Ancora Ustica

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Avatar utente
super33
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 7 novembre 2006, 16:27
Località: Roma

Messaggio da super33 » 19 maggio 2007, 13:58

Daniele77 ha scritto:...
Da quando sono su questo forum non faccio che leggere della sicurezza degli aerei, che non metto in discussione, e adesso si vuole accreditare la tesi secondo la quale il dc9 si sarebbe disintegrato per una turbolenza.
Ma dai..
Non una turbolenza, ma la scia di un jet supersonico a pochi metri.

Avatar utente
Daniele77
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1160
Iscritto il: 28 febbraio 2007, 12:07
Località: Milano e dintorni

Messaggio da Daniele77 » 19 maggio 2007, 15:16

si, in effetti questa immane tragedia ispira di tutto: fuorchè sorrisi
Se amiamo tutti gli animali perche' alcuni li chiamiamo 'amoruccio santo' e altri 'cena' ?

Trasponder
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 17 maggio 2007, 2:12

Messaggio da Trasponder » 19 maggio 2007, 21:58

Daniele77 ha scritto:
insomma è un vero giallo!!
Con 81 vittime di mezzo mi sembra quantomeno un eufemismo!
un noto politico
Quello della bufala telekom Serbia?
Da quando sono su questo forum non faccio che leggere della sicurezza degli aerei, che non metto in discussione, e adesso si vuole accreditare la tesi secondo la quale il dc9 si sarebbe disintegrato per una turbolenza.
Ma dai..[/quote]

Non sò esattamente di che cosa tratti quel libro io l'ho letto su internet comunque si tratta del ministro Zamberletti e la sua teroria della bomba,
però nel suo caso non mi sembra parlasse della coda ma di altri oggetti
dell'aereo.

comunque in questi anni se ne sono sentite di tutti i colori, secondo me tutte le ipotesi sono alla pari.

ciao

Gozer

Messaggio da Gozer » 19 maggio 2007, 22:56

Maxx ha scritto:Resto in attesa di sapere da Torrance e Super 33 cosa c***o c'è da ridere in tutto questo.
Andrei OT

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 21 maggio 2007, 2:25

Boniii.
Ragazzi, l'ho già detto in un altro topic (quello del Korea 007).
Quando di parla di incidenti aerei (e Ustica E' un incidente aereo) si parla di persone che hanno perso la vita.
Vediamo di non giocare sulla vita di queste persone con teorie astruse che non trovano approvazione ufficiale.
Se l'incidente ha uno scenario noto e messo nero su bianco, allora si può parlare delle cause, dei perchè, dei come, e questo perchè l'incidente è certo e si conosce ogni suo triste aspetto dinamico.
Ma quando lo scenario non è ancora chiaro (sembra assurdo che dopo 30 anni non lo sia, ma non è colpa mia) non inventiamoci cose a vanvera, e soprattutto non accusiamo nessuno se non si conosce di chi è la responsabilità diretta del disastro, ossia chi o che cosa ha fatto precipitare in mare quell'aereo.
Altrimenti si finisce per fare come ha fatto quel giornalista scampato a quel brutto incidente avvenuto in Indonesia (atterraggio del B737 della Garuda), il quale senza avere prove ha subito accusato il pilota! :roll:

Scrivere un libro su Ustica sembra oramai diventato come scrivere un libro su Elvis Presley, dove ognuno espone una sua teoria sulla presunta morte (alcuni dicono addirittura che non è mai morto!).
Ecco, vediamo di non trasformare un incidente aereo in un best seller da libreria, non è il caso.
Sono morte delle persone, e non c'è ne da ridere, ne da inventarsi scenari di fantasia.
Ricordiamoci sempre che una teoria, anche se valida a livello di ragionamento logico, rimane una teoria, non un fatto vero, compiuto, ufficiale.
Non basta dire "potrebbe essere stato un vortice o un'onda d'urto per...".
Certo che... "potrebbe".
Tutto... "potrebbe"! :roll:

Ma perchè diventi la verità e l'unica verità, non servono teorie, non servono i "potrebbe".
Servono prove certe, ossia i: "E' stato così e basta, e ne ho le prove"!
E in mancanza di tali prove tutti i discorsi, per quanto attendibili possono sembrare, rimangono solo aria fritta dove ognuno gioca a supporre ciò che vuole, chessò anche che quel povero DC9 "potrebbe" essere stato colpito in volo da un bolide, ossia un sasso cosmico (un meteorite).
Di sassi del genere ne cadono ogni giorno sulla terra, tanto che ci sono foto di autovetture colpite in giardino da proiettili simili.
Figuriamoci un aereo che corre a 800 kmh che fine farebbe se si becca una pietra da qualche kg che gli casca addosso a machXX!
Visto?
Bella no come teoria? (anche se campata per aria) :roll:

Come vedete è facile, sin troppo facile inventarsi scenari fantasiosi intorno a un incidente aereo di cui si sa poco o forse niente.
Quindi vi esorto a trattare questo incidente con rispetto e serietà.
Già l'incidente stesso è stato coperto (dopo) da una montagna di m***a.
Evitiamo di metterci anche noi a fare lo stesso gioco del "vediamo chi se la inventa meglio".
E soprattutto stop con le accuse rivolte a presunti piloti Francesi, Americani, Spagnoli, Italiani, etc.
Se avete le PROVE per fare una accusa tanto pesante e mirata, tiratele fuori (anzi consegnatele direttamente ai parenti delle vittime)!
Altrimenti smettiamola di accusare presunti piloti Americani, Francesi, Italiani (chi sono? fuori il nome!) senza prove.
Non comportiamoci come quei deficienti delle scie chimiche che godono un mondo ad accusare ed insultare qualunque pilota di aeroplano solo per il gusto di farlo e senza avere uno stralcio di prova in mano!

Lo chiedo per favore e per rispetto NON alla mia persona, bensì per QUELLE 81 persone. :(
Chi ha fonti veramente ma veramente attendibili le tiri fuori (e per "fonti" non mi riferisco certo a un libro!), o le riporti.
Siamo un sito di aviazione, ci interessiamo all'aviazione, e la discutiamo.
Gli incidenti aerei, ahimè, fanno parte dell'aviazione.
La favole e/o le teorie, no.
Semmai le discutiamo in quanto teorie, certo, ma dobbiamo sempre prendere coscienza che sono teorie, e le teorie non si utilizzano mai quali fossero verità comprovate ed ufficiali.
Inoltre le teorie non giustificano mai l'accusa rivolta a qualcuno.
Chiunque sia.
Le accuse si fanno con le prove, non con le teorie.

Gozer

Messaggio da Gozer » 21 maggio 2007, 10:03

Se vogliamo coprirci gli occhi col prosciutto, nessun problema... montagna, bello salato, grazie 8)

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9601
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 21 maggio 2007, 10:10

E allora dicci finalmente, alla luce delle Tue conoscenze in merito, cosa è davvero successo quella sera.

Gozer

Messaggio da Gozer » 21 maggio 2007, 10:24

Il fatto che non sappiamo quale sia l'ipotesi corretta non vuol dire che sia stato Dio che ci si è appoggiato per sbaglio come vogliono farci credere da trent'anni.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9601
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Messaggio da Maxx » 21 maggio 2007, 10:25

E' questo il problema: "chi" vuol farci credere questo?

Gozer

Messaggio da Gozer » 21 maggio 2007, 10:40

La risposta è dentro di te... ma è sbagliata.

Avatar utente
Chicco2003
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 360
Iscritto il: 6 aprile 2007, 16:19

Messaggio da Chicco2003 » 21 maggio 2007, 11:14

La ricerca delle cause del disastro di Ustica, lo sappiamo tutti, è un impresa ormai impossibile e, senza tanta retorica, è un compito che non spetta agli utenti di questo forum.
Detto questo però, credo che parlarne (nei modi dovuti) non sia irrispettoso ed anzi serva in concreto a non dimenticare .... che è la cosa peggiore.

Ad ogni modo credo che se di fatti vogliamo parlare, allora credo che un fatto noto (noto perchè i processi ne hanno dato atto) ci sia.

Depistaggi da parte delle autorità militari, una "sinistra" serie di incidenti o morti accidentali accadute a personale di terra che aveva avuto accesso ad informazioni relative al disastro.

Il cosiddetto "muro di gomma" che Risi ha così ben descritto nel omonimo film del 91.

Ora, certamente, potrete dire che sono voci, che non ci sono le prove ... citami le fonti .... bla bla.

Intendo solo dire che spesso la ragion di Stato (purtroppo), prevale sulla verità, ed Ustica ne è un esempio, tra i tantissimi .....

Non amo le teorie campate in aria senza riscontri
ma odio ancor di più l'indifferenza ... magari qualche parola in più, ci dà la curiosità di approfondire e capire meglio
Ciao

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 21 maggio 2007, 18:30

Assolutamente daccordo.
Infatti nessuno di noi "ha dimenticato" o "ama dimenticare".
Un simile evento non lo potrà mai dimenticare nessuno (almeno noi). :(
Però l'importante è non trasformare una tristissima pagina di storia in una barzelletta.
Già lo hanno fatto in tanti, troppi, e per ben 30 anni.
E noi sfortunatamente non abbiamo il potere o la documentazione giusta per dire la verità assoluta, l'unica e concreta verità.
Tirare in ballo teorie particolari (sebbene ci possa far sembrare di stare meglio) non aiuta il caso e non risolve un bel niente.
Questo ovviamente NON significa dimenticare il caso, voltare le spalle a quegli 81 morti, o peggio ancora abbandonare i parenti delle vittime al loro triste destino, ma semplicemente di porci nella nostra umile condizione di mancata consapevolezza.
La consapevolezza che non sappiamo cosa è successo e per nessuna ragione dobbiamo inventarci tesi alternative basate su niente o su mere supposizioni.
Così facendo non è che aiutiamo qualcuno o facciamo giustizia verso qualcuno.
Magari lo fosse se avessimo prove concrete!
Ma non possiamo, e non le abbiamo.

L'unica cosa che davvero possiamo fare è chinare la testa in rispetto a quei morti e tenerci dentro tutto il nostro amaro in bocca al solo pensiero di come vergognosamente tutta questa tragedia è stata infangata.
Altro davvero, non possiamo fare.
Anch'io vorrei poter avere tutte le risposte e conoscere tutta la verità.
Ma non ho questo potere, quindi attualmente l'unica cosa che posso fare è dedicare un minuto di silenzio in ricordo di quelle persone (e che ci crediate o no, ogni anno il 27 giugno esatto io faccio questo gesto!).
E' un gesto forse inutile, forse insignificante, un gesto che per 30 anni hanno fatto in chissà in quanti.....certo,....ma almeno significa che noi quelle persone non le abbiamo mai dimenticate. :(

Avatar utente
Chicco2003
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 360
Iscritto il: 6 aprile 2007, 16:19

Messaggio da Chicco2003 » 21 maggio 2007, 18:43

Aldus ha scritto:Assolutamente daccordo.
Infatti nessuno di noi "ha dimenticato" o "ama dimenticare".
Un simile evento non lo potrà mai dimenticare nessuno (almeno noi). :(
Però l'importante è non trasformare una tristissima pagina di storia in una barzelletta.
Già lo hanno fatto in tanti, troppi, e per ben 30 anni.
E noi sfortunatamente non abbiamo il potere o la documentazione giusta per dire la verità assoluta, l'unica e concreta verità.
Tirare in ballo teorie particolari (sebbene ci possa far sembrare di stare meglio) non aiuta il caso e non risolve un bel niente.
Questo ovviamente NON significa dimenticare il caso, voltare le spalle a quegli 81 morti, o peggio ancora abbandonare i parenti delle vittime al loro triste destino, ma semplicemente di porci nella nostra umile condizione di mancata consapevolezza.
La consapevolezza che non sappiamo cosa è successo e per nessuna ragione dobbiamo inventarci tesi alternative basate su niente o su mere supposizioni.
Così facendo non è che aiutiamo qualcuno o facciamo giustizia verso qualcuno.
Magari lo fosse se avessimo prove concrete!
Ma non possiamo, e non le abbiamo.

L'unica cosa che davvero possiamo fare è chinare la testa in rispetto a quei morti e tenerci dentro tutto il nostro amaro in bocca al solo pensiero di come vergognosamente tutta questa tragedia è stata infangata.
Altro davvero, non possiamo fare. :(
Condivido il tuo pensiero di fondo (e cioè che non si debbano dire sciocchezze senza essere a conoscenza dei fatti), ma non sono d'accordo quando dici che non si può fare null'altro.

possiamo, anzi dobbiamo, leggere non un solo commento, ma tutto ciò che possiamo, in modo da formarci quantomeno un'opinione e una conoscenza di base che ci permetta di non bere tutte le s*****te che i l'informazione asservita ci regala.

la verità, poi, non è di questo mondo ....

ma se dobbiamo proprio prendercela nel di dietro, almeno prendiamocela consapevoli che non ci stanno esattamente facendo un favore ....

Certe cose avvengono perché sanno di poter restare impuniti e questo perché la gente ad un approfondimento preferisce, ahimè, guardare il grande fratello.

... in fondo, credo, diciamo quasi le stesse cose

ciao

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 21 maggio 2007, 19:20

Chicco2003 ha scritto:
Condivido il tuo pensiero di fondo (e cioè che non si debbano dire sciocchezze senza essere a conoscenza dei fatti), ma non sono d'accordo quando dici che non si può fare null'altro.

possiamo, anzi dobbiamo, leggere non un solo commento, ma tutto ciò che possiamo, in modo da formarci quantomeno un'opinione e una conoscenza di base che ci permetta di non bere tutte le s*****te che i l'informazione asservita ci regala.
Il problema è proprio questo, Chicco.
Noi oramai abbiamo capito da un pezzo che scandalo è avvenuto in seguito a quel disastro, per cui certe teorie non ce le beviamo più.
Ustica è stato un vero e proprio "serbatoio di balle" e di teorie astruse, e per 30 anni ce le hanno tirate addosso una dietro l'altra.
Questo lo sappiamo bene, e ci siamo ben corazzati.
Quando dici che "dobbiamo formarci quantomeno un'opinione e una conoscenza di base che non ci permetta di bere tutte le xxxxx..." non dici altro di quanto ho già affermato.
Le stronzate oramai non ce le beviamo più, nel modo più assoluto.
Ma quello che ci manca non sono le NOSTRE opinioni, bensì il trarre un qualcosa di veramente concreto. Un risultato scientifico, stracerto, comprovato, della faccenda con tanto di (giuste) accuse da imprecare contro.....qualcuno (aereo, missile, pilota militare...chiunque sia stato).
Ed è quì che noi non possiamo fare nulla, che non abbiamo fonti, prove, materiale certo.
Ne conviene dunque che la nostra opinione (che poi sarebbero le nostre supposizioni) NON vale comunque qualcosa per farci sentire meglio.
Capisci?
Io mi sentirei meglio solo se potessi accusare davvero un responsabile certo, sapere che è LUI quel dannato killer che ha ammazzato 81 persone. :x
Ma finchè continuo a sentire ipotesi, ipotesi, ipotesi, non giungerò lo stesso mai a niente e non troverò la soddisfazione e la forza di liberarmi da questo immane peso: dire agli italiani e al mondo "Eccolo quì il responsabile che tanto ci hanno tenuto nascosto per 30 anni!"
Questo e solo questo è il raggiungimento del mio/nostro obbiettivo.
Ma finchè ragioniamo sulle ipotesi rimarremo inesarabilmente nel mondo delle ipotesi.
Mai della verità.

la verità, poi, non è di questo mondo ....

ma se dobbiamo proprio prendercela nel di dietro, almeno prendiamocela consapevoli che non ci stanno esattamente facendo un favore ....
Diciamo, senza generalizzare, che nel caso di Ustica è stato così.
Non in tutti gli incidenti aerei non esiste la verità, non dimentichiamolo.
Comunque sia, su Ustica quello che dici è vero, e nessuno lo può mettere in dubbio.
In questa tragedia la verità non si è mai trovata.
Certe cose avvengono perché sanno di poter restare impuniti e questo perché la gente ad un approfondimento preferisce, ahimè, guardare il grande fratello.
Sì ma non possiamo neppur farne un caso nazionale.
Anche la gente che va negli stadi a vedersi le partite sembra tra virgolette "fregarsene" di Ustica.
Ma sappiamo bene che non è così.
C'è momento e momento per tutto, per ridere, per piangere, per divertirsi, per approfondire.
E detto tra di noi preferisco che chi guarda il "grande fratello" continui pure a guardarsi quello, anzichè improvvisarsi "investigatore dell'aeronautica" per poi scrivere libri favolistici su Ustica.
E dato che dietro Ustica esiste forse un complotto (sarà contento Max), è anche inutile negare che quando c'è aria di complotto c'è anche terreno fertile per le baggianate, le teorie astruse, e i libri e siti bufala!
Quello che quindi vorrei fare è evitare di trattare Ustica come fosse un libro bufala.
Già lo hanno fatto in tanti per 30 anni.
Evitiamo di fare anche noi il nostro "trattato MD80.it su Ustica" basato su niente se non solo su mere supposizioni. :roll:

ciao :wink: :wink:

keyboardlive
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 148
Iscritto il: 26 ottobre 2006, 8:47
Località: Torino

Messaggio da keyboardlive » 22 maggio 2007, 21:20

Anche dell'esistenza della Mafia e della sua collusione con la politica non ci sono prove, ma questo non significa che non si debba sospettare
Ci sono importanti indizi ci sono eccome, e quando piu' negozi saltano per aria e tutti dicono "io non so nulla" non si puo' dire che non e' racket perche' se fosse stata fuga accidentale di gas, la gente non direbbe "non so nulla", ma direbbe e' stato il metano.

Il fatto che tutto cio' che si e' detto su Ustica siano Balle, mi sembra non voler accettare alcun'altra ipotesi oltre a quella dell'incidente, che pure ipotesi e'.
Se le altre ipotesi sono balle, e se l'incidente e' un ipotesi, anche l'incidente e' una balla e quindi le altre ipotesi vanno prese in considerazione o scartate : nel secondo caso pero' si cade nel negazionismo integrale che e' l'estatto estremo opposto al complottismo.

.
Oltretutto trovo irrispettosa anche l'ipotesi (se e' un ipotesi allora e' un accusa gratuita e irrispettosa) che i parenti propendano verso altre verita' per motivi assicurativi.

Siamo in un paese democratico ed e' giusto dare ascolto alle varie voci : sia quelle che sostengono l'incidente o l'attentato, che quelle che propendono verso lo scenario bellico-accidentale.

In una guerra qualsiasi, la prima vittima e' sempre la verita', e se su Ustica ci sono state tante balle, e' perche' non si voleva che venisse a galla la verita'.
Se fosse stato un incidente non ci sarebbe stato bisogno di depistaggi e bugie : gli incidenti sono incidenti e basta.
Attentato di Ustica collegato con Bologna perche' l'esplosivo era dello stesso tipo? :
e chi mi dice che a Bologna non sia stato messo esplosivo dello stesso tipo, per distogliere l'attenzione da Ustica per evitare che uno scandalo potesse mettere in discussione le strategie militari e le alleanze?.

E' un ipotesi anche questa e se la mia e' una balla, lo e' anche la prima
ipotesi perche' non ci sono prove in nessuno dei due casi.

A Bologna si disse che fu una caldaia per ritardare le prime indagini e favorire qualcuno. laddove tutti sentivano l'odore dell'esplosivo.
Poi si disse (presidente del consiglio Cossiga) che fu esplosione accidentale di ordigno palestinese...
Nessun politico ha mai coperto i terroristi, e quando su un caso ci sono balle mostruose (depistaggi) provenienti dai piu' alti livelli si puo' ipotizzare di tutto.
Quella della caldaia non era un ipotesi perche' nelle interviste in tempo reale, i testimoni gia' parlavano di odore di esplosivo : c'erano testimonianze che sono state negate.

Negare le ipotesi significa ostacolare la ricerca della verita' : un buon investigatore prende sempre in considerazione tutto, al di la di cio' che sembra verosimile o meno.
Fino a poche ore prima della soluzione del caso "strage di Erba", la soluzione era il Marito nordafricano (sembrava l'omicida perfetto precedenti penali ecc..), e se qualcuno avesse espresso ipotesi sui vicini sarebbe passato per pazzo.
Poi la verita' fu di tutt'altra natura e l'italia intera resto' sgomenta.
Fare ipotesi non significa incolpare o raccontare balle, ma cercare la verita' in tutte le direzioni possibili.

D'altro canto se ci fossero prove ci sarebbe la verita' e si potrebbe dire che Ustica e' stato un incidente, perche' nessuno avrebbe avuto interesse a rischiare il tribunale per depistare un incidente come tanti : questo e' gia' un buon motivo per pensare anche ad altre ipotesi : le ipotesi non sono verita', ma non sono neppure balle.

Sono teorie che possono aiutare a trovare la verita', nel nome delle tante persone che hanno sofferto la morte di 81 famigliari e che meritano tutto il rispetto di questo mondo.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 23 maggio 2007, 4:20

keyboardlive ha scritto:Anche dell'esistenza della Mafia e della sua collusione con la politica non ci sono prove, ma questo non significa che non si debba sospettare
Ci sono importanti indizi ci sono eccome, e quando piu' negozi saltano per aria e tutti dicono "io non so nulla" non si puo' dire che non e' racket perche' se fosse stata fuga accidentale di gas, la gente non direbbe "non so nulla", ma direbbe e' stato il metano.
Hai fatto un esempio che sotto sotto assomiglia al caso di Ustica, ma non completamente.
Se bruciano dei negozi, i titolari solitamente sanno bene chi è stato.
E anche chi non è stato toccato, sa comunque anch'esso chi è stato.
Lo sanno perchè, con queste cosche teppistiche, questa povera gente ci è a contatto quasi giornalmente, hanno già avuto a che fare in qualche modo, chessò, ti si presentano alla porta, ti chiedono di pagare il pizzo, tu non lo fai, e loro ti incendiano il negozio (o peggio).
Questi presunti responsabili quindi si conoscono bene, ma nessuno parla per (ovviamente) paura.
Nel caso Ustica è tutto un casino, dopo 30 anni qualcosa avrebbe dovuto trapelare per forza.
Invece manca ancora il responsabile, non lo si conosce, per cui è come si si stesse cercando di dare la caccia ad un fantasma.
Anche con la mafia spesso e volentieri è sembrato di trovarsi davanti ad un fantasma ben coperto da intrighi e nascondini, ma col tempo poi questo fantasma è stato scovato e sbattuto in galera con tanto di nome e cognome.
Attenzione, non parlo dei "soci" e dei vari "depistatori", bensì proprio dell'indiziato n°1, il vero killer mafioso per eccelenza.
Con Ustica questo killer non si sa ancora chi è.
I parenti delle vittime vogliono il responsabile.
Vogliono vederlo in faccia, sapere chi è, cosa ha fatto, perchè lo ha fatto, in che modo,... insomma tutto.
Questo, e solo questo, porrà fine all'enigma e le chiusura del caso.
Il fatto che tutto cio' che si e' detto su Ustica siano Balle, mi sembra non voler accettare alcun'altra ipotesi oltre a quella dell'incidente, che pure ipotesi e'.
No, nessuno ha detto questo.
E' stato detto che Ustica comunque sia andata è un incidente, un incidente aereo che ha visto un DC9 cascare dal cielo con 81 persone a bordo. :(
E questo è chiaro per tutti.
Quello che ancora non si sa bene è la sua dinamica, ossia perchè quel DC9 è caduto, e a causa di CHI o che COSA.
Qualcuno ha detto per colpa di un missile, altri hanno detto per colpa di una bomba, altri ancora hanno detto per "onde d'urto", e via così all'infinito.
Davanti a queste cose rimane certa soltanto una cosa: l'incidente aereo.
E non è una ipotesi.
E' l'unico dato certo che abbiamo e sappiamo tutti.
Se le altre ipotesi sono balle, e se l'incidente e' un ipotesi, anche l'incidente e' una balla e quindi le altre ipotesi vanno prese in considerazione o scartate : nel secondo caso pero' si cade nel negazionismo integrale che e' l'estatto estremo opposto al complottismo.
Ripeto ancora, l'incidente è l'unico dato certo, NON una ipotesi!
Quell'aereo è veramente cascato dal cielo, e 81 persone sono morte.
Come fai a dire "e se l'incidente è una ipotesi" o "anche l'incidente è una balla"? :shock:
Le varie ipotesi che si possono fare per un incidente aereo (QUALUNQUE incidente aereo) rimangono "ipotesi" finchè le commissioni di inchiesta non scoprono cosa è realmente successo.
A quel punto si conosce la verità, tutta la verità.
Ma finchè non si arriva a capo di niente è inutile continuare a rincorrere "presunte verità".
Resteranno semmai soltanto "presunte ipotesi", ma dalla verità magari si è lontani anni luce.
Oltretutto trovo irrispettosa anche l'ipotesi (se e' un ipotesi allora e' un accusa gratuita e irrispettosa) che i parenti propendano verso altre verita' per motivi assicurativi.
Siamo in un paese democratico ed e' giusto dare ascolto alle varie voci : sia quelle che sostengono l'incidente o l'attentato, che quelle che propendono verso lo scenario bellico-accidentale.
Ma infatti si da ascolto a tutte le voci.
Il problema però è che tutte queste voci parlano continuamente di ipotesi e ipotesi.
Come diavolo la troviamo la verità ascoltando cori di ipotesi? :roll:
Servono prove concrete se si vuole portare davanti alla giustizia i veri responsabili, non i commenti da bar sport, della serie "per me è stato questo, per me è stato quello".
Se fosse stato un incidente non ci sarebbe stato bisogno di depistaggi e bugie : gli incidenti sono incidenti e basta.
Alt, un incidente aereo è e rimane un incidente aereo, qualunque sia la causa che lo ha scatenato.
Ustica è stato un incidente, ma....un incidente che per qualche motivo a noi sconosciuto non è stato svelato. :roll:
E non è stato l'unico purtroppo.
Ci sono stati altri incidenti aerei dove le vere cause del disastro non sono mai state trovate (parlo di incidenti "normali", dunque niente missili, niente bombe, niente abbattimenti).
Questi incidenti sono stati archiviati come irrisolti, e nonostante non ci fosse sotto nessun complotto di nessun tipo, e gli enti investigativi hanno fatto l'impossibile per scoprirne le vere cause, non ci sono riusciti per mancanza di indizi certi.
A quel punto l'incidente rimane irrisolto e non si può fare altro che archiviarlo come tale.
Attentato di Ustica collegato con Bologna perche' l'esplosivo era dello stesso tipo? :
e chi mi dice che a Bologna non sia stato messo esplosivo dello stesso tipo, per distogliere l'attenzione da Ustica per evitare che uno scandalo potesse mettere in discussione le strategie militari e le alleanze?.
E' un ipotesi anche questa e se la mia e' una balla, lo e' anche la prima
ipotesi perche' non ci sono prove in nessuno dei due casi.
Esatto.
Quindi si rimane sempre nel regno delle ipotesi, non della verità che tanto cerchiamo.
A Bologna si disse che fu una caldaia per ritardare le prime indagini e favorire qualcuno. laddove tutti sentivano l'odore dell'esplosivo.
Poi si disse (presidente del consiglio Cossiga) che fu esplosione accidentale di ordigno palestinese...
Nessun politico ha mai coperto i terroristi, e quando su un caso ci sono balle mostruose (depistaggi) provenienti dai piu' alti livelli si puo' ipotizzare di tutto.
Quella della caldaia non era un ipotesi perche' nelle interviste in tempo reale, i testimoni gia' parlavano di odore di esplosivo : c'erano testimonianze che sono state negate.
Non capisco cosa centra questo con Ustica, ma tant'è.
Che io sappia non c'è nessun testimone che poteva "sentire odore di esplosivo" sul DC9 dell'Itavia, e qualora ci fosse stato sono tutti morti, quindi non ci sono testimonianze. :(
Negare le ipotesi significa ostacolare la ricerca della verita' : un buon investigatore prende sempre in considerazione tutto, al di la di cio' che sembra verosimile o meno.
Ma infatti anche gli investigatori sono proprio i primi a valutare determinate ipotesi.
Ma lo fanno perchè sperano di trovare poi prove certe che le avvalorino.
Esempio, se un aereo cade in mare e un investigatore ipotizza che siano stati i motori ad andare a fuoco, cosa fa?
Cerca tra i rottami i motori, li analizza, e se trova evidenti tracce di fuoco allora avrà avvalorato la sua ipotesi, cioè che effettivamente i motori sono andati a fuoco.
L'ipotesi dunque si trasforma in un indizio certo al 100% perchè (in mare) i motori non possono andare a fuoco e/o presentare tracce di fuoco (l'acqua spegne il fuoco). A quel punto si cercano altre variabili che avvalorino sempre di più la prova che l'incidente è avvenuto per fuoco ad entrambi i motori.
Ma se gli investigatori NON trovano tracce evidenti delle loro ipotesi non è che si precludono di ostacolare la ricerca della verità.
Affatto.
Significa solo che quella ipotesi NON è la verità che loro speravano di trovare.
E infatti nel caso Ustica si assiste proprio a questo fenomeno strano.
Non c'è UNA verità ufficiale e comprovata, ma ci sono diverse ipotesi, le quali si scontrano l'una con le altre.
Ecco perchè è inutile continuare a parlare di ipotesi.
Oramai di ipotesi ne sono state fatte un caterba, ma nessuna è ufficialmente avvalorata da tutti con prove inconfutabili alla mano.
Quindi siamo ancora in alto mare, non si conosce niente di certo, e soprattutto (che poi è il fatidico risultato dell'equazione sperata da tutti) NON si conosce il responsabile di quella strage.
Colui che i parenti delle vittime vogliono conoscere da 30 ANNI!
Fino a poche ore prima della soluzione del caso "strage di Erba", la soluzione era il Marito nordafricano (sembrava l'omicida perfetto precedenti penali ecc..), e se qualcuno avesse espresso ipotesi sui vicini sarebbe passato per pazzo.
Poi la verita' fu di tutt'altra natura e l'italia intera resto' sgomenta.
Fare ipotesi non significa incolpare o raccontare balle, ma cercare la verita' in tutte le direzioni possibili.
E' un discorso senza senso.
Di persone con fedine penali sporche e in libertà (prendi certi imbecilli da stadio, tanto per fare un esempio) è piena l'Italia intera, ma non vuol dire per forza che costoro ammazzeranno per forza qualcuno. Se dovessimo accusare qualcuno come "presunto omicida" solo per il fatto che ci è antipatico, veste male, rutta per strada, o è marocchino, staremo freschi!
Chissà quanta gente dovrebbe finire in galera senza prove certe o accuse comprovate. :shock:
Addirittura, spostando tale discorso in aeronautica, dovremmo allora fare arrestare anche TUTTI i piloti militari perchè... "chissà mai che sparino un missile a qualche aereo civile". :shock:
Dopotutto sono armati, quindi potenzialmente pericolosi, no? :roll:
Suvvia un po' di serietà. :wink:

D'altro canto se ci fossero prove ci sarebbe la verita' e si potrebbe dire che Ustica e' stato un incidente, perche' nessuno avrebbe avuto interesse a rischiare il tribunale per depistare un incidente come tanti : questo e' gia' un buon motivo per pensare anche ad altre ipotesi : le ipotesi non sono verita', ma non sono neppure balle.
Le ipotesi possono diventare balle quando ci si aggrappa ad esse senza uno stralcio di prova concreta e si continua a tener fede a quell'ipotesi solo per il gusto di farlo.
A quel punto allora l'ipotesi si trasforma in una favoletta fatta giusto per parlare, parlare, parlare, ma quanto a fatti, nisba.
Sono teorie che possono aiutare a trovare la verita', nel nome delle tante persone che hanno sofferto la morte di 81 famigliari e che meritano tutto il rispetto di questo mondo.
Diciamo che "potrebbero" aiutare a trovare la verità.
Ma lo ripeto, se non si trovano prove concrete che le avvalorino, non si darà mai la verità a chi la cerca, bensì mere illusioni.
Oltretutto ti faccio una mia osservazione del tutto personale.
Cos'è che veramente cercano i parenti delle vittime da 30 anni? :roll:
Te lo sei mai chiesto?
Beh te lo dico io: il responsabile! :evil:
I parenti delle vittime ne hanno fin sopra i capelli di tutti quelli che sono stati indagati per ragioni varie.
Questi "depistatori" li conoscono già.
Sono già finiti davanti alla giustizia.
Alcuni sono stati condannati, altri no.
E allora?
Il caso è chiuso?
Hanno trovato la pace dei sensi?
Niente affatto!
Non hanno trovato la pace dei sensi e non la troveranno mai finchè non si arriva al PRIMO anello della catena: quel maledetto responsabile che ha buttato giù con un missile o una bomba o vai tu a sapere, il DC9 Itavia! :x
E' lui quello che cercano!
E' lui che porrà la parola FINE a questo caso disperato.
Quando si troverà questo "qualcuno", allora sì che quelle persone (e anche noi) avranno veramente raggiunto la pace dei sensi.
Ma c'è un problema.
Per trovare questo "lui" bisogna poterlo ACCUSARE.
E come si può accusare qualcuno? :roll:
Con le prove certe!
Invece che si fa?
Si continua a correre dietro alle ipotesi del... "per me è stato un caccia americano, per me è stato un vuoto d'aria, per me è stato un missile, per me è stata un bomba".....aarrghhh... basta abbiamo capito.
Ma alla fin della fiera si può sapere chi è questo dannato assassino??
Che gliene frega ai parenti delle vittime di "ipotizzare" che è stato un americano?
Chi è questo.... "un americano"?? :shock:
E' anche gli dicessimo "e' stato un missile sparato da un caccia americano", che facciamo?
Gli portiamo in tribunale...un caccia? :shock:
Uno a caso, basta che sia americano? :shock:

Ma che gliene frega!?
Quella gente è stufa rasa di queste stupidaggini.
Vogliono il NOME di un UOMO, non la sigla di un missile o la marca di un caccia!
QUESTA, e solo questa, è la VERITA' che cercano disperatamente da 30 anni.
Ma finchè continuiamo a parlare di caccia, di missili, di bombe, di onde d'urto, cosa diavolo vogliamo scoprire (noi poi)? :shock:
Forse il nome di questo responsabile?
Ma non lo troveremo mai, mettiamoci l'animo in pace.
Al massimo ma proprio al massimo potremmo arrivare alla fatidica conclusione (la quale rimarrà SEMPRE una ipotesi) che è stato inconfutabilmente un missile sparato da un caccia appartenente al paese XYZ.
Ma di sicuro, e quì mi ci gioco le palle, non basterà questo dato per far trovare finalmente la pace dei sensi ai parenti delle vittime.
Loro vogliono un nome, vogliono QUEL nome fatidico.
E lo vogliono da 30 anni. :evil:
Il resto sono solo baggianate che non li conforteranno più di nulla, anzi semmai li faranno rosicare ancora di più al vedere che si continua a correre dietro a "questo e a quello", ma quel dannato nome non salta fuori.

Questa è la mia personalissima opinione, condivisibile o meno non mi interessa.
Ma provate a chiederlo ai parenti delle vittime e vedrete se non vi diranno la stessa cosa.
Provate ad andare da uno di loro a dirgli "le mie condoglianze, lo sa che ho scoperto che l'aereo sul quale viaggiava suo figlio è stato abbattutto da un missile"?
Quasi certamente vi dirà "ma chi se ne frega!!" :x
E a buona ragione. :(
Un caccia, un missile, o una bomba NON uccide nessuno se non c'è dietro un ASSASSINO che usa questi oggetti per compiere un atto criminale.
E non si arrestano le bombe, o i missili, o gli aerei.
Si arresta IL criminale.
Ed è quello che loro vogliono, mica le perizie o le ipotesi! :roll:

Ecco perchè solitamente preferisco non mettermi a discutere su Ustica.
Potremo andare avanti per anni a raccontarci palle da soli, ma quella gente noi NON la potremo mai aiutare concretamente e mai portargli la verità.
Mettiamocelo in testa e facciamocene una ragione.
Al massimo possiamo solo portargli rispetto e conforto scrivendogli un lettera di solidarietà, facendogli sentire la nostra presenza, facendogli capire che noi non li abbiamo dimenticati.
Questa è l'unica cosa concreta che possiamo fare, non improvvisarci "investigatori di verità che nessuno sa da 30 anni"! :roll:
Ma se volete continuare a "ipotizzare" presunti scenari, presunti criminali senza nome....fate pure.

Gozer

Messaggio da Gozer » 23 maggio 2007, 10:24

Chi copre è criminale come chi esegue. Ed è un po' più facile (non di molto ma lo è) localizzare chi copre, o quantomeno guardare nella sua direzione, anche se non lo si potrà PROVARE (Oh My God!).

Ah, dimenticavo, quoto interamente KeyboardLive.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 23 maggio 2007, 14:31

E' vero Jack.
Chi tenta di tenere nascosto un criminale, è anch'esso un criminale.
Però non è l'assassino diretto che io cerco.
Se un generale tiene nascosto delle prove, sarà punito con tutti i crismi del caso (e a buona ragione), ma una cosa su di lui potrei affermarla:
lui non ha ucciso quelle 81 persone!
Ha solo tenuto nascosto la verità.
Ma io parente delle vittime non voglio lui.
Mi fa immensamente piacere se lo beccano, lo condannano, e lo sbattono in galera.
Certo.
Ma io voglio il vero assassino, colui che è responsabile fisicamente della morte di 81 persone, e finchè non lo trovo non avrò pace.
Ecco perchè non mi piace parlare di Ustica per "metafore".
Il titolo del topic stesso è intitolato:
Nuovi scenari,sono plausibili?
Siamo quindi ancora, ancora, e ancora nel regno delle fantasie più sfrenate, delle supposizioni, degli scenari alternativi, anzichè essere sempre più vicini a quella dannata verità.
Ci si potrebbe avvicinare solo qualora un topic si intitolasse:
"Il tenente Miki Mouse dello stato dell'Alabama è probabilmente il pilota responsabile della strage di Ustica". :shock:
Allora sì che è diverso. :?
E' diverso perchè (finalmente!) dopo 30 anni abbiamo perlomeno un NOME concreto su cui indagare (non so in che modo e con che metodo, ma tant'è) e pertanto si sente aria di "possibile" verità.
Ma finchè si discute ancora di "possibili scenari", siamo punto a capo.

Sarebbe come se un mio parente viene investito ed ucciso da un'automobile.
Qualcuno vede tutto ma non parla, poi i carabinieri lo beccano, e prima di sbatterlo in galera lui confessa che "sì ho visto tutto, era una Polo blu".
Bene, è già qualcosa.
Ma a me non basta sapere che un mio parente è stato ucciso da una....Polo! :shock:
Che mi frega se era una Polo, o Alfa Romeo, o un motocarro Guzzi? :x
Qualunque cosa sia stata, io voglio il conducente, voglio colui che con quel mezzo ha realmente ucciso il mio parente.
Invece che facciamo?
Al posto di cercare questo indiziato, continuiamo a parlare di "plausibili scenari", ossia dopo 30 anni siamo ancora quì a cercare di scoprire se ad uccidere il mio parente è stata una "Polo" o "un'Alfa Romeo" o "un'Audi". :shock:

E dopo che l'abbiamo scoperto, che me ne faccio?
Non abbiamo scoperto proprio un bel niente, perchè di fatto il conducente manca ancora, ed è LUI colui che voglio, non il mezzo usato per l'assassinio. :x
Del mezzo me ne frego.

Ciao :wink:

keyboardlive
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 148
Iscritto il: 26 ottobre 2006, 8:47
Località: Torino

Messaggio da keyboardlive » 23 maggio 2007, 20:50

Aldus, innanzitutto ti faccio i piu' sinceri complimenti per il modo pacato e civile con cui hai risposto al mio post volutamente un po' provocatorio.
Volutamente nel senso che mi sono schierato all'estremo opposto rispetto ai tuoi precedenti post che sembravano voler negare tutte le ipotesi diverse da quelle dell'incidente.
Nel rispondermi hai tenuto una linea decisamente piu' morbida e possibilista, che sinceramente apprezzo, al di la del fatto che le idee possano poi essere piu' o meno contrapposte.
E' la dimostrazione che anche quando non si condividono le opinioni, il rispetto e' il fondamento principale delle persone mature e civili ed e' per questo che ho ritenuto doveroso esprimere il mio apprezzamento.

Per quanto riguarda Ustica, io penso che i famigliari delle vittime (ipotesi personale) piu' che il colpevole cerchino la verita'.
Se l'ipotesi e' lo scenario bellico, non credo che si accanirebbero con chi ha sparato, perche' in fondo avrebbe seguito un protocollo o un ordine e non sarebbe certo il colpevole dei fatti.
Se fosse vero tale scenario, forse nel sapere la verita' accetterebbero anche un errore dovuto al fatto che tante variabili potrebbero essersi succedute in pochissimo tempo, e che in fondo un aereo potenzialmente nemico avrebbe potuto colpire obiettivi piu' sensibili e fare anche piu' vittime.
Forse a loro basterebbe sapere (se fosse vera tale ipotesi e resta un ipotesi) che i loro cari sono morti perche' si volevano evitare altre vittime (magari un bombardamento da parte del mig o chissacche')

Ho esagerato nella prima ipotesi, solo per dare l'idea del fatto che non e' il colpevole che da la pace a chi ha perso una persona cara, ma la verita'.

Idem dicasi nel caso dell'incidente.
Inutile accanirsi sul manovale di terra che potrebbe aver messo un rivetto in meno, o aver trascurato per svariati motivi un importante norma di sicurezza, forse farebbe meno male sapere che dopo quel giorno sono state applicate altre procedure, e magari le giuste sanzioni all'eventuale catena di responsabili dell'evento, piuttosto che al singolo poveruomo che in certe circostanze potrebbe aver sbagliato.

La verita' perche' non accada piu', la verita' per dare un senso alla scomparsa di persone care.
Sapere di un colpevole relativo in galera, ma di un baco enorme non risolto in tutta la catena che ha causato l'evento non credo dia sollievo a nessuno.

Ricordo a tal proposito il nefasto incidente di Bologna, quando un pilota in addestramento per un guasto fu costretto a lanciarsi dal suo aereo che sfortunatamente fini' in una scuola.

L'opinione pubblica si scaglio' ingiustamente contro quel pilota, perche' aveva bisogno di un capro espiatorio.
Questo non e' giusto, perche' quel pvero ragazzo ha fatto piu' di cio' che poteva per evitare quella tragedia, e se fosse rimasto dentro' l'aereo ingovernabile fino all'ultimo, non avrebbe certo cambiato il corso del destino.
Se ci furono mancanze non furono certo del pilota, cosi' come in qualsiasi scenario si puo' immaginare per Ustica, sembra verosimile pensare che nessuno dei presenti possa essere ritenuto responsabile, se non l'eventuale (mig) intruso in un paese sovrano.

Non so cosa sia successo, ma se non ci fossero stati depistaggi forse non ci sarebbe stato neppure bisogno di fare ipotesi varie ed estreme.

Comunque sia ritengo importante il confronto e il dialogo anche laddove le sensazioni e le idee sembrano diverse : magari aiuta tutti ad ampliare le proprie sensazioni sull'accaduto : non e' certo la verita', ma e' un modo di ragionare sulle cose e di andare oltre l'indifferenza.

Una sincera stretta di mano.
key.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 23 maggio 2007, 23:30

Quoto, keyboardlive.
Ma mi permetto un'ulteriore piccola osservazione che mi sembra giusta e doverosa.
La stretta di mano o la pacca sulla spalla che dir si voglia, non farla a me.
Io non me la merito.
E' più giusto farla a LORO, ai parenti delle vittime, per tutto quello che hanno sofferto e per lo scandalo che gli si è abbattuto addosso. :(

Anzi, poichè siamo in tema, un tema importante, davvero troppo importante per essere preso con leggerezza e superficialità, proporrei un gesto significativo.
Tra poco più di un mese, il 27 Giugno, mandiamo all'associazione parenti delle vittime di Ustica una bella lettera firmata da TUTTI i membri di MD80.IT, con un bel titolo grosso:

NOI NON VI ABBIAMO DIMENTICATO

Avranno un piacere immenso alla visione di quella lettera.
Un gesto d'alta professionalità come ci si aspetta da un portale serio di aviazione, fatto e frequentato da persone come si deve.
Se volete la stilerò io, poi ve la farò leggere, la firmiamo tutti quanti con nomi e cognomi (meglio evitare i nick name), e gliela inviamo via mail a nome di tutta la community.
Ritengo che attualmente sia il massimo che posso/possiamo fare.
Altre soluzioni, altre risposte, altre verità...ahimè...vorrei tanto poterne avere tra le mani.
Ma non le ho.
Non ho, purtroppo, tutto questo... "potere". :(
Io dico quindi: facciamolo.
Ci state?

keyboardlive
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 148
Iscritto il: 26 ottobre 2006, 8:47
Località: Torino

Messaggio da keyboardlive » 24 maggio 2007, 8:49

Aldus ha scritto:Quoto, keyboardlive.
Ma mi permetto un'ulteriore piccola osservazione che mi sembra giusta e doverosa.
La stretta di mano o la pacca sulla spalla che dir si voglia, non farla a me.
Io non me la merito.
E' più giusto farla a LORO, ai parenti delle vittime, per tutto quello che hanno sofferto e per lo scandalo che gli si è abbattuto addosso. :(

Anzi, poichè siamo in tema, un tema importante, davvero troppo importante per essere preso con leggerezza e superficialità, proporrei un gesto significativo.
Tra poco più di un mese, il 27 Giugno, mandiamo all'associazione parenti delle vittime di Ustica una bella lettera firmata da TUTTI i membri di MD80.IT, con un bel titolo grosso:

NOI NON VI ABBIAMO DIMENTICATO

Avranno un piacere immenso alla visione di quella lettera.
Un gesto d'alta professionalità come ci si aspetta da un portale serio di aviazione, fatto e frequentato da persone come si deve.
Se volete la stilerò io, poi ve la farò leggere, la firmiamo tutti quanti con nomi e cognomi (meglio evitare i nick name), e gliela inviamo via mail a nome di tutta la community.
Ritengo che attualmente sia il massimo che posso/possiamo fare.
Altre soluzioni, altre risposte, altre verità...ahimè...vorrei tanto poterne avere tra le mani.
Ma non le ho.
Non ho, purtroppo, tutto questo... "potere". :(
Io dico quindi: facciamolo.
Ci state?
E' un idea,
come ospite del sito non ho l'autorita' per dire facciamolo, ma posso dire "se si fa ci sono".
Una testimonianza della presenza di un gruppo di persone che si uniscono per la ricerca della verita'.
Cio' che conta (e mi rivolgo a tutti i forumers che pensano sia una valida iniziativa) e' essere uniti al di la di come la si pensa : niente polemiche ma semplice testimonianza di presenza verso quei parenti che temono ongi giorno di essere lasciati soli.

Ripeto sono un ospite e non posso andare oltre, ma quoto la tua idea.

Avatar utente
Chicco2003
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 360
Iscritto il: 6 aprile 2007, 16:19

Messaggio da Chicco2003 » 24 maggio 2007, 10:42

Aldus ha scritto:Quoto, keyboardlive.
Ma mi permetto un'ulteriore piccola osservazione che mi sembra giusta e doverosa.
La stretta di mano o la pacca sulla spalla che dir si voglia, non farla a me.
Io non me la merito.
E' più giusto farla a LORO, ai parenti delle vittime, per tutto quello che hanno sofferto e per lo scandalo che gli si è abbattuto addosso. :(

Anzi, poichè siamo in tema, un tema importante, davvero troppo importante per essere preso con leggerezza e superficialità, proporrei un gesto significativo.
Tra poco più di un mese, il 27 Giugno, mandiamo all'associazione parenti delle vittime di Ustica una bella lettera firmata da TUTTI i membri di MD80.IT, con un bel titolo grosso:

NOI NON VI ABBIAMO DIMENTICATO

Avranno un piacere immenso alla visione di quella lettera.
Un gesto d'alta professionalità come ci si aspetta da un portale serio di aviazione, fatto e frequentato da persone come si deve.
Se volete la stilerò io, poi ve la farò leggere, la firmiamo tutti quanti con nomi e cognomi (meglio evitare i nick name), e gliela inviamo via mail a nome di tutta la community.
Ritengo che attualmente sia il massimo che posso/possiamo fare.
Altre soluzioni, altre risposte, altre verità...ahimè...vorrei tanto poterne avere tra le mani.
Ma non le ho.
Non ho, purtroppo, tutto questo... "potere". :(
Io dico quindi: facciamolo.
Ci state?
Ci sono assolutamente.

Ribadisco, però, che per quanto inutile (nel senso della ricerca della verità ovviamente), parlare di Ustica non possa che far bene.
Accettando, ovviamente, di leggere o sentire qualche stupidaggine.

Il mio è un personalissimo punto di vista e faccio i complimenti a tutti per la discussione. Massimo rispetto.

Ciao

Avatar utente
GIGI
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 385
Iscritto il: 27 agosto 2005, 11:05
Località: TRENTO LIDT

Messaggio da GIGI » 24 maggio 2007, 12:41

Aldus ha scritto:Quoto, keyboardlive.
Ma mi permetto un'ulteriore piccola osservazione che mi sembra giusta e doverosa.
La stretta di mano o la pacca sulla spalla che dir si voglia, non farla a me.
Io non me la merito.
E' più giusto farla a LORO, ai parenti delle vittime, per tutto quello che hanno sofferto e per lo scandalo che gli si è abbattuto addosso. :(

Anzi, poichè siamo in tema, un tema importante, davvero troppo importante per essere preso con leggerezza e superficialità, proporrei un gesto significativo.
Tra poco più di un mese, il 27 Giugno, mandiamo all'associazione parenti delle vittime di Ustica una bella lettera firmata da TUTTI i membri di MD80.IT, con un bel titolo grosso:

NOI NON VI ABBIAMO DIMENTICATO

Avranno un piacere immenso alla visione di quella lettera.
Un gesto d'alta professionalità come ci si aspetta da un portale serio di aviazione, fatto e frequentato da persone come si deve.
Se volete la stilerò io, poi ve la farò leggere, la firmiamo tutti quanti con nomi e cognomi (meglio evitare i nick name), e gliela inviamo via mail a nome di tutta la community.
Ritengo che attualmente sia il massimo che posso/possiamo fare.
Altre soluzioni, altre risposte, altre verità...ahimè...vorrei tanto poterne avere tra le mani.
Ma non le ho.
Non ho, purtroppo, tutto questo... "potere". :(
Io dico quindi: facciamolo.
Ci state?
Ach'io ci sono.

Steve
Se scrivo una min***ta, evitate la flagellazione.

MD80.IT: SE NON CI FOSSE BISOGNEREBBE INVENTARLO




La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica è quando funziona tutto ma non si sa il perchè.
In ogni caso si finisce sempre a coniugare la teoria con la pratica:
Non funziona niente e non si sa il perchè.

Albert Einstein

MS_RE
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 232
Iscritto il: 22 aprile 2007, 12:04

Messaggio da MS_RE » 24 maggio 2007, 18:20

Ottima Idea!
mi associo anche IO

Avatar utente
Sonny
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 760
Iscritto il: 20 luglio 2006, 20:59
Località: IN OGNI DOVE

Messaggio da Sonny » 24 maggio 2007, 21:33

Ci sto anche io!
Ciò che facciamo in vita rieccheggia per l'eternità

Mirrk
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 135
Iscritto il: 16 ottobre 2005, 23:22

Messaggio da Mirrk » 25 maggio 2007, 21:34

L'impianto di emergenza ossigeno entra in funzione per passeggeri ormai in coma
C'è una piccola falla in tutto ciò.Le maschere d'ossigeno nel corso della sciagura NON sono scese e l'impianto non si è attivato,a quanto mi risulta.

runner
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 167
Iscritto il: 26 novembre 2006, 14:22

Messaggio da runner » 25 maggio 2007, 21:49

Aldus ha scritto:Quoto, keyboardlive.
Ma mi permetto un'ulteriore piccola osservazione che mi sembra giusta e doverosa.
La stretta di mano o la pacca sulla spalla che dir si voglia, non farla a me.
Io non me la merito.
E' più giusto farla a LORO, ai parenti delle vittime, per tutto quello che hanno sofferto e per lo scandalo che gli si è abbattuto addosso. :(

Anzi, poichè siamo in tema, un tema importante, davvero troppo importante per essere preso con leggerezza e superficialità, proporrei un gesto significativo.
Tra poco più di un mese, il 27 Giugno, mandiamo all'associazione parenti delle vittime di Ustica una bella lettera firmata da TUTTI i membri di MD80.IT, con un bel titolo grosso:

NOI NON VI ABBIAMO DIMENTICATO

Avranno un piacere immenso alla visione di quella lettera.
Un gesto d'alta professionalità come ci si aspetta da un portale serio di aviazione, fatto e frequentato da persone come si deve.
Se volete la stilerò io, poi ve la farò leggere, la firmiamo tutti quanti con nomi e cognomi (meglio evitare i nick name), e gliela inviamo via mail a nome di tutta la community.
Ritengo che attualmente sia il massimo che posso/possiamo fare.
Altre soluzioni, altre risposte, altre verità...ahimè...vorrei tanto poterne avere tra le mani.
Ma non le ho.
Non ho, purtroppo, tutto questo... "potere". :(
Io dico quindi: facciamolo.
Ci state?
Ottima idea!

karlpaap

Messaggio da karlpaap » 8 luglio 2007, 22:47

ciao raga,
avete x caso seguito la puntata di blu notte sulla strage?
ci sono moltissime anomalie sull'accaduto...
io sono convinto che il dc9 si sia trovato nel posto sbagliato nel momento sbagliato... lo stato è a conoscenza di tutto solo che a causa dei rapporti segreti con l'america (sicuramente uscirà anche uno scandalo sull'attacco dell 11/9) non ha potuto rendere ufficiale l'accaduto. ricordate che tutti i maggiori interessati dell'accaduto sono deceduti, chi x incidenti e chi x suicidio (strane coincidenze)...
l'ipotesi più plausibile comunque resta quella dei due caccia...
so solo che sono morti tanti innocenti e che la verità viene ancora nascosta

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 8 luglio 2007, 23:07

karlpaap ha scritto: io sono convinto che il dc9 si sia trovato nel posto sbagliato nel momento sbagliato...
Mi pare in effetti l'unica cosa più che evidente!

:idea:
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

karlpaap

Messaggio da karlpaap » 9 luglio 2007, 0:55

tra le tante cose anomale:
1) risulatarono dopo le indagini altri plot a parte quello del dc 9 sui radar
2) durante il volo fu richiesto al dc 9 di rientrare nella via di volo
3) alcuni radar registravano manualmente la posizione deldc-9. i registri sono spariti
4) se davvero la bomba fosse esplosa nel bagno perchè il lavello e il water rimasero integri?
5) ciampino registrò i colloqui tra militari, si parla di traffico aereo intenso e di america
6) in calabria fu ritrovato un mig libico un mese dopo, l'autopsia dichiarò che il pilota era in avanzato satato di decomposizione. sembrava fosse morto mnimo 20 giorni prima
7) quando fu recuperato il relitto c'erano elementi anomali, dei salvagente non appartenenti al dc-9 e una sonda metereologica
8) tutti i radiofari da firenze in giù erano, durante il volo, stranamente spenti....

c'è qualcosa che non quadra...

Gozer

Messaggio da Gozer » 9 luglio 2007, 1:30

Eh già, decisamente c'è qualcosa che non quadra... L'incredibile a mio parere è come ci sia ancora un sacco di gente che dica ma no, non c'erano assolutamente americani in giro, i plot in più sono sporcizia, e soprattutto I MILITARI COINVOLTI HANNO SI' TENTATO DI COPRIRE MA IN REALTA' NON C'ERA NIENTE DA COPRIRE, ANZI, ALLA FINE SI E' ANCHE DIMOSTRATO CHE NON HANNO COPERTO NIENTE.

:banghead:

Avatar utente
Veltro51
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 11
Iscritto il: 26 agosto 2006, 13:42

Messaggio da Veltro51 » 10 luglio 2007, 23:50

Ciao a tutti, partendo dal fatto che dopo essere trascorsi trenta anni dal disastro siamo ancora al punto di partenza , su colpe , verità ecc , anche io come voi mi sono documentato tanto in merito a cercare una mia verità , perchè è vero , praticamente ognuno di noi si è creato la propria verità , bella o brutta , fantasiosa o reale che sia , cercando in rete ho trovato questo sito interamente dedicato all'accaduto, curato da un ex tecnico di parte civile dell'itavia, io l'ho trovato interessante .
Spero di aver fatto cosa gradita a tutti

http://www.seeninside.net/

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 11 luglio 2007, 0:08

Non lo conoscevo. Grazie.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

karlpaap

Messaggio da karlpaap » 11 luglio 2007, 3:49

grazie veltro...
cavolo, ogni volta che rivedo certe scene o foto o fatti mi si chiude lo stomaco ed ento in pieno stato di malinconia...
grande sito...
pecato solo che molti non diano più molta importanza all'acaduto, quando secondo me, i servizi segreti ne sono coinvolti fino ai piedi...

A380

Messaggio da A380 » 14 luglio 2007, 15:07

Maxx ha scritto:Resto in attesa di sapere da Torrance e Super 33 cosa c***o c'è da ridere in tutto questo.
Penso si riferissero alla "amettenza" degli amerikani. Io sono d'accordo con loro!

Bloccato