Incidente elicottero

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
joesatriani77
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 41
Iscritto il: 26 settembre 2011, 20:44

Incidente elicottero

Messaggio da joesatriani77 » 6 luglio 2017, 17:32

Ho sudato mentre lo guardavo...

ma cosa e' successo secondo voi?

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6794
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Luke3 » 7 luglio 2017, 3:26

VFR in IMC e il disorientamento spaziale che ne segue per chi non e' abilitato IR. La cosa piu' triste e' che si poteva facilmente evitare con un po' di buon senso. Tra l'altro l'R-44 neanche e' certificato per il volo strumentale

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4729
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Valerio Ricciardi » 7 luglio 2017, 8:32

Domanda ingenua da parte di un non pilota (particolarmente poco ferrato sugli elicotteri).
Tenerlo livellato orizzontale e iniziare a perdere pian piano quota sino ad arrivare piano piano (dai e dai) al contatto visivo col suolo non si poteva?

Un elicotterino del genere non ha di serie di base un orizzonte artificiale basato su giroscopio? Ho provato ad andare sul sito, e parrebbe (sic) che per la versione meno costosa, il Raven R44 Cadet, sia un optional da quasi 5000 dollari... Mi pare una follia. Se in condizioni CAVOK finisci dentro uno sbuffo di vapore di un impianto industriale che ha aperto una valvola di sovrapressione di una caldaia sei morto?

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1161
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Incidente elicottero

Messaggio da noone » 7 luglio 2017, 10:36

Ciao!
Beh uno sbuffo di va'ore dovrebbe essere troppo breve per perdere irrimediabilmente il controllo...
comunque se vedo bene un orizzonte artificiale c'è nel cockpit...
Non saprei dire se si tratti di una perdita di controllo da disorientamento spaziale (molto probabile) o un CFIT..
comunque IMC in VFR non è mai una idea saggia, ancor più a bassa quota...

joesatriani77
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 41
Iscritto il: 26 settembre 2011, 20:44

Re: Incidente elicottero

Messaggio da joesatriani77 » 7 luglio 2017, 10:50

noone ha scritto:Ciao!
Beh uno sbuffo di va'ore dovrebbe essere troppo breve per perdere irrimediabilmente il controllo...
comunque se vedo bene un orizzonte artificiale c'è nel cockpit...
Non saprei dire se si tratti di una perdita di controllo da disorientamento spaziale (molto probabile) o un CFIT..
comunque IMC in VFR non è mai una idea saggia, ancor più a bassa quota...
Cosa vuol dire IMC in VFR?

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3561
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Incidente elicottero

Messaggio da spiridione » 7 luglio 2017, 11:06

Condizioni metereologiche per il volo strumentale "Instrument meteorological conditions (IMC)" durante un volo "visual flight rules" cioè volo a vista.

Praticamente è incappato in un casino... :|
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5826
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente elicottero

Messaggio da sigmet » 7 luglio 2017, 13:04

Valerio Ricciardi ha scritto:Domanda ingenua da parte di un non pilota (particolarmente poco ferrato sugli elicotteri).
Tenerlo livellato orizzontale e iniziare a perdere pian piano quota sino ad arrivare piano piano (dai e dai) al contatto visivo col suolo non si poteva?
Molti elicotteri caduti in IMC andavano a marcia indietro..
noone ha scritto: Ciao!

comunque IMC in VFR non è mai una idea saggia, ancor più a bassa quota...
Perugia, precipita elicottero: 2 morti
Il pilota sarebbe stato l'autista personale del presidente di Rds. Aperta un'inchiesta sulle cause dell'incidente
MAGIONE (PERUGIA) - Un elicottero si è schiantato nella zona di Magione, non lontano dal lago Trasimeno. Le due persone a bordo sono morte sul colpo. Le vittime sono Mario Sepiacci, 41 anni, pilota esperto, e Alessio Carola, 30 anni, entrambi romani.
Il velivolo, un Agusta Bell 109, stava effettuando un servizio per la troupe di Radio Dimensione Suono ed era diretto alla pista di atterraggio di Castelvieto di Corciano. Nella zona dell'incidente già dal giorno prima c'era una fitta nebbia a causa della quale il pilota è stato costretto a volare basso così da finire su un traliccio dell'alta tensione. Nello schianto uno dei serbatoi dell'elicottero si è staccato ma il velivolo non si è incendiato. Per approfondire la dinamica dei fatti l'Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ha aperto un fascicolo. Un'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Sergio Sottani che si è subito recato sul posto. Al momento il magistrato sta valutando come prassi tutte le ipotesi sulle cause di quello che comunque appare essere un incidente.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6794
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Luke3 » 7 luglio 2017, 20:54

Non sono un esperto di elicotteri, ma parlando con un pilota di elicotteri ieri riguardo all'incidente mi ha detto che fermarsi in condizioni IMC e' impossibile. L'hovering e' una manovra puramente visiva. Infatti mi ha spiegato che tutti gli elicotteri certificati IFR hanno una velocita' minima per il volo in IMC a cui si deve accelerare prima di entrare in nube e che si mantiene fino a che non si acquisiscono riferimenti visivi.

Icy24
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 71
Iscritto il: 31 marzo 2014, 22:39
Località: Roma

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Icy24 » 7 luglio 2017, 22:15

Non vorrei sbagliarmi ma mi par di aver letto che abbiano preso dei cavi...

Avatar utente
giragyro
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1439
Iscritto il: 21 luglio 2011, 15:59
Località: alessandria

Re: Incidente elicottero

Messaggio da giragyro » 8 luglio 2017, 9:17

in quelle condizioni senza l'adeguata strumentazione e l'abilitazione non si vola .
per incassare qualche centinaio di reales si sono ammazzati in 4 .
Argo riconobbe Ulisse, Penelope no.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4729
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Valerio Ricciardi » 8 luglio 2017, 9:33

A me pare che in quelle condizioni anche abilitati, esperti ed attrezzati nel migliore dei modi si vola se ce ne sono gravi e indifferibili motivi. Per trasferire il fegato che va trapiantato a un bambino, o per portare in tempo in ospedale un politraumatizzato. Non per una simpatica sceneggiata finto/riccona.

Io in Brasile e in Costa d'Avorio (sopratutto la seconda) ho visto dal vivo quelle condizioni di nebbia/foschia/caligine/non si capisce esattamente che diavolo è da sovrassaturazione di umidità con temperature calde ed aria fermissima, sei immerso in una luce abbacinante che pare arrivare da sopra, sotto, da ogni lato, senza vedere il disco del Sole e la visibilità è molto molto poca... eppure te ne rendi conto solo quando realizzi a che distanza non stai vedendo più l'orizzonte.

L'ipotesi dei cavi dal filmato mi pare del tutto plausibile, ho rivisto la parte dell'incidente da un paio di secondi prima e a occhio ci sta tutto. Gli sposi, dietro, peraltro, da un certo punto in poi non è che fossero tanto tanto sereni, il pilota doveva star trasmettendo crescente insicurezza.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5826
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente elicottero

Messaggio da sigmet » 8 luglio 2017, 15:28

Questo filmato vi confesso che mi ha commosso, anche perché’ mi ha fatto rivivere un esperienza personale accaduta nella mia infanzia.
Ma mi ha anche suggerito una grande lezione che tutti dovrebbero far propria, soprattutto quelli che sottovalutano l’IMC e che dal quale pensano di salvarsi facendo due virate al mese con la maschera.
Vediamo però’ nel dettaglio l’incidente:
Al min 2.50” la prima condizione di IMC. Il pilota vira guardando sotto sotto e inizia una serie di accostate a dx e sx anche con bank pronunciati per mantenere il contatto visivo col terreno.
3.28” : il fratello della sposa si lamenta e tradisce un evidente disagio dovuto alle prime manovre scoordinate del pilota. La situazione meteo sembra quella di continui in and out.
4.28” l’elicottero ha un bank di circa 60° a dx. Notare la cartografia sul GPS.
4.36” Ora il bank e’ di 60° a sx con pitch elevato
4,45 Bank di circa 30° a sx la prua e’ cambiata di oltre 270° in meno di dieci secondi.
Da quel momento l’elicottero sembra riguadagnare una condizione di volo più o meno stabilizzata ma al minuto 6.19” l’espressione della sposa fino a quel momento “quasi” serena vira in una smorfia di fastidio probabilmente dovuta ad una serie di accelerazioni orizzontali e verticali sui vari assi.
6.21” il fratello tende il braccio destro e si sposta con il corpo verso sx come per reazione ad una forza centrifuga e poco dopo il rumore del flappeggio cambia presumibilmente per una variazione rapida del collettivo.
A 6. 48” il filo di lana sul windshield denuncia una forte imbardata verso sx ma la moving map del GPS gira in senso orario.
6.56” l’orizzonte indica una fortissima variazione di bank che arriva a 70° nel giro di qualche secondo. Il Pitch e’ fuori controllo e dopo tre secondi avviene l’impatto che a giudicare dai rottami ( ci sono diverse foto in rete) deve essere avvenuto a velocità sostenuta.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6794
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Luke3 » 10 luglio 2017, 21:38

Valerio Ricciardi ha scritto:A me pare che in quelle condizioni anche abilitati, esperti ed attrezzati nel migliore dei modi si vola se ce ne sono gravi e indifferibili motivi. Per trasferire il fegato che va trapiantato a un bambino, o per portare in tempo in ospedale un politraumatizzato. Non per una simpatica sceneggiata finto/riccona.
In quelle condizioni si puo' volare tranquillamente, ammesso che:
1) L'aeroplano sia equipaggiato appropriatamente
2) Il pilota sia abilitato e addestrato al volo strumentale. Aggiungo anche l'importanza di avere esperienza recente perche' la capacita' di volare IFR si atrofizza velocemente quando non lo si fa spesso, e non e' un tipo di volo che perdona.
3) Si sta seguendo una rotta pubblicata o una procedura strumentale pubblicata che garantisce la separazione da ostacoli
4) Nonostante tutto il meteo e' comunque sopra le minime per la procedura che si stia volando. Insomma a un certo punto devi poter sbucare e vedere la pista davanti.

Purtroppo in questo caso non abbiamo nessuna delle 4. Ci si ammazza quando si va con l'intenzione di volare a vista, poi vedi la base delle nubi scendere sempre di piu' ma pensi "ma si tanto vedo sotto, conosco la zona e so orientarmi". Finche' poi sotto all'improvviso non vedi piu', e come diceva un vecchio istruttore all'Urbe, scopri che la nube in cui ti trovi ha l'osso.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4729
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Valerio Ricciardi » 10 luglio 2017, 23:14

Luke3 ha scritto: poi sotto all'improvviso non vedi piu', e come diceva un vecchio istruttore all'Urbe, scopri che la nube in cui ti trovi ha l'osso.
Mi sembra un'espressione molto efficace che sa di tanta esperienza ed anche assai ben stratificata e interiorizzata.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4729
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Incidente elicottero

Messaggio da Valerio Ricciardi » 11 luglio 2017, 12:03

Sigmet, è noto che per ragioni di otoliti etc. un'accelerazione verso l'avanti in assenza di riferimenti visivi viene percepita come una salita, quindi puoi essere spinto a dare un pitch a picchiare per compensare quel che ti pareva essere una cabrata invece era accelerazione in avanti etc.

Le variazioni di bank e assetto tanto brusche e pronunciate (una sequela di sovracorrezioni, da come le descrivi) potrebbero essere dovute al fatto che il pilota tentava di gestire l'assetto sulla base delle percezioni dei neurorecettori del suo fondoschiena senza guardare nemmeno la strumentazione che aveva?

Mi parrebbe una cosa quasi incredibile, da pivello (a prescindere dal fatto che non fosse assolutamente una situazione facile).
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Rispondi