Piloti privati pericolosi

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Nicolino
General Aviation Technician
General Aviation Technician
Messaggi: 2851
Iscritto il: 15 settembre 2005, 13:15
Località: K-Pax

re: Piloti privati pericolosi

Messaggio da Nicolino » 22 ottobre 2005, 20:54

Non è proprio così... Esistono i proficiency checks ed esistono gli istruttori che valutano anche le competenze dei ppl di vecchia data, quindi c'è sempre il modo per elevare la qualità degli "equipaggi". Il discorso, però, credo stia un pò uscendo dai binari. Ho detto, secondo me, il vero problema è che si fa confusione da parte dei giornalisti tra "piloti della domenica" e piloti di AG, tra i quali credo si possano annoverare gli equipaggi di Executive (o d'affari come fa figo dire), visto che non si tratta di aviazione di linea. Ma vogliamo dire forse che un comandante di CJ1 è allo stesso livello di uno di PA 28?? Se sbaglia uno con un King Air è ancor più errato definirlo pilota della domenica, perchè il King Air (così come il CJ1), è questo che i giornalisti devono schiaffarsi in mente, è tutto tranne che un aeroplanino. Ho detto, questi pensano ancora che il cessna dell'incidente di Linate sia un cessnino. :roll:
Nicolino

micius68
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 133
Iscritto il: 17 ottobre 2005, 12:33
Località: Budoni (OT)

Re: re: Piloti privati pericolosi

Messaggio da micius68 » 23 ottobre 2005, 19:10

Nicolino";p="49805 ha scritto:Non è proprio così... Esistono i proficiency checks ed esistono gli istruttori che valutano anche le competenze dei ppl di vecchia data, quindi c'è sempre il modo per elevare la qualità degli "equipaggi". Il discorso, però, credo stia un pò uscendo dai binari. Ho detto, secondo me, il vero problema è che si fa confusione da parte dei giornalisti tra "piloti della domenica" e piloti di AG, tra i quali credo si possano annoverare gli equipaggi di Executive (o d'affari come fa figo dire), visto che non si tratta di aviazione di linea. Ma vogliamo dire forse che un comandante di CJ1 è allo stesso livello di uno di PA 28?? Se sbaglia uno con un King Air è ancor più errato definirlo pilota della domenica, perchè il King Air (così come il CJ1), è questo che i giornalisti devono schiaffarsi in mente, è tutto tranne che un aeroplanino. Ho detto, questi pensano ancora che il cessna dell'incidente di Linate sia un cessnino. :roll:
Qui si parte da un presupposto errato:cioè che tutti i piloti degli Aec o quasi,siano degli incapaci o degli incompetenti.

Io pur non considerandomi un pilota da Aec, essendo in quel limbo di coloro che lavorano con l'aeroplano e non, ho una grandissima stima dei piloti cosidetti della domenica, considerato che molto di quello che so l'ho appreso volando con loro...a mio parere valgono molto di piu 1000 ore fatte su aerei da AG che 1000 fatte su macchine tipo executive, che per quanto performanti, hanno il pregio di semplificarti estremamenti la vita, facendoti dimenticare cosa significa pilotare davvero un'aereo (e qui parlo per esperienza personale)...detto questo non è che dobbiamo tornare ai tempi dell'aviazione "eroica", né che tutti i piloti diAec siano dei santi, diciamo che le mele marce ci sono un po' dappertutto.

Senza fare polemiche, rammento il discorso di un F.O lungo raggio che si lamentava del fatto che approssimandosi il check semestrale, non aveva fatto i tre atteraggi manuali previsti e che gli restavano pochi giorni per farli!!!!!

Un pilota di Aec che si venisse a trovare in quella situazione (ovvero assenza 3 tkof e 3 land), non potrebbe levarsi in volo in nessun Aec.

Adesso ditemi voi dove sta la sicurezza, nell'autopilota???!!!
[smiley smilie=1 fontcolor=000080 shadowcolor=00BBFF shieldshadow=1]W la Sardegna[/smiley]
Pilota in cerca di occupazione

Avatar utente
Nicolino
General Aviation Technician
General Aviation Technician
Messaggi: 2851
Iscritto il: 15 settembre 2005, 13:15
Località: K-Pax

re: Piloti privati pericolosi

Messaggio da Nicolino » 23 ottobre 2005, 19:51

A volte credo di non riuscire a spiegarmi bene.... :( Mi sembra che gira e rigira diciamo tutti la stessa cosa!
Comunque ritengo non sia corretto quello che dici nell'ultimo post. Stai equiparando due modi e due approcci al volo completamente differenti....anche se ognuno ha diritto alle proprie opinioni. Io non credo proprio di aver detto che i piloti di AeC siano tutti degli incompetenti: IO SONO UN PILOTA DI AEC: sarei megalomane :crazy: se mi dessi dell'imbecille da solo e poi continuassi a volare. Sto semplicemente dicendo che un pilota meno esperto, per una serie di motivi (costi, disponibilità di tempo, burocrazia, limitazioni, vessazioni, tassazioni e chi più ne ha più ne metta..) che non si possono riassumere con semplicità, è necessariamente meno confident in ambienti congestionati come linate. Quindi delle limitazioni, dei controlli su quanti si avvicinano a CTR congestionati io credo debbano esserci. Inoltre credo di aver detto esattamente questo: i giornalisti confondono i piloti della domenica, come li definiscono sul corriere, con quelli di Executive che non sono piloti della domenica, altro che 3 atterraggi e 3 decolli... Se sbagliano quelli di Executive o è assurdo dire: CHIUDIAMO LINATE AI PILOTI DELL'AG E QUINDI (sillogismo di S.Anselmo) AI PILOTI DELLA DOMENICA.. perchè in AG rientra pure l'alba aviation...fatta da professionisti non da piloti di PA 28..(e questa differenziazione che ti ha stupito?? Bhè mi spiace ma c'è differenza tra le 2 classi, credimi..)..e chi ha orecchie per sentire, senta...

Guardatevi questo link http://www.ansv.it/IE/Detail.asp?ID=533
Che aereo è un King Air 350? E voi credete che un aereo così lo diano ad un pilota di un AeC o della domenica? Ma per favore.....magari mi dessero un aereo così...
Nicolino

Avatar utente
pippo682
FL 450
FL 450
Messaggi: 4572
Iscritto il: 21 ottobre 2005, 16:25
Località: Padova (LIPU)
Contatta:

re: Piloti privati pericolosi

Messaggio da pippo682 » 24 ottobre 2005, 8:31

Io sono un pilota della domenica (ovvero di AeC, a Padova), e non trovo che la cosa sia offensiva, in quanto mi rendo conto dei miei limiti. Mi piace fare lunghi voli di trasferimento VFR con il 172 dell'AeC, l'ultimo Salerno-Padova a FL 85, come mi piace andare per aviosuperfici con il PA-18, che sono sicuro molti piloti "professionisti" non saprebbero mai far atterrare. Questo non significa che io sia un top gun, ma solo che con la pratica puoi fare in sicurezza qualunque cosa, volare con aerei difficili e volare in spazi aerei congestionati. Io, quindi, a Linate probabilmente non ci andrò mai, anche perchè non mi interessa e fanno di tutto per tenercene lontano...
Comunque, per tornare alle dichiarazioni "piloti privati pericolosi", il vero problema ritengo sia culturale. A parte le varie riviste specializzate, quanti strafalcioni si trovano su giornali anche "seri" come il Corriere o Repubblica? Ogni anno muoiono in incidenti stradali, in Italia, 6.000 (!) persone, ma se cade un aereo si va avanti a parlarne per settimane. Per non parlare di chi gestisce le società aeroporto, che spesso l'unica cosa che sanno degli aerei è che hanno le ali. E noi che magari facciamo sacrifici per volare, ci muoviamo in un ambiente che ci dà addosso da ogni parte... pensano siamo dei ricchi, mentre i Cessnini con cui facciamo il brevetto costano meno delle centinaia di Cayenne, Touareg, X5, ecc.. che vedi per strada. A Padova vogliono chiudere l'Aeroporto, per motivi di sicurezza (e con questa parolina magica mettono a tacere ogni oppositore, mentre io credo che ci sia già pronto qualche progetto di mega centro commerciale) e sui giornali locali si leggono cose di una assurdità incredibile. Io ho smesso di comprare i quotidiani, soprattutto quelli locali, unica piccola ritorsione contro dei giornalisti che scrivono su argomenti che non sanno.
Ciao.
P.S. cosa avete da ridire sul PA-28? Io non faccio il passaggio perchè costa un po' troppo, ma i soci del nostro Aeroclub ci sono andati in Marocco, in Egitto, in Portogallo, in Grecia, a Capo Nord e perfino in Islanda... (http://www.aeroclubpadova.it)

micius68
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 133
Iscritto il: 17 ottobre 2005, 12:33
Località: Budoni (OT)

Re: re: Piloti privati pericolosi

Messaggio da micius68 » 24 ottobre 2005, 13:08

Io sono un pilota della domenica (ovvero di AeC, a Padova), e non trovo che la cosa sia offensiva, in quanto mi rendo conto dei miei limiti. Mi piace fare lunghi voli di trasferimento VFR con il 172 dell'AeC, l'ultimo Salerno-Padova a FL 85, come mi piace andare per aviosuperfici con il PA-18, che sono sicuro molti piloti "professionisti" non saprebbero mai far atterrare. Questo non significa che io sia un top gun, ma solo che con la pratica puoi fare in sicurezza qualunque cosa, volare con aerei difficili e volare in spazi aerei congestionati. Io, quindi, a Linate probabilmente non ci andrò mai, anche perchè non mi interessa e fanno di tutto per tenercene lontano...
Come volevasi dimostrare...è profondamente sbagliato che i piloti di AeC vengano "allontanati" dai grandi aeroporti...al posto di addestrare i piloti, li si ghettizza...mi chiedo cosa può succedere il giorno che a causa di condimeteo sfavorevoli, qualcuno di questi piloti si trovi costretto ad atterrare in qualche aeroporto densamente trafficato...

Quanto al supposta superiorità dei piloti commerciali, vi rammento che ogni classe di aeroplani presenta delle difficoltà intrinseche nel velivolo stesso...tanto per capirci, io ho trovato + semplice far atterrare un MD80 che un SF260, eppure ho fatto MCC e passaggio macchina nello stesso periodo.
[smiley smilie=1 fontcolor=000080 shadowcolor=00BBFF shieldshadow=1]W la Sardegna[/smiley]
Pilota in cerca di occupazione

Rispondi