Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9686
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da cabronte » 8 febbraio 2018, 21:26

Volevo sapere un vostro parere su quanto è accaduto a questo aereo! :roll:
https://news.aviation-safety.net/2018/0 ... r-huatulco
http://avherald.com/h?article=4b4a3896&opt=0
Ale

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da Valerio Ricciardi » 9 febbraio 2018, 11:00

Direi di impattare dritto per dritto su una montagna, come nel caso del DC10 New Zealand dell'Erebus.
Se non ci fosse stato il sistema EGPWS efficiente, quantomeno.

Anche nel caso del DC10 Air NZ l'EGPWS c'era e fece il suo lavoro, quella volta però purtroppo il suolo saliva localmente con un gradiente superiore a quello che poteva sviluppare in cabrata il pesante aereo.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5830
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da sigmet » 9 febbraio 2018, 15:08

Valerio Ricciardi ha scritto:Direi di impattare dritto per dritto su una montagna, come nel caso del DC10 New Zealand dell'Erebus.
Se non ci fosse stato il sistema EGPWS efficiente, quantomeno.

Anche nel caso del DC10 Air NZ l'EGPWS c'era e fece il suo lavoro, quella volta però purtroppo il suolo saliva localmente con un gradiente superiore a quello che poteva sviluppare in cabrata il pesante aereo.
Per correttezza bisogna dire che il sistema impiegato sul Dc 10 NZ era un GPWS. Il sistema EGPWS (Enhanced ground proximity warning system) e' uno sviluppo del primo che integra il sistema GPS ad una mappatura altimetrica globale con diversi algoritmi di calcolo. Dall'entrata in funzione dell'EGPWS non vi sono stai più incidenti CFIT.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Talpo71
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 203
Iscritto il: 20 agosto 2007, 15:28

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da Talpo71 » 9 febbraio 2018, 23:56

sigmet ha scritto:Dall'entrata in funzione dell'EGPWS non vi sono stai più incidenti CFIT.
...salvo poi ignoralo...

https://it.wikipedia.org/wiki/Incidente ... onte_Salak

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da Valerio Ricciardi » 10 febbraio 2018, 6:59

sigmet ha scritto: Il sistema EGPWS (Enhanced ground proximity warning system) e' uno sviluppo del primo che integra il sistema GPS ad una mappatura altimetrica globale con diversi algoritmi di calcolo. Dall'entrata in funzione dell'EGPWS non vi sono stai più incidenti CFIT.
Fantastico. Non per questo però (se ho capito bene) il controllo di volo dovrebbe darti l'autorizzazione a un importante cambio di quota in un tratto (sempre se ho capito bene) in cui non vede dove sei.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12049
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da AirGek » 10 febbraio 2018, 8:05

L’ATC ha autorizzato la discesa “at pilot discretion” il che lascia al pilota la decisione di quando iniziare a scendere. Al giorno d’oggi l’aereo ti calcola un profilo verticale di discesa basato sui punti rotta programmato ed eventuali limitazioni di quota. Può capitare che a seconda del terreno un punto sia limitato nel sorvolo ad una quota minima facendo trovare alto per la rimanente parte dell’avvicinamento. In questo caso l’FMC diventa “petulante” nel ricordarti spesso la situazione tramite un messaggio STEEP DESCENT AFTER XXX. Alchè si usa cancellare la restrizione per far sì che il messaggio non si ripresenti (a condizione di conoscere bene il luogo e mantenere comunque una consapevolezza di dove si è/ciò che si fa). Questo comporterebbe il ricalcolo del profilo e l’anticipazione del punto di discesa.

Giusto un pensiero sul come si possa ricevere un terrain warning al giorno d’oggi quando ancora si è sotto controllo ATC.

Questo dal punto di vista del pilota. Dal punto di vista del controllore il dare istruzioni non vedendo dove sei è un metodo di controllo definito “procedurale” e si basa sul riporto di posizione dei piloti. Era così anche ad Alghero fino a qualche anno fa quando hanno esteso la copertura radar di Olbia e han fatto ricadere il controllo di avvicinamento di Alghero sotto la sua giurisdizione.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9686
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da cabronte » 10 febbraio 2018, 12:56

Grazie a tutti per le risposte :D , Gek, molto tecnico e preciso, ma in parole più semplici (visto che non sono un pilota) dove sta l' errore più "grossolano" in questa manovra? Hai detto giustamente "al giorno d'oggi"!
Infatti mi sembra banale che "al giorno d' oggi" possano capitare ancora queste cose! :roll:
Ale

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5830
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da sigmet » 10 febbraio 2018, 13:58

Valerio Ricciardi ha scritto:
Fantastico. Non per questo però (se ho capito bene) il controllo di volo dovrebbe darti l'autorizzazione a un importante cambio di quota in un tratto (sempre se ho capito bene) in cui non vede dove sei.
Difatti l'ATC con la parolina magica "at pilot discretion" se ne lava le mani , ma prima di scendere un occhiata alle minime e' bene darla.. :wink:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da Valerio Ricciardi » 10 febbraio 2018, 22:10

sigmet ha scritto: ATC con la parolina magica "at pilot discretion" se ne lava le mani
ah.
edificante
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12049
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da AirGek » 10 febbraio 2018, 22:30

A prescindere se non sei sotto vettoramento radar non è comunque responsabilità ATC separarti dal terreno no?
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12049
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da AirGek » 11 febbraio 2018, 11:35

cabronte ha scritto:Grazie a tutti per le risposte :D , Gek, molto tecnico e preciso, ma in parole più semplici (visto che non sono un pilota) dove sta l' errore più "grossolano" in questa manovra? Hai detto giustamente "al giorno d'oggi"!
Infatti mi sembra banale che "al giorno d' oggi" possano capitare ancora queste cose! :roll:
L’errore più grossolano è che stavano scendendo verso il terreno. Cos’ha portato a quell’errore forse quello che ho scritto prima circa il cancellare le restrizioni. La modalità TERRAIN non selezionata nello schermo di navigazione che ti mostra appunto il terreno in un codice di coloro che dipende dalla tua distanza verticale da esso... questo mi viene in mente.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9686
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da cabronte » 11 febbraio 2018, 16:54

AirGek ha scritto:
cabronte ha scritto:Grazie a tutti per le risposte :D , Gek, molto tecnico e preciso, ma in parole più semplici (visto che non sono un pilota) dove sta l' errore più "grossolano" in questa manovra? Hai detto giustamente "al giorno d'oggi"!
Infatti mi sembra banale che "al giorno d' oggi" possano capitare ancora queste cose! :roll:
L’errore più grossolano è che stavano scendendo verso il terreno. Cos’ha portato a quell’errore forse quello che ho scritto prima circa il cancellare le restrizioni. La modalità TERRAIN non selezionata nello schermo di navigazione che ti mostra appunto il terreno in un codice di coloro che dipende dalla tua distanza verticale da esso... questo mi viene in mente.
Grazie Gek! :wink:
Ale

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da Luke3 » 12 febbraio 2018, 18:44

sigmet ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:
Fantastico. Non per questo però (se ho capito bene) il controllo di volo dovrebbe darti l'autorizzazione a un importante cambio di quota in un tratto (sempre se ho capito bene) in cui non vede dove sei.
Difatti l'ATC con la parolina magica "at pilot discretion" se ne lava le mani , ma prima di scendere un occhiata alle minime e' bene darla.. :wink:
"Pilot's discretion" o l'altra frase magica "at or above", in quei casi sempre meglio verificare le minime per non rischiare di finire come questi qui': http://avherald.com/h?article=45ee9215 . Poco prima di natale e' successa una cosa simile ad un CRJ SkyWest in avvicinamento a Medford, Oregon. Stessa fraseologia da cani "at or above" con livello finale sotto la minima. Loro pero' avevano l'EGPWS che gli ha permesso di accorgersi dell'errore e uscirne.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5830
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da sigmet » 12 febbraio 2018, 19:14

AirGek ha scritto:A prescindere se non sei sotto vettoramento radar non è comunque responsabilità ATC separarti dal terreno no?
Dipende dal tipo di spazio aereo che stai occupando. Se sei in uno spazio radar controllato la responsabilità e' dell'ente ATS.Così' come l'ente ATS dovrebbe segnalare anomalie di quota ogni volta che vede l'aereo sotto le minime radar o in caso di ILS sotto il glide di discesa.
Diciamo che il tipo di fraseologia utilizzato (vedi anche l'esempio di Luke) non dovrebbe essere consentito.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12049
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Che rischio si è corso? Mexico B767 Rouge

Messaggio da AirGek » 13 febbraio 2018, 0:08

Hai ragione.

Se non ricordo male in questo caso il fatto si è svolto in un non-radar environment.

Il “descent when ready” non è male, ti permette di fare discese ottimali secondo le tue esigenze. Il luogo in cui lo sento usare più spesso è in UK.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Rispondi