A chi appartengono i 10 cm dietro al sedile?

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

A chi appartengono i 10 cm dietro allo schienale?

Sondaggio concluso il 2 agosto 2019, 22:29

Al passeggero davanti che ha il pieno diritto di reclinare lo schienale
7
70%
Al passeggero dietro che ha diritto di stare più comodo possibile
3
30%
 
Voti totali: 10

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9866
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: A chi appartengono i 10 cm dietro al sedile?

Messaggio da tartan » 24 luglio 2019, 22:40

Volevo aggiungere una parabola esplicativa su come si scelgono i sedili per i passeggeri. Quando in una compagnia nella quale lavoravo io si decise di acquistare i DC10, aerei sufficientemente capienti per l'epoca e con diversi posti a disposizione, fui incaricato di effettuare, per ogni aeromobile che arrivava nuovo di zecca, una pesata teorica nella quale eliminavo tutte le poltrone installate dal costruttore (comprate e pagate con l'aereo), con un numero analogo di poltrone costruite da una azienda italiana collegata, comprate a parte e che erano sicuramente più comode di quelle spartane degli americani del c***o! Perdonatemi il piccolo sfogo, ma è una cosa che non ho mai capita. Era tutto regolare e la nuova pesata veniva approvata dagli organi di controllo competenti che facevano parte di un un organismo statale pagato da tutti gli italiani che poi se la sono presa con i dipendenti di quella compagnia, quelli fortunati che ci lavoravano e che l'hanno distrutta, gli stronzoni!
Ora, a parte la vecchia azienda, ma vi pare che ai proprietari delle compagnie aeree possa interessare quanto stanno comodi i passeggeri? Gli dai (avrei dovuto scrivere "dai a loro" ma non se lo meritano) la carotina del biglietto a poco prezzo evvai!
Io al sondaggio non voto
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4930
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: A chi appartengono i 10 cm dietro al sedile?

Messaggio da Valerio Ricciardi » 25 luglio 2019, 7:32

Ma perché, quando una Compagnia sta per acquistare una cosina economica come un DC10 non è in grado di dire "dammelo senza sedili, scalami il loro costo, che poi ci metto i miei" - che ne so - "Avio Interiors che son più adatti alle esigenze della mia clientela" ?
Mica è un prodotto così tanto seriale un grosso liner...
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

brigidino
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 302
Iscritto il: 3 ottobre 2011, 21:43

Re: A chi appartengono i 10 cm dietro al sedile?

Messaggio da brigidino » 25 luglio 2019, 11:29

La cathay pacific, aveva una configurazione sul 777/300 un po' particolare. invece di 343 usavano 333 e i sedili erano avvolti un un guscio rigido un po' similealla business.

Niente di più scomodo, ok io sono 1, 90 ma a volte si viaggia decentemente lo stesso, soprattutto quando trovi un 777 mezzo vuoto e ti fotti 40 coperte e 40 cuscini e ti sdrai in una fila da 4. Il volo thai per MXP era sempre così, una goduria.

Avatar utente
spozzizzops
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 4
Iscritto il: 29 marzo 2015, 21:04

Re: A chi appartengono i 10 cm dietro al sedile?

Messaggio da spozzizzops » 11 agosto 2019, 15:10

AirGek ha scritto:A bordo non ci sono solo io ma anche altre persone. Non sono a casa mia (come non lo è nessun altro) e ciò richiede un briciolo di impegno (o di sacrificio a seconda di come vogliamo chiamarlo) da parte di tutti (come suggeriva Lampo) nel convivere in modo pacifico per quel lasso di tempo.

Un sedile serve per sedersi, non per sdraiarsi. Se vuoi maggior comfort paghi e ottieni il lettino.

Nello schienale c’è uno schermo che fa vedere a me un film, non a chi ha la schiena poggiata su quello schienale. Ora se tu reclini il sedile oltre un certo tanto lo schermo non lo vedo più, significa che oltre a togliermi spazio mi togli anche un servizio.

Quindi io pago tot per avere un servizio e posso pagare di più per avere di più ma non devo pagare di più per assicurarmi di non avere di meno (per rispondere al tuo ultimo messaggio).

Rispondo in modo bianco o nero perché in tale modo hai impostato la domanda. La risposta giusta l’ha data Lampo prima (educazione, tolleranza) ma se davi questa possibilità il sondaggio perdeva interesse (nonostante fosse l’unica risposta giusta) perché non si basava più sul compromesso ma su due soluzioni contrapposte.
Sono pienamente d'accordo, fosse per me farei i sedili fissi

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4754
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: A chi appartengono i 10 cm dietro al sedile?

Messaggio da sardinian aviator » 12 agosto 2019, 16:43

Trascorso un ragionevole lasso di tempo dopo un volo notturno di 10 ore, nel quale il sedile reclinabile ha giocato un ruolo importante, azzardo la mia visione del mondo su questo problema (non minore).
Qui la buona educazione e la tolleranza non mi pare c'entrino molto perché se il mio sedile può tecnicamente reclinarsi di n centimetri, e l'appropriata autorità ha approvato tale conformazione, allora io ho il diritto di esercitare il mio diritto conferitomi dal vettore a seguito della conclusione di un contratto di trasporto nel quale la conformazione della poltrona e il pitch fra l'una e l'altra giocano un ruolo importante nella mia scelta e fanno parte delle condizioni di trasporto (tant'è che le compagnie pubblicizzano questi dati e se ne fanno un titolo di merito).
Inoltre lo schermo davanti a me (nel mio caso un A330 AZ) poteva essere inclinato di x gradi proprio per consentirmi la visuale anche in caso il titolare della poltrona davanti avesse esercitato il suo diritto (e l'ha esercitato praticamente per tutto il volo).
Avere uno dietro che reclama perché ho inclinato la poltrona (nessuno lo ha mai fatto che io ricordi) mi fa lo stesso effetto di chi reclama il "suo" spazio nella cappelliera sopra il "suo" sedile (ci sarà una ragione per cui molti si mettono in prima fila al gate, o no?).
In conclusione, bisogna rassegnarsi: o mi pago la business, o accetto il reclinamento con effetto domino su tutta la lunghezza dell'aereo.
D'altronde non è peggio capitare in mezzo a due gentili e obesi signori del peso di 150 chili ciascuno?
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Rispondi