Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

gianlucalab
Banned user
Banned user
Messaggi: 55
Iscritto il: 16 agosto 2008, 14:31

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da gianlucalab » 27 agosto 2008, 16:04

Lo so certo. Era una battuta dai !!!!!! So che prima o poi, considerando che i piloti e gli assistenti volano quotidianamente possono trovarsi in una situazione di pericolo. Per questo apprezzo queste persone.
Anzi, una parola di apprezzamento per i piloti, che in certe situazione, hanno davvero un compito difficile.

Sai, un conto è provare il tutto al simulatore, che in realtà è come starsere a casa davanti al computer, un altro conto, è gestire un'emergenza reale.

Molte volte ho provato ad immaginare i piloti del 747 Qantas, dopo l'esplosione della fusoliera.....Davvero bravi.

comunque, se a volte sembro polemico, è perchè voglio proprio tutelare la sicurezza e fare in modo che certe cose non accadono. Guardate che tutto il casino messo su dai giornali, farà in modo che le compagnie siano più sicure......Voglio vedere se dopo la tragedia Spanair mantiene il piano di licenziamenti, soprattutto sulla manutenzione..... :)

Gianluca

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da blusky » 27 agosto 2008, 16:16

gianlucalab ha scritto:Lo so certo. Era una battuta dai !!!!!! So che prima o poi, considerando che i piloti e gli assistenti volano quotidianamente possono trovarsi in una situazione di pericolo. Per questo apprezzo queste persone.
Anzi, una parola di apprezzamento per i piloti, che in certe situazione, hanno davvero un compito difficile.

Sai, un conto è provare il tutto al simulatore, che in realtà è come starsere a casa davanti al computer, un altro conto, è gestire un'emergenza reale.

Molte volte ho provato ad immaginare i piloti del 747 Qantas, dopo l'esplosione della fusoliera.....Davvero bravi.

comunque, se a volte sembro polemico, è perchè voglio proprio tutelare la sicurezza e fare in modo che certe cose non accadono. Guardate che tutto il casino messo su dai giornali, farà in modo che le compagnie siano più sicure......Voglio vedere se dopo la tragedia Spanair mantiene il piano di licenziamenti, soprattutto sulla manutenzione..... :)

Gianluca
scusa ma perché avrebbero dovuto aver paura i piloti della Quantas???
E poi secondo me ora Spanair se la passerá ancora peggio, quindi ne licenzieranno di piú...
comunque ti farei notare che non é il tuo essere polemico a far aumentare la sicurezza sugli aerei :?
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

gianlucalab
Banned user
Banned user
Messaggi: 55
Iscritto il: 16 agosto 2008, 14:31

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da gianlucalab » 27 agosto 2008, 16:19

A parte che con è Quantas ma Qantas......esplosione, depressurizzazione, fai te......Tutto normale no ?

Avatar utente
marcoferrario
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 822
Iscritto il: 29 luglio 2006, 14:59
Località: Near LILN

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da marcoferrario » 27 agosto 2008, 17:10

blusky ha scritto:Voglio vedere se dopo la tragedia Spanair mantiene il piano di licenziamenti, soprattutto sulla manutenzione..... :)
Che in realtà non doveva licenziare nssuno, hai abboccato anche tu all'esca che ti ha lanciato il giornalaio di turno!
Marco
Paragliding flyer

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da blusky » 27 agosto 2008, 17:13

gianlucalab ha scritto:A parte che con è Quantas ma Qantas......esplosione, depressurizzazione, fai te......Tutto normale no ?
si ma é dovuto a quanto si é detto ad una bombola di ossigeno, mica ad un cedimento strutturale. Io non ho seguito granché sta storia, ma mi pareva si parlasse di bombola di ossigeno. Mi fa piú impressione il continuo stillicidio che avviene in auto... Io non riverserei tutte le mie paure su alcuni episodi, seppur gravi...
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Avatar utente
blusky
FL 500
FL 500
Messaggi: 7538
Iscritto il: 23 novembre 2006, 11:38

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da blusky » 27 agosto 2008, 17:15

marcoferrario ha scritto:
blusky ha scritto:Voglio vedere se dopo la tragedia Spanair mantiene il piano di licenziamenti, soprattutto sulla manutenzione..... :)
Che in realtà non doveva licenziare nssuno, hai abboccato anche tu all'esca che ti ha lanciato il giornalaio di turno!
scusa ma io non ho detto questo... riporti male...
Einstein:"Tutti sanno che una cosa é impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa."
Einstein:"Solo due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana e non sono sicuro della prima."
Einstein:"Non cercare di diventare un uomo di successo, ma piuttosto un uomo di valore."
Sono una goccia... Plic Plic Plic
http://www.taize.fr

PRESIDENTE DI BIRRA POINT- IL PUNTO DI INCONTRO MASCHILE DI MD80.IT
Immagine Immagine

Avatar utente
Holden
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 303
Iscritto il: 12 marzo 2007, 8:51
Località: Orzinuovi (Brescia)
Contatta:

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Holden » 27 agosto 2008, 17:23

JT8D ha scritto:
Holden ha scritto:La parola fuoco abbinata ad aereo non è mai una cosa da "state tranquilli, è normale"; c'è del carburante; ed eventi anche non troppo lontani ci insegnano quanto velocemente si propagano le fiamme nella fusoliera.
Questa affermazione è criticabile. Escludendo fatti enormi come Madrid, non è vero che le fiamme si propagano velocemente.
In fase di progetto e certificazione è previsto di tutto di più, è previsto che ci possa essere un incendio o principio di incendio al carrello (spesso causa freni), e non è vero che un fuocherello del genere abbia fatto rischiare l'esplosione del velivolo.

Guardate che in progettazione è previsto praticamente tutto ciò che può capitare più di frequente o meno. E si prendono le opportune precauzioni.

Paolo
A volte le previsioni in fase di progettazione non tengono conto di tutto (condizioni ambientali, ecc..ecc).
Col fuoco in particolare non si può mai essere certi, vedi incidente swissair di Halifax (fuoco veloce, subdolo).
La qualità non è mai un caso, è sempre il risultato di una nobile intenzione, di uno sforzo sincero; è la scelta più saggia tra molte alternative.

Avatar utente
marcoferrario
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 822
Iscritto il: 29 luglio 2006, 14:59
Località: Near LILN

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da marcoferrario » 27 agosto 2008, 18:21

blusky ha scritto:scusa ma io non ho detto questo... riporti male...
Quote errato, era riferito a gianlucalab
Marco
Paragliding flyer

Ro60

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Ro60 » 27 agosto 2008, 21:11

Aldus ha scritto:Ragazzi ma l'avete mai visto qualche video di evaquazione con gli scivoli? :roll:

In caso di evaquazione rapida (della serie" prestooo, fuori tutti nel minor tempo possibile!!") i passeggeri sono costretti (quasi obbligati) a lanciarsi letteralmente sullo scivolo con la schiena, uno dietro l'altro, scivolando sino a terra.

Nel caso di un ATR credo sia molto meglio per un anziano farsi aiutare a scendere con le proprie gambe, anzichè fargli rischiare "scivolate". :roll:
Ciao Aldus, evacuazione con la "C", non la "Q"...

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9161
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da air.surfer » 27 agosto 2008, 21:20

Ro60 ha scritto: Ciao Aldus, evacuazione con la "C", non la "Q"...
Un quote gigantesco solo per elargire questa perla?
Questo è un forum di aviazione e non sull'uso della lingua italiana. Sono tollerati errori ortografici e il condizionale puo' essere anche sconosciuto. Se non hai altro di interessante da dire, puoi tranquillamente andare su http://www.italianisticaonline.it/forum/ o su qualsiasi altro forum che "ti acchiappa".

Ro60

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Ro60 » 28 agosto 2008, 7:28

air.surfer ha scritto:
Ro60 ha scritto: Ciao Aldus, evacuazione con la "C", non la "Q"...
Un quote gigantesco solo per elargire questa perla?
Questo è un forum di aviazione e non sull'uso della lingua italiana. Sono tollerati errori ortografici e il condizionale puo' essere anche sconosciuto. Se non hai altro di interessante da dire, puoi tranquillamente andare su http://www.italianisticaonline.it/forum/ o su qualsiasi altro forum che "ti acchiappa".
Altro quote gigantesco, sorry...

Massì dai, visto che, scusa il gioco di parole, ti interessano solo i post non interessanti, questa volta seguirò il tuo consiglio.

Ciao.

zittozitto

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da zittozitto » 28 agosto 2008, 7:44

Ro60 ha scritto:
air.surfer ha scritto:
Ro60 ha scritto: Ciao Aldus, evacuazione con la "C", non la "Q"...
Un quote gigantesco solo per elargire questa perla?
Questo è un forum di aviazione e non sull'uso della lingua italiana. Sono tollerati errori ortografici e il condizionale puo' essere anche sconosciuto. Se non hai altro di interessante da dire, puoi tranquillamente andare su http://www.italianisticaonline.it/forum/ o su qualsiasi altro forum che "ti acchiappa".
Altro quote gigantesco, sorry...

Massì dai, visto che, scusa il gioco di parole, ti interessano solo i post non interessanti, questa volta seguirò il tuo consiglio.

Ciao.
bella la fiera dell'OFF TOPIC ... fino a quando c'è ? il fine settimana sono libero, magari ci porto la famiglia.

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Aldus » 28 agosto 2008, 8:26

Scusate gli eventuali errori di ortografia, ogni tanto possono capitare, ma l'importante è che si capisca il senso del discorso. :oops:

Riguardo al "farsela addosso" e alla paura in generale, credetemi, questi sintomi non vi aiuterebbero mai.
Se un pilota o un assistente di volo prende "paura", diminuisce il suo controllo, la sua concentrazione, il suo ragionare bene, con sapienza, con intelligenza.
Basta pensare a quelli che hanno paura di volare. :roll:
Si ritrovano "vittime" di uno stato confusionale, i loro sensi sono alterati, la loro capacità anche, prendono decisioni sbagliate, e fanno cose sbagliate.
E' la paura a combinargli tutto questo.
E' basilare dunque che queste persone (parlo di piloti e controllori) scaccino completamente via la paura nella maniera più assoluta, altrimenti rischiano di commettere errori imperdonabili.
Ad esempio, una volta ci fu un episodio con protagonista un MD80 della Americans Airlines che, dopo aver condotto un avvicinamento in condizioni critiche (forte temporale), riuscì ad atterrare, ma finì fuori pista (ci furono dei morti). :(
La commissione d'inchiesta che indagò sull'episodio, scoprì dalle registrazioni di bordo e dalle scatole nere, che i piloti erano molto tesi, confusi, praticamente spaventati da quella situazione.
Questa alterazione psicologica gli fece commettere un grave errore: si dimenticarono di armare gli spoiler.
La pista bagnata, le raffiche di vento, etc, contribuirono poi al resto: l'aereo non riuscì a frenare e finì violentemente fuori pista.

Questo è solo UNO dei vari esempi che dimostrano che la "paura" (in senso generico, ed in tutte le sue forme) è sempre deleteria al controllo della nostra mente.
La nostra mente deve essere possibilmente sempre sgombra dalle paure, deve rimanere fredda, concentrata, pienamente sotto controllo, lucida, e col solito raziocinio di sempre.
Quei piloti della Americans sono certo che non si erano MAI dimenticati di fare una azione del genere in tutta la loro carriera, neppure nelle sedute al simulatore.
Quel giorno l'hanno fatto, e le registrazioni di bordo hanno pienamente confermato che la causa di tale svista è stata l'agitazione.
Ossia la paura.

Avatar utente
aurum
MD80 Captain
MD80 Captain
Messaggi: 1704
Iscritto il: 2 settembre 2005, 12:13
Località: Veio

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da aurum » 29 agosto 2008, 0:19

FAS ha scritto:attenzione

vi invito a consultare il Certification Specifications 25.810

....The assisting means for each
passenger emergency exit must be a selfsupporting
slide or equivalent; and, in the case
of a Type A exit, it must be capable of carrying
simultaneously two parallel lines of evacuees.
In addition, the assisting means must be
designed to meet the following requirements.
(i) It must be automatically
deployed and deployment must begin
during the interval between the time the
exit opening means is actuated from inside
the aeroplane and the time the exit is fully
opened. However, each passenger....

:blackeye:
Colgo l'occasione per porgerti il mio più amichevole bentornato.
Gubernator superfluus

Immagine Immagine

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Maxlanz » 29 agosto 2008, 9:36

Aldus ha scritto:Scusate gli eventuali errori di ortografia, ogni tanto possono capitare, ma l'importante è che si capisca il senso del discorso. :oops:
Corso di lingua italiana online: il congiuntivo questo sconosciuto. :wink:



Ciao
Massimo

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9161
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da air.surfer » 29 agosto 2008, 10:42

aurum ha scritto: Colgo l'occasione per porgerti il mio più amichevole bentornato.
Ho come l'impressione che sarà solo una fugace apparizione.... :mrgreen:

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da noone » 30 agosto 2008, 15:19

Ciao!
Quello che non ho capito e se il fatto e' successo dopo un rejected t/o oppure ne e' stata la causa... nel pimo caso che i freni prendano fuoco non e' una gande scoperta. comunque gli aerei col piano della cabina sotto i 180cm (credo) non richiedono gli scivoli (non a caso molti aerei vengono tenuti sotto questa altezza, un po come gli aerei tenuti sotto i 20 posti per evitare di scorazzarsi 3 quintali di porta blindata e gli alri item obbligatori).
ot.
In ultimo ritengo esistano due tipi di paura (u po' come lo stress positivo o negativo): una e' quella che immobilizza e rende confusi, l'altra e' quella che ti attiva: bisogna pensare che la paura e' di perse' una reazion fisiologica alle situazioni di pericolo (aumento pressione, adrenalina etc) che se ben convogliata dalla psiche ci porta a ottimizzare le nostre reazioni e velocizzare le nostre capacita' di prendere decisioni. Purtroppo questa capacita' e' una attitudine personale e in certi settori e' indispensabile. Non so se ci sia un sistema per valutare tale attitudine ma nel caso dovrebbe essere un discriminante per poter diventare Comandante
Just my two eurocent
Vanni

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9161
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da air.surfer » 30 agosto 2008, 16:19

noone ha scritto:Ciao!
Quello che non ho capito e se il fatto e' successo dopo un rejected t/o oppure ne e' stata la causa... nel pimo caso che i freni prendano fuoco non e' una gande scoperta.
E invece la probabilità che i freni prendano fuoco durante un RTO è piuttosto bassa...

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da noone » 30 agosto 2008, 17:54

air.surfer ha scritto: E invece la probabilità che i freni prendano fuoco durante un RTO è piuttosto bassa...
Pensavo che fermare un aereo ad alta velocita' e a pieno carico e con poca pista disponibile fosse la situzione piu' critica per i freni... Anche se ot,mi potresti dire qual'e' la situazione piu' difficile per l'impianto frenante?
Grazie
Vanni

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15704
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da JT8D » 30 agosto 2008, 18:34

noone ha scritto:
air.surfer ha scritto: E invece la probabilità che i freni prendano fuoco durante un RTO è piuttosto bassa...
Pensavo che fermare un aereo ad alta velocita' e a pieno carico e con poca pista disponibile fosse la situzione piu' critica per i freni... Anche se ot,mi potresti dire qual'e' la situazione piu' difficile per l'impianto frenante?
Grazie
Vanni
Un RTO rappresenta senz'altro un'operazione molto stressante per i freni, come è intuibile.
Però questo non vuol dire che senz'altro prendano fuoco o che la cosa sia quasi inevitabile.
Le certificazioni prevedono che l'impianto debba resistere anche a questa sollecitazione senza dare problemi. E' costruito quindi per resistere anche ad un RTO.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
noone
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1166
Iscritto il: 18 luglio 2008, 12:46
Località: Leman Lake

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da noone » 30 agosto 2008, 19:38

non mi ero spiegato bene, non intendevo dire che fosse normale che i freni prendano fuoco durante un RTO, intendevo dire che e' una cosa gia' successa e non e' una situazione di grave pericolo (a parte il rischio che esploda il pneumatico e voli via mezzocerchio) dopo un rto mentre un incendio al carrello durante la corsa al decollo la vedo una situazione piu' pericolosa.
just my two eurocent

Avatar utente
DADO md80
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 20
Iscritto il: 6 novembre 2008, 23:06

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da DADO md80 » 22 novembre 2008, 18:13

E' già successo, ma non è una situazione critica c'era il rischio di farsi male di più
buttandosi dal portellone che non far pervenire i soccorsi!!

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15704
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da JT8D » 24 agosto 2015, 18:41

Giusto dopo qualche annetto, final report, senza alcuna particolare conclusione:

http://avherald.com/h?article=40bbce95&opt=0

http://www.bfu-web.de/EN/Publications/I ... cationFile

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2551
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da MartaP » 29 agosto 2015, 22:22

JT8D ha scritto:Giusto dopo qualche annetto
...sette anni... :roll:
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5897
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da sigmet » 29 agosto 2015, 22:39

JT8D ha scritto:Giusto dopo qualche annetto, final report, senza alcuna particolare conclusione:


http://www.bfu-web.de/EN/Publications/I ... cationFile

Paolo

Ma che schifo... :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6888
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Lampo 13 » 29 agosto 2015, 23:38

Mah! Io non so nulla di indagini, ma mi pare un FR strano.
Che velocità aveva l'ATR quando ha cominciato lo stop Take Off?
In 6 secondi non doveva essere alta.
Un commento su una aborto decollo richiesto dalla Torre?
Se sono autorizzato al decollo, sono autorizzato al decollo!
Se mi autorizzi al decollo in una condizione tale per cui dopo 6 secondi mi chiedi di interromperlo,
c'è molto che non va!
Perché è stata richiesta l'interruzione del decollo?
Insomma... sembra che siccome tutto sommato non è successo nulla di non "rimborsabile", tutto sia stato "sistemato"!

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15704
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da JT8D » 30 agosto 2015, 11:36

Infatti... 7 anni per poi giungere ad un final report che non dice niente, riporta solo i fatti senza praticamente nessun commento o analisi particolare degli eventi.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
a_ndrea
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 353
Iscritto il: 25 agosto 2010, 11:04
Località: Roma
Contatta:

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da a_ndrea » 30 agosto 2015, 14:17

In pratica 2 pagine e mezzo scritte grosse per raccontare quello che un qualsiasi "comune mortale" avrebbe potuto raccontare (magari con l'aiuto dei VV.FF. per accertarsi dell'origine e del cammino delle fiamme).

Senza un perché sulla richiesta di abortire, un'analisi della catena degli eventi, una raccomandazione di sicurezza... mah.

Domanda per gli esperti basata su questi tempi:
The clearance was given immediately after an Airbus A320 had commenced its take-off run on runway 26L. Twenty seconds later, the ATR was cleared for take-off from runway 26L and confirmed receipt of the message.
Forty seconds later the tower asked the ATR to begin the take-off run, because otherwise another aircraft then on approach would have to go around.


Quindi:
Parte un A320,
20 secondi dopo clearance per il decollo
altri 40 secondi dopo richiesta di inizio decollo

Per un ATR72, non è un po' poco un solo minuto di distanza dal decollo di un A320 per non rischiare una turbolenza di scia? In ogni modo, la necessità di riattaccare per un aereo in atterraggio (non in emergenza) non è un motivo un po' fiacco per giustificare tanta fretta?

(commento poco tecnico): Fossi nei panni di quella signora che si è rotta l'avambraccio, avrei una certa tentazione di fare altrettanto con il tizio in torre :twisted:

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 6888
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Incidente ad Aereo AIRDOLOMITI

Messaggio da Lampo 13 » 30 agosto 2015, 14:42

Beh, senza andare a controllare pesi e quindi prestazioni di decollo del A-320 e dell'ATR in questione, il secondo stacca mediamente molto prima e sale molto ripido fino intorno a 1.500 ft, rimanendo ben al di sopra della turbolenza di scia del 320. Non so se e quanta separazione sono richieste ad un ATR per decollare dopo un 320.
Un MD80 che decollava dopo un Heavy doveva aspettare 2 minuti dopo la rotazione del precedente. Comunque la responsabilità della separazione in tempo tra i due traffici in decollo è dei Piloti e non del controllore il quale, se ha problemi di sequenza, deve chiedere PRIMA dell'autorizzazione all'allineamento se i Piloti sono in grado di decollare in TOT secondi. A quel punto, se i Piloti devono rispettare una separazione in tempo, DEVONO rifiutare l'allineamento. Io ero abituato ad avvisare la Torre, se ero autorizzato all'allineamento dopo un heavy, del tempo necessario prima di poter iniziare il decollo. A volte mi autorizzavano all'allineamento e attesa, altre volte facevano atterrare un traffico prima di autorizzarmi.

Rispondi