Antonov 225

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3555
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Antonov 225

Messaggio da spiridione » 7 settembre 2016, 10:34

City of Everett ha scritto:
robygun82 ha scritto:Solo con aerei col carrello anteriore doppio.. :)
Quindi solo per gli AN-124, per il Mriya e per i C5A Galaxy :D
...e il B52???? :wink:
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1306
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Antonov 225

Messaggio da City of Everett » 7 settembre 2016, 10:48

Mi son dimenticato il primo ad averlo! :oops:

Devo fare una correzione: il C5A non ha due carelli anteriori, ma uno solo quadriruote!
Immagine
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1351
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Antonov 225

Messaggio da Vultur » 7 settembre 2016, 16:05

In effetti, il B-52 almeno a vederlo così non mi pare molto diverso dall' An-124 (dal punto di vista del rimorchio).

ally01
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 62
Iscritto il: 1 giugno 2016, 17:28

Re: Antonov 225

Messaggio da ally01 » 8 settembre 2016, 9:50

Vultur ha scritto:
Павел, больше не буду)).
Евгений, сопровождение на завод, куда собственно и тянут "Руслан". Многим наверное не известно, что от аэропорта до завода тянется "бетонка" (12 км), собственно и предназначенная для перекатки самолетов с завода в аэропорт и обратно. На время перекатки она перекрывается, а так, большую часть времени это дорога общего пользования и кротчайший путь до аэропорта. Самые оживленные места, где "бетонка" пересекает другие дороги и из окон своих автомобилей народ наблюдает как тянут самолеты. Это вызывает много эмоций. Едешь, ты такой себе и бац...встречаешь у себя на пути того, кого совершенно не ожидаешь, даже и предположить не мог). Зрелищно.
pavel non ce la faccio piu', che cosa è successo? adesso mi dici. Il convoglio verso la fabbrica dove hanno portato anche russlan molti non sanno che dall'aeroporto alla fabbrica si estende una colata di cemento di 12 km sostanzialmene viene utilizzata anche per il trasporto degli aerei dalla fabbrica all'aeroporto e viceversa. Durante il trasporto viene ricoperto così la maggior parte del tempo questa strada è di scorrimento, il percorso piu' breve per l'aeroporto. I posti piu' affollati dove questa colata si interseca con altre strade e dalle finestre delle automobili le persone vedono il traino degli aerei. Questo è molto emozionante. Mangi, stai sulle tue e pum incontri sulla tua strada qualcosa che non ti apsetti minimamente e non riusciresti nemmeno a spiegarlo, spettacolare.

traduzione fatta al volo da una amica che conosce il russo...

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1351
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Antonov 225

Messaggio da Vultur » 8 settembre 2016, 14:23

Si, più o meno quello che credevo d'aver capito.
La stiva smisurata del An-225 e in una foto dei tempi andati, quando trasportava il Buran.
Foto del sito lanci spaziali n° 112, edificio 80: MZK, assemblaggio e rifornimento, a Baikonur in Kazakistan. Sotto la polvere degli anni, si vedono il "Burya", altrimenti detto "Ptichka" (Passerotto, o forse Pettirosso), "veicolo 1.02", numero di serie 2К-11F35 e una seconda nave spaziale per prove statiche a terra.
Il Ptichka, che si riconosce per la copertura di mattonelle "vere" sul muso di colore nero (la seconda nave, per prove a terra ha solo un radome nero), era completo al 95% e pronto per il secondo volo spaziale del programma shuttle sovietico, quando l'Unione Sovietica crollò, ora sono tutte proprietà del Kazakistan.

https://tjournal.ru/p/baikonur-ruins
Allegati
An-225-2.jpg
0_a3b47_8d0ff7c7_orig.jpg
f4697eaa04e3.jpg

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1306
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Antonov 225

Messaggio da City of Everett » 8 settembre 2016, 17:50

Ma dico io: ci si dimentica così di due navete spaziali?

E' capitato che qualche fortunato, vagando per le campagne, abbia trovato dei veri tesori automobilistici. Ma qui...
"Guarda! Ho trovato due navette spaziali abbandonate!" :mrgreen:
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1351
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Antonov 225

Messaggio da Vultur » 8 settembre 2016, 19:49

E da quel che si vede, le navette sovietiche avevano i seggiolini eiettabili. Non so se per bellezza, ma ce li avevano.

anonymous12345

Re: Antonov 225

Messaggio da anonymous12345 » 8 settembre 2016, 22:24

City of Everett ha scritto:Ma dico io: ci si dimentica così di due navete spaziali?

E' capitato che qualche fortunato, vagando per le campagne, abbia trovato dei veri tesori automobilistici. Ma qui...
"Guarda! Ho trovato due navette spaziali abbandonate!" :mrgreen:
Beh.. c'è stato qualche piccolo problemuccio a livello politico da quelle parti...

Avatar utente
giragyro
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1439
Iscritto il: 21 luglio 2011, 15:59
Località: alessandria

Re: Antonov 225

Messaggio da giragyro » 8 settembre 2016, 22:31

non solo avevano i sedili eiettabili ma pure motori atmosferici per l'atterraggio . di certo non molto efficinete od in gradi di farle evoluire come un normale aereo ma bastanti a renderle molto più manovriere rispetto al concorrente americano che scendeva come una pietra ed aveva un atterraggio " one shot "
Argo riconobbe Ulisse, Penelope no.

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1306
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Antonov 225

Messaggio da City of Everett » 9 settembre 2016, 9:32

robygun82 ha scritto:
City of Everett ha scritto:Ma dico io: ci si dimentica così di due navete spaziali?

E' capitato che qualche fortunato, vagando per le campagne, abbia trovato dei veri tesori automobilistici. Ma qui...
"Guarda! Ho trovato due navette spaziali abbandonate!" :mrgreen:
Beh.. c'è stato qualche piccolo problemuccio a livello politico da quelle parti...
Era una battuta! :wink:
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1351
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Antonov 225

Messaggio da Vultur » 9 settembre 2016, 14:15

giragyro ha scritto:non solo avevano i sedili eiettabili ma pure motori atmosferici per l'atterraggio . di certo non molto efficinete od in gradi di farle evoluire come un normale aereo ma bastanti a renderle molto più manovriere rispetto al concorrente americano che scendeva come una pietra ed aveva un atterraggio " one shot "
Che so io, i motori atmosferici AL-31 erano solo sullo shuttle per prove di volo atmosferico livellato, la navetta era la BTS-002 OK-GLI (oggi visibile al Museo della Tecnica di Spira in Germania), che ricevette quattro AL-31 ed era in grado di decollare da sola. Oltre alle prove di volo, si pensò anche che, dotando gli shuttles di motori atmosferici (sebbene temporanei), le navette avrebbero in teoria potuto viaggiare da sole da un capo all'altro dell'Unione Sovietica, ma poi per questo si sviluppò l'An-225.
Per l'An-225 il carico maggiore non erano certo gli shuttle sovietici, ma i componenti del razzo Energia. I "Buran" a vuoto infatti pesavano meno dei razzi (e meno degli Shuttle americani, che hanno con sé i motori a razzo per la partenza, che invece i russi misero tutti sull'Energia), l'unico problema era che, dovendo stare fuori dall'An-225, le navette causavano un aumento della resistenza. Per il Buran sarebbe bastato un Ruslan a doppio trave di coda, ma per Energia e Buran necessitava ben altro e così svilupparono l'An-225 esamotore.
Al contrario degli americani invece, l'Unione Sovietica ha pensato, per quanto possibile, di dotare le sue navette spaziali di mezzi di salvataggio e sopravvivenza, a partire dai seggiolini eiettabili K-36 per gli astronauti. L'eiezione (ovviamente atmosferica) era possibile a partire da velocità zero e altezza di quaranta metri (e cioè Buran e Energia verticali sulla rampa di lancio), fino a velocità di Mach 3,5 e un'altezza di quaranta chilometri.

https://ru.wikipedia.org/wiki/%D0%91%D0 ... 0%9B%D0%98



http://www.buran-energia.com/bourane-bu ... sieges.php

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1306
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Antonov 225

Messaggio da City of Everett » 10 settembre 2016, 10:53

Nell'ultimo sito riportato da Vultur si legge che era stata proposta una variante maggiorata dell'AN225 e con l'aggiunta di altri due motori :shock: per il trasporto di carichi ancora maggiori denominata AN325, ma che non fu mai portata avanti.

"An-325: Proposal for an enlarged variant of the An-225 with an additional engine mounted on each inboard pylons and able to carry an increased payload, proposed primarily as a possible launch platform for Russian or foreign space vehicles. (not built)"

Ve lo immaginate!? :shock:
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
giragyro
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1439
Iscritto il: 21 luglio 2011, 15:59
Località: alessandria

Re: Antonov 225

Messaggio da giragyro » 10 settembre 2016, 12:17

da che so i motori atmosferici erano previsti anche per le navette " operative " . non in posizione esposta come sul prototipo ma alloggiati all'interno ai lati della deriva .
Argo riconobbe Ulisse, Penelope no.

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1351
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Antonov 225

Messaggio da Vultur » 10 settembre 2016, 19:39

In teoria si, ricoperti di mattonelle "termiche" anche loro, ma quando ci fu l'An-225 i motori atmosferici vennero cancellati. Le navette sovietiche avrebbero dovuto essere lanciate tutte da Baikonur, ma, a seconda dell'orbita, esse avrebbero potuto atterrare in una qualunque pista abbastanza lunga in tutta l'Unione Sovietica. Una volta a terra, come riportarle a Baikonur? O ci andavano con i motori propri, oppure dovevano essere trasportate. Alla fine hanno preferito l'An-225, probabilmente per non aggiungere peso "inutile" (i motori atmosferici) sugli shuttles.
Riguardo a un An-325, cavoli: sarebbe stato davvero qualcosa da vedere.
L'An-225 in fabbrica (in un hangar ciclopico) e mentre atterra con il Buran sulla schiena e i reverse inseriti e un "arcobaleno" che gli compare sull'ala:
Allegati
An-225-20.jpg
An-225-18.jpg
An-225-21.jpg

Rispondi