"Very nice job, Sir!"

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 876
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da musicaldoc » 17 agosto 2015, 15:06

FAS ha scritto: ne approfitto! ;-)

in questo caso speciale mi sarei aspettato danno all’udito per via della decompressione…..visibile dal punto di vista medico?
Eccomi, cerco di sintetizzare ma "qualche riga" OT MD80 mi serve :wink: ...

Dal punto di vista strumentale qualunque danno all'udito è obiettivabile, potendo distinguere l'ipoacusia dovuta alla anomala trasmissione meccanica dell'onda acustica da quella dovuta alla sua trasformazione in impulso nervoso-elettrico.

Se per danno per decompressione ti riferisci alla patologia da decompressione che colpisce persone come i subacquei, allora è un caso differente.
La cosiddetta patologia da decompressione si instaura quando si soggiorna per lungo periodo a condizioni che necessitano di respirare aria ad alta pressione, tipicamente quindi in profondità sott'acqua.

Maggiore è il tempo in cui si resta in quelle condizioni, maggiore è la quantità di gas che si discioglie nei tessuti. I subacquei sono ben esperti nel seguire le tabelle di decompressione che permettono, sostando a quote intermedie, di far passare l'azoto in fase gassosa gradualmente ed eliminarlo con i polmoni.
Se la decompressione avviene troppo rapidamente, si formano microbolle nei tessuti e nel torrente circolatorio che comprimono quello che hanno intorno, o proprio occludono i vasi di piccolo calibro.
L'ischemia del territorio irrorato che ne deriva, soprattutto se delicato come il sistema nervoso centrale, può causare danni irreversibili.
Questo è uno dei motivi per cui bisogna astenersi da immersioni il giorno prima di un viaggio aereo. La pressurizzazione di crociera più bassa della pressione a livello del mare potrebbe, se c'è ancora del gas disciolto, causare le microbolle di cui sopra durante la rapida salita.

Per inciso, è anche il motivo per cui se uno fosse in volo con un forte raffreddore e catarro che chiude la tromba di Eustachio (collegamento tra orecchio medio e prime vie respiratorie), durante la discesa dovrebbe di tanto in tanto chiudere la bocca, tapparsi il naso e fare la manovra di Valsalva, cioè spingere per espirare.
Questo perchè durante il volo, soprattutto se lungo, la pressione dell'orecchio medio si pareggia a quella dell'abitacolo e, se la tromba è chiusa dalle secrezioni, durante la discesa non può aumentare automaticamente con la deglutizione, rimane in "depressione relativa" e richiama liquido all'interno, passando in otite catarrale e lasciandoci in ipoacusia per giorni.
Se si usa l'accortezza di forzare con delicatezza (mi raccomando...) l'aria nell'orecchio medio con la manovra di cui sopra, pareggiamo artificialmente le pressioni evitando l'essudato.

Da quanto scritto si evince che l'eventuale danno da decompressione esplosiva nell'aereo (si dice così?) , a parte la sfiga di un passeggero che sta tornando dalle Maldive dove ha fatto immersioni fino a poche ore prima :mrgreen: , sarebbe solo un danno meccanico da rumore, ma non ho la minima idea di che botto si senta e spero di non sentirne mai! :roll:
Anche l'apertura degli airbags automobilistici può dare lesioni uditive.

Ti allego delle foto che chiariscono un po' la funzione uditiva, ma in soldoni la percezione uditiva è dovuta alla
- pressione acustica che mette in vibrazione la membrana timpanica,
- che fa vibrare la catena degli ossicini (martello, incudine e staffa),
- che fanno vibrare il liquido contenuto nella coclea (orecchio interno),
- che mette in vibrazione le protuberanze delle cellule ciliate cha altro non sono che micro trasduttori meccano-elettrici,
- che finalmente passano il segnale elettrico al nervo statoacustico che lo porta al cevello per la decodifica.

Come scrivevo all'inizio, l'ipoacusia può essere dovuta a
1. rottura della membrana timpanica o alterazione della catena degli ossicini
2. lesione delle cellule ciliate.

Mentre il primo danno può essere riparato chirurgicamente, il secondo è un danno critico e permanente di solito, come tutti i danni al sistema nervoso centrale (SNC), che può vicariare vie perse ma non rigenerarle (i nervi periferici si rigenerano lentamente perchè non fanno parte dello SNC).

Come puoi immaginare le microciglia dei trasduttori, le cellule ciliate, sono soggette ad usura fisiologica, soprattutto quelle che vibrano ovviamente a frequenze maggiori, intorno agli 8000hz, per l'esposizione cronica ad uno stesso rumore (tipici dei "buchi" di frequenza nell'ipoacusia).

Se invece ci si espone ad un rumore molto elevato (sparo a vicinanza per esempio), oltre ad un possibile danno meccanico per sforzo sulla membrana, ci può essere il danno sensoriale acuto con risultato paragonabile al cronico descritto prima.

La protezione dell'orecchio è fondamentale nella prevenzione delle ipoacusie senili, perchè il tipico risultato del danno è l'ipoacusia associata all'acufene, il fischio che rimane come ricordo del danno, quello non sparisce, ci si abitua bene però.
Io per esempio, da musicista dilettante che non si è protetto in sala prove prima di sapere le cose, ho un bell'acufene bilaterale con riduzione di 30db nella frequenza degli 8000hz.

IMPORTANTISSIMO E POCO CONOSCIUTO.... se vi capita di avere di colpo un'ipoacusia pressochè totale ad un orecchio che non passa in pochi secondi, correte al pronto soccorso!
Potrebbe essere un banale tappo di cerume che si è idratato dopo la doccia o una nuotata ed allora ve lo rimuovono e finisce lì il problema, ma se l'ipoacusia è dovuta ad un'alterazione della microvascolarizzazione dell'orecchio interno di qualunque origine, la finestra utile per una terapia medica che risolva il tutto è molto stretta.
Se aspettate il giorno dopo pensando "passerà", il danno sarà irreversibile e vi terrete il fischio.

Quindi, dopo questo "pistolotto" pur avendo cercato di non essere prolisso e tecnico, devo dire che non mi stupisce che il Comandante non abbia avuto sequele uditive che gli togliessero la I Classe.

Ciao!
Allegati
image.jpg
Tabella correlazione db danno uditivo
image.jpg
Anatomia orecchio
image.jpg
Studio lesione da rumore cronico
image.jpg
Struttura orecchio interno
image.jpg
Cellule cliate
Ultima modifica di musicaldoc il 17 agosto 2015, 15:16, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da aetio57 » 17 agosto 2015, 15:15

Grazie assai della spiegazione anche da parte mia, interessantissima!!
Quindi, dopo questo "pistolotto" pur avendo cercato di non essere prolisso e tecnico, devo dire che non mi stupisce che il Comandante non abbia avuto sequele uditive che gli togliessero la I Classe.
insomma: Kiulo nel Kiulo. Sono contento per lui :wink:
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da FAS » 17 agosto 2015, 15:33

Grazie musicaldoc,
peró mi devi dare il tempo di digerire e capire le nozioni che proprio non sono a me intime....... :oops:

quindi probabilment torneró a tediarti....


per il tuo danno da sala di incisione avresti potuto prendere precauzioni (conoscendo il pericolo?) le persone proprietaria delal sala di incisione sono state responsabili per non averti informato dei danni che potevi procurarti?
questo ultimo problema é lo stesso che tocca ai motociclisti che hanno frequenze spazzate via dalle vibrazioni delle loro motociclette?

i biker tedeschi ne vanno orgnognosi, come avere una cicatrice da pallottola o da coltellata.... :bigsmurf:
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9555
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da MD82_Lover » 17 agosto 2015, 15:57

musicaldoc ha scritto:la finestra utile per una terapia medica che risolva il tutto è molto stretta.
Quanto stretta?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6887
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da Lampo 13 » 17 agosto 2015, 16:06

musicaldoc ha scritto:IMPORTANTISSIMO E POCO CONOSCIUTO.... se vi capita di avere di colpo un'ipoacusia pressochè totale ad un orecchio che non passa in pochi secondi, correte al pronto soccorso!
Potrebbe essere un banale tappo di cerume che si è idratato dopo la doccia o una nuotata ed allora ve lo rimuovono e finisce lì il problema, ma se l'ipoacusia è dovuta ad un'alterazione della microvascolarizzazione dell'orecchio interno di qualunque origine, la finestra utile per una terapia medica che risolva il tutto è molto stretta.
Se aspettate il giorno dopo pensando "passerà", il danno sarà irreversibile e vi terrete il fischio.
Anni fa mi svegliai a casa la mattina, tutto normale, mi siedo sul divano, accendo la TV sulle notizie e prendo il telefono per chiamare i "Turni" perché ero di riserva e volevo avere notizie. Porto il telefono senza fili all'orecchio destro e non sento il segnale di "libero".
Penso che sia scarico, ma i led erano accesi... lo porto all'orecchio sinistro ed il segnale era perfettamente udibile.
Faccio una paio di "scambi di orecchio" e mi rendo conto di non sentirci a destra.
Ho chiamato immediatamente un mio amico dei tempi del Liceo, Otorino e Colonnello all'IML che mi riceve subito a Studio. Visita, camera anecoica con le cuffie, risultato, se ricordo bene, -95db all'orecchio destro. Sordo.
Mi prescrive delle immediate iniezioni di cortisone preavvisandomi che il recupero non era certo.
Dopo una settimana di cortisone, sospetta malattia autoimmune, l'orecchio destro è tornato a posto.

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1383
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da Vultur » 17 agosto 2015, 16:49

-

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da aetio57 » 17 agosto 2015, 17:23

Vultur ha scritto:-
equivalente letterario del Suprematismo (vedi quadro del 1913 di Casimir Malevic "Quadrato nero su fondo bianco")

:mrgreen:
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 876
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da musicaldoc » 17 agosto 2015, 18:08

FAS ha scritto:
quindi probabilment torneró a tediarti....
no problem :wink: .... sto imparando talmente tanto da voi di questo mondo che mi affascina, che è un dovere per me!
FAS ha scritto: per il tuo danno da sala di incisione avresti potuto prendere precauzioni (conoscendo il pericolo?) le persone proprietaria delal sala di incisione sono state responsabili per non averti informato dei danni che potevi procurarti?
Sicuro, ora se mi capita di essere in sala prove ho sempre con me prodotti come questi

https://www.alpinehearingprotection.com

e ormai anche al cinema mi metto i tappi... i volumi nelle sale italiane (almeno a Milano) li trovo pazzeschi. A Stoccolma come già detto sono andato al cinema e pure il volume era "umano", niente tappi. Un "plus" oltre alla lingua originale, ed era un film d'azione, ANT MAN :mrgreen: :D .

I proprietari delle sale prova al massimo si preoccupano che non rimanga folgorato toccando il mixer, per il resto son fatti tuoi, il volume te lo regoli da te.
Ma tra batterista che pesta come un minatore e chitarrista che spara il distorsore fuorigiri, ad effetto domino scatta la fissione nucleare :lol: .

FAS ha scritto:questo ultimo problema é lo stesso che tocca ai motociclisti che hanno frequenze spazzate via dalle vibrazioni delle loro motociclette?

i biker tedeschi ne vanno orgnognosi, come avere una cicatrice da pallottola o da coltellata.... :bigsmurf:
Questa non la sapevo, ma è proprio quello che intendevo con "buchi" di frequenza! :wink:
MD82_Lover ha scritto: Quanto stretta?
Gli Otorini dicono di non superare le 24 ore, ma sei proprio al limite. Prima intervieni meglio è.
Devi dare alte dosi di cortisone per vari giorni e poi scalare (per il problema dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene http://www.informazionisuifarmaci.it/da ... enDocument), intervenire anche con farmaci che agiscano sulla coagulazione e diuretici se sospetti idrope della coclea. Questo è quello che gli Otorini mi han sempre detto.
Lampo 13 ha scritto: (...) Ho chiamato immediatamente un mio amico dei tempi del Liceo (...)
Procedura perfetta, da manuale Comandante! :wink:
Come vedi non sono fenomeni rari... il collega ti ha probabilmente salvato la carriera.
Guarda caso ho spesso sentito gli Otorini dire ai pz "provi ad alzare la cornetta del telefono, se non sente niente corra qui".

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da tartan » 17 agosto 2015, 18:50

Io non mi azzarderei mai a paragonare un pilota con un medico. Il pilota può e deve seguire regole sperimentate senza invenzioni. Il primo a beneficiarne è lui. Il medico può e deve seguire prassi e/o protocolli, ma deve anche tener conto di un altro importante elemento che spesso sfugge all'analisi e cioè il paziente il quale è il primo beneficiario della procedura giusta o sbagliata. Trovare un buon medico è molto più difficile che trovare un buon pilota e se devo proprio dare un giudizio mi sento di dire che la media del valore dei medici è ben al di sotto della media dei buoni piloti. Il motivo è che il traguardo in medicina è molto più in alto.
Per favore, non vi paragonate, non vi dite bravi a vicenda, appartenete a due mondi diversissimi.
Lo stesso vale per gli AAVV e gli infermieri e, soprattutto, le infermiere.
Può darsi che sia caduto fuori tema ma non sono riuscito a leggere tutti i commenti.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3834
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da danko156 » 17 agosto 2015, 20:29

sigmet ha scritto:Dal vangelo secondo Tartan riporto un esempio.
Ahahahah questa non l'avevo mai sentita :) Però, suona bene...
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 876
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da musicaldoc » 17 agosto 2015, 22:56

tartan ha scritto: (...) Per favore, non vi paragonate, non vi dite bravi a vicenda, appartenete a due mondi diversissimi.
(...)
No No, assolutamente Tartan... non ci stavamo affatto incensando alla sig.Wolf di Pulp Fiction :lol: :lol:

https://m.youtube.com/watch?v=j-WrzQ1a_CU

:mrgreen:

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12128
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da AirGek » 17 agosto 2015, 23:10

Ahahaha bella questa doc. :lol:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9555
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da MD82_Lover » 18 agosto 2015, 10:25

musicaldoc ha scritto:
MD82_Lover ha scritto: Quanto stretta?
Gli Otorini dicono di non superare le 24 ore, ma sei proprio al limite. Prima intervieni meglio è.
Quindi un pò di attesa dall'ORL possono farla... :D

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da MartaP » 18 agosto 2015, 11:52

ellamadonna....'sto TRD è diventato un compendio di Patologia Generale.... :nurse: :doc:

Quoto Tartan l'evangelista in toto... :mrgreen:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 876
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da musicaldoc » 18 agosto 2015, 11:54

MD82_Lover ha scritto:
musicaldoc ha scritto:
MD82_Lover ha scritto: Quanto stretta?
Gli Otorini dicono di non superare le 24 ore, ma sei proprio al limite. Prima intervieni meglio è.
Quindi un pò di attesa dall'ORL possono farla... :D
Tenendo conto della nostra dilatazione spazio temporale sanitaria le 24 le ridurrei a 2.4 :lol:

Avatar utente
la franci
FL 200
FL 200
Messaggi: 2240
Iscritto il: 9 maggio 2006, 20:26

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da la franci » 18 agosto 2015, 12:53

Doc... premetto che stranamente lavoro in un équipe ottima. .. in cui si fondono professioni diverse in modo paritario... ma pagherei per lavorare con te! !!!!! :D

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9555
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da MD82_Lover » 18 agosto 2015, 19:26

musicaldoc ha scritto:
MD82_Lover ha scritto:
musicaldoc ha scritto:
MD82_Lover ha scritto: Quanto stretta?
Gli Otorini dicono di non superare le 24 ore, ma sei proprio al limite. Prima intervieni meglio è.
Quindi un pò di attesa dall'ORL possono farla... :D
Tenendo conto della nostra dilatazione spazio temporale sanitaria le 24 le ridurrei a 2.4 :lol:
Si, inventiamo il codice stroke per l'otorino... :lol: :mrgreen:

Ipoacusia al triage è codice bianco. Però non mi ricordo se ci siano altri criteri da considerare (forse anche no, ma non sono certa, stanotte vedo).

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1383
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da Vultur » 18 agosto 2015, 20:53

L'ipoacusia improvvisa nell'adulto può essere un ictus ischemico.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3834
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da danko156 » 18 agosto 2015, 21:51

Mi piace che su un forum di aviazione si parli anche di medicina...
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

dave91
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 202
Iscritto il: 11 giugno 2014, 22:19

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da dave91 » 19 agosto 2015, 2:17

....Questo perchè durante il volo, soprattutto se lungo, la pressione dell'orecchio medio si pareggia a quella dell'abitacolo e, se la tromba è chiusa dalle secrezioni, durante la discesa non può aumentare automaticamente con la deglutizione, rimane in "depressione relativa" e richiama liquido all'interno, passando in otite catarrale e lasciandoci in ipoacusia per giorni
Nell'ultimo viaggio aereo mi è successo che l'orecchio sx non tornasse in condizioni "normali" una volta a terra ed è rimasto come otturato per almeno 6 giorni, ma non ero raffreddato. Non so se c'entri il fatto che in quel volo non ho bevuto\mangiato cosa che faccio sempre per riequilibrare l'udito. Ho fatto male a non fare controlli?

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da Tiennetti » 19 agosto 2015, 9:38

Continuando il tema "uditivo" ma ritornando verso l'aviazione (se volete separate e facciamo un nuovo thread) volevo fare una domanda riguardo alle cuffie con riduzione del rumore (sembra di essere a medicina 33)

Da quello che ho capito, la riduzione attiva del rumore, viene fatta invertendo la fase del segnale e quindi annullando il rumore di sottofondo
Non cé dubbio che il rumore percepito sia di molto inferiore, ma posso notare una leggera pressione quando accendo l'ANR
Mi chiedevo quindi, è sano per l'orecchio oppure è un paliativo momentaneo che a lunto termine può portare problemi? Sono comunque orientato verso dei tappi (riduzione passiva), ma non vorrei abbandonare le mie cuffie
David

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6887
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da Lampo 13 » 19 agosto 2015, 11:50

Tiennetti ha scritto:Da quello che ho capito, la riduzione attiva del rumore, viene fatta invertendo la fase del segnale e quindi annullando il rumore di sottofondo
Non cé dubbio che il rumore percepito sia di molto inferiore, ma posso notare una leggera pressione quando accendo l'ANR
Rispolverando i miei ricordi, la cuffia dovrebbe lavorare proprio in questo modo, ma noi non "sentiamo" solo attraverso il timpano, ma il "sistema di trasmissione" delle vibrazioni passa anche attraverso le ossa della testa, dove la cuffia non ha effetto, rimane quindi sempre presente una parte del rumore originale ma ad una frequenza diversa a causa del diverso mezzo d trasmissione. Credo che la sensazione che descrivi possa derivare dal tempo di adattamento del cervello alla nuova situazione.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da tartan » 19 agosto 2015, 12:18

Quindi il fatto che l'embraer 145 all'inizio fu molto criticato dai piloti per la rumorosità nel cockpit al punto che furono rese obbligatorie le cuffie per i piloti, probabilmente era un fatto concreto e magari era anche un problema più serio del ipotizzato o del previsto o del riconosciuto da chi con gli aerei ci guadagna, tipo le mascherine per i dipendenti a FCO post incendio quando tutti i capi e capetti dicevano che era tutto OK, anzi meglio di OK!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 876
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da musicaldoc » 19 agosto 2015, 12:20

mmm... forse non sarebbe una pessima idea creare una sezione del forum dedicata alla medicina aeronautica e spaziale, anche se a Roma hanno deciso che la Specialità andava eliminata dal corso di studi in Medicina.

Così eviteremmo tutti questi OT e magari potrebbero saltare fuori cose utili e interessanti da parte dei tanti sanitari sicuramente presenti nel forum.

Per lo STAFF, se non diventa un ulteriore impegno pensateci.

Io comunque, come già scritto altrove, mi sono praticamente definitivamente pre-pensionato :roll: .
(grazie comunque del pensiero franci :D )
Vultur ha scritto: potrebbe essere un ictus ischemico
Verissimo, ogni sintomo e segno deve essere sempre attentamente analizzato, la vera battaglia il medico la combatte sul terreno della diagnosi differenziale... è li che si capisce se uno che fa il medico ... "è un medico".
dave91 ha scritto: (...)Ho fatto male a non fare controlli?
Fermo restando che nè al pc nè al telefono è possibile e deontologico porre una corretta diagnosi, è molto probabile ti sia successo proprio quanto avevo descritto. Per semplicità ho scritto raffreddato, ma il concetto è che se ci sono secrezioni più dense del normale nella tromba di Eustachio o che ostruiscono il suo sbocco in faringe, ti capita quanto detto passando dalla quota di crociera a terra.

È un altro motivo per cui è buona norma idratarsi durante il volo bevendo acqua (non Negroni :mrgreen: ).

Sempre meglio farsi vedere, ma in teoria l'ipoacusia che spaventa è quella descritta bene da Lampo, una franca sordità, non un orecchio "ovattato".


Tiennetti ha scritto: (...) Da quello che ho capito, la riduzione attiva del rumore, viene fatta invertendo la fase del segnale e quindi annullando il rumore di sottofondo
Non cé dubbio che il rumore percepito sia di molto inferiore, ma posso notare una leggera pressione quando accendo l'ANR
Mi chiedevo quindi, è sano per l'orecchio oppure è un paliativo momentaneo che a lunto termine può portare problemi? Sono comunque orientato verso dei tappi (riduzione passiva), ma non vorrei abbandonare le mie cuffie
Dai un'occhiata a questo PDF, è fatto molto bene.

http://www.ulm.it/hangar/downloads/cuff ... utiche.pdf


Un amico Otorino mi disse un giorno... "non ho mai visto uno diventare sordo stando in un luogo silenzioso".
A parte la battuta è comprensibile che qualunque onda sonora che colpisce il timpano mette in funzione quelle cellule che non sono fatte per durare 1000 anni. C'è chi le ha più "resistenti" e ci sente come un bambino a 80 anni e chi comincia con i fischi nelle orecchie già a mezza età.

È anche vero che in teoria due onde in controfase si annullano, ma la somma non è mai proprio zero, soprattutto per i motivi che leggi nel pdf.

In linea generale un bel "tappo" con filtro come quelli di un mio link precedente (https://www.alpinehearingprotection.com/) è "più sano" per l'orecchio, ma voi avete il problema delle basse frequenze e quelle vengono tagliate poco dai sistemi passivi.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da tartan » 19 agosto 2015, 12:37

musicaldoc ha scritto: Verissimo, ogni sintomo e segno deve essere sempre attentamente analizzato, la vera battaglia il medico la combatte sul terreno della diagnosi differenziale... è li che si capisce se uno che fa il medico ... "è un medico".
Quando mia moglie ancora lottava ed io con lei, portavo sempre al medico curante, bravo a detta di tutti, i risultati delle analisi trasformati in andamento grafico per tutti i parametri richiesti, presentati su un unico foglio. Sicuramente non ero in grado di sistemare al meglio i vari dati per poterne osservare l'andamento relativo nel modo più immediato, però quello facevo, visto che era il metodo migliore che usavamo per monitorare l'andamento dei parametri motore collegati con i parametri aerodinamici.
Il medico rimaneva sempre sorpreso dal lavoro che facevo, però poi si limitava a leggere solo alcuni dati delle ultime analisi, ignorando sistematicamente i grafici da me realizzati. Evidentemente quello che facevo non aveva senso ai fini di una diagnosi, visto che il medico era giudicato molto bravo. Ometto altri commenti a fatti successivi anche con altri medici!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 876
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da musicaldoc » 19 agosto 2015, 12:51

tartan ha scritto:
musicaldoc ha scritto: Verissimo, ogni sintomo e segno deve essere sempre attentamente analizzato, la vera battaglia il medico la combatte sul terreno della diagnosi differenziale... è li che si capisce se uno che fa il medico ... "è un medico".
Quando mia moglie ancora lottava ed io con lei, portavo sempre al medico curante, bravo a detta di tutti, i risultati delle analisi trasformati in andamento grafico per tutti i parametri richiesti, presentati su un unico foglio. Sicuramente non ero in grado di sistemare al meglio i vari dati per poterne osservare l'andamento relativo nel modo più immediato, però quello facevo, visto che era il metodo migliore che usavamo per monitorare l'andamento dei parametri motore collegati con i parametri aerodinamici.
Il medico rimaneva sempre sorpreso dal lavoro che facevo, però poi si limitava a leggere solo alcuni dati delle ultime analisi, ignorando sistematicamente i grafici da me realizzati. Evidentemente quello che facevo non aveva senso ai fini di una diagnosi, visto che il medico era giudicato molto bravo. Ometto altri commenti a fatti successivi anche con altri medici!
Mi spiace per tua moglie Tartan.

Su un altro forum ho avuto modo di scambiare qualche parola con uno studente di Medicina di Napoli e mi sono sentito in dovere di congratularmi con lui per la profondità di conoscenza e l'apertura mentale di approccio che aveva... mi ha risposto "ti ringrazio, ma la maggior parte dei miei compagni di studi sono come me, ci preparano così ora".

Sono felice di vedere questo nuovo approccio e connubio tra Medici ed Ing Biomedici, forse è veramente cominciata una nuova era per la Medicina.

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da MarcoGT » 19 agosto 2015, 12:53

tartan ha scritto: Quando mia moglie ancora lottava ed io con lei, portavo sempre al medico curante, bravo a detta di tutti, i risultati delle analisi trasformati in andamento grafico per tutti i parametri richiesti, presentati su un unico foglio. Sicuramente non ero in grado di sistemare al meglio i vari dati per poterne osservare l'andamento relativo nel modo più immediato, però quello facevo, visto che era il metodo migliore che usavamo per monitorare l'andamento dei parametri motore collegati con i parametri aerodinamici.
Mi dispiace per tua moglie!

Il riportare in forma grafica molti parametri lo faccio anche io, dai dati medici (peso, temperatura quando necessaria) a dati che ottengo in altro modo (ad esempio domotica in casa, quindi temperatura, luminosità, pioggia)

Sarà forse il fatto di essere ingegnere ed aver visto/studiato/lavorato sempre con grafici?

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3834
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da danko156 » 19 agosto 2015, 12:57

tartan ha scritto:
musicaldoc ha scritto: Verissimo, ogni sintomo e segno deve essere sempre attentamente analizzato, la vera battaglia il medico la combatte sul terreno della diagnosi differenziale... è li che si capisce se uno che fa il medico ... "è un medico".
Quando mia moglie ancora lottava ed io con lei, portavo sempre al medico curante, bravo a detta di tutti, i risultati delle analisi trasformati in andamento grafico per tutti i parametri richiesti, presentati su un unico foglio. Sicuramente non ero in grado di sistemare al meglio i vari dati per poterne osservare l'andamento relativo nel modo più immediato, però quello facevo, visto che era il metodo migliore che usavamo per monitorare l'andamento dei parametri motore collegati con i parametri aerodinamici.
Il medico rimaneva sempre sorpreso dal lavoro che facevo, però poi si limitava a leggere solo alcuni dati delle ultime analisi, ignorando sistematicamente i grafici da me realizzati. Evidentemente quello che facevo non aveva senso ai fini di una diagnosi, visto che il medico era giudicato molto bravo. Ometto altri commenti a fatti successivi anche con altri medici!
Mi dispiace per tua moglie Tartan. Spero che il medici a cui hai affidato tua moglie siano comunque bravi.
Profondo rispetto per la categoria ma purtroppo non tutti i medici sono uguali, e non tutti sono bravi.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9741
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da tartan » 19 agosto 2015, 13:02

Io ritenevo che si potesse osservare come lavorassero i diversi farmaci usati, come modificavano alcuni parametri e come modificassero gli altri collegati e quindi pensavo che si potesse arrivare ad una comprensione migliore dell'andamento generale dello stato di salute con tutti i pro e tutti i contro ipotizzando anche eventuali effetti futuri, specialmente a seguito di variazioni delle varie posologie. Io, purtroppo, non ero in grado di interpretare, neanche un peggioramento che poteva essere solo momentaneo ma anche precursore di un futuro miglioramento. E, comunque fosse andata, sarebbe rimasta sempre come esperienza per altri malati analoghi, sia pure non oggettiva.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5897
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da sigmet » 19 agosto 2015, 13:50

Tiennetti ha scritto: Mi chiedevo quindi, è sano per l'orecchio oppure è un paliativo momentaneo che a lunto termine può portare problemi? Sono comunque orientato verso dei tappi (riduzione passiva), ma non vorrei abbandonare le mie cuffie
L 'ANR e' un sistema che inverte la fase del rumore portando il suo volume (amplitude) a livelli prossimi allo zero. Il campo di frequenze su cui lavora lo rende utile su spettri di frequenza relativamente bassi (hely , turboprop e pistoni) mentre sui jet e' relativamente inutile. Per frequenze superiori sono efficaci i classici tappi che pero' possono interferire a bordo con le normali comunicazioni se non usati congiuntamente a una cuffia trasparente (come le classiche telex con le spugnette nere ). Oggi esistono anche dei "tappi" elettronici
http://www.earplugstore.com/electronic-ear-plugs.html ma non conosco ancora applicazioni in ambito aeronautico.
Sugli ATR di seconda generazione l'ANR e' collegato al sistema di PA e viene quindi usufruito da tutti i Pax. All'inizio non c'era e noi non indossavamo le cuffie (veramente scomode quelle in dotazione) . Una volta ,molti anni fa, andai dall'otorino del SASN per una otite e dopo l'audiogramma mi disse che volavo su un turboelica e che ero un primo ufficiale. Alla mia domanda se avesse capacita' divinatorie mi rispose che la frequenza che avevo perso era tipica dei turboelica e che essendo l'orecchio destro quello colpito io volavo a destra... :)
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
HDbullet
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 29
Iscritto il: 23 marzo 2015, 22:38
Località: Überlingen(DE)

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da HDbullet » 19 agosto 2015, 14:04

Un volo AZ ha avuto oggi lo stesso incidente oggetto del thread :shock:

http://www.repubblica.it/cronaca/2015/0 ... =HRER3-1#1

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da noone » 19 agosto 2015, 14:07

Confermo, credo A319 nei nuovi colori partito da FCO è atterrato a NAP in emergenza con radome distrutto e windshield rotti parrebbe per grandine...

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5897
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da sigmet » 19 agosto 2015, 14:33

Deve essere di moda... :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3834
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da danko156 » 19 agosto 2015, 16:44

Scrivo anche qui che i danni sembrano essere davvero molto simili. Più che moda direi una coincidenza...
Sent using Tapatalk
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5897
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: "Very nice job, Sir!"

Messaggio da sigmet » 19 agosto 2015, 18:08

Vi allego alcune foto significative.
Danni da grandine:
Immagine
Immagine

Immagine


Danni da fulmine
Immagine
Immagine
Immagine

Fulmine piu' grandine
Immagine
AZ
Immagine

la deformazione del radome e del rivetto a ore 12 mi fa pensare ad un fulmine associato alla grandine. In genere la grandine di grosse dimensioni e' facilmente presente proprio ai livelli dove e' piu' forte l'attivita' elettrica,
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Rispondi