Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Satho
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 17 gennaio 2008, 23:20
Località: London

Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze

Messaggio da Satho » 20 ottobre 2010, 14:42

ROMA (20 ottobre) - Un Boeing 777 della Vietnam Airlines è atterrato questa mattina alle 7,10 all'aeroporto Roissy Charles De Gaulle con 21 feriti.

Secondo i dipendenti dell'aeroporto le ferite ai passeggeri e ai membri dell'equipaggio, sono state causate da forti turbolenze, come confermato poi dalla compagnia aerea. Nove passeggeri sono stati portati all'ospedale Robert Ballanger, nella periferia nord di Parigi. Gli altri sono stati curati a Roissy.

Un passeggero ha il naso fratturato, mentre gli altri riportano contusioni. Secondo fonti aeroportuali e della compagnia vietnamita, l'aereo, proveniente da Hanoi, ha attraversato un'area di forti turbolenze due ore e trenta dopo il decollo. Tra i feriti anche tre membri dell'equipaggio. La situazione a bordo non ha richiesto l'atterraggio d'emergenza, ha precisato la compagnia.



http://www.ilmessaggero.it/articolo.php ... E_NELMONDO

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9680
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Maxx » 20 ottobre 2010, 15:15

Cioè si sono fatti 6 (almeno) ore di volo con 21 feriti a bordo, ivi compresi 3 del crew?

Avatar utente
flyingbrandon
A320 Family First Officer
A320 Family First Officer
Messaggi: 11758
Iscritto il: 23 febbraio 2006, 9:40

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da flyingbrandon » 20 ottobre 2010, 15:39

Maxx ha scritto:Cioè si sono fatti 6 (almeno) ore di volo con 21 feriti a bordo, ivi compresi 3 del crew?
Evidentemente si.... :mrgreen: bisogna vedere cosa intendono per "feriti".... Per una storta o una botta su un braccio, non è che devi per forza fare un atterraggio di emergenza.
The ONLY time you have too much fuel is when you're on fire.
Immagine


(È!)
(יוני)

O t'elevi o te levi

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9680
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Maxx » 20 ottobre 2010, 15:44

flyingbrandon ha scritto:
Maxx ha scritto:Cioè si sono fatti 6 (almeno) ore di volo con 21 feriti a bordo, ivi compresi 3 del crew?
Evidentemente si.... :mrgreen: bisogna vedere cosa intendono per "feriti".... Per una storta o una botta su un braccio, non è che devi per forza fare un atterraggio di emergenza.
Il comunicato parla di un passeggero col naso fratturato. Non sto cerco qua a sindacare l'operato della Compagnia, che avrà agito rispettando le regole, però è strano.

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4849
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da sardinian aviator » 20 ottobre 2010, 16:17

was enroute overhead Russia about 2.5 hours before estimated landing

da avherald

Questo mi pare chiarisca meglio :D
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9680
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Maxx » 20 ottobre 2010, 16:27

sardinian aviator ha scritto:was enroute overhead Russia about 2.5 hours before estimated landing

da avherald

Questo mi pare chiarisca meglio :D
Quindi l'opposto rispetto a quanto scritto nel comunicato.

Avatar utente
Gioi
Banned user
Banned user
Messaggi: 85
Iscritto il: 25 agosto 2010, 8:00
Località: Pianeta Terra :)

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Gioi » 20 ottobre 2010, 16:36

ma tenere allacciate le cinture no eh?! :twisted:
Don't take life too seriously: You're not getting out alive, anyway

Satho
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 56
Iscritto il: 17 gennaio 2008, 23:20
Località: London

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Satho » 20 ottobre 2010, 17:27

Accident: Vietnam B772 over Russia on Oct 20th 2010, turbulence injures 30
By Simon Hradecky, created Wednesday, Oct 20th 2010 12:46Z, last updated Wednesday, Oct 20th 2010 12:52Z

A Vietnam Airlines Boeing 777-200, registration VN-A147 performing flight VN-535 from Hanoi (Vietnam) to Paris Charles de Gaulle (France), was enroute overhead Russia about 2.5 hours before estimated landing when the airplane encountered severe turbulence injuring 30 occupants of the aircraft. The airplane continued to Paris for a safe landing. 6 passengers and 3 crew were taken to hospitals, the other injured were treated at the airport.

The airline reported 21 minor injuries plus 9 injured taken to hospitals with the worst injury being a broken nose. The crew therefore continued to Paris. No technical malfunction had occurred.

The airport initially reported 24 later 33 injuries ranging from bruises to broken bones.


http://www.avherald.com/h?article=4326efdd&opt=0

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da mormegil » 25 ottobre 2010, 22:45

Gioi ha scritto:ma tenere allacciate le cinture no eh?! :twisted:
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
a_ndrea
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 356
Iscritto il: 25 agosto 2010, 11:04
Località: Roma
Contatta:

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da a_ndrea » 26 ottobre 2010, 0:30

mormegil ha scritto:
Gioi ha scritto:ma tenere allacciate le cinture no eh?! :twisted:
Rispodo da passeggero: volando vedi che e' tutta una gara a chi le slaccia prima o, peggio, a chi riesce a non allacciarle manco al decollo/atterraggio, vantandosi di essere sfuggito al controllo degli aa.vv.

In fondo e' come quelli che viaggiano in macchina senza cintura, o in moto col casco slacciato: sei tonto, incosciente, e se ti fai male te la sei cercata... se non fosse che metti nei guai pure gli altri.

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da m.forna » 26 ottobre 2010, 0:41

ma poi che fastidio da?? io a volte la tengo allacciata tutto il tempo e quando ricordano di allacciarle la mia è già a posto, anche perchè non è che in aereo stai molto in piedi eh! :|
Marco

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da ciccioxx92 » 26 ottobre 2010, 1:08

m.forna ha scritto:anche perchè non è che in aereo stai molto in piedi eh! :|
Beh finchè fai 2-3 orette di volo ti posso capire! :lol:
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da m.forna » 26 ottobre 2010, 9:43

ciccioxx92 ha scritto:
m.forna ha scritto:anche perchè non è che in aereo stai molto in piedi eh! :|
Beh finchè fai 2-3 orette di volo ti posso capire! :lol:
beh allora facciamoci una passeggiata xD :lol:
Marco

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da FAS » 26 ottobre 2010, 10:15

a_ndrea ha scritto:
mormegil ha scritto:
Gioi ha scritto:ma tenere allacciate le cinture no eh?! :twisted:
Rispodo da passeggero: volando vedi che e' tutta una gara a chi le slaccia prima o, peggio, a chi riesce a non allacciarle manco al decollo/atterraggio, vantandosi di essere sfuggito al controllo degli aa.vv.

In fondo e' come quelli che viaggiano in macchina senza cintura, o in moto col casco slacciato: sei tonto, incosciente, e se ti fai male te la sei cercata... se non fosse che metti nei guai pure gli altri.
ma vedi
il fatto é che sti mega cipolloni da brodo non si fanno male da soli, ma coinvolgono anche altri.

Se il tizio vicino non si allaccia le cinture, potenzialmente in situazioni particolari potrebbe "finirci addosso" e farci molto male.
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
MarcoGT
Software Integration Engineer
Software Integration Engineer
Messaggi: 3988
Iscritto il: 8 dicembre 2007, 9:28

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da MarcoGT » 26 ottobre 2010, 10:18

a_ndrea ha scritto: Rispodo da passeggero: volando vedi che e' tutta una gara a chi le slaccia prima o, peggio, a chi riesce a non allacciarle manco al decollo/atterraggio, vantandosi di essere sfuggito al controllo degli aa.vv
Concordo.
Per molti il mettere la cintura è un peso, un obbligo.
La domanda è: "ma che fastidio ti da un cinghia larga 5cm?"

Davvero non capisco.
Inoltre, subito dopo il touch down si sentono tutte le cinture slacciarsi ecc ecc
Stessa cosa in crociera appena si spegne il relativo segnale :|

karmakoma
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 155
Iscritto il: 2 settembre 2008, 0:38
Località: Munich/Mailand

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da karmakoma » 26 ottobre 2010, 10:37

Da viaggiatore ho sempre cinture allacciate durante tutta la tratta (tranne che per andare in bagno ovviamente), seguo sempre le procedure di safety di rpepartenza, controllo sempre la raggiungibilità del giubbotto salvagente, e della disposizione delle porte di sicurezza...

come me credo altre 2 o 3 persone...spero comunque di non doverne mai fare uso.

Forse conto poco però, lavorando per un Impinato di gas il martellamento quotidiano è "safety, the first!"

:oops:
Mi scappa uno starnuto: GE90-115B nominale a 115.300 lbf (512,9 kN) !?!?!?!

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da FAS » 26 ottobre 2010, 12:19

karmakoma ha scritto:Da viaggiatore ho sempre cinture allacciate durante tutta la tratta (tranne che per andare in bagno ovviamente), seguo sempre le procedure di safety di rpepartenza, controllo sempre la raggiungibilità del giubbotto salvagente, e della disposizione delle porte di sicurezza...

come me credo altre 2 o 3 persone...spero comunque di non doverne mai fare uso.

Forse conto poco però, lavorando per un Impinato di gas il martellamento quotidiano è "safety, the first!"

:oops:
infatti molti pax (anche quelli con migliaia di ore di volo) avendo sempre omesso di seguire le procedure di safety ancora non sanno chein caso di pressurizzazione per ottenere ossigeno dalla maschera devono tirare (quasi strappare) il tubicino di collegamento per attivare l'erogazione dell'ossigeno.

...ma questa é selezione naturale

a valle dell'ammaraggio nell'Hudson alcuni pax stavano per morire soffocati perché non avevano indossato il giubotto di salvataggio nella giusta maniera.
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da m.forna » 26 ottobre 2010, 14:07

karmakoma ha scritto:Da viaggiatore ho sempre cinture allacciate durante tutta la tratta (tranne che per andare in bagno ovviamente), seguo sempre le procedure di safety di rpepartenza, controllo sempre la raggiungibilità del giubbotto salvagente, e della disposizione delle porte di sicurezza...

come me credo altre 2 o 3 persone...spero comunque di non doverne mai fare uso.

Forse conto poco però, lavorando per un Impinato di gas il martellamento quotidiano è "safety, the first!"

:oops:
concordo in pieno, non ho assolutamente paura, ma in caso di evenienza so come si devono usare le dotazioni di sicurezza, e controllo sempre dove si trova l'uscita d'emergenza più vicina.
Marco

wolly83

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da wolly83 » 26 ottobre 2010, 19:55

karmakoma ha scritto:Da viaggiatore ho sempre cinture allacciate durante tutta la tratta (tranne che per andare in bagno ovviamente), seguo sempre le procedure di safety di rpepartenza, controllo sempre la raggiungibilità del giubbotto salvagente, e della disposizione delle porte di sicurezza...

come me credo altre 2 o 3 persone...spero comunque di non doverne mai fare uso.

Forse conto poco però, lavorando per un Impinato di gas il martellamento quotidiano è "safety, the first!"

:oops:
Idem, e io sono uno con una bella media di viaggi, uno di di quelli che potrebbero essere definiti "gli abituali".
Nonostante ciò tengo sempre la cintura allacciata fino all'arresto completo perchè da quel che so non tutte le turbolenze vengono previste e non ho nessuna voglia di trovarmi con la testa attaccata alla cappelliera...oltretutto se mi dovessi addormentare e non sentire l'avviso sarei comunque in sicurezza.
Personalmente credo che dovrebbero rendere obbligatoria la cintura di sicurezza durante l'intero volo, i mezzi per accorgersi delle cinture slacciate esistono anche sulle automobili, non credo che ci vorrebbe molto ad implementare il sistema su un aeromobile...

Avatar utente
arciere
FL 200
FL 200
Messaggi: 2037
Iscritto il: 30 agosto 2008, 14:14
Località: London

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da arciere » 26 ottobre 2010, 20:41

Ma finché il passeggero "medio" non realizza che l'allacciarsi la cintura non è solo un obbligo ("sennò mi fanno la multa"), ma una regola di buon senso per evitare spiacevoli (e a volte molto dolorosi) inconvenienti, ogni altro discorso lascia il tempo che trova. Ci saranno sempre i pecoroni che pur di non seguire una regola, sono disposti a rischiare. E questo ovviamente non solo in questo ambito :|
Vi Veri Veniversum Vivus Vici
(By the power of truth, I, while living, have conquered the universe)


My photos on Flickr

Immagine

Avatar utente
giangoo
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 818
Iscritto il: 5 gennaio 2007, 2:18
Località: Auckland, New Zealand
Contatta:

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da giangoo » 26 ottobre 2010, 20:47

Per forza di cose i miei voli durano di solito dalle 7 alle 14 0re quindi ho una certa esperienza... il problema e' che su 300 persone almeno 10 stanno sgranchendosi le gambe, andando in bagno o risistemandosi la copertina in un qualsiasi momento del viaggio. In piu' almeno 3 assistenti di volo stanno andando in giro per i motivi piu' disparati, magari con te caldo etc. Se qualcuno di questi urta qualcun altro il numero di persone in "pericolo" aumenta fino a circa un decimo dei passeggeri.
Per favore smettiamola di dare sempre contro ai passeggeri, non tutti sono italiani :evil:
Se mi rompo il naso perche' l'aereo ha una turbolenza mentre sono in bagno, mi girerebbero le palle se qualcuno venisse a criticare il fatto che non ero allacciato.
Cerchiamo magari di capire se sia possibile implementare qualche sistema che possa evitare altri episodi di questo tipo, dato che in 14 ore di volo non riesco a stare seduto tutto il tempo.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 500
FL 500
Messaggi: 5182
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Valerio Ricciardi » 26 ottobre 2010, 21:13

Realizzare un sistema per avere in un punto della cabina (ad es. dalle parti di dove si preparano i pasti, vicino alla cornetta dell'interfono) una serigrafia su alluminio con disegnata la cabina in pianta con la configurazione dei sedili, ed un piccolo led rosso che si accende in corrispondenza del sedile che non è stato allacciato, è a dir poco banale.

Si alimenta benissimo tutto a 12 V, in ogni gruppo di due/tre sedili da sotto esce un piccolo connettore piatto a nastro, come quello del bus di un PC, che si attacca ad una presa multipolare situata a una qualche altezza poco sotto il piano inferiore dei sedili. Sulle due fiancate interne dell'allestimento scorrerà una sorta di canalina dotata di tante prese multipolari femmina (più di quante siano le file dei sedili, dato che i sedili scorrono su guide continue e vengono bloccati in una certa posizione in funzione del pitch pianificato); le prese non utilizzate saranno coperte da tappi di plastica a scomparsa, in tinta. Poiché esiste una tecnologia che si chiama multiplex, non serve nemmeno, se non erro, utilizzare un conduttore continuo da ogni polo di ogni presa sino al "quadro di controllo".

Gli AAVV fanno ugualmente il solito giretto di controllo per vedere se tutti hanno allacciato, che è procedura prevista e obbligatoria (oltre che UN MINIMO educativa per i pax) ma al primo fesso che fa il furbo si accende il LED corrispondente sul pannello, e un sintetizzatore acustico fa un secco "bling!" per attirare l'attenzione degli AAVV. I quali vanno dal furbetto e lo cazziano con garbo formale, ma in modo che anche gli altri sentano e siano edotti che non si scappa e che c'è un "Grande Fratello" che vede tutto.

Leggo sul forum post su post su plateali baggianate tipo l'entertainment di bordo dalla qualità mutimediale opto-acustica più o meno elevata... e quelle son cose che costano molto di più!

Dunque, mi pare che il problema delle cinture allacciate o meno sia risolvibile, se lo si vuole. Se.

CERTO che molti passeggeri se dovessero scendere le maschere non saprebbero azionarle, ma è pur vero che quando gli AAVV fanno la "lezioncina" MAI li ho visti attirare l'attenzione più di tanto verso coloro che continuavano a leggere il giornalino omaggio. Come fanno a discriminare un frequent-flyer esperto e magari ben informato da un incosciente? Forse i criteri di comunicazione su queste cose andrebbero aggiornati.

Una volta andando a Milano (con un tempo e una visibilità veramente orribile all'arrivo, roba quasi da ILS) mi son trovato vicino un deficiente che sembrava la caricatura del "padano cogli sghei" di certi film di Natale, che pretendeva di usare il cellulare (un vecchio modello molto più potente come emissione degli attuali) all'inizio della parte finale della discesa, due-tre minuti prima del corto finale. Gli ho detto dolcemente che non era assolutamente il caso, e quello la prima volta mi ha detto come se fossi un bambino "un attimo solo, adesso smetto", la seconda, siccome glielo avevo ridetto con un tono calmo ma più perentorio, mi ha mandato a c***re. L'ho guardato (credo di aver cambiato colore), e gli ho detto, con un tono cupo che non mi sembrava il mio: "adesso puoi scegliere: o lo spegni, o chiamo un AV e faccio mettere a verbale che pretendi di chiamare col cellulare in un momento delicato per i sistemi di bordo, cosa che se non sei in grado di capire è affar tuo, o risolviamo la cosa noi, ti spezzo in tre quel c***o di telefonino e poi ti infilo in bocca i pezzi. Scommettiamo?"
Ero serio, mi sa che non avevo un bell'aspetto conciliante.
Mi ha guardato, se lo è rimesso nella 24 ore e si è messo a guardar fuori.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da m.forna » 26 ottobre 2010, 22:50

Valerio Ricciardi ha scritto:Realizzare un sistema per avere in un punto della cabina (ad es. dalle parti di dove si preparano i pasti, vicino alla cornetta dell'interfono) una serigrafia su alluminio con disegnata la cabina in pianta con la configurazione dei sedili, ed un piccolo led rosso che si accende in corrispondenza del sedile che non è stato allacciato, è a dir poco banale.

Si alimenta benissimo tutto a 12 V, in ogni gruppo di due/tre sedili da sotto esce un piccolo connettore piatto a nastro, come quello del bus di un PC, che si attacca ad una presa multipolare situata a una qualche altezza poco sotto il piano inferiore dei sedili. Sulle due fiancate interne dell'allestimento scorrerà una sorta di canalina dotata di tante prese multipolari femmina (più di quante siano le file dei sedili, dato che i sedili scorrono su guide continue e vengono bloccati in una certa posizione in funzione del pitch pianificato); le prese non utilizzate saranno coperte da tappi di plastica a scomparsa, in tinta. Poiché esiste una tecnologia che si chiama multiplex, non serve nemmeno, se non erro, utilizzare un conduttore continuo da ogni polo di ogni presa sino al "quadro di controllo".

Gli AAVV fanno ugualmente il solito giretto di controllo per vedere se tutti hanno allacciato, che è procedura prevista e obbligatoria (oltre che UN MINIMO educativa per i pax) ma al primo fesso che fa il furbo si accende il LED corrispondente sul pannello, e un sintetizzatore acustico fa un secco "bling!" per attirare l'attenzione degli AAVV. I quali vanno dal furbetto e lo cazziano con garbo formale, ma in modo che anche gli altri sentano e siano edotti che non si scappa e che c'è un "Grande Fratello" che vede tutto.

Leggo sul forum post su post su plateali baggianate tipo l'entertainment di bordo dalla qualità mutimediale opto-acustica più o meno elevata... e quelle son cose che costano molto di più!

Dunque, mi pare che il problema delle cinture allacciate o meno sia risolvibile, se lo si vuole. Se.

CERTO che molti passeggeri se dovessero scendere le maschere non saprebbero azionarle, ma è pur vero che quando gli AAVV fanno la "lezioncina" MAI li ho visti attirare l'attenzione più di tanto verso coloro che continuavano a leggere il giornalino omaggio. Come fanno a discriminare un frequent-flyer esperto e magari ben informato da un incosciente? Forse i criteri di comunicazione su queste cose andrebbero aggiornati.

Una volta andando a Milano (con un tempo e una visibilità veramente orribile all'arrivo, roba quasi da ILS) mi son trovato vicino un deficiente che sembrava la caricatura del "padano cogli sghei" di certi film di Natale, che pretendeva di usare il cellulare (un vecchio modello molto più potente come emissione degli attuali) all'inizio della parte finale della discesa, due-tre minuti prima del corto finale. Gli ho detto dolcemente che non era assolutamente il caso, e quello la prima volta mi ha detto come se fossi un bambino "un attimo solo, adesso smetto", la seconda, siccome glielo avevo ridetto con un tono calmo ma più perentorio, mi ha mandato a c***re. L'ho guardato (credo di aver cambiato colore), e gli ho detto, con un tono cupo che non mi sembrava il mio: "adesso puoi scegliere: o lo spegni, o chiamo un AV e faccio mettere a verbale che pretendi di chiamare col cellulare in un momento delicato per i sistemi di bordo, cosa che se non sei in grado di capire è affar tuo, o risolviamo la cosa noi, ti spezzo in tre quel c***o di telefonino e poi ti infilo in bocca i pezzi. Scommettiamo?"
Ero serio, mi sa che non avevo un bell'aspetto conciliante.
Mi ha guardato, se lo è rimesso nella 24 ore e si è messo a guardar fuori.
l'ils è una procedura praticamente standard, penso che intendessi auto-land,
comunque hai fatto benissimissimissimo! :mrgreen: :mrgreen:
Marco

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da ciccioxx92 » 26 ottobre 2010, 23:52

Valerio, hai fatto benissimo! Fortunatamente (per loro) non è mai capitato che qualcuno telefonasse durante i voli che ho preso io! :D
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da m.forna » 26 ottobre 2010, 23:59

ciccioxx92 ha scritto:Valerio, hai fatto benissimo! Fortunatamente (per loro) non è mai capitato che qualcuno telefonasse durante i voli che ho preso io! :D
a me non fanno paura, danno solo fastidio, perchè si credono di essere chi sa chi.
una volta ho letto (fonte sconosciuta) che un INGNORANTE alla richiesta di una aavv di spegnere il cellulare, perchè lui non aveva un "cellulare" ma un "blackbarry"! :x
che gente impossibile :bounce: :bounce:
(ribadisco che non conosco la fonte, ma potrebbe benissimo essere successo secondo me)
Marco

Avatar utente
ciccioxx92
FL 500
FL 500
Messaggi: 5988
Iscritto il: 22 luglio 2009, 14:00
Località: 45.055686, 7.655159
Contatta:

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da ciccioxx92 » 27 ottobre 2010, 0:03

m.forna ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:Valerio, hai fatto benissimo! Fortunatamente (per loro) non è mai capitato che qualcuno telefonasse durante i voli che ho preso io! :D
a me non fanno paura, danno solo fastidio, perchè si credono di essere chi sa chi.
una volta ho letto (fonte sconosciuta) che un INGNORANTE alla richiesta di una aavv di spegnere il cellulare, perchè lui non aveva un "cellulare" ma un "blackbarry"! :x
che gente impossibile :bounce: :bounce:
(ribadisco che non conosco la fonte, ma potrebbe benissimo essere successo secondo me)
Certo è talmente tanta l'ignoranza delle persone di aviazione e del suo mondo intorno e soprattutto la loro antipatia... :lol: Ricordo uno che in decollo, quando "a mio modesto avviso" non si era ancora chiamato i 100, uno disse: "ora saremmo a 500km/h se non più!" :shock:

P.S. A me non fanno paura, dan fastidio anche a me! :wink:
Immagine

"Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori"

Avatar utente
m.forna
FL 450
FL 450
Messaggi: 4608
Iscritto il: 6 luglio 2010, 1:07

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da m.forna » 27 ottobre 2010, 0:07

ciccioxx92 ha scritto:
m.forna ha scritto:
ciccioxx92 ha scritto:Valerio, hai fatto benissimo! Fortunatamente (per loro) non è mai capitato che qualcuno telefonasse durante i voli che ho preso io! :D
a me non fanno paura, danno solo fastidio, perchè si credono di essere chi sa chi.
una volta ho letto (fonte sconosciuta) che un INGNORANTE alla richiesta di una aavv di spegnere il cellulare, perchè lui non aveva un "cellulare" ma un "blackbarry"! :x
che gente impossibile :bounce: :bounce:
(ribadisco che non conosco la fonte, ma potrebbe benissimo essere successo secondo me)
Certo è talmente tanta l'ignoranza delle persone di aviazione e del suo mondo intorno e soprattutto la loro antipatia... :lol: Ricordo uno che in decollo, quando "a mio modesto avviso" non si era ancora chiamato i 100, uno disse: "ora saremmo a 500km/h se non più!" :shock:

P.S. A me non fanno paura, dan fastidio anche a me! :wink:
si millemila!
mi fido di più del tuo modesto avviso :mrgreen:
ma se non sanno, stanno zitti e fanno più bella figura, come dice la mia prof di geografia! :mrgreen: :mrgreen:
ora notte a tutti! :drunken:
Marco

Avatar utente
Gioi
Banned user
Banned user
Messaggi: 85
Iscritto il: 25 agosto 2010, 8:00
Località: Pianeta Terra :)

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Gioi » 27 ottobre 2010, 8:08

a_ndrea ha scritto:
mormegil ha scritto:
Gioi ha scritto:ma tenere allacciate le cinture no eh?! :twisted:
Rispodo da passeggero: volando vedi che e' tutta una gara a chi le slaccia prima o, peggio, a chi riesce a non allacciarle manco al decollo/atterraggio, vantandosi di essere sfuggito al controllo degli aa.vv.

In fondo e' come quelli che viaggiano in macchina senza cintura, o in moto col casco slacciato: sei tonto, incosciente, e se ti fai male te la sei cercata... se non fosse che metti nei guai pure gli altri.
beh, immagino che da qualche giorno a questa parte gli adpeti della filosofia "cinture sempre allacciate" siano 21 in più 8)
Don't take life too seriously: You're not getting out alive, anyway

Avatar utente
DNL-SGR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 589
Iscritto il: 27 maggio 2006, 22:40

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da DNL-SGR » 27 ottobre 2010, 19:01

Mah io non capisco sto discorso sulle cinture di sicurezza ogni volta che succedono queste cose.

Io so che è consigliato fare delle passeggiate ogni 2-3 ore, oltre a normali esigenze fisiologiche che necessitano di andare in bagno. Avere su un totale di 200-300 passeggeri una ventina di persone in piedi mi sembra assolutamente normale durante un volo da 8-10 o 12 ore. Diverso è il caso se la turbolenza fosse stata prevista e ci fosse stato il segnale acceso.

camicius
FL 150
FL 150
Messaggi: 1983
Iscritto il: 9 luglio 2009, 9:20

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da camicius » 27 ottobre 2010, 19:04

Gioi ha scritto:ma tenere allacciate le cinture no eh?! :twisted:
Beh, ritornando in topic, su un 777 avere 21 persone in piedi in crociera penso sia abbastanza normale. Soprattutto in alcuni momenti (che ne so, appena finito il pranzo o la cena) capita che ci si metta in coda per andare in bagno.
Che poi la mania di staccare le cinture sia illogica è chiaro. Se sei seduto, la cintura non da nessun fastidio, non è mica una camicia di forza!


ciao
Andrea
----
Pilotastro della domenica
Il decollo è facoltativo, l'atterraggio, obbligatorio
VBS PPL Achieved! - Le mie Jetphotos- Le mie foto, aerei e non solo...
Immagine

Avatar utente
mormegil
FL 300
FL 300
Messaggi: 3411
Iscritto il: 23 febbraio 2007, 15:55

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da mormegil » 27 ottobre 2010, 23:18

DNL-SGR ha scritto:Mah io non capisco sto discorso sulle cinture di sicurezza ogni volta che succedono queste cose.

Io so che è consigliato fare delle passeggiate ogni 2-3 ore, oltre a normali esigenze fisiologiche che necessitano di andare in bagno. Avere su un totale di 200-300 passeggeri una ventina di persone in piedi mi sembra assolutamente normale durante un volo da 8-10 o 12 ore. Diverso è il caso se la turbolenza fosse stata prevista e ci fosse stato il segnale acceso.

chiaramente :roll: il discorso delle cinture vale quando si è seduti, ovvero: quando seduti, tenere le cinture allacciate a prescindere dalla presenza accesa del segnale stesso.

aggiungo anche, che mi è capitato spesso ( leggasi: sempre) di vedere gente non interessarsi alle cinture nemmeno in caso di segnale acceso (c'è chi non le vorrebbe allacciare nemmeno al decollo/atterraggio, figurarsi in crociera :roll: )

m.forna ha scritto: INGNORANTE
:mrgreen: :mrgreen:
Immagine
N176CM ha scritto:[...] in questo caso non si può usare lo stratagemma dei COA multipli... anche perchè una destinazione del tipo Frankfurt (Munchen) nemmeno Ryanair riuscirebbe a farla :mrgreen: :mrgreen:

Avatar utente
Ayrton
B747 Senior First Officer / Instructor
B747 Senior First Officer / Instructor
Messaggi: 3674
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Ayrton » 28 ottobre 2010, 9:22

per farvi un esempio recente sulla repulsione degli ignoranti delle regole della sicurezza (e della fisica in questo caso)..una settimana fa una passeggera si voleva rifiutare di farsi installare la cinturina per l'infant, sostenendo che l'avrebbe tenuto lei con le braccia...non voleva a tutti i costi mettersela (dai signo'...ma chettefrega... ecc ecc)..

chissa' com'e', all'ultimatum "o se la mette o scende" ha sbuffato e ha accettato, pero' e' inconcepibile che una madre rischi la vita di suo figlio per un cazzzo di capriccio, io le toglierei la custodia del povero e malcapitato bimbo...

vi immaginate durante un eventuale high energy rejected takeoff il bimbo dove sarebbe finito?

bah :|
Immagine

Avatar utente
Paolo_61
FL 500
FL 500
Messaggi: 9181
Iscritto il: 11 settembre 2008, 17:53
Località: MIL

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Paolo_61 » 28 ottobre 2010, 9:54

Ayrton ha scritto:per farvi un esempio recente sulla repulsione degli ignoranti delle regole della sicurezza (e della fisica in questo caso)..una settimana fa una passeggera si voleva rifiutare di farsi installare la cinturina per l'infant, sostenendo che l'avrebbe tenuto lei con le braccia...non voleva a tutti i costi mettersela (dai signo'...ma chettefrega... ecc ecc)..

chissa' com'e', all'ultimatum "o se la mette o scende" ha sbuffato e ha accettato, pero' e' inconcepibile che una madre rischi la vita di suo figlio per un cazzzo di capriccio, io le toglierei la custodia del povero e malcapitato bimbo...

vi immaginate durante un eventuale high energy rejected takeoff il bimbo dove sarebbe finito?

bah :|
Basta vedere per strada quanti genitori criminali viaggiano con bambini nelle posizioni più assurde (tipica in braccio alla mamma sul sedile anteriore o in piedi fra i due sedili). Una volta in autostrada mi è addirittura capitato di vedere un bambino fra le braccia del guidatore :shock: :shock:

Avatar utente
Lucky Luke
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 268
Iscritto il: 16 aprile 2007, 14:59
Località: Dalla Sicilia con furore

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze in vol

Messaggio da Lucky Luke » 31 ottobre 2010, 21:32

FAS ha scritto:
infatti molti pax (anche quelli con migliaia di ore di volo) avendo sempre omesso di seguire le procedure di safety ancora non sanno chein caso di pressurizzazione per ottenere ossigeno dalla maschera devono tirare (quasi strappare) il tubicino di collegamento per attivare l'erogazione dell'ossigeno.
Questa è la parte più oscura delle procedure di sicurezza al decollo. Non ho mai capito, in effetti, che vuol dire "attivare la maschera tirando energicamente".
Tu dici "quasi strappare". Ma non c'è il rischio che, preso dal panico (ti immagini a 10000 mt. quando si apre il vano maschere?) il pax medio (me incluso) possa davvero strappare il tubicino di gomma?

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16595
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Parigi, 21 feriti su aereo vietnamita dopo turbolenze

Messaggio da JT8D » 31 ottobre 2010, 22:01

Non è il tubicino che si tira. Ogni generatore chimico di Ossigeno serve tutta la fila di sedili, mettiamo tre. Dal comparto quindi scendono automaticamente tre maschere, collegate allo stesso generatore chimico da tre tubicini, collegati al reservoir davanti alla maschera. Ogni maschera è però anche unita da un cordino al release pin del generatore di O2.
Quando uno dei tre utenti tira il cordino, tirando la maschera per applicarla al volto, agisce tirando il release pin, e si attiva la reazione chimica che produce O2, che inizia a fluire nei tubicini.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano".


Rispondi