Dedicato a tutti i ragazzi che sognano di diventare piloti..

Area dedicata alla discussione sull’Aviazione Militare, gli Aerei, i Reparti e le Basi, le Pattuglie acrobatiche

Moderatore: Staff md80.it

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 28 dicembre 2007, 12:43

vincent ha scritto:effettivamente Duck non avevo tenuto conto del contesto: l'aeronautica è molto particolare e ci sono molti aspiranti e pochi posti e in effetti è giusto come dici tu fare una selezione dura sin dall'inizio xchè così si ottiene effettivamente il meglio (solo per pochi, ma il meglio). Il fatto è che io quando scrivevo mi riferivo ad un normale contesto scolastico dove non c'e bisogno di selezione e in quel caso (da quanto ho capito) sei quasi d'accordo con me.
scusate ho sbagliato
vincent
Senza il quasi concordo pienamente. E non devi chiedere scusa.

@Ghost: rimetti STROIA! ti prego...

Ghost Dog
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 8
Iscritto il: 21 dicembre 2007, 23:02
Località: Roma

Messaggio da Ghost Dog » 28 dicembre 2007, 13:01

accontentato..hehe, non avevo visto il tuo messagio prima di cambiarlo. :)
SPC (A)
Aeroclub di Roma

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 28 dicembre 2007, 13:05

BRAVO RAGAZZO! è un colpo d'ala non indifferente... ;)

Avatar utente
LS4
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 542
Iscritto il: 19 luglio 2007, 14:49
Località: LILC

Messaggio da LS4 » 3 gennaio 2008, 9:25

mi riferivo ad un normale contesto scolastico dove non c'e bisogno di selezione
Se la selezione ci fosse anche "nel normale contesto scolastico" se ne eviterebbe una più dura nel "normale contesto lavorativo"

Sai quanti neo diplomati/laureati non confermiamo perchè hanno semplicemente difficoltà a scrivere in italiano e a fare 2 conti in croce?
Don't worry about the world coming to an end today. It's already tomorrow in Australia

J0K3R
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 24
Iscritto il: 21 ottobre 2007, 14:26
Località: Roma

Messaggio da J0K3R » 4 gennaio 2008, 18:01

a volte non è solo colpa di coloro i quali studiano....certe volte hanno colpa anche scuole ed insegnanti che vi assicuro non sono tutte allo stesso livello (a volte molto basso).

Poi sul fatto che raramente si fa selezione e che in genere gli studenti dovrebbero studiare molto di più siamo concordi in tutto e per tutto.
Immagine
Valerio Cellentani

Avatar utente
Giulio88
FL 200
FL 200
Messaggi: 2402
Iscritto il: 7 dicembre 2006, 1:10
Località: Roma

Messaggio da Giulio88 » 4 gennaio 2008, 18:18

vorrei solo fare un appunto rivolto a giulio 88 e tutti quelli d'accordo con lui. Non è proprio vero che se bisogna formare un militare bisogna bastonarlo sin dal primo giorno. ci deve essere fermezza nel comportamento degli istruttori ma è meglio se è in crescendo, ovvero basso all'inizio e aumenta col tempo. il prendere duri atteggiamenti con un neo-allievo (sia esso pilota o quant'altro) e demoralizzarlo con critiche eccessive, fin dal primo giorno, può portare ad un punto di rottura causato da un vertigginoso abbassamento di autostima che danneggia (per non dire distruggie, come nel caso di Frank, il "prodotto finale", per usare le parole di Duck44)
Purtroppo il sistema militare funziona come quello descritto da te e qualunque pedagogista può confermarti che non è il modo migliore per istruire una persona ad una qualsiasi attività.
non è una critica mirata verso te, giulio, che continuo a stimare come ho sempre fatto, solo un semplice appunto che mi sentivo in dovere di fare.
grazie x l'attenzione
vincent
Vedi Vincent, io credo che una forza armata( che oltretutto viene finanziata dalle tasche di ogni cittadino) debba ricercare il Meglio. Non credo basti l'idoneità al volo, la passione, l'impegno. Credo che serva quel qualcosa in più che renda quel ragazzo non solo pilota ma soprattutto militare. Il punto di rottura di cui tu parli è proprio il punto a cui tanti di noi arriverebbero ma a cui un futuro pilota dell'aeronautica militare italiana non può arrivare o comunque deve saper gestire con piene capacità.
Ciao! :)
PPL (A)

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Messaggio da raoul80 » 16 gennaio 2008, 11:31

Giulio88 ha scritto:
vorrei solo fare un appunto rivolto a giulio 88 e tutti quelli d'accordo con lui. Non è proprio vero che se bisogna formare un militare bisogna bastonarlo sin dal primo giorno. ci deve essere fermezza nel comportamento degli istruttori ma è meglio se è in crescendo, ovvero basso all'inizio e aumenta col tempo. il prendere duri atteggiamenti con un neo-allievo (sia esso pilota o quant'altro) e demoralizzarlo con critiche eccessive, fin dal primo giorno, può portare ad un punto di rottura causato da un vertigginoso abbassamento di autostima che danneggia (per non dire distruggie, come nel caso di Frank, il "prodotto finale", per usare le parole di Duck44)
Purtroppo il sistema militare funziona come quello descritto da te e qualunque pedagogista può confermarti che non è il modo migliore per istruire una persona ad una qualsiasi attività.
non è una critica mirata verso te, giulio, che continuo a stimare come ho sempre fatto, solo un semplice appunto che mi sentivo in dovere di fare.
grazie x l'attenzione
vincent
Vedi Vincent, io credo che una forza armata( che oltretutto viene finanziata dalle tasche di ogni cittadino) debba ricercare il Meglio. Non credo basti l'idoneità al volo, la passione, l'impegno. Credo che serva quel qualcosa in più che renda quel ragazzo non solo pilota ma soprattutto militare. Il punto di rottura di cui tu parli è proprio il punto a cui tanti di noi arriverebbero ma a cui un futuro pilota dell'aeronautica militare italiana non può arrivare o comunque deve saper gestire con piene capacità.
Ciao! :)
Concordo in pieno..

Avatar utente
taxidriver
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 245
Iscritto il: 1 febbraio 2007, 20:08
Località: Roma(Italy)

Re: Dedicato a tutti i ragazzi che sognano di diventare pilo

Messaggio da taxidriver » 16 gennaio 2008, 12:28

ZaffoZaffagni ha scritto:
frankRR ha scritto:Buongiorno a tutti, leggo con molto piacere che ci sono tantissimi ragazzi che sognano di diventare piloti, era anche un mio sogno.

qualche annetto fa (per capirci in questo secolo) ho avuto la fortuna di vincere il concorso per allievi piloti ed essere ammesso alle fasi di preselezione al volo. Ricordo di aver studiato come un matto, agli esami scritti avevo preso il massimo (30), conoscevo la checklist a menadito, ero pieno di speranze dato che il volo e' sempre stata la mia grande passione.
Venne il giorno dell'addestramento al volo, dopo la prima missione di orientamento mi accingevo ad affrontare la seconda missione, ce l'ho ancora in testa.

Sin dal briefing pre volo percepivo una certa ostilita' dell'istruttore nei miei confronti, le spiegazioni erano frettolose, e prima ancora di avvicinarmi all'aereo mi aveva gia' cazziato diverse volte anche davanti ad altri istruttori e miei paricorsi.

Quando ci siamo avvicinati all'aereo per fare i controlli pre volo ricordo che piu' volte mi aveva messo le mani addosso, spesso schiaffeggiandomi le mani, digrignava i denti, i cazziatoni si sprecavano, ed era solo la seconda missione.

In volo non vi dico, qualunque cosa io facessi era un cazziatone, si divertiva ad umiliarmi, a mettermi le mani addosso ed a darmi i pugni sul casco, in zona era superinnervosito e ricordo benissimo che prese all'improvviso i comandi e urlando si mise a fare una lavatrice, cioe' una serie di tonneau uno di seguito ad un altro seguiti poi da una vite..... Premetto che era la prima volta che volavo su un aereo non di linea, e lui lo sapeva.

Al rientro piu' volte non riuscivo a sentire le comunicazioni radio per via dei suoi cazziatoni (nel frattempo sghignazzava pure), aveva anche fatto in modo che il parabrezza dell'aereo si appannasse, la checklist me l'aveva strappata dal cosciale gia' da tempo.

Ero completamente nel pallone, ovviamente a terra lo strazio continuava.

E dire che prima faceva l'amicone, elargendo paterni consigli, credo che quella missione abbia condizionato psicologicamente tutto il mio corso, anche quando ho cambiato istruttore per me volare era diventato ormai uno strazio.

Per carita' non sto addossando a lui le colpe del mio fallimento, ma a mente fredda credo che abbia contribuito non poco.

Se stai (ri)leggendo questa discussione caro "istruttore", nonostante sia passato del tempo ti dico soltanto una cosa:

VERGOGNATI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


sarai pure un buon pilota ma l'insegnamento e' un altra cosa!

PS: Se potessi tornare indietro, le mani addosso non me le metteresti piu'..........garantito :twisted:

Tornando a noi, auguro a tutti buon natale, e spero che a nessuno capiti quello che e' capitato a me.

Buon lavoro a tutti gli istruttori seri, ed agli allievi pieni di buona volonta'.
mi spiace infinitamente che tu non ce l'abbia fatta...ne ho visti tanti di paricò andarsene...
un solo commento: FRUSTRATO...è questa l'idea che dai di te, altro che regalo.
ps-questo è un esempio di quanto sia complesso fare l'istruttore...evidentemente nel tuo caso "c'hanno visto lungo"... :roll:
pps- non ti permettere più di gettare m***a su colleghi e/o anziani che in questo lavoro ci mettono spesso anche l'anima. :wink:
Non ha gettato m...da su TUTTI i colleghi.....ha gettato m...da su una sola (se così si è comportata) colossale testa di c...o.

Comunque caro Zaffo,ci si rivolge in questi termini e con questi toni solo a una persona di cui si ha la certezza che sia un deficiente o che racconti una serie di balle....o una bella storia come qualcuno ha detto,non a un ragazzo di cui non conosciamo praticamente nulla visto che avrà scritto si e no 5 messaggi.
Io la certezza che FrankRRsia uno che racconta storie non ce l'ho,se ce l'hai tu vorrei sapere da cosa la apprendi :? .............

Per inciso,io non sono uno che crede all'insegnamento con i cioccolatini,un bel calcio nelsedere ci vuole ogni tanto,ma se c'ero io un bel calcio lo rifilavo all'istruttore,ma sui denti.(SEMPRE AMMESSO CHE LE COSE SIANO ANDATE COME HA DETTO FRANKRR)
Valerio.
TAXIDRIVER
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

ZaffoZaffagni
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 23
Iscritto il: 4 febbraio 2007, 13:21

Re: Dedicato a tutti i ragazzi che sognano di diventare pilo

Messaggio da ZaffoZaffagni » 16 gennaio 2008, 13:58

taxidriver ha scritto:Non ha gettato m...da su TUTTI i colleghi.....ha gettato m...da su una sola (se così si è comportata) colossale testa di c...o.

Comunque caro Zaffo,ci si rivolge in questi termini e con questi toni solo a una persona di cui si ha la certezza che sia un deficiente o che racconti una serie di balle....o una bella storia come qualcuno ha detto,non a un ragazzo di cui non conosciamo praticamente nulla visto che avrà scritto si e no 5 messaggi.
Io la certezza che FrankRRsia uno che racconta storie non ce l'ho,se ce l'hai tu vorrei sapere da cosa la apprendi :? .............

Per inciso,io non sono uno che crede all'insegnamento con i cioccolatini,un bel calcio nelsedere ci vuole ogni tanto,ma se c'ero io un bel calcio lo rifilavo all'istruttore,ma sui denti.(SEMPRE AMMESSO CHE LE COSE SIANO ANDATE COME HA DETTO FRANKRR)
Valerio.
:shock: :shock: :shock:
MEGLIO PORTAR PAZIENZA, PIUTTOSTO DI PORTAR MALTA

Avatar utente
taxidriver
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 245
Iscritto il: 1 febbraio 2007, 20:08
Località: Roma(Italy)

Messaggio da taxidriver » 16 gennaio 2008, 14:01

:shock: :shock: :shock: :shock: :|
TAXIDRIVER
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
Kandam
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 14:18
Località: Bruxelles

Messaggio da Kandam » 16 gennaio 2008, 15:01

Beh...per quanto sia ingiusto il nonnismo c'è e c'è sempre stato, e per quanto non sia proprio il massimo dell'eleganza, va riconosciuto che divide i caratteri forti da quelli più deboli (non starò a raccontarvi le mie esperienze personali) comunque sia, come dice Machiavelli, l'uomo di natura non è buono, o quanto meno la media, quindi dovremmo ringraziare di trovare brave persone e fregarcene di trovarne di cattive, o quantomeno non lamentarcene, poichè è cosa abbastanza normale. Non dice che gli si possa far passare tutto...perchè c'è sempre un limite, però la cosa va presa con filosofia, prenderla come una "sfida personale". w LO SCHIAFFO PROPEDEUTICO ^^


Kandam
Mi accuseranno di aver fallito, non certo di non aver tentato

Preselezione 9/02/09: 42.77


Kandam

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 16 gennaio 2008, 18:29

Kandam scusa ma qui il nonnismo non centra una sega.
Comunque per taxidriver:
Ci si rivolge ad una persona così poichè se il sistema accettasse senza problemi un istruttore come quello descritto il sistema avrebbe fallito.
Poi io sono il primo a dire che noi non possiamo essere tutti fenomeni e che il carattere influisce molto sul rapporto allievo/istruttore.
Però se veramente lui avesse avuto uno solo dei problemi di quel tipo la cosa migliore era di andare in procura e denunciare tutto. Non l'ha fatto.
Mi dispiace, ma la differenza sarà sempre quella: chi ha passato il corso sa cosa vuol dire selezione, chi non ce la fa si attaccherà sempre a questa o l'altra scusa.
Chi non ha fatto il pilota militare (e con questo non intendo dire che un militare è meglio di un civile) non potrà mai capire cosa vuol dire, nel bene e nel male.

Avatar utente
Mattia911
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 50
Iscritto il: 3 gennaio 2008, 0:07
Località: Sirolo, AN

Messaggio da Mattia911 » 16 gennaio 2008, 20:23

...come mio solito non posso che non concordare con duck...

Avatar utente
taxidriver
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 245
Iscritto il: 1 febbraio 2007, 20:08
Località: Roma(Italy)

Messaggio da taxidriver » 16 gennaio 2008, 20:38

duck44 ha scritto:Comunque per taxidriver:
Ci si rivolge ad una persona così poichè se il sistema accettasse senza problemi un istruttore come quello descritto il sistema avrebbe fallito.
Assolutamente no...avrebbe solo dimostrato dinon essere perfetto.
duck44 ha scritto: Però se veramente lui avesse avuto uno solo dei problemi di quel tipo la cosa migliore era di andare in procura e denunciare tutto. Non l'ha fatto.
Magari è vero,ma le implicaziono psicologiche e il contesto possono rendere difficile o non così facile una decisione del genere.
duck44 ha scritto:Mi dispiace, ma la differenza sarà sempre quella: chi ha passato il corso sa cosa vuol dire selezione, chi non ce la fa si attaccherà sempre a questa o l'altra scusa.

C'è pure chi non ha superato il corso,perchè al corso non l'hanno fatto nemmeno arrivare non per colpa sua,ma propio del sistema....io alcuni esempi li ho conosciuti mooolto bene....potrebbe anche darsi che io sia uno di quelli....,e non mi attacco a nessuna scusa.

Valerio.
TAXIDRIVER
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

frankRR
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 15 dicembre 2007, 13:05

Messaggio da frankRR » 16 gennaio 2008, 21:08

duck44 ha scritto: Però se veramente lui avesse avuto uno solo dei problemi di quel tipo la cosa migliore era di andare in procura e denunciare tutto. Non l'ha fatto.
Il sabato sera le Procure sono chiuse, pero' potevo andare dai CC......... :D scherzo......;)...

E' vero non l'ho fatto e me ne pentiro' per sempre, perche' sono stato vittima e complice con il mio silenzio di un comportamento istruzionale assolutamente non regolare (diciamolo).

Tuttavia (e non e' una scusa) vorrei anche spiegare in che situazione si trova l'allievo: e' un militare che sta svolgendo una prova concorsuale, sottoposto al regolamento di disciplina, si trova all'interno di una scuola militare, con superiori con svariati anni di servizio, straspecializzati, gente superesperta magari plurimedagliati, non si permetterebbe mai di contraddire nessuno, sta vivendo il sogno di una vita, e soprattutto non avra' mai uno straccio di prova che non sia la sua parola.

Dove li trovavo i testimoni a 5000 piedi ground?

Cosa pensi avrebbe fatto il fenomeno in questo caso? Avrebbe negato tutto!! perche' se dovesse ammettere di aver dato un solo pugno saprebbe di poter dire addio (forse) alla sua carriera.

Il discorso che faccio e' estensivo ovviamente, riguarda ancora tante scuole militari delle FF.AA. purtroppo....

Onore a tutti coloro che nonostante gli schiaffoni ed i pugni sono riusciti comunque a raggiungere il traguardo, evidentemente sono stati piu' forti e tenaci di me, ve ne do atto.

Mi dispiace, ma la differenza sarà sempre quella: chi ha passato il corso sa cosa vuol dire selezione, chi non ce la fa si attaccherà sempre a questa o l'altra scusa.
Credimi, e non lo dico con rancore, mi attribuisco buona parte del mio fallimento, ma questo non significa che una persona, perche' si trovi in una posizione di vantaggio e di potere, si metta a giocare a fare DIO con la vita ed i sogni altrui.
Chi non ha fatto il pilota militare (e con questo non intendo dire che un militare è meglio di un civile) non potrà mai capire cosa vuol dire, nel bene e nel male.
Mi sarebbe piaciuto saperlo, pazienza.......

PS: uno dei miei migliori amici e' un pilota militare, non sono invidioso di lui, sono contentissimo che abbia raggiunto il suo sogno, perche' e' una gran brava persona, molto umile e generosa.
Tempo fa gli ho raccontato quello che mi e' successo....ti dico solo che mentre glielo raccontavo mi ascoltava in silenzio, scuotendo il capo, quasi gli stessi raccontando un film gia' visto.
Alla fine mi fa: mi dispiace davvero, sei stato molto sfortunato ad incontrare un ........... del genere.


Ciao a tutti

Avatar utente
raoul80
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1272
Iscritto il: 17 maggio 2006, 12:27
Località: Milano - Bari

Messaggio da raoul80 » 17 gennaio 2008, 11:06

frankRR ha scritto:
duck44 ha scritto: Però se veramente lui avesse avuto uno solo dei problemi di quel tipo la cosa migliore era di andare in procura e denunciare tutto. Non l'ha fatto.
Il sabato sera le Procure sono chiuse, pero' potevo andare dai CC......... :D scherzo......;)...

E' vero non l'ho fatto e me ne pentiro' per sempre, perche' sono stato vittima e complice con il mio silenzio di un comportamento istruzionale assolutamente non regolare (diciamolo).

Tuttavia (e non e' una scusa) vorrei anche spiegare in che situazione si trova l'allievo: e' un militare che sta svolgendo una prova concorsuale, sottoposto al regolamento di disciplina, si trova all'interno di una scuola militare, con superiori con svariati anni di servizio, straspecializzati, gente superesperta magari plurimedagliati, non si permetterebbe mai di contraddire nessuno, sta vivendo il sogno di una vita, e soprattutto non avra' mai uno straccio di prova che non sia la sua parola.

Dove li trovavo i testimoni a 5000 piedi ground?

Cosa pensi avrebbe fatto il fenomeno in questo caso? Avrebbe negato tutto!! perche' se dovesse ammettere di aver dato un solo pugno saprebbe di poter dire addio (forse) alla sua carriera.

Il discorso che faccio e' estensivo ovviamente, riguarda ancora tante scuole militari delle FF.AA. purtroppo....

Onore a tutti coloro che nonostante gli schiaffoni ed i pugni sono riusciti comunque a raggiungere il traguardo, evidentemente sono stati piu' forti e tenaci di me, ve ne do atto.

Mi dispiace, ma la differenza sarà sempre quella: chi ha passato il corso sa cosa vuol dire selezione, chi non ce la fa si attaccherà sempre a questa o l'altra scusa.
Credimi, e non lo dico con rancore, mi attribuisco buona parte del mio fallimento, ma questo non significa che una persona, perche' si trovi in una posizione di vantaggio e di potere, si metta a giocare a fare DIO con la vita ed i sogni altrui.
Chi non ha fatto il pilota militare (e con questo non intendo dire che un militare è meglio di un civile) non potrà mai capire cosa vuol dire, nel bene e nel male.
Mi sarebbe piaciuto saperlo, pazienza.......

PS: uno dei miei migliori amici e' un pilota militare, non sono invidioso di lui, sono contentissimo che abbia raggiunto il suo sogno, perche' e' una gran brava persona, molto umile e generosa.
Tempo fa gli ho raccontato quello che mi e' successo....ti dico solo che mentre glielo raccontavo mi ascoltava in silenzio, scuotendo il capo, quasi gli stessi raccontando un film gia' visto.
Alla fine mi fa: mi dispiace davvero, sei stato molto sfortunato ad incontrare un ........... del genere.


Ciao a tutti
Grazie Frank di cuore per averci raccontato la tua esperienza. Per me questo nn è altro che "nonnismo" benchè forse attirerò le ire di qualcuno, ma ognuno ha le proprie opinioni.
Da Wikipedia " All'interno degli eserciti il nonnismo è ufficialmente vietato e scoraggiato, benché non pochi ufficiali tendano a minimizzarlo considerandolo parte del processo formativo del militare. Talvolta diventa - più o meno consapevolmente - un mezzo efficace nella gestione della truppa, prefigurandosi come un'alternativa ufficiosa alla linea gerarchica formalizzata (catena di comando) e garantendo, per alcuni aspetti secondari ma non meno importanti (per esempio la gestione della vita di guarnigione), il buon funzionamento del reparto.
Le gerarchie, soprattutto ufficiali subalterni e sottufficiali, tendono quindi a ignorarlo, almeno fino a quando gli atti non superano livelli di gravità tali da dare luogo a scandalo, in genere in seguito a gravi infortuni o alla morte di una recluta."

Avatar utente
taxidriver
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 245
Iscritto il: 1 febbraio 2007, 20:08
Località: Roma(Italy)

Messaggio da taxidriver » 17 gennaio 2008, 12:05

raoul80 ha scritto:
frankRR ha scritto:
duck44 ha scritto: Però se veramente lui avesse avuto uno solo dei problemi di quel tipo la cosa migliore era di andare in procura e denunciare tutto. Non l'ha fatto.
Il sabato sera le Procure sono chiuse, pero' potevo andare dai CC......... :D scherzo......;)...

E' vero non l'ho fatto e me ne pentiro' per sempre, perche' sono stato vittima e complice con il mio silenzio di un comportamento istruzionale assolutamente non regolare (diciamolo).

Tuttavia (e non e' una scusa) vorrei anche spiegare in che situazione si trova l'allievo: e' un militare che sta svolgendo una prova concorsuale, sottoposto al regolamento di disciplina, si trova all'interno di una scuola militare, con superiori con svariati anni di servizio, straspecializzati, gente superesperta magari plurimedagliati, non si permetterebbe mai di contraddire nessuno, sta vivendo il sogno di una vita, e soprattutto non avra' mai uno straccio di prova che non sia la sua parola.

Dove li trovavo i testimoni a 5000 piedi ground?

Cosa pensi avrebbe fatto il fenomeno in questo caso? Avrebbe negato tutto!! perche' se dovesse ammettere di aver dato un solo pugno saprebbe di poter dire addio (forse) alla sua carriera.

Il discorso che faccio e' estensivo ovviamente, riguarda ancora tante scuole militari delle FF.AA. purtroppo....

Onore a tutti coloro che nonostante gli schiaffoni ed i pugni sono riusciti comunque a raggiungere il traguardo, evidentemente sono stati piu' forti e tenaci di me, ve ne do atto.

Mi dispiace, ma la differenza sarà sempre quella: chi ha passato il corso sa cosa vuol dire selezione, chi non ce la fa si attaccherà sempre a questa o l'altra scusa.
Credimi, e non lo dico con rancore, mi attribuisco buona parte del mio fallimento, ma questo non significa che una persona, perche' si trovi in una posizione di vantaggio e di potere, si metta a giocare a fare DIO con la vita ed i sogni altrui.
Chi non ha fatto il pilota militare (e con questo non intendo dire che un militare è meglio di un civile) non potrà mai capire cosa vuol dire, nel bene e nel male.
Mi sarebbe piaciuto saperlo, pazienza.......

PS: uno dei miei migliori amici e' un pilota militare, non sono invidioso di lui, sono contentissimo che abbia raggiunto il suo sogno, perche' e' una gran brava persona, molto umile e generosa.
Tempo fa gli ho raccontato quello che mi e' successo....ti dico solo che mentre glielo raccontavo mi ascoltava in silenzio, scuotendo il capo, quasi gli stessi raccontando un film gia' visto.
Alla fine mi fa: mi dispiace davvero, sei stato molto sfortunato ad incontrare un ........... del genere.


Ciao a tutti
Grazie Frank di cuore per averci raccontato la tua esperienza. Per me questo nn è altro che "nonnismo" benchè forse attirerò le ire di qualcuno, ma ognuno ha le proprie opinioni.
Da Wikipedia " All'interno degli eserciti il nonnismo è ufficialmente vietato e scoraggiato, benché non pochi ufficiali tendano a minimizzarlo considerandolo parte del processo formativo del militare. Talvolta diventa - più o meno consapevolmente - un mezzo efficace nella gestione della truppa, prefigurandosi come un'alternativa ufficiosa alla linea gerarchica formalizzata (catena di comando) e garantendo, per alcuni aspetti secondari ma non meno importanti (per esempio la gestione della vita di guarnigione), il buon funzionamento del reparto.
Le gerarchie, soprattutto ufficiali subalterni e sottufficiali, tendono quindi a ignorarlo, almeno fino a quando gli atti non superano livelli di gravità tali da dare luogo a scandalo, in genere in seguito a gravi infortuni o alla morte di una recluta."

Non credo che si possa parlare di nonnisomo in questo caso.....di fatto quello che è accaduto al nostro amico Frank è una sorta di violenza fatta da un suo superiore non da un altro ragazzo "anziano".

Si tratta quindi (forse) del comportamento di un singlo istruttore che ha calcato la mano in maniera eccessiva,tanto da detrminare un risultato controproducente.....
Queto accade perchè il sistema in cui si opera non può essereperfetto e quindi ogni tanto escono fuori questi montati che si credono chissa chi,ma che poi forse valgono molto poco.

Propio per quest'ultimo motivo io mi sono sentito di rispondere a chi diceva a Frank di "non permettersi mai più di gettare mer..a sugli istruttori ecc......" Siccome le teste di cavolo ci sono dappertuttoè verosimile che ci siano anche tra gli istruttori di volo di questa o quell'altra scuola,negare questo mi sembra un pò assurdo......
TAXIDRIVER
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 17 gennaio 2008, 12:40

Ragazzi non ci siamo proprio e non ci siamo neanche con l'ira.
Il nonnismo è una pratica in uso nei reparti dove se sbaglia una persona altri potrebbero avere delle serie conseguenze.
Es in fanteria: se io non so sparare è probabile che non riesca a coprire i miei colleghi.
Gli stessi colleghi mi infliggeranno delle punizioni non autorizzate perchè io sono un pericolo per loro.
Cosa centra in un rapporto allievo istruttore? Avete le idee molto confuse a riguardo
Se fate sport a un livello decente e il vostro allenatore vi riprende per qualcosa è nonnismo?
ma cosa pensate che infliggiamo pene corporali agli allievi che sbagliano?
raoul80 ma dove sei cresciuto? a scuola ti bastonavano?
Io non riesco a capacitarmi di quello che scrivete.
Allora tutti i piloti AM sono dei masochisti che vanno a soffrire in Accademia e magari ci provano pure gusto?
Sono sconcertato...
E' troppo stupido quello che scrivete.
Secondo voi io arrivo all'Aereo mi cazzio lo specialista che me l'ha prevolato e quello il giorno dopo me lo prevola alla stessa maniera?
Io preferisco arrivare, dargli del tu e magari essergli amico. Sono sicuro che lavorerà meglio.
Così con l'allievo. Se ci tiene se si impegna e se manda giù qualche rospo.
Non è l'università americana col tutor, è una scuola di volo.

Taxidiver rileggi tutto, ma tutto, e quando trovi che io ho affermato che è un sistema perfetto e che funziona tutto a meraviglia me lo evidenzi.

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 17 gennaio 2008, 12:46

taxidriver ha scritto:Propio per quest'ultimo motivo io mi sono sentito di rispondere a chi diceva a Frank di "non permettersi mai più di gettare mer..a sugli istruttori ecc......" Siccome le teste di cavolo ci sono dappertuttoè verosimile che ci siano anche tra gli istruttori di volo di questa o quell'altra scuola,negare questo mi sembra un pò assurdo......
La m***a non è stata tirata sugli istruttori, la m***a è tirata sull'AM poichè se una forza armata non sa selezionare e formare i propri quadri allora è meglio chiudere.

Avatar utente
taxidriver
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 245
Iscritto il: 1 febbraio 2007, 20:08
Località: Roma(Italy)

Messaggio da taxidriver » 17 gennaio 2008, 12:54

duck44 ha scritto:
taxidriver ha scritto:Propio per quest'ultimo motivo io mi sono sentito di rispondere a chi diceva a Frank di "non permettersi mai più di gettare mer..a sugli istruttori ecc......" Siccome le teste di cavolo ci sono dappertuttoè verosimile che ci siano anche tra gli istruttori di volo di questa o quell'altra scuola,negare questo mi sembra un pò assurdo......
La m***a non è stata tirata sugli istruttori, la m***a è tirata sull'AM poichè se una forza armata non sa selezionare e formare i propri quadri allora è meglio chiudere.
Considerando l anche 'ultima parte del tuo penultimo post :

"Taxidiver rileggi tutto, ma tutto, e quando trovi che io ho affermato che è un sistema perfetto e che funziona tutto a meraviglia me lo evidenzi. "

credo che ti stia rispondendo da solo no? non è perfetto e quindi è imperfetto,propio per questo ci si trova (se pur raramente) davanti a situazioni del genere....se c'è un istruttore deficiente non vuol dire che l'A.M non sia in grado di formare i suoi istruttori questa è una forzatura improponibile un legame che io non vedo.
TAXIDRIVER
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 17 gennaio 2008, 13:00

taxidriver ricominciamo, oggi ho pazienza, come sempre.
Ammettiamo l'idiota, è pieno te lo assicuro.
Ma tu che sei allievo e che penso che ci tieni e che VUOI fare sto benedetto lavoro... ma non dici nulla? Accetti il destino così?
Ma quando mai, ti batti, lotti con tutte le armi. Ma che uomo sei se non sei in grado di opporti ad una situazione del genere?
lo ripeterò all'infinito: il corso lo deve fare l'allievo non l'istruttore.
E il mio primo esempio è l'attuale Pony6, mio paricò, che a Latina ebbe una delle persone più stupide e scarse della storia di quella scuola... Oggi è Pony6!
Poi ragazzi se non capite lasciamo perdere.

Avatar utente
taxidriver
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 245
Iscritto il: 1 febbraio 2007, 20:08
Località: Roma(Italy)

Messaggio da taxidriver » 17 gennaio 2008, 13:36

duck44 ha scritto:taxidriver ricominciamo, oggi ho pazienza, come sempre.
Ammettiamo l'idiota, è pieno te lo assicuro.
Ma tu che sei allievo e che penso che ci tieni e che VUOI fare sto benedetto lavoro... ma non dici nulla? Accetti il destino così?
Anche io ho molta pazienza :lol:
A parte il fatto che le persone sono diferenti e che non tutti ragiscono allo stesso modo!! ti invito a rlieggere quello che dice poco sopra draklor.
duck44 ha scritto:Ma quando mai, ti batti, lotti con tutte le armi. Ma che uomo sei se non sei in grado di opporti ad una situazione del genere?
lo ripeterò all'infinito: il corso lo deve fare l'allievo non l'istruttore.
Capisco e approvo questo che dici,ma non pretendere che gli altri facciano come farest tu ,e non avere la certezza che opprsi solo come dici tu ad una situazione del genere sia l'unica via possibile a fare quello che vuoi,abbi il beneficio del dubbio.
Tra l'altro sono molto più propenzo a pensare che con un buon istruttore le cose potrebbero andare meglio,quindi un pò conterà pure l'istruttore,non ti sembra?
TAXIDRIVER
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
747forever
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 88
Iscritto il: 31 agosto 2007, 11:54

Messaggio da 747forever » 17 gennaio 2008, 13:47

Lasciando da parte le disquisioni se il racconto sia vero o meno.

Cerchiamo di fare un ragionamento lucido.

Duck: se quello che Frank ha raccontato è vero si può affermare che quello sia un metodo di "insegnamento" per verificare se l'allievo è idoneo o meno?
Questo istruttore è solo un montato o una persona che riesce ad utilizzare razionalmente metodi aggressivi per effettuare una selezione?

Io voglio sperare che, se pur brutto e disdicievole, quello sia solo un metodo di verifica perchè nei momenti terribili, secondo me, bisogna avere due palle cosi...
Chi si ricorda cosa passarono Bellini e Cocciolone durante la prigionia...?

Se fosse solo violenza gratuita o solo per antipatia questa persona sarebbe da allontanare del corpo... immediatamente.
Allegati
Cocciolone.jpg
Cocciolone.jpg (4.08 KiB) Visto 6409 volte

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 17 gennaio 2008, 14:36

Io so che rimarrò impopolare ma mi interessa poco.
A noi serve gente sveglia, MOTIVATA e con capacità di apprendimento elevate, oserei dire fuori dal normale. Perchè i soldi son pochi e il tempo anche, quindi bisogna spremere gli allievi. i fregnoni/frignoni vanno a casa. Il dubbio non mi viene.
Io di violenze gratuite ne ho subite da allievo. Da parte di personaggi noti, non solo a me. Quando io ero istruttore a Latina ero anche Ufficiale Sicurezza Volo e facevo lunghi briefing per invogliare gli allievi a denunciare fatti simili. mai saputo di cose illecite.
Poi c'è anche da fare una considerazione non da poco e mi rivolgo a taxidriver: la sensibilità personale non è standard. E' standard il volo. Ovvero l'SF260 stalla a 75kias (quello vecchio) in configurazione d'atterraggio. E' un parametro fisso.
Se ad un allievo gli dò del c*****e per stimolarlo posso avere due reazioni:
1) Si offende e chiude le porte di comunicazione (ovviamente è peggio per lui);
2) Si sveglia e non fa più quell'errore.
Istruttori asettici come dici tu caro taxidriver ce ne sono, di quelli che fanno il previsto nulla di più nulla di meno.
60 minuti di volo previsti? a 59 toccano la pista. Le manovre è previsto farle 1 volta? bene, o capisci o rimani indietro. Conversazioni ridotte a buongiorno e buonasera. Risultato? meno di zero, pochissimi idonei.
Gli Istruttori veri (con la I maiuscola) si addannano, ti stimolano e cercano di tirare fuori il meglio. Atterrano a 65 minuti, fanno 10 looping invece di 1, una botta sul casco, un pizzico sulla coscia, uno strillone. Risultato? Piloti! Tanti ed entusiasti.
Se non sta bene neanche questo meglio stare a casa.

Avatar utente
747forever
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 88
Iscritto il: 31 agosto 2007, 11:54

Messaggio da 747forever » 17 gennaio 2008, 15:13

duck non è una questione di essere impopolare.... però dai tuoi post sembra che tiri un colpo al cerchio ed uno alla botte!

Dici che è sbagliato ma ci vuole per trovare persone motivate! deciditi....

Avatar utente
Danny_Seaflame_Walker
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 298
Iscritto il: 1 aprile 2007, 21:06

Messaggio da Danny_Seaflame_Walker » 17 gennaio 2008, 15:42

io ho capito il senso delle sue parole.
non è controsenso piu di quanto lo sia la legge della selezione naturale.
daltra parte in natura avviene sempre cosi.

Avatar utente
Kandam
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 14:18
Località: Bruxelles

Messaggio da Kandam » 17 gennaio 2008, 16:24

infatti...non posso che dire che la vita è così...non è solo l'accademia...e pari pari nella vita i raccomandati ci sono, ci sono i figli di pu***na e tutto il resto...e se uno le cose le vuole deve combattere, punto.

Comunque l'appunto del nonnismo, magari ho scelto male la parola) era per dire che forse un istruttore idiota si vendica di quello che ha subito lui, pensando "se lo hanno fatto a me, beh ora è il mio turno" e lo fa per via del " potere" che ha sull'allievo. Se ho sbagliato parola mi scuso, comunque è questo ciò che intendevo ^^

Kandam
Mi accuseranno di aver fallito, non certo di non aver tentato

Preselezione 9/02/09: 42.77


Kandam

duck44
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 462
Iscritto il: 14 luglio 2007, 11:59

Messaggio da duck44 » 17 gennaio 2008, 16:48

747forever ha scritto:duck non è una questione di essere impopolare.... però dai tuoi post sembra che tiri un colpo al cerchio ed uno alla botte!

Dici che è sbagliato ma ci vuole per trovare persone motivate! deciditi....
Ma io ho deciso, caro, tanti anni fa.
Poi per il resto son stufo, fare il pilota militare non è obbligatorio.
Se lo si vuol fare ci sono delle condizioni.
Basta.
Auguri a tutti i concorrenti, io ne ho abbastanza di questo argomento. Pensavo di poter essere utile.

Avatar utente
747forever
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 88
Iscritto il: 31 agosto 2007, 11:54

Messaggio da 747forever » 17 gennaio 2008, 16:54

Va be auguri anche a te per la tua vita professionale. Scappando sicuramente non fai chiarezza.

Avatar utente
LS4
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 542
Iscritto il: 19 luglio 2007, 14:49
Località: LILC

Messaggio da LS4 » 17 gennaio 2008, 16:55

sicuramente non fai chiarezza
più chiaro di così! cosa doveva aggiungere?
Don't worry about the world coming to an end today. It's already tomorrow in Australia

Avatar utente
747forever
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 88
Iscritto il: 31 agosto 2007, 11:54

Messaggio da 747forever » 17 gennaio 2008, 17:22

LS4 ha scritto:
sicuramente non fai chiarezza
più chiaro di così! cosa doveva aggiungere?
scusa se non ho capito.

Io ho fatto a Duck una domanda sulla quale ha sorvolato.

L'aggressività dell'istrutture è solo per effettuare una selezione degli allievi o è solo fatta per il piacere di fare? Perchè non ha risposto?

Quello che ho capito io (ma posso sicuramente sbagliarmi) è che non è un metodo ma solo qualcosa che devi passare se vuoi fare il pilota! Non si chiama nonnismo ma diciamo più una regola non scritta... se riesci a superare queste difficoltà diventi pilota altrimenti ti ritiri. Lui pur di diventare pilota ha subito ed è riuscito pure bene....

Se è cosi ci vuole tanto a dirlo?
Se ho capito male spiega tu no?

Avatar utente
Brandy25
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 54
Iscritto il: 21 ottobre 2006, 10:04
Località: ovunque...sempre in giro

Messaggio da Brandy25 » 17 gennaio 2008, 18:15

Ciao a tutti,

sono un pilota militare di un corso dopo quello di duck....
....abilitazioni....vediamo....
f104....f16....efa....
incidenti...qualcuno....ma sono ancora vivo...
a chi devo dire grazie? a gli strilloni che mi sono preso....alla pazienza di chi mi ha dato gli strilloni.....alle giornate passate ad ascoltare i miei istruttori e poi gli anziani del gruppo (caro amico della marina in italia gli squadroni c'erano al temmpo dei fascisti!).
Istruttori teste di ca..o? ce ne sono sempre stati! pochissimi.....che sanno dare molto più di quello che si pensa ad un primo impatto! risultato? non hanno mai fatto la differenza per gli iter addestrativi.
Purtroppo il nostro amico che ha aperto il post non era adatto....magari sarà un pilota bravissimo in campo civile!
non esiste alcun nonnismo....il rispetto, la fiducia, la preparazione, l'obbedienza etc. etc. degli istruttori fanno la differenza tra scrivere su un forum e farsi scrivere una bella frase sul marmo.
mettere in mano ad un ragazzo un pezzo di ferro da 100 milioni di euro con 8 missili sotto è una responsabilità ( come quella di un c130 con 60 paracadutisti che vanno a fare la guerra o recuperare una giornalista del ca..o in mezzo a chi ti spara).....c'è chi è idoneo chi no.
Se fosse facile farlo probabilmente la selezione non ci sarebbe.

per inciso...le cose sono cambiate un bel po' da quando abbiamo fatto il corso io e duck ( duck proprio oggi si parlava al tavolo da pranzo del "COLCI"...."PASSERO"..."GRAPPIOLO" etc etc.!)...ed in meglio!
ma non ho mai subito un atto di nonnismo, nè ne ho mai visto fare uno
ciao

Avatar utente
LS4
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 542
Iscritto il: 19 luglio 2007, 14:49
Località: LILC

Messaggio da LS4 » 17 gennaio 2008, 18:37

[quote=747forever]Non si chiama nonnismo ma diciamo più una regola non scritta... se riesci a superare queste difficoltà diventi pilota altrimenti ti ritiri.[/quote]

è la vita che così: troverai sempre il prof che ce l'ha con te, l'assistente che cercherà di segarti in tutti i modi, il capo che ti farà disperare....usw
Don't worry about the world coming to an end today. It's already tomorrow in Australia

frankRR
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 15 dicembre 2007, 13:05

Messaggio da frankRR » 17 gennaio 2008, 18:40

747forever ha scritto:duck non è una questione di essere impopolare.... però dai tuoi post sembra che tiri un colpo al cerchio ed uno alla botte!

Dici che è sbagliato ma ci vuole per trovare persone motivate! deciditi....
Quoto,
anche io ho percepito un pò di incoerenza nelle parole di Duck, tuttavia lo ringrazio perchè dimostra di essere aperto al confronto, combatte e si vede che l'argomento gli sta molto a cuore.

In sostanza lui dice che io ho screditato l'Istituzione.
Niente di tutto ciò te lo posso assicurare, ho rispetto, ammirazione e simpatia per l'Istituzione di cui tu fai parte che considero SANA, però come ti è stato già spiegato l'Organizzazione Perfetta non esiste, i "fenomeni" sono dappertutto nel mondo, e spesso è difficile sgamarli perchè sono anche astuti.

Io non ho gettato m....., ho semplicemente narrato un' esperienza che hai narrato anche tu, tu ce l'hai fatta, onore al merito, ma non cercare di far passare l'assunto secondo cui quello che mi (ti) è capitato sia opportuno, necessario e legittimo.

Non è nè opportuno, nè necessario, nè soprattutto legittimo.

Poi detto tra noi, ed al di là di tutte le disquisizioni giuridiche, ho la maturità e l'intelligenza per capire la differenza che c'è tra un ceffone "istruzionale", fatto da un insegnante in buona fede che ci mette il cuore e l'anima, da un "pestaggio" volto principalmente all'annientamento psicologico o per altri fini che nulla hanno a che vedere con l'insegnamento.

Una piccola videocamera con microfono in cabina tutelerebbe tutti (Istruttori ed Allievi).

Spero che tu non abbandoni la discussione, mi dispiacerebbe.

Ciao a tutti.

Avatar utente
Brandy25
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 54
Iscritto il: 21 ottobre 2006, 10:04
Località: ovunque...sempre in giro

Messaggio da Brandy25 » 17 gennaio 2008, 19:44

Frankrr.....non credo proprio che duck abbia voluto dire che tutto ciò che succede sia opportuno, nè necessario, nè soprattutto legittimo.....
...ma che la realtà vista da aspetti diversi prendere forma di diverse verità.

La tua è quella che hai descritto.....ma ti posso assicurare che la realtà và valutata nel complesso.....se rimani shockato perchè qualcuno ti striglia...vai pure a fare un altra cosa.....ma non dire che l'aeronautica che spende milioni di euro in addestramento, ha professinisti pazzi che distruggono gli allievi!

le telecamere su gli aerei???.....perchè non un terzo posto per l'avvocato??....un quarto per la mamma???
e comunque le telecamere ed i microfoni su gli aerei ci stanno.....ma per le cose serie...non per dimostrare le differenze tra pilota e pilota.

Rispondi