Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Area dedicata alla discussione di qualsiasi argomento riguardante l'aviazione in generale, ma comunque attinente al mondo del volo

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da air.surfer » 25 aprile 2020, 14:25


Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7035
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da Lampo 13 » 25 aprile 2020, 15:03

I liner drone si avvicinanano...

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15971
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da JT8D » 25 aprile 2020, 22:33

Ammiro lo sforzo e il risultato dal punto di vista ingegneristico-tecnologico, ma queste soluzioni mi lasciano molto perplesso.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da musicaldoc » 26 aprile 2020, 17:14

JT8D ha scritto:
25 aprile 2020, 22:33
Ammiro lo sforzo e il risultato dal punto di vista ingegneristico-tecnologico, ma queste soluzioni mi lasciano molto perplesso.

Paolo
Sì ma sono convinto che sarà il futuro, forse nel prossimo secolo, ma credo che la strada sia questa in ogni settore della mobilità, probabilmente con essere umano sempre al controllo, ma con operazioni normalmente automatizzate al 100%.

Del resto non mancano molte decadi per me ad avere una IA "senziente" e a quel punto non ci vorrà molto ad avere prestazioni più efficienti di un essere umano.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12210
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da AirGek » 26 aprile 2020, 18:52

Sarà tutto droni... anche i medici... anche i programmatori e sviluppatori...

In uno dei tanti TED event venne suggerito di riflettere a cosa potrebbe comportare la creazione di un’entità che potrebbe guardare a noi con gli stessi occhi con i quali noi guardiamo le galline...
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da Maxge » 26 aprile 2020, 19:04

Visto il video. Certamente questa tecnologia potrà avere grossi benefici in termini di sicurezza, ma al momento io vi vedo molto della strategia commerciale di Cirrus, quella stessa strategia che l’ha distinta dai produttori tradizionali di ag, ovvero il rivolgersi ad una nuova Tipologia di piloti ovvero a persone benestanti che vogliono un oggetto cool (paragonate gli interni con quelli di un Cessna piper) e sicuro. Soprattutto sicuro, almeno nell’appeal. Il video non si rivolge ai piloti come nemmeno il paracadute balistico si rivolgeva ai piloti. Posso immaginare un pilota che fa mille obiezioni tecniche all’autoland. La promozione si rivolge alla moglie (o marito) non piloti. Serve per vendere il vision jet come un mezzo che, in caso di problemi al pilota, porta a casa il passeggero. Mi domando quanti cirrus sono stati preferiti A u. Mooney o Cessna o beech perché la/il passeggero si sentivano tranquilli per la presenza del paracadute. Fatta vedere questa feature del vision jet molti passeggeri si sentiranno tranquilli e non obietteranno al nuovo giocattolo del marito/moglie pilota.
Massimo

Avatar utente
musicaldoc
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 911
Iscritto il: 20 settembre 2010, 19:31

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da musicaldoc » 26 aprile 2020, 19:51

AirGek ha scritto:
26 aprile 2020, 18:52
Sarà tutto droni... anche i medici... anche i programmatori e sviluppatori...

In uno dei tanti TED event venne suggerito di riflettere a cosa potrebbe comportare la creazione di un’entità che potrebbe guardare a noi con gli stessi occhi con i quali noi guardiamo le galline...
Sì sono d'accordo, del resto per quanto fine e dipendente dall'esperienza, conoscenza e intuizione, una diagnosi "non è nient'altro" che una elaborazione di quello che il paziente mostra.... non vedo perché un computer con capacità di elaborazione oltre l'immaginabile non sia in grado di farla altrettanto efficientemente.

Certo l'idea di un'intelligenza artificiale che abbia la capacità di calcolo che un cervello umano non avrà mai e senza i freni della morale fa venire i brividi.... a voglia mettergli le leggi della robotica, se è senziente si autoriprogrammerà... insomma, decenni di film su virus ed epidemie ed ora l'abbiamo tra i piedi, speriamo non siano pure precursori i vari Terminator.... :roll:

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6016
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da sigmet » 27 aprile 2020, 2:58

Io penso che la Cirrus stia solo cercando di ottenere alcune alleviations ,soprattutto da authority extra USA , per il trasporto pax con single pilot...
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da Maxge » 27 aprile 2020, 9:59

Io penso che la Cirrus con il Vision abbia vouto occupare una nicchia di mercato per i suoi clienti che volevano qualcosa in più del SR22 facendoli rimanere in casa Cirrus.
Sino al Vision chi voleva qualcosa in più dopo lo SR22 si rivolgeva a monomotori turboelica, sostanzialmente Piper Median o TBM o al limite PC12. Il Vision offre un'evoluzione pressurizzata e più veloce del SR22 giocandosi la carta del Jet che ha un appeal certamente superiore al turboelica, anche se parlando di prestazioni pure credo il TBM ne esca ancora vincente.
Massimo

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1180
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da noone » 27 aprile 2020, 12:19

Ciao!
Credo che Cirrus stia solo provando a stare al passo con la concorrenza, Garmin, che equipaggia molti di questi velivoli, ha già presentato qualcosa di simile.
Penso che per un aereo privato, single pilot, possa essere un prodotto vincente (come l'auromatic emergency descent) per togliere la paura del "single point of failure" del pilota, e, come qualcuno diceva, di convincere le consorti.
Non vedo bemmeno il problema del passo verso il trasporto di passeggeri, in fondo in america ci sobo compagnie che portano passeggeri su monomotori a pistoni...
Tutta questa tecnologia comunque non sopperisce alla mancanza di un buon processo di decision making che un buon crew può portare (il così detto 1+1 maggiore di 2).
Just my two cents
Vanni

Maxge
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 173
Iscritto il: 2 novembre 2013, 23:49

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da Maxge » 27 aprile 2020, 12:42

Si il Vision utilizza il sistema Garmin.
Massimo

airplane
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 255
Iscritto il: 31 maggio 2011, 23:03

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da airplane » 27 aprile 2020, 16:57

Lampo 13 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:03

I liner drone si avvicinanano...

.
>LAMPO,
Se ben ricordo, Tantissimi anni, addietro (ai tempi dei primi Citation) venne fuori questo tipo di aeroplano con la coda a “V” e a quel tempo questo aeroplano non ebbe fortuna.

Ora la pubblicità sull’aeroplano è molto esplicita; ovvero, basta che la donna che si trova dietro al pilota, schiaccia il Pulsante “Safe Return - Emergency Autoland” e come dire che “l’aeroplano Cirrus Vision Jet” torna a terra da solo.
Oggigiorno, con lo sviluppo di tanti apparati GARMIN, quest'aeroplano con la coda a “V” forse si creerà un suo mercato di nicchia.
(Credo che SIGMET, da quello che ha scritto su questo 3D, abbia ragione sulla sua visione del single Pilot con Pax).

>LAMPO, Ti ricordo che anche sull’Eurofighter, proprio dietro lo Stick sul pannello centrale, c’è un particolare Pulsante siglato: “DRF” (Disorientation Recovery Function) che in particolari condizione può essere attivato dal pilota.
Riassumendo, cosa vuol dire tutto ciò:
Precisamente questo: oggigiorno con I relativi FCC è possibile “inventarsi quasi di tutto” per automatizzare i FCS e ottenere tante particolari funzioni utili, come tante altre molto discutibili.

Ps.
Comunque alla fine penso che, anche con i futuri e rivoluzionari “processori quantistici” che rivoluzioneranno il mondo dei computer attuali, per me “IL PILOTA SARA’ SEMPRE IL PILOTA”; voglio dire che sarà sempre il Pilota a monitorare che l’aeroplano torna a casa e se, per caso, va in tilt qualcosa (magari per una saldatura fredda su una scheda elettronica) il pilota faccia il pilota.

.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15971
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da JT8D » 27 aprile 2020, 19:31

musicaldoc ha scritto:
26 aprile 2020, 17:14
Sì ma sono convinto che sarà il futuro, forse nel prossimo secolo, ma credo che la strada sia questa in ogni settore della mobilità, probabilmente con essere umano sempre al controllo, ma con operazioni normalmente automatizzate al 100%.

Del resto non mancano molte decadi per me ad avere una IA "senziente" e a quel punto non ci vorrà molto ad avere prestazioni più efficienti di un essere umano.
Lo penso anch'io doc, sono d'accordo con te. E la cosa mi spaventa abbastanza.

Mi trovo d'accordo con le vostre analisi riguardo la strategia che applica Cirrus.

L'evoluzione tecnica in questo settore potrà portare in breve tempo a funzioni impensabili solo 10 anni fa, però vorrei vedere anche in futuro un'aviazione dove il Pilota ha sempre la sua fondamentale importanza.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7035
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Cirrus Vision Jet - Safe Return (Emergency Autoland)

Messaggio da Lampo 13 » 27 aprile 2020, 20:57

airplane ha scritto:
27 aprile 2020, 16:57
Lampo 13 ha scritto:
25 aprile 2020, 15:03

I liner drone si avvicinanano...

.
>LAMPO,
Se ben ricordo, Tantissimi anni, addietro (ai tempi dei primi Citation) venne fuori questo tipo di aeroplano con la coda a “V” e a quel tempo questo aeroplano non ebbe fortuna.

Ora la pubblicità sull’aeroplano è molto esplicita; ovvero, basta che la donna che si trova dietro al pilota, schiaccia il Pulsante “Safe Return - Emergency Autoland” e come dire che “l’aeroplano Cirrus Vision Jet” torna a terra da solo.
Oggigiorno, con lo sviluppo di tanti apparati GARMIN, quest'aeroplano con la coda a “V” forse si creerà un suo mercato di nicchia.
(Credo che SIGMET, da quello che ha scritto su questo 3D, abbia ragione sulla sua visione del single Pilot con Pax).

>LAMPO, Ti ricordo che anche sull’Eurofighter, proprio dietro lo Stick sul pannello centrale, c’è un particolare Pulsante siglato: “DRF” (Disorientation Recovery Function) che in particolari condizione può essere attivato dal pilota.
Riassumendo, cosa vuol dire tutto ciò:
Precisamente questo: oggigiorno con I relativi FCC è possibile “inventarsi quasi di tutto” per automatizzare i FCS e ottenere tante particolari funzioni utili, come tante altre molto discutibili.

Ps.
Comunque alla fine penso che, anche con i futuri e rivoluzionari “processori quantistici” che rivoluzioneranno il mondo dei computer attuali, per me “IL PILOTA SARA’ SEMPRE IL PILOTA”; voglio dire che sarà sempre il Pilota a monitorare che l’aeroplano torna a casa e se, per caso, va in tilt qualcosa (magari per una saldatura fredda su una scheda elettronica) il pilota faccia il pilota.

.
Elon Musk ha iniziato una nuova fase per la Tesla.
Ora verranno vendute con il "pilota automatico" di serie e abilitato alla guida totalmente automatica ed ha lanciato (sembra) un programma di adesione degli acquirenti ad un sistema di "prestito" della propria auto ad una nuova sua società che dovrebbe sostituire Uber. Tu chiami, la centrale prende il controllo dell'auto di uno che ha aderito e la invia, DA SOLA, a prelevarti e portarti DA SOLA a destinazione per poi tornarsene DA SOLA a casa. Quello che paghi viene diviso 70% al proprietario e 30% a Musk...

Rispondi