Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Bloccato
Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Maxlanz » 3 giugno 2009, 11:07

arciere ha scritto:... dubito che tutti i piloti disponibili per tale volo fossero tutti in cabina di pilotaggio (smentitemi se sbaglio).
Non è possibile in alcun modo né smentire né confermare.
Sappiamo che c'erano un Cpt. e due F/O. Erano in volo da qualche ora. Nessuno può dire dove fossero esattamente.
Si può solo immaginare.

Ciao
Massimo

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da arciere » 3 giugno 2009, 11:19

Maxlanz ha scritto:
arciere ha scritto:... dubito che tutti i piloti disponibili per tale volo fossero tutti in cabina di pilotaggio (smentitemi se sbaglio).
Non è possibile in alcun modo né smentire né confermare.
Sappiamo che c'erano un Cpt. e due F/O. Erano in volo da qualche ora. Nessuno può dire dove fossero esattamente.
Si può solo immaginare.

Ciao
Massimo
Sì hai ragione scusa, volevo esprimere un altro concetto. Cioè, a parte i piloti (mettiamo caso che erano tutti in cabina), nessuno degli assistenti di volo è in grado di entrare nel cockpit, anche nel caso fosse chiuso dall'interno per le norme di sicurezza?
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da vihai » 3 giugno 2009, 11:25

Maxx ha scritto: Nei cumulonembi ci possono essere grossi blocchi di ghiaccio, vero?
Non così in alto. Il ghiaccio sta nella parte bassa.

Ciao,

Maxlanz
FL 300
FL 300
Messaggi: 3469
Iscritto il: 15 giugno 2007, 12:40

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Maxlanz » 3 giugno 2009, 11:26

arciere ha scritto:Sì hai ragione scusa, volevo esprimere un altro concetto. Cioè, a parte i piloti (mettiamo caso che erano tutti in cabina), nessuno degli assistenti di volo è in grado di entrare nel cockpit, anche nel caso fosse chiuso dall'interno per le norme di sicurezza?
Non so proprio cosa dirti.
Nei film succede così, purtroppo nella realtà piangiamo cose diverse. :cry:
Aspettiamo riscontri certi ed obiettivi, poi cercheremo di capire.

Ciao
Massimo
Ultima modifica di Maxlanz il 3 giugno 2009, 11:28, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9583
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Maxx » 3 giugno 2009, 11:27

vihai ha scritto:
Maxx ha scritto: Nei cumulonembi ci possono essere grossi blocchi di ghiaccio, vero?
Non così in alto. Il ghiaccio sta nella parte bassa.

Ciao,
Quindi è impensabile che il ghiaccio abbia avuto qualche tipo di effetto sul volo?

Avatar utente
danyc77
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 685
Iscritto il: 24 novembre 2005, 14:43
Località: LIPZ

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da danyc77 » 3 giugno 2009, 11:35

arciere ha scritto:Ma nel caso di una rapid decompression in cockpit, con perdita di conoscenza da parte dei piloti, in cabina non si può intervenire in alcun modo?
La vedo dura..
arciere ha scritto: Ricordiamo che si tratta di un volo transoceanico, e dubito che tutti i piloti disponibili per tale volo fossero tutti in cabina di pilotaggio (smentitemi se sbaglio).
Allo stato attuale non è possibile stabilire chi fosse presente in cabina o meno, pertanto non è possibile confermare o smentire questa ipotesi.
Possono comunque essere stati presenti tutti e tre i piloti in cabina; chi esclude che il terzo (sul rear seat) non tenesse le comunicazioni? :wink:
JAA-ATPL(A)
CPL-ME-IR (A)
Citation C510 TR
Citation C560XL TR
Immagine
Immagine

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da N176CM » 3 giugno 2009, 11:43

arciere ha scritto:
Maxlanz ha scritto:
arciere ha scritto:... dubito che tutti i piloti disponibili per tale volo fossero tutti in cabina di pilotaggio (smentitemi se sbaglio).
Non è possibile in alcun modo né smentire né confermare.
Sappiamo che c'erano un Cpt. e due F/O. Erano in volo da qualche ora. Nessuno può dire dove fossero esattamente.
Si può solo immaginare.

Ciao
Massimo
Sì hai ragione scusa, volevo esprimere un altro concetto. Cioè, a parte i piloti (mettiamo caso che erano tutti in cabina), nessuno degli assistenti di volo è in grado di entrare nel cockpit, anche nel caso fosse chiuso dall'interno per le norme di sicurezza?
Quale che sia la risposta a questa domanda, qui non verrà mai data. E' una regola ferrea cui ci siamo da sempre attenuti, per evidenti ragioni di sicurezza. Quindi evitiamo direttamente questo argomento.
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Valerio Ricciardi » 3 giugno 2009, 11:45

N176CM ha scritto:
arciere ha scritto: a parte i piloti (mettiamo caso che erano tutti in cabina), nessuno degli assistenti di volo è in grado di entrare nel cockpit, anche nel caso fosse chiuso dall'interno per le norme di sicurezza?
Quale che sia la risposta a questa domanda, qui non verrà mai data. E' una regola ferrea cui ci siamo da sempre attenuti, per evidenti ragioni di sicurezza. Quindi evitiamo direttamente questo argomento.
E fate bene a far così, a mio avviso.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da arciere » 3 giugno 2009, 12:09

N176CM ha scritto: Quale che sia la risposta a questa domanda, qui non verrà mai data. E' una regola ferrea cui ci siamo da sempre attenuti, per evidenti ragioni di sicurezza. Quindi evitiamo direttamente questo argomento.
Calma :wink:
La mia era un'ingenua domanda: gli assistenti di volo sono autorizzati ad entrare in cockpit se ad esempio si percepisce qualche sorta di anomalia all'interno? Sì o no. Non voglio certo sapere come fanno, parlavo solo se è previsto :wink:
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da N176CM » 3 giugno 2009, 12:11

arciere ha scritto:
N176CM ha scritto: Quale che sia la risposta a questa domanda, qui non verrà mai data. E' una regola ferrea cui ci siamo da sempre attenuti, per evidenti ragioni di sicurezza. Quindi evitiamo direttamente questo argomento.
Calma :wink:
La mia era un'ingenua domanda: gli assistenti di volo sono autorizzati ad entrare in cockpit se ad esempio si percepisce qualche sorta di anomalia all'interno? Sì o no. Non voglio certo sapere come fanno, parlavo solo se è previsto :wink:
Anche a questo preferirei che non si desse risposta. Non è contro di te ovviamente, ma penso che siano chiare a tutti le ragioni. :wink:
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da arciere » 3 giugno 2009, 12:14

N176CM ha scritto:
arciere ha scritto:
N176CM ha scritto: Quale che sia la risposta a questa domanda, qui non verrà mai data. E' una regola ferrea cui ci siamo da sempre attenuti, per evidenti ragioni di sicurezza. Quindi evitiamo direttamente questo argomento.
Calma :wink:
La mia era un'ingenua domanda: gli assistenti di volo sono autorizzati ad entrare in cockpit se ad esempio si percepisce qualche sorta di anomalia all'interno? Sì o no. Non voglio certo sapere come fanno, parlavo solo se è previsto :wink:
Anche a questo preferirei che non si desse risposta. Non è contro di te ovviamente, ma penso che siano chiare a tutti le ragioni. :wink:
Ok perfetto no problem. Pensavo fossero procedure pubbliche e conosciute, perciò mi son permesso di chiedere.

Sorry :wink:
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Giancarlo Pappone
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 17 aprile 2009, 11:30
Località: Taranto

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Giancarlo Pappone » 3 giugno 2009, 12:20

Quindi secondo i messaggi ACARS i piloti avrebbero disinserito l'autopilot alle 0210Z, esattamente 1 minuto prima che iniziassero i messaggi dei guasti. Mi viene da pensare che volessero fare qualcosa per evitare le zone di turbolenza oppure che fossero coscienti di una situazione in cui c'era bisogno di manovrare o fare delle verifiche.

E' possibile che ci fosse un problema a bordo, e che i piloti abbiano disinserito l'autopilota, senza lanciare il mayday???

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4735
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Valerio Ricciardi » 3 giugno 2009, 12:53

alexrax ha scritto: (omissis)... in un volo Parigi montreal (per strana coincidenza sempre con AF) su un 747 è capitata una turbolenza violentissima e mai vista prima della durata di 20-30 sec sull'atlantico con cielo pienamente sereno. E' stata cosi improvvisa e violenta che i piloti non hanno avvisato di allacciare le cinture se non 2-3 sec prima dell'inizio. Ci sono stati dei feriti tra le hostess e passeggeri, ho visto letteralmente passeggeri volare dalla sedia sul soffitto ( da quel giorno tengo sempre le cinture allacciate) e cosa più impressionante si è formata una crepa sulla winglet dell'ala.

La cosa che mi ha impressionato e onestamente spaventato fu che è stata una turbolenza quasi risonante nel senso che l'aereo ha iniziato a sobbalzare con un escursione sempre piu ampia finche i piloti non hanno ridotto bruscamente la manetta (probabilmente era in pilota automativco).
Io ero seduto sul posto altezza ala e ho visto l'ala piegarsi più volte in modo sempre più evidente, la cosa che ricordo che che vedevo i motori esterni arrivare sopra quelle interni (immaginate che livello di flessione ha raggiunto l'ala). Subito ho chiesto di avviasare i piloti i quali un pò scettici hanno snobbato la mia segnalazione, successivamente ho scatto una foto che allego Immagine e chiesto ad un hostess di portarla in cabina in 2 minuti sono venuti a turno tutti e 4 i piloti (era un doppio equipaggio) e si è deciso di rallentare il volo che poi è arrivato 2 ore dopo.
All'arrivo ci si è accorti che c'erano altri danni all'aero, all'esterno della winglet c'erano crepe più profonde e dei buchi nella lamiera della stessa in prossimità dell'attacco all'ala, inotre mancava parte della cappottatura inferiore di un motore sull'altra ala ed il volo successivo di ritorno con quell'aeromobile è stato annullato. Per questo dico che non bisogna mai sottovvalutare le forze della natura.
Non mi sembra una osservazione peregrina.
Immagino che non si trattasse di qualcosa di "normale" come questa:
http://www.youtube.com/watch?v=_HQZ4kg4 ... re=related
Se è così, guarda i brevi filmati qui sotto:
http://www.youtube.com/watch?v=kQI3AWpTWhM&hl=it
http://www.youtube.com/watch?v=DU7c0XgfqKE&NR=1
http://www.youtube.com/watch?v=iTFZNrTY ... re=related
http://www.youtube.com/watch?v=8D7YCCLG ... re=related
http://www.youtube.com/watch?v=ca4PgyBJAzM&NR=1
poteva essere qualcosa di apparentato a questo (con le dovute proporzioni e frequenza, considerata l'inerzia della massa degli enormi motori)?
Credo che la risonanza cui ti riferisci tu potesse essere il c.d. "flutter", e naturalmente è ben noto ed assunto come fenomeno da considerare a livello di progetto. La VNE da non superare assolutamente credo sia connessa alla necessità assoluta di avitare questo tipo di "innesco". I tecnici mi correggano.
Applica un flutter all'ala di un grande liner già molto sollecitato da una condizione turbolenta davvero severa, e il risultato potrebbe essere catastrofico. Inoltre, presumerei che la Airspeed possa variare bruscamente verso valori superiori in una turbolenza, nel momento in cui l'aereo dovesse essere sollecitato da un improvvisa folata con forte componente frontale; l'inerzia di un mezzo da 200t aumenterebbe la airspeed senza che la groundspeed cali in proporzione altrettanto rapidamente, e potrebbe - immagino potrebbe, con tutti i condizionali del caso - innescare anche una risonanza.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

alexrax
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 13 agosto 2008, 11:15

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da alexrax » 3 giugno 2009, 14:24

Immagino che non si trattasse di qualcosa di "normale" come questa:
http://www.youtube.com/watch?v=_HQZ4kg4 ... re=related
Ovviamente no, molto peggio.
http://www.youtube.com/watch?v=ca4PgyBJAzM&NR=1
poteva essere qualcosa di apparentato a questo (con le dovute proporzioni e frequenza, considerata l'inerzia della massa degli enormi motori)?
Credo che la risonanza cui ti riferisci tu potesse essere il c.d. "flutter", e naturalmente è ben noto ed assunto come fenomeno da considerare a livello di progetto. La VNE da non superare assolutamente credo sia connessa alla necessità assoluta di avitare questo tipo di "innesco". I tecnici mi correggano.
Applica un flutter all'ala di un grande liner già molto sollecitato da una condizione turbolenta davvero severa, e il risultato potrebbe essere catastrofico. Inoltre, presumerei che la Airspeed possa variare bruscamente verso valori superiori in una turbolenza, nel momento in cui l'aereo dovesse essere sollecitato da un improvvisa folata con forte componente frontale; l'inerzia di un mezzo da 200t aumenterebbe la airspeed senza che la groundspeed cali in proporzione altrettanto rapidamente, e potrebbe - immagino potrebbe, con tutti i condizionali del caso - innescare anche una risonanza.
Molto simile al video, solo che quì il movimento è scoordinato mentre nel mio caso era solo in verticale, non credo sia stato un flutter anche se da dentro devo dire che la flessione dell'ala era a quei livelli. Ad ogni modo ti assicuro che quella fu una esperienza veramente brutta, per criccare una winglet di un 747 e perderdi una cappottattura di un motore non è stata un brezzetta oceanica....

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da N176CM » 3 giugno 2009, 14:27

Ennesima ripulitura di questo thread. Alla prossima scattano automaticamente le sanzioni. Tra l'altro non solo i messaggi rimossi erano palesemente contrari alle regole di quest'area ma anche palesemente di cattivo gusto, quindi non è il caso di riproporli altrove.
Non è necessario scrivere 100 messaggi se non ci sono novità tecniche e ufficiali, soprattutto in quest'area. E' stato creato anche un apposito altro thread per le discussioni più generiche, è così difficile usarlo?
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

Avatar utente
Ayrton
B747-400 First Officer / Ground Instructor
B747-400 First Officer / Ground Instructor
Messaggi: 3655
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Ayrton » 3 giugno 2009, 14:39

Immagine

Avatar utente
gabe
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 19
Iscritto il: 1 luglio 2006, 12:04
Località: Follonica

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da gabe » 3 giugno 2009, 15:17



le ali sono sicuramente progettate per resistere a notevoli sollecitazioni e flessioni, quella di questo video è impressionante!! Però un evento atmosferico che possa fletterla oltre tali limiti non è sicuramente da escludersi...la forza della natura è sicuramente imprevedbile....

alexrax
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 13 agosto 2008, 11:15

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da alexrax » 3 giugno 2009, 16:44

Ayrton ha scritto:http://www.weathergraphics.com/tim/af447/

date un occhiata qui...
ho trovato interessante questo commento tratto dalla stessa pagina, nei commenti:

Tim, I am an A330 Captain at US Airways. Your analysis is extremely compelling. I am curious as your take on this flight encountering hail. My other thought is whether this aircraft was flying at an econ cruise speed just above Vls, encountered an updraft that may have suddenly decreased the speed below alpha floor causing a stall. Although the Airbus has protections, during the dark, lightning flashing, turbulence, etc, the crew may have easily become disoriented if this was the case.
Thoughts?
Regards,
Steve B-----
Ultima modifica di alexrax il 3 giugno 2009, 16:54, modificato 1 volta in totale.

alexrax
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 13 agosto 2008, 11:15

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da alexrax » 3 giugno 2009, 16:54

Per fare un pò di chiarezza sull'area in cui sono caduti i rottami credo sia utile riportare questo articolo:

http://www.corriere.it/cronache/09_giug ... aabc.shtml

si parla di oltre 60 km di dispersione tra i vari rinvenimenti mentre un secondo gruppo di rottami è in 5km.
Si riporta l'avvistamento di una scia di carburante di 20 km, inoltre pare che il 330 fosse molto più a sud della rotta prevista probabilmente per aggirare il fronte oppure per tentare un riento in brasile.

In base a tale informazioni l'unica certezza su cui tutti gli esperti (AF e non) sono d'accordo è che non è arrivato a terra integro.

Avatar utente
Asunchi
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 45
Iscritto il: 4 giugno 2007, 22:55
Località: Aristanis-Sardinnya/Milano-Itaglia

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Asunchi » 3 giugno 2009, 17:29

alexrax ha scritto: In base a tale informazioni l'unica certezza su cui tutti gli esperti (AF e non) sono d'accordo è che non è arrivato a terra integro.
Per le certezze mi sembra ancora presto. E' piuttosto un ipotesi plausibile, tra le altre, con cui non tutti concordano. "I resti del volo sono stati avvistati anche a 60 chilometri di distanza. Un dato che per alcuni avvalora l'ipotesi dell'esplosione: «Tra le tante questa è la meno probabile — dice Smykowski — i resti possono essere stati trasportati dalle correnti marine»" http://www.corriere.it/cronache/09_giug ... aabc.shtml

Avatar utente
odisseo
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 57
Iscritto il: 26 maggio 2006, 19:22
Località: Roma
Contatta:

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da odisseo » 3 giugno 2009, 18:13

Tecnicamente è possibile che il passaggio di un aereo all'interno di un cumulonembo o di un forte fronte intertropicale, possa portare al cedimento strutturale dell'aereo stesso?

Se sì, allora la seconda domanda: il radar di bordo fornisce una "fotografia" della condizione meteo che si ha davanti. dico "fotografia" perché è mi sembra di aver capito che non fornisce una previsione. Allora non è possibile che il radar abbia indicato una turbolenza forte ma non tale da compromettere il volo e poi, XX minuti più tardi, quando l'aereo si è realmente trovato dentro la turbolenza, quest'ultima si era trasformata in qualcosa di più pericoloso e capace di provocare il cedimento strutturale?

Se le risposte a queste domande fossero entrambe SI, allora sarebbe ragionevolmente ipotizzabile che:
- i piloti comunicano che stanno per entrare in zona di forte turbolenza
- XX minuti dopo entrano nella turbolenza ma questa è più forte di quanto pensassero

Avatar utente
N176CM
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5247
Iscritto il: 9 settembre 2005, 13:02
Località: Milano

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da N176CM » 3 giugno 2009, 19:00

Volo Air France 447

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV), sin dalle prime ore del mattino di ieri 1 giugno, sta seguendo l’evento che ha interessato l’aeromobile Airbus A 330-200 marche di immatricolazione francesi (F-GZCP), che operava il volo AF 447 tra Rio de Janeiro e Parigi ed è in costante contatto con l’Unità di Crisi del Ministero degli affari esteri e con l’omologa Autorità governativa di investigazione francese (Bureau d’Enquêtes et d’Analyses -BEA).
Ad oggi è stata confermata la presenza di dieci cittadini italiani a bordo del velivolo che risulta tuttora disperso mentre prosegue un’intensa attività di ricerca in una vasta area dell’oceano.
L’Agenzia sulla base dell’ordinamento internazionale in materia di inchieste aeronautiche (Allegato 13 alla Convenzione relativa all’aviazione civile internazionale) ha la possibilità di designare un proprio esperto per seguire l’inchiesta tecnica che sarà condotta, qualora confermato che l’evento è occorso in acque internazionali, dal BEA francese (Stato di immatricolazione dell’aeromobile) o dallo Stato nelle cui acque territoriali si è verificato.
In alternativa va evidenziato che lo stesso Allegato 13 prevede la possibilità di delegare lo svolgimento dell’indagine tecnica da parte dello Stato che sarebbe titolare dell’indagine ad altro Stato.
In riferimento alle possibili cause che possono aver contribuito all’evento, l’ANSV ritiene opportuno sottolineare che in questa fase è prematuro formulare qualsiasi ipotesi se non supportata da elementi certi e documentabili.
A tal fine raccomanda di astenersi dal formulare ipotesi sulla base di notizie incomplete o addirittura prive di fondamento.
Elementi di certezza significativi potranno essere dedotti, oltre che da evidenze accertate, dalla lettura e decodifica dei dati contenuti nei registratori di bordo (cosiddette “scatole nere”), che, se recuperati, saranno certamente utili a definire le dinamiche dell’evento.
Va evidenziato che esiste la possibilità, in analogia con altri casi (ATR 72 al largo di Palermo, agosto 2005, B737 nel Mar Rosso, gennaio 2004) di recuperare i detti apparati anche se fossero localizzati ad elevate profondità attraverso l’utilizzo di veicoli robotizzati sottomarini.
Le “scatole nere” peraltro sono dotate di un trasmettitore che, in caso di immersione in acqua, emette un segnale su una frequenza dedicata, per circa trenta giorni, al fine di consentire la propria localizzazione.
L’Agenzia, nel manifestare i propri sentimenti di vicinanza ai familiari dei passeggeri coinvolti nell’evento, assicura il proprio impegno nel fornire il supporto specialistico nella conduzione dell’inchiesta tecnica, compatibilmente con la normativa internazionale.
N176CM
n176cm AT md80.it

Immagine

alexrax
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 204
Iscritto il: 13 agosto 2008, 11:15

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da alexrax » 3 giugno 2009, 19:06

Oh letto che l'aereo aveva 4 anni e 14.000 ore di volo ovvero circa 1,6 anni (!) passati in volo. Sono pochi o tanti? Non so quanto sia la vita utile della cellula di un A330, qualcuno sa niente in merito?

Avatar utente
vihai
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1163
Iscritto il: 9 ottobre 2006, 14:48

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da vihai » 3 giugno 2009, 19:10

Maxx ha scritto:Quindi è impensabile che il ghiaccio abbia avuto qualche tipo di effetto sul volo?
Pezzi di ghiaccio (grandine) è estremamente improbabile, ghiaccio raccolto dall'aria non lo escludo.

Ciao,

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15583
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da JT8D » 3 giugno 2009, 19:14

alexrax ha scritto:Oh letto che l'aereo aveva 4 anni e 14.000 ore di volo ovvero circa 1,6 anni (!) passati in volo. Sono pochi o tanti? Non so quanto sia la vita utile della cellula di un A330, qualcuno sa niente in merito?
Tranquillo che è tutto normale. I liners sono fatti per volare, non per stare a terra. Chiaramente si progetta un velivolo ben sapendo il suo utilizzo, e quindi certamente non lo si progetta per doverlo buttare dopo cinque anni. I limiti sono enormemente superiori.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Slowly » 3 giugno 2009, 19:28

JT8D ha scritto:
alexrax ha scritto:Oh letto che l'aereo aveva 4 anni e 14.000 ore di volo ovvero circa 1,6 anni (!) passati in volo. Sono pochi o tanti? Non so quanto sia la vita utile della cellula di un A330, qualcuno sa niente in merito?
Tranquillo che è tutto normale. I liners sono fatti per volare, non per stare a terra. Chiaramente si progetta un velivolo ben sapendo il suo utilizzo, e quindi certamente non lo si progetta per doverlo buttare dopo cinque anni. I limiti sono enormemente superiori.

Paolo
Con quei dati l'aereo è definibile come "giovane", se questo significa qualcosa.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Giancarlo Pappone
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 17 aprile 2009, 11:30
Località: Taranto

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Giancarlo Pappone » 3 giugno 2009, 19:51

però una cosa mi fa riflettere... mettiamo caso che ci sia stata davvero questa forte turbolenza, che abbia fatto cedere la struttura del mezzo stesso, facendolo precipitare; in base a ciò che scrivono i giornali, pare ci fossero altri aerei sulla stessa rotta, tra cui uno della tam e pare un paio della lufthansa... come mai questi ultimi nn si sono trovati in questa forte turbolenza? o nn si sono trovati di fronte il temporale che ha fatto scatenare i fulmini? :shock:

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Slowly » 3 giugno 2009, 19:53

Giancarlo Pappone ha scritto:però una cosa mi fa riflettere... mettiamo caso che ci sia stata davvero questa forte turbolenza, che abbia fatto cedere la struttura del mezzo stesso, facendolo precipitare; in base a ciò che scrivono i giornali, pare ci fossero altri aerei sulla stessa rotta, tra cui uno della tam e pare un paio della lufthansa... come mai questi ultimi nn si sono trovati in questa forte turbolenza? o nn si sono trovati di fronte il temporale che ha fatto scatenare i fulmini? :shock:
Perchè non è stata la turbolenza da sola.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Giancarlo Pappone
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 17 aprile 2009, 11:30
Località: Taranto

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Giancarlo Pappone » 3 giugno 2009, 19:55

questo è assodato, ma trovandosi altri aerei sulla stessa rotta avrebbero comunque riscontrato qualcosa... mettiamo caso che un concatenarsi di eventi abbia colpito il volo af, gli altri (teoricamente) avrebbero dovuto trovarsi di fronte almeno un evento...

Avatar utente
geostazionario
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 722
Iscritto il: 15 maggio 2009, 19:01
Località: vicenza (dintorni)

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da geostazionario » 3 giugno 2009, 19:58

Ultima modifica di geostazionario il 3 giugno 2009, 19:59, modificato 1 volta in totale.
Con i limiti interpretativi che il solo scrivere impone.

La montagna è una maestra muta che crea discepoli silenziosi.

lrutragmi

Giancarlo Pappone
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 17 aprile 2009, 11:30
Località: Taranto

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Giancarlo Pappone » 3 giugno 2009, 19:59

se i piloti della tam dicono di aver visto dei focolai in mare, ciò significa che nn era passato molto tempo dall'impatto, di conseguenza, le condizioni avverse del meteo (naturalmente tutto ciò è teorico) avrebbero dovuto incrociarle anke loro

Avatar utente
wintaco
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 51
Iscritto il: 6 settembre 2005, 18:51
Località: Roma

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da wintaco » 3 giugno 2009, 20:13

Dopo tutte le pagine di questo thread, questa agenzia riassume un po' le ipotesi tecniche fino ad ora.

DISASTRO AEREO: ESPERTI, ANCORA MISTERO SU CAUSE/ ANSA
ALLO STUDIO ROTTAMI E CORRENTI PER DELIMITARE AREA RICERCHE
(ANSA) - ROMA, 3 GIU - Il disastro del volo Air France 447 si
annuncia gia' come un rompicapo per i tecnici che dovranno
ricostruirne le cause.
I primi rottami sono stati avvistati in un'area molto vasta,
distanti fra loro da 60 a 90 chilometri, ma il mare mosso ha
finora impedito ulteriori ricerche alle navi giunte sul luogo
dei primi avvistamenti. Quello che e' certo e' che i rottami
appartengono all'Airbus 33 dell'Air France su cui viaggiavano
228 persone e che, afferma l'Ufficio francese per la sicurezza
del volo (Bea), "non aveva problemi prima della partenza".
- DISPERSIONE DEI ROTTAMI: e' il punto di partenza delle
indagini. Secondo esperti di sicurezza del volo bisogna
considerare che a 24 ore dal disastro aereo i rottami sono stati
spostati da venti e correnti e dai venti. E' quindi necessario
studiare le correnti per risalire al punto d'impatto.
- TRAIETTORIA DI CADUTA: un altro indizio fornito dai rottami e'
la traiettoria della caduta: "soltanto questo elemento
permettera' di circoscrivere la zona delle ricerche", osserva
il capo dell'Ispettorato sicurezza volo dell'Aeronautica
Militare, generale Luca Valeriani. Elementi pesanti come i
motori hanno seguito una traiettoria diversa rispetto a quelli
piu' leggeri, come ali o pannelli, che probabilmente hanno
veleggiato trasportati dalle correnti in quota.
- TURBOLENZA E CORRENTI ASCENSIONALI: un elemento dato per certo
dalla Bea e' che quando si sono persi i contatti con il volo
Af447 era in atto "una situazione temporalesca". Ma per gli
esperti questa situazione, da sola, non e' sufficiente a
spiegare l'incidente. Cosi' come non lo sono l'ipotesi di una
corrente ascensionale o quella di una turbolenza dovuta ad altre
cause. "Problemi come questi, singolarmente, non sono
sufficienti a far cadere un aereo. Deve essere intervenuto
qualche problema in precedenza", osservano esperti di sicurezza
del volo e incidenti aerei.
- TEMPESTA PERFETTA: se una normale tempesta e' ben visibile sia
ai radar che a occhio nudo, potrebbe non esserlo una tempesta
perfetta, la cosiddetta "aria chiara", almeno in certe
condizioni di luce. Percio' e' possibile che un aereo non riesca
ad evitarla, ma solo se il radar e' guasto.
- DISINTEGRAZIONE IN VOLO: per il gen. Valeriani la dispersione
dei rottami e' compatibile con una disintegrazione in volo ma,
precisa, non e' affatto detto che questa sia stata causata dall'
esplosione di una bomba. "Un'esplosione - spiega - puo' essere
causata da fattori diversi, ad esempio da gas e vapori
combustibili resi infiammabili da un fattore esterno, come una
scarica elettrica, oppure puo' essere causata dal cedimento
strutturale dovuto a una rottura meccanica. Per esempio, il
distacco delle ali o del timone di coda puo' causare in
pochissimi secondi la completa disintegrazione dell'aereo". Non
tutti, pero', condividono questa ipotesi: non la giudicano
coerente con l'ultima chiamata dal velivolo che, a detta
dell'Air France, avrebbe denunciato un guasto al sistema
elettrico di bordo.

Spero di aver fatto cosa gradita.

Avatar utente
wintaco
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 51
Iscritto il: 6 settembre 2005, 18:51
Località: Roma

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da wintaco » 4 giugno 2009, 11:58

da corriere.it

«UN LAMPO DI LUCE» - Un pilota del volo Lima-Madrid di Air Comet, che lunedì si trovava a transitare proprio nell'area in cui è scomparso l'Airbus francese, ha invece detto di avere notato un «lampo di luce bianca» alle 3.15 ora italiana del 1 giugno nel cielo sopra Cayenne, in Guyana francese, in prossimità di una «tormenta con attività elettrica a est». Della vicenda parla il quotidiano spagnolo El Mundo. Il volo Air France proprio in quel momento avrebbe dovuto viaggiare sull'Equatore a 30 gradi ovest di longitudine. Il rapporto è stato trasmesso all'Air France e di fatto tira di nuovo in ballo la pista dell'esplosione. Il lampo, come anche osservato dal copilota e da una passeggera dell'aereo Air Comet, «ha seguito un traiettoria verticale e discendente e si è dissolto in sei segmenti». L'aereo di Air Comet era esattamente a sette grandi al nord dell'Equatore nel meridiano 49 est, stessa ubicazione stimata dell'A330 nel momento della sua scomparsa, intorno al meridiano 30 est. Il comandante ha anche aggiunto nella sua notazione di non aver ricevuto alcuna comunicazione in frequenza di emergenza o aria-aria nè prima nè dopo l'accaduto.

Giancarlo Pappone
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 17 aprile 2009, 11:30
Località: Taranto

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Giancarlo Pappone » 4 giugno 2009, 12:02

ricordiamo che i giornalisti devono vendere i giornali (purtroppo).... di conseguenza le cretinate si moltiplicano x mille..
a proposito di questo, è plausibile un esplosione in volo?
dato che le scie di carburante sono estese, nn è possibile che i piloti abbiano tentato di svuotare i serbatoi in volo e poi abbiano tentato un ammaraggio?

Giancarlo Pappone
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 81
Iscritto il: 17 aprile 2009, 11:30
Località: Taranto

Re: Aereo Air France scomparso dai radar - Thread tecnico

Messaggio da Giancarlo Pappone » 4 giugno 2009, 12:10

wintaco ha scritto:da corriere.it

«UN LAMPO DI LUCE» - Un pilota del volo Lima-Madrid di Air Comet, che lunedì si trovava a transitare proprio nell'area in cui è scomparso l'Airbus francese, ha invece detto di avere notato un «lampo di luce bianca» alle 3.15 ora italiana del 1 giugno nel cielo sopra Cayenne, in Guyana francese, in prossimità di una «tormenta con attività elettrica a est». Della vicenda parla il quotidiano spagnolo El Mundo. Il volo Air France proprio in quel momento avrebbe dovuto viaggiare sull'Equatore a 30 gradi ovest di longitudine. Il rapporto è stato trasmesso all'Air France e di fatto tira di nuovo in ballo la pista dell'esplosione. Il lampo, come anche osservato dal copilota e da una passeggera dell'aereo Air Comet, «ha seguito un traiettoria verticale e discendente e si è dissolto in sei segmenti». L'aereo di Air Comet era esattamente a sette grandi al nord dell'Equatore nel meridiano 49 est, stessa ubicazione stimata dell'A330 nel momento della sua scomparsa, intorno al meridiano 30 est. Il comandante ha anche aggiunto nella sua notazione di non aver ricevuto alcuna comunicazione in frequenza di emergenza o aria-aria nè prima nè dopo l'accaduto.
possibile si tratti di espolosione? cosa può causare un esplosione in volo? :shock:

Bloccato