Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4690
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Valerio Ricciardi » 7 gennaio 2013, 15:57

Comunque l'aereo era un Islander del 1968, un mezzo relativamente sicuro ma solo se sottoposto a regolarissima manutenzione con criteri che non so da quelle parti quanto siano rispettati in modo cogente.

Il fatto invece che il pilota avesse 74 anni, al netto di un ipotetico (statisticamente più probabile in un anziano) malore, non vuol dir nulla: Bob Hoover faceva acrobazie a motore spento ad una età ben maggiore.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Rivendale
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 1
Iscritto il: 14 settembre 2010, 15:04

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Rivendale » 8 gennaio 2013, 13:36

Buongiorno, è la prima volta che vi scrivo, ma seguo spesso i thread. Volevo chiedere se, a vostro parere, il filmato che circola sui forum e anche su in tv che mostra il bimotore prima della partenza con l'elica sx ferma o con qualche problema può testimoniare di un qualche problema. Grazie!!

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Tiennetti » 8 gennaio 2013, 14:03

Assolutamente no, é un effetto ottico ;)
David

Avatar utente
Maxx
FL 500
FL 500
Messaggi: 9567
Iscritto il: 24 ottobre 2006, 10:12
Località: Arese

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Maxx » 8 gennaio 2013, 14:08

E anche se fosse, quello decolla con un'elica in bandiera e riatterra immediatamente con quella funzionante.

Hartmann
FL 500
FL 500
Messaggi: 10617
Iscritto il: 7 marzo 2007, 9:44

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Hartmann » 8 gennaio 2013, 15:11

Tiennetti ha scritto:Assolutamente no, é un effetto ottico ;)
quoto

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da AirGek » 8 gennaio 2013, 15:13

Inoltre in fase di decollo i motori essendo alla massima potenza farebbero sbandare l'aeroplano se uno dei due venisse a far mancare la propria spinta, cosa che non accade nel video.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
RaganellaImpazzita
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 378
Iscritto il: 4 aprile 2011, 19:35

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da RaganellaImpazzita » 8 gennaio 2013, 15:35

AirGek ha scritto:Inoltre in fase di decollo i motori essendo alla massima potenza farebbero sbandare l'aeroplano se uno dei due venisse a far mancare la propria spinta, cosa che non accade nel video.
proprio su questo...ma cos'altro può influire sulle sbandate di decollo? carrelli/pneumatici non in perfetta condizione? Vento? No perchè l'ultimo decollo che ho fatto sballottavo da un poggiolo all'altro...
Ultima modifica di RaganellaImpazzita il 8 gennaio 2013, 15:46, modificato 1 volta in totale.
"E' ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il possibile.
Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile, non hanno mai avanzato di un solo passo" M.B.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da AirGek » 8 gennaio 2013, 15:36

Principalmente è il vento che da fastidio e le sbandate sono il pilota che corregge per restare in pista.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
RaganellaImpazzita
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 378
Iscritto il: 4 aprile 2011, 19:35

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da RaganellaImpazzita » 8 gennaio 2013, 15:38

AirGek ha scritto:Principalmente è il vento che da fastidio e le sbandate sono il pilota che corregge per restare in pista.
infatti..ma quel giorno non vi era traccia di vento...vabbè...forse voleva fare un pò di "sgubbamenti" :)
.....ops...siamo in area "tennica"..sorry :P
"E' ricercando l'impossibile che l'uomo ha sempre realizzato il possibile.
Coloro che si sono saggiamente limitati a ciò che appariva loro come possibile, non hanno mai avanzato di un solo passo" M.B.

Avatar utente
LEX77
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 18
Iscritto il: 3 novembre 2011, 20:27

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da LEX77 » 8 gennaio 2013, 18:40

Rivendale ha scritto:Buongiorno, è la prima volta che vi scrivo, ma seguo spesso i thread. Volevo chiedere se, a vostro parere, il filmato che circola sui forum e anche su in tv che mostra il bimotore prima della partenza con l'elica sx ferma o con qualche problema può testimoniare di un qualche problema. Grazie!!
inutile aggiungere che se un motore si ferma cosi,il decollo, nemmeno si fa.... si torna indietro....

comunque ancora adesso al tg(studio aperto) vabbè... tg è una parola grossa.... hanno fatto vedere il filmato dicendo che ci potesse essere un problema al motore....e che "forse" è un effetto ottico.... che tristezza....... :cry:
Immagine

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Incidente Los Roques

Messaggio da sigmet » 9 gennaio 2013, 17:33

Ho bisogno urgentemente dei bollettini meteo al momento dell'incidente.
Qualcuno puo' essermi di aiuto?

Grazie!!


[edit mcgyver: messaggio unito a thread già esistente]
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
tenk79
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 79
Iscritto il: 13 maggio 2010, 10:46

Re: Incidente Los Roques

Messaggio da tenk79 » 9 gennaio 2013, 17:51

sigmet ha scritto:Ho bisogno urgentemente dei bollettini meteo al momento dell'incidente.
Qualcuno puo' essermi di aiuto?

Grazie!!


[edit mcgyver: messaggio unito a thread già esistente]
SVMI 041600Z 02004KT 9999 FEW016 30/25 1017 NOSIG

TAF SVMI 031000Z 0312/0412 00000KT CAVOK TX31/18Z TN23/09Z FM031450 05006KT 9999 FEW016 BECMG 0320/0400 SCT016
If you can't explain it to a six year old, you don't understand it yourself.

Avatar utente
albert
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 5831
Iscritto il: 9 ottobre 2007, 2:16
Località: Liguria

Re: Incidente Los Roques

Messaggio da albert » 9 gennaio 2013, 17:59

tenk79 ha scritto:
sigmet ha scritto:Ho bisogno urgentemente dei bollettini meteo al momento dell'incidente.
Qualcuno puo' essermi di aiuto?

Grazie!!


[edit mcgyver: messaggio unito a thread già esistente]
SVMI 041600Z 02004KT 9999 FEW016 30/25 1017 NOSIG

TAF SVMI 031000Z 0312/0412 00000KT CAVOK TX31/18Z TN23/09Z FM031450 05006KT 9999 FEW016 BECMG 0320/0400 SCT016

Grazie.
Se non erro però credo che cercasse SVRS, non SVMI.
Ciao!
Alberto
MD80 Fan

«Ogni domanda alla quale si possa dare una risposta ragionevole è lecita.» Konrad Lorenz
«Un sogno scaturito da un grande desiderio: la grande voglia di volare e scoprire altri orizzonti verso i quali andare, con la voglia di nuovo. Per me questa è l'avventura.» Angelo D'Arrigo
«Non prendete la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirete vivi.» Robert Oppenheimer

Avatar utente
tenk79
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 79
Iscritto il: 13 maggio 2010, 10:46

Re: Incidente Los Roques

Messaggio da tenk79 » 9 gennaio 2013, 18:23

albert ha scritto:
tenk79 ha scritto:
sigmet ha scritto:Ho bisogno urgentemente dei bollettini meteo al momento dell'incidente.
Qualcuno puo' essermi di aiuto?

Grazie!!


[edit mcgyver: messaggio unito a thread già esistente]
SVMI 041600Z 02004KT 9999 FEW016 30/25 1017 NOSIG

TAF SVMI 031000Z 0312/0412 00000KT CAVOK TX31/18Z TN23/09Z FM031450 05006KT 9999 FEW016 BECMG 0320/0400 SCT016

Grazie.
Se non erro però credo che cercasse SVRS, non SVMI.
Ciao!
Immaginavo, purtroppo non ho trovato dati per SVRS.

Se può interessare allego il link al motore di ricerca http://www.navlost.eu/aero/metar/

Ciao!
If you can't explain it to a six year old, you don't understand it yourself.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4690
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Valerio Ricciardi » 15 gennaio 2013, 12:31

A quanto pare, vi saran presto risvolti giudiziari pesanti in relazioen alla scomparsa dell'Islander vicino Los Roques. Quando ipotizzavo livelli di controlli non comparabili coi nostri, ero stato sin troppo facile profeta.
Mi resta da capire quanto sia più o meno normale che persone senza il minimo problema economico, e - posso immaginare - certo non analfabete possano avere scelto di volare con tanta leggerezza, come se aerotaxi significasse davvero solo quel che indica il nome.

fonte:
http://www.repubblica.it/esteri/2013/01 ... ef=HRER2-1

Aereo Missoni, pilota non aveva l'idoneità
gli era scaduta il 30 novembre scorso


Lo ha accertato l'Agenzia italiana per la sicurezza al volo. E la compagnia "non era ancora titolare di regolare certificato di operatore aereo". Il velivolo è scomparso il 4 gennaio durante il tragitto da Los Roques a Caracas

ROMA - Non aveva l'idoneità psicofisica al volo il pilota dell'aereo scomparso il 4 gennaio scorso mentre andava da Los Roques a Caracas, in Venezuela, con a bordo Vittorio Missoni, la moglie ed altri due italiani. Lo ha accertato l'Agenzia italiana per la sicurezza al volo.

Il comandante del velivolo, sempre secondo quanto accertato dall'Ansv, pur avendo superato i 65 anni di età, era ancora abilitato dalla normativa vigente in Venezuela all'esercizio della propria licenza Atpl (Airline Transport Pilot Licence) all'interno del solo spazio aereo nazionale, ma non avrebbe potuto pilotare l'aereo perché l'idoneità psicofisica gli era scaduta il 30 novembre 2012. Inoltre, dagli accertamenti eseguiti è emerso che la compagnia aerea "non era ancora titolare di regolare certificato di operatore aereo".

Qualche giorno fa era stato individuato il punto in cui l'aereo, un Islander, aveva improvvisamente perso quota. L'ambasciata italiana a Caracas aveva reso noto che si tratta di "una zona in cui i fondali arrivano fino a 2.000 metri, considerati troppi per le strumentazioni momentaneamente disponibili".

Sull'aereo viaggiavano Vittorio Missoni, figlio maggiore dello stilista Ottavio, sua moglie Maurizia Castiglioni e due amici della coppia, Elda Scalvenzi e Guido Foresti, che avevano passato le vacanze nell'arcipelago, il pilota German Merchan, 72 anni, e il copilota Josè Ferrer, 45. Altri due italiani, Giuseppe Scalvenzi, fratello di Elda, e la moglie Rosa Apostoli, non erano partiti con quel velivolo per poter rimanere qualche ora in più in spiaggia.
(15 gennaio 2013)
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15482
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da JT8D » 15 gennaio 2013, 23:04

Qui l'aggiornamento ufficiale da parte di ANSV:

http://www.ansv.it/It/Detail.asp?ID=1661

Conferma che il pilota era abilitato all'esercizio della propria licenza ATPL all'interno dello spazio aereo nazionale, ma che aveva l'idoneità psicofisica scaduta a fine Novembre 2012.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da bulldog89 » 16 gennaio 2013, 7:52

Ma nessuno parla del fatto che la compagnia non è in possesso del COA :?:
Mi sembra abbastanza sconvolgente...in particolar modo perché indica la qualità dei controlli da parte delle autorità in Venezuela...

Fabio Airbus
FL 150
FL 150
Messaggi: 1519
Iscritto il: 26 ottobre 2012, 14:36
Località: Genova

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Fabio Airbus » 16 gennaio 2013, 9:31

Mi sembra che anche senza l'aiuto dei narcotrafficanti quell'aereo non avesse avuto molte probabilità di arrivare a destinazione.

CIao
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (Arthur C. Clarke)

Avatar utente
Ayrton
B747-400 First Officer / Ground Instructor
B747-400 First Officer / Ground Instructor
Messaggi: 3627
Iscritto il: 21 novembre 2007, 21:15
Località: Gni Gni Gni

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Ayrton » 16 gennaio 2013, 10:14

Fabio Airbus ha scritto:Mi sembra che anche senza l'aiuto dei narcotrafficanti quell'aereo non avesse avuto molte probabilità di arrivare a destinazione.

CIao
why? non era mica la prima volta che lo utilizzavano su quella tratta
Immagine

Fabio Airbus
FL 150
FL 150
Messaggi: 1519
Iscritto il: 26 ottobre 2012, 14:36
Località: Genova

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Fabio Airbus » 16 gennaio 2013, 11:50

Pensavo solamente a tutte le storie che man mano escono, il pilota anziano che aveva l'abilitazione medica scaduta, l'assenza del COA, manutenzione fatta così/così... Insomma un pò tentare la fortuna.
Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. (Arthur C. Clarke)

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15482
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da JT8D » 18 gennaio 2013, 23:36

Aggiornamenti da parte di ANSV:

http://www.ansv.it/It/Detail.asp?ID=1664

Dagli ultimi accertamenti è emerso che il certificato di idoneità psicofisica del pilota era valido fino al 30 Maggio 2013.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4690
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Valerio Ricciardi » 28 gennaio 2013, 20:04

fonte: http://www.ilmessaggero.it/primopiano/e ... 7455.shtml

Missoni, ritrovato un borsone
su una scogliera


ROMA - C'è una prima traccia nelle indagini sulla scomparsa ai Caraibi di Vittorio Missoni, della sua compagna e di due amici. Si tratta di un borsone contenente attrezzatura, che viaggiava sull'aereo che trasportava Missoni, trasportato dalle correnti. A riportarlo, oggi, e il Corriere della Sera. «Circa due settimane fa unturista tedesco in vacanza a Curacao - riporta - ha trovato su una scogliera un borsone da kitesurf appartenente a un italiano. L'attrezzatura viaggiava sull'aereo che trasportava Missoni. Il proprietario, invece, era a bordo di un altro aereo e aveva chiesto di imbarcare il suo bagaglio sul volo di Missoni ... Da Los Roques a Curacao ci sono poco più di 200 chilometri di mare.

L'aereo volava verso Sud, in direzione Caracas. Il borsone è stato trasportato dalle correnti verso ovest ed è finito sulle scogliere dell'isola olandese».
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da aetio57 » 28 gennaio 2013, 21:19

JT8D ha scritto:Aggiornamenti da parte di ANSV:

http://www.ansv.it/It/Detail.asp?ID=1664

Dagli ultimi accertamenti è emerso che il certificato di idoneità psicofisica del pilota era valido fino al 30 Maggio 2013.

Paolo
Bravo che l'hai segnalato...
perché i giornalisti pur di fare "boom" se ne inventano di fregnacce...

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da bulldog89 » 29 gennaio 2013, 8:29

Guarda, secondo me più che inventarsi le cose non sanno leggere i documenti... :lol:

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4690
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Valerio Ricciardi » 15 febbraio 2013, 6:56

fonte: http://www.corriere.it
L'ipotesi fantasiosa del dirottamento da parte di narcos (che possono prendersi IMHO gli aerei che vogliono pagandoli per contanti, e scegliendoseli meno attempati) va sublimandosi leggiadramente sempre più.
Sulla frase che attribuirebbe al ritrovamento la capacità di far ancora supporre che siano ancora vivi, non do' giudizi. Per carità cristiana, direi.

Missoni, ritrovati due zaini
Affiorati in una spiaggia dell'isola di Bonaire, nelle Antille olandesi. La polizia conferma: appartengono agli italiani scomparsi. Le ricerche di una nave oceanografica

CARACAS - Due zaini appartenenti provenienti dall'aereo su ci si trovano a bordo Vittorio Missoni, la moglie Maurizia Castiglioni e una coppia di amici, l'imprenditore Guido Foresti e Elda Scalvenzi, (scomparsi il 4 gennaio durante un volo tra l'arcipelago di Los Roques la costa venezuelana) sono stati ritrovati in una spiaggia dell'isola di Bonaire, nelle Antille olandesi. Lo ha confermato un portavoce della polizia aggiungendo che la scoperta è stata fatta dal cronista di una rivista locale. Le famiglie Missoni e Foresti soo già state avvertite del ritrovamento che tiene ancora accesa la speranza di ritrovare vivi i quattro italiani.

LE RICERCHE - Le ricerche «continuano e non si sono mai fermate dal 4 gennaio del 2013, naturalmente sono state ristrette all'area del punto di scomparsa dell'aereo» individuata «in base al tracciato radar analizzato dai tecnici venezuelani ed italiani. L'area è adiacente all'arcipelago di Los Roques». Lo ricordano fonti dell'ambasciata a Caracas, sottolineando l'importanza del precedente ritrovamento di altri due borsoni appartenenti al gruppo e che si trovavano sull'aereo: una prima sacca è stata trovata a Curacao ormai qualche giorno fa e un secondo borsone, più di recente, ancora a Bonaire.

LE CORRENTI MARINE - «Entrambi i ritrovamenti confermano la possibilità della caduta dell'aereo nella zona dove si sono svolte gran parte delle ricerche», e cioè «a nord della Gran Roque», affermano le fonti, precisando che tutte e due gli oggetti hanno «viaggiato» trascinati dalle correnti a una velocità «di circa 20 miglia al giorno». «Nel primo caso - il borsone di Curacao - è possibile stabilire la data di «arrivo» nell'isola intorno al 10 gennaio, mentre nel secondo quell'operazione, e cioè l'identificazione del momento dell'arrivo a Bonaire, è molto più difficile», precisano le fonti.

LA NAVE OCEANOGRAFICA - Un altro fronte chiave della vicenda è quello delle ricerche che saranno fatte nelle prossime settimane. «Nei prossimi giorni partirà dalla Louisiana una nave oceanografica per scandagliare i fondali dell'area alla ricerca dell'aereo caduto nel 2008, operazioni che dovrebbero iniziare l'8 marzo. Stiamo lavorando insieme agli esperti venezuelani - viene precisato dalle fonti - per estendere le ricerche anche all'aereo caduto il 4 gennaio». Le aree dove le ricerche si concentreranno sono diverse. Nel primo caso - l'aereo caduto nel 2008 con 14 passeggeri a bordo, tra i quali otto italiani - a sud di Las Roques, in quello invece del bimotore con a bordo Missoni e altri tre connazionali a nord dell'arcipelago.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da MartaP » 23 febbraio 2013, 12:36

AIRCRAFT PARTS FOUND AT WEST COAST OF THE ISLAND

http://www.curacaochronicle.com/fs/airc ... he-island/
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

crissy66
Banned user
Banned user
Messaggi: 164
Iscritto il: 10 ottobre 2012, 23:57

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da crissy66 » 25 febbraio 2013, 0:52

da persona che ha vissuto tanto in Venezuela ti assicuro che quell' aereo non e' caduto.. fai tu l' uso che credi delle mie parole...

Avatar utente
andwork
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 681
Iscritto il: 26 dicembre 2006, 19:14
Località: Rosà (VI)

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da andwork » 25 febbraio 2013, 8:17

crissy66 ha scritto:da persona che ha vissuto tanto in Venezuela ti assicuro che quell' aereo non e' caduto.. fai tu l' uso che credi delle mie parole...
giusto per dare un peso alle tue parole: su quali basi affermi ciò ?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12037
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da AirGek » 25 febbraio 2013, 9:30

Sulla fase lunare del periodo in cui è successo.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4690
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Valerio Ricciardi » 25 febbraio 2013, 16:25

No, direi sulla base della conoscenza dei livelli di corruzione e di "torbidità" possibili in un Paese come quello.
ma per ora la sua IMHO è una estrapolazione indebita.

Il problema è che conoscere assai bene l'atmosfera che si vive colà, non è un parametro che può seriamente far propendere per un'ipotesi (dirottamento, atterraggio imposto altrove, rapimento od uccisione di chi si trovava a bordo) che allo stato attuale non ha riscontri.

Si può affermare che in Finlandia una ipotesi di non-crash a causa dell'intervento (tenuto nascosto) di fattori esterni come malavita etc sarebbe impensabile, mentre in Venezuela piuttosto che nel Mali o in Colombia non sarebbe in astratto impensabile.

Ma ciò non la rende una ipotesi di lavoro seria, se non vi sono altre pur minime evidenze. Magari poco. Ma qualcosa.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da MartaP » 10 marzo 2013, 13:24

Intanto è imminente la ripresa delle ricerche dell'aereo scomparso nel 2008..
...magari li ritrovano tutti e due...

http://corrieredelveneto.corriere.it/ve ... 1119.shtml
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da MartaP » 26 marzo 2013, 10:52

Arriva a Los Roques la nave Sea Scout

Pubblicato il 25 marzo 2013 da redazione

LOS ROQUES: E’ finalmente arrivata a Los Roques la nave Sea Scout per le ricerche oceanografiche proveniente dal porto di Furthon, in Luisiana.
Grandi sono le speranze riposte nella capacità di questa nave di scandagliare anche sondali molto profondi come quelli del tratto di mare che divide Los Roques dall’aeroporto internazionale del Venezuela. Lì dove presuntamente si sono inabissati uno stesso 4 gennaio a distanza però di cinque anni uno dall’altro, due piccoli aerei con a bordo, in totale, ben 12 italiani.
Nel primo velivolo viaggiavano otto connazionali e nel secondo Vittorio Missoni, presidente del gruppo di alta moda e primogenito del fondatore Ottavio Missoni, insieme alla moglie e a due amici. In entrambi i casi non è stato possibile localizzare le aeronavi e strane coincidenze come quella di cellulari che sono rimasti accesi anche ore dopo gli incidenti, hanno lasciato spazio a ipotesi di diverso tipo. Una per tutte quella che presuppone un sequestro da parte di narcotrafficanti interessati ad aerei che possono eludere i controlli radar.
Dopo 11 giorni dal primo incidente fu ritrovato il cadavere del copilota e nel secondo caso sono state ripescate nelle spiagge delle isole caraibiche Curazao e Bonaire alcuni borsoni che appartenevano a Missoni e ad un loro amico.
La richiesta di una nave oceanografica capace di scandagliare anche fondali tanto profondi come quelli di Los Roques è stata richiesta sia dai familiari dei primi scomparsi che da quelli di Missoni e i governi di Italia e Venezuela hanno investito circa 5 milioni di dollari per far luce definitivamente sulle due tragedie.
Alle ricerche partecipa una commissione mista formata da quattro membri italiani e altrettanti venezuelani.
L’equipaggio ha 21 giorni di tempo per svolgere le due ricerche. I primi 11 giorni saranno dedicati alla ricerca dell’aereo scomparso nel 2008 e i rimanenti 10 giorni a quello dove viaggiava Missoni.
(G.T.)

http://voce.com.ve/2013/03/25/arriva-a- ... sea-scout/
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da MartaP » 31 marzo 2013, 17:25

Nuova pausa nelle ricerche di Los Roques
Pubblicato il 28 marzo 2013 da redazione

LOS ROQUES: Ancora una pausa, ancora una volta i familiari devono pazientare ed aspettare.
Le esplorazioni avviate nei fondali di Los Roques dalla nave oceanografica Sea Scout per cercare tracce dei due velivoli scomparsi a distanza di cinque anni esatti uno dall’altro ha subito un nuovo arresto. Il robot che doveva effettuare le ricerche si è avariato e bisognerà attendere che venga sostituito. La nave Sea Scout con equipaggio misto italiano e venezuelano era arrivata lo scorso giovedì 21 marzo e aveva appena iniziato a fare le ricerche nella zona del mare dove dovrebbero trovarsi i resti dei due piccoli aerei nei quali viaggiavano anche dodici italiani. Il primo incidente è avvenuto il 4 gennaio del 2008 e il secondo, sempre un 4 gennaio ma del 2013.
Il 4 gennaio del 2008, in un aereo Let-410 YV2081 della compagnia Transaven viaggiavano 14 persone (o 18 come dichiarato dal comandante nel momento in cui ha lanciato l’SOS?) tra cui otto italiani: Paolo Durante, sua moglie Bruna Guerrieri e le loro bimbe di 6 e 8 anni, Sofia ed Emma, di Ponzano Veneto, due amiche di Bologna, Annalisa Montanari e Rita Calanni e una coppia di Roma in viaggio di nozze, Stefano Fragione e Fabiola Napoli.
Apparentemente il pilota Esteban Lahoud Bessil, avrebbe cercato di fare un ammaraggio ma inutilmente. L’aereo si sarebbe inabissato in un’area in cui il mare raggiunge anche i 1240 metri di profondità.
Inutili le ricerche avviate quasi d’immediato e ancora tanti i punti scuri che hanno lasciato spazio alle illazioni più strane, prime fra tutte quella di un sequestro da parte di narcotrafficanti interessati unicamente al piccolo aereo. Una possibilità che prendeva il colore della speranza perché lasciava spazio all’illusione che i passeggeri fossero rimasti vivi anche se in balia dei narcos.
Ma questa debole speranza è diventata sempre più remota a mano a mano che è passato il tempo. Poi, cinque anni dopo, ma nello stesso giorno della prima disgrazia, di nuovo un piccolo aereo Transaven Norman Islander del 1968, che da Los Roques rientrava a Maiquetìa, scompare dai radar. Tra i passeggeri Vittorio Missoni primogenito di Ottavio, l’ideatore della famosa griffe italiana, la moglie Maurizia Castiglioni e gli amici Elda Scalvenzi e Guido Foresti.
Se andiamo indietro negli anni possiamo ricordare un altro incidente molto simile a questi due. Accadde nel 1997. Era il 2 marzo quando un Cessna 402 con a bordo due coniugi veneti, Mario Parolo e Teresa de Bellis, partito da Maiquetìa, l’aeroporto internazionale del Venezuela, e diretto a Los Roques non è mai arrivato a destinazione. Dei due italiani, che viaggiavano insieme ad altri tre passeggeri si sono perse definitivamente le tracce.
Sebbene le condizioni di alcuni dei piccoli aerei che battono la rotta Maiquetìa-Los Roques, lascino molto a desiderare ci sono molte ombre che gettano dubbi su questi incidenti. Negli ultimi due casi i telefonini dei passeggeri hanno continuato a squillare anche dopo il presunto inabissamento. Nel 2008, dopo nove giorni, fu ritrovato il corpo del copilota apparentemente senza i segni che avrebbe dovuto avere un corpo rimasto in acque con pesci grandi durante nove giorni.
Anche nel 1997 fu ritrovato un corpo. Era quello di un passeggero australiano che secondo una seconda autopsia sembrerebbe morto per ferita di arma da fuoco e non per annegamento.
Per sfatare ogni dubbio sugli ultimi incidenti, i governi di Italia e Venezuela hanno siglato un accordo e investito circa 5 milioni di dollari per contrattare il servizio della nave oceanografica Sea Scout che possiede le attrezzature necessarie per scandagliare i fondali di acque molto profonde.
La nave che doveva venire già a febbraio ha rimandato il suo viaggio in Venezuela ed è arrivata solamente lo scorso 21 marzo. Secondo il ruolino di marcia avrebbe dovuto restare in acque venezuelane ben 21 giorni e dedicare i primi 11 alla ricerca dell’aereo scomparso nel 2008 e altri 10 a quello nel quale viaggiava Missoni.
Si sperava finalmente di poter far luce su questi incidenti e permettere ai familiari di avere una risposta certa su quanto accaduto ai loro cari. Ma ancora una volta le cose non sono andate nel verso sperato. Il robot della nave Sea Scout che deve materialmente effettuare le ricerche si è avariato e ora bisogna aspettare dalle sei alle sette settimane che ne arrivi uno nuovo dal Mozambico. I comandanti italiani sono rientrati e torneranno in Venezuela quando riprenderanno le ricerche.
Purtroppo il mistero di Los Roques ancora non può essere svelato.
G.T.

http://voce.com.ve/2013/03/28/nuova-pau ... os-roques/
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4690
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da Valerio Ricciardi » 1 aprile 2013, 8:53

Sembrerebbe che si tratti di decidere fra due scenari: aerei mal tenuti e inaffidabili che in un ambiente di cultura aeronautica (e non solo aeronautica) molto basata sull'approssimazione e sullo scarsissimo rispetto di regole, procedure e controlli ..."piantano" di punto in bianco e fan fare una brutta fine a coloro che sono a bordo più spesso di quanto la gaussiana di quel genere di situazioni faccia temere, e qualcuno che si inventa una procedura estremamente complessa per ravanare fuori dal mercato degli aerei che col giro d'affari del narcotraffico potrebbero, economicamente parlando, acquistare pure nuovi sotto copertura dalla Dassault.

Si parla di cellulari che avrebbero squillato ben dopo il momento della scomparsa: è un fatto agli atti delle inchieste, questo, o rimbalza ogni volta da un media all'altro senza che se ne sappia la fonte? Da dove sarebbe venuto l'imput per il dirottamento? Da un altro aereo che affianca e batte le ali? E nessuno dice nulla in fonia né qualche cellulare di quelli che son tanto bravi a squillare dopo un crash event fa una telefonata al numero d'emergenza più raggiungibile in rete?

E durante un tentativo di dirottamento "interno" all'aereo, nessuno che quei cellulari avesse tentato di usarli? Quando sono pochi i passeggeri, se si tratta di due anziani turisti norvegesi e una famigliola di Busto Arsizio, per dire, devo immaginare che una pensionata ex commercialista a un certo punto tira fuori un'arma e dice al pilota "spegni la radio e metti la prua per 225° abbassandoti a 400 ft"? Poco verosimile o sbaglio?
Allora ipotizziamo che il basista prezzolato sia il pilota: non fa prima a sparire durante un volo taxi ferry senza passeggeri di sorta a bordo dopo aver cianciato qualcosa di qualsiasi genere in radio per simulare un guaio?
Qualcosa del tipo... ...?

Insomma, come spesso mi accade mi riesce difficile sposare teorie complottiste che richiedono una capacità di gestire scenari complessi e articolati quando c'è la possibilità di pensare a qualcosa di molto più normalmente evidente e verosimile. E sotto gli occhi di chiunque, per dire, abbia preso un tratto di traghetto interno alle Isole di Capo Verde, per dire una situazione concreta che ho toccato con mano in un Paese assai gettonato dagli italiani. Esistono posti del mondo in cui le cose si fanno incredibilmente con poca serietà ed attendibilità rispetto a quelli che consideriamo standard proprio minimi di decenza.
Io ai primissimi di luglio 2005 feci una tratta nelle isole di Capo Verde con la "nave" della foto qui sotto, da Mindelo (Sao Vincente) a Palmeira (Sal) con tappa a Sao Nicolau; ebbi l'impressione che fosse una carretta spaventosamente mal manutenuta nonostante l'età non vetusta, e gestita in ogni fase e manovra percettibilmente in una maniera a dir poco poco professionale, sembrava una parodia della scena dell'aeroporto e del volo nel film pappa e ciccia con Paolo Villaggio e Lino Banfi, intendo questa


Mancava solo che al porto fermassero le cime sulla bitta facendo un bel fiocco... Bene, nel giro di pochi mesi TUTTE E DUE le navi di quella compagnia (la Polar) a primavera 2008 affondarono, per fortuna senza vittime, una, la Musteru, nella tratta Santiago-Fogo diretta a Porto Mosquito; l'altra - proprio la Barlavento su cui avevo viaggiato tre anni prima - mi risulta semiaffondata dopo essersi incagliata su sogli quasi affioranti perfettamente conosciuti e segnalati dalle carte a un tiro di schioppo dalla costa all'altezza di Cova Figueira, isola di Fogo. Si erano addormentati tutti e due gli addetti al timonee alla rotta, quella notte, probabilmente ubriachetti come usa, ed han mandato la nave per scogli. Altro che Schettino, che almeno stava scientemente facendo "lo sborone". E in condizioni di mare normalmente mosso, come normale da quelle parti, certo non proibitive.

Per dire quanto la realtà di certi posti possa superare l'immaginazione di chi è abituato a dover ricordarsi di certificare ogni anno le emissioni di fumi di una caldaietta domestica per produzione d'acqua calda e riscaldamento ...senza dover ricorrere a sofisticati complotti.
Ma queste son cose cui il turista medio, che poi magari si fa tenere la mano spaventatissimo dal compagno di fila alla prima turbolenzetta in una rotta atlantica di un volo LH operato da 744, non pensa minimamente. Un aereo è un aereo... ...magari.
Allegati
MN BARLAVENTO.jpg
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
MartaP
FL 250
FL 250
Messaggi: 2550
Iscritto il: 17 luglio 2012, 12:30
Località: Vicenza

Re: Venezuela, scompare aereo a Los Roques

Messaggio da MartaP » 1 aprile 2013, 10:38

mi riesce difficile sposare teorie complottiste che richiedono una capacità di gestire scenari complessi e articolati, quando c'è la possibilità di pensare a qualcosa di molto più normalmente evidente e verosimile.

Sono d'accordo con te, su tutto.

La cosa più inquietante, però, è che purtroppo non è la prima volta che si presenta questo evidente e verosimile scenario. Non è stato fatto niente, per impedire che accadesse di nuovo.

Molte vite potevano essere salvate.
Un pensiero per Emma e Sofia. :(
ImmagineImmagine
"Spock?" "Sì?" "A proposito delle colorite metafore di cui abbiamo parlato, penso che tu non debba più cercare di farne uso." .."m***a, non lo farò più."

Rispondi