Stallo ad alta velocità

Area dedicata alla discussione di argomenti sulla meccanica del volo e aerotecnica. Quesiti su come fa un aeroplano a volare!

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Morghana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 234
Iscritto il: 11 aprile 2007, 11:35
Località: Napoli

Stallo ad alta velocità

Messaggio da Morghana » 21 gennaio 2008, 10:03

Curiosando su Wikipedia ho letto qualcosa sullo stallo.
E' vero che quello ad alta velocità è il più pericoloso e difficile da "riprendere" per i piloti ?

Salutissimi
Morghana (Mirella)
Secondo alcuni studi il calabrone non può volare perché la sua larghezza alare non è proporzionale alla sua grandezza corporea. Ma il calabrone non lo sa, perciò lui continua a volare.

Avatar utente
pm
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 29 giugno 2005, 14:26
Località: bruxelles

Messaggio da pm » 21 gennaio 2008, 11:03

stallo ad alta velocità? Non è un contraddizione in termini?
"Ladies and Gentlemen, this is your Captain speaking. We have a small problem. All four engines have stopped. We are doing our damnedest to get them going again. I trust you are not in too much distress."

Avatar utente
giano1968
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 375
Iscritto il: 24 agosto 2005, 10:07
Località: CPT

Messaggio da giano1968 » 21 gennaio 2008, 11:07

pm ha scritto:stallo ad alta velocità? Non è un contraddizione in termini?
mai sentito parlare di high speed buffet in opposizione al low speed buffet?
Immagine

Avatar utente
pm
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 29 giugno 2005, 14:26
Località: bruxelles

Messaggio da pm » 21 gennaio 2008, 11:13

giano1968 ha scritto:
pm ha scritto:stallo ad alta velocità? Non è un contraddizione in termini?
mai sentito parlare di high speed buffet in opposizione al low speed buffet?
ovviamente no... :roll: :oops:

io di buffet conosco solo gli all-you-can-eat...sorry. :lol:
"Ladies and Gentlemen, this is your Captain speaking. We have a small problem. All four engines have stopped. We are doing our damnedest to get them going again. I trust you are not in too much distress."

Avatar utente
Giulio88
FL 200
FL 200
Messaggi: 2402
Iscritto il: 7 dicembre 2006, 1:10
Località: Roma

Messaggio da Giulio88 » 21 gennaio 2008, 11:18

Lo stallo può avvenire a qualsiasi velocità, perchè è in funzione solo dell'angolo di incidenza.
PPL (A)

Avatar utente
Morghana
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 234
Iscritto il: 11 aprile 2007, 11:35
Località: Napoli

Messaggio da Morghana » 21 gennaio 2008, 11:41

Intanto nessuno m'ha risposto ... :D:D:D
Secondo alcuni studi il calabrone non può volare perché la sua larghezza alare non è proporzionale alla sua grandezza corporea. Ma il calabrone non lo sa, perciò lui continua a volare.

Avatar utente
Kandam
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 14:18
Località: Bruxelles

Messaggio da Kandam » 21 gennaio 2008, 11:44

si...è molto più pericoloso, nello stallo a bassa velocità, generalmente basta riabbassare il muso e riacclerare....quando sei a alta velocità, ma alta proprio, èpiù difficile, 1: è proprio più difficile tenere il controllo dell'aereo, 2: c'è il rischio di danneggiare l'aereo(non sono sicuro di questo...chiedo conferma) 3: a seconda di quanto vai veloce, è facile che hai diversi G di manovra, quindi, come minimo, se non sei allenata/o, prendi una bella botta, maggiore di quella che prendi a bassa velocità
Mi accuseranno di aver fallito, non certo di non aver tentato

Preselezione 9/02/09: 42.77


Kandam

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 21 gennaio 2008, 12:15

Mi dispiace aver cancellato un post, ma ritengo che i riferimenti a simulatori domestici, per quanto ben fatti nel modello matematico, siano poco opportuni in area tecnica.

Per gli AG lo stallo ad alta velocità è particolarmente insidioso.
Accade quando sei con manetta quasi tutta dentro (quindi sei molto veloce) e richiami bruscamente l'aereo a cabrare.
A questo punto è facile che, pur avendo cambiato assetto, causa l'inerzia, l'aereo continui a volare orizzontalmente "spanciato", esponendo il bordo d'attacco delle semiali ad angoli superiori all'incidenza necessaria ad avere portanza.

L'aereo stalla.

Ma a peggiorare le cose c'è il fatto che la turbolenza indotta dall'elica che gira a piena potenza farà stallare un'ala prima dell'altra, così da innescare una caduta in vite, fatta a piena potenza!!
Se non si reagisce in fretta o se la quota a disposizione non è sufficiente ... le cose possono mettersi molto male.

Avatar utente
Kandam
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 14:18
Località: Bruxelles

Messaggio da Kandam » 21 gennaio 2008, 12:36

ok....scusate....volevo sentirmi utile ^_* continuerò a fare esercizio...intanto sto guardando i corsi per pilota privato qui a bruxelles....madò...6000 euri di corso...mi sa che per i 18 mi regalano solo il corso teorico...e la pratica me la devo pagare mi sa ^_*

K
Mi accuseranno di aver fallito, non certo di non aver tentato

Preselezione 9/02/09: 42.77


Kandam

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 21 gennaio 2008, 12:40

Kandam ha scritto:ok....scusate....volevo sentirmi utile ^_* continuerò a fare esercizio...intanto sto guardando i corsi per pilota privato qui a bruxelles....madò...6000 euri di corso...mi sa che per i 18 mi regalano solo il corso teorico...e la pratica me la devo pagare mi sa ^_*
Ma sei stato utile, con l'introduzione che hai dato al problema nel post sopra il mio ;)

Good Luck per il PPL ... e metti da parte i danari. :D

Avatar utente
IFACN
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 560
Iscritto il: 7 febbraio 2007, 12:50
Località: Milano

Messaggio da IFACN » 21 gennaio 2008, 12:47

Provato dal vivo con un CAP10 (acrobatico, per chi non lo conoscesse).

Confermo tutto, compresa la sensazione di spanciare e la "botta" che si sente, differentemente da uno stallo a bassa velocita'.
Nel dimostrarmi lo stallo high speed, poi, l'istruttore acrobatico prima della manovra arretrava manetta da potenza di crociera a quasi idle, in quel caso non si sentivano effetti secondari (imbardata o stallo asimmetrico).

Domanda: differenza nei comportamenti fra un'ala alta e un'ala bassa ce ne possono essere (p.es. su aeroplani tipo un Cessna 182)?

A.

Avatar utente
brezzalife
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 431
Iscritto il: 2 novembre 2004, 0:02
Località: NAPOLI

Messaggio da brezzalife » 21 gennaio 2008, 13:06

Black Magic ha scritto:Mi dispiace aver cancellato un post, ma ritengo che i riferimenti a simulatori domestici, per quanto ben fatti nel modello matematico, siano poco opportuni in area tecnica.

Per gli AG lo stallo ad alta velocità è particolarmente insidioso.
Accade quando sei con manetta quasi tutta dentro (quindi sei molto veloce) e richiami bruscamente l'aereo a cabrare.
A questo punto è facile che, pur avendo cambiato assetto, causa l'inerzia, l'aereo continui a volare orizzontalmente "spanciato", esponendo il bordo d'attacco delle semiali ad angoli superiori all'incidenza necessaria ad avere portanza.

L'aereo stalla.

Ma a peggiorare le cose c'è il fatto che la turbolenza indotta dall'elica che gira a piena potenza farà stallare un'ala prima dell'altra, così da innescare una caduta in vite, fatta a piena potenza!!
Se non si reagisce in fretta o se la quota a disposizione non è sufficiente ... le cose possono mettersi molto male.
E' quello che ha fatto l' istruttore al mio primo volo; tirava su e ci dava anche di trim a cabrare,poi subito giu' a sinistra... :pukeright: :pukeright: :pukeright: :pukeright: :pukeright: :pukeleft: :pukeleft: :pukeleft:
L'unica cosa che non e' stata ancora toccata dal progresso e' l'idea di progresso !

Avatar utente
md80cesarino
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 76
Iscritto il: 13 settembre 2005, 19:13
Località: ca

Messaggio da md80cesarino » 22 gennaio 2008, 11:24

Si diciamo che quando si provano gli stalli a bassa ed alta velocita quello che fa stallare l'aereo è solo l'angolo di incidenza che si aggira intorno ai 17° , in quelli simulati l'aereo stalla con tutte e due le ali perche te lo direzioni bene con i pedali , poi se ti capita accidentalmente uno stallo e non te lo aspetti ci potrebbero essere le prerogative di una vite per i motivi sopraesposti. bye.

ah Il cap 10 è questo in foto.
Immagine
L'uomo non è nato per volare ma nel corso dei secoli si è adattato molto bene.

Otaku

Messaggio da Otaku » 22 gennaio 2008, 20:57

Due domande: è un principio che si può riscontrare nella manovra del cobra? Sarei portato a pensarlo perchè l'aereo si dispone "di pancia" senza salire.
Uno stallo ad alta velocità potrebbe essere più difficile da gestire anche per la maggior quantità di vortici generati dalle ali?
Thanks.

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Messaggio da Tiennetti » 22 gennaio 2008, 21:20

Scusate, ma per me lo stallo di al´ta velocitá si ha quando parte dell'ala arriva a velocitá soniche.... o no?
David

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11191
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Messaggio da flyingbrandon » 22 gennaio 2008, 21:37

Tiennetti ha scritto:Scusate, ma per me lo stallo di al´ta velocitá si ha quando parte dell'ala arriva a velocitá soniche.... o no?
Sì...solitamente lo stallo di alta velocità coinvolge shock wave etcetc...quindi difficilmente applicabile a cessna e similari....io quelli descritti sopra gli ho sempre chiamati stalli accellerati... :roll:
Ciao
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11191
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Messaggio da flyingbrandon » 22 gennaio 2008, 21:44

Tiennetti ha scritto:Scusate, ma per me lo stallo di al´ta velocitá si ha quando parte dell'ala arriva a velocitá soniche.... o no?

In realta' pero' rileggendo il primo post parlava di stalla AD alta velocita'....noi due stallo DI alta velocita'.....quindi tutto ok! :lol:
Ciao
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Messaggio da Tiennetti » 22 gennaio 2008, 21:45

Ecco :)
Grazie :)
David

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Messaggio da vihai » 23 gennaio 2008, 10:46

Otaku ha scritto:Due domande: è un principio che si può riscontrare nella manovra del cobra?
Sì, il "cobra" è uno stallo accelerato.

Solo pochi aerei sono in grado di farlo perché è necessaria una certa stabilità in stallo ad alti angoli di incidenza.

Con velivoli più classici il rischio è quello di entrare in una vite orizzontale e di fare uno snap-roll involontario.

Lo snap-roll è infatti uno stallo accelerato asimmetrico

Ciao,

SOLE LUNA
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 480
Iscritto il: 11 luglio 2007, 12:38

Messaggio da SOLE LUNA » 23 gennaio 2008, 11:21

Io lo conosco come high speed stall, quello che chiedeva Morghana.
Ed ha come conseguenza uno snap-roll.

Probabilmente è il nome in italiano che vi ha creato confusione.
:)

Black Magic

Messaggio da Black Magic » 23 gennaio 2008, 11:46

SOLE LUNA ha scritto:Io lo conosco come high speed stall, quello che chiedeva Morghana.
Ed ha come conseguenza uno snap-roll.

Probabilmente è il nome in italiano che vi ha creato confusione.
:)
quoto!

Avatar utente
erniscarchil
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 70
Iscritto il: 6 novembre 2007, 23:06
Località: cologno monzese

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da erniscarchil » 20 febbraio 2008, 22:11

se stalli ad alta velocità vuol dire che comunque ti sei messo nei casini da solo... perchè è molto difficile... comunque se ti vuoi divertire mi sembra qualcosa che se ne esci puoi andarlo a dire fiero ai tuoi amici... "io sono uscito da uno stallo ad alta velocità !!" :wink:

lucax1x

Re:

Messaggio da lucax1x » 20 febbraio 2008, 22:45

Black Magic ha scritto:Mi dispiace aver cancellato un post, ma ritengo che i riferimenti a simulatori domestici, per quanto ben fatti nel modello matematico, siano poco opportuni in area tecnica.

Per gli AG lo stallo ad alta velocità è particolarmente insidioso.
Accade quando sei con manetta quasi tutta dentro (quindi sei molto veloce) e richiami bruscamente l'aereo a cabrare.
A questo punto è facile che, pur avendo cambiato assetto, causa l'inerzia, l'aereo continui a volare orizzontalmente "spanciato", esponendo il bordo d'attacco delle semiali ad angoli superiori all'incidenza necessaria ad avere portanza.

L'aereo stalla.

Ma a peggiorare le cose c'è il fatto che la turbolenza indotta dall'elica che gira a piena potenza farà stallare un'ala prima dell'altra, così da innescare una caduta in vite, fatta a piena potenza!!
Se non si reagisce in fretta o se la quota a disposizione non è sufficiente ... le cose possono mettersi molto male.
Metti i brividi quando racconti ste cose... :shock:

N757GF

Re:

Messaggio da N757GF » 20 febbraio 2008, 23:50

Black Magic ha scritto: Per gli AG lo stallo ad alta velocità è particolarmente insidioso.
Accade quando sei con manetta quasi tutta dentro (quindi sei molto veloce) e richiami bruscamente l'aereo a cabrare.
Se sei sopra la velocita` di manovra e` possibile che la rottura di qualche elemento dell'aereo (interno, non strutturale grande) ti salvi dallo stallo, mentre se sei dalle parti della Va o meno, lo stallo ti salva dalla rottura :)

zittozitto

Re: Re:

Messaggio da zittozitto » 21 febbraio 2008, 8:48

N757GF ha scritto:
Black Magic ha scritto: Per gli AG lo stallo ad alta velocità è particolarmente insidioso.
Accade quando sei con manetta quasi tutta dentro (quindi sei molto veloce) e richiami bruscamente l'aereo a cabrare.
Se sei sopra la velocita` di manovra e` possibile che la rottura di qualche elemento dell'aereo (interno, non strutturale grande) ti salvi dallo stallo
magra consolazione :(
Black Magic ha scritto: Ma a peggiorare le cose c'è il fatto che la turbolenza indotta dall'elica che gira a piena potenza farà stallare un'ala prima dell'altra, così da innescare una caduta in vite, fatta a piena potenza!!
Se non si reagisce in fretta o se la quota a disposizione non è sufficiente ... le cose possono mettersi molto male.
l'effetto controrotante dell'elica genera l'effetto dell'ingresso in vite e l'effetto "P" genera una imbardata che potrebbe mandarci pure piatti in questa vite! ... così fa più paura ??? :lol:

Black Magic

Re: Re:

Messaggio da Black Magic » 21 febbraio 2008, 9:53

zittozitto ha scritto:
Black Magic ha scritto: Ma a peggiorare le cose c'è il fatto che la turbolenza indotta dall'elica che gira a piena potenza farà stallare un'ala prima dell'altra, così da innescare una caduta in vite, fatta a piena potenza!!
Se non si reagisce in fretta o se la quota a disposizione non è sufficiente ... le cose possono mettersi molto male.
l'effetto controrotante dell'elica genera l'effetto dell'ingresso in vite e l'effetto "P" genera una imbardata che potrebbe mandarci pure piatti in questa vite! ... così fa più paura ??? :lol:
:twisted:
ci hai messo il carico! :lol: :lol:
vado a stracciare la mia PPL e mi iscrivo ad un corso paura di volare... :lol: :lol: :lol:

zittozitto

Re: Re:

Messaggio da zittozitto » 21 febbraio 2008, 10:53

Black Magic ha scritto:
zittozitto ha scritto:
Black Magic ha scritto: Ma a peggiorare le cose c'è il fatto che la turbolenza indotta dall'elica che gira a piena potenza farà stallare un'ala prima dell'altra, così da innescare una caduta in vite, fatta a piena potenza!!
Se non si reagisce in fretta o se la quota a disposizione non è sufficiente ... le cose possono mettersi molto male.
l'effetto controrotante dell'elica genera l'effetto dell'ingresso in vite e l'effetto "P" genera una imbardata che potrebbe mandarci pure piatti in questa vite! ... così fa più paura ??? :lol:
:twisted:
ci hai messo il carico! :lol: :lol:
vado a stracciare la mia PPL e mi iscrivo ad un corso paura di volare... :lol: :lol: :lol:
prendi un posto pure per me ... rileggendomi mi son cagato sotto :(

Hartmann
FL 500
FL 500
Messaggi: 10617
Iscritto il: 7 marzo 2007, 9:44

Re: Re:

Messaggio da Hartmann » 21 febbraio 2008, 11:31

Ma la smettete?! Io già me la faccio sotto in una vite normale!!!!

H

Lauraa
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 51
Iscritto il: 2 dicembre 2007, 11:39

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da Lauraa » 21 febbraio 2008, 16:00

ehmm....avevo fatto la stessa domanda al mio professore e mi aveva risposto che l'unico motivo per cui è pericoloso sono le onde d'urto,che impattano sull'ala,causate dalla sovrappressione dovuta alla diminuzione di densità e ad un brusco aumento della velocità...sinceramente io non ho capito ben capito ma questo è quello che mi ha risposto (ho copiato questa risposta dagli appunti!! :D )
sapreste dirmi qualcosa di più a riguardo?? grazie mille! :roll:
how do you keep your feet on the ground when you know that you are born to fly??

zittozitto

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da zittozitto » 21 febbraio 2008, 16:32

Lauraa ha scritto:ehmm....avevo fatto la stessa domanda al mio professore e mi aveva risposto che l'unico motivo per cui è pericoloso sono le onde d'urto,che impattano sull'ala,causate dalla sovrappressione dovuta alla diminuzione di densità e ad un brusco aumento della velocità...sinceramente io non ho capito ben capito ma questo è quello che mi ha risposto (ho copiato questa risposta dagli appunti!! :D )
sapreste dirmi qualcosa di più a riguardo?? grazie mille! :roll:
guarda Lauraa, stiamo parlando di due cose diverse.
lo stallo ad alta velocità non è lo stallo di alta velocità ... quello che ti ha detto il prof. non saprei nemmeno decifrarlo ( e nemmeno c'ho voglia ) possiamo dirti cosa è uno stallo di alta velocità.
ti conviene aprire un altro thread dedicato, per non confonderci con questo.

Avatar utente
Tixio
FL 150
FL 150
Messaggi: 1658
Iscritto il: 30 ottobre 2006, 13:08
Località: Roma
Contatta:

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da Tixio » 21 febbraio 2008, 16:46

Lauraa ha scritto:ehmm....avevo fatto la stessa domanda al mio professore e mi aveva risposto che l'unico motivo per cui è pericoloso sono le onde d'urto,che impattano sull'ala,causate dalla sovrappressione dovuta alla diminuzione di densità e ad un brusco aumento della velocità...sinceramente io non ho capito ben capito ma questo è quello che mi ha risposto (ho copiato questa risposta dagli appunti!! :D )
sapreste dirmi qualcosa di più a riguardo?? grazie mille! :roll:
Come è stato spiegato sopra, lo stallo di cui tu parli è quello DI alta velocità che è un fenomeno legato alla presenza delle onde d'urto nel passaggio transonico: l'onda passando sul profilo può causare il distacco dello strato limite con le conseguenze ovvie (detto in breve). Ho trovato una figura da google:

Immagine

Lo stallo di cui parliamo qui è lo stallo AD alta velocità, lo stallo accelerato descritto sopra :wink:
Tixio®
********************
Un Ingegnere non vive, funziona
********************
Tixioland - Il mio diario di bordo

ImmagineImmagine

Avatar utente
Ayrton
B747-400 First Officer / Ground Instructor
B747-400 First Officer / Ground Instructor
Messaggi: 3654
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da Ayrton » 3 marzo 2008, 19:20

scusate ma io continuo a non capire....o meglio..non so di cosa state parlando..
mi spiego..
so cos'è lo stallo DI alta
e
so cos'è lo stallo in 2° regime

ma lo stallo AD alta velocità...non riesco a figurarlo...se non con la formazione di una shock wave..
Immagine

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da vihai » 3 marzo 2008, 19:58

Ayrton ha scritto:scusate ma io continuo a non capire....
ma lo stallo AD alta velocità...non riesco a figurarlo...
Lo stallo è un fenomeno aerodinamico che si verifica quando l'angolo di incidenza dell'ala supera l'angolo critico, i filetti fluidi si staccano dal profilo alare, il flusso diventa massicciamente turbolento e la portanza diminuisce sensibilmente.

L'angolo di incidenza critico lo puoi raggiungere a qualunque velocità.

In volo livellato lo raggiungerai alla Vs.

Per raggiungerlo a velocità più alte devi metterti in condizioni di dover generare più portanza di quella che in volo livellato si oppone alla forza peso imprimendo un'accelerazione, per esempio virando stretto o facendo brusche cabrate.

Avatar utente
Ayrton
B747-400 First Officer / Ground Instructor
B747-400 First Officer / Ground Instructor
Messaggi: 3654
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da Ayrton » 3 marzo 2008, 20:51

vihai ha scritto:
Ayrton ha scritto:scusate ma io continuo a non capire....
ma lo stallo AD alta velocità...non riesco a figurarlo...
Lo stallo è un fenomeno aerodinamico che si verifica quando l'angolo di incidenza dell'ala supera l'angolo critico, i filetti fluidi si staccano dal profilo alare, il flusso diventa massicciamente turbolento e la portanza diminuisce sensibilmente.

L'angolo di incidenza critico lo puoi raggiungere a qualunque velocità.

In volo livellato lo raggiungerai alla Vs.

Per raggiungerlo a velocità più alte devi metterti in condizioni di dover generare più portanza di quella che in volo livellato si oppone alla forza peso imprimendo un'accelerazione, per esempio virando stretto o facendo brusche cabrate.
grazie per la spiegazione dello stallo...non l'avevo mai sentita... 8) ma forse mi sono spiegato male io...lo so che lo stallo non è in funzione della velocità..
ma quindi lo stallo raggiunto in una virata stretta o in una "brusca" cabrata come si chiama che non ho ancora le idee chiare?

:drunken:
Immagine

Avatar utente
libelle
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 780
Iscritto il: 8 dicembre 2005, 18:57
Località: Firenze
Contatta:

Re: Stallo ad alta velocità

Messaggio da libelle » 4 marzo 2008, 12:48

Si chiama semplicemente "stallo accelerato". Tutto qui.
"think positive, flaps negative!"

Rispondi