Elicottero Stealth USA

Area dedicata alla discussione sull’Aviazione Militare, gli Aerei, i Reparti e le Basi, le Pattuglie acrobatiche

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
stedias21
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 344
Iscritto il: 9 giugno 2009, 10:18
Località: Lugano

Elicottero Stealth USA

Messaggio da stedias21 » 4 maggio 2011, 9:02

Ciao a tutti,

Da varie fonti sembra che i Seals che hanno ucciso Bin Laden in Pakistan hanno utilizzato un elicottero stealth.
Si parla di una versione modificata del H-60 Blackhawk la quale ha utilizzato la tecnologia del vecchio progetto Boeing/Sikorsky RAH-66 Comanche. Tutto queste speculazioni sono nate dalle fotografie dei rottami dell'elicottero che ha avuto un guasto tecnico ed è stato distrutto dagli stessi Seasl nel giardino della abitazione di Bin Laden, sono rimaste visibili solamente la struttura della coda che presenta interessanti accorgimenti che non permettono di identificare nessun tipo di elicottero conosciuto.

Vi link l'articolo su Aviation Week e le fotogragie dei rotami:
http://www.aviationweek.com/aw/generic/ ... el=defense

http://www.corriere.it/gallery/esteri/0 ... e6.shtml#4

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Almost Blue » 4 maggio 2011, 9:49

Potrebbe anche essere che più che ridurre la sezione radar, quella "cosa" sia fatta per ridurre il rumore.
La villa di Bin Laden ad Abbottabad non penso che fosse difesa da potenti sifese missilistiche terra-aria a guida radar o radio: un SA-6, un SA-8, o un SA-13 in giardino con le relative antenne di scoperta avrebbero dato nell'occhio nel centro di Abbottabad.
Quindi forse quel cono di coda è disegnato più per ridurre il rumore, in modo da arrivare praticamente addosso ai nemici prima di buttarsi giù dall'elicottero o di qualunque cosa si tratti.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
stedias21
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 344
Iscritto il: 9 giugno 2009, 10:18
Località: Lugano

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da stedias21 » 4 maggio 2011, 10:22

Infatti sembra un "tappo" per chiudere il rumore generato dal rotore di coda, ma però se noti dalle fotografie anche il colore / vernice sembra diversa da solito...e anche lo spigolo un po' differente dal solito H-60 Blackhawk, comunque penso che non lo sapremo mai di preciso! :D

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 4 maggio 2011, 10:36

Qualunque cosa fosse .....

Immagine

..... hanno fatto in modo che ne rimanesse ben poco ..... ad eccetto della sezione caudale che era rimasta al di là del muro ....

Immagine

Immagine

Altre immagini in questo aericolo ....

http://www.dailymail.co.uk/news/article ... pound.html

.

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1387
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da sidew » 4 maggio 2011, 10:41

non sarebbe un MH-83 Pave Low III ?
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 4 maggio 2011, 11:50

Mi sembra troppo piccolo per un Super Stallion e poi forse volevi dire "MH-53".
E comunque l'MH-53 lo stabilizzatore di coda ce l'ha solo sulla destra mentre a me quello nella foto mi sembra che assomiglia a quello dell'UH-60 e dell'Apache.
No secondo me è qualcosa di completamente nuovo. Se è un Black Hawk è un Black Hawk completamente modificato.
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

alexrax
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 13 agosto 2008, 11:15

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da alexrax » 5 maggio 2011, 16:20

non è un black hawk modificato, è troppo piccolo

http://it.wikipedia.org/wiki/File:UH-60_dimensions.png

l'altezza da terra del black hawk è di 3,70 mt solo la coda sarà più lunga se il muro è di 4 mt! Poi ragazzi in 79 su 4 di quelli come ci salivano? Deve essere qualcosa di più grande.

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1387
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da sidew » 5 maggio 2011, 17:32

Immagine

l'articolo dove compare questa immagine: http://www.wired.com/dangerroom/2011/05 ... ry-copter/
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 5 maggio 2011, 21:00

sidew ha scritto:Immagine

l'articolo dove compare questa immagine: http://www.wired.com/dangerroom/2011/05 ... ry-copter/
Diamo a Cesare quel che è di Cesare .....

..... l'immagine in questione è di origine tutta italiana ..... e proviene da qui .....

http://cencio4.wordpress.com/2011/05/04 ... helo-down/

..... e ce n'è pure una versione aggiornata .....

http://cencio4.wordpress.com/2011/05/05 ... ed-sketch/


Immagine


:wink:

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1387
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da sidew » 6 maggio 2011, 0:32

richelieu ha scritto: Diamo a Cesare quel che è di Cesare .....

..... l'immagine in questione è di origine tutta italiana ..... e proviene da qui .....

http://cencio4.wordpress.com/2011/05/04 ... helo-down/

:wink:
Non conoscevo l'esistenza di questo blog.

Sembra interessante... appena sono libero me lo guardo con calma i post piu vecchi per farmi una idea...
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 6 maggio 2011, 16:50

Stephen Trimble, nel suo blog "The DEW Line" e in un articolo su "flightglobal.com", accredita l'ipotesi di un MH-60 modificato e .....

http://www.flightglobal.com/blogs/the-d ... raphi.html

..... visto che grafica?

:wink:

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 6 maggio 2011, 20:29

Figata.
Ma io ritiro a indovinare e affermo che quello è un elicottero (elicottero perchè mi pare un rotore anticoppia quello delle foto) totalmente nuovo.
"Non sembra come gli altri. E non vola come gli altri. Perchè non è come gli altri!"
Richelieu questa non so se te la ricordi.

Allegati
blue-thunder-special-edition-20090804033059299-000.jpg
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

Avatar utente
sidew
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1387
Iscritto il: 24 maggio 2007, 8:28
Località: Milan, Italy
Contatta:

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da sidew » 6 maggio 2011, 20:56

Parli del progetto Thor?

Tactical
Helicopter
Offensive
Response


meglio conosciuto ai profani come blue thunder..

Pero montava il fenestron...
Aldo

"Oops!" - Shannon Foraker, Ashes of victory

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 7 maggio 2011, 0:10

Hobo ha scritto:Figata.
Ma io ritiro a indovinare e affermo che quello è un elicottero (elicottero perchè mi pare un rotore anticoppia quello delle foto) totalmente nuovo.
"Non sembra come gli altri. E non vola come gli altri. Perchè non è come gli altri!"
Richelieu questa non so se te la ricordi.


Immagine

Avevo visto a suo tempo il film ma, onestatamente, non è che me ne ricordi molto ..... comunque, come diresti tu ..... "Roba da tardo Mesozoico" .....

:wink:

Quanto al fatto che potrebbe trattarsi di un elicottero completamente nuovo, chi può dirlo (almeno per ora)?
C'è da considerare che Bill Sweetman, di "AW&ST" e "DTI", che, a livello giornalistico, è probabilmente la persona più competente in fatto di tecnologie stealth, accredita l'ipotesi di una versione ampiamente modificata del "Black Hawk".
Infatti, in un articolo che apparirà lunedi su "AW&ST", scrive fra l'altro .....
According to widely published photographs from Abbottabad, at least one previously undisclosed, low-observable helicopter apparently was part of the U.S. task force that killed and recovered bin Laden’s body. It appears to be a significantly modified version of a Sikorsky H-60 Black Hawk, although whether an MH-60K, L or M version is still unknown. The U.S. Army’s 160th Special Operations Aviation Regiment (Airborne), the Night Stalkers, uses all three types of MH-60s
Immagine

Ma potrebbe anche trattarsi di disinformazione .....

:wink:

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 7 maggio 2011, 12:31

sidew ha scritto:Parli del progetto Thor?
...

Pero montava il fenestron...
Montava il fenestron perchè era un Gazelle.
Mica volevo dire che quel pezzo di coda apparteneva a Tuono Blu. Era per dire che era un elicottero "diverso".

Quel troncone di coda e quei rottami nel cortile di Osama mi ricordano un altro cortile e un altro elicottero, un certo HH3F "Banana"...
Che atterrò così duro da schiantarsi (e veramente era anche un po' troppo grosso per quel cortile, ma non c'erano molte alternative). Andando tutti di fretta e non essendo certo un HH-3 un'arma segreta, lo abbandonarono così com'era:
Allegati
ts.jpg
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 7 maggio 2011, 13:55

Penso ti stia riferendo allo sfortunato tentativo di liberare i prigionieri americani di Son Tay .....

Immagine

Immagine

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 7 maggio 2011, 15:09

Già.
1970. Operazione Ivory Coast: la liberazione dei prigionieri americani detenuti nel campo di prigionia nordvietnamita vicino alla cittadina di Son Tay.
La formazione che si vede nella foto è proprio il team d'assalto ("Fruit Salad". Gli americani ci studiano la notte per questi nomi.): MC-130E-I d'assalto "Combat Talon" (2° gruppo "Combat Arrow" del 1° Special Operation Wing), call sign "Cherry One"; cinque HH-53 dell'Air Force Special Operation Forces, call sign "Apple 1-5" e un HH-3F call sign "Banana".
Notare che "Banana" è il più vicino alla semiala sinistra del Combat Talon.
La fomazione ha un motivo di volare in quel modo...
Il territorio sottostante appartiene alla Eglin AFB (Florida).
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

anonymous12345

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da anonymous12345 » 7 maggio 2011, 19:55

Hobo ha scritto:Già.
1970. Operazione Ivory Coast: la liberazione dei prigionieri americani detenuti nel campo di prigionia nordvietnamita vicino alla cittadina di Son Tay.
La formazione che si vede nella foto è proprio il team d'assalto ("Fruit Salad". Gli americani ci studiano la notte per questi nomi.): MC-130E-I d'assalto "Combat Talon" (2° gruppo "Combat Arrow" del 1° Special Operation Wing), call sign "Cherry One"; cinque HH-53 dell'Air Force Special Operation Forces, call sign "Apple 1-5" e un HH-3F call sign "Banana".
Notare che "Banana" è il più vicino alla semiala sinistra del Combat Talon.
La fomazione ha un motivo di volare in quel modo...
Il territorio sottostante appartiene alla Eglin AFB (Florida).
Ok, la domanda da un milione di Ddollaroni la faccio io... :mrgreen:

qual'è il motivo?? fendere l'aria tipo migrazione delle Oche Canadesi??? :oops: :oops:

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 7 maggio 2011, 20:43

Immagine
Didascalia:
"Practice formation showing helicopters drafting on their Combat Talon navigation escort.
The HH-3E used in the assault is third from the right as viewed.
"

In sostanza, i C-130 fungevano da "navigatori" e per questo motivo volavano in testa alle formazioni .....

http://en.wikipedia.org/wiki/Operation_Ivory_Coast

Hobo ..... mi dai conferma?

:wink:

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 8 maggio 2011, 13:12

Andiamo fuori tema.
Si gli MC-130 selle operazioni speciali usavano il radar "terrain following" e il primo FLIR al debutto operativo. L'addestramento in Florida richiese i migliori tecnici di sistemi radar e i migliori piloti di tutta l'USAF e di tutto l'US Army, per vari motivi. Primo fra tutti il volo lento al di fuori dei normali standards di impiego del MC-130E.
Il motivo per cui l'HH3F "Banana" vola vicino alla semiala sinistra dell'Hercules è dovuto alla velocità.
Notare in entrambe le foto che Cherry-One ha i flaps estesi al 70%: l'Hercules sta volando alla minima velocità di sostentamento per lui (105 nodi di velocità indicata, con 70% di flaps estesi e 10° di nose-up). Questo perchè doveva farsi seguire dagli elicotteri (più lenti) stracarichi di uomini ed equipaggiamenti.
Gli HH-53 non avevano problemi a volare seguendo il C-130, ma ne sfruttavano comunque la corrente d'aria a minore resistenza, già "aperta" dal passaggio del grande aereo: notare che la formazione è uguale a quella a triangolo che assumono le oche quando migrano, proprio perchè chi vola nella scia di chi lo precede, a parità di velocità, fatica meno. E' strettamente necessario NON uscire mai di formazione.
Quello più esposto a rimanere indietro era invece l'HH3F, che comunque si scoprì che si trovava bene lo stesso grazie a un fenomeno scoperto proprio durante questi voli assolutamente speciali: l'elicottero più vicino all'ala del C-130 può sfruttare con le pale del suo rotore l'aria più veloce compressa dall'ala in una grande onda che segue il passaggio dell'Hercules, proprio come fa un surfista, o come i delfini che corrono davanti alla prua delle navi. A patto di non uscire mai dalla sua posizione nella formazione, un elicottero più lento del C-130 lo può comunque seguire sfruttando l'onda dell'ala dell'Hercules.
Avevano provato prima con UH-1H e avevano scoperto il fenomeno, ma l'Iroquois si rivelò troppo piccolo e lento (solo 88 nodi a pieno carico) per dare sufficienti garanzie di poter seguire la formazione.
L'UH-1H era strettamente necesario perchè le sue piccole dimensioni gli permettevano di atterrare in sicurezza nel cortile del campo nemico, ma il carico di lavoro dei suoi piloti venne giudicato eccessivo: dovevano volare con il rotore vicinissimo alla semiala dell'MC-130, con 5° di nose-down, senza mai allontanarsi per non essere lasciati indietro, di notte, sopra un territorio ostile (nordvietnam) e all'interno della più potente difesa antiaerea mai affrontata dai piloti americani in azioni di guerra.
Quindi alla fine l'UH-1H venne sostituito dall'HH-3F (che però guarda caso si schiantò proprio nel cortile...). I piloti tracciarono con il pennarello nero delle linee sul parabrezza degli elicotteri e si addestrarono a volare tenendo l'ala e altre parti del C-130 all'interno di quelle linee. In questo modo non uscivano dalla loro posizione.
(Notare sul muso del Combat Talon anche le due branche ripiegate all'indietro della pinza "STARS" di recupero secondo Fulton. I piloti abilitati a questo sistema erano i migliori piloti per il volo lento con il C-130)

(The Son Tay Raid. John Gargus)
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 14 maggio 2011, 10:38

Correzione: l' HH-3F con a bordo la squadra d'assalto ("Blueboy") si schiantò volontariamente nel cortile del complesso del campo di prigionia. Questo per essere più rapidi ed esporsi meno al fuoco delle torri di guardia.
Questo mi fa pensare che dopo tutto io non ce li vedo gli esperti piloti del 160° SOAR schiantarsi per errore con il loro modernissimo elicottero segreto da 60 mil. di US $ nel cortile di Osama.
Quelli forse si sono buttati volontariamente giù con l'elicottero silenzioso, in modo da arrivare veloci e non invitati. Una manovra molto speciale per una forza molto speciale.
L'eliminazione di Osama credo che forse giustifichi la perdita del mezzo segreto.
Quindi forse è possibile che non sia affatto un caso che si siano "schiantati": nulla mi sembra più silenzioso di un elicottero silenzioso pieno di Navy SEALs che viene giù in autorotazione deciso a toccare duro...
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da ELTAR » 14 maggio 2011, 15:22

Intendi come gli alianti d'assalto del secondo conflitto?...
Allora dovevano "atterrare duro" tutti... Ma sarebbero mancati i vettori per il ritorno... E se invece di uno schianto controllato, con la perdita di un prezioso asset ( più che prezioso se si considera forse una versione "ad hoc"), avessero scelto di infiltrare parte della squadra con la tecnica HAHO, non eccellente come un eliassalto, ma direi altrettanto sicura se si considera un "mini crash voluto"...
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 14 maggio 2011, 18:04

No perchè avrebbero dovuto schiantarsi tutti? Solo la squadra d'assalto avrebbe dovuto arrivare con l'elicottero silenzioso e schiantarsi nel cortile, per poi entrare in casa e uccidere Osama.
Se per HAHO intendi il lancio da paracadute io non saprei, ma non credo. Una dozzina di uomini che devono per forza atterrare tutti nel cortile giusto. E se durante il tragitto in aria il vento ne spinge alcuni fuori dal muro, o sopra il tetto?
Allora semmai HALO, ma anche lì c'è sempre il vento. E poi i paracadutisti si possono vedere mentre scendono e in quel momento anche dei Navy SEALs sono vulnerabilissimi perchè ancora appesi al paracadute. Fare fuoco dal cielo appesi al paracadute non solo significa rivelare la propria posizione, ma significa svaccare tutto. Ai primi spari, Osama forse avrebbe potuto darsi.
Meglio atterrargli di botto in cortile: un elicottero silenzioso in autorotazione e magari controvento si sente solo quando ormai ha quasi toccato, a quel punto tutti saltano fuori e la partita ha inizio.
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da ELTAR » 14 maggio 2011, 20:51

Esatto, Hight Altitude Hight Opening... Vero che si tratta di un'inserzione delicata, ma si tratta sempre di una procedura sperimentata, non sperimentale. Di cose ne possono andare storte, come del resto in una manovra d'emergenza fatta invece volontariamente con un task non indifferente poi... Usare un vettore da decine di milioni di dollari come "aliante d'assalto"... Mhhhh, molto meglio rischiare con un lancio!
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 11346
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da richelieu » 14 maggio 2011, 23:41

A proposito del "crash" .....
Fonte: Ares (A Defense Technology Blog)

Too Hot For Hover

Posted by Jen DiMascio at 5/5/2011 12:08 PM CDT

A slight difference in temperature brought down the helicopter used in the raid on Osama bin Laden's compound in Pakistan.

Lawmakers have received briefings on the cause of the crash all week, and rumblings about the heat have been trickling out.

During an event at the Heritage Foundation, though, Rep. Buck McKeon (R-Calif.), the chairman of the House Armed Services Committee spelled it out.

The back of the helicopter hit the wall, McKeon said, and then there was a 15-degree difference in temperature as it was hovering. With that change, "they couldn't hold the hover," McKeon said.

So there wasn't a pilot error or a mechanical failure, he said, rather it was a miscalculation of the temperature.

Seguono alcuni interventi .....

http://goo.gl/PyLZI

8)

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 15 maggio 2011, 10:44

Quanto segue è solo una mia teoria.
I piloti provetti del 160° SOAR io penso che siano bravi. Inoltre penso che quelli bravi abbiano dovuto fornire precise referenze e curricula vitae per essere ammessi alle prove d'ammissione al raid contro Osama Bin Laden, giusto? Quindi al volante di quell'elicottero c'era il meglio del meglio del 160° reggimento SOAR dell'US Army.
L'élite, i migliori in assoluto...
E questi si fanno prendere in contropiede da un cambio di temperatura? Boh... Può darsi.

Vediamo sto cambio di temperatura: 15 gradi. Se sono Fahrenheit mi corrispondono a 9,6 gradi centigradi. In orizzontale o in verticale. In verticale mi significa che se per strada ad Abbottabad (amena località di villeggiatura a 1.200 m. sul mare) io ho 15 gradi, nel cortile di Osama ce n'erano 5,4° C. Ammazza oh! E' un frigo naturale!
Sfido io che i britannici ci andavano in villeggiatura ai bei tempi: ad Abbottabad l'afa dell'India te la scordi.
Se invece di 15° per strada ce n'erano 10°, nel cortile di Osama battevano i denti a 0,4° C!
Un gradiente da urlo. Ci abbatti una corazzata, non un elicottero.
Se anche la Pressione atmo. sulla casa di Bin laden era scesa vuol dire che nel cortile di Osama si stava generando un Ciclone tropicale al di fuori dei tropici!
In verticale io so che la T scende di 0,66° C ogni 100 metri di quota per tutta la troposfera. Per avere una differenza di T = 9,6° C dovrei scendere di botto istantaneamente di 1.454 m.
Ora secondo la mia teoria gli ordini erano: "atterrare a qualsiasi costo e non visti, nè sentiti e fregandosene di quello che accade all'elicottero perchè la variabile cruciale è il tempo e il velivolo sarà poi distrutto al suolo".
Ma non dice da nessuna parte di picchiare istantaneamente da 1.454 m fino al suolo, perchè bisogna atterrare duro si, ma non ammazzarsi. Sennò Osama Bin Laden potrebbe anche avere un colpo apoplettico dalle risate non si mai...
Quindi la picchiata, anche se rapida, non sarà stata istantanea e avranno sicuramente avuto il tempo di vedere il cambio della T (dato che erano sicuramente i migliori piloti del mondo).
L'unica cosa che io so è che poi alcuni elicotteri dovrebbero avere anche il problema di NON finire in effetto suolo dentro il vortice verticale dell’aria spinta in basso dalle pale, sennò le pale stesse finiscono nell’aria da esse già accelerata e il velivolo perde portanza e sbatte per terra. Credo più a questo che a un gradiente termico di 15° Fahrenheit.
Ma anche qui: piloti esperti non dovrebbero finire nel loro stesso vortice quando arrivano in effetto suolo, o no? Boh...
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da ELTAR » 15 maggio 2011, 13:28

Io invece credo che non mettano un ordine del giorno o un concorso interno. Il personale viene scelto e basta. E solo quando viene scelto viene a conoscenza dello stretto necessario che gli serve per espletare la missione.
Ribadisco, che poi uno sia un esperto pilota del 160°SOAR, non credo che fare un atterraggio forzato sia consigliabile o sicuro... Anche bene perchè al termine dell'autorotazione c'è comunque una flare... Non uno schianto di quel tipo... Non riesco a vederci un senso pratico insomma! Poi per carità tutto è possibile...
Per quel che concerne poi l'errore di temperatura francamente non so cosa dire... Anche bene perchè si tratta di calcolo di altitudine di densità più che temperatura!
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12369
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da AirGek » 15 maggio 2011, 13:43

Hobo ha scritto: Vediamo sto cambio di temperatura: 15 gradi. Se sono Fahrenheit mi corrispondono a 9,6 gradi centigradi. In orizzontale o in verticale. In verticale mi significa che se per strada ad Abbottabad (amena località di villeggiatura a 1.200 m. sul mare) io ho 15 gradi, nel cortile di Osama ce n'erano 5,4° C. Ammazza oh! E' un frigo naturale!
Sfido io che i britannici ci andavano in villeggiatura ai bei tempi: ad Abbottabad l'afa dell'India te la scordi.
Se invece di 15° per strada ce n'erano 10°, nel cortile di Osama battevano i denti a 0,4° C!
Un gradiente da urlo. Ci abbatti una corazzata, non un elicottero.
Se anche la Pressione atmo. sulla casa di Bin laden era scesa vuol dire che nel cortile di Osama si stava generando un Ciclone tropicale al di fuori dei tropici!
In verticale io so che la T scende di 0,66° C ogni 100 metri di quota per tutta la troposfera. Per avere una differenza di T = 9,6° C dovrei scendere di botto istantaneamente di 1.454 m.
Non c'ho capito niente...
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da ciccioxx92 » 15 maggio 2011, 13:56

AirGek ha scritto:
Hobo ha scritto: Vediamo sto cambio di temperatura: 15 gradi. Se sono Fahrenheit mi corrispondono a 9,6 gradi centigradi. In orizzontale o in verticale. In verticale mi significa che se per strada ad Abbottabad (amena località di villeggiatura a 1.200 m. sul mare) io ho 15 gradi, nel cortile di Osama ce n'erano 5,4° C. Ammazza oh! E' un frigo naturale!
Sfido io che i britannici ci andavano in villeggiatura ai bei tempi: ad Abbottabad l'afa dell'India te la scordi.
Se invece di 15° per strada ce n'erano 10°, nel cortile di Osama battevano i denti a 0,4° C!
Un gradiente da urlo. Ci abbatti una corazzata, non un elicottero.
Se anche la Pressione atmo. sulla casa di Bin laden era scesa vuol dire che nel cortile di Osama si stava generando un Ciclone tropicale al di fuori dei tropici!
In verticale io so che la T scende di 0,66° C ogni 100 metri di quota per tutta la troposfera. Per avere una differenza di T = 9,6° C dovrei scendere di botto istantaneamente di 1.454 m.
Non c'ho capito niente...
:shock: :shock: Io nemmeno...
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 15 maggio 2011, 17:17

Dicevo solo che il gradiente di temperatura di 15 gradi (Fahrenheit) mi sembra eccessivo tutto qui però io non sono metereologo.
Per quanto riguarda i piloti io non credo proprio che vengano scelti e basta, ma vengono selezionati con delle prove d'ammissione sia quelli destinati alla missione, sia quelli di riserva.
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12369
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da AirGek » 15 maggio 2011, 17:33

Hobo ha scritto:Dicevo solo che il gradiente di temperatura di 15 gradi (Fahrenheit) mi sembra eccessivo tutto qui però io non sono metereologo.
Scusa se sono subentrato a metà discorso e ho mancato qualche passaggio ma dove si parla di un gradiente di 15°F? Su che distanza verticale?
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

ELTAR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 755
Iscritto il: 30 settembre 2008, 18:29
Località: Near ELTAR

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da ELTAR » 15 maggio 2011, 20:12

Hobo ha scritto:Dicevo solo che il gradiente di temperatura di 15 gradi (Fahrenheit) mi sembra eccessivo tutto qui però io non sono metereologo.
Per quanto riguarda i piloti io non credo proprio che vengano scelti e basta, ma vengono selezionati con delle prove d'ammissione sia quelli destinati alla missione, sia quelli di riserva.
Sinceramente non capisco se è un fatto accertato o una tua convinzione personale, e inoltre dove sarebbe questa differenza abbissale tra un eliassalto "standard" e questo... Non per la tipologia di target, ma per la complessità dell'operazione. Praticamente usiamo le forze speciali delle forze speciali delle forze speciali insomma... Con relativo concorso interno "per titoli ed esami"... Con relativa autorotazione e crash "controllato"... mah...
Ho pianto, ho riso... Ho fatto scelte sbagliate, altre giuste... Sono amico di molti, voglio bene a pochi, non odio nessuno... Parlo poco ma dico sempre quello che penso... Qualcuno mi vuole bene, altri mi detestano... Pazienza è la vita!

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12369
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da AirGek » 15 maggio 2011, 20:31

ELTAR ha scritto:
Hobo ha scritto:Dicevo solo che il gradiente di temperatura di 15 gradi (Fahrenheit) mi sembra eccessivo tutto qui però io non sono metereologo.
Per quanto riguarda i piloti io non credo proprio che vengano scelti e basta, ma vengono selezionati con delle prove d'ammissione sia quelli destinati alla missione, sia quelli di riserva.
Sinceramente non capisco se è un fatto accertato o una tua convinzione personale, e inoltre dove sarebbe questa differenza abbissale tra un eliassalto "standard" e questo... Non per la tipologia di target, ma per la complessità dell'operazione. Praticamente usiamo le forze speciali delle forze speciali delle forze speciali insomma... Con relativo concorso interno "per titoli ed esami"... Con relativa autorotazione e crash "controllato"... mah...
Anch'io la penso come ELTAR, cioè... quali sarebbero le prove d'ammissione? Vedere se riesci a scendere in autorotazione ed atterrare su un bersaglio di 5m di raggio senza schiantare il mezzo ed uccidere gli occupanti?
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

Avatar utente
Hobo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 8 marzo 2011, 9:40

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da Hobo » 16 maggio 2011, 17:27

L'ho scritto in cima che è solo una mia teoria.

Lo dice sopra che una volta sul cortile non sono riusciti a mantenere in hovering l'elicottero perchè hanno (avrebbero) trovato una differenza di 15 gradi di temperatura.

"The back of the helicopter hit the wall, McKeon said, and then there was a 15-degree difference in temperature as it was hovering. With that change, "they couldn't hold the hover," McKeon said".

Si per quanto riguarda operazioni di questo tipo, la cosa io credo che sia "su invito". Cioè secondo me non basta solo far parte di un'unità scelta. E anche così, sempre dal poco che so, non si viene messi al corrente dell'operazione finchè non si è dimostrato di saper fare sul campo quello che viene richiesto nel modo in cui viene richiesto. Se ci sono problemi si viene rimandati all'unità di provenienza.
Si viene chiamati credo perchè già conosciuti per il proprio curriculum e/o perchè raccomandati da qualcuno.
Questo sempre secondo me dovrebbe far sì che i piloti ai comandi fossero gente che come minimo conosceva già bene anche il clima afghano e pakistano. Non ce li vedo a schiantarsi per caso o per uno scherzo del destino, ma questa è sempre una mia ipotesi. Tutto qui.
I am the eagle, I live in high country
In rocky cathedrals that reach to the sky
I am the hawk and there's blood on my feathers
But time is still turning they soon will be dry
And all of those who see me, all who believe in me
Share in the freedom I feel when I fly.

Come dance with the west wind and touch on the mountain tops
Sail o'er the canyons and up to the stars
And reach for the heavens and hope for the future
And all that we can be and not what we are.

John Denver: "The Eagle and the Hawk".

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12369
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Elicottero Stealth USA

Messaggio da AirGek » 16 maggio 2011, 18:00

Hobo ha scritto:L'ho scritto in cima che è solo una mia teoria.

Lo dice sopra che una volta sul cortile non sono riusciti a mantenere in hovering l'elicottero perchè hanno (avrebbero) trovato una differenza di 15 gradi di temperatura.

"The back of the helicopter hit the wall, McKeon said, and then there was a 15-degree difference in temperature as it was hovering. With that change, "they couldn't hold the hover," McKeon said".

Si per quanto riguarda operazioni di questo tipo, la cosa io credo che sia "su invito". Cioè secondo me non basta solo far parte di un'unità scelta. E anche così, sempre dal poco che so, non si viene messi al corrente dell'operazione finchè non si è dimostrato di saper fare sul campo quello che viene richiesto nel modo in cui viene richiesto. Se ci sono problemi si viene rimandati all'unità di provenienza.
Si viene chiamati credo perchè già conosciuti per il proprio curriculum e/o perchè raccomandati da qualcuno.
Questo sempre secondo me dovrebbe far sì che i piloti ai comandi fossero gente che come minimo conosceva già bene anche il clima afghano e pakistano. Non ce li vedo a schiantarsi per caso o per uno scherzo del destino, ma questa è sempre una mia ipotesi. Tutto qui.
Ah ok, beh si in questo caso come mi pare abbia già detto qualcuno è possibile che si sia inteso che nel calcolare l'altitudine di densità si sia usata una temperatura differente di 15° rispetto a quella riscontrata poi sul posto, in questo caso non parliamo di gradiente ma semplicemente di valore assunto errato.

Per quanto riguarda la selezione degli equipaggi è ovvio che venga selezionato in base al curriculum e che vengano scelti i migliori, infatti detto come lo hai scritto ora suona già meglio ma per come ti esprimevi a riguardo prima veramente pareva che venisse emesso un bando con ammissione per titoli ed esami... :)
Tempi duri creano uomini forti,
Uomini forti creano tempi tranquilli,
Tempi tranquilli fanno gli uomini deboli,
Uomini deboli creano tempi duri

Rispondi