Ilyushin intercettato sopra Napoli

Area dedicata alla discussione sull’Aviazione Militare, gli Aerei, i Reparti e le Basi, le Pattuglie acrobatiche

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Ilyushin intercettato sopra Napoli

Messaggio da Almost Blue » 11 ottobre 2008, 2:04

Ci provo io. Un' onda sonora non è nient'altro che un'onda pressoria, con una certa frequenza (in realtà è sempre un fascio più o meno armonico di frequenze). Se urta un vetro, può romperlo. :mrgreen: (Inoltre, a bassa quota, l'aria è pure più densa, quindi il suono ci viaggia pure meglio).
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Hartmann
FL 500
FL 500
Messaggi: 10617
Iscritto il: 7 marzo 2007, 9:44

Re: Ilyushin intercettato sopra Napoli

Messaggio da Hartmann » 12 ottobre 2008, 14:43

Almost Blue ha scritto:
Hartmann ha scritto:
Aspetta, mica l'ho capita sta cosa. Allora perchè non gli hanno ordinato di stare furori dal nostro spazio aereo o altro?! Il tipo era fuori pino di volo e rispondeva "stranamente", non è questo che si è detto?!
Beh, veramente non proprio. Lo so che tu li vorresti tirare giù tutti, ma siccome NON siamo in stato di guerra con nessun paese (per fortuna), non credo che non permettano il traffico con questa drasticità, non ci sarebbe più aviazione civile, MICA siamo l'URSS. Si parte dal principio che le tracce in avvicinamento all'Italia siano graditi ospiti e non odiati nemici. :mrgreen:
L'aereo sarà stato "preso in carico" da un nostro controllore al momento stesso della sua entrata nel nostro spazio aereo. Diciamo (a linee grandi così :mrgreen: ) che lo spazio aereo e diviso in "quadratini" e ogni controllore si occupa di quello che c'è nel suo quadratino. Quando il responsabile del quadratino ha avuto elementi per poter pensare che questo aereo aveva elementi di "irregolarità" (non tanto di minaccia) ha ritenuto appropriato attivare, assumendosene la responsabilità, tutta la trafila per passarlo sotto controllo militare e su questo ci saranno dettagliatissimi regolamenti che stabiliscono le procedure per ogni eventualità. Una volta affidato ai militari, dipende da loro, tenendo sempre conto del traffico già presente in area.
Altra cosa sarebbe stata se per esempio a bordo dell' Il 76 ci fossero state personalità "sgradite" all'Italia. Allora sì che: o, una volta accertato che aveva abbastanza carburante, gli impedivano di avvicinarsi al nostro spazio aereo, oppure lo obbligavano ad atterrare in una nostra base militare.
Tutto chiaro e noto, evidentemente mi sono espresso male. Non mi aspettavo certo che lo abbattessero. Quello che mi sfugge è: visto che seguiva le indicazioni da terra, cosa ha fatto partire lo scramble? qual è stato il comportamente "strano"? Mi ero immaginato che non rispondesse alla radio e girasse un po' a cavolo, ecco.

Ciao
H

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15563
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Ilyushin intercettato sopra Napoli

Messaggio da JT8D » 12 ottobre 2008, 16:38

Volevo comunque precisare che è sbagliato parlare di "muro del suono", di "bang dovuto alla rottura del muro del suono", e altre cose simili.

Al superamento della velocità del suono si creano delle onde d'urto che sono avvertite anche a terra. Tra l'altro il numero di "bang" può variare, perchè gli urti sono generati dalla fusoliera, dalle ali (tra l'altro i profili supersonici, diamante e lastra sottile, generano portanza proprio con un meccanismo di "urto - espansione"): con l'a/m a bassa quota esse sono ravvicinate e indistinguibili, dando origine ad un bang violentissimo. Con a/m ad alta quota le onde d'urto posono essere avvertite distinte tra loro.
Poi, se il velivolo prosegue sopra M=1, crea in continuazione queste onde d'urto: noi al suolo udiamo il bang relativo al nostro punto di ascolto; ma non si ha un bang unico, il rumore si sposta con il velivolo.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Barone Rosso
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 579
Iscritto il: 13 gennaio 2007, 15:03
Località: UK... per ora

Re: Ilyushin intercettato sopra Napoli

Messaggio da Barone Rosso » 12 ottobre 2008, 18:16

Aldus ha scritto:
Barone Rosso ha scritto:mi permettete una critica???
So che è quasi impossibile fare di meglio... però secondo me 30 minuti da quando l'aereo viene identificato a quando viene intercettato sono un pò troppi.

Se lo scramble è stato dato alle 7.18, è presumibile che già da qualche minuto si cercava di identificare l'Ilyushin. Alle 7.24 il decollo degli F-16, fin qui fantastico. Pero' è stato intercettato alle 7.45. Se l'aereo bielorusso avesse avuto cattive intenzioni non pensate che avrebbe avuto tutto il tempo di fare quello che voleva? Tra l'altro mi sembra che la rotta dalla libia fosse molto sospetta e come descritto nell'articolo, il pilota aveva un atteggiamento un pò schivo.

Sarà che forse i nostri sistemi di rilevameno devono essere potenziati?
Ci sono tempi "burocratici" (e forse tecnici) a cui far fronte prima di far decollare i caccia.
Non c'è da stupirsi dunque se passi un po' di tempo.

Riguardo al pilota del l'Ilyushin - pilota che "aveva un atteggiamento un po' schivo" -, c'è poco da fare lo schivo contro due F-16 armati che ti stanno addosso.
C'è solo da dire "sissignore" ed obbedire alle loro richieste, e alla svelta. :D
Si Aldus sono perfettamente daccordo che ci sono dei tempi burocratici e anche tecnici da rispettare... però se per intercettare un aereo ci vogliono 30 minuti... sarai daccordo con me che per un aereo e un pilota male intenzionato è un tempo sufficiente a fare qualsiasi danno
CPL/IR MEP ATPL JAA (ed FAA)

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Ilyushin intercettato sopra Napoli

Messaggio da Almost Blue » 13 ottobre 2008, 12:31

Tutto è possibile, ma se ci hanno messo 30 minuti, secondo me, è perchè non avevano motivi concreti per mettercene de meno. Se vado al pronto soccorso con il mignolino rotto, mica si scapicollano tutti come se io avessi un un infarto da restarci secco. L' Il 76 sarà stato seguito momento per momento da terra e siccome non avrà dimostrato comportamenti "bizzarri", tipo perdere quota e/o non rispondere, i vari operatori avranno preso la cosa con più calma: forse quello faceva il furbacchione perchè sapeva di non essere del tutto in regola con piano di volo, ecc...ed avrà fatto finta di sapere male l'inglese, o di essere lento di comprendonio, tirandola per le lunghe ed allora gli hanno mandato su gli F 16, così magari avrà capito prima e meglio che doveva fare e, soprattutto, che non era più nel bel cielo d' Africa, ma in quello, quantomeno altrettanto bello, italiano.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Mig Libico intercettato sopra Napoli

Messaggio da danyc77 » 15 ottobre 2008, 22:27

innox ha scritto:...o perchè il Reparto che "montava" d'allarme era quello di Trapani...
Confermo che sono stati due F16 del 37° di Birgi. SMS da un amico "niente in tv stasera?" :roll:
Hahahaha....mi sarebbe piaciuto vederlo in azione il mio amico Alessandro! :D

...6 i minuti richiesti dall' allarme al T/O, sul tempo di intercettamento non l'ho chiesto all'interessato...

...Ecco l'artefice dello Scramble e del bang-sonico, di persona con tanto di Vipera su: http://www.italianvipers.com/forum/view ... =88&t=5329
dalla 28° e 30° foto e segg.
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Rispondi