Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 28 dicembre 2018, 19:36

https://www.unionesarda.it/articolo/new ... 15742.html

Questa mi pare meritevole di un commento, anche da un punto di vista legale, oltre che di costume. :mrgreen:
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
**F@b!0**
FL 500
FL 500
Messaggi: 6859
Iscritto il: 17 aprile 2009, 19:21
Località: Olbia (OT)

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da **F@b!0** » 28 dicembre 2018, 20:00

:shock: :shock: :shock: :shock: :shock: sono nei guai allora! :mrgreen: :lol:
Click Here to view my aircraft photos at JetPhotos.Net!

China su fronte, si ses sezzidu pesa! ch'es passende sa Brigata tattaresa boh! boh! E cun sa mannu sinna sa mezzus gioventude de Saldigna

Non bat dinare a pacare
una vida pro miserat chi siat
s' omine
no er de imbolare
pro una gherra chi
est' unu affare


*Virtute Siderum Tenus*

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 28 dicembre 2018, 21:58

Hanno fatto benissimo a sbarcarlo!

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4674
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Valerio Ricciardi » 28 dicembre 2018, 23:15

Mi chiedo se i fatti siano tanto semplici e se il comportamento del passeggero si sia limitato alla sola frase in oggetto. Del tutto fuori luogo comunque, ma da sola un po' poco per giudicare necessario lo sbarco forzato. Si sarebbe dovuto essere lì per farsi un'idea. Posso immaginare che il contegno generale dell'utente sia stato sopra le righe, e che quella sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 29 dicembre 2018, 8:03

Valerio Ricciardi ha scritto:Mi chiedo se i fatti siano tanto semplici e se il comportamento del passeggero si sia limitato alla sola frase in oggetto. Del tutto fuori luogo comunque, ma da sola un po' poco per giudicare necessario lo sbarco forzato. Si sarebbe dovuto essere lì per farsi un'idea. Posso immaginare che il contegno generale dell'utente sia stato sopra le righe, e che quella sia stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
Oltre al cafonissimo commento, immaginatevi sempre che ci sia vostra moglie o vostra figlia al posto di una Donna che viene offesa per capire, il rifiuto di mettere il bagaglio dove e come richiesto è un ottimo motivo per lo sbarco.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12025
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da AirGek » 29 dicembre 2018, 8:57

Mica le ha dato della p****na... sarà stato cafone, sarà stato un po’ spaccone e pure un po’ maleducato ma a detta dell’articolo la hostess ha detto che lo avrebbe spostato lei e non ha neppure opposto resistenza.

Mi ricordo un tuo intervento Lampo in cui dicevi che lo sbarco è una cosa seria la cui responsabilità è ovviamente del comandante ma qui faccio fatica a vedere gli estremi per una tale decisione. Non vi è stata violenza fisica, e non la definirei neanche verbale. Scarsa collaborazione come accade spesso ma ripeto neppure resistenza... se le cose sono realmente andate così (non credo) la conseguenza mi pare un po’ esagerata.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 29 dicembre 2018, 9:50

AirGek ha scritto:Mica le ha dato della p****na... sarà stato cafone, sarà stato un po’ spaccone e pure un po’ maleducato ma a detta dell’articolo la hostess ha detto che lo avrebbe spostato lei e non ha neppure opposto resistenza.

Mi ricordo un tuo intervento Lampo in cui dicevi che lo sbarco è una cosa seria la cui responsabilità è ovviamente del comandante ma qui faccio fatica a vedere gli estremi per una tale decisione. Non vi è stata violenza fisica, e non la definirei neanche verbale. Scarsa collaborazione come accade spesso ma ripeto neppure resistenza... se le cose sono realmente andate così (non credo) la conseguenza mi pare un po’ esagerata.
Quando un AAVV chiede di mettere un bagaglio in un certo posto, non è un suggerimento, è un ordine e come tale va eseguito; al passeggero rimane il diritto di fare reclamo alla Compagnia che, nel caso, punirà il responsabile.
Il personale di volo non è tenuto a spiegare i come ed i perché di una richiesta, non c'è il tempo per farlo, magari con tanti passeggeri, ed i motivi dei cambiamenti vari possono essere tanti, dal sovraccarico di una cappelliera, ad un rischio di apertura accidentale della stessa in volo, allo spostamento di seduta richiesta dal bilanciamento, ad altre mille motivi.
Non ottemperare ad un ordine di un componente del Crew, smettiamola di pensare che gli AAVV siano a bordo per servire il caffè, è potenzialmente un problema relativo alla sicurezza del volo e, quindi, inaccettabile.
Tra l'altro un tale comportamento può indurre il sospetto che tale passeggero potrebbe dare in escandescenze durante il volo creando seri problemi.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 29 dicembre 2018, 10:04

Io vorrei porre la vexata quaestio (scusate il latinismo :oops: ) della corrispondenza fra ubicazione della poltrona e lo spazio sulla cappelliera soprastante. Da quando volo io (circa 65 anni) ho visto infilare "il bagaglio a mano e gli effetti personali" un po' dappertutto, dove c'è posto, in ciò anche aiutati dal personale di cabina. Molto spesso, anzi, questo costringe il passeggero ad andare "contromano" durante lo sbarco e a rallentarlo. Qualche rara volta si accende una discussione fra l'ultimo arrivato, che trova la cappelliera sopra il suo posto già piena, e i proprietari dei bagagli che sono seduti magari dieci file più avanti o indietro. Mai mi è capitato di sentire una A.V. che invita il pax a spostare il suo bagaglio in corrispondenza del suo posto.
Non penso vi fosse una questione di bilanciamento, quindi mi viene difficile capire il perché della richiesta.
Tra l'altro l'aereo doveva pure essere pieno a tappo, quindi i presupposti per la richiesta mi paiono strani.
Ciò detto, e ammesso che le cose si siano svolte effettivamente così, e fermo restando il potere disciplinare del Comandante a bordo, esiste una qualche regolamentazione a me sconosciuta che preveda l'ubicazione del bagaglio a mano sopra la testa del proprietario? O effettivamente l'AV ha sbagliato approccio nel merito e nei modi? Tralascio la decisione del Cpt perché non avrà visto niente e si è fidato del suo equipaggio.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 29 dicembre 2018, 10:18

Lampo 13 ha scritto: Il personale di volo non è tenuto a spiegare i come ed i perché di una richiesta, non c'è il tempo per farlo, magari con tanti passeggeri, ed i motivi dei cambiamenti vari possono essere tanti, dal sovraccarico di una cappelliera, ad un rischio di apertura accidentale della stessa in volo, allo spostamento di seduta richiesta dal bilanciamento, ad altre mille motivi.
Motivi che ci si mette un niente a spiegarli, come millanta volte ho visto fare. Io sono invece propenso a credere che il giorno l'AV avesse problemi suoi.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12025
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da AirGek » 29 dicembre 2018, 11:50

Lampo 13 ha scritto:
AirGek ha scritto:Mica le ha dato della p****na... sarà stato cafone, sarà stato un po’ spaccone e pure un po’ maleducato ma a detta dell’articolo la hostess ha detto che lo avrebbe spostato lei e non ha neppure opposto resistenza.

Mi ricordo un tuo intervento Lampo in cui dicevi che lo sbarco è una cosa seria la cui responsabilità è ovviamente del comandante ma qui faccio fatica a vedere gli estremi per una tale decisione. Non vi è stata violenza fisica, e non la definirei neanche verbale. Scarsa collaborazione come accade spesso ma ripeto neppure resistenza... se le cose sono realmente andate così (non credo) la conseguenza mi pare un po’ esagerata.
Quando un AAVV chiede di mettere un bagaglio in un certo posto, non è un suggerimento, è un ordine e come tale va eseguito; al passeggero rimane il diritto di fare reclamo alla Compagnia che, nel caso, punirà il responsabile.
Il personale di volo non è tenuto a spiegare i come ed i perché di una richiesta, non c'è il tempo per farlo, magari con tanti passeggeri, ed i motivi dei cambiamenti vari possono essere tanti, dal sovraccarico di una cappelliera, ad un rischio di apertura accidentale della stessa in volo, allo spostamento di seduta richiesta dal bilanciamento, ad altre mille motivi.
Non ottemperare ad un ordine di un componente del Crew, smettiamola di pensare che gli AAVV siano a bordo per servire il caffè, è potenzialmente un problema relativo alla sicurezza del volo e, quindi, inaccettabile.
Tra l'altro un tale comportamento può indurre il sospetto che tale passeggero potrebbe dare in escandescenze durante il volo creando seri problemi.
Cerchiamo di rimanere nel contesto del fatto in questione.

Un bagaglio che va qui piuttosto che là in capelliera per stare sopra il proprietario non è una questione di sicurezza.

Non ti puoi aspettare che il passeggero medio venga punito per insubordinazione nel caso non faccia ciò che gli vien detto di fare... non siamo mica in caserma. Il personale di cabina è addestrato (o dovrebbe esserlo) anche per far fronte a questi passeggeri “anarchici”... in Ryanair vien insegnato il modello “inform warn act” quindi come vedi l’informazione viene data ed è anche giusto così, non costa nulla, prende meno di 10” e può ben disporre il diretto interessato attraverso la comprenssione delle motivazioni di un gesto apparentemente gratuito. Se ciò non basta si avvisa delle conseguenze e se fallisce anche questo si passa ai fatti, sempre che si tratti di motivi seri e/o di sicurezza. Un “amore mio” non lo farei ricadere in quelle casistiche.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15418
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da JT8D » 29 dicembre 2018, 12:16

In effetti il fatto è strano, credo manchi qualche pezzo al racconto.

In linea generale sono d'accordo con Lampo, ciò che viene richiesto dal personale di bordo va rispettato e anch'io sono molto infastidito da chi risponde male, in particolare non rispettando chi in quel momento sta lavorando per la sicurezza di tutti.

Però confermo quello che dice Sardinian Aviator, praticamente sempre ho visto mettere i bagagli a mano in cappelliere lontane dal posto del loro proprietario. Quando le cappelliere sono piene verso la fine dell'imbarco, sono gli A.V. stessi che aiutano il passeggero a cercare un posto in qualche cappelliera, anche distante.

Forse ci manca qualche dettaglio della storia...

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 29 dicembre 2018, 13:04

JT8D ha scritto: Forse ci manca qualche dettaglio della storia...

Paolo
Certamente, sono d'accordo, la storia puzza di scoop artefatto.
Comunque il volo era Ryanair, il passeggero era greco anche se da anni in Italia, il modo di dire "amore mio" o "amò" è abbastanza diffuso e non come insulto, magari l'AV era straniero/a (a proposito di che genere sarà stato/a?) e non avrà percepito il reale senso.
Tutto lascia intendere che la questione però poteva essere risolta in altro modo, specie dopo l'intervento della polizia che in genere cerca di calmare gli animi e risolvere bonariamente la faccenda. Qui evidentemente qualcuno si è impuntato.
Se devo essere sincero tuttavia, in più di 30 anni di aeroporto e 65 di voli, l'unica compagnia che ho visto sbarcare passeggeri....indovinate qual è?
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 29 dicembre 2018, 13:11

sardinian aviator ha scritto:
Lampo 13 ha scritto: Il personale di volo non è tenuto a spiegare i come ed i perché di una richiesta, non c'è il tempo per farlo, magari con tanti passeggeri, ed i motivi dei cambiamenti vari possono essere tanti, dal sovraccarico di una cappelliera, ad un rischio di apertura accidentale della stessa in volo, allo spostamento di seduta richiesta dal bilanciamento, ad altre mille motivi.
Motivi che ci si mette un niente a spiegarli, come millanta volte ho visto fare. Io sono invece propenso a credere che il giorno l'AV avesse problemi suoi.
Non è l'AAVV che sbarca ma il Comandante... se l'ha fatto vuol dire che andava fatto,
a meno che in Ryanair facciano Comandante dei tizi disturbati!

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 29 dicembre 2018, 14:20

Un comandante che smentisce pubblicamente un membro di equipaggio lo devo ancora trovare
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 29 dicembre 2018, 20:51

sardinian aviator ha scritto:Un comandante che smentisce pubblicamente un membro di equipaggio lo devo ancora trovare
Non c'è nulla da smentire,
l'AAVV riporta il fatto al Comandante il quale decide se e quale reazione ci deve essere;
quando è successo a me sono intervenuto direttamente col passeggero "bizzoso" ed io ho
risolto la questione, era mio il compito a quel punto.
Nel 99% dei casi i passeggeri come vedono il Comandante con tutti i suoi gradi dorati fanno
subito pippa e si adeguano senza polemizzare.
Pochissime volte hanno insistito portandomi a minacciare uno sbarco immediato e solo una
volta ho dovuto far sbarcare dalla Polizia un passeggero, ma era un caso davvero particolare.

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 795
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da musicaldoc » 30 dicembre 2018, 1:50

1. Non posso credere che i fatti siano così sintetici come da articolo riportato.

2. Se le cose stanno veramente così, una persona che si sente offesa nell'onore perché sente dire "amore mio" e pretende che il Comandante faccia sbarcare il passeggero mi stupisco che abbia l'idoneità psicologica per svolgere il lavoro di AV. Tremo al pensiero di cosa farebbe in una situazione di emergenza con gente nel panico che le urla in faccia.

3. Se la gente si prendesse meno sul serio, tutta l'umanità ne trarrebbe giovamento.

Buon Anno a tutto il Forum :reindeer:

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 30 dicembre 2018, 8:23

musicaldoc ha scritto:1. Non posso credere che i fatti siano così sintetici come da articolo riportato.

2. Se le cose stanno veramente così, una persona che si sente offesa nell'onore perché sente dire "amore mio" e pretende che il Comandante faccia sbarcare il passeggero mi stupisco che abbia l'idoneità psicologica per svolgere il lavoro di AV. Tremo al pensiero di cosa farebbe in una situazione di emergenza con gente nel panico che le urla in faccia.

3. Se la gente si prendesse meno sul serio, tutta l'umanità ne trarrebbe giovamento.

Buon Anno a tutto il Forum :reindeer:
Un AV non può pretendere nulla da Comandante,
a bordo vige una chiara gerarchia di tipo militare,
se il Comandante ha deciso di sbarcare il passeggero,
con le conseguenze che ciò comporta, evidentemente
andava fatto senza esitazioni.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 30 dicembre 2018, 10:20

Lampo 13 ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:Un comandante che smentisce pubblicamente un membro di equipaggio lo devo ancora trovare
Non c'è nulla da smentire,
l'AAVV riporta il fatto al Comandante il quale decide se e quale reazione ci deve essere;
quando è successo a me sono intervenuto direttamente col passeggero "bizzoso" ed io ho
risolto la questione, era mio il compito a quel punto.
Nel 99% dei casi i passeggeri come vedono il Comandante con tutti i suoi gradi dorati fanno
subito pippa e si adeguano senza polemizzare.
Pochissime volte hanno insistito portandomi a minacciare uno sbarco immediato e solo una
volta ho dovuto far sbarcare dalla Polizia un passeggero, ma era un caso davvero particolare.
Nel concordare pienamente con quanto dice Lampo (e che ci si sarebbe aspettati anche in questo caso), non posso non sottolineare che spesso il povero Cpt è vittima anche lui di quanto riferisce l'AV.
Dalla di lei/lui relazione (veritiera? esagerata? totalmente falsa?) dipende infatti la sua reazione perché lui non ha visto né sentito niente. Se la hostess dice che il pax le ha messo le mani addosso mentre invece le ha solo chiesto il perché di quell'ordine, ingiustizia è presto fatta.
E se il pax giustamente si inalbera e si agita perché ha sentito una bugia ai suoi danni, peggiora la situazione perché a quel punto lo sbarco è automatico.
Il Cpt dovrebbe fare una vera e propria indagine, sentire i testimoni, interrogare in contraddittorio (mettendoli sullo stesso piano) AV e pax per poter avere una idea sua dei fatti ma a) non c'è tempo e b) con qualla AV io ci devo volare ancora, poi c) in compagnia si sparge la voce che ho messo in dubbio la sua versione e che perciò sono un infame, e allora sai che c'è? Meglio sbarcare il pax che, non dimentichiamolo, è pur sempre un cliente che ha pagato un (magari salato) biglietto.
Credo di poter dire che anche questi episodi sono simboli di un certo modo di volare low cost, perché in tutta la mia vita lavorativa, ora che ci penso, solo una volta ho visto sbarcare una pax da un volo di linea, ma aveva chiari segni di disturbi mentali (io ero a bordo). Con le low cost invece (e una in particolare)... basta alzare un po' la voce e si corre il rischio di dover scendere; ma forse sono anche i pax delle low cost a essere un po' speciali :D
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 30 dicembre 2018, 10:59

sardinian aviator ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
sardinian aviator ha scritto:Un comandante che smentisce pubblicamente un membro di equipaggio lo devo ancora trovare
Non c'è nulla da smentire,
l'AAVV riporta il fatto al Comandante il quale decide se e quale reazione ci deve essere;
quando è successo a me sono intervenuto direttamente col passeggero "bizzoso" ed io ho
risolto la questione, era mio il compito a quel punto.
Nel 99% dei casi i passeggeri come vedono il Comandante con tutti i suoi gradi dorati fanno
subito pippa e si adeguano senza polemizzare.
Pochissime volte hanno insistito portandomi a minacciare uno sbarco immediato e solo una
volta ho dovuto far sbarcare dalla Polizia un passeggero, ma era un caso davvero particolare.
Nel concordare pienamente con quanto dice Lampo (e che ci si sarebbe aspettati anche in questo caso), non posso non sottolineare che spesso il povero Cpt è vittima anche lui di quanto riferisce l'AV.
Dalla di lei/lui relazione (veritiera? esagerata? totalmente falsa?) dipende infatti la sua reazione perché lui non ha visto né sentito niente. Se la hostess dice che il pax le ha messo le mani addosso mentre invece le ha solo chiesto il perché di quell'ordine, ingiustizia è presto fatta.
E se il pax giustamente si inalbera e si agita perché ha sentito una bugia ai suoi danni, peggiora la situazione perché a quel punto lo sbarco è automatico.
Il Cpt dovrebbe fare una vera e propria indagine, sentire i testimoni, interrogare in contraddittorio (mettendoli sullo stesso piano) AV e pax per poter avere una idea sua dei fatti ma a) non c'è tempo e b) con qualla AV io ci devo volare ancora, poi c) in compagnia si sparge la voce che ho messo in dubbio la sua versione e che perciò sono un infame, e allora sai che c'è? Meglio sbarcare il pax che, non dimentichiamolo, è pur sempre un cliente che ha pagato un (magari salato) biglietto.
Credo di poter dire che anche questi episodi sono simboli di un certo modo di volare low cost, perché in tutta la mia vita lavorativa, ora che ci penso, solo una volta ho visto sbarcare una pax da un volo di linea, ma aveva chiari segni di disturbi mentali (io ero a bordo). Con le low cost invece (e una in particolare)... basta alzare un po' la voce e si corre il rischio di dover scendere; ma forse sono anche i pax delle low cost a essere un po' speciali :D
Devo dire che di solito i fatti accaduti sono chiari, l'AV ed il passeggero non sono mai da soli, ci sono sempre gli altri pax che sono spesso molti chiari nelle loro affermazioni: "Falla finita e siediti!"...
Mi è sempre capitato di essere chiamato da un AV che non era coinvolto ed arrivare con i fatti ancora in atto, insomma, è facile farsi una idea relativamente chiara e, all'inizio, basta solo redarguire il passeggero chiedendo un comportamento consono; a quel punto, o si calma o "aggredisce" anche il Comandante mettendo da solo la testa "nel cappio"! :D Diciamo che al Comandante è richiesto un carattere equilibrato e, soprattutto, esperienza che spesso non ci sono più, ho visto molti equipaggi "giovani" in cui i Piloti si limitano a fare gli autisti, chiusi in cockpit si limitano a fare i passacarte e qualche annuncio standard, anche in Alitalia ora.

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 795
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da musicaldoc » 30 dicembre 2018, 12:24

Lampo 13 ha scritto:
musicaldoc ha scritto:1. Non posso credere che i fatti siano così sintetici come da articolo riportato.

2. Se le cose stanno veramente così, una persona che si sente offesa nell'onore perché sente dire "amore mio" e pretende che il Comandante faccia sbarcare il passeggero mi stupisco che abbia l'idoneità psicologica per svolgere il lavoro di AV. Tremo al pensiero di cosa farebbe in una situazione di emergenza con gente nel panico che le urla in faccia.

3. Se la gente si prendesse meno sul serio, tutta l'umanità ne trarrebbe giovamento.

Buon Anno a tutto il Forum :reindeer:
Un AV non può pretendere nulla da Comandante,
a bordo vige una chiara gerarchia di tipo militare,
se il Comandante ha deciso di sbarcare il passeggero,
con le conseguenze che ciò comporta, evidentemente
andava fatto senza esitazioni.
Boh, sarà come dici tu, ma niente quadra qui, nonostante anche a me facciano girare i santissimi quelli che vedo mollare il bagaglio nella cappelliera delle prime file per non trascinarselo fino alla propria fila in coda.

Se è successo un tale casino da essere stato lecito "lo sbarco coatto" del passeggero, l'Unione Sarda per quale motivo ha deciso di lasciarsi scappare l'occasione di raccontare il duello d'onore liquidandolo con un Amore Mio detto scrollando le spalle?

Ci sono millemila video anche di chi rutta e emette peti in cabina e di questo duello niente su youtube?

Se mancano dati, cosa ne sappiamo per esempio che il Comandante non è di quegli equipaggi attuali che hai descritto e che fa solo il passacarta e l'autista e magari è solito esaudire ogni desiderio della sua AV preferita, soprattutto di tale compagnia aerea famosa per la gentilezza nei confronti dei passeggeri?

Così è una barzelletta e basta a mio semplice modo di vedere, ma è solo mia opinione.

RiBuonAnno a tutti, ciao :reindeer:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da tartan » 30 dicembre 2018, 15:26

La distribuzione del carico a bordo di un qualsiasi aereo è un problema da non sottovalutare in quanto da essa dipendono le sollecitazioni alla struttura, la posizione del centro di gravità, la stabilità di volo a la manovrabilità.
Nella verifica del baricentro fatta dal centraggio prima del decollo e consegnata al com.te perchè possa posizionare correttamente i piani di coda per un decollo sicuro, il bagaglio a mano o comunque il bagaglio portato a bordo dal passeggero viene considerato posto all'altezza (lunghezza per chi non capisce che non si tratta di sopra ma potrebbe essere anche sotto) del sedile del passeggero. Ogni posizionamento diverso, specialmente quando non si tratta di una cosa singola ma è il risultato di un fai da te di ogni passeggero, riguarda la sicurezza del volo.
Se ti dico che il tuo bagaglio non puoi metterlo dove ti pare ma lo devi mettere dove ti dico io, devi obbedire brutto stronzone del c***o e senza fare ironie o prenderti delle confidenze non gradite e vaffanculo.
Se poi la compagnia aerea di turno, per motivi particolari accetta che ognuno faccia a modo suo, allora quella compagnia andrebbe sanzionata di brutto e arivaffanculo!
Tantoper finire l'anno in armonia!
Ref:MD80 flight operations tecnico operativo
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 30 dicembre 2018, 15:43

tartan ha scritto:La distribuzione del carico a bordo di un qualsiasi aereo è un problema da non sottovalutare in quanto da essa dipendono le sollecitazioni alla struttura, la posizione del centro di gravità, la stabilità di volo a la manovrabilità.
Nella verifica del baricentro fatta dal centraggio prima del decollo e consegnata al com.te perchè possa posizionare correttamente i piani di coda per un decollo sicuro, il bagaglio a mano o comunque il bagaglio portato a bordo dal passeggero viene considerato posto all'altezza (lunghezza per chi non capisce che non si tratta di sopra ma potrebbe essere anche sotto) del sedile del passeggero. Ogni posizionamento diverso, specialmente quando non si tratta di una cosa singola ma è il risultato di un fai da te di ogni passeggero, riguarda la sicurezza del volo.
Se ti dico che il tuo bagaglio non puoi metterlo dove ti pare ma lo devi mettere dove ti dico io, devi obbedire brutto stronzone del c***o e senza fare ironie o prenderti delle confidenze non gradite e vaffanculo.
Se poi la compagnia aerea di turno, per motivi particolari accetta che ognuno faccia a modo suo, allora quella compagnia andrebbe sanzionata di brutto e arivaffanculo!
Tantoper finire l'anno in armonia!
Ref:MD80 flight operations tecnico operativo
Come non darti ragione? :wink:

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 30 dicembre 2018, 18:12

tartan ha scritto:La distribuzione del carico a bordo di un qualsiasi aereo è un problema da non sottovalutare in quanto da essa dipendono le sollecitazioni alla struttura, la posizione del centro di gravità, la stabilità di volo a la manovrabilità.
Nella verifica del baricentro fatta dal centraggio prima del decollo e consegnata al com.te perchè possa posizionare correttamente i piani di coda per un decollo sicuro, il bagaglio a mano o comunque il bagaglio portato a bordo dal passeggero viene considerato posto all'altezza (lunghezza per chi non capisce che non si tratta di sopra ma potrebbe essere anche sotto) del sedile del passeggero. Ogni posizionamento diverso, specialmente quando non si tratta di una cosa singola ma è il risultato di un fai da te di ogni passeggero, riguarda la sicurezza del volo.
Se ti dico che il tuo bagaglio non puoi metterlo dove ti pare ma lo devi mettere dove ti dico io, devi obbedire brutto stronzone del c***o e senza fare ironie o prenderti delle confidenze non gradite e vaffanculo.
Se poi la compagnia aerea di turno, per motivi particolari accetta che ognuno faccia a modo suo, allora quella compagnia andrebbe sanzionata di brutto e arivaffanculo!
Tantoper finire l'anno in armonia!
Ref:MD80 flight operations tecnico operativo
Naturalmente è così, Pino. Millanta volte mi è stato chiesto di spostarmi per ragioni di bilanciamento, cioè spiegandomelo, ed io ogni volta che, stretto come una sardina mentre vedo dozzine di posti liberi vorrei almeno respirare, chiedo prima se posso, "per ragioni di bilanciamento".
Ma qui stiamo parlando presumibilmente di un aereo pieno a tappo sotto Natale, per cui non vedrei particolari ragioni di questo tipo.
Effettivamente manca qualche tessera del racconto, e poi non si spiega come sulla vicenda sia sceso subito il silenzio.

Piccolo OT: non amo i posti sulle uscite di emergenza forse perché ho le gambe corte e non ne ho bisogno :D , ma stavolta me l'hanno dato al ckin e per la prima volta mi hanno fatto il briefing di sicurezza: che emozione!! :mrgreen:
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da tartan » 30 dicembre 2018, 19:31

Caro Valter, non è solo questione di bilanciamento, è anche quesione di carico massimo dei vani bagagli sopra la testa. Se li riempi senza riguardo potresti superare sia la capacità massima strutturale che la capacità delle serrature a tenere chiuso il vano. Non ho mai visto nei miei voli effettuare controlli in tal senso,meno che meno in accettazione. Ci sono equipaggi che neanche sanno che esiste un limite massimo di carico della cappelliera e ci sono passeggeri che comunque se ne fregano. In caso di volo in turbolenza neanche tanto severa, le cappelliere potrebbero cedere e spaccare le teste degli stronzi che ci stanno sotto, dio lo volesse! L'importante è vendere da una parte e pagare poco dall'altra illudendosi di essere i padroni della vaporiera. Prometto che l'anno prossimo sarò più gentile e comprensivo, sia nei confronti dei poveri pax che delle povere compagnie aeree.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5801
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sigmet » 30 dicembre 2018, 19:51

Non mi risulta che sia nei poteri del comandante sbarcare un pax a terra essendo l'imbarco responsabilità del rappresentante di scalo. Per motivi di sicurezza puo' segnalarlo all'autorità di polizia giudiziaria che prenderà i provvedimenti del caso.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 795
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da musicaldoc » 30 dicembre 2018, 20:42

Scusate ma questa volta nonostante il saluto non riesco a non rispondere nuovamente...

Ma state scherzando?

Fatto salvo tutto quanto scritto sul carico, bilanciamento e compiti dell'equipaggio dai professionisti qui presenti che è comprensibilissimo e che non può essere che accettato da qualunque persona di buon senso, mi domando invece se state scrivendo sul serio che il caxxone è giusto che sia stato segnalato alla pubblica sicurezza ed è giusto che da questa sia stato sbarcato a calci nel sedere.

Ammesso che sia vero quanto scritto nell'articolo, ora basta dire "fai pure amore mio" per far scoppiare tale casino?

Senza riserve? Senza dirgli prima niente? Espulsione diretta?
Cos'è, vige la legge marziale per ogni sbruffone presente in cabina anche se solo leggermente ironico?
La vedo dura se è così, perché di sbruffoni è sempre più pieno il mondo, ma mi sembra anche che la permalosità stia lievitando come nemmeno un impasto di alta pasticceria.

Alla fine forse si stava meglio quando invece degli smartphone in tasca avevamo i gettoni sip, i
personaggi sopra le righe c'erano anche allora, ma l'isterismo e la permalosità di massa era solo nei film di fantascienza futuristica, catastrofica... purtroppo sembra che i registi di tali film siano stati preveggenti.

Boh, buon anno nuovo a chi interessa, ciao :flower:

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 30 dicembre 2018, 20:57

sigmet ha scritto:Non mi risulta che sia nei poteri del comandante sbarcare un pax a terra essendo l'imbarco responsabilità del rappresentante di scalo. Per motivi di sicurezza puo' segnalarlo all'autorità di polizia giudiziaria che prenderà i provvedimenti del caso.
A parte il fatto che la vedo difficile per un Comandante sbarcare un passeggero in volo...
anche se a volte viene la voglia. :D
E' ovvio che una volta che ha deciso lo sbarco, ed avrà i suoi buoni motivi, dovrà attivare
la corretta procedura che passa per il Capo scalo/Rappresentante e per le Forze dell'Ordine.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 30 dicembre 2018, 21:01

musicaldoc ha scritto:Scusate ma questa volta nonostante il saluto non riesco a non rispondere nuovamente...

Ma state scherzando?

Fatto salvo tutto quanto scritto sul carico, bilanciamento e compiti dell'equipaggio dai professionisti qui presenti che è comprensibilissimo e che non può essere che accettato da qualunque persona di buon senso, mi domando invece se state scrivendo sul serio che il caxxone è giusto che sia stato segnalato alla pubblica sicurezza ed è giusto che da questa sia stato sbarcato a calci nel sedere.

Ammesso che sia vero quanto scritto nell'articolo, ora basta dire "fai pure amore mio" per far scoppiare tale casino?

Senza riserve? Senza dirgli prima niente? Espulsione diretta?
Cos'è, vige la legge marziale per ogni sbruffone presente in cabina anche se solo leggermente ironico?
La vedo dura se è così, perché di sbruffoni è sempre più pieno il mondo, ma mi sembra anche che la permalosità stia lievitando come nemmeno un impasto di alta pasticceria.

Alla fine forse si stava meglio quando invece degli smartphone in tasca avevamo i gettoni sip, i
personaggi sopra le righe c'erano anche allora, ma l'isterismo e la permalosità di massa era solo nei film di fantascienza futuristica, catastrofica... purtroppo sembra che i registi di tali film siano stati preveggenti.

Boh, buon anno nuovo a chi interessa, ciao :flower:
Io parto dall'idea che se un Comandante, persona selezionata, addestrata e preparata per ricoprire
tale ruolo dalla sua Compagnia e responsabile in prima persona delle sue decisioni, decide di sbarcare
un tizio, deve avere i suoi ottimi motivi per farlo, a prescindere da ciò che riporta la stampa.
Poi, come ho scritto in precedenza, se in quella compagnia fanno Comandante il primo che passa,
beh, questi sono gli effetti collaterali della ricerca del massimo risparmio da parte delle compagnie.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5801
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sigmet » 30 dicembre 2018, 21:15

Lampo 13 ha scritto:
A parte il fatto che la vedo difficile per un Comandante sbarcare un passeggero in volo...
anche se a volte viene la voglia.
Art. 1257 CN- Pene disciplinari per i passeggeri

Le pene disciplinari per i passeggeri sono:
1) l’ammonimento semplice;
2) l’ammonimento pubblico;
3) la esclusione dalla tavola comune da uno a cinque giorni;
4) la proibizione, per i passeggeri delle navi, di stare in coperta oltre due ore al giorno per un periodo non superiore a cinque giorni;
5) lo sbarco per i passeggeri della navigazione interna al prossimo porto di approdo in territorio nazionale.
Tali pene sono applicate dal comandante della nave o dell’aeromobile.
E' ovvio che una volta che ha deciso lo sbarco, ed avrà i suoi buoni motivi, dovrà attivare
la corretta procedura che passa per il Capo scalo/Rappresentante e per le Forze dell'Ordine.
Quindi non "decide" il comandante ma lo scalo o le forze dell'ordine che se ne prendono la responsabilità.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 30 dicembre 2018, 23:42

sigmet ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
A parte il fatto che la vedo difficile per un Comandante sbarcare un passeggero in volo...
anche se a volte viene la voglia.
Art. 1257 CN- Pene disciplinari per i passeggeri

Le pene disciplinari per i passeggeri sono:
1) l’ammonimento semplice;
2) l’ammonimento pubblico;
3) la esclusione dalla tavola comune da uno a cinque giorni;
4) la proibizione, per i passeggeri delle navi, di stare in coperta oltre due ore al giorno per un periodo non superiore a cinque giorni;
5) lo sbarco per i passeggeri della navigazione interna al prossimo porto di approdo in territorio nazionale.
Tali pene sono applicate dal comandante della nave o dell’aeromobile.
E' ovvio che una volta che ha deciso lo sbarco, ed avrà i suoi buoni motivi, dovrà attivare
la corretta procedura che passa per il Capo scalo/Rappresentante e per le Forze dell'Ordine.
Quindi non "decide" il comandante ma lo scalo o le forze dell'ordine che se ne prendono la responsabilità.
Quindi tu decideresti di non far uscire il passeggero in coperta per più di due ore?
Quando io ho deciso di sbarcare un passeggero, ed avevo ottimi motivi per farlo, il passeggero è stato sbarcato nonostante il capo scalo di servizio di FCO e i due poliziotti venuti a bordo non fossero d'accordo.
Le conseguenze? Il Capo pilota mi ha dato ragione ed ha cazziato il capo scalo...
Certo, bisogna assumersi le responsabilità, altrimenti sarebbe meglio rinunciare ai gradi.
Comunque, te lo dico subito, le polemiche non mi divertono, anzi mi annoiano molto,
tanto io sono in pensione e tu non fai più il Comandante, quindi di che stiamo a parlare?

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5801
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sigmet » 31 dicembre 2018, 0:40

Lampo 13 ha scritto:


Quindi tu decideresti di non far uscire il passeggero in coperta per più di due ore?
Quando io ho deciso di sbarcare un passeggero, ed avevo ottimi motivi per farlo, il passeggero è stato sbarcato nonostante il capo scalo di servizio di FCO e i due poliziotti venuti a bordo non fossero d'accordo.
Le conseguenze? Il Capo pilota mi ha dato ragione ed ha cazziato il capo scalo...
Certo, bisogna assumersi le responsabilità, altrimenti sarebbe meglio rinunciare ai gradi.
Comunque, te lo dico subito, le polemiche non mi divertono, anzi mi annoiano molto,
tanto io sono in pensione e tu non fai più il Comandante, quindi di che stiamo a parlare?
Annoiati pure anche se non e' polemica ma e' quello che dice la legge .Se quello ti denunciava decideva il giudice che non fa il capopilota che cazzia i capiscalo ma applica il codice e poi sono c***i tuoi . Comunque se sei sicuro di quello che dici citami l'articolo del codice della navigazione, sarei felice di imparare una cosa nuova.. :lol: .
P.S.
Da un po' di tempo sono ancora comandante, ma non aggiorno più il CV .
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6653
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da Lampo 13 » 31 dicembre 2018, 9:24

sigmet ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:


Quindi tu decideresti di non far uscire il passeggero in coperta per più di due ore?
Quando io ho deciso di sbarcare un passeggero, ed avevo ottimi motivi per farlo, il passeggero è stato sbarcato nonostante il capo scalo di servizio di FCO e i due poliziotti venuti a bordo non fossero d'accordo.
Le conseguenze? Il Capo pilota mi ha dato ragione ed ha cazziato il capo scalo...
Certo, bisogna assumersi le responsabilità, altrimenti sarebbe meglio rinunciare ai gradi.
Comunque, te lo dico subito, le polemiche non mi divertono, anzi mi annoiano molto,
tanto io sono in pensione e tu non fai più il Comandante, quindi di che stiamo a parlare?
Annoiati pure anche se non e' polemica ma e' quello che dice la legge .Se quello ti denunciava decideva il giudice che non fa il capopilota che cazzia i capiscalo ma applica il codice e poi sono c***i tuoi . Comunque se sei sicuro di quello che dici citami l'articolo del codice della navigazione, sarei felice di imparare una cosa nuova.. :lol: .
P.S.
Da un po' di tempo sono ancora comandante, ma non aggiorno più il CV .
Contento per te per il nuovo lavoro. Complimenti.
Quello che dice la "legge" è inapplicabile. Come molte leggi in Italia il Codice della Navigazione risale a prima della guerra mondiale con successive modifiche che non hanno cancellato il valore degli articoli precedenti fatte a partire dal 1942 e che non hanno mai risolto nessuno dei problemi pratici nati con l'evolversi delle condizioni.
Perché non è stata completamente riscritta? Probabilmente per la solita mentalità italiana che non agisce dove non c'è guadagno in termini di soldi o di voti oppure perché si preferisce lasciare al Giudice la patata bollente in mano piuttosto di prendere delle decisioni delle quali si è poi responsabili.
Voler fare il Comandante applicando il Codice è un ossimoro e paralizzerebbe ogni operazione a partire dal concetto della delega delle responsabilità oggi necessaria per non bloccare il traffico aereo.
La prima cosa che mi hanno insegnato quando ho fatto il corso comando è che mi devo prendere le mie responsabilità e che il mio culetto era scoperto e non protetto: prendere o lasciare.
Del resto, perché pensi che un Comandante venga pagato così tanto? Perché "gira, gira l'elica?"

Comunque, sarà perché sono fortunato, ma sono stato Comandante per 16 anni, ho volato in Italia ed in giro per il mondo, ho dovuto e voluto prendere continuamente delle decisioni, molte con possibili risvolti legali, ma non sono mai stato chiamato a risponderne di fronte ad un Giudice, due o tre volte davanti al Capo Pilota con il risultato che una rampista è stata licenziata, un Capo Scalo mi ha dovuto mandare una lettera ufficiale di scuse ed un altro paio hanno dovuto scusarsi col Capo Pilota con me presente ed il telefono in viva voce, mentre io non ho mai avuto nessun problema. Ribadisco, se si usa un minimo di raziocinio, si può lavorare e prendere decisioni senza tenere in mano in CdN e senza temere conseguenze, se invece non si è capaci di farlo, meglio rinunciare alla funzione.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4662
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sardinian aviator » 31 dicembre 2018, 10:10

Lampo 13 ha scritto: Quello che dice la "legge" è inapplicabile. Come molte leggi in Italia il Codice della Navigazione risale a prima della guerra mondiale con successive modifiche che non hanno cancellato il valore degli articoli precedenti fatte a partire dal 1942 e che non hanno mai risolto nessuno dei problemi pratici nati con l'evolversi delle condizioni.
Per la verità il Cod. Nav. fu scritto nel 1942 sulle basi di una vecchia Legge Aeronautica del 1925. Nel 2005 e 2006 ci furono alcune modifiche sostanziali, che però lasciarono immutate alcune parti che vengono definite inapplicabili ma poi, come si vede, vengono applicate.
L'articolo 1257 sopra citato ("Pene (sic) disciplinari per i passeggeri", che al massimo sono sanzioni) trova il suo fondamento nell'articolo precedente "Infrazioni disciplinari dei passeggeri" che implicano "mancanza di rispetto", recare molestia, turbare il buon ordine dell'aeromobile e non osservare il regolamento di bordo.
Il problema (giuridico) è definire questi comportamenti nel terzo millennio in un contesto del trasporto aereo radicalmente mutato. Chi valuta? chi decide? Su quali basi e con quale preparazione? Quali sono i parametri di riferimento? Può un/a bravo ragazzotto/a, magari ben addestrato/a ad evacuare l'aeromobile, riferire correttamente al Cpt. lo svolgimento dei fatti o invece configurare come una molestia ciò che invece non lo è, o considerare mancanza di rispetto una semplice frase magari ironica, senza farsi trasportare dal suo sentirsi incacchiato? Cioè rendere correttamente una formale testimonianza.
Si tenga poi conto che l'art, 1257 è pensato per le navi e che solo con un artificio giuridico può essere esteso all'aeromobile tant'è che parla di sbarco nel primo approdo interritorio nazionale. Ma se siamo ancora a terra già in territorio nazionale, e il viaggio non è nemmeno iniziato, mi puoi impedire di partire? Qui non siamo in alto mare,qui ci sono autorità, giudici, avvocati e perfino un funzionario ENAC con funzioni di polizia (art. 792, prima c'era la massima autorità, il Direttore dell'aeroporto). Perché non delegare a queste autorità il compito di decidere? Perché dev'essere per forza il Cpt, per di più senza un contraddittorio?
Certo, si perderebbe del tempo, ma la necessità (del vettore) di contenere in 25' il tempo a terra può spingersi fino a ledere un diritto fondamentale del passeggero, quello della difesa contro un presunto sopruso di un'autorità (per di più sostanzialmente privata?)
Io credo che queste norme siano del tutto incostituzionali perché non prevedono il diritto alla difesa in condizioni nelle quali non è in pericolo la "sicurezza della spedizione", come talvolta pomposamente definisce il Codice 35 minuti di volo.
Perché queste norme non vengono cambiate? Forse perché alcuni che le dovrebbero cambiare non sanno su cosa stanno legiferando. Basti pensare alla figura del Caposcalo, scomparsa di fatto da decenni, ma che il nostro legislatore ancora si ostina a contemplare (art. 880 e segg.); attenzione, non sto parlando di un qualunque impiegato del vettore, ma proprio del "caposcalo" come figura giuridica munito del potere di rappresentanza.
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9540
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da tartan » 31 dicembre 2018, 13:17

Bisogna riconoscere che in un contesto moderno del volo, quando le decisioni, anche le più critiche, vengono prese da una scatoletta programmata a terra che risponde in automatico ai soli input che sono stati in grado di prevedere i programmatori, riesce difficile accettare che una "persona", cosciente e preparata a dovere, possa ritenere di essere disturbata, nel suo decidere le azioni da intraprendere in caso di necessità emergenziali, dal comportamento provocatorio e supponente di un passeggero che ha pagato (magari poco) per avere un passaggio aereo.
Io non volo più da perecchio e tremo quando vola mia figlia perchè non mi sento più protetto da efficaci organi di controllo. Si vola sempre di più alla volemose bene!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5801
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Chiama la hostess amore mio e viene sbarcato

Messaggio da sigmet » 31 dicembre 2018, 14:00

sardinian aviator ha scritto:
...Il problema (giuridico) è definire questi comportamenti nel terzo millennio in un contesto del trasporto aereo radicalmente mutato. Chi valuta? chi decide? Su quali basi e con quale preparazione? Quali sono i parametri di riferimento? Può un/a bravo ragazzotto/a, magari ben addestrato/a ad evacuare l'aeromobile, riferire correttamente al Cpt. lo svolgimento dei fatti o invece configurare come una molestia ciò che invece non lo è, o considerare mancanza di rispetto una semplice frase magari ironica, senza farsi trasportare dal suo sentirsi incacchiato? Cioè rendere correttamente una formale testimonianza...
In effetti il problema e’ quello dei poteri e delle responsabilità.
In AZ durante il corso base ci fu fatto un briefing da parte del servizio legale nel quale furono definiti questi aspetti. Una cosa che fu subito chiara e’ che l’aereo si considera in volo dal momento della chiusura delle porte. Per tutto il restante tempo la responsabilità e l'autorità (compresa quella dello sbarco e dell’imbarco dei pax) e’ delegata allo scalo.
Se pero’ durante l’imbarco il comandante esclusivamente per motivi che possano recare un pregiudizio alla sicurezza del volo (vedi ubriachezza o comportamenti violenti o sospetti) ritiene che un pax non possa rimanere a bordo deve richiedere l’intervento dello scalo e della polizia giudiziaria il che non vuol dire che lui “decida” di sbarcare un pax ma semplicemente che a suo giudizio quel pax potrebbe costituire un pericolo dandone notizia all’autorità giudiziaria che agirà di conseguenza.
In caso di sbarco “arbitrario” invece il comandante può essere punito con l’arresto da sei mesi a tre anni (art 1155)
L’art 1095 poi ribadisce che:.
Il passeggero, che non esegue un ordine concernente la sicurezza della nave o dell'aeromobile, è punito con la reclusione fino a tre mesi ovvero con la multa fino a lire quattrocentomila.
Da segnalare che il comandante sempre durante la navigazione puo’ mettere un pax in stato di arresto nelle situazioni più gravi.
Ora nella fattispecie del racconto non si evince alcun motivo per cui la sicurezza fosse posta in discussione avendo il pax acconsentito allo spostamento del bagaglio (responsabilità del comandante) sebbene con un comportamento assai criticabile dal punto di vista della buona educazione.Se si dovessero sbarcare tutti i pax maleducati d'altronde gli aerei viaggerebbero semivuoti.. :roll:
E qui il discorso cade in un altro ambito dovendo giudicare se la frase in questione possa considerarsi “molestia” oppure no.Ben peggio fece ad esempio un famoso premio nobel sgambettando di proposito una A/V e facendola cadere a terra..
Per il CN comunque la molestia di un componente dell’equipaggio durante la navigazione costituisce elemento di reato (art 1256) e quindi solo se l’aereo aveva le porte chiuse.

In altri ordinamenti la cosa e’ più chiara: Art. 12 
1 L’autorità del comandante rispetto ai passeggeri principia nel momento della chiusura dell’aeromobile innanzi al viaggio. 
2 Essa finisce nel momento dell’apertura dell’aeromobile dopo il viaggio, o una parte di esso, e, nel caso d’atterraggio forzato, o di infortunio, nel momento in cui l’obbligo di provvedere ai passeggeri sia assunto da altri. 


Per quanto riguarda la validità del codice della navigazione sebbene inadeguata e’ tuttora giuridicamente valida essendo stato in parte emendato dal DL 96/2005 tuttora in vigore anche se continuo a ravvisare un certo bizantinismo interpretativo.
La cosa che mi lascia più perplesso e' che mentre in campo tecnico si e' standardizzato praticamente tutto a livello globale nel campo legale esistono enormi differenze tra i diversi paesi nell'applicazione delle leggi rivolte al mondo aeronautico.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Rispondi