Domanda bizzarra sui liners

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Icy24
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 73
Iscritto il: 31 marzo 2014, 22:39
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Icy24 » 5 novembre 2015, 9:27

L'idea piaceva molto anche a me, non fermarti ;)

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da camicius » 6 novembre 2015, 9:59

Vultur ha scritto:eventuali guasti. Che succederebbe se non funziona? che fai? Vai giù nell'Oceano?
Cito giusto questo per puntualizzare il mio pensiero:
E dei guasti eventuali chissenefrega. Nel senso, se il tuo scopo è rifarti un giro su un aereo storico o rimettere in linea di volo una piattaforma d'arma o un trasporto, con l'efficacia, l'efficienza e l'affidabilità di un aereo nuovo, devi tenere conto di tutto. Se devi scappare da una situazione in cui l'alternativa è lasciarci le penne, i requisiti calano, e di brutto.
FAS ha scritto:
330 ha scritto:Va bene, ho capito. Per ora passo e chiudo, grazie a tutti.
a me l'idea piaceva.....
Concordo con FAS, l'idea piace anche a me. E trattandosi di fiction, si possono supporre alcune cose e nasconderne altre che saltano all'occhio a un esperto, ma non alla "persona della strada".
330 ha scritto:Ma vorrei insistere ancora un po' con la questione del motore a pistoni, che mi pare sia rimasta in sospeso
secondo me un vecchio motore a pistoni ha meno requisiti rognosi di un motore a turbina. È sicuramente più tollerante in termini di qualità del carburante e del lubrificante, le temperature in gioco sono minori, così come le velocità interne. È in generale anche meno difficile da pilotare.

Secondo me, un percorso tipo Miami-New York-Keflavik-Germania-Giordania si può ipotizzare. È chiaro che è una forzatura, ma agli occhi dei più potrebbe anche andare bene. Puoi supporre per esempio che alcune esperienze (tipo pilotaggio e navigazione astronomica) fossero tenute in vita da appassionati in strutture tipo realtà virtuale su aerei antichi (di una cosa simile ne parlava Tom Clancy in uno dei romanzi della serie Net Force Explorers, dove esistevano delle poltrone VR dove un sistema ti staccava dai movimenti e dalle sensazioni del corpo e ti faceva vivere in una realtà virtuale dove i ragazzi pilotavano aerei della seconda guerra mondiale).


ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
330
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 23 luglio 2009, 19:07
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 330 » 6 novembre 2015, 11:52

Dovrei saperne di più sulla resistenza dei metalli nel corso del tempo, cioè, dei fenomeni legati all'ossidazione/corrosione. Non so nemmeno di quali materiali è fatto un DC 6 o un Constellation, per dire.

Ovviamente alla base dell'idea c'è molto romanticismo, che poco o nulla ha a che fare con la razionalità, ma insomma... in quell'ipotetico futuro, uno dei vantaggi di rimettere in funzione una macchina antica, invece di farne una ex novo, potrebbe essere che ci si risparmia tutti gli studi e gli esperimenti sull'aerodinamica, che su una macchina che ha già volato è stata sperimentata. O no?
Mi chiamo Alessandro... e sono qui per imparare.
Non sparate sul pianista!

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1385
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Vultur » 6 novembre 2015, 11:58

Ho capito, ma non è così. Se devi scappare prendi la barca che è meglio.
Per un'aereo di cinque secoli non devi chiamare i meccanici, ma i Beni Archeologici. Capisco uno che deve scappare, ma tu ci monteresti su un aereo vecchio di cinquecento anni rimesso in ordine alla "... i requisiti calano e di brutto"?
E poi, se stai scappando hai il tempo di rimetterti a rifare un aereo?
Non so cosa ci si risparmi sugli studi, ma quando alludevo all'aereo ex novo, intendevo dire di rifare, con una stampante del futuro, un aereo vecchio, però nuovo, appena "ristampato". Metti tu che in memoria la stampante ha tutti i dati su tutto quel che riguarda un Constellation. Non potresti avere così un aereo nuovo? Non so se mi sono spiegato chiaro. Pero se le cose stanno così e dato che mi sto dando a gambe levate, io cercherei i dati di un bel Concorde più che di un Constellation. Però poi chi lo pilota????
Comunque una volta c'era un bel film (The flight of the Phoenix; detto anche "Il volo della Fenice") dove precipitavano nel deserto e rimettevano insieme un vecchio C-119, però lì dovevano fare al massimo un centinaio di km, non tredicimila. (E gli uomini sdraiati sul profilo alare io l'avrei evitata come cosa).

Avatar utente
330
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 23 luglio 2009, 19:07
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 330 » 6 novembre 2015, 14:20

Il fatto è che non posso mettermi a raccontare tutta la trama :-) anche perché non è necessario, mi interessa solo capire se ci sono appigli per rendere plausibile - almeno in parte - il fatto di rimettere in volo un aereo.
Ma per essere più chiaro, dirò che: 1) non si tratta di "scappare", non è una fuga, ma di un viaggio, uno solo, punto. Senza fretta.
E 2) non è possibile navigare, niente barca. Si può solo fare un volo senza scalo, aereo, astronave o quello che è.
Mi chiamo Alessandro... e sono qui per imparare.
Non sparate sul pianista!

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da camicius » 6 novembre 2015, 14:39

330 ha scritto:Il fatto è che non posso mettermi a raccontare tutta la trama :-) anche perché non è necessario, mi interessa solo capire se ci sono appigli per rendere plausibile - almeno in parte - il fatto di rimettere in volo un aereo.
Ma per essere più chiaro, dirò che: 1) non si tratta di "scappare", non è una fuga, ma di un viaggio, uno solo, punto. Senza fretta.
E 2) non è possibile navigare, niente barca. Si può solo fare un volo senza scalo, aereo, astronave o quello che è.
È chiaro che in ogni racconto di fantascienza c'è una certa parte di "sospensione della plausibilità", che non deve essere eccessiva. Il problema è che questo eccesso varia da persona a persona, in base al grado di conoscenza delle materie trattate. Se per noi appassionati un film come "The flight" è assolutamente implausibile (con il buon ottantone che, pur rovinato, fa un pezzo in volo rovescio), per una parte del pubblico è comunque godibile.

Con queste precisazioni il punto può essere un mix tra il mio (esperienza mantenuta in simulazioni di realtà virtuale completamente immersiva) e quella di Vultur, ovvero di uno stampaggio di buona parte di un liner completo. Per portare i carichi che dici, per la distanza che dici, serve un liner tipo A380 o B777 o B747.

È comunque implausibile per gli appassionati, ma se è scritto bene, pochi si chiederanno quanto sia davvero possibile la conservazione. Usa le parole magiche "Military grade" e vai tranquillo ;-)

ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
maxago
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 214
Iscritto il: 22 aprile 2008, 17:44
Località: Milano

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da maxago » 6 novembre 2015, 14:44

Comunque una volta c'era un bel film (The flight of the Phoenix; detto anche "Il volo della Fenice") dove precipitavano nel deserto e rimettevano insieme un vecchio C-119, però lì dovevano fare al massimo un centinaio di km, non tredicimila. (E gli uomini sdraiati sul profilo alare io l'avrei evitata come cosa).
Vultur, questo film, quello originale del 1965 l'ho visto da bambino, me lo hai fatto tornare in mente: bellissimo!
Ho letto che è uscito un remake nel 2005, io non l'ho visto, le recensioni dicono che non sia degno del suo predecessore.

Ciao
Max

Avatar utente
330
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 23 luglio 2009, 19:07
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 330 » 6 novembre 2015, 15:24

camicius ha scritto:
330 ha scritto:Il fatto è che non posso mettermi a raccontare tutta la trama :-) anche perché non è necessario, mi interessa solo capire se ci sono appigli per rendere plausibile - almeno in parte - il fatto di rimettere in volo un aereo.
Ma per essere più chiaro, dirò che: 1) non si tratta di "scappare", non è una fuga, ma di un viaggio, uno solo, punto. Senza fretta.
E 2) non è possibile navigare, niente barca. Si può solo fare un volo senza scalo, aereo, astronave o quello che è.
È chiaro che in ogni racconto di fantascienza c'è una certa parte di "sospensione della plausibilità", che non deve essere eccessiva. Il problema è che questo eccesso varia da persona a persona, in base al grado di conoscenza delle materie trattate. Se per noi appassionati un film come "The flight" è assolutamente implausibile (con il buon ottantone che, pur rovinato, fa un pezzo in volo rovescio), per una parte del pubblico è comunque godibile.

Con queste precisazioni il punto può essere un mix tra il mio (esperienza mantenuta in simulazioni di realtà virtuale completamente immersiva) e quella di Vultur, ovvero di uno stampaggio di buona parte di un liner completo. Per portare i carichi che dici, per la distanza che dici, serve un liner tipo A380 o B777 o B747.

È comunque implausibile per gli appassionati, ma se è scritto bene, pochi si chiederanno quanto sia davvero possibile la conservazione. Usa le parole magiche "Military grade" e vai tranquillo ;-)

ciao
Andrea
Infatti. Se voglio "far volare" quell'aereo, dovrò rinunciare alla plausibilità totale, sennò cambio idea.
Il che mi fa venire in mente il celebratissimo The Martian, di Andy Weir, che poggia totalmente su un assunto infondato: il vento su Marte non può essere così forte da devastare un accampamento e far volare via un'antenna, che ferisce il protagonista. Eppure, è un successone!

(ps. per 50 persone ci serve proprio un Jumbo?)
Mi chiamo Alessandro... e sono qui per imparare.
Non sparate sul pianista!

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1385
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Vultur » 6 novembre 2015, 16:31

E un grande dirigibile come lo vedi? (Magari a metano o energia solare). Se non c'è fretta .... Pero non di 5 secoli fà ... Fa conto che ritrovano parte o tutto di una grande aeronave un po' più vicina nel tempo. Il problema però è gonfiarlo con l'elio, ma magari nel futuro chissà che ci mettono.
L'ISIS non è solo lo stato islamico per fortuna.
(Se proprio vuoi stampare un aereo, ristampa un He-111Z o uno della serie Ju-90-290-390, o il Me-264: per me fa più figo).
Allegati
darpa-isis1.jpg

Avatar utente
giragyro
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1439
Iscritto il: 21 luglio 2011, 15:59
Località: alessandria

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da giragyro » 6 novembre 2015, 18:18

sci fi ? Un vecchio liner tenuto in " criotecnostasi " si rivela essere l'unico vettore in grado di portare a destinazione un dispositivo " Alfa .magneto-quantico " per fermare l'implosione del buco nero nella nebulosa dell'aquila nel sistema beta pixis .
Soluzione ? viene aperto un tunnel spazio temporale , si invia nell'universo quantico più simile un drone di ricerca con l'obbiettivo di trovare e riportare nel 27° secolo una squadra di tecnici aeronautici che all'epoca si occupavano della manutenzione del liner congelato in criotecnostasi !

Sci fi rispettata , problema risolto .
Argo riconobbe Ulisse, Penelope no.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9873
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da tartan » 6 novembre 2015, 18:19

Un famoso scrittore sparò un proiettile nell'occhio sinistro, mi sembra di ricordare, della luna. Cosa c'era di possibile?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Alberto.c
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 379
Iscritto il: 28 maggio 2012, 10:22

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Alberto.c » 7 novembre 2015, 9:01

Secondo mè l'arco di 500 anni è veramente troppo, per quanto riguarda
le parti metalliche credo non sussistano problemi se conservate in
ambiente idoneo con i dovuti accorgimenti, abbiamo tanti manufatti
medioevali in metallo ancora perfettamente conservati, ma tutto
ciò che è plastica o gomma compresi tutti i cablaggi elettrici tutte le guarnizioni,
ed altre migliaia di parti in plastica, cedo sia impossibile fargli superare
i 40/50 anni ! boh comunque quesito molto interessante.

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1385
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Vultur » 7 novembre 2015, 10:18

Non basta che il metallo sia conservato, deve anche sopportare ancora le sollecitazioni del volo, basta una crepa microscopica a provocare un disastro.

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 1stAirbus » 7 novembre 2015, 11:13

Ciao, l'idea che hai avuto è secondo me molto bella.
La sc fi, è vero, può spostarsi nella fantasia per risolvere problemi che al momento sembrano insormontabili, ma se si vuol fare un buon lavoro non si può certo staccarsi in modo illogico dalla realtà, mi spiego meglio:
ci sono determinati film di fanta esplorazione spaziale dove si vedono esplosioni nel vuoto e si sente anche il rumore, i registi hanno dimenticato, forse per distrazione, forse per dare più effetto alla scena, che nello spazio non vi può essere il boato di un'esplosione e, sovente, hanno anche dimenticato che non è sufficiente la mera fuoriuscita del carburante per provocarla (è necessario che fuoriesca anche l'ossigeno). Nel film sul 21 dicembre 2012 (che non ho visto, ma ho potuto disaprrezzare il trailer) si vede un piccolo biplano con motore a jet librarsi in un cielo denso di fuliggine vulcanica, fuliggine che forse non farebbe nulla a un 4 cilindri in linea di un Cessna, ma mi risulta, pur non essendo un tecnico, che i turbofan sottoposti a quelle condizioni, si spengono...
Ecco, il significato è un po' quello.
Comunque non ti arrendere.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9873
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da tartan » 7 novembre 2015, 12:08

Se la pubblicazione, o quello che è, fosse indirizzata ad un pubblico ristretto di esperti potrei anche capire certe necessità, ma se, per caso, avesse ambizioni di più larga attenzione, allora resto del mio parere. Quello che conta è l'idea in se, non la vicinanza con la realtà.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da musicaldoc » 7 novembre 2015, 12:12

tartan ha scritto:Se la pubblicazione, o quello che è, fosse indirizzata ad un pubblico ristretto di esperti potrei anche capire certe necessità, ma se, per caso, avesse ambizioni di più larga attenzione, allora resto del mio parere. Quello che conta è l'idea in se, non la vicinanza con la realtà.
Oltretutto ci sarebbe sempre qualche Einstein che troverebbe nella storia una vite che non dovrebbe esserci su quell'aereo..... dunque lascia libera di volare la fantasia e scatenati... CHE LA FORZA SIA CON TE (magari poi la LucasFilm ti comprerà i diritti 8) )

Aggiungo.... qualcuno in questi 30 anni si è mai posto il problema di criticare una "spada laser" il cui laser si autotermina un metro dopo la sua emissione? Più sono folli le idee e più sono affascinanti per me! :wink:

Avatar utente
330
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 23 luglio 2009, 19:07
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 330 » 8 novembre 2015, 14:11

Infatti.
Ci penserò. Ma nel caso, mi piacerebbe fosse questo...Immagine
Mi chiamo Alessandro... e sono qui per imparare.
Non sparate sul pianista!

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da musicaldoc » 8 novembre 2015, 15:23

Favoloso... ne ho visti alcuni nel 95 da lontano all'aeroporto Las Americas di Santo Domingo, mio padre li prese molte volte da giovane, tempi eroici dell'aviazione civile.

Ottima scelta!

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9873
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da tartan » 8 novembre 2015, 16:18

Il mio preferito! :D
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6032
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da sigmet » 8 novembre 2015, 18:34

musicaldoc ha scritto: Oltretutto ci sarebbe sempre qualche Einstein che troverebbe nella storia una vite che non dovrebbe esserci su quell'aereo.....
Questi Einstein lavorano tutti all'ENAC...
Un meraviglioso DC3 perfettamente efficiente non fu fatto volare in Italia per una sigla stampigliata sui motori...
:roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7054
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Lampo 13 » 8 novembre 2015, 19:38

musicaldoc ha scritto:
tartan ha scritto:Se la pubblicazione, o quello che è, fosse indirizzata ad un pubblico ristretto di esperti potrei anche capire certe necessità, ma se, per caso, avesse ambizioni di più larga attenzione, allora resto del mio parere. Quello che conta è l'idea in se, non la vicinanza con la realtà.
Oltretutto ci sarebbe sempre qualche Einstein che troverebbe nella storia una vite che non dovrebbe esserci su quell'aereo..... dunque lascia libera di volare la fantasia e scatenati... CHE LA FORZA SIA CON TE (magari poi la LucasFilm ti comprerà i diritti 8) )

Aggiungo.... qualcuno in questi 30 anni si è mai posto il problema di criticare una "spada laser" il cui laser si autotermina un metro dopo la sua emissione? Più sono folli le idee e più sono affascinanti per me! :wink:
... e perché due fasci luminosi emessi da laser dovrebbero "rimbalzare"
quando si colpiscono come se fossero solidi?

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11583
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da flyingbrandon » 8 novembre 2015, 20:00

Lampo 13 ha scritto:
musicaldoc ha scritto:
tartan ha scritto:Se la pubblicazione, o quello che è, fosse indirizzata ad un pubblico ristretto di esperti potrei anche capire certe necessità, ma se, per caso, avesse ambizioni di più larga attenzione, allora resto del mio parere. Quello che conta è l'idea in se, non la vicinanza con la realtà.
Oltretutto ci sarebbe sempre qualche Einstein che troverebbe nella storia una vite che non dovrebbe esserci su quell'aereo..... dunque lascia libera di volare la fantasia e scatenati... CHE LA FORZA SIA CON TE (magari poi la LucasFilm ti comprerà i diritti 8) )

Aggiungo.... qualcuno in questi 30 anni si è mai posto il problema di criticare una "spada laser" il cui laser si autotermina un metro dopo la sua emissione? Più sono folli le idee e più sono affascinanti per me! :wink:
... e perché due fasci luminosi emessi da laser dovrebbero "rimbalzare"
quando si colpiscono come se fossero solidi?
Beh...va beh...anche il rumore di esplosione nello spazio.... :mrgreen:
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
MatteF88
FL 350
FL 350
Messaggi: 3800
Iscritto il: 6 dicembre 2011, 18:57

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da MatteF88 » 8 novembre 2015, 22:33

Ma infatti, se le avessero chiamarle spade al plasma (un "plasma gun" è l'attrezzo reale che più si avvicina alle spade di guerre stellari) non faceva lo stesso effetto...o anche il fatto che le astronavi si muovono nello spazio come gli aerei nell'atmosfera...o i 3 alieni rosa che suonano il piffero al bar...é bello così anche perché non ha la pretesa di essere realistico :)

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7054
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Lampo 13 » 8 novembre 2015, 23:59

Esatto! Chissenefrega della credibilità!

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1466
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 1stAirbus » 9 novembre 2015, 12:12

Io un pensierino al Dc 3 lo farei. Hanno 80 anni e qualcuno vola ancora dalle parti del Venezuela:

[youtube][/youtube]

:animalegg:

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1385
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Vultur » 9 novembre 2015, 15:42

Io però non ci volerei troppo in alto, a parte che manca l'ossigeno, la pressurizzazione ti può dare tonnellate di pressione per metro quadro sull'interno della fusoliera verso l'esterno.
Sotto i tremila metri, cioè fin dove ci sarebbe ancora ossigeno, bisognerebbe capire quanto l'aereo può essere veloce e che consumi ti dà. Il problema è che i valori sarebbero riferiti ad aereo nuovo. Chi lo rimette in sesto, dovrebbe avere la pazienza di farci un lungo giro sull'aeroporto, per vedere come va prima di avventurarsi altrove.
Allegati
2678147.jpg

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da musicaldoc » 10 novembre 2015, 19:35

Chewbacca e Han Solo se ne strafottono i cabasisi del consumo e del test in circuito, innestano il warp e fan partire il Super Constellation! :mrgreen:

Parti Alessandro 330, vogliamo leggere l'incipit del racconto quanto prima!!! 8)

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1385
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da Vultur » 13 novembre 2015, 11:14

Non è vero! E' che per brevità i tests del Millennium Falcon non te li facevano vedere; da' retta 330, ai fuggitivi fagli leggere qualche tabellina e fare qualche prova PRIMA .....
Non vorrei che uno di questi bei motori gli faccia qualche bella sorpresina, da qualche parte a mille miglia da tutto.
Allegati
CBR24.jpg
CBR27.jpg

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da musicaldoc » 13 novembre 2015, 19:47

Ma una bella sorpresina ci dovrà essere di sicuro, altrimenti dove sarà il Pathos? Mica vorrai che diventi una scampagnata tipo Mille Miglia odierna.... :mrgreen:

Avatar utente
330
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 23 luglio 2009, 19:07
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 330 » 19 marzo 2017, 20:51

Alla fine ce l'ho fatta. Grazie a tutti!

Immagine
Mi chiamo Alessandro... e sono qui per imparare.
Non sparate sul pianista!

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da camicius » 19 marzo 2017, 20:59

330 ha scritto:Alla fine ce l'ho fatta. Grazie a tutti!
non c'è in e-book?

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
330
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 428
Iscritto il: 23 luglio 2009, 19:07
Località: Roma

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da 330 » 19 marzo 2017, 21:01

camicius ha scritto:
330 ha scritto:Alla fine ce l'ho fatta. Grazie a tutti!
non c'è in e-book?

Ciao
Andrea
Yes
(magari queste cose chiedetele in privato, non vorrei approfittare del forum)
Mi chiamo Alessandro... e sono qui per imparare.
Non sparate sul pianista!

Avatar utente
ruotenelvento
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 92
Iscritto il: 2 maggio 2014, 9:25

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da ruotenelvento » 20 marzo 2017, 12:12

Troppi romani scrittori ascoltatori di Radio Rock su 'sto forum :mrgreen:

Complimenti, curioso di leggerlo!

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da musicaldoc » 20 marzo 2017, 15:10

L'ho preso su Am***n :mrgreen: , è pure economico, sono curioso :wink:

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Domanda bizzarra sui liners

Messaggio da camicius » 20 marzo 2017, 15:21

musicaldoc ha scritto:L'ho preso su Am***n :mrgreen: , è pure economico, sono curioso :wink:
Puranche io...
Ho l'allergia ai libri cartacei: il kindle è il mio migliore amico!!!

Ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Rispondi