Addio all'A380

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
neutrinomu
FL 150
FL 150
Messaggi: 1542
Iscritto il: 4 febbraio 2008, 13:00

Addio all'A380

Messaggio da neutrinomu » 14 febbraio 2019, 12:27

https://www.repubblica.it/economia/2019 ... P2-S1.8-T1

"ROMA - Il gigante dei cieli, l'A380 va in pensione. Airbus, la casa costruttrice che lo aveva mostrato con orgoglio a pubblico e compagnie aeree all'inizio degli anni Duemila, ha deciso di rinunciare dal 2021 al suo sogno e di chiudere la catena di montaggio. "E' una decisione molto dolorosa per noi", ha detti ieri Tom Enders, il numero uno di Airbus.

Il (breve) viaggio del A380 era iniziato nel 2008, quando volò per la prima volta. Il suo principale cliente, Emirates, puntò a farne un campione per i ricchi nababbi arabi. Vennero ordinati optional di lusso come le cabine simili a stanze di lusso dei grandi alberghi (con tanto di doccia e letti king size) e ad utilizzarne la grande capacità, che in casi estremi arrivava a trasportare circa 850 persone nella configurazione tutta economy. In media è un aereo che può caricare circa 550 persone in una configurazione mista a tre classi. Ma proprio la sua stazza è stato uno dei primi colpevoli della mancata diffusione tra le compagnie aeree: con un'apertura alare da 80 metri, una lunghezza di 73 e altezza da condominio (24 metri) si è rivelato un ospite ingombrante anche negli hub più capienti del mondo: sia le piste che i percorsi di rullaggio, oltre ai finger e parcheggi, dovevano essere rivisti e allargati per permetterne l'atterraggio e il decollo."
Swishhhhh! Faster than light! :scrambleup:

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 14 febbraio 2019, 19:37

Non mi meraviglio più di tanto alla notizia.
Già quando fu presentato ero scettico sulla messa in produzione di questo gigante dei cieli.
Si erano avute le prime defaillances quando Airbus decise di non produrre la versione cargo, con conseguente cancellazione degli ordini di FedEx e UPS per 10 aerei ognuno.
E se non fosse per Emirates che da sola ne ha ordinati la metà dei 313 totali, molto probabilmente non sarebbe mai decollato.
Di certo non è l'addio al A380, che volerà ancora per un bel po', tant'è che dei 237 ad oggi prodotti, 231 risultano in servizio e solo 5 in deposito (il 5° prototipo, che ha poi volato con Singapore, addirittura risulta già rottamato!). D'altronde il più vecchio vola solo da meno di 11 anni...
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9764
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Addio all'A380

Messaggio da cabronte » 14 febbraio 2019, 21:55

Addio prematuro ma abbastanza prevedibile! Boeing infatti non ha mai più sviluppato un aereo per sostituire i 747, ma solo un "ringiovanimento" con la versione 800.
Poi oggi con prodotti tecnologici a basso consumo e ad alta autonomia come gli A350 (prodotti dalla stessa Airbus) non ha più molto senso costruire un transatlantico dei cieli!
Sicuramente non hanno fatto bene i conti e forse sottovalutato alcune cose! (Detto proprio così alla buona senza dati alla mano) :wink:
Ale

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15711
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Addio all'A380

Messaggio da JT8D » 14 febbraio 2019, 23:31

Pur con tutto il fascino di una macchina che ha comunque scritto un capitolo importante nell'evoluzione tecnologica, una grande sfida progettuale e ingegneristica, l'A380 non ha realizzato quanto Airbus sperava. La direzione che ha preso il mercato ha penalizzato la filosofia del grandissimo aereo con molti posti, a favore di macchine più piccole, più efficienti e più flessibili. Si vocifera che anche Boeing ha in previsione di ridurre la produzione del 747-8 e non è detto che vi saranno mai nuove versioni.

Sarà interessante vedere come si comporteranno sul mercato gli A380 usati, oltre a capire se vi saranno impatti sul settore MRO.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4793
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Addio all'A380

Messaggio da Valerio Ricciardi » 15 febbraio 2019, 10:04

Estetica e goffaggine visiva a parte, penso che il livello di investimento messo in campo per risolvere i problemi immani connessi ad una macchina così grande, complessa e pesante (pensiamo solo alle specifiche richieste ai freni per un RTO a pieno carico, o ai problemi per raggiungere la necessaria efficienza e velocità di evacuazione etc) non potranno certo andare perduti.

Non sarà stata solo una dimostrazione di potenza tecnologica. Penso che il fattore determinante sia stato il LF reale a consuntivo, non certo i fingers o altre menate del genere: se ne volano al momento ancora 231, 'sti fingers e quant'altro connesso alla gestione del mezzo a terra, dove serve li devono avere già sviluppati.

Del resto, non si è posto lo stesso problema anche per il 747, appena arrivò?
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 15 febbraio 2019, 13:00

cabronte ha scritto:Boeing infatti non ha mai più sviluppato un aereo per sostituire i 747, ma solo un "ringiovanimento" con la versione 800.
Se Boeing ha proposto la serie -8 è proprio perchè è riuscita a contenere i costi di sviluppo con una semplice allungatina e adattando componenti già sviluppati (motori e ala) per il 787.
Le vendite, infatti, non vanno neanche per questo mito dei cieli, con un totale di sole 154 macchine ordinate, delle quali più di due terzi in versione cargo. La metà degli ordini dell'A380, ma certamente con un investimento mooooolto minore.
Se Airbus avesse portato avanti lo sviluppo della versione cargo, magari oggi non rischierebbe la chiusura della linea di produzione...
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4793
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Addio all'A380

Messaggio da Valerio Ricciardi » 15 febbraio 2019, 13:15

Ma vi sarebbe stato spazio per qualcosa di più grande del 747F, essendoci già l' An 124 Ruslan?
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4639
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Addio all'A380

Messaggio da SuperMau » 15 febbraio 2019, 13:25

Di tutti i fattori di cui si e' discusso sopra (e in altre pagine), vedo che manca uno, quello piu' essenziale.... il costo del petrolio.

Perche' al netto di costi/benefici/investimenti/finger e quant'altro, quello che piu' sta inficiando e' il costo del petrolio. Porta il greggio sopra i 100$ al barile, e poi vediamo chi diventa piu' conveniente....

Per quante sardine tu possa mettere in un 777, il raddoppio del costo del greggio (oggi a 50$) lo devi spalmare su diciamo 350 persone? Cosa ben diversa da spalmarlo su 550....

Ciao
M.
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 15 febbraio 2019, 16:58

City of Everett ha scritto: Se Airbus avesse portato avanti lo sviluppo della versione cargo, magari oggi non rischierebbe la chiusura della linea di produzione...
Poi però mi è venuto un flash: come si potrebbe caricare il secondo piano di un A380? Esistono caricatori che arrivano a quel livello? O per la versione cargo era previsto un montacarichi interno dal primo al secondo piano?
Valerio Ricciardi ha scritto:Ma vi sarebbe stato spazio per qualcosa di più grande del 747F, essendoci già l' An 124 Ruslan?
Non trasporterebbe lo stesso tipo di merci. L'An124, e il fratellone An225, in genere trasportano carichi... particolari. UPS e FedEx ci vedevano...
SuperMau ha scritto:Per quante sardine tu possa mettere in un 777, il raddoppio del costo del greggio (oggi a 50$) lo devi spalmare su diciamo 350 persone? Cosa ben diversa da spalmarlo su 550....
A quantopare, però, il difficile è avere 550 sardine per ogni ogni volo da mettere dentro un a380...
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4639
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Addio all'A380

Messaggio da SuperMau » 15 febbraio 2019, 17:08

City of Everett ha scritto:
SuperMau ha scritto:Per quante sardine tu possa mettere in un 777, il raddoppio del costo del greggio (oggi a 50$) lo devi spalmare su diciamo 350 persone? Cosa ben diversa da spalmarlo su 550....
A quantopare, però, il difficile è avere 550 sardine per ogni ogni volo da mettere dentro un a380...
Non necessariamente.....piu' aumenti il prezzo del greggio, meno hai bisogno di riempire l'aereo per andare a pareggio. Neanche i 330 partono sempre pieni. Fai una media dell'80-85% per ogni aerocompagnia hai un numero abbastanza reale.

Il problema non sta nel riempire a tappo un aereo, quando a riempirlo logicamente. Se (come ha fatto AF), fai partire un JFK-CDG con il 777 all'ora X, non puoi pensare di riempire un 380 sulla stessa tratta meno di un'ora dopo......
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Guren
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 731
Iscritto il: 25 luglio 2011, 0:03
Località: Dongguan, Guangdong, R.P.C.

Re: Addio all'A380

Messaggio da Guren » 16 febbraio 2019, 5:25

quello che più mi ha stupito è stato il quasi totale disinteresse delle compagnie cinesi.

A memoria solo China Southern ne ha presi una decina.
Ciao, Marco
_____________________________
In tutta la sua vita,
quante volte puo' riuscire un uomo
a fermare le lacrime di una donna?

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 16 febbraio 2019, 12:50

5, solo 5. Stando a O&D di Airbus.

Se è per questo nemmeno quelle giapponesi, per la quale all'epoca fu sviluppato il B747SR ad alta densità...
Probabilmente i treni veloci di oggi sopperiscono bene al trasporto pendolare.
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

PaoloTH
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 29 novembre 2006, 17:01

Re: Addio all'A380

Messaggio da PaoloTH » 16 febbraio 2019, 13:31

Ciao,

Ma dopo tutti gli sforzi fatti...ci si arrende così? Possibile che dopo ad esempio tutti gli aerei acquistati da Emirates ci si arrenda solo per qualche decina di esemplari avanti - indietro?

Inoltre mi sembra negativo comunque fermare un progetto così innovativo...si poteva almeno produrre anche solo un esemplare all'anno anche solo con funzioni di ricerca ed innovazione.

Intendiamoci io parlo da "uomo della strada", è probabile che siano state fatte analisi ben più approfondite che hanno poi portato a questa decisione.

Certo però che non si poteva fare concorrenza con i numeri, una Ferrari non può vendere quanto una Panda.

I nuovi B787 a A350 non mi piacciono per niente, oltretuttto l'A350 in coda è pure rumoroso, al contrario del silenziosissimo A380 :-)

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3837
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Addio all'A380

Messaggio da danko156 » 16 febbraio 2019, 14:13

PaoloTH ha scritto:Ciao,

Ma dopo tutti gli sforzi fatti...ci si arrende così? Possibile che dopo ad esempio tutti gli aerei acquistati da Emirates ci si arrenda solo per qualche decina di esemplari avanti - indietro?

Inoltre mi sembra negativo comunque fermare un progetto così innovativo...si poteva almeno produrre anche solo un esemplare all'anno anche solo con funzioni di ricerca ed innovazione.

Intendiamoci io parlo da "uomo della strada", è probabile che siano state fatte analisi ben più approfondite che hanno poi portato a questa decisione.

Certo però che non si poteva fare concorrenza con i numeri, una Ferrari non può vendere quanto una Panda.

I nuovi B787 a A350 non mi piacciono per niente, oltretuttto l'A350 in coda è pure rumoroso, al contrario del silenziosissimo A380 :-)
Già da tempo si parlava di uno stop alla produzione: il motivo è prettamente economico. Un aereo del genere costa produrlo, e costa tanto. Evidentemente con gli ordini di Emirates riuscivano comunque a mandare avanti la produzione, una volta che EK ha diminuito gli ordini è diventato antieconomico. Anche se si parla di pochi esemplari in meno, economicamente parlando i mancati introiti sono tanti.
Credo che ad Airbus facesse piacere vendere l'A380, anche se bisognava investire tanti soldi per la produzione.
Inoltre in conferenza stampa sono stati chiari: termina la produzione ma non il programma A380, quindi il "progetto innovativo" non si ferma.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

PaoloTH
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 29 novembre 2006, 17:01

Re: Addio all'A380

Messaggio da PaoloTH » 16 febbraio 2019, 14:43

Ciao,

Spero sia proprio così e che il programma A380 non si fermi.

Mi sono accorto di un errore nel post di prima che ora correggo.

Non è che i nuovi B787 e A350 siano brutti ma "da profano" è come essere su un aereo normale non ti accorgi la differenza, mentre sull'A380 anche solo per la presenza della scala che andava in alto (così come sul B747) ti accorgevi che c'era almeno qualcosa di diverso.

Devo approfittare di qualche viaggio in business o first intanto che c'è ancora l'A380 che viaggia...magari vendo casa e auto :-)

Spero poi che più avanti Airbus mantenga la promessa fatta in quella fiera dove la fusoliera diventa trasparente e si può guardare fuori quasi come ad essere su di una spider con il tetto aperto? Sarà difficile ma lo spero :-)

Paolo

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Addio all'A380

Messaggio da barth » 16 febbraio 2019, 20:19

ma airbus e boeing non potevano rallentare in qualche modo lo sviluppo del A350 e del B787 in modo costringere in qualche modo le compagnie a comprare A380 e B747/8?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6893
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Addio all'A380

Messaggio da Lampo 13 » 16 febbraio 2019, 20:40

barth ha scritto:ma airbus e boeing non potevano rallentare in qualche modo lo sviluppo del A350 e del B787 in modo costringere in qualche modo le compagnie a comprare A380 e B747/8?
Non lo so, ma B787 e A350 sono comparabili con B747 e A380?
A me non sembra.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6893
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Addio all'A380

Messaggio da Lampo 13 » 16 febbraio 2019, 21:05

B-747/800 I: 467 > 605 pax, 14.815 km, MTOW 442 Ton.
B-787 3/8/9/10: 210 >330 pax, 4.650 > 15.750 km, MTOW 165 > 245 Ton.

A380: 525 > 853 pax, 15.200 km, MTOW 575 ton.
A350 800/900/1000: 276 > 412 pax, 14.300 > 15.300 Km, MTW 248 >308 Ton.

B-777-8/9X: 353 > 407 pax, 15.200 > 17.200 km, 351 Ton.
Questo mi sembra molto interessante, porta 400 pax in tre classi a 15.200 km
con due motori invece di quattro, credo che avrà molto successo.

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3837
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Addio all'A380

Messaggio da danko156 » 17 febbraio 2019, 8:46

Il mercato del trasporto aereo richiede oggi aerei capaci di portare molti passeggeri a costi contenuti: le compagnie si stanno dirigendo sempre più verso aerei che consumano poco e i bimotori di nuova generazione come come A350 e B787 in questo sono l'ideale.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
danko156
FL 350
FL 350
Messaggi: 3837
Iscritto il: 7 maggio 2006, 18:27

Re: Addio all'A380

Messaggio da danko156 » 17 febbraio 2019, 8:58

Faccio un piccolo offtopic aggiungendo un piccolo pensiero a quello che ho già scritto a PaoloTH.
Ci scandalizziamo quando sentiamo che Emirates ha ridotto gli ordini di a380 e ha comprato "solo" 40 A330-900 e 30 A350-900, aerei "più piccolini". Quando parliamo di compagnie del Golfo siamo ormai abituati a pensare in grande. Ma ricordiamoci che se Alitalia avesse la capacità economica di ordinare anche solo 40 di A330 (facciamo la versione -200, non -900) potrebbe aprire nuove rotte sul lungo raggio e si troverebbe in una situazione ben diversa da quella di adesso.
DR
Immagine
DEVOTED TO ALITALIA

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9764
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Addio all'A380

Messaggio da cabronte » 17 febbraio 2019, 10:45

Lampo 13 ha scritto:
barth ha scritto:ma airbus e boeing non potevano rallentare in qualche modo lo sviluppo del A350 e del B787 in modo costringere in qualche modo le compagnie a comprare A380 e B747/8?
Non lo so, ma B787 e A350 sono comparabili con B747 e A380?
A me non sembra.
Non sono infatti comparabili, ma penso di aver capito ciò che intendeva barth. Se gli avessero fatti uscire qualche anno più tardi, alcune compagnie erano costrette a comprare degli A380 o 748! Ma rallentare dei progetti già praticamente conclusi, penso che sarebbe risultato comunque antieconomico, visto che la tecnologia continua ad avanzare e si studiano già nuovi aerei per il futuro! :wink:
Ale

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6893
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Addio all'A380

Messaggio da Lampo 13 » 17 febbraio 2019, 12:23

cabronte ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
barth ha scritto:ma airbus e boeing non potevano rallentare in qualche modo lo sviluppo del A350 e del B787 in modo costringere in qualche modo le compagnie a comprare A380 e B747/8?
Non lo so, ma B787 e A350 sono comparabili con B747 e A380?
A me non sembra.
Non sono infatti comparabili, ma penso di aver capito ciò che intendeva barth. Se gli avessero fatti uscire qualche anno più tardi, alcune compagnie erano costrette a comprare degli A380 o 748! Ma rallentare dei progetti già praticamente conclusi, penso che sarebbe risultato comunque antieconomico, visto che la tecnologia continua ad avanzare e si studiano già nuovi aerei per il futuro! :wink:
Credo che il problema risieda nella difficile gestione del A380 a terra, specifici finger da costruire appositamente, il che impedisce di utilizzarli su qualsiasi aeroporto e spendere un patrimonio di handling, la necessità di riempirli quando probabilmente il mercato richiede maggiori frequenze piuttosto che tanti posti offerti.
E' un aereo che vedo bene per le rotte del Pacifico tra Australia e Stati Uniti piuttosto che dall'Europa e magari dal Medio Oriente all'Oceania, forse. Credo sia stata esagerata la previsione di mercato, non ho idea di quale sia il costo per passeggero/km di un 380 paragonato a due 350 e che, se simile, sia più interessante per il mercato una doppia frequenza piuttosto di una doppia capacità. Un 350, poi, può avere un utilizzo più elastico, per delle serie di voli charter per esempio... chi vuoi che noleggi 5/600 posti per portare passeggeri in un resort o per imbarcarsi su delle navi da crociera?

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 17 febbraio 2019, 16:06

PaoloTH ha scritto: Certo però che non si poteva fare concorrenza con i numeri, una Ferrari non può vendere quanto una Panda.
Paragone quantomai fuori luogo.
La Ferrari, anche se vende meno in numeri, ha ordinativi sufficienti a tenere impegnate le linee di montaggio per anni.
La Panda quest'anno vende, ma tra due, tre o quattro anni non si sa (di volta in volta gli ordini non assicurano più di qualche mese di produzione), e paragonabilmente rischia più la Panda che la Ferrari, da questo punto di vista.
L'A380 non ha, e non ha mai avuto, a paragone le vendite della Ferrari, ma neanche delle Rolls Royce, notoriamente molto più elitarie, bensì molto di meno ancora. Mentre A350 e B787 possono benissimo essere paragonati alla Punto (Alla Panda possono corrispondere meglio A320serie e B737).
PaoloTH ha scritto:Devo approfittare di qualche viaggio in business o first intanto che c'è ancora l'A380 che viaggia...magari vendo casa e auto :-)
Tranquillo, l'A380 volerà ancora per un bel po'. Se volano ancora i 747, voleranno ancora gli A380. Non credo proprio che le aerolinee che lo hanno acquistato lo metterebbero a riposo dopo pochi anni, con quello che gli è costato. E se queste pensassero di venderlo, sono sicuro che l'A380 usato farebbe gola a molte altre aerolinee che magari non avrebbero potuto acquistarlo nuovo, ma che a prezzo dell'usato potrebbero inserirlo in flotta, a cominciare da quelle che hanno disdetto gli ordini originali (es Virgin).
barth ha scritto:ma airbus e boeing non potevano rallentare in qualche modo lo sviluppo del A350 e del B787 in modo costringere in qualche modo le compagnie a comprare A380 e B747/8?
Lampo 13 ha scritto:B-777-8/9X: 353 > 407 pax, 15.200 > 17.200 km, 351 Ton.
Questo mi sembra molto interessante, porta 400 pax in tre classi a 15.200 km
con due motori invece di quattro, credo che avrà molto successo.
Non credo proprio che avrebbe funzionato così. Si sarebbero orientati più su A330 e B777 come fa ben notare Lampo: due soli motori, meno posti, costi di acquisto, gestione e manutenzione certamente inferiori.
Lampo 13 ha scritto: Credo che il problema risieda nella difficile gestione del A380 a terra, specifici finger da costruire appositamente, il che impedisce di utilizzarli su qualsiasi aeroporto e spendere un patrimonio di handling, la necessità di riempirli quando probabilmente il mercato richiede maggiori frequenze piuttosto che tanti posti offerti.
E' un aereo che vedo bene per le rotte del Pacifico tra Australia e Stati Uniti piuttosto che dall'Europa e magari dal Medio Oriente all'Oceania, forse. (...)
Non credo.
L'A380 è un aereo per rotte Hub to Hub, aeroporti che notoriamente si prestano ad accogliere aerei di grandi dimensioni. Quale altro aeroporto potrebbe limitare l'uso di un A380? Di certo non lo vedremo mai a Palermo, ma neanche Catania (in Sicilia con maggior traffico rispetto al Falcone e Borsellino) o Verona, Venezia o Genova. l'A380 è per Malpensa e Roma e basta. Che, tra l'altro, sono gli unici in Italia che possano garantire un flusso di passeggeri tali da riempirlo costantemente.
Mentre, come detto nel richiamo del mio primo post di quest thread, e come confermi tu, in Asia e Oceania può avere un certo futuro.
Certamente costerà parecchio la gestione, e il discorso del riempimento l'avevo affrontato prima.
Lampo 13 ha scritto:Credo sia stata esagerata la previsione di mercato, non ho idea di quale sia il costo per passeggero/km di un 380 paragonato a due 350 e che, se simile, sia più interessante per il mercato una doppia frequenza piuttosto di una doppia capacità. Un 350, poi, può avere un utilizzo più elastico, per delle serie di voli charter per esempio... chi vuoi che noleggi 5/600 posti per portare passeggeri in un resort o per imbarcarsi su delle navi da crociera?
Esatto.
E' un po' il principio del Point to Point nei quali si preferisce un 737 che faccia la spola più volte al giorno piuttosto che, per esempio, un A330 che faccia un solo viaggio al giorno.
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 553
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: Addio all'A380

Messaggio da Ivan82 » 17 febbraio 2019, 16:19

Non mi addentro in questioni tecnologiche, essendone quasi del tutto ignorante.

Ragiono invece da economista (quale effettivamente sono): le compagnie nordamericane non possiedono (né prevedono di comprarne) né A380 né B747-8, parimenti Iberia e (perché non citarla) Alitalia. Tutte queste compagnie, negli anni '70, non esitarono a dotarsi del B747, oltre a quelle che posseggono attualmente i giganti attuali sia per potersi dotare di una prima classe a cinque stelle (compagnie del Golfo Persico), sia per altri motivi (Air France, British Ariways, Lufthansa e diverse compagnie asiatiche).

Le prime compagnie che ho citato non scarseggiano nel lungo raggio, anzi. E come tutte le altre, si stanno dotando di A787 e B350 oltre a tenersi ben stretti i B777 e gli A330.

Tutto ciò premesso, è chiaro che il mercato aeronautico odierno (e prossimo futuro) preferisce nettamente aerei di "minori" dimensioni dotati di due motori, i quali sembrano coprire alla grande le esigenze delle compagnie.

Non dimentichiamoci che, allo stato attuale, un bimotore B777-300ER trasporta un numero di passeggeri non molto inferiore rispetto al quadrimotore B747-200. Non lo stesso numero di persone, sia chiaro, ma non è certo la differenza rispetto al B767, il primo bimotore a lungo raggio.

IMHO, of course. :wink:
Immagine

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9764
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Addio all'A380

Messaggio da cabronte » 17 febbraio 2019, 17:37

Ivan82 ha scritto:si stanno dotando di A787 e B350
Azz...non avrei mai pensato ad una fusione tra Airbus e Boeing! :lol: :mrgreen:
Ale

Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 553
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: Addio all'A380

Messaggio da Ivan82 » 17 febbraio 2019, 18:06

cabronte ha scritto:
Ivan82 ha scritto:si stanno dotando di A787 e B350
Azz...non avrei mai pensato ad una fusione tra Airbus e Boeing! :lol: :mrgreen:
:oops:
Immagine

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3987
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Addio all'A380

Messaggio da MarcoGT » 17 febbraio 2019, 20:21

PaoloTH ha scritto: Inoltre mi sembra negativo comunque fermare un progetto così innovativo...si poteva almeno produrre anche solo un esemplare all'anno anche solo con funzioni di ricerca ed innovazione.
Tenere aperta una FAL (linea di assemblaggio) per solo un aereo all'anno costa; come la mantieni? Ed ai dipendenti che gli fai fare nel resto del tempo?

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1857
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Addio all'A380

Messaggio da fabrizio66 » 18 febbraio 2019, 15:58

Ivan82 ha scritto:
Ragiono invece da economista (quale effettivamente sono): le compagnie nordamericane non possiedono (né prevedono di comprarne) né A380 né B747-8, parimenti Iberia e (perché non citarla) Alitalia. Tutte queste compagnie, negli anni '70, non esitarono a dotarsi del B747,
:
considera che il 747 nel momento della sua uscita, rappresento per le compagnie un problema da gestire. Nel nord atlantico dove volavano i dc-8 e 707 con capienza media di 170 passeggeri si passò improvvisamente ai 420 del 747.
Fu una fortuna per i passeggeri di economy che potevano volare sul 747 con tanto spazio lasciato disponibile dai posti vuoti.
l'aumento del prezzo del petrolio unito ad un load factor portò le compagnie a vendere sottobanco biglietti a prezzi scontati e ad avere bilanci in rosso
alcune compagnie si sbarazzarono del 747 per posizionarsi sul dc-10, altro aereo a fusoliera larga ma con problemi di riempimento più semplici (270 passeggeri)
In alitalia ad un certo punto si penso di alienare i 747 e concentrarsi sul dc-10 ma per motivi di prestigio non si poteva non avere il jumbo nella propria flotta ed allinearono il dc-10.

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 237
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Addio all'A380

Messaggio da barth » 18 febbraio 2019, 16:01

Potrebbe verificarsi lo stesso problema di un rallentamento degli ordini o cessazione di produzione tra A330 Neo e A350, o tra B787 e 777-X? Troppo ravvicinate le uscite per Airbus o troppo lontana la nuova uscita per Boeing?

Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 18 febbraio 2019, 17:25

Ivan82 ha scritto:Tutto ciò premesso, è chiaro che il mercato aeronautico odierno (e prossimo futuro) preferisce nettamente aerei di "minori" dimensioni dotati di due motori, i quali sembrano coprire alla grande le esigenze delle compagnie.
Corretto.
Ma non è certo novità di adesso, 2018. Sono almeno vent'anni che c'é questa tendenza, già prima che fosse realizzato il primo A380.
Ivan82 ha scritto:Non dimentichiamoci che, allo stato attuale, un bimotore B777-300ER trasporta un numero di passeggeri non molto inferiore rispetto al quadrimotore B747-200. Non lo stesso numero di persone, sia chiaro, ma non è certo la differenza rispetto al B767, il primo bimotore a lungo raggio.
E chi metterebbe oggi in flotta un 747-200? Ne risultano solo 19 in attività, di cui 10 militari, 8 cargo, 1 testbed: nessuno per trasporto passeggeri.
Da dati della Boeing, considerando una divisione in due classi, il 747-200, invece, poteva trasportare lo stesso numero di passeggeri del 777-300ER in due classi (452 contro 451). Il 747-400 una cinquantina in più.
cabronte ha scritto:
Ivan82 ha scritto:si stanno dotando di A787 e B350
Azz...non avrei mai pensato ad una fusione tra Airbus e Boeing! :lol: :mrgreen:
:D :D
fabrizio66 ha scritto:
Ivan82 ha scritto:
Ragiono invece da economista (quale effettivamente sono): le compagnie nordamericane non possiedono (né prevedono di comprarne) né A380 né B747-8, parimenti Iberia e (perché non citarla) Alitalia. Tutte queste compagnie, negli anni '70, non esitarono a dotarsi del B747,
:
considera che il 747 nel momento della sua uscita, rappresento per le compagnie un problema da gestire. Nel nord atlantico dove volavano i dc-8 e 707 con capienza media di 170 passeggeri si passò improvvisamente ai 420 del 747.
Fu una fortuna per i passeggeri di economy che potevano volare sul 747 con tanto spazio lasciato disponibile dai posti vuoti.
l'aumento del prezzo del petrolio unito ad un load factor portò le compagnie a vendere sottobanco biglietti a prezzi scontati e ad avere bilanci in rosso
alcune compagnie si sbarazzarono del 747 per posizionarsi sul dc-10, altro aereo a fusoliera larga ma con problemi di riempimento più semplici (270 passeggeri)
In alitalia ad un certo punto si penso di alienare i 747 e concentrarsi sul dc-10 ma per motivi di prestigio non si poteva non avere il jumbo nella propria flotta ed allinearono il dc-10.
Tutto preciso
fabrizio66 ha scritto:In alitalia ad un certo punto si penso di alienare i 747 e concentrarsi sul dc-10 ma per motivi di prestigio non si poteva non avere il jumbo nella propria flotta ed allinearono il dc-10.
... per poi mettere in flotta l'MD11 nel 1992.
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1857
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Addio all'A380

Messaggio da fabrizio66 » 18 febbraio 2019, 20:04

Ciao City vado a memoria, se non sbaglio la decisione del md11 in Alitalia venne "sollecitato" dalla Douglas xchè le vendite non erano eccelse.
La Douglas penso' che un acquisto da parte di una grande compagnia aerea avrebbe aiutato le vendite dell' aereo ordinato solo da KLM.
Il rappresentante Douglas in Italia si mosse alla grande, promettendo compensazioni sulla produzione di alcune parti dell' aereo in Italia.
Per cui scelta di un aereo più che tecnica politica.
Ne più né meno dell' acquisto degli md80 in compensazione dei pezzi del gasdotto necessari alla nuova pignone in Russia.
Scambio se non ricordo male sponsorizzato dalla allora Spadolini.
E poi siamo qui a parlare del terzo fallimento di Alitalia....senza considerare che Alitalia lai da un punto di vista finanziario era fallita già due tre volte. Salvata solo dai vari aumenti di capitale sociale avvenuti negli anni passati.

Ivan82
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 553
Iscritto il: 4 maggio 2010, 18:02
Località: Cagliari

Re: Addio all'A380

Messaggio da Ivan82 » 18 febbraio 2019, 21:42

fabrizio66 ha scritto:
Ivan82 ha scritto:
Ragiono invece da economista (quale effettivamente sono): le compagnie nordamericane non possiedono (né prevedono di comprarne) né A380 né B747-8, parimenti Iberia e (perché non citarla) Alitalia. Tutte queste compagnie, negli anni '70, non esitarono a dotarsi del B747
considera che il 747 nel momento della sua uscita, rappresento per le compagnie un problema da gestire. Nel nord atlantico dove volavano i dc-8 e 707 con capienza media di 170 passeggeri si passò improvvisamente ai 420 del 747.
Fu una fortuna per i passeggeri di economy che potevano volare sul 747 con tanto spazio lasciato disponibile dai posti vuoti.
l'aumento del prezzo del petrolio unito ad un load factor portò le compagnie a vendere sottobanco biglietti a prezzi scontati e ad avere bilanci in rosso
alcune compagnie si sbarazzarono del 747 per posizionarsi sul dc-10, altro aereo a fusoliera larga ma con problemi di riempimento più semplici (270 passeggeri)
In alitalia ad un certo punto si penso di alienare i 747 e concentrarsi sul dc-10 ma per motivi di prestigio non si poteva non avere il jumbo nella propria flotta ed allinearono il dc-10.
City of Everett ha scritto:
Ivan82 ha scritto:Tutto ciò premesso, è chiaro che il mercato aeronautico odierno (e prossimo futuro) preferisce nettamente aerei di "minori" dimensioni dotati di due motori, i quali sembrano coprire alla grande le esigenze delle compagnie.
Corretto.
Ma non è certo novità di adesso, 2018. Sono almeno vent'anni che c'é questa tendenza, già prima che fosse realizzato il primo A380.
Giusto: infatti io, sempre IMHO, ritengo che l'aereo che ha avviato il processo verso il dominio del bimotore anche nel lungo raggio è stato il B777, velivolo che ha convinto molte compagnie a non comprare ulteriori B747 e MD11 o addirittura a sostituirli prima del previsto (es. Alitalia nel 2000-2001).

Se in precedenza non ho citato i trimotori (compreso il Tristar), è perché questi, pur essendo minori rispetto al Jumbo, non hanno convinto le compagnie a preferirli in assoluto (sui motivi preferisco affidarmi alle vostre competenze); per lo meno, non hanno determinato la volta impressa dal B777 e dall'A330-300.
City of Everett ha scritto:
Ivan82 ha scritto:Non dimentichiamoci che, allo stato attuale, un bimotore B777-300ER trasporta un numero di passeggeri non molto inferiore rispetto al quadrimotore B747-200. Non lo stesso numero di persone, sia chiaro, ma non è certo la differenza rispetto al B767, il primo bimotore a lungo raggio.
E chi metterebbe oggi in flotta un 747-200? Ne risultano solo 19 in attività, di cui 10 militari, 8 cargo, 1 testbed: nessuno per trasporto passeggeri.
Da dati della Boeing, considerando una divisione in due classi, il 747-200, invece, poteva trasportare lo stesso numero di passeggeri del 777-300ER in due classi (452 contro 451). Il 747-400 una cinquantina in più.
Ho espresso male il concetto e me ne scuso, chiarisco meglio: volevo dire che l'attuale B777-300 trasporta un numero di passeggeri paragonabile alla capacità del B747-200 degli anni '80, il quale ai tempi era indubbiamente l'aereo del lungo raggio per eccellenza. Solo che questo era un quadrimotore, l'altro un bimotore. E, secondo me, questo è il motivo semplice per cui allo stato attuale si preferisce nettamente il bimotore: si trasporta lo stesso numero di passeggeri, alla stessa distanza, ma con costi nettamente inferiori.

Senza dubbio il Jumbo è stato un aereo rivoluzionario; l'evoluzione del mercato aeronautico sembra dimostrare che il B767 (insieme, per certi versi, all'A330) è stato un pioniere.
Immagine

Avatar utente
spiridione
FL 350
FL 350
Messaggi: 3572
Iscritto il: 16 aprile 2011, 21:02
Località: Oristano (LIER/FNU)

Re: Addio all'A380

Messaggio da spiridione » 19 febbraio 2019, 8:58

fabrizio66 ha scritto: Ne più né meno dell' acquisto degli md80 in compensazione dei pezzi del gasdotto necessari alla nuova pignone in Russia.
Scambio se non ricordo male sponsorizzato dalla allora Spadolini.
Però, quella volta, ci ando' (come italiani) bene, anzi, benissimo.

Venne acquistata un'ottima macchina che fece un ottimo lavoro per tanti anni.

E non dimentichiamo che il Forum nasce soprattutto grazie a lei/lui..... :mrgreen:
Spiridione.


Ho volato su un MD80 così vecchio, che sulla porta di una toilette c'era scritto ORVILLE
e sulla porta dell'altra WILBUR....





Avatar utente
City of Everett
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1310
Iscritto il: 8 novembre 2004, 17:45
Località: Africa Nord-Insulare

Re: Addio all'A380

Messaggio da City of Everett » 19 febbraio 2019, 12:18

Ivan82 ha scritto:Giusto: infatti io, sempre IMHO, ritengo che l'aereo che ha avviato il processo verso il dominio del bimotore anche nel lungo raggio è stato il B777, velivolo che ha convinto molte compagnie a non comprare ulteriori B747 e MD11 o addirittura a sostituirli prima del previsto (es. Alitalia nel 2000-2001).
Ivan82 ha scritto:Senza dubbio il Jumbo è stato un aereo rivoluzionario; l'evoluzione del mercato aeronautico sembra dimostrare che il B767 (insieme, per certi versi, all'A330) è stato un pioniere.
Secondo me il B777 ha consolidato questo processo, avviato però dal B767, che fu il primo liner ad essere certificato ETOPS, la chiave di volta dei lunghi voli coi bimotori. E così nei voli transatlantici, i B747 sono stati via via sostituiti coi B767 e poi con gli A330.
Oggi il B777, che può essere certificato ETOPS 330 (leggi Air New Zealand), effettua voli mooolto più lunghi del B767 e forse anche dei quadrimotori esistenti, mentre le trasvolate atlantiche oggi si effettuano in B737 (leggi Norwegian); il volo più lungo, Singapore-New York, di Singapore Airlines, viene effettuato con un bimotore, l'A350-900ULR.

La formula vincente quindi é tanti posti su un aereo a due motori che può volare in tutta sicurezza su rotte lunghissime. E questo toglieva di mezzo B747 e A380 già ad inizio millennio, ma anche eliminato dal mercato gli A340 (chissà perchè in Airbus si erano fissati coi quadrimotori? :scratch:).
fabrizio66 ha scritto:Ciao City vado a memoria, se non sbaglio la decisione del md11 in Alitalia venne "sollecitato" dalla Douglas xchè le vendite non erano eccelse.
La Douglas penso' che un acquisto da parte di una grande compagnia aerea avrebbe aiutato le vendite dell' aereo ordinato solo da KLM.
Il rappresentante Douglas in Italia si mosse alla grande, promettendo compensazioni sulla produzione di alcune parti dell' aereo in Italia.
Per cui scelta di un aereo più che tecnica politica.
Ne più né meno dell' acquisto degli md80 in compensazione dei pezzi del gasdotto necessari alla nuova pignone in Russia.
Scambio se non ricordo male sponsorizzato dalla allora Spadolini.
Si apprende sempre in questo forum.
Non ero a conoscenza di entrambi gli aneddoti.
Ma mi chiedo: quanti #@!&# erano questi pezzi da compensare visto che Alitalia ha acquistato negli anni ben 90 MD80 (la terza flotta MagDog del mondo)? :mrgreen:
«If you build it, I'll buy it»
«If you buy it, I'll build it»

Nacque, così, il Boeing 747

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6893
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Addio all'A380

Messaggio da Lampo 13 » 19 febbraio 2019, 18:59

City of Everett ha scritto:E questo toglieva di mezzo B747 e A380 già ad inizio millennio, ma anche eliminato dal mercato gli A340 (chissà perchè in Airbus si erano fissati coi quadrimotori? :scratch:).
Perché evitavano le regole ETOPS.
City of Everett ha scritto:
fabrizio66 ha scritto: Ne più né meno dell' acquisto degli md80 in compensazione dei pezzi del gasdotto necessari alla nuova pignone in Russia.
Scambio se non ricordo male sponsorizzato dalla allora Spadolini.
Si apprende sempre in questo forum.
Non ero a conoscenza di entrambi gli aneddoti.
Ma mi chiedo: quanti #@!&# erano questi pezzi da compensare visto che Alitalia ha acquistato negli anni ben 90 MD80 (la terza flotta MagDog del mondo)? :mrgreen:
E' stato proprio Spadolini, senza considerare che c'erano i B727 in flotta che infatti sono stati svenduti; addirittura gli ultimi 2 esemplari sono stati venduti come usati senza nemmeno andarli a ritirare alla Boeing.

Rispondi