Incidente aereo in Brianza

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

alebest
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 319
Iscritto il: 8 aprile 2007, 22:21
Località: Forlì

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da alebest » 30 dicembre 2009, 14:04

In genere non concordo con chi ha già dato per scontato la piantata motore invece di aspettare i risultati dell'inchiesta...però in stò caso....guardate nelle foto di qualche link prima l'elica....una pala è perfettamente intatta :shock:
Trovo sempre più difetti a stà macchina! Bello il G1000 ma per il resto da pilotare non mi è mai piaciuta :roll:
Speriamo veramente i due possano tornare a volare al più presto, sempre se lo vorranno ancora!
"Se credi veramente ai tuoi sogni, li realizzerai....."
Immagine

Avatar utente
cabronte
FL 500
FL 500
Messaggi: 9824
Iscritto il: 10 giugno 2008, 21:45
Località: Nelle vicinanze di MXP

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da cabronte » 30 dicembre 2009, 14:06

alebest ha scritto:
Speriamo veramente i due possano tornare a volare al più presto, sempre se lo vorranno ancora!
Lo spero vivamente!
Ale

Avatar utente
stedias21
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 344
Iscritto il: 9 giugno 2009, 10:18
Località: Lugano

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da stedias21 » 30 dicembre 2009, 14:19

alebest ha scritto:In genere non concordo con chi ha già dato per scontato la piantata motore invece di aspettare i risultati dell'inchiesta...però in stò caso....guardate nelle foto di qualche link prima l'elica....una pala è perfettamente intatta :shock:
Trovo sempre più difetti a stà macchina! Bello il G1000 ma per il resto da pilotare non mi è mai piaciuta :roll:
Speriamo veramente i due possano tornare a volare al più presto, sempre se lo vorranno ancora!

Si vero, una pala è rimasta intatta...e dunque presupone che all'impatto al suolo era già in quella posizione, comunque sono solo supposizioni, è meglio aspettare l'inchiesta... :(

proximo86

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da proximo86 » 30 dicembre 2009, 14:25

Testimoni dicevano di non aver sentito il motore... comunque il da40 è un aereo silenzioso di suo. Aspetteremo l'inchiesta per trarre le conclusiono.

Avatar utente
DragonFly
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 210
Iscritto il: 20 luglio 2008, 18:01

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da DragonFly » 30 dicembre 2009, 23:11

stedias21 ha scritto:ciao proximo, infatti stavo leggendo pure io i commenti su quel forum e devo dire che inizia a preoccuparmi pure io...

Domenica ho volato con il SDW e alla partenza quando eravamo ancora in gorund, c'era segnalato ECU A fail, poi però dopo il warm up è sparito... devo dire che ora che leggo tutte queste cose mi passa un brivido su per la schiena!!
...questo tipo di inconveniente ECU fail, è il primo campanello d'allarme. Per la mia esperienza (con DA42) ripeto che il problema per il momento sembra del tutto simile a quanto rilevato sullo stesso tipo di motore ma su DA42. Qui al contrario si avevano alternativamente ECU A fail o ECU B fail.

Vedremo se le indagini mi daranno ragione e spero che si faccia luce al + presto su questo tipo di incovenienti.

Per adesso un pensiero ai feriti.
Immagine

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6016
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da sigmet » 30 dicembre 2009, 23:21

stedias21 ha scritto:ciao proximo, infatti stavo leggendo pure io i commenti su quel forum e devo dire che inizia a preoccuparmi pure io...

Domenica ho volato con il SDW e alla partenza quando eravamo ancora in gorund, c'era segnalato ECU A fail, poi però dopo il warm up è sparito... devo dire che ora che leggo tutte queste cose mi passa un brivido su per la schiena!!


ECU fail e' sulla master MEL?
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

proximo86

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da proximo86 » 31 dicembre 2009, 0:45

sigmet ha scritto:ECU fail e' sulla master MEL?
Da checklist:

ECU A OR B FAIL
ON GROUND
-> Discontinue operation, terminate flight preparation

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6016
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da sigmet » 31 dicembre 2009, 1:47

proximo86 ha scritto:
sigmet ha scritto:ECU fail e' sulla master MEL?
Da checklist:

ECU A OR B FAIL
ON GROUND
-> Discontinue operation, terminate flight preparation
Stedias forse ha un' altra ck list... :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
DragonFly
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 210
Iscritto il: 20 luglio 2008, 18:01

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da DragonFly » 31 dicembre 2009, 11:01

altre news:
http://www.ilcittadinomb.it/stories/Cronaca/202504/

...da prendere a calci chi ha tentato di recuperare pezzi dall'aereo incidentato: VERGOGNA!

Comunque si legge anche che l'Avilù ha messo a terra tutti i DA40 fino all'accertamento delle cause...
Immagine

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da Slowly » 31 dicembre 2009, 12:53

Come stano i due piloti?
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

rrroberto
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 dicembre 2009, 11:09

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da rrroberto » 31 dicembre 2009, 12:58

Buongiorno a tutti,
sono appena arrivato qui seguendo questa conversazione e vorrei dare un piccolo contributo, anche se è chiaro che senza avere delle notizie ufficiali sono considerazioni prive di valore.

Anche io mi sono trovato qualche giorno prima sull'HB-SDW con ECU-A fail appena acceso il motore, e non sono partito. Credo che fosse il 20/12.
Ero il primo volo della giornata, faceva molto freddo e l'aereo era stato lasciato fuori, e ha fatto molta fatica a mettersi in moto.
Dopo di me che io sappia quel giorno l'aereo non ha più volato perché quelli che fanno la manutenzione la domenica non ci sono e quindi l'aereo è stato fermato.

In questi giorni il whisky era l'unico disponibile perché gli altri erano in manutenzione quindi mi è capitato altre volte di volarci: il 26 mattina, senza nessun problema.
E ancora il 28 pomeriggio, credo di essere stato l'ultimo prima dell'incidente.

Il 28 non andava il transponder, ma l'ho reputato un problema isolato.
(So che dopo che ho lasciato l'aereo io qualcuno della manutenzione è andato a guardarlo, non so poi se è stato riparato o meno, nel qual caso non so come abbiano potuto effettuare il volo, non foss'altro per Milano Informazioni che li avrebbe tartassati)

Adesso leggo che tanti altri ultimamente hanno avuto quel messaggio ECU A fail.
Oltre al solito problema di PFD e MFD che perdono il collegamento quando si accende il motore e bisogna resettarli a mano.

Mettendo insieme il tutto, facendo un ragionamento molto da casalinga, viene da pensare che probabilmente c'era proprio qualcosa che non andava a livello di elettronica. Ragionamento del tutto superficale, senza fondamento, ma viene spontaneo.

Speriamo che le cause vere vengano chiarite.

Il pensiero comunque prima di tutto va alle persone che si trovavano a bordo.

Ciao

proximo86

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da proximo86 » 31 dicembre 2009, 12:59

Berclaz, l'istruttore, è fuori pericolo ma rischierebbe danni permanenti alla vista.
L'allievo 28 enne è ancora in coma e in condizioni gravi.

Speriamo si riprendano...

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da Slowly » 31 dicembre 2009, 13:06

proximo86 ha scritto:Berclaz, l'istruttore, è fuori pericolo ma rischierebbe danni permanenti alla vista.
L'allievo 28 enne è ancora in coma e in condizioni gravi.

Speriamo si riprendano...
Mammamia.

Tienimi aggiornato.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

proximo86

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da proximo86 » 31 dicembre 2009, 13:12

rrroberto ha scritto:Buongiorno a tutti,

Il 28 non andava il transponder, ma l'ho reputato un problema isolato.
(So che dopo che ho lasciato l'aereo io qualcuno della manutenzione è andato a guardarlo, non so poi se è stato riparato o meno, nel qual caso non so come abbiano potuto effettuare il volo, non foss'altro per Milano Informazioni che li avrebbe tartassati)
Confermo il problema al transponder e ti confermo che è stato riparato il 28, in quanto comunque per volare in Italia è compulsory e il mio istruttore me ne aveva parlato, dicendomi che era riuscito a sistemare il problema.

Inizio ad avere l'amaro in bocca e una certa apprensione per questa vicenda...

rrroberto
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 dicembre 2009, 11:09

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da rrroberto » 31 dicembre 2009, 14:56

http://www.cdt.ch/ticino-e-regioni/cron ... trico.html
"Tra le ipotesi all'origine dell'inciden­te, ancora da accertare, si sta fa­cendo strada anche quella di un problema elettrico alla strumen­tazione di volo"

ECU FAIL?

Avatar utente
zanna
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 64
Iscritto il: 10 novembre 2008, 22:00
Località: fe

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da zanna » 31 dicembre 2009, 16:06

In un atterraggio di emergenza del genere non potrebbe,paradossalmente essere piu sicuro uno di quei trabiccoli degli anni venti con cockpit molto arretrato rispetto al motore? :shock: :shock: :shock:
Vespapapapapapapapaaaa

Avatar utente
=Casio=
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 642
Iscritto il: 3 aprile 2007, 12:58

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da =Casio= » 1 gennaio 2010, 14:30

Dopo un incidente del genere sono sempre più convinto che la scelta di Cirrus di dotare le macchine di paracadute balistico sia un esempio da seguire.

rrroberto
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 dicembre 2009, 11:09

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da rrroberto » 1 gennaio 2010, 20:39

Ciao Casio,
il paracadute sul Cirrus è stato montato perché non esce dalla vite, altrimenti credo che non avrebbe ricevuto il certificato di navigabilità.
In ogni caso a 300 metri da terra credo che serva a ben poco.
Ciao

Avatar utente
=Casio=
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 642
Iscritto il: 3 aprile 2007, 12:58

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da =Casio= » 2 gennaio 2010, 3:20

rrroberto ha scritto:Ciao Casio,
il paracadute sul Cirrus è stato montato perché non esce dalla vite, altrimenti credo che non avrebbe ricevuto il certificato di navigabilità.
In ogni caso a 300 metri da terra credo che serva a ben poco.
Ciao
Vere entrambe le affermazioni però è un aiuto in più no?Comunque so che è stato montato diciamo aftermarket su diversi aerei di privati che lo volevano e per lo meno in america e in germania (sono a conoscenza di questi due casi nello specifico) non ci sn stati problemi con il cn.
In una buona parte di casi potrebbe essere un buon aiuto.
Aggiungo che sinceramente io di notte non volerei a 1000 agl e per giunta con un monomotore, non lo faccio neanche di giorno se non intorno al campo! Al riguardo ognuno però ha le sue visioni come è giusto che sia...

Avatar utente
Appe
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 14 gennaio 2008, 0:52
Località: 250 km a nord di genova! :)

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da Appe » 2 gennaio 2010, 9:41

=Casio= ha scritto:
rrroberto ha scritto:Ciao Casio,
il paracadute sul Cirrus è stato montato perché non esce dalla vite, altrimenti credo che non avrebbe ricevuto il certificato di navigabilità.
In ogni caso a 300 metri da terra credo che serva a ben poco.
Ciao
Vere entrambe le affermazioni però è un aiuto in più no?Comunque so che è stato montato diciamo aftermarket su diversi aerei di privati che lo volevano e per lo meno in america e in germania (sono a conoscenza di questi due casi nello specifico) non ci sn stati problemi con il cn.
In una buona parte di casi potrebbe essere un buon aiuto.
Aggiungo che sinceramente io di notte non volerei a 1000 agl e per giunta con un monomotore, non lo faccio neanche di giorno se non intorno al campo! Al riguardo ognuno però ha le sue visioni come è giusto che sia...
Beh, sul monomotore,potrei darti ragione, non è bello fare night VFR con un mono,sarebbe meglio un bimotore... ma alla fine vince soprattutto il lato economico...ti dico, l'ho fatto anch'io...anzi,io buona parte del night VFR l'ho fatto proprio con quell'aereo che si è incidentato...
Sarei molto curioso di sapere se chi l'ha fatto qui l'ha fatto con uno o due motori...
Per quanto riguarda i mille piedi ground... beh, se vuoi volare a mille piedi solo con il campo sotto, in pratica non volerai per tre quarti del nord ovest, visto che appena sei a 2100 piedi milano info ti chiama per chiederti la quota!
le tue argomentazioni sono valide, ma nell'adattarle alla vita pratica,è un casino! come fai NVFR a Milano se non a 1000ft AGL ?

rrroberto
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 dicembre 2009, 11:09

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da rrroberto » 2 gennaio 2010, 10:25

Ciao Appe,
infatti secondo me a Lugano il night lo abbiamo fatto tutti col DA40, per lo meno da quello che so e dando un'occhiata alle prenotazioni.
Raccontavo giusto 2 gionri fa a Proximo86 di un Lugano-Bergamo in NVFR con l'istruttore a 2500ft con Milano che chiamava ogni 30 secondi e noi che nonostante tutto scendevamo mooolto tranquillamente perché sulla brianza con un po' di collina di notte non si capisce veramente cosa c'è sotto.

Casio, di dove sei?
La TMA di Milano che è grande come mezzo nord Italia inizia a 1000ft ground (per darti un'idea sommaria: http://it.wikipedia.org/wiki/File:TMA_Milano.PNG).
Praticamente devi strisciare per terra. Venendo dalle alpi devi seguire quasi il profilo delle alture non riesci nemmeno a tenere una rotta dritta.
E' una limitazione grossissima in termini di sicurezza sia di giorno che di notte perché a 300 metri da terra se ti pianta vai giù lì dove sei hai poco da stare a cercare zone sicure. Ovviamente di notte è peggio, come in questo caso in cui un campo l'avevano anche trovato ma evidentemente non hanno visto le cime degli alberi.

Ciao

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15971
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da JT8D » 2 gennaio 2010, 17:31

Fermo restando che è opportuno aspettare gli esiti dell'inchiesta per avere certezze assolute, rimane comunque la mia personale perplessità su quanto intrapreso dai due piloti coinvolti, a cui auguro di cuore di rimettersi presto.
Cioè l'effettuare un volo notturno, su un mono, il che è già abbastanza azzardato, e per giunta su un velivolo che aveva già dato, precedentemente e anche nei giorni immediatamente precedenti l'evento, avvisaglie di problemi e failure ricorrenti.
Questa mia affermazione non vuole essere accusatoria verso nessuno, ma osservando i fatti mi concederete alcune perplessità su quanto accaduto.

Innegabile che il motore in questione abbia dato qualche grattacapo in passato. Riporto, puramente a scopo informativo, qualche AD che lo ha coinvolto (riferite a propulsore TAE125 su velivoli DA40 - DA42 e alcune a DA42):

http://ad.easa.europa.eu/blob/easa_ad_2 ... 007-0232_1

http://ad.easa.europa.eu/blob/easa_ad_2 ... 7-0183R2_2

http://ad.easa.europa.eu/blob/easa_ad_2 ... 8-0016R1_1

http://ad.easa.europa.eu/blob/easa_ad_2 ... 0056R1-E_1

http://ad.easa.europa.eu/blob/easa_ad_2 ... 8-0106-E_1

http://ad.easa.europa.eu/blob/easa_ad_2 ... 9-0193R1_1

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

alebest
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 319
Iscritto il: 8 aprile 2007, 22:21
Località: Forlì

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da alebest » 2 gennaio 2010, 20:09

JT8D ha scritto:Fermo restando che è opportuno aspettare gli esiti dell'inchiesta per avere certezze assolute, rimane comunque la mia personale perplessità su quanto intrapreso dai due piloti coinvolti, a cui auguro di cuore di rimettersi presto.
Cioè l'effettuare un volo notturno, su un mono, il che è già abbastanza azzardato, e per giunta su un velivolo che aveva già dato, precedentemente e anche nei giorni immediatamente precedenti l'evento, avvisaglie di problemi e failure ricorrenti.
Purtroppo se le scuole facessero fare il night su un bimotore (in italia parlo), non sarebbero più competitive! Fare 5 ore(che è il minimo per un modulare) di bimo significa spendere oltre 1000 euro in più! che non sono brustoline....
Ricordiamoci inoltre che negli stati uniti (dove sono molto più avanti di noi sotto molti aspetti), il vfr notturno lo si pratica da anni in sicurezza con SEP! Ovvio che è più rischioso, ma un certo rischio (calcolato) bisogna accettarlo! Sennò per avere sicurezza 100% bisognerebbe incatenare gli aerei a terra....
Secondo me il problema riguarda più la macchina che si usa: d'ora in poi penso che il DA40 lo userò solo di giorno, le 5 ore di night che devo fare vedrò di farle con un buon vecchio piper o cessna e relativo lycoming...il DA40 stà dando troppi problemi!(anche io ne ho avuti) Addirittura qualche scuola di volo l'ha dismesso perchè "not safe to fly"...
Staremo a vedere!
"Se credi veramente ai tuoi sogni, li realizzerai....."
Immagine

Avatar utente
DragonFly
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 210
Iscritto il: 20 luglio 2008, 18:01

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da DragonFly » 2 gennaio 2010, 21:02

=Casio= ha scritto:Comunque so che è stato montato diciamo aftermarket su diversi aerei di privati che lo volevano e per lo meno in america e in germania (sono a conoscenza di questi due casi nello specifico) non ci sn stati problemi con il cn.
è un equipaggiamento aggiuntivo, quindi si deve richiedere un STC.
Immagine

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6016
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da sigmet » 2 gennaio 2010, 21:18

alebest ha scritto:Purtroppo se le scuole facessero fare il night su un bimotore (in italia parlo), non sarebbero più competitive! ...
Essere competitive a scapito della sicurezza?Magari fanno l'addestramento strumentale anche in IMC...
Una scuola di volo deve trasmettere un messaggio di sicurezza.E molte scuole lo fanno.
In una scuola del genere mio figlio non ce lo manderei...
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Appe
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 14 gennaio 2008, 0:52
Località: 250 km a nord di genova! :)

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da Appe » 2 gennaio 2010, 21:49

Con cosa viene fatto il NVFR nelle scuole italiane? tutti sul bimotore? davvero? Non per polemica, chiedo perchè non lo so!
l'IR si fa con il bimotore...

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6016
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da sigmet » 2 gennaio 2010, 22:08

Appe ha scritto:Con cosa viene fatto il NVFR nelle scuole italiane? tutti sul bimotore? davvero? Non per polemica, chiedo perchè non lo so!
l'IR si fa con il bimotore...
Non tutte ma le piu' serie lo fanno (se vuoi ti dico anche chi);le ore di notturno e' preferibile volarle su bimotore anche se costa un po di piu'..
L'addestramento strumentale puo' essere fatto con monomotore ma deve essere fatto in condizioni VMC poiche' generalmente gli aerei usati non sono adatti vuoi per motivi di strumentazione ( vedi orizzonti con unica pompa vacuum e strumenti anemometrici con sonde non riscaldate) che di impianti antighiaccio a .Di incidenti occorsi in queste condizioni (voli scuola) te ne posso citare almeno una dozzina negli ultimi 10 anni.
E' anche allo studio di EASA la revisione dei programmi addestrativi nelle nuove norme EU FCL.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9212
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da air.surfer » 2 gennaio 2010, 23:52

alebest ha scritto:Ovvio che è più rischioso, ma un certo rischio (calcolato) bisogna accettarlo!
Vallo a dire ad uno che paga centinaia di euro per un biglietto, và.
Senti che ti risponde e poi riportaci le esatte parole!

Avatar utente
=Casio=
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 642
Iscritto il: 3 aprile 2007, 12:58

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da =Casio= » 3 gennaio 2010, 3:06

rrroberto ha scritto: Casio, di dove sei?
La TMA di Milano che è grande come mezzo nord Italia inizia a 1000ft ground (per darti un'idea sommaria: http://it.wikipedia.org/wiki/File:TMA_Milano.PNG).
Praticamente devi strisciare per terra. Venendo dalle alpi devi seguire quasi il profilo delle alture non riesci nemmeno a tenere una rotta dritta.
E' una limitazione grossissima in termini di sicurezza sia di giorno che di notte perché a 300 metri da terra se ti pianta vai giù lì dove sei hai poco da stare a cercare zone sicure. Ovviamente di notte è peggio, come in questo caso in cui un campo l'avevano anche trovato ma evidentemente non hanno visto le cime degli alberi.

Ciao
Ciao roberto volo nella TMA di milano e so bene cosa intendi soprattutto perchè bazzichiamo spesso torino aeritalia e caselle e per arrivarci passi da pianura a collina a quasi montagna però io se posso sto ad almeno 2500 QNH. Logico che ci saranno alcuni punti in cui non posso che essere a 1000 agl dico sl che in generale PROVO a tenermi un po piu alto..è proprio l'istruttore che ci abitua così...di giorno non è un pericolo in fondo...
Appe ha scritto:se vuoi volare a mille piedi solo con il campo sotto, in pratica non volerai per tre quarti del nord ovest, visto che appena sei a 2100 piedi milano info ti chiama per chiederti la quota!
le tue argomentazioni sono valide, ma nell'adattarle alla vita pratica,è un casino! come fai NVFR a Milano se non a 1000ft AGL ?
Non posso che darti ragione, effettivamente non si può fare altro. Se uno però ci pensa bene è proprio un rischio gratuito.

P.S. noi voliamo spesso in CTR quindi il problema del radar non sussiste piu di tanto.

rrroberto
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 dicembre 2009, 11:09

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da rrroberto » 3 gennaio 2010, 11:04

Scusate tutti, secondo me qui però si sta facendo un po' di confusione.

- Prima di tutto, ancora non c'è nessun tipo di risposta ufficiale su che cosa è successo.
Non voglio difendere nessuno a priori, avevo ottime probabilità di trovarmici io su quell'aereo, per cui sono il primo a voler capire cos'è successo e trarne le dovute conclusioni.
Però permettetemi, pur essendo l'ultimo arrivato qui dentro, qui mi pare che si stiano emettendo i verdetti definitivi senza avere in mano neanche gli elementi base, sappiamo al massimo quelle due cose che abbiamo letto sui giornali, che come abbiamo potuto rilevare direttamente sono boiate scritte da gente ancora più incompetente di noi (per carità non so voi, io per lo meno non sento di avere nessuna autorità in materia)

- A Lugano, come del resto immagino in altre scuole, nessuno vieta di fare prima l'abilitazione multi engine e successivamente quella nvfr con un bimotore.
Il personale della scuola ti mette sempre e costantemente al corrente sul fatto che NVFR è di per sé un rischio, col monomotore è ancora di più un rischio, e comunque rimane come risorsa da usare come emergenza nel caso in cui qualcosa nella pianificazione sia andata storta.
Io personalmente ho accettato di farlo col monomotore, e pur sapendo di essere liberissimo di fare un percorso diverso per arrivare a farlo con un bimotore, non ho preso nemmeno in considerazione la cosa nonostante i chiari e ripetuti avvertimenti.
Probabilmente se avessi dovuto farla ora subito dopo questo incidente avrei considerato le cose diversamente.
Io vorrei sapere quanti di voi, almeno tra quelli che hanno fatto un corso modulare, hanno fatto NVFR su bimotore. Non per polemica, ma davvero per avere un'idea.
Quante e quali scuole impongono di fare nvfr su bimotore?

- Di Diamond DA40 ce n'è tanti in giro. Non moltissimi in Italia veramente, però vedo davvero tanti in nord Europa e all'estero, tanti in uso a eserciti vari per addestramento ho letto. Ora non è che cadano proprio tutti tutti. Questo aereo in particolare forse aveva avuto altri problemi, e immagino che su questo indagheranno. E anche a voler condannare l'aereo, di che cosa stiamo parlando in particolare? Del motore diesel Centurion? (Che con STC è montabile, ed è stato montato, ed è in previsione di essere montato di serie su altri aerei?)
Del G1000?? (Che cosa possa entrarci non lo so, ma visto che sui giornali insistevano su questa avionica dell'ultima generazione...... e che comunque ormai è montata su qualunque aereo)
Anche io ho letto della scuola che ha dato via i Diamond perché non sicuri. Ma non si trattava di quelli diesel.
Qualcuno sa dove trovare delle statistiche su incidenti capitati a questo tipo di aereo?





Casio: come voli sempre in CTR? Dove voli?

Alebest: scusami, ma se dovesse emergere che il problema è del DA40 in sé, tu col DA40 non ci voli più solo di notte?

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da Luke3 » 3 gennaio 2010, 11:14

Riguardo all'insicurezza del DA-40 è proprio quello che volevo chiedere. Da quello che ho letto su questo 3D sembra che il problema grosso sia legato al FADEC che controlla il motore Thialert. Le mie domande sono due. Primo: anche la versione con il Lycoming ha il FADEC oppure li la gestione del motore è manuale? Secondo: siccome si è parlato di scuole che lo ritirano perchè "insicuro", sono saltati fuori altri problemi? Informandomi un pò in giro sembra che il fulcro sia la gestione elettronica del motore, infatti finora non ho sentito di questo tipo di incidenti sul DA-20, che non monta il sistema

rrroberto
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 7
Iscritto il: 31 dicembre 2009, 11:09

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da rrroberto » 3 gennaio 2010, 11:21

Luke3: onestamente non sono in grado di dirti se c'è il fadec sul motore a benzina normale, però in qualche foto ho visto una manetta blu e una rossa per cui direi di no.

Per quanto riguarda gli aerei dati via dalla scuola, è una cosa riportata dal forum di airliners.net, non so se qualcuno qui sa qualche informazione che non sia per sentito dire o letto in giro su internet (me compreso)

Avatar utente
Appe
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 534
Iscritto il: 14 gennaio 2008, 0:52
Località: 250 km a nord di genova! :)

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da Appe » 3 gennaio 2010, 12:29

L'unico modo di fare NVFR senza stare a 1000 piedi è rimanere in svizzera,farlo a FL100 senza problemi, in mezzo alle alpi e con gl'aeroporti sotto chiusi. Principalmente il NVFR lo fai attorno a Lugano,ma c'è da fare un'ora di navigazione, e l'unica possibilità per Agno è andare a Bergamo. E per andare a Bergamo devi sottostare a tutte le limitazioni sulla rotta. E' un dato di fatto. Quindi a questo punto l'unica alternativa è farla col bimotore.
Poi avere un motore in più è una gran cosa, ma rimanere con un motore solo, un rateo positivo di al massimo 300ft al minuto con un elica in bandiera in mezzo alle colline non è comunque il massimo! (per carità,è meglio di una piantata col monomotore, ma farebbe comunque caldo). Anch'io a sto punto vorrei leggere un po' di statistiche di questo aereo, ma tutto è prematuro. Stiamo andando un po' fuori tema per quanto mi riguarda, ma soprattutto non ci sono i risultati tecnici di un'inchiesta.
Non sono un grande esperto di NVFR e se posso non lo volo. E' pericoloso,e lo sappiamo tutti. E non mi piace.
Mettiamoci anche le differenze tra ENAC (10 ore e esame con esaminatore) e JAR (5 ore con abilitazione dell'istruttore e della scuola). 10 ore di bimotore più esame (l'ultimo esame che ho dato con ENAC ho speso una follia per l'albergo dell'esaminatore e per il viaggio) economicamente è un suicidio. 10 ore a 500 euro l'una... Ok,safety first of all, non voglio sollevare un polverone, ma per farmi 5 ore di NVFR di cui almeno 3 di touch and go attorno al campo...
Molto curioso di vedere le nuove FCL dell'EASA che usciranno chissà quando (e saranno la copia delle attuali).
La maggior parte degli aeroporti in Italia non accetta il NVFR, come non accetta l'IFR notturno con monomotore. In Spagna addirittura il NVFR non è ammesso... (Per farlo per training andranno tutti in portogallo? Devo trovare una risposta a questa domanda!)
Curiosissimo anch'io di sapere chi fa il NVFR col bimo...


Calmiamo un attimo la discussione e aspettiamo di vedere i risultati dell'inchiesta. In fondo questa è un'area tecnica (sono il primo che va fuori tema spesso e volentieri, lo so!)
E tanto continuiamo a ripeterci tutti le stesse cose!

alebest
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 319
Iscritto il: 8 aprile 2007, 22:21
Località: Forlì

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da alebest » 3 gennaio 2010, 14:30

D'accordissimo con Appe!

@ rrroberto: se l'aereo non è sicuro non si vola neanche di giorno...comunque ancora non sappiamo qual'è stata la causa...ho solo dato un pò contro al DA40 perchè personalmente non mi piace come aereo ed ho avuto anche io qualche inconveniete...finito li (potevo evitare ma visto che siamo in un forum di discussione penso che confrontarsi le opinioni sia giuste o sbagliate che siano, rimanga comunque una cosa produttiva).

@ sigmet: la mia scuola fa night col monomotore...e informandomi in giro molte altre fan lo stesso...se cambieran le regole ben venga! Useremo il bimotore per tutto...

@ air.surfer: può essere che la mia mentalità sia sbagliata! son pronto a cambiare opinione all'istante, c'è sempre da imparare!
Al momento credo però che la sicurezza 100% sia impossibile da avere...anche i DOC e le pubblicazioni aeronautiche parlano di "ragionevole certezza"... Ovviamente non lo vai a dire ad un passeggero, sennò questo non sale più! Il rischio c'è in qualsiasi cosa uno faccia! Anche starsene a letto può essere pericoloso a volte come è capitato oggi :cry:
L'importante secondo me è sapere che può sempre succedere qualcosa di diverso da quello che ci aspettiamo, e dobbiamo essere in grado di affrontare questa situazione nel migliore dei modi! Non esiste credere che a te non succederà mai niente e riuscirai sempre a portare la pelle a casa! Bisogna essere consapevoli dei rischi! Detto ciò, io quando vado a volare ho sempre un pò di paura, perchè non è nella natura dell'uomo volare, ma sta piccola paura è molto produttiva perchè è quella che ti fa controllare bene l'aereo prima del volo, che sia tutto a posto, che ti fa evitare di far caz..te in volo, che ti dice:"stai sempre in occhio!"
Comunque meglio tornare on topic va...semmai continuiamo stà discussione in un'altra sezione del forum...

Ciao!
"Se credi veramente ai tuoi sogni, li realizzerai....."
Immagine

Avatar utente
=Casio=
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 642
Iscritto il: 3 aprile 2007, 12:58

Re: Incidente aereo in Brianza

Messaggio da =Casio= » 3 gennaio 2010, 14:56

rrroberto ha scritto: Casio: come voli sempre in CTR? Dove voli?
Non sempre eh, spesso!CTR di torino e genova...le navigazioni bene o male le facciamo li..Caselle, aeritalia, cuneo e qualche giretto sulla riviera ligure..

Rispondi