Flop 22..?

Area dedicata alla discussione sull’Aviazione Militare, gli Aerei, i Reparti e le Basi, le Pattuglie acrobatiche

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5801
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Flop 22..?

Messaggio da sigmet » 10 luglio 2009, 21:30

Il super-caccia F22 'Raptor', il fiore all'occhiello dell'aeronautica Usa da 350 milioni di dollari l'uno, si e' rivelato pieno di difetti. L'aereo, prodotto dalla Lockheed Martin e dalla Boeing ed entrato in servizio da 4 anni, richiede 34 ore di manutenzione per ogni ora di volo. Per tenerlo in aria, quindi, i contribuenti americani pagano tra 44.000 e 49.000 dollari l'ora. Solo il 55% della flotta del 'Raptor' e' operativa e in grado di difendere gli Stati Uniti: nessun F22 e' mai stato impiegato infatti in Iraq e in Afghanistan. Questi solo alcuni dei problemi che, secondo un rapporto interno del Pentagono rivelato dal Washington Post, affliggono il caccia piu' moderno del mondo. Caccia progettato negli anni '80 in piena guerra fredda per contrastare un omologo russo mai realizzato. Tra i problemi principali del jet e' proprio la vernice segreta, che insieme alla speciale configurazione della fusoliera, lo rendono invisibile ai radar (stealth). La pellicola e' particolarmente delicata tanto che basta un po' di pioggia per danneggiarla. Per riparare solo questo tipo di danno il velivolo deve restare fermo per due giorni solo per far asciugare la vernice. Secondo il Post la cosa piu' grave e' che una delle societa' costruttrici, la Boeing, nel 2005 scopri' a causa di un sub-fornitore problemi potenzialmente letali alla struttura di titanio del jet. La societa' si accordo' con l'aeronautica per risolvere il problema ma il tutto a spese del Pentagono. L'avveniristico tettuccio dell'F22 imprigiono' per ore un pilota all'interno della carlinga per diverse ore prima che i tecnici riuscissero a liberarlo. Il tutto per poi scoprire che andava sostituito ogni 18 mesi: in pratica le superficie laminate che proteggevano i cristalli si opacizzavano rapidamente rendendoli inservibili. L'articolo del Post, basato su dati del Pentagono, fornira' un grande aiuto al segretario alla Difesa Robert Gates. Quest'ultimo, su mandato del presidente Obama, ha deciso di fermare il prossimo anno a quota 187 la produzione degli F22. Il Congresso, malgrado sia a maggioranza democratica e quindi (almeno in teoria) dalla parte del presidente, d'accordo con l'Us Air Force vuole invece che la produzione non venga interrotta. I singoli senatori sono preoccupati delle ricadute occupazionali del taglio del programma. Gates pur di porre fine al progetto da 65 miliardi di dollari complessivi ha suggerito a Obama di porre il veto contro il Congresso. Il 25 marzo un F22 e' precipitato causando la morte del pilota per i problemi, scrive il Post, causati dall'apertura della stiva armi interne ad alta velocita'. Lockeed Martin continua a difendere la bonta' dell'F22 che, dice un portavoce, "ha (dimostrato) capacita' senza uguali".
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Matt
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 84
Iscritto il: 13 aprile 2008, 21:53
Località: Italia

Re: Flop 22..?

Messaggio da Matt » 10 luglio 2009, 22:18

sigmet ha scritto:Il super-caccia F22 'Raptor', il fiore all'occhiello dell'aeronautica Usa da 350 milioni di dollari l'uno, si e' rivelato pieno di difetti. L'aereo, prodotto dalla Lockheed Martin e dalla Boeing ed entrato in servizio da 4 anni, richiede 34 ore di manutenzione per ogni ora di volo. Per tenerlo in aria, quindi, i contribuenti americani pagano tra 44.000 e 49.000 dollari l'ora. Solo il 55% della flotta del 'Raptor' e' operativa e in grado di difendere gli Stati Uniti: nessun F22 e' mai stato impiegato infatti in Iraq e in Afghanistan. Questi solo alcuni dei problemi che, secondo un rapporto interno del Pentagono rivelato dal Washington Post, affliggono il caccia piu' moderno del mondo. Caccia progettato negli anni '80 in piena guerra fredda per contrastare un omologo russo mai realizzato. Tra i problemi principali del jet e' proprio la vernice segreta, che insieme alla speciale configurazione della fusoliera, lo rendono invisibile ai radar (stealth). La pellicola e' particolarmente delicata tanto che basta un po' di pioggia per danneggiarla. Per riparare solo questo tipo di danno il velivolo deve restare fermo per due giorni solo per far asciugare la vernice. Secondo il Post la cosa piu' grave e' che una delle societa' costruttrici, la Boeing, nel 2005 scopri' a causa di un sub-fornitore problemi potenzialmente letali alla struttura di titanio del jet. La societa' si accordo' con l'aeronautica per risolvere il problema ma il tutto a spese del Pentagono. L'avveniristico tettuccio dell'F22 imprigiono' per ore un pilota all'interno della carlinga per diverse ore prima che i tecnici riuscissero a liberarlo. Il tutto per poi scoprire che andava sostituito ogni 18 mesi: in pratica le superficie laminate che proteggevano i cristalli si opacizzavano rapidamente rendendoli inservibili. L'articolo del Post, basato su dati del Pentagono, fornira' un grande aiuto al segretario alla Difesa Robert Gates. Quest'ultimo, su mandato del presidente Obama, ha deciso di fermare il prossimo anno a quota 187 la produzione degli F22. Il Congresso, malgrado sia a maggioranza democratica e quindi (almeno in teoria) dalla parte del presidente, d'accordo con l'Us Air Force vuole invece che la produzione non venga interrotta. I singoli senatori sono preoccupati delle ricadute occupazionali del taglio del programma. Gates pur di porre fine al progetto da 65 miliardi di dollari complessivi ha suggerito a Obama di porre il veto contro il Congresso. Il 25 marzo un F22 e' precipitato causando la morte del pilota per i problemi, scrive il Post, causati dall'apertura della stiva armi interne ad alta velocita'. Lockeed Martin continua a difendere la bonta' dell'F22 che, dice un portavoce, "ha (dimostrato) capacita' senza uguali".
La mia faccia è questa :shock: , anche se qualcosina si sapeva e si poteva intuire. Sapete il link dell'articolo?
..:© Volli, sempre volli, fortissimamente volli ©:...:© Non Omnia Possumus Omnes ©:..

Avatar utente
Paternostro
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 211
Iscritto il: 29 maggio 2008, 20:09

Re: Flop 22..?

Messaggio da Paternostro » 10 luglio 2009, 22:52

spero che questo non valga per suo cugino f35...dopo tutti i soldi che abbiamo speso per prenderlo
Immagine
Immagine
Immagine


AMVI - Aeronautica Militare Virtuale Italiana
S.Ten. Antonio "Croxxus" Paternostro

Avatar utente
Dysko
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 830
Iscritto il: 21 dicembre 2008, 13:24
Località: Milano
Contatta:

Re: Flop 22..?

Messaggio da Dysko » 10 luglio 2009, 22:54

Se non sbaglio, durante il rischieramento a Okinawa, 2 F-22 hanno avuto seri problemi di software quando hanno attraversato la linea di cambiamento di data e sono stati costretti a interrompere la missione per essere "accompagnati" alle Hawaii da un'aerocisterna.

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10148
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Flop 22..?

Messaggio da richelieu » 11 luglio 2009, 15:45

Però rimane tuttora un "oggetto di desiderio" .....
Officials Make Case For More F-22s
Jul 10, 2009
By David A. Fulghum (Aviation Week & Space Technology)

A chorus of U.S., Japanese and Israeli officials believe that China, Russia and Iran present common problems that more F-22 Raptors could help solve.

Japan’s F-15J force, once top of the line, is now “outclassed by the new generation of Chinese fighters” such as the Su-30MKK, former Chairman of the Joint Chiefs of Staff U.S. Air Force Gen. Richard Myers (ret.), tells Aviation Week.

Moreover, China’s air defenses, which include variants of Russian-made, long-range SA-10s and SA-20 (S-300 family) missiles, can only be penetrated by the fast, high-flying, stealthy Raptor.

Japan’s Defense Ministry has studied the problem closely and, at least internally, has produced “a very impressive tactical rationale” for buying the F-22 if its sale is approved by the U.S. Congress. Myers predicts that any resistance within the U.S. Air Force to selling Raptor technology to Japan, “an incredibly staunch ally,” will be isolated and not critical.

Such considerations are pressing because tensions are growing over Japan’s far-flung island empire, some of it mineral rich, that stretches to within 125-150 miles of China. That distance, interestingly enough, is the range of the Raptor’s advanced radar, compared to 56 miles for the F-15. Japan feels it must be prepared to defend its area of responsibility from a new generation of regional threats – including China’s increasingly sophisticated fighter force, which boasts the J-10 – that can carry its new, small-radar-signature, air-launched cruise missiles. Japan also needs a precision bombing capability if any of its islands are occupied.

While he won’t pick a fight with the current management of the Pentagon over ending production of the F-22, Myers makes the point in public that only under the umbrella of air superiority that the Raptor provides can U.S. military endeavors succeed. He also contends that there is a fleeting window — now — in which to approve the sale of F-22s to foreign air forces, in particular Japan, which has expressed a willingness to pay twice the price ($290 million) charged to the U.S. Air Force ($142 million) for the stealthy aircraft.

In the same vein, Israeli Air Force officials contend that even a single squadron of F-22s, despite the cost and problems with maintaining a small fleet, is worth the cost in its deterrent value.

In the Middle East, the sale of S-300s and other advanced missiles to Iran and Syria has set off alarms in the U.S. Current Chairman of the Joint Chiefs Adm. Mike Mullen was asked recently if the sale of SA-20s to Iran had come up in talks with Russia.

As part of the summit in Moscow, there “was a document that I signed with my counterpart, General Makarov, and it focuses on military-to-military cooperation,” Mullen says. “One of the areas I discussed with him ... is that issue and recognizing that particular system is a game-changer. I focused on that. That’s a huge concern because of the potential [the S-300] has.”

Mullen also referred to Iran’s development of a nuclear weapon and discussed what he meant by saying publicly that all options, including military options, for stopping the work are on the table.

“I wouldn’t over-read the fact that I said, ‘including military options,’” he says. “Where we’re challenged here is the time frame [for Iran’s development of a bomb of] one to three years. My concern is that the clock has continued to tick. I believe Iran is very focused on developing this capability and I think, should they get it, it will be very destabilizing.

“Another question is the whole strike option piece,” Mullen says, which refers to preemptive bombing to disrupt Iran’s nuclear weapons manufacturing chain. “I also think that would be very destabilizing and hugely significant.”


Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10148
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Flop 22..?

Messaggio da richelieu » 11 luglio 2009, 15:52

Questo è il link con lo "Washington Post" .....

http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/co ... 9071001019

..... buona lettura .....

:wink:

vena
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 10 giugno 2009, 11:40

Re: Flop 22..?

Messaggio da vena » 11 luglio 2009, 17:59

da quello che ho sentito, qualche tempo fa, in una simulazione dell'USAF, una flotta di f-22 e di f-18 è stata sconfitta da un'altra di su-37 e di velivoli cinesi... insomma questo programma f-22 lascia troppe perplessità... :shock: :shock:
http://www.airpassion.it, portale italiano sull'aeronautica con forum annesso

Avatar utente
Morpheus7
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 986
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 16:16

Re: Flop 22..?

Messaggio da Morpheus7 » 11 luglio 2009, 20:35

beh dai raga è sempre il Washington Post qualche ca***ta la spara ... non vi fate abbindolare :!:
Immagine Luigi G. :indian:

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Flop 22..?

Messaggio da Almost Blue » 11 luglio 2009, 21:30

L' F-22 è il primo di una nuova generazione di aerei, un modo completamente nuovo e prima sconosciuto di concepire il combattimento aereo: come tutti i capostipiti di nuove generazioni esso rappresenta l'espressione massima possibile della tecnologia della sua epoca ed è afflitto da problemi che non riguardano gli aerei di generazioni precedenti, come accadde, credo, anche per il Me-262.
Comunque mi pare strano che la vernicie di un caccia supersonico ad alte prestazioni non resista alla pioggia. Forse non resiste alle goccie di pioggia a 2.000 Km/h.
Ho letto che alla fine hanno optato per la decisione di segare il tettuccio: segato il canopy di uno stealth con pellicola in oro zecchino !?!? Io avrei abbandonato il pilota al suo destino.... Sono sicuro che quello con il frullino segava.....e piangeva..... :mrgreen:
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
87Nemesis87
FL 150
FL 150
Messaggi: 1960
Iscritto il: 9 maggio 2008, 14:51
Località: Somewhere over the rainbow...

Re: Flop 22..?

Messaggio da 87Nemesis87 » 12 luglio 2009, 10:27

Almost Blue ha scritto: Ho letto che alla fine hanno optato per la decisione di segare il tettuccio: segato il canopy di uno stealth con pellicola in oro zecchino !?!? Io avrei abbandonato il pilota al suo destino.... Sono sicuro che quello con il frullino segava.....e piangeva..... :mrgreen:
tutti gli ingegneri li in zona che mentre quello segava piangevano a dirotto ad ogni frammento di tettuccio che si staccava :lol:
...finalmente laureato!!!

...ATPL: Completato!!
-- MEP, SEP, IR, CPL, MCC --
-- CRJ-100/900 Type Rated --
-- B737-300/900/MAX Type Rated --

Rispondi