può porre eccellente rimedio.
Ti dò solo un piccolo "indizio": uno che conosce assai bene il grande Mazzolari, vuoi che non voglia bene al VDS?? Basta solo lui per fare innamorare del VDS anche il più ostico degli ottusi...
Ciao.
Ultima modifica di aetio57 il 2 novembre 2013, 10:34, modificato 5 volte in totale.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 10:01

aetio57 ha scritto: Fabrizio_1 ha anche scritto che ci sono associazioni che tutelano anche il VDS, e allora che inizino a prendere seri provvedimenti contro coloro che invece di aiutare lo sviluppo del VDS lo danneggino col loro comportamento.
Per la verità ci sono enti preposti a prendere provvedimenti nei confronti dei piloti qualora abbiano comportamenti in volo lesivi delle regole. :wink:
aetio57 ha scritto: Per quanto riguarda i bannaggi: i Moderatori hanno la responsabilità di mantenere il Forum entro i limiti del buon senso e dell'educazione, e sono pure responsbili civilmente e penalmente del forum, per cui a volte sono "costretti" a bannare gli utenti che nonostante siano stati invitati più volte alla calma e al buon senso della discussione continuano ottusamente a picchiare in testa, o meglio.... a "detonare" :blackeye:
Un caro saluto a tutti.
Non entro nel merito dei ban, sono troppo vecchio di internet per farlo :lol:
Tuttavia sono certo che verranno usati stessi pesi e stesse misure per chi dovesse accendere delle ulteriori flames

Le persone qui intervenute, le conosco per la maggior parte personalmente, ne conosco pregi e difetti, ma ne condivido passione, background e punti di vista sul volo, quindi certamente non sono obiettivo, però devo dire che non mi pare ci sia stata grande "predisposizione all'ascolto" ma come dico sono di parte e quindi probabilmente difetto di obiettività.

P.S. Sanguigno com'è Graziano.... cosa pensi che avrebbe detto? :lol:
Ci siamo visti a Costa Volpino sul lago d'Iseo ad una manifestazione a fine agosto, è venuto col suo anfibio nuovo.
Bello!

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da aetio57 » 2 novembre 2013, 10:18

Fabrizio_1 ha scritto:
aetio57 ha scritto: Fabrizio_1 ha anche scritto che ci sono associazioni che tutelano anche il VDS, e allora che inizino a prendere seri provvedimenti contro coloro che invece di aiutare lo sviluppo del VDS lo danneggino col loro comportamento.
Per la verità ci sono enti preposti a prendere provvedimenti nei confronti dei piloti qualora abbiano comportamenti in volo lesivi delle regole. :wink:
bisogna lavorare a monte.... i piloti non dovrebbero arrivare al punto di avere comportamenti in volo lesivi delle regole... Per fare questo c'è tanto lavoro da fare prima che mettano i ciapett sull'aereo... (forma mentis- istruzione etc.)



Le persone qui intervenute, le conosco per la maggior parte personalmente, ne conosco pregi e difetti, ma ne condivido passione, background e punti di vista sul volo, quindi certamente non sono obiettivo, però devo dire che non mi pare ci sia stata grande "predisposizione all'ascolto" ma come dico sono di parte e quindi probabilmente difetto di obiettività.
beh, dai... con tutta la buona volontà del caso... non mi sembra che abbiano favorito con le loro continue "bordate" questa "predisposizione all'ascolto" :mrgreen:
Ad ogni modo, come ho scritto sopra sono fermamente convinto- non ne ho il minimo dubbio- che intimamente la loro grande passione sia davvero genuina... Però dai, basta con sta pluridecennale e obsoleta rivalità AG/VDS. Non ne posso più di sentirla sempre e ovunque: è tempo di voltare pagina e di lavorare "insieme" per i veri ostacoli, per ora insormontabili: 1) Leggi assurde e quasi sempre ottuse, promulgate da gente che di problematiche relative al volo e agli spazi aerei non ne sà una cippa 2) Profondissima ignoranza della gente nei confronti del "mondo" del volo 3) Scarsissimo impegno "attivo" da parte dei piloti, e persino dei proprietari di aereo: non vi dico quante camicie bisogna sudare (spesso inutilmente) per fare spendere una manciatina di euro- davvero pochi- per associarsi all'AOPA (la più importante ed autorevole Associazione a livello mondiale di piloti e prorietari di aereo); anche solo il Bollettino, molto utile e interessante, ripagherebbe la spesa!! :bounce: 4) Scarsa consapevolezza che in questo settore, assai più che in altri, "non s'ha MAI finito di imparare".
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 10:33

Per la verità.... il mio numero di tessera AOPA è il 4363 :wink:
Che poi con la storia di AOPA, la sua dirigenza pregressa, il VDS possa ancora avere qualche "remora" diciamo, ci sta.
Ma Rinaldo sta facendo un ottimo lavoro e i più attenti (magari io sono tra questi :oops: ) se ne stanno accorgendo.
Ho avuto occasione di dirglielo personalmente, tra poco i frutti, in termini di tesseramento si vedranno eccome.
La newsletter , per carità è utile, ma ma di per sé non giustifica un tesseramento, ci vuole ben altro, che peraltro AOPA sta facendo.
Sugli spazi aerei stendo un velo pietoso.
Sul fatto che un'associazione piloti si debba prendere l'onere di "bacchettare" i Piloti che vanno sui forum... bé...,, il senso della mia risposta era quello, i Piloti li bacchettano gli enti se fanno stupidaggini in volo, l'associazione si preoccupa della loro difesa, poi si preoccupa di tutelare il comparto che è un'altra cosa.
Per quanto riguarda i concetti espressi da alcuni, EASA, e altri stati, si stanno muovendo in direzioni che farebbero cadere dalla sedia più di qualche top gun da bar dell'aeroclub :lol:
In Inghilterra la CAA ha istituito il PPL/IR, speriamo che EASA recepisca, dalla linea gotica in su d'inverno se aspetti condizioni VMC da VFR praticamente non voli mai: va già bene quando riesci a fare VFR/S.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da aetio57 » 2 novembre 2013, 11:06

Fabrizio_1 ha scritto: Per la verità.... il mio numero di tessera AOPA è il 4363 :wink:
Eccellente ;-)
Io ne sono stato Segretario, poi per ragioni di lavoro ho dovuto "mollare"... :( Mi spiace veramente, ma i tempi sono durissimi e l'impegno dev'essere totale

La newsletter , per carità è utile, ma ma di per sé non giustifica un tesseramento, ci vuole ben altro, che peraltro AOPA sta facendo.
si si certo, era per dire che comunque i loro euro avevano un controvalore minimo GARANTITO (come credo saprai bene, ci sono in giro certi braccini corti.........!!) per cui una loro NON adesione è assai sconfortante....................
Sugli spazi aerei stendo anch'io un velo pietoso.
Sul fatto che un'associazione piloti si debba prendere l'onere di "bacchettare" i Piloti che vanno sui forum... bé...,, il senso della mia risposta era quello, i Piloti li bacchettano gli enti se fanno stupidaggini in volo, l'associazione si preoccupa della loro difesa, poi si preoccupa di tutelare il comparto che è un'altra cosa.
intendevo che "porsi" nel modo che abbiamo letto- è fuori di ogni dubbio- intrinsicamente "allontana" anche potenziali NUOVI Clienti, inutile approfondire... il senso credo che sia intuibile. Quindi un danno anche economico al comparto, oltre alla perdita di "credibilità".
Per quanto riguarda i concetti espressi da alcuni, EASA, e altri stati, si stanno muovendo in direzioni che farebbero cadere dalla sedia più di qualche top gun da bar dell'aeroclub :lol:
In Inghilterra la CAA ha istituito il PPL/IR, speriamo che EASA recepisca, dalla linea gotica in su d'inverno se aspetti condizioni VMC da VFR praticamente non voli mai: va già bene quando riesci a fare VFR/S.
Come dico sempre... l'Inghilterra è "avanti" di secoli, in tutto. Spero che anche da noi imparino almeno a copiare (bene, non come al solito a raffazzonare il peggio). Però è indispensabile una preparazione più approfondita in tutti sensi, alcune affermazioni (e "giudizi sommari") che ho letto nei thread di cui sopra francamente mi lasciano assai perplesso... Ripeto: c'è molto lavoro da fare per alzare il "livello qualitativo" dei piloti (come ho già scritto forma mentis e istruzione), a fronte di macchine altamente performanti (dei veri e propri gioielli!!).


ps
P.S. Sanguigno com'è Graziano.... cosa pensi che avrebbe detto? :lol:
beh, Graziano è "GIUSTO" in tutto, anche nel modo di ca-ZZ-iare chi di dovere. :mrgreen: Ma lui ha dietro le spalle, e sopra tutto DENTRO di sé, una preparazione tecnica a dir poco... mostruosa!! Non dico una stupidaggine ad affermare che lui è autorevolmente tra coloro che hanno fatto nascere- col loro totale e appassionato impegno, e Lavoro- il VDS in Italia... (chi lo conosce lo sà che dico il vero...!!) :wink:
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Valerio Ricciardi » 2 novembre 2013, 11:43

GiorgioS ha scritto: Perchè leggi con pregiudizio e trai conclusioni affrettate.
Non ho pregiudizi, ma poiché di comunicazione, da giornalista, mi occupo per mestiere (NON scrivo MAI di aviazione, tranquillo) non posso fare a meno di notare i toni da tifoseria; e rimarco che utilizzarli fa passare un meta-messaggio che va nella direzione opposta a quelle che immagino desiderereste.
Le cose che hanno scritto qui tecnici che giudico competenti, e che MAI - ho riletto tutti e quattro i thread recenti, oltre a questo, per vedere se mi fosse sfuggito qualcosa - hanno fatto le affermazioni lesive del mondo VDS in generale che gli sono state messe in bocca, trasudavano desiderio di diffondere cultuira della sicurezza, punto e fine.
Un utente, flyingbrandon, che palesa il proprio ruolo di FO professioista, ci ha messo davvero la pazienza di Giobbe, cercando con meticolosa testardaggine di discorrere con calma del proprio punto di vista connesso agli aspetti tecnici, e caparbiamente evitando di lasciarsi trascinare nella polemica che tanto stava a cuore al suo interlocutore. Io non ci sarei riuscito tanto a lungo, al posto suo.
Chi è che ha pregiudizi su chi? Io qui ho letto solo argomentazioni finalizzate a non sottovalutare il rischio di trovarsi in IMC se non dopo un addestramento, degli studi, dei test e delle certificazioni (che alla fine di un percorso di apprendimento molto specifico son altro che un timbro in cambio di denaro, non è la stessa cosa della batteria), giudicando le condizioni di volo IMC straordinariamente pericolose: un Cpt di liner in PM mi ha detto che quando è costretto a trovarcisi, subisce un carico di stress operativo aggiuntivo tuttora elevatissimo, dopo 11.000 ore di volo IFR. E che in IMC rischiano di ammazzarsi tutti, anche i professionisti.
Quindi, qui sostanzialmente a me pare che in sintesi la meta-tesi che veniva sostenuta era "meglio rischiare di volare una volta di meno scoprendo poi che dopo un poco di foschia era tutto CAVOK, che una volta di più salvo poi trovarsi nel bianco, perché la teoria è una cosa la realtà pratica di norma molto peggiore e più difficile, tutto qui, punto e fine.
Non lo avessero mai fatto... i soloni... non son le mostrine che fanno il pilota... provate a volarci in VDS prima di parlare.... ma che ne sapete voi... siete ancorati a del vecchiume aeronautico... (come se oltre la metà dei piloti, qui, non avessero dovuto cambiare radicalmente filosofia di condotta passando dagli ottantoni con le control tabs comandate meccanicamente con cavi e pulegge e dai 737 classici agli attuali Airbus tutti FBW...)

Poi arriva qui un altro appassionato (mi par di capire) di volo VDS, e snocciola un nutrito elenco di professionisti, piloti di linea e non, dunque anche molto esperti, che volano felicemente e con passione VDS nel tempo presumo libero, a riprova che questa non è una attività per improvvisati fanfaroni che nulla capiscono (ma qui nessuno lo aveva detto). Cosa che peraltro risultava anche a me.

Allora, mi pare che qualcuno dovrebbe un po' far pace col proprio cervello: I "professionisti tutte chiacchiere e distintivo" (cit. da Gli Intoccabili) non ne sanno e non ne capiscono nulla di VDS, tutti concentrati come sono a far volare i loro noiosi vagoni di metropolitana volanti, o anch'essi quando possono gioiscono delle possibilità di volo "leggero" che il VDS, meno oppresso da una burocrazia REALMENTE soffocante, consente con ottima sicurezza (se voli facendo comandare la testa e non le surrenali)? Allora forse non è che non sanno di che si sta parlando...

Mi viene in mente la vecchia battuta: i soldi non fanno la felicità, figuriamoci senza.
Per me, e per quel che ho potuto verificare con mano diciamo sopratutto fra i ventisette e i quarantacinque anni di età in due settori ad alto contenuto tecnico e parimenti alta pericolosità potenziale se poco poco si va fuori le righe (speleologia e immersione subacquea) per l'addestramento vale la stessa cosa.
Su una cosa concordo con Lei: che volare tanto costituisce un fattore di sicurezza importante. Ed i costi contenuti di questa modalità di volo sono un fattore che agevola il processo, e non andrebbe davvero disincentivato.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 13:11

Personalmente non sono assolutamente d'accordo con le cose dette da flyingbrandon, io ho sempre sperimentato il contrario.
Del resto aerei (che confesso a me non piacciono) ma che rappresentano il Top di gamma in AG, ovvero i Cirrus hanno tutto quello che ho sempre pensato potesse essere e favore della sicurezza, visione sintetica, TAWS, cartografia elettronica e via dicendo, esattamente gli strumenti di cui parlavano le persone che volano VDS e che peraltro sui liner (visione sintetica a parte) sono presenti da un paio di decenni grazie agli MFD.
I liners (ma anche bizjet con elevate capacità operative) peraltro hanno anche altri utilissimi strumenti che per questione di costi (perché i costi sono un aspetto tutt'altro che marginale) non vengono previsti su mezzi da diporto, il primo che mi viene in mente è il RADALT.
Quindi gli strumenti sono importanti e vengono installati proprio sui liner dove la SV è un investimento.
Magari nei prossimi giorni apro un 3D sull'IMC accidentale.
Ne abbiamo discusso a lungo, spesso tra piloti del nord dove per 6 mesi l'anno si vola in condizioni marginali.
Sono sicuro che emergeranno posizioni dogmatiche, ma anche quelle, ove ci sia onestà intellettuale si possono diciamo "smussare".
Spesso chi ha "titoli" ritiene che chi non li ha non sia in grado.
Questo è in parte vero e in parte no.
Ho sempre notato che i piloti bravi, che non sono quelli "baciati dal talento", ma sono quelli che magari si sono più impegnati, ritengono che: se le cose le possono fare loro, le possa fare chiunque e credo che anche Alex104 la pensi in questo modo, certo relativamente alle capacità operative dei mezzi e all'ambito del quale si parla (ovvio che io mò non è che salgo su un EFA e decollo...).
Ma la disonestà intellettuale si smaschera facilmente.
Un'altra cosa: il VDS sta (purtroppo ormai a fatica) mantenendo un aspetto peculiare del volo: si vola per divertimento.
Cosa che i professionisti per ovvi motivi non possono fare, e che in AG mi pare si sia perso.
Quindi il Pilota VDS, pur facendo cose magari importanti (nel VDS ci sono fior di Piloti) ovviamente in quell'ambito, non si prendono troppo sul serio, ecco perché i "dogmi" fortunatamente hanno fatto fatica (oggi ahimé un po' meno) ad attecchire.
Non per altro ha avuto lo sviluppo che ha.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da aetio57 » 2 novembre 2013, 13:18

Fabrizio_1 ha scritto: Del resto aerei (che confesso a me non piacciono) ma che rappresentano il Top di gamma in AG, ovvero i Cirrus hanno tutto quello che ho sempre pensato potesse essere e favore della sicurezza, visione sintetica, TAWS, cartografia elettronica e via dicendo, esattamente gli strumenti di cui parlavano le persone che volano VDS e che peraltro sui liner (visione sintetica a parte) sono presenti da un paio di decenni grazie agli MFD.
non perdiamo MAI di vista il vero anello DEBOLISSIMO della catena... il pilota :mrgreen:
puoi avere l'aereo più "sicuro" al mondo, il più performante, il più dei più... però se al comando ci metti uno "scaccapensieri" stai pur certo che prima o poi (ma ti assicuro assai prima che poi...) il botto lo senti egualmente.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12128
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da AirGek » 2 novembre 2013, 13:30

Fabrizio_1 ha scritto: Sono sicuro che emergeranno posizioni dogmatiche, ma anche quelle, ove ci sia onestà intellettuale si possono diciamo "smussare".
Io non capisco per quale motivo se uno ha un punto di vista, dettato dalla propria esperienza, dal suo addestramento e da altri mille fattori, che non coincide con quello di qualcun altro, quella posizione è dogmatica e va smussata.

Perchè poi ovviamente se chi non la pensa in quel modo e non ritiene di avere motivi per cambiare i suoi pensieri non vi è onestà intellettuale, però poi chiamare "co****ni" gli utenti di un altro forum denota grande onestà intellettuale. :up:

A chi ha partecipato alla discussione che uno voli in un modo o in un altro nulla gli entra e nulla gli esce, sono visioni diverse e come tali vanno rispettata e non "smussate".

Infine, mi spiace tirare in ballo un utente che non può rispondere ma senz'altro leggerà, gianmarco ha concluso la sua esperienza su questo forum con la domanda "ma chi min**ia vi credete di essere" per poi deridere a casa sua gente che ha preso parte alla discussione senza avere la qualifica di pilota, come se in aviazione ci sia solo la figura del pilota che conta e che può parlare... :roll:

Mi verrebbe da chiedere a lui chi si crede di essere... :wink:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 13:50

Ma se non sai neanche cosa ho intenzione di dire :lol:
Non credi che proprio ciò che hai scritto sia dogmaticamente pregiudiziale? :mrgreen: , Orpo! non so neanche se ho capito cosa ho detto :lol:
Per il resto se vuoi una singolar tenzone con GM, iscriviti all'altro forum e mettetevi d'accordo.
Io vengo a vendere le patatine, così magari mi pago il PPL :bounce:

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da bulldog89 » 2 novembre 2013, 13:58

Fabrizio_1 ha scritto:Ma se non sai neanche cosa ho intenzione di dire :lol:
Non credi che proprio ciò che hai scritto sia dogmaticamente pregiudiziale? :mrgreen: , Orpo! non so neanche se ho capito cosa ho detto :lol:
Per il resto se vuoi una singolar tenzone con GM, iscriviti all'altro forum e mettetevi d'accordo.
Io vengo a vendere le patatine, così magari mi pago il PPL :bounce:
E tu non credi che quello che tu chiami pregiudiziale possa invece derivare dalla sua esperienza?

Comunque sto thread a pagina 3 non ci arriva

Fabio Airbus
FL 150
FL 150
Messaggi: 1519
Iscritto il: 26 ottobre 2012, 14:36
Località: Genova

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabio Airbus » 2 novembre 2013, 14:01

Facciamolo arrivare... se no si apre un 3d per ogni singola domanda.
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (Arthur C. Clarke)

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 14:25

bulldog89 ha scritto: Comunque sto thread a pagina 3 non ci arriva
Se apri una flame probabilmente no.
Ti chiederei di non farlo :wink: :)

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da bulldog89 » 2 novembre 2013, 14:28

Fabrizio_1 ha scritto:
bulldog89 ha scritto:
Fabrizio_1 ha scritto:Ma se non sai neanche cosa ho intenzione di dire :lol:

Comunque sto thread a pagina 3 non ci arriva
Se apri una flame probabilmente no.
Ti chiederei di non farlo :wink: :)
Non è un flame, è una domanda: non credi che quello che tu chiami pregiudiziale possa invece derivare dalla sua esperienza?

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 14:31

bulldog89 ha scritto:
Fabrizio_1 ha scritto:
bulldog89 ha scritto:
Fabrizio_1 ha scritto:Ma se non sai neanche cosa ho intenzione di dire :lol:

Comunque sto thread a pagina 3 non ci arriva
Se apri una flame probabilmente no.
Ti chiederei di non farlo :wink: :)
Non è un flame, è una domanda: non credi che quello che tu chiami pregiudiziale possa invece derivare dalla sua esperienza?

Quando parlavo di pregiudizio mi riferivo al fatto che AirGek già argomentava su cose che non ho detto, Rispondendo tra l'altro a cose che ha detto gianmarko.
Scusa la domanda: ma che centra?


P.S.poi col tu hai detto lui ha detto, il 3D si avvita e non se ne esce.
Cerchiamo di rimanere sull'argomento.
Io ho detto che magari avrei aperto un 3D sull'IMC accidentale, ho detto che probabilmente sarebbero usciti dei dogmi, non riferendomi a nessuno in particolare, ecc...
E già i toni si stanno mi pare impepando.
Io poi ho anche scherzato, vedo che magari è meglio non farlo.
Ne prendo atto e mi scuso.
Magari se e quando apro il 3D ne parliamo lì sulla base di argomenti esplicitati e quindi su basi certe e non presunte.

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da bulldog89 » 2 novembre 2013, 14:45

Fabrizio_1 ha scritto:Quando parlavo di pregiudizio mi riferivo al fatto che AirGek già argomentava su cose che non ho detto, Rispondendo tra l'altro a cose che ha detto gianmarko.
Scusa la domanda: ma che centra?


P.S.poi col tu hai detto lui ha detto, il 3D si avvita e non se ne esce.
Cerchiamo di rimanere sull'argomento.
Io ho detto che magari avrei aperto un 3D sull'IMC accidentale, ho detto che probabilmente sarebbero usciti dei dogmi, non riferendomi a nessuno in particolare, ecc...
E già i toni si stanno mi pare impepando.
Io poi ho anche scherzato, vedo che magari è meglio non farlo.
Ne prendo atto e mi scuso.
Airgek ha argomentato citando testualmente il tuo post, quindi su cose che hai detto, quindi c'entra.

Se poi guardiamo il tuo primo post troviamo:
Siete un forum pubblico, ci sono associazioni piloti che tutelano anche il VDS.
Se continuate a chiudere i 3d, ove alcune tesi che rischiano di essere screditanti vengono con tanta insistenza propugnate, rischiando d'impedire una difesa di un comparto, si potrebbe prefigurare un danno d'immagine, che potrebbe portare a conseguenze.
Lo dico ovviamente nel vostro interesse, visto che nel comparto ci sono parecchie aziende e ci lavorano parecchie persone.
Non mi sembra molto scherzoso, quindi sì, era meglio non scherzare.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12128
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da AirGek » 2 novembre 2013, 14:47

Fabrizio, si può discutere su tutto, se ci ritroviamo qui è proprio per questo, ma non si deve fare altro. Solo discutere ovvero esprimere il proprio punto di vista e basta. Se qualcuno non la pensa come te non è perchè lui segue i vecchi dogmi e tu (o chiunque altro) sei venuto dal cielo ad aprirgli gli occhi con la tua verità assoluta, non lo è nessuno. Saranno i terzi con gli elementi che hanno a disposizione a "schierarsi" con una scuola di pensiero o con l'altra.

Ti è chiaro ora il mio messaggio precedente? Poi riguardo gianmarco era un sassolino che volevo togliermi tutto qua.

Aspetto il thread sull'IMC accidentale. :)
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
LeOnAir
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 2
Iscritto il: 25 marzo 2012, 15:01

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da LeOnAir » 2 novembre 2013, 16:45

Fabrizio_1 ha scritto:Personalmente non sono assolutamente d'accordo con le cose dette da flyingbrandon, io ho sempre sperimentato il contrario.
Del resto aerei (che confesso a me non piacciono) ma che rappresentano il Top di gamma in AG, ovvero i Cirrus hanno tutto quello che ho sempre pensato potesse essere e favore della sicurezza, visione sintetica, TAWS, cartografia elettronica e via dicendo, esattamente gli strumenti di cui parlavano le persone che volano VDS e che peraltro sui liner (visione sintetica a parte) sono presenti da un paio di decenni grazie agli MFD.
I liners (ma anche bizjet con elevate capacità operative) peraltro hanno anche altri utilissimi strumenti che per questione di costi (perché i costi sono un aspetto tutt'altro che marginale) non vengono previsti su mezzi da diporto, il primo che mi viene in mente è il RADALT.
Quindi gli strumenti sono importanti e vengono installati proprio sui liner dove la SV è un investimento.
Magari nei prossimi giorni apro un 3D sull'IMC accidentale.
Ne abbiamo discusso a lungo, spesso tra piloti del nord dove per 6 mesi l'anno si vola in condizioni marginali.
Sono sicuro che emergeranno posizioni dogmatiche, ma anche quelle, ove ci sia onestà intellettuale si possono diciamo "smussare".
Spesso chi ha "titoli" ritiene che chi non li ha non sia in grado.
Questo è in parte vero e in parte no.
Ho sempre notato che i piloti bravi, che non sono quelli "baciati dal talento", ma sono quelli che magari si sono più impegnati, ritengono che: se le cose le possono fare loro, le possa fare chiunque e credo che anche Alex104 la pensi in questo modo, certo relativamente alle capacità operative dei mezzi e all'ambito del quale si parla (ovvio che io mò non è che salgo su un EFA e decollo...).
Ma la disonestà intellettuale si smaschera facilmente.
Un'altra cosa: il VDS sta (purtroppo ormai a fatica) mantenendo un aspetto peculiare del volo: si vola per divertimento.
Cosa che i professionisti per ovvi motivi non possono fare, e che in AG mi pare si sia perso.
Quindi il Pilota VDS, pur facendo cose magari importanti (nel VDS ci sono fior di Piloti) ovviamente in quell'ambito, non si prendono troppo sul serio, ecco perché i "dogmi" fortunatamente hanno fatto fatica (oggi ahimé un po' meno) ad attecchire.
Non per altro ha avuto lo sviluppo che ha.
Ho riletto per bene il tuo post, e noto che non hai messo il soggetto che riguarda la tua previsione sulle posizioni dogmatiche. Credo che quindi nessuno debba sentirsi tirato in causa giá ora... :wink:


Leonardo
Pilota Vds, Calvisano, Savannah S rosso bellissimo!!

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da silvernik1 » 2 novembre 2013, 18:48

Fabrizio_1 ha scritto:@ Valerio Ricciardi


Quindi se devo sapere che strada fare e a che ora, dal tassista di Roma, ascolto le sue parole come totale e assoluta fonte di salvazione :lol:
Se devo fare 4x4 magari mi rivolgo a qualcun altro.
L'importante non è avere lauree o terze medie, l'importante è essere buoni piloti nel proprio ambito, rispettando i buoni piloti in altri ambiti, almeno è quello che io ritengo.



P.S. Idea precostituita sulle scuole VDS che l'Aeronautica Militare non condivide :wink:

Il problema credo che sia proprio qui..tu in realtá potresti essere sulla stessa strada del tassista di Roma anche se vuoi fare 4x4...e se non hai una adeguata preparazione rischi di coinvolgere magari in incidenti anche quel tassista.A mio modesto parere,se un professionista mi da dei consigli proverei a seguirli.è come se io che ogni tanto vado a girare in pista in macchina,andassi su un forum dove scrivono shumacher e Alonso,e nel momento in cui dovessero darmi dei consigli io mi incaponissi e provassi in tutti i modi a fargli capire che...sbagliano loro,dopo un po mi direbbero"bello fai come cavolo vuoi..la pelle è la tua,ma non girare in pista quando ci sono io"
Inviato dal mio iPad con Tapatalk HD

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 19:17

silvernik1 ha scritto: Il problema credo che sia proprio qui..tu in realtá potresti essere sulla stessa strada del tassista di Roma anche se vuoi fare 4x4...
Negativo, non è il caso del VDS (non avanzato) at all :wink: su questo non ci piove.
I mondi sono tenuti ben separati dalle regole della legge 106 e del D.P.R 133 che regolano il volo VDS, non c'è modo che i traffici possano in qualche modo interagire.
Più "vicino" del volo di linea al volo VDS, quantomeno in parte come modalità, indubbiamente c'è il volo militare (anche se permangono differenze profonde: i mezzi sono molto ma molto diversi), infatti ci sono delle iniziative molto interessanti, incontri di sicurezza volo in strutture militari ove i militari stessi raccontano e trasferiscono le proprie esperienze e ci si confronta.
E i due mondi interagiscono, soprattutto nelle fasi delicate del volo militare ovvero le operazioni BBQ.
Devo dire che proprio loro che sono obiettivamente l'eccellenza hanno un atteggiamento molto corretto nei confronti del volo in tutte le sue espressioni, VDS compreso verso il quale non dimostrano alcun complesso di superiorità.

Avatar utente
silvernik1
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 16 settembre 2005, 18:46
Località: LIML MILANO

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da silvernik1 » 2 novembre 2013, 19:28

Fabrizio_1 ha scritto:
silvernik1 ha scritto: Il problema credo che sia proprio qui..tu in realtá potresti essere sulla stessa strada del tassista di Roma anche se vuoi fare 4x4...
Negativo, non è il caso del VDS (non avanzato) at all :wink: su questo non ci piove.
I mondi sono tenuti ben separati dalle regole della legge 106 e del D.P.R 133 che regolano il volo VDS, non c'è modo che i traffici possano in qualche modo interagire.
Più "vicino" del volo di linea al volo VDS, quantomeno in parte come modalità, indubbiamente c'è il volo militare (anche se permangono differenze profonde: i mezzi sono molto ma molto diversi), infatti ci sono delle iniziative molto interessanti, incontri di sicurezza volo in strutture militari ove i militari stessi raccontano e trasferiscono le proprie esperienze e ci si confronta.
E i due mondi interagiscono, soprattutto nelle fasi delicate del volo militare ovvero le operazioni BBQ.
Devo dire che proprio loro che sono obiettivamente l'eccellenza hanno un atteggiamento molto corretto nei confronti del volo in tutte le sue espressioni, VDS compreso verso il quale non dimostrano alcun complesso di superiorità.

Ok,se dici che questo non potrebbe essere un problema,la seconda parte del mio post non credi che possa invece far capire che probabilmente chiunque avrebbe perso la pazienza confrontandosi con quell'utente?Se io studio anni e anni,volo per mestiere e non per sport,ho all'attivo migliaia di ore di volo,se ti dico che SECONDO ME tu stai facendo una cosa errata,e vedo dall'altra parte una persona che mi prende in giro,mi provoca e dice che sto dicendo una marea di cavolate,perdonami ma...qualcuno é stato fin troppo un signore...(sottolineo che non reintro in nessuna della categorie,ho solo letto tutte le discussioni)


Inviato dal mio iPad con Tapatalk HD

Fabrizio_1
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 151
Iscritto il: 1 novembre 2013, 8:24

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da Fabrizio_1 » 2 novembre 2013, 19:40

Il problema sta proprio in questo: pensare che ci siano "saperi" che si posano "trasferire" tra modi di volare completamente diversi.
A mio parere non è così vero, posso capire una persona che non vola possa fare questo tipo di errore: prendere un ATPL è lungo e complicato, impone molto studio, e quindi si pensa che questo possa fare la differenza in ogni ambito.
Un pilota di linea che vola in VDS sa bene quanta differenza ci sia tra i due mondi è quanto saper volare con un liner, cosa peraltro che impone lunghe ore di preparazione e studio, sia radicalmente diverso dal pilotare un mezzo di 475 Kg di MTOM, e di quanto sia diverso volare VFR dall'IFR.
Le ore di volo sono importanti, ma se ne hai fatte per dire 100 in VFR, poi ne hai fatte 15.000 in IFR senza mai più volare in VFR se prendi un Cessnino accendi e vai senza un minimo di ripresa voli, a mio parere rischi e parecchio.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5897
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: VDS: danno d'immagine?

Messaggio da sigmet » 2 novembre 2013, 19:57

Fabrizio_1 ha scritto:
Devo dire che proprio loro che sono obiettivamente l'eccellenza ..
Gli eccellenti militari che trombavano in AZ non avevano gli occhi azzurri.. :lol:
Chi sei tu per giudicare l'eccellenza?
Ma per favore...!
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Rispondi