Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Valerio Ricciardi » 5 settembre 2008, 17:50

Tiennetti ha scritto: (sulla possibilità che ragionevolmente i piloti possano "dimenticarsi" di settare slat e flap, NdVR)
2) Praticamente MAI. Stiamo parlando oltretutto di almeno 3 checlist, non di 1.
L'MD80 é oltretutto un aereo "complesso" da questo punto di vista, se non fai una checklist le possibilitá di dimenticarsi qualcosa sono alte
Grazie Tienneti e Tartan per i preziosi dati, che mi aiutano a capir pian piano assai più della quotidiana illazione da giornale.

Ma se soprattutto i flap sono meno determinanti degli slat, per curiosità: dalla cabina di pilotaggio è usuale che pilota/primo ufficiale effettuino un controllo visivo delgi slat estratti guardando dal finestrino più laterale? Non dico: è previsto dai check; di solito viene spontaneo farlo?

Domanda ovvia in subordine: il campo visivo dal suddetto finestrino laterale in cabina permetterebbe una vista sia pur parziale del bordo d'attacco dell'ala sufficiente allo scopo, o questo - data posizione di motori e baricentro - è così arretrato che di fatto intravedi si e nò solo la punta?
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 5 settembre 2008, 18:48

Tartan, molto interessante i tuoi ultimi post

Valerio: no, non é un check che si fá, anche perché hai un idicatore di posizione dei flap, uno di posizione degli slat (che fa il suo relativo test dell'autoslat all'estensione) e il TO Warning che suona (ovvero, se c'é un problema lo vedresti da almeno uno di questi)
Sull'MD82 sporgendosi da seduto, appena si riesce a vedere il wingtip, dovresti alzarti e mettere mezzo busto fuori per poter vedere almeno mezz'ala
Sull'MD87 invece sporgendosi da seduto si vedono un paio di metri d'ala
David

Avatar utente
Take Off
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 67
Iscritto il: 6 gennaio 2007, 13:16
Località: Roma/Bruxelles

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Take Off » 5 settembre 2008, 19:21

Molto interessante questo discorso su flap/slat, grazie.
Senza voler fare alcuna ipotesi riguardo all'incidente di Madrid, mi è venuta in mente una cosa.
Come fa il pilota a rendersi conto di un'eventuale estensione asimmetrica (a causa di un problema tecnico) degli ipersostentatori? GLi indicatori in cabina sono sdoppiati per il lato sinistro e destro?
grazie

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 5 settembre 2008, 19:31

Si,sono sdoppiate
Questo é l'indicatore di un aereo analogico

Immagine

Sugli aerei EFIS sono due lineette che si muovo su e giu su una scala, due per il lato destro e due per il sinistro
David

Avatar utente
blackbird
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 432
Iscritto il: 23 novembre 2005, 19:01

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da blackbird » 5 settembre 2008, 19:32

molto interessante anche secondo me questa discussione sui flap...
anche se però non capisco una cosa:dalle prime ricostruzioni pare che l'aereo si sia alzato o abbia abbozzato una rotazione per poi ricadere sulla pista.
domanda:come è possibile se i flap non erano estesi?
se mi dimenticassi di estenderli(ed i vari warning non funzionassero),arrivati alla mia VR tirando il volantino il muso non dovrebbe alzarsi proprio perchè non ho portanza giusto?
The SR71 unofficially called as "BLACKBIRD"

6 March 1990
Crew: Lt. Col. Ed Yeilding and Lt. Col. Joseph T. Vida
Speed Over a Recognized Course - St. Louis to Cincinnati (311.44 mi)
Time: 8 minutes 31.97 seconds
Average Speed: 2,189.94 mph

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 5 settembre 2008, 19:37

No, il muso sialza perché il timone di profonditá ha giá "portanza", o meglio effettivitá
Magari riesci pure a alzare le ruote da terra perché sei in effetto suolo, ma una volta uscito da questo se non hai velocitá sufficiente stallerai
David

Avatar utente
blackbird
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 432
Iscritto il: 23 novembre 2005, 19:01

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da blackbird » 5 settembre 2008, 19:39

Tiennetti ha scritto:No, il muso sialza perché il timone di profonditá ha giá "portanza", o meglio effettivitá
Magari riesci pure a alzare le ruote da terra perché sei in effetto suolo, ma una volta uscito da questo se non hai velocitá sufficiente stallerai
ah ok? pensavo che proprio non venisse nemmeno su... :oops:
quindi sarebbe plausibile come ipotesi secondo te david?
The SR71 unofficially called as "BLACKBIRD"

6 March 1990
Crew: Lt. Col. Ed Yeilding and Lt. Col. Joseph T. Vida
Speed Over a Recognized Course - St. Louis to Cincinnati (311.44 mi)
Time: 8 minutes 31.97 seconds
Average Speed: 2,189.94 mph

Avatar utente
Take Off
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 67
Iscritto il: 6 gennaio 2007, 13:16
Località: Roma/Bruxelles

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Take Off » 5 settembre 2008, 19:41

Tiennetti ha scritto:Si,sono sdoppiate
Questo é l'indicatore di un aereo analogico
Grazie mille Tiennetti :wink:

Avatar utente
Poker
MD80 First Officer
MD80 First Officer
Messaggi: 961
Iscritto il: 9 febbraio 2005, 18:48
Località: ROMA o dintorni
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Poker » 5 settembre 2008, 19:45

Tiennetti ha scritto:Tartan, molto interessante i tuoi ultimi post

Valerio: no, non é un check che si fá, anche perché hai un idicatore di posizione dei flap, uno di posizione degli slat (che fa il suo relativo test dell'autoslat all'estensione) e il TO Warning che suona (ovvero, se c'é un problema lo vedresti da almeno uno di questi)
Sull'MD82 sporgendosi da seduto, appena si riesce a vedere il wingtip, dovresti alzarti e mettere mezzo busto fuori per poter vedere almeno mezz'ala
Sull'MD87 invece sporgendosi da seduto si vedono un paio di metri d'ala
Da Madrid ci ho volato spesso a pieno carico (pax e carburante) e spesso l'estate per alcune piste (se non ricordo male verso nord) decollavamo solo con l'optimum flap, alcune volte flap 1... quindi in pratica flaps 0...

Per la problematica inerente la discussione, Io addirittura ho pensato (solo una mia ipotesi ovviamente...) alla disattivazione "accidentale" dei T/O warnings... (tipo intervento tecnico... magari per la fretta o distrazione dovuta alla situazione hanno lasciato fuori il CB interessato...) magari una serie di problematiche differenti hanno distratto tutti... al decollo Flap up/RET... poi una concausa o problematica al decollo riguardante un motore o un parametro da tenere sottocchio... etc etc... è solo una mia ipotesi... attendiamo il resoconto delle indagini.

saluti
-->>POI<ER<<--
Immagine
"We shall go on to the end, we shall fight in France, we shall fight on the seas and oceans, we shall fight with growing confidence and growing strength in the air, we shall defend our Island, whatever the cost may be, we shall fight on the beaches, we shall fight on the landing grounds, we shall fight in the fields and in the streets, we shall fight in the hills; we shall never surrender..."
ASOS su MySpace

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Aldus » 6 settembre 2008, 8:53

blackbird ha scritto:
ah ok? pensavo che proprio non venisse nemmeno su... :oops:
quindi sarebbe plausibile come ipotesi secondo te david?
E' come dice TNT. :wink:
"L'alzata di muso" non va confusa con la capacità intrinseca dell'aeroplano di volare.
Ossia un conto è fargli alzare il muso, un altro è fare alzare da terra tutta la macchina.
L'alzata di muso avviene ad opera dei piani di coda che, raggiunta una certa velocità, diventano "efficaci", e questa azione avviene sempre anche se hai flap/slat a zero.
Basta che hai la velocità giusta e il trim giusto, dopodichè i piani di coda "sentono" l'aria, fanno il loro dovere, e ti permettono di tirare sù il muso, flap sì, flap no.
Il problema però viene dopo.
Si tira sù il muso alla VR teorica (e il muso si alza comunque) ma...l'aereo non è flappato/slattato, quindi non è in condizione aerodinamica di volare.
Riuscirebbe forse a staccare le ruote per via dell'effetto suolo provocato dall'incidenza dell'ala che, comprimendo l'aria al di sotto, crea una sorta di cuscino d'aria che gli darebbe una "spintarella" da sotto.
Ma non appena l'aereo si solleva troppo ed esce dall'effetto suolo (da quel "cuscino d'aria" che lo sostiene) si ritroverebbe a non "saper volare", ossia in una condizione aerodinamica che non gli permette più il sostentamento, per cui ricadrebbe al suolo pesantemente (stallo netto) con tutte le conseguenze che lascio immaginare.
Questo ovviamente in una condizione di VR teorica, ossia "forzando" di fare decollare un aereo (non flappato!) alla VR di un aereo con slat e flap estesi.

Diverso invece si ha una pista lunga 10 km dove ci si può permettere di accelerare l'aereo (sempre non flappato) a velocità ben superiore alla VR solita.
In quel caso se tu avessi molta pista e molta velocità (ma davvero tanta velocità), e mettendo da parte per un attimo tutte le altri variabili (problemi di gomme, problemi di governo, etc) si riuscirebbe teoricamente a far decollare l'aereo anche ad ala completamente pulita, perchè l'alta velocità porterebbe l'ala in un inviluppo tale da poter volare anche senza essere flappata.
Ma ovviamente è solo un mero esempio che non ha alcuna attinenza pratica nel reale, per cui nemmeno a pensarci di fare una cosa del genere! (se hanno inventato gli Slat/Flap ci sarà un motivo!). :wink:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9746
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da tartan » 6 settembre 2008, 10:51

Il volo slat ret per MD80 è certificato. Non occorre una pista lunghissima per effettuarlo, basta abbassare il MTOW. Anche da Madrid si può effettuare un decollo con slat ret , considerando il volo ferry e assicurandosi che gli SLAT siano bloccati retratti. Non sono concesse variazioni in volo. Naturalmente va verificato anche il peso massimo all'atterraggio.
E' la seconda volta che modifico questo messaggio. Non vorrei aver dato l'impressione che un decollo slat ret sia una cosa semplice. Come ho già detto questa operazione è particolare e va gestita secondo normative specifiche, però è una operazione fattibile.
Ultima modifica di tartan il 6 settembre 2008, 11:26, modificato 2 volte in totale.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Valerio Ricciardi » 6 settembre 2008, 11:13

Aldus ha scritto: Diverso invece si ha una pista lunga 10 km dove ci si può permettere di accelerare l'aereo (sempre non flappato) a velocità ben superiore alla VR solita.
In quel caso se tu avessi molta pista e molta velocità (ma davvero tanta velocità), e mettendo da parte per un attimo tutte le altri variabili (problemi di gomme, problemi di governo, etc) si riuscirebbe teoricamente a far decollare l'aereo anche ad ala completamente pulita, perchè l'alta velocità porterebbe l'ala in un inviluppo tale da poter volare anche senza essere flappata. Ma ovviamente è solo un mero esempio che non ha alcuna attinenza pratica nel reale, per cui nemmeno a pensarci di fare una cosa del genere! (se hanno inventato gli Slat/Flap ci sarà un motivo!). :wink:
Bé, in generale il concetto degli ipersostentatori era legato al desiderio di avere a disposizione un ala che mutasse la propria configurazione aerodinamica e le proprie prestazioni adattandosi alle diverse condizioni di volo, no?

Dato che un ala estremamente performante in crociera (profilo sottile, superficie alare ridotta ma sufficiente per la sostentazione a velocità elevate, carico alare elevato con in compenso drag ridotto, basso assorbimento di energia e ridotti consumi di carburante) sarebbe stata assolutamente difficile da governare in decollo e atterraggio e nelle manovre a bassa velocità (necessità di una pista troppo lunga per raggiungere la velocità di sostentamento, atterraggio a velocità conseguentemente troppo elevata con problemi a ruote e carrelli e difficoltà di frenata ecc), giusto? E allora o l'ala a geometria variabile o flap + slat, o una combinazione delle due soluzioni. In modo da avere sempre un ala abbastanza "giusta" per quella velocità, quel carico, quella densità dell'aria/quota, quell'assetto di volo ecc. - ok?

A maggior ragione, perciò, se riesco ad ipotizzare nella mia mente un malfunzionamento di qualcosa che avrebbe reso "meno atta al volo" l'ala di quell'MD82 senza che
1) o i piloti ne avessero contezza dalla strumentazione e dai vari allarmi, e ciò potesse aver indotto da parte loro una reazione incolpevolmente inefficace/inadeguata per mancata consapevolezza del problema contingente
2) o i piloti se ne rendessero perfettamente conto, ma gli apparati attuatori non avessero risposto alla loro pronta "reazione correttiva", rendendo vani tutti i loro sforzi come nel caso di quell'MD80 che cadde in mare dopo essersi ritrovato con la vite senza fine che controllava gli impennaggi inefficace.

Mi riesce però per contro straordinariamente difficile ipotizzare che, sia pure in una condizione di relativo "stress da prestazione", magari che so legato al ritardo, o al disappunto di aver prima rilevato e dovuto far correggere un malfunzionamento di qualcosa, o a qualche garbato contraddittorio via radio connesso ad aspetti della gestione degli ordini di decollo, insomma qualsiasi cosa "normale" nell'atmosfera estremamente "busy" di quei giorni d'agosto...
possano aver colpevolmente omesso di ricordarsi, IN DUE per giunta, di configurare l'ala per il decollo in quelle condizioni. Ma và...

Non sta in piedi, non voglio a tutti i costi fare l'"avvocato d'ufficio" dei piloti ma è come se mi dicessero che potrebbero esser decollati trascinandosi dietro la scaletta di accesso dei passeggeri con tutto il trattorino attaccato sotto. Non è verosimile, dobbiamo aspettare e vedere i dati veri, ci dev'essere dell'altro. Del resto, viene da pensare o a problemi di potenza di propulsione, o a problemi di configurazione d'ala, altro almeno nella mia ignoranza non riesco a pensare. Dobbiamo avere ancora un po' di pazienza.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
posturika
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 161
Iscritto il: 7 marzo 2008, 16:45
Località: Catania

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da posturika » 6 settembre 2008, 11:22

tartan ha scritto:Mi riesce però per contro straordinariamente difficile ipotizzare che, sia pure in una condizione di relativo "stress da prestazione", magari che so legato al ritardo, o al disappunto di aver prima rilevato e dovuto far correggere un malfunzionamento di qualcosa, o a qualche garbato contraddittorio via radio connesso ad aspetti della gestione degli ordini di decollo, insomma qualsiasi cosa "normale" nell'atmosfera estremamente "busy" di quei giorni d'agosto...
possano aver colpevolmente omesso di ricordarsi, IN DUE per giunta, di configurare l'ala per il decollo in quelle condizioni. Ma và...
Perdipiù a pieno carico...

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9746
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da tartan » 6 settembre 2008, 11:33

posturika ha scritto:
tartan ha scritto:Mi riesce però per contro straordinariamente difficile ipotizzare che, sia pure in una condizione di relativo "stress da prestazione", magari che so legato al ritardo, o al disappunto di aver prima rilevato e dovuto far correggere un malfunzionamento di qualcosa, o a qualche garbato contraddittorio via radio connesso ad aspetti della gestione degli ordini di decollo, insomma qualsiasi cosa "normale" nell'atmosfera estremamente "busy" di quei giorni d'agosto...
possano aver colpevolmente omesso di ricordarsi, IN DUE per giunta, di configurare l'ala per il decollo in quelle condizioni. Ma và...
Perdipiù a pieno carico...
Non l'ho detto io ma Ricciardi che mi trova daccordo nelle sue considerazioni.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
posturika
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 161
Iscritto il: 7 marzo 2008, 16:45
Località: Catania

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da posturika » 6 settembre 2008, 20:13

tartan ha scritto:
posturika ha scritto:
tartan ha scritto:Mi riesce però per contro straordinariamente difficile ipotizzare che, sia pure in una condizione di relativo "stress da prestazione", magari che so legato al ritardo, o al disappunto di aver prima rilevato e dovuto far correggere un malfunzionamento di qualcosa, o a qualche garbato contraddittorio via radio connesso ad aspetti della gestione degli ordini di decollo, insomma qualsiasi cosa "normale" nell'atmosfera estremamente "busy" di quei giorni d'agosto...
possano aver colpevolmente omesso di ricordarsi, IN DUE per giunta, di configurare l'ala per il decollo in quelle condizioni. Ma và...
Perdipiù a pieno carico...
Non l'ho detto io ma Ricciardi che mi trova daccordo nelle sue considerazioni.
Non so come ho fatto :D :D
Boo.....
:D

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 6 settembre 2008, 22:29

Poker ha scritto: Da Madrid ci ho volato spesso a pieno carico (pax e carburante) e spesso l'estate per alcune piste (se non ricordo male verso nord) decollavamo solo con l'optimum flap, alcune volte flap 1... quindi in pratica flaps 0...
Ho controllato oggi ´per curiositá
Il flap ottimo per MAD 36L é fra i 5 e i 3 gradi
David

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9746
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da tartan » 6 settembre 2008, 22:54

Dovresti controllare il flap ottimo per il peso previsto per la tratta. Se mi fai sapere anche che motori e che strutturale avete forse posso farlo io.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 6 settembre 2008, 23:04

mettiamo 35 gradi e 10 nodi di vento in coda (ce n'erano meno) mi sembra ricordare che l'ottimo era 4 con un peso di 150000lbs
Lo strutturale dovrebbe essere 149.500 per l'HFP
David

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9746
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da tartan » 6 settembre 2008, 23:08

Tiennetti ha scritto:mettiamo 35 gradi e 10 nodi di vento in coda (ce n'erano meno) mi sembra ricordare che l'ottimo era 4 con un peso di 150000lbs
Lo strutturale dovrebbe essere 149.500 per l'HFP
Avete i 219?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 6 settembre 2008, 23:11

HFP era un MD82, quindi con i -217
David

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9746
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da tartan » 6 settembre 2008, 23:28

Mi manca. Non è che fossero 217A?
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15709
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da JT8D » 6 settembre 2008, 23:45

O sono -217A oppure -217C

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
dream
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 710
Iscritto il: 7 gennaio 2007, 0:51

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da dream » 7 settembre 2008, 1:10

Ma potrebbero essere, un 217A e un 217C, in AZ capita, no?
Mi avevano spiegato anche il perchè ma non vorrei dire baggianate.
Immagine


ciao

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15709
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da JT8D » 7 settembre 2008, 12:31

Il -217C rispetto al -217A ha alcune modifiche nell'impianto delle bleed valve. Per la precisione ha delle bleed in più sul sesto stadio.
Modifiche presenti anche sul -219 montato sugli MD83.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
diavoletto77
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 398
Iscritto il: 2 dicembre 2006, 17:29

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da diavoletto77 » 8 settembre 2008, 22:38

Aldus ha scritto:
blackbird ha scritto:
ah ok? pensavo che proprio non venisse nemmeno su... :oops:
quindi sarebbe plausibile come ipotesi secondo te david?
E' come dice TNT. :wink:
"L'alzata di muso" non va confusa con la capacità intrinseca dell'aeroplano di volare.
Ossia un conto è fargli alzare il muso, un altro è fare alzare da terra tutta la macchina.
L'alzata di muso avviene ad opera dei piani di coda che, raggiunta una certa velocità, diventano "efficaci", e questa azione avviene sempre anche se hai flap/slat a zero.
Basta che hai la velocità giusta e il trim giusto, dopodichè i piani di coda "sentono" l'aria, fanno il loro dovere, e ti permettono di tirare sù il muso, flap sì, flap no.
Il problema però viene dopo.
Si tira sù il muso alla VR teorica (e il muso si alza comunque) ma...l'aereo non è flappato/slattato, quindi non è in condizione aerodinamica di volare.
Riuscirebbe forse a staccare le ruote per via dell'effetto suolo provocato dall'incidenza dell'ala che, comprimendo l'aria al di sotto, crea una sorta di cuscino d'aria che gli darebbe una "spintarella" da sotto.
Ma non appena l'aereo si solleva troppo ed esce dall'effetto suolo (da quel "cuscino d'aria" che lo sostiene) si ritroverebbe a non "saper volare", ossia in una condizione aerodinamica che non gli permette più il sostentamento, per cui ricadrebbe al suolo pesantemente (stallo netto) con tutte le conseguenze che lascio immaginare.
Questo ovviamente in una condizione di VR teorica, ossia "forzando" di fare decollare un aereo (non flappato!) alla VR di un aereo con slat e flap estesi.

Diverso invece si ha una pista lunga 10 km dove ci si può permettere di accelerare l'aereo (sempre non flappato) a velocità ben superiore alla VR solita.
In quel caso se tu avessi molta pista e molta velocità (ma davvero tanta velocità), e mettendo da parte per un attimo tutte le altri variabili (problemi di gomme, problemi di governo, etc) si riuscirebbe teoricamente a far decollare l'aereo anche ad ala completamente pulita, perchè l'alta velocità porterebbe l'ala in un inviluppo tale da poter volare anche senza essere flappata.
Ma ovviamente è solo un mero esempio che non ha alcuna attinenza pratica nel reale, per cui nemmeno a pensarci di fare una cosa del genere! (se hanno inventato gli Slat/Flap ci sarà un motivo!). :wink:
una domanda da profano: ma eventualmente i piloti non possono accorgersi che l'aereo nonostante il muso alzato, non si stacca da terra o che comunque sta andando in stallo?in quel momento non potrebbero dare più potenza sui motori dando tutta manetta? o sono talmente frazioni di secondo e l'assetto dell'aereo ormai è compromesso?

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 8 settembre 2008, 23:17

Per potere, possono... ma in quel momento bisogna anche capire da dove viene il problema di controllabilitá
David

Avatar utente
wintaco
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 51
Iscritto il: 6 settembre 2005, 18:51
Località: Roma

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da wintaco » 11 settembre 2008, 18:05

Se può essere utile a una ricostruzione dell'accaduto...
Sono le testimonianze dei passeggeri sopravvissuti....

SPAGNA: SPANAIR; FUNERALI VITTIME,PARLANO SOPRAVVISSUTI/ANSA
IL DRAMMATICO RACCONTO DEGLI ULTIMI SECONDO FINO ALLO SCHIANTO
(Di Francesco Cerri)
(ANSA) - MADRID, 11 SET - Funerali solenni questa sera a
Madrid nella cattedrale dell'Almudena per le 154 vittime dell'
incidente aereo del 20 agosto scorso all'aeroporto di Barajas,
in presenza di re Juan Carlos e della regina Sofia, del premier
Jose' Luis Zapatero e per l'Ue il commissario ai Trasporti e
vicepresidente della Commissione Antonio Tajani.
La cerimonia era stata prevista per il primo settembre ma e'
stata rinviata a causa dei ritardi nel riconoscimento dei corpi
delle vittime, molti dei quali carbonizzati. Il 17 settembre ci
sara' un'altra cerimonia solenne in presenza dei principi delle
Asturie nella Gran Canaria, dove era diretto l'Md 82 della
Spanair caduto durante la fase di decollo a Madrid, e da dove
provenivano 70 delle 154 vittime. Le cause dell'incidente non
sono ancora del tutto chiare. Secondo le prime indiscrezioni
l'esame delle scatole nere indica che l'aereo e' decollato senza
che fossero spiegati i flaps, le alette situate nella parte
posteriore delle ali mentre i piloti forse per guasto al sistema
elettronico erano convinti che lo fossero. Ma stando a diversi
esperti questo fatto da solo non basta a spiegare l'accaduto.
Oggi il quotidiano di Barcellona 'El Periodico' pubblica i
verbali di quanto hanno riferito alla Guardia Civil quelli fra i
18 sopravvissuti all'incidente in grado di parlare: un racconto
drammatico degli ultimi secondi prima dello schianto finale.
Tutti i sopravvissuti erano seduti nelle 9 prime file
dell'aereo. Dietro di loro non si e' salvato nessuno,
probabilmente a causa della vicinanza con i serbatoi del
carburante che si sono incendiati nell'impatto finale. Fra di
loro una miracolata: la hostess Antonia Martinez, che andava
alle Canarie come passeggera per prendere servizio su un altro
aereo. Le era stato assegnato il posto 23B, ma si era spostata
all'1E per stare vicina ai colleghi. Mentre l'aereo iniziava a
correre sulla pista 36 di Barajas, ricorda di avere scambiato
con un collega sguardi preoccupati: "qui succede qualcosa",
aveva pensato. Beatriz Reyes, al 5D, ricorda che "l'aereo prese
poca velocita", una impressione confermata la Ligia Palomino,
al 9D, secondo la quale l'apparecchio "ha avuto come un paio di
frenate, o strappi, come se faticasse a prendere velocita"'.
Poi si e' alzato ma, secondo Antonia Martinez,
"dava l'impressione di faticare a salire". Dopo pochi secondi
e' ricaduto, a lato della pista. I passeggeri erano
terrorizzati. "Il panico si e' impadronito di tutti noi. Alcuni
passeggeri urlavano che ci saremmo fracassati con l'ala contro
il suolo" ricorda Jose' Pablo Flores, 9A. Poi nella sua corsa
folle a terra l'aereo ha subito tre duri colpi, coincidenti con
i tre avvallamenti che superava. Dal primo "i sedili di alcuni
passeggeri si sono staccati e si sono spostati nell'aereo"
riferisce Jose' Maruia Alonso, 7E, che viaggiava con la moglie e
due figlie. Solo lui e una bambina si sono salvati. Dopo il
primo colpo ci fu un silenzio improvviso nell'aereo. Poi
esplosero di nuovo le grida, ricorda Leandro Ortega, 2E. "I
bambini piangevano, gridavano chiamavano i genitori, la gente
urlava 'aiuto' ". Poi lo schianto finale, in un piu' largo
avvallamento attraversato da un corso d'acqua. Molti
sopravvissuti hanno perso i sensi. Leandro Ortega ricorda di
essersi trovato improvvisamente immerso nell'acqua, un braccio
incastrato fra le lamiere. "Non potevo gridare perche' l'acqua
mi arrivava alla bocca, se l'aprivo entrava". "Ho visto il
corpo di un uomo davanti a me che veniva inghiottito dall'acqua
fino a scomparire completamente. L'acqua - il suo ultimo
ricordo - era calda, oleosa, sapeva di benzina, vi scorreva il
sangue". (ANSA). :(

taglio
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 21 gennaio 2008, 11:45

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da taglio » 12 settembre 2008, 10:50

Penso che in quest'incidente siano state tante di quelle ipotesi , più o meno fantasiose , senza uno straccio di dato oggettivo.

Per me bisogna aspettare almeno un report iniziale prima di azzardare ipotesi.

Avatar utente
marcoferrario
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 822
Iscritto il: 29 luglio 2006, 14:59
Località: Near LILN

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da marcoferrario » 12 settembre 2008, 15:44

Il finale del racconto è terribile...
Marco
Paragliding flyer

Avatar utente
Maximilian91
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 100
Iscritto il: 8 settembre 2006, 17:47
Località: Venezia

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Maximilian91 » 12 settembre 2008, 15:50

l'apparecchio "ha avuto come un paio di
frenate, o strappi, come se faticasse a prendere velocita"
Vorrei cortesemente chiedere, ai piloti in particolare, cosa potrebbe significare questa frase....l'aereo frenava a colpi?!?!? :shock:

alessandrogentili
FL 150
FL 150
Messaggi: 1635
Iscritto il: 14 novembre 2006, 17:59
Località: Milano Malpensa

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da alessandrogentili » 12 settembre 2008, 16:33

wintaco ha scritto:Mentre l'aereo iniziava a
correre sulla pista 36 di Barajas, ricorda di avere scambiato
con un collega sguardi preoccupati: "qui succede qualcosa",
aveva pensato. Beatriz Reyes, al 5D, ricorda che "l'aereo prese
poca velocita", una impressione confermata la Ligia Palomino,
al 9D, secondo la quale l'apparecchio "ha avuto come un paio di
frenate, o strappi, come se faticasse a prendere velocita"'.
Sinceramente ho dei dubbi che dopo un incidente del genere una persona riesca ad essere obiettiva sull'accaduto, non voglio assolutamente dire che sono dei bugiardi, ma dubito che gli investigatori lo riterranno attendibile...

In aggiunta l'articolo è molto romanzato...

Avatar utente
posturika
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 161
Iscritto il: 7 marzo 2008, 16:45
Località: Catania

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da posturika » 12 settembre 2008, 21:31

alessandrogentili ha scritto:
wintaco ha scritto:Mentre l'aereo iniziava a
correre sulla pista 36 di Barajas, ricorda di avere scambiato
con un collega sguardi preoccupati: "qui succede qualcosa",
aveva pensato. Beatriz Reyes, al 5D, ricorda che "l'aereo prese
poca velocita", una impressione confermata la Ligia Palomino,
al 9D, secondo la quale l'apparecchio "ha avuto come un paio di
frenate, o strappi, come se faticasse a prendere velocita"'.
Sinceramente ho dei dubbi che dopo un incidente del genere una persona riesca ad essere obiettiva sull'accaduto, non voglio assolutamente dire che sono dei bugiardi, ma dubito che gli investigatori lo riterranno attendibile...

In aggiunta l'articolo è molto romanzato...
quoto :|

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Tiennetti » 12 settembre 2008, 22:06

Saranno state un paio di buche sulla pista... ma che volete che ne sappia una persona che vola 1 volta all'anno??

Sono articoli daromanzo, come qualcuno ha ben detto...
David

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da Slowly » 12 settembre 2008, 22:33

posturika ha scritto:
alessandrogentili ha scritto:
wintaco ha scritto:Mentre l'aereo iniziava a
correre sulla pista 36 di Barajas, ricorda di avere scambiato
con un collega sguardi preoccupati: "qui succede qualcosa",
aveva pensato. Beatriz Reyes, al 5D, ricorda che "l'aereo prese
poca velocita", una impressione confermata la Ligia Palomino,
al 9D, secondo la quale l'apparecchio "ha avuto come un paio di
frenate, o strappi, come se faticasse a prendere velocita"'.
Sinceramente ho dei dubbi che dopo un incidente del genere una persona riesca ad essere obiettiva sull'accaduto, non voglio assolutamente dire che sono dei bugiardi, ma dubito che gli investigatori lo riterranno attendibile...

In aggiunta l'articolo è molto romanzato...
quoto :|
Quoto anch'io. Decisamente.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Avatar utente
I-MTRV
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 69
Iscritto il: 29 settembre 2005, 1:17

Re: Madrid: aereo della Spanair esce di pista e si incendia.

Messaggio da I-MTRV » 13 settembre 2008, 1:01

D'accordo ma qualcosa di anomalo sarà successo..o no? :roll:
Romanzato o no, e non mi pare troppo romanzato poi, non stento a credere che quei poveracci si siano resi conto di lasciarci le penne.
Se dobbiamo rimanere all'attendibile ci sta solo la lista dei deceduti..
TAF 219 tropic air virtual

Rispondi