Chiarimenti sulle ETOPS

Area dedicata alla discussione di argomenti tecnici legati alla manutenzione degli aeroplani e operazioni tecniche. Quesiti e domande a cui risponderanno i Tecnici e il Personale di terra

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da davidemox » 14 marzo 2016, 15:13

Non bisogna confondere le regole ETOPS con quelle Dell MNPS in atlantico.
Davide

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da FAS » 29 marzo 2016, 9:10

Ayrton ha scritto:io ho quattro asciugacapelli, ma di etops non riesco a leggerne da nessuna parte nei miei manuali.

dall 800
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

altairV
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 17 giugno 2016, 13:34

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da altairV » 26 ottobre 2016, 0:31

Scusate se riprendo questo argomento ma mi sfugge qualcosa: ETOPS 180 indica 180 minuti di volo, se non ho capito male, ma la distanza percorribile in quei 180 minuti, è diversa da aereo ad aereo? Oppure viene considerata una velocità standard per tutti?

altairV
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 17 giugno 2016, 13:34

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da altairV » 26 ottobre 2016, 0:39

Forse ho scoperto che la distanza percorsa nel tempo ETOPS è diversa da modello a modello, cioè dipende dalla "velocità di progetto con un motore inoperativo", giusto?

L'ETOPS60 di un modello X può essere diverso dal modello Y, corretto?
A parità degli altri parametri quali piloti e compagnia.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Lampo 13 » 26 ottobre 2016, 9:47

altairV ha scritto:Forse ho scoperto che la distanza percorsa nel tempo ETOPS è diversa da modello a modello, cioè dipende dalla "velocità di progetto con un motore inoperativo", giusto?

L'ETOPS60 di un modello X può essere diverso dal modello Y, corretto?
A parità degli altri parametri quali piloti e compagnia.
Etops 180 vuole dire 3 ore di volo alla velocitá di Oeo che immagino leggermente diversa tra i vari aeroplani. Le cose interessanti sono la pianificazione del volo e la sua effettuazione. Prima di partire hai programmati gli aeroporti alternati disponibili in rotta con tanto di "cerchio" dei 180' disegnato che si deve intersecare con quello del successivo. In pratica gli aeroporti possono essere distanti tra loro 360' perché a metà strada ne avrai comunque uno a 180'. Prima di entrare nell'area Etops devi ricontrollare i meteo di tutti gli aeroporti coinvolti per confermare la loro disponibilità e, nel caso, ripianificare con nuovi alternati.
Ci sono zone in cui una stessa tratta può essere volata sia Etops che non, per esempio la Siberia in estate o in inverno. È un'area piena di aeroporti, molti disponibili con la bella stagione ma chiusi in inverno. Basta averne una serie in sequenza a non più di 120' minuti uno dall'altro e ti fai il sorvolo non Etops.

altairV
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 17 giugno 2016, 13:34

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da altairV » 26 ottobre 2016, 14:05

Perfetto grazie.

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1465
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da 1stAirbus » 16 novembre 2016, 9:00

Lampo 13 ha scritto:
altairV ha scritto:Forse ho scoperto che la distanza percorsa nel tempo ETOPS è diversa da modello a modello, cioè dipende dalla "velocità di progetto con un motore inoperativo", giusto?

L'ETOPS60 di un modello X può essere diverso dal modello Y, corretto?
A parità degli altri parametri quali piloti e compagnia.
Etops 180 vuole dire 3 ore di volo alla velocitá di Oeo che immagino leggermente diversa tra i vari aeroplani. Le cose interessanti sono la pianificazione del volo e la sua effettuazione. Prima di partire hai programmati gli aeroporti alternati disponibili in rotta con tanto di "cerchio" dei 180' disegnato che si deve intersecare con quello del successivo. In pratica gli aeroporti possono essere distanti tra loro 360' perché a metà strada ne avrai comunque uno a 180'. Prima di entrare nell'area Etops devi ricontrollare i meteo di tutti gli aeroporti coinvolti per confermare la loro disponibilità e, nel caso, ripianificare con nuovi alternati.
Ci sono zone in cui una stessa tratta può essere volata sia Etops che non, per esempio la Siberia in estate o in inverno. È un'area piena di aeroporti, molti disponibili con la bella stagione ma chiusi in inverno. Basta averne una serie in sequenza a non più di 120' minuti uno dall'altro e ti fai il sorvolo non Etops.
Ecco una cosa che mi è poco chiara:
Partendo da X per andare a Y con piano di volo regolare, alternati, ecc. mi trovo poi, pur senza il minimo problema, in un'area che per condizioni meteo, accidenti vari, mi rende inoperativo uno o più alternati che erano stati prefissati nel piano di volo, cosa faccio? Cambio rotta? E se sono così distante da essermi allontanato da quelli che avevo 180' all'indietro?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Lampo 13 » 16 novembre 2016, 9:39

1stAirbus ha scritto:Ecco una cosa che mi è poco chiara:
Partendo da X per andare a Y con piano di volo regolare, alternati, ecc. mi trovo poi, pur senza il minimo problema, in un'area che per condizioni meteo, accidenti vari, mi rende inoperativo uno o più alternati che erano stati prefissati nel piano di volo, cosa faccio? Cambio rotta? E se sono così distante da essermi allontanato da quelli che avevo 180' all'indietro?
La gestione della pianificazione ETOPS è in costante aggiornamento, tu hai la tua rotta stabilità in funzione degli alternati disponibili, prima di entrare in area ETOPS devi ricontrollare che tali alternati siano ancora disponibili altrimenti si deve ripianificare in volo con l'aiuto del centro operativo che è sempre in contatto via ACARS.
Poi, durante il volo in area ETOPS devi costantemente tenerti aggiornato sulla situazione degli alternati che, comunque, è sufficiente che siano aperti con le minime richieste in funzione delle procedure disponibili.
Tieni presente che un B777 atterra OEO in CAT3 autoland.
Se gli aeroporti si fossero tutti chiusi ti porterai verso un'altra rotta, da pianificare e autorizzare dal controllo; aeroporti in giro a 3 ore di distanza da un certo punto (stiamo parlando di circa 1000 NM) ce ne sono sempre.
Carburante in area ETOPS ne hai sempre molto perché, almeno dall'Italia, si trovano a metà percorso (NAT e Siberia) e quindi sei ancora molto ben fornito e nessuno ti impedisce di fare un extra scalo per rifornire e ripartire. Come ho già detto il volo di lungo raggio è fatto di poche tratte (una 70ina l'anno), è quasi tutto un volo di crociera che termina con un ILS ma la sua caratteristica è quella di impegnare nella continua pianificazione e gestione della situazione intorno l'aereo, bollettini, meteo, etc., della situazione all'interno, passeggeri malati, ubriachi, etc. e stanchezza dell'equipaggio. Non so se ti ho risposto. Prova a prendere una cartina del Nord e Centro Atlantico, (in pratica tra Inghilterra/Francia e Canada/Usa, Senegal e Brasile) e una della Siberia, appoggiaci sopra un cerchio di 1.100 NM il cui centro è l'aereo e vedrai che di alternati è pieno. L'Atlantico del Sud non si "vola" e l'Oceano Pacifico non lo conosco.

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da barth » 15 febbraio 2018, 20:23

Ho letto tutta la discussione, molto bella e interessante, si impara molto con il volo, ma questo volo in procedura o velocita' OEO in cosa consiste?

Nulla da google purtroppo, grazie.

Sent from my Lenovo K53a48 using Tapatalk

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Lampo 13 » 15 febbraio 2018, 20:30

barth ha scritto:Ho letto tutta la discussione, molto bella e interessante, si impara molto con il volo, ma questo volo in procedura o velocita' OEO in cosa consiste?

Nulla da google purtroppo, grazie.

Sent from my Lenovo K53a48 using Tapatalk
OEO sta per One Engine Out ed è una velocità da mantenere con un motore inoperativo per andare all'alternato.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9561
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da tartan » 16 febbraio 2018, 12:31

Aggiungo che la velocità è relativa ad un peso specifico e che la determinazione di quel peso, cioè come si identifica in sede di pianificazione è stato oggetto di molte discussioni ai tempi dell'introduzione di ETOPS. Ora non sono più aggiornato, era solo per evidenziare che ai tempi degli inizi di questa pratica io c'ero ed ero stato incaricato da AZ (sempre quella pagata da tutti i contribuenti) si seguirne gli sviluppi! :mrgreen:
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
barth
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 232
Iscritto il: 25 gennaio 2012, 21:32

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da barth » 17 febbraio 2018, 18:28

Lampo 13 ha scritto:
barth ha scritto:Ho letto tutta la discussione, molto bella e interessante, si impara molto con il volo, ma questo volo in procedura o velocita' OEO in cosa consiste?

Nulla da google purtroppo, grazie.

Sent from my Lenovo K53a48 using Tapatalk
OEO sta per One Engine Out ed è una velocità da mantenere con un motore inoperativo per andare all'alternato.
Grazie, adesso saranno piu'semplici le ricerche.

Sent from my Lenovo K53a48 using Tapatalk

altairV
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 17 giugno 2016, 13:34

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da altairV » 2 marzo 2018, 17:04

Lampo 13 ha scritto:...L'Atlantico del Sud non si "vola"...
In che senso?

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Lampo 13 » 2 marzo 2018, 17:41

altairV ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:...L'Atlantico del Sud non si "vola"...
In che senso?
Nel senso che tra Sud America ed Africa, molto a sud, di voli ne passano pochini...

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da davidemox » 2 marzo 2018, 18:25

in sud atlantico ci sono stato un paio di volte, hai l isola di ascension e tutta la costa del sud america.
con etops 180 non ci sono problemi.
Davide

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6686
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Lampo 13 » 2 marzo 2018, 19:02

davidemox ha scritto:in sud atlantico ci sono stato un paio di volte, hai l isola di ascension e tutta la costa del sud america.
con etops 180 non ci sono problemi.
Si, ma se vai su FR24 e visualizzi il traffico presente tra Angola/Namibia/Sud Africa e Brasile/Argentina quasi non si muove foglia sull'Atlantico...

Avatar utente
davidemox
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 914
Iscritto il: 8 ottobre 2005, 16:35
Località: Milano

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da davidemox » 5 marzo 2018, 18:29

Lampo 13 ha scritto:
davidemox ha scritto:in sud atlantico ci sono stato un paio di volte, hai l isola di ascension e tutta la costa del sud america.
con etops 180 non ci sono problemi.
Si, ma se vai su FR24 e visualizzi il traffico presente tra Angola/Namibia/Sud Africa e Brasile/Argentina quasi non si muove foglia sull'Atlantico...
si vero, ero sempre solo
Davide

altairV
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 17 giugno 2016, 13:34

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da altairV » 7 marzo 2018, 14:38

Lampo 13 ha scritto:...Nel senso che tra Sud America ed Africa, molto a sud, di voli ne passano pochini...
Ok, capito giusto allora.

Siccome veramente c'è gente che dice che quelle tratte non esistono, e che voi piloti lo sapete benissimo :lol:
la frase letta così, e su questo forum, mi aveva lasciato un po' perplesso.
Se ti leggesse un terrapiattista prenderebbe solo quella frase e ne farebbe un cavallo di battaglia. :mrgreen:

@davidemox
mi piace vedere su FR24 i voli e ho notato che tra i sud (america e africa) e australia usano appunto bimotori. Esempio Latam Chile usa il B789 per la tratta Aukland-Santiago. Ma sulla tratta da me citata, di 10 ore sull'oceano, che etops dovrebbe avere, se non ci fossero posti dove atterrare al di fuori delle località di partenza e arrivo? E onestamente non ho visto isolette con aeroporto in mezzo a quel blu...

Avatar utente
Yavapai
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 234
Iscritto il: 19 novembre 2008, 21:58

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Yavapai » 7 marzo 2018, 15:51

A occhio almeno ETOPS 300 .... con NCRG e SCIP come alternati...

Ciao


altairV ha scritto:... ho notato che tra i sud (america e africa) e australia usano appunto bimotori. Esempio Latam Chile usa il B789 per la tratta Aukland-Santiago. Ma sulla tratta da me citata, di 10 ore sull'oceano, che etops dovrebbe avere, se non ci fossero posti dove atterrare al di fuori delle località di partenza e arrivo? E onestamente non ho visto isolette con aeroporto in mezzo a quel blu...
M.C.
FAA Aircraft Dispatcher

altairV
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 17 giugno 2016, 13:34

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da altairV » 8 marzo 2018, 1:06

Grazie. Ecco perchè usano il 787. Ho trovato un articolo che dice che il B787 è certificato etops 330 e la foto è di un velivolo della LAN Chile, manco a farlo apposta. In teoria arrivati a mezza tratta potrebbero proseguire (o tornare indietro). O no?

Avatar utente
Yavapai
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 234
Iscritto il: 19 novembre 2008, 21:58

Re: Chiarimenti sulle ETOPS

Messaggio da Yavapai » 8 marzo 2018, 9:53

Ciao non so se ho capito esattamente la domanda, diciamo in sintesi e semplificando molto che se col tuo bel 789 fiammante sei ETOPS 330 tu pianifichi il volo in modo che entro il range dei 330 minuti di volo a velocità e quota One Engine Inoperative hai sempre un aeroporto suitable ETOPS cui andare. Se ad esempio hai che A è la partenza, B un enroute ETOPS alternate che hai pianificato e C la destinazione, avrai due Equal time point (ETP1 e ETP2); ETP1 è tra A e B e se spacchi un motore prima di ETP1 devi divergere verso A, se invece lo sfasci dopo l' ETP1 ma prima dell'ETP2 divergerai verso B; se il guaio succede dopo l'ETP2 allora vai a C.
Se non ti serve l'enroute altn B perché A e C sono abbastanza vicini considerato il tuo ETOPS allora avrai solo ETP1, prima del quale torni a "casa" e dopo il quale prosegui a destinazione.
M.C.
FAA Aircraft Dispatcher

Rispondi