Informazioni LMA

Area dedicata alla discussione di argomenti tecnici legati alla manutenzione degli aeroplani e operazioni tecniche. Quesiti e domande a cui risponderanno i Tecnici e il Personale di terra

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
pegasus
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 26 giugno 2006, 9:41

Informazioni LMA

Messaggio da pegasus » 14 febbraio 2008, 17:04

Ciao a tutti! Ho conseguito nell'anno scolastico 2006-2007 il diploma di PERITO DEL TRASPORTO AEREO all'isituto aeronautico di Trieste. Il mio sogno fin da piccolo era quello di fare il pilota, ero a un passo dall'iniziare questo percorso, ma motivi di 'vista' me l'hanno impedito, dovendo prima risolvere il problema con l'operazione, ma appena a 25-26 anni...questo ha cambiato un po' i miei piani e le aspettative della mia vita...avrei optato anche per concorsi ENAV, ma sono fuori anche là per i limiti di miopia...quindi,in parole povere sembra emergere dalle normative che persone che hanno miopie come la mia non hanno speranza neanche sottoponendosi all'operazione che RISOLVEREBBE TOTALMENTE il problema...burocrazia all'italiana maniera...
L'unica possibilità per poter proseguire in questo campo lavorativo sembra essere quella del manutentore aeronautico, anche se devo essere sincero sarebbe un 'accontentarsi', perchè l'idea non mi entusiasma molto...passare dal cielo a terra, per quanto il mestiere abbia a che fare comunque con aeromobili, capirete bene che non è la stessa cosa...(con tutto rispetto per i Sig. manutentori, senza di loro non si vola!)
Leggendo i vari forum è emerso però che l'iter ITALIANO da seguire si prospetta abbastanza irto e difficoltoso, il che non mi stupisce considerato il BEL PAESE in cui viviamo...
A giorni dovrei iniziare un corso per 'manutentore aeronautico' a Forlì, presso l'istituto F.Baracca, ma non ho ancora capito quanto sia valido ai fini di 'certificazione'.
Domanda: c'è una prospettiva di carriera in qst ambito lavorativo?di diventare 'qualcuno'? o bisogna mettersi in testa che il futuro del manutentore è quello di metter le mani sugli aerei come semplici operai e con paghe non appaganti?in termini numerici quali sono circa le paghe?detto sinceramente, non è certo la mia passione quella di poter diventare un 'manutentore aeronautico' ma è l'unica che mi si presenta come più possibile...
Se devo fare un iter di studi pieno di sacrifici con nessun sbocco lavorativo e di carriera 'importante' e con paghe decenti a qst punto cambio completamente rotta e vado a fare una facoltà universitaria, che forse in un futuro lontano mi ricompenserà di tutti i sacrifici fatti anche in termini economici.
Ringrazio tutti coloro che mi sapranno fornire una risposta a tutte le domande poste!
Saluti a tutti.

Gliderman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 82
Iscritto il: 2 aprile 2007, 12:31

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Gliderman » 14 febbraio 2008, 17:37

Comincio a risponderti io, prima che gente molto più esperta di me (Eretiko e Snap-On) lo faccia
o bisogna mettersi in testa che il futuro del manutentore è quello di metter le mani sugli aerei come semplici operai e con paghe non appaganti?in termini numerici quali sono circa le paghe?detto sinceramente, non è certo la mia passione quella di poter diventare un 'manutentore aeronautico' ma è l'unica che mi si presenta come più possibile...
I manutentori aeronautici sono persone specializzate, che hanno accumulato anni di esperienza, fatto (eventualmente) corsi, passato esami...Con tutto il rispetto per i "semplici operai" (un operaio è tutto fuorchè "semplice") siamo lontani anni luce.
Le paghe? Fatti un giro su JobAviation e guardati i salari offerti a un B1 e/o B2 con type su 320 e/o 737 e/o 330 (ovviamente, sempre con qualche anno di esperienza).

Mia opinione personale: non è la tua passione fare il manutentore? Considera che (da quanto ho potuto capire, poi io comunque sono sempre un profano) ci vuole un percorso molto lungo e costante, in cui si sta "sul pezzo" tutto il giorno e poi, una volta finito il lavoro, si studia (parecchio, a quanto pare). Dopodichè, una volta accumulata esperienza e "sapienza", si prova a prendere la licenza...Da lì si impara poi giorno dopo giorno...

Quindi...Secondo me un pò di passione ci vuole...

Saluti

Snap-on

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Snap-on » 14 febbraio 2008, 17:59

Se la cosa ritieni che non sia interessante e non ti da nessuna motivazione, lascia stare!

Il piccolo mondo aereonautico italiano ha bisogno di tutto, meno che di persone scontente, immotivate e rassegnate, sopratutto nel settore della maintenance.

Non tentare una strada che non ti interessa. C'è sicuramente qualcun'altro che ambirebbe seguire quella strada, ma non ha la possibilità.

Per il resto, quanto esposto da Gliderman è assolutamente vero!

Saluti

Steve :mrgreen:

Giacomo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 192
Iscritto il: 1 maggio 2006, 11:18
Località: Bergamo

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Giacomo » 14 febbraio 2008, 18:18

come fai a non dormire per 28 ore se non sei motivato :-) ?

saluti

Giacomo

Avatar utente
bluesky77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 353
Iscritto il: 29 giugno 2007, 23:35
Località: Roma

Re: Informazioni LMA

Messaggio da bluesky77 » 14 febbraio 2008, 23:48

pegasus ha scritto: L'unica possibilità per poter proseguire in questo campo lavorativo sembra essere quella del manutentore aeronautico, anche se devo essere sincero sarebbe un 'accontentarsi', perchè l'idea non mi entusiasma molto...
Allora evita. In campo aeronautico ci sono tante altre cose, non fare il manutentore per ripiego,te ne pentiresti.
Hai mai pensato al lavoro d'ufficio? E' comunque in campo aeronautico (vedi magari far parte di una Direzione Tecnica o Direzione Qualità) e ti può dare soddisfazioni,se è questo il campo in cui vuoi lavorare. Pensaci però bene,penso sia meglio un pilota felice "della domenica" che in settimana fa altro ma nei weekend vola con l'aeroplano da turismo piuttosto che un tecnico che mal digerisce che in volo i comandi in mano li abbia qualcun altro.
Con Affetto.
ciao
Ale

"No provare. Fare,o non fare. Non c'è provare. (Yoda - Star Wars) "

pegasus
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 26 giugno 2006, 9:41

Re: Informazioni LMA

Messaggio da pegasus » 15 febbraio 2008, 0:29

Inizio col dire che avendo menzionato il termine ''semplice operaio'' non avevo nessuna intenzione a qualche riferimento negativo del termine, assolutamente. Il fatto del ''semplice'' era per identificare una classe lavorativa senza molti sbocchi di ''carriera'' nel vero senso della parola. (Con tutto rispetto per gli operai che lavorano sodo e si guadagnano il pane onestamente e duramente come tanti altri mestieri).
La mia non è una semplice ''demotivazione'' o ''rassegnazione'' come Steve ha detto a primo impatto. Sono invece una persona molto determinata, ma se nei miei progetti vedo qualcosa di chiaro e ben definito, un qualcosa che mi possa gratificare lavorativamente ed economicamente parlando. Il ''rantolare'' nel buio senza una meta precisa e senza certezze del ''dopo'' e del percorso possibile da seguire mi provoca uno ''spaesamento'' e quindi un' apparente ''demotivazione'' o ''rassegnazione'' come è stata definita. Ho bisogno di capire insomma se na vale la pena...tutto qua...a volte si può fare anche il mestiere che non piace ma che ti appaga economicamente o fare il mestiere che piace ma che economicamente lascia a desiderare...se poi l'utile si aggiunge al dilettevole siamo a cavallo... :) Il mestiere del manutentore tutto sommato mi appagherebbe perchè comunque resterei nell'ambito aeronautico, ma bisogna valutare anche le paghe insomma...sinceramente si deve guardare anche a quello..no :?:
Il tutto sta nel trovare quindi gli obiettivi da raggiungere che possano darmi gli stimoli per seguire un certo percorso fatto di sacrifici...non è demotivazione o ''non voglia di fare''...
Per fare bene le cose, di solito, bisogna prefissarsi degli obiettivi BEN CHIARI e raggiungerli... ho fatto sempre così e mi sono trovato bene...
Sto solo cercando di capire se ne vale la pena o no tenuto conto dei pro e dei contro...tutto qua...non mi butto a pesce senza prima valutare bene gli aspetti negativi e positivi...tenuto anche conto che per conseguire le varie abilitazioni bisogna comunque investire un po' di soldi tempo e studio per fare i vari corsi ed esami...
Ditemi pure cosa ne pensate, senza nessun problema...
Saluti a tutti!

Avatar utente
Eadi
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 104
Iscritto il: 12 settembre 2005, 12:14

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Eadi » 15 febbraio 2008, 0:44

Cè anche da dire che il mondo aeronautico è pieno di persone raccomandate e che di "aeronautico" non hanno proprio nulla , quindi spesso non è facile , per un giovane che mette passione e dedizione per questo lavoro , emergere ed ottenere dei meriti per le proprie capacità ; Purtroppo la realtà in molti casi , perlomeno in Italia , è questa ; Concordo nel dire che il lavoro del manutentore aeronautico tu non lo possa fare come ripiego , anzi , al di là di tutto la strada per ottenere una lma è piena di difficoltà ed i sacrifici da affrontare sono parecchi ( gli stipendi all'inizio sono abbastanza bassi e le trasferte per gli esami per la lma e gli esami stessi costano parecchi soldi ) , nonostante ciò io credo che sia un lavoro emozionante e che talvolta riesca a darti delle gran belle soddisfazioni , cerca di fare la scelta che più si avvicina alle tue passioni e motivazioni... In bocca al lupo

Gliderman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 82
Iscritto il: 2 aprile 2007, 12:31

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Gliderman » 15 febbraio 2008, 11:44

Inizio col dire che avendo menzionato il termine ''semplice operaio'' non avevo nessuna intenzione a qualche riferimento negativo del termine, assolutamente. Il fatto del ''semplice'' era per identificare una classe lavorativa senza molti sbocchi di ''carriera'' nel vero senso della parola. (Con tutto rispetto per gli operai che lavorano sodo e si guadagnano il pane onestamente e duramente come tanti altri mestieri).
per carità, pegasus, la mia voleva essere una precisazione, non una polemica... :wink:

Per il resto d'accordissimo con quanto scritto sopra...I livelli degli stipendi per un tecnico manutentore sono molto alti, ma bisogna intraprendere un percorso in cui all'inizio si è pagati non molto (eufemisticamente parlando) e i sacrifici sono molti. Per quello che ho potuto sapere diciamo che prima di 3-5 anni (quanto serve per prendere una B1/B2) non ti aspettare ori e allori...

Valuta anche altri ruoli all'interno di una compagnia aerea...Flight Dispatcher, Direzione Tecnica, Qualità, Ingegneria, Operativo...Per farla breve, i manutentori e gli equipaggi non sono gli unici che lavorano in una compagnia... 8)

Saluti

pegasus
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 26 giugno 2006, 9:41

Re: Informazioni LMA

Messaggio da pegasus » 15 febbraio 2008, 12:38

Tranquillo Gliderman!Nemmeno la mia era una precisazione polemica, figurati :)
Diciamo che la mia è più forse una ''preoccupazione'' di non arrivare ad un obiettivo prefissatomi anche mettendoci anima e corpo in quello che faccio, insomma che il risultato positivo non sia garantito anche se il percorso di studi seguito è quello giusto e i sacrifici fatti sono quelli che si potevano fare e i soldi investiti sono comunque tanti...insomma...che si entri in in circolo vizioso in cui vada avanti non chi merita e volgarmente si fa il ''mazzo'' (scusate il termine) ma che vada avanti chi ha qualche calcio nel c**o...tutto qua...mi sa che bisognerebbe scappare dall'Italia se tutti la pensassero come me...
Saluti affettuosi a tutti voi!

Avatar utente
bluesky77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 353
Iscritto il: 29 giugno 2007, 23:35
Località: Roma

Re: Informazioni LMA

Messaggio da bluesky77 » 15 febbraio 2008, 14:52

pegasus ha scritto:omissis che si entri in in circolo vizioso in cui vada avanti non chi merita e volgarmente si fa il ''mazzo'' (scusate il termine) ma che vada avanti chi ha qualche calcio nel c**o...tutto qua...mi sa che bisognerebbe scappare dall'Italia se tutti la pensassero come me omissis
Nel campo della manutenzione purtroppo sono valide le stesse regole che trovi un pò dappertutto (penso che con il personale navigante sia anche peggio) e vale sempre la regola di trovarsi al posto giusto nel momento giusto. E' finita (o quasi) l'era in cui un'azienda ti assumeva e ti certificava,anche in poco tempo (anche perchè con i C.I.T. il brodo si cuoceva in un tempo minore) . Ora le aziende che prendono da zero personale tecnico senza esperienza sono pochine,e gli stipendi all'inizio possono scoraggiare un pò. In questo periodo,almeno da come vedo il mercato in giro, c'è la tendenza ad assumere personale già con licenza almeno in cat. "A" (l'ex meccanico di linea) e possibilmente con il corso macchina già fatto per gli aeromobili in flotta. Se guardi verso il personale navigante la faccenda è ancora peggio,nel senso che oramai nessuno ti fa diventare pilota "da zero" a sue spese,già da anni..ora è meglio se a lavorare ci arrivi con l'ATPL,MCC, ecc e magari typer rating. Il che significa un bel monolocale al mare (in un posto neanche tanto scarso). Comunque tornando a noi,le aziende che assumono personale tecnico senza esperienza,come ti ripeto,ci sono...Il mio consiglio è di fare subito un percorso "di coscienza": Ufficio o "sul pezzo"? Aerei o elicotteri (non fare come me che ho detto "tutti e due! :roll: ") ? Costruttori (vedi Agusta,ecc) o società operative? Insomma,ci sono tanti posti dove guardare,e per farsi un'idea una domanda in più non è mai di troppo.
Si,però non pensarci troppo,al massimo fino a domani. :mrgreen:
ciao
Ale

"No provare. Fare,o non fare. Non c'è provare. (Yoda - Star Wars) "

pegasus
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 21
Iscritto il: 26 giugno 2006, 9:41

Re: Informazioni LMA

Messaggio da pegasus » 15 febbraio 2008, 15:57

Ale volevo chiederti una cosa...tu alla fine sei diventato manutentore di aerei o di elicotteri?? Si dice in giro che ora come ora il mercato richieda più manutentori di elicoteri...ma quesito da 1000 dollari...mi sono informato per questo anche con l'Agusta, che se non sbaglio erano gli unici a formare manutentori di elicotteri...ma hanno detto che loro ora fanno solo corsi interni e preperano solo loro tecnici...quindi una persona come deve fare per seguire un programma di preparazione di una scuola se nessuna a quanto pare è specializzata per gli elicotteri??
Almeno mi pare di aver capito così..chiedo a voi che ne sapete di certo più di me...
A giorni andrò a Forlì per seguire un corso di ''manutentore'' aeronautico, ma a quanto pare mi sembra di aver capito che non è valido ai fini di nessuna certificazione effettiva...anche se il corso consta di 600 ore totali di cui 240 di stage pratico in hangar...voi direte non è niente...ma sempre meglio che solo il diploma di perito del trasporto aereo di 100/100...
Quindi dopo qst corso cosa mi potrò fare? Seguire il corso giù a Napoli della Vulcanair? o iniziare a lavorare in qualche ditta aeronautica anche se ancora profondamente inesperto e alle prime armi?
Chiedo a tutti voi, e a te per esempio Ale, che iter avete seguito per conseguire le varie licenze e cosa fareste voi se foste in me...il percorso da seguire...non è che non ho le idee chiare ma è semplicemente perchè ci sarebbero varie possibilità ma è giusto chiedere un opinione dei più esperti e di chi per qst tipo di cose ci è già passato e ne sa sicuramente molto più di me che sono appena all'inizio.
Ringrazio tutti quelli che mi sapranno far luce in qst ''nebbia'' in cui mi ritrovo... :?
Saluti a tutti!

Gliderman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 82
Iscritto il: 2 aprile 2007, 12:31

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Gliderman » 15 febbraio 2008, 17:09

Pegasus,

allora, il percorso è il seguente: Per prendere la CAT "A" hai bisogno di passare i relativi esami (o all'ENAC o in una scuola riconosciuta part 147) dopo aver accumulato 3 anni di esperienza (mi sembra che l'esperienza è riconosciuta solo se maturata in un'impresa riconosciuta part 145). Per la B1/B2 gli anni di esperienza sono 5.
Seguendo un corso in una struttura riconosciuta part 147 (come la Vulcanair) si può solo "accorciare" l'esperienza richiesta (per una B, invece di 5 basteranno 3 anni).
Come vedi, quindi, anche seguendo i relativi corsi, se non riesci ad accumulare l'esperienza necessaria, non si va da nessuna parte.

Saluti

stefano83
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 febbraio 2008, 17:50

Re: Informazioni LMA

Messaggio da stefano83 » 16 febbraio 2008, 15:29

ciao a tutti, sono nuovo di questo forum e vorrei chiedervi un consiglio su questo argomento.
Ho scoperto questo lavoro qualche mese fa e devo dire che mi ha incuriosito molto.
Premetto che da appassionato di elettronica, dopo il diploma da perito ho conseguito la laurea in ing. elettronica (1° livello) e adesso sto continuando con la specialistica.
Visto che sono quasi deciso a frequentare il corso per ottenere la LMA A, vorrei chiedere a voi esperti se ci sono altri casi come il mio. Mi spiego meglio: un ingegnere elettronico (ottenute le abilitazioni necessarie) lavora come tecnico o viene collocato in un'altra posizione all'interno dell'azienda? (dietro una scrivania :( )
So che la domanda potrebbe sembrare anche stupida, ma dovendo iniziare un percorso ( fatto di studi-pratica-sacrifici economici ) vorrei avere una visione generale migliore possibile.
grazie
ps: ovviamente accetto consigli

Giacomo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 192
Iscritto il: 1 maggio 2006, 11:18
Località: Bergamo

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Giacomo » 16 febbraio 2008, 18:19

ciao a tutti...
permettetemi una cosa:
vorrei approfittare di questo intervento di stefano per chiarire una cosa che non sembra chiara a tutti ovvero che l'iter per la LMA non è quello di: finisco gli studi, faccio un corso di qualche mese, mi prendo la LMA e poi comincio a lavorare!!!

La circolare NAV60A dell'ENAC

http://www.enac-italia.it/documents/circolariNav4.htm

(che consiglio a tutti quelli che intendono cominciare questo lavoro dileggere attentamente) parla chiaro: senza esperienza presso una Part 145 la licenza non la si può prendere,
calcolando che :gli esami sostenuti hanno una validità di 5 anni, dopo di che se non si ha presentato la domanda di rilascio, vanno rifatti man mano che scadono;
che, come riportato nel modulo del MERL sul sito web dell'ENAC, l'attività svolta da "Helper" non viene riconosciuta da ENAC ai fini dell'esperienza per il rilascio della LMA,
e che per essere "meccanici qualificati"e per ottenere la qualifica è necessario almeno un anno di esperienza (non so se quest'ultima è una normativa che varia a seconda delle aziende oppure se è dettata da ENAC)

penso che l'iter giusto da seguire sia: mi faccio assumere da una part 145, comincio a studiare e a fare i corsi e quando ho maturato l'esperienza necessaria faccio domanda per il rilascio della LMA

Forse è pur vero che presentandosi ad una compagnia di manutenzione con tutti gli esami già fatti si ha pùpossibilità di essere assunti, però attenzione, ricordatevi che ogni esame ha 5 ANNI DI VALIDITA'

Scusatemi se mi sono permesso di chiarire questo concetto, forse non era mio dovere o nelle mie possibilità di farlo non essendo un moderatore del forum, peròmi sembrava giusto farlo

saluti

Giacomo

Gliderman
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 82
Iscritto il: 2 aprile 2007, 12:31

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Gliderman » 16 febbraio 2008, 20:14

Ciao Giacomo,

secondo me è stato un intervento chiaro, sintetico ed esaustivo.
E' vero, presentarsi ad una part 145 con gli esami in tasca potrebbero esserci maggiori possibilità, ma è pur sempre una scommessa e, visto quanto costano i corsi... 8)
Sono d'accordo con te per quanto riguarda l'iter: mi faccio assumere da una part 145, accumulo esperienza, VADO ALL'ESTERO a fare corsi ed esami (e comunque, per quanto ho potuto capire, i corsi posso anche non farli, ho solo bisogno di più anni di esperienza per prendere le licenze).

Rispondendo a Stefano83, ing. elettronico. Per questo tipo di lauree (meccanica, aeronautica, elettronica) la normativa prevede anche altre "agevolazioni" (cat C dopo 3 anni di esperienza). Il difficile comunque, a mio avviso, è sempre quello: l'input, la genesi, il prologo (iniziare 8) )

Saluti

stefano83
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 febbraio 2008, 17:50

Re: Informazioni LMA

Messaggio da stefano83 » 16 febbraio 2008, 20:33

Giacomo accetto volentieri il consiglio, forse per farla breve ho riassunto un pò troppo e non mi sono spiegato bene.
Le circolari sul sito dell'enac le ho lette, e da un mese a questa parte che studio l'iter per diventare manutentore certificato. Ho contattato via e-mail 2 ing. dell'enac per ulteriori informazioni sulla LMA, sulle scuole che possono rilasciare questa licenza, sull'esperienza necessaria ed eventualmente sugli esami che mi possono essere riconosciuti dal mio piano di studi... insomma mi sono fatto piu' o meno un'idea di ciò a cui vado incontro.
Questo per dire che penso di aver già percepito la difficoltà necessaria per ottenere la licenza.
ribadisco comunque che accetto volentieri il consiglio... mettere in guardia una persona può far solo bene

Giacomo
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 192
Iscritto il: 1 maggio 2006, 11:18
Località: Bergamo

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Giacomo » 16 febbraio 2008, 23:08

Diciamo solo che ho "colto l'occasione" per fare un chiarimentoo senz'altro superfluo per molti :-)

Secondo me un laureato viene collocato dove vuole lui ovvero se tu fai domanda di assunzione come tecnico non vedo perchè dovrebbero metterti per forza dietro a una scrivania, anzi potresti diventare un ottimo B2.

Per quanto riguarda i "crediti parziali" sugli esami universitari qualche hanno fa chiesi se potevano "scontarmi" alcuni moduli perchè avevo sostenuto qualche esame (matematica, fisica, costruzioni ecc..) al politecnico di MIlano in ingegneria aerospaziale, e la loro risposta fu che "non avevano abbastanza personale per potere verificare la rispondenza dei programmi d'esame (che io stesso gli avevo fornito) con i requisiti di quella che all'ora si chiamava JAR66
spero che le cose ora siano un po' cambiate

In bocca al lupo

Giacomo

stefano83
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 febbraio 2008, 17:50

Re: Informazioni LMA

Messaggio da stefano83 » 17 febbraio 2008, 11:46

Si il discorso dei moduli riconosciuti non è affatto semplice da quello che mi hanno spiegato.
In pratica chi non deve sostenere alcun esame per ottenere la LMA C sono solo i laureati in ing. aerospaziale (5 anni) che hanno scelto un determinato percorso didattico. Riporto ciò che ho trovato sul sito del politecnico di torino

"Il Percorso professionale PART 66 forma un ingegnere compiuto sul piano professionale, anche grazie ad un tirocinio industriale obbligatorio. Seppure in forma inizialmente assistita, questo ingegnere è quindi pronto ad assumere le funzioni richieste dal mondo del lavoro. Gli insegnamenti sono di natura applicativa, sia di tipo tecnico (le tecnologie e le costruzioni aerospaziali, l’aerodinamica applicata, i sistemi avionici, la propulsione aeronautica) che di contesto (la legislazione aeronautica e i fattori umani). Compaiono inoltre contenuti pratici di manutenzione e di componentistica minuta, richiesti per soddisfare la norma internazionale PART 66 che regola il conferimento della Aircraft Maintenance Licence Class C. Con il Percorso professionale PART 66 si può infatti contare sul riconoscimento della formazione acquisita da parte dell’ENAC (Ente Nazionale per l ’Aviazione Civile) ai fini di tale licenza: per ottenerla si richiede soltanto, dopo la Laurea,una documentata attività lavorativa pratica di sufficiente durata nel campo della manutenzione aeronautica (il solo Politecnico di Torino in Italia e pochissime altre università europee godono di questo riconoscimento)."

Per elettronica e meccanica invece bisogna valutare caso per caso, in base al piano di studi e ai programmi svolti. (enac)
In ogni modo, ho dato uno sguardo ai programmi dei moduli per la LMA C, e anche se in parte combaciano, sicuramente ci saranno esami che non potranno mai essere riconosciuti da un percorso come elettronica o meccanica, quindi da sostenere (opinione personale).
Ovviamente in ogni caso ci vuole l'esperienza necessaria.
Questo è ciò che ho capito io.
ciao
stefano

stefano83
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 15 febbraio 2008, 17:50

Re: Informazioni LMA

Messaggio da stefano83 » 17 febbraio 2008, 12:03

Effettivamente questo è ciò che dovrebbe accadere in teoria, se poi non hanno personale...
Posso chiedervi a che serve la LMA C, pare che sulle offerte di lavoro non sia mai richiesta.
ciao
stefano

Snap-on

Re: Informazioni LMA

Messaggio da Snap-on » 17 febbraio 2008, 14:47

Effettivamente questo è ciò che dovrebbe accadere in teoria, se poi non hanno personale...
Posso chiedervi a che serve la LMA C, pare che sulle offerte di lavoro non sia mai richiesta.
Credo che buona parte delle risposte le abbia date Giacomo. La licenza di tipo C è una licenza che viene rischiesta solo per le attività di Base Maintenance. In Italia come al solito sono statetravisate e tradotte a proprio uso e consumo determinate norme e quindi si è sorvolato sul fatto che è la licenza più Inutile ai fini pratici e professionale.

All'estero l'ottenimento di una licenza di tipo C avviene attraverso un percorso formativo che parte da una licenza di tipo B1 +B2 e con attivita di Base maintenance certificata di almeno tre anni. (Air lingus , Lufthansa technics, Sogerma).

Tanto e vero che non esiste un percorso formativo in ambito EASA per l'ottenimento della stessa. L'ENAC si è inventato il titolo di laurea quinquennale per poter dare "d2ufficio" la licenza di tipo C ai propri funzionari. Ovviamente soltanto in base al titolo di studio e non certo all'esperienza pratica avuta !

Ma quì torniamo a fare la solita polemica !

Saluti

Steve :mrgreen:

Rispondi