Precipita Ultraleggero a Nettuno

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5863
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da sigmet » 12 agosto 2014, 18:28

Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lele_Patti
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 690
Iscritto il: 25 agosto 2008, 14:19
Località: Catania

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Lele_Patti » 12 agosto 2014, 19:13

ma che sta succedendo in queste settimane :?

R.I.P. :cry:

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5568
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Ponch » 14 agosto 2014, 1:16

Ciao Captain... :cry:
Is it light where you are yet?

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4766
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Valerio Ricciardi » 15 agosto 2014, 19:46

Mi dispiace molto.

Ma se mi riesce di comprendere incidenti derivanti da sboronate di pilotini della domenica convinti di poter fare con un ultraleggero quel che vedono da Svetlana Kapanina o Peter Besenyei coi SU-31 o gli Extra 300, o durante lunghi trasferimenti di velivoli di Ag effettuati da imprenditori brianzoli più danarosi che esperti attraverso gli Appennini in condizioni di visibilità discutibile e malgrado un meteo estremamente sfavorevole, eventi che coinvolgano piloti esperti e navigati che verosimilmente nulla pensavano di dover dimostrare mi lasciano perplesso oltre che addolorato.

Si sa nulla della dinamica?
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Luke3 » 15 agosto 2014, 19:53

Valerio Ricciardi ha scritto:Mi dispiace molto.

Ma se mi riesce di comprendere incidenti derivanti da sboronate di pilotini della domenica convinti di poter fare con un ultraleggero quel che vedono da Svetlana Kapanina o Peter Besenyei coi SU-31 o gli Extra 300, o durante lunghi trasferimenti di velivoli di Ag effettuati da imprenditori brianzoli più danarosi che esperti attraverso gli Appennini in condizioni di visibilità discutibile e malgrado un meteo estremamente sfavorevole, eventi che coinvolgano piloti esperti e navigati che verosimilmente nulla pensavano di dover dimostrare mi lasciano perplesso oltre che addolorato.

Si sa nulla della dinamica?
Non ho avuto modo di conoscere molto bene Paolo, ma dall'impressione che ho avuto incontrandolo occasionalmente e dalle persone che frequentava (la mia prima istruttrice tra gli altri), posso dire che non era assolutamente il tipo da fare quelle cose. Sono d'accordo con te in linea di principio, ma non credo che il tuo ragionamento si possa applicare in questo caso, mi e' sempre sembrato un pilota con la testa sulle spalle che usava la sua grande esperienza nel modo migliore.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4766
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Valerio Ricciardi » 16 agosto 2014, 12:19

Luke3 ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:Mi dispiace molto.
Ma se mi riesce di comprendere incidenti derivanti da sboronate di pilotini della domenica convinti di poter fare con un ultraleggero quel che vedono da Svetlana Kapanina o Peter Besenyei coi SU-31 o gli Extra 300, o durante lunghi trasferimenti di velivoli di Ag effettuati da imprenditori brianzoli più danarosi che esperti attraverso gli Appennini in condizioni di visibilità discutibile e malgrado un meteo estremamente sfavorevole, eventi che coinvolgano piloti esperti e navigati che verosimilmente nulla pensavano di dover dimostrare mi lasciano perplesso (...)
Sono d'accordo con te in linea di principio, ma non credo che il tuo ragionamento si possa applicare in questo caso, mi e' sempre sembrato un pilota con la testa sulle spalle che usava la sua grande esperienza nel modo migliore.
E infatti io non lo avevo, con ogni evidenza linguistica, ipotizzato, da qui la mia perplessità.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da aetio57 » 16 agosto 2014, 17:04

Valerio Ricciardi ha scritto:Ma se mi riesce di comprendere incidenti derivanti da sboronate di pilotini della domenica convinti di poter fare con un ultraleggero quel che vedono da Svetlana Kapanina o Peter Besenyei coi SU-31 o gli Extra 300, o durante lunghi trasferimenti di velivoli di Ag effettuati da imprenditori brianzoli più danarosi che esperti attraverso gli Appennini in condizioni di visibilità discutibile e malgrado un meteo estremamente sfavorevole
vorrei precisare due cose, se non altro ad onor del vero:
-i pilotini della domenica sboroni convinti di poter fare con un ultraleggero quel che vedono da Svetlana Kapanina o Peter Besenyei coi SU-31 o gli Extra 300 sono assai, ma assai pochi. Più che altro i pilotini della domenica (quelli non sboroni) vengono fregati dalla scarsa consapevolezza della variazione della velocità di stallo in virata, durante le fasi di decollo e di avvicinamento/atterraggio.
-gli imprenditori brianzoli più danarosi che esperti attraverso gli Appennini in condizioni di visibilità discutibile e malgrado un meteo estremamente sfavorevole sono anch'essi assai pochi; usano spesso il loro aereo per trasferimenti di lavoro e hanno al loro attivo parecchie ore di volo.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4766
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Valerio Ricciardi » 17 agosto 2014, 11:50

Lo so che per fortuna non sono certo la maggioranza, solo che gli "aeroplanetti" son davvero tanti. E siccome fa sempre più rumore un ultraleggero che cade di un rotax che ronza regolare (parafrasando il vecchio proverbio) il ritmo di - a momenti, temo di non andar roppo lontano dal vero - una media di un ULM a settimana che si schianta (con picchi stagionali) non giova all'immagine del volo amatoriale.

Resta il fatto che ogni tanto si fa male anche chi non è né sborone, né inesperto, né inavveduto, né incapace di dar la giusta importanza al meteo, e in quei casi il fatto che nel settore ULM non sia sistematica un'inchiesta accurata sulle cause di un disastro non mi fa minimamente piacere.

Sin qui, in generale, mi son venuti più volte dubbi sulla qualità strutturale di alcuni mezzi, meno dubbi (nella mia sostanziale ignoranza) ho sul fatto che i limiti di 1000 ft nei festivi e 500 ft nei feriali siano veramente, veramente inadeguati per lasciare dei decorosi margini di recupero in caso di guai.
A 500 ft solo la quota che si perde mentre si sta rapidamente decidendo il da farsi può essere esiziale.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4766
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da Valerio Ricciardi » 17 agosto 2014, 11:53

aetio57 ha scritto: Più che altro i pilotini della domenica (quelli non sboroni) vengono fregati dalla scarsa consapevolezza della variazione della velocità di stallo in virata, durante le fasi di decollo e di avvicinamento/atterraggio.
E questo direi che può essere considerato un GRAVE un problema di formazione, "subito" dal pilotino.

Ma un ex colonnello dell'AMI ed ex pilota Aitalia poteva mancare di tutto, men che di formazione, esperienza e saggezza operativa conseguenziale: che accidenti è successo a quel poveretto?
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da aetio57 » 17 agosto 2014, 20:57

Valerio Ricciardi ha scritto:
aetio57 ha scritto: Più che altro i pilotini della domenica (quelli non sboroni) vengono fregati dalla scarsa consapevolezza della variazione della velocità di stallo in virata, durante le fasi di decollo e di avvicinamento/atterraggio.
E questo direi che può essere considerato un GRAVE un problema di formazione, "subito" dal pilotino.

Ma un ex colonnello dell'AMI ed ex pilota Aitalia poteva mancare di tutto, men che di formazione, esperienza e saggezza operativa conseguenziale: che accidenti è successo a quel poveretto?
più che un problema di formazione, secondo me è un problema di mancanza di consapevolezza di come un aereo che con ali livellate stalla a xkts in virata stalli a velocità ben maggiore se l'inclinazione alare supera certi gradi.
So di essere uno che spesso esagera in fatto di sicurezza, ma sono fermamente convinto che una PPL dovrebbe di fatto essere seguita da un'abilitazione all'acrobatico: lì sì che ci si rende bene conto di cosa significa, e come di conseguenza si comporta l'aereo!!
Per quanto riguarda i piloti sicuramente esperti che hai citato, beh... pilotare un piccoletto è totalmente diverso che pilotare un caccia o un aereo di linea, e l'esperienza acquisita in ambito professionale molto più spesso di quanto si pensi "tradisce" in maniera inesorabile...
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5863
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da sigmet » 18 agosto 2014, 1:10

aetio57 ha scritto: Per quanto riguarda i piloti sicuramente esperti che hai citato, beh... pilotare un piccoletto è totalmente diverso che pilotare un caccia o un aereo di linea, e l'esperienza acquisita in ambito professionale molto più spesso di quanto si pensi "tradisce" in maniera inesorabile...
Ezio purtroppo questa e' una credenza molto in voga nell'ambito amatoriale ma non e' cosi. Gli aerei volano tutti per le stesse leggi dall F 104 al P 92. Il pilota professionista ha una consapevolezza che il pilota dilettate non ha poiché per anni si e' addestrato,facendosi il c**o ed ha fatto esperienza sulla sua pelle fino ad acquisire quella famosa "mentalita' aeronautica" che lo distingue.Frutto di questa mentalita' e' quello di avvicinarsi ad ogni macchina con il dovuto rispetto.Se pensa di salire sul firefox e farci i looping al secondo volo NON e' un professionista. Cosi' come in ogni campo ogni professionista in genere ha competenze migliori rispetto ad un dilettante. Proprio in questi giorni un mio collega ha avuto una perdita di potenza in decollo con un Sierra ed ha eseguito un emergenza da manuale gestita con incredibile freddezza e notevole abilita' di pilotaggio! La sua esperienza difficilmente lo portera' a fare cose diverse a quelle che faceva col G 91 o con l A 320. Ma puo' succedere anche a lui di sbagliare e non certo perché si dimentica cos'e' la velocita' di stallo o perché pensa di avere l'AB sul P 300. L'errore e' insito nell'uomo, professionisti compresi e l'errore in aviazione , sportiva o professionale, spesso si paga e caro! Di tutti gli incidenti accaduti a colleghi non sono a conoscenza di eventi dovuti a complacency o a sovrastima delle prestazioni.
Nel caso di Paolo ancora non abbiamo elementi per sapere cosa sia successo. L'unica cosa certa e' che il magistrato non ha dato il consenso per i funerali ritenendo necessario un supplememto autoptico.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da aetio57 » 18 agosto 2014, 14:18

sigmet ha scritto:
aetio57 ha scritto: Per quanto riguarda i piloti sicuramente esperti che hai citato, beh... pilotare un piccoletto è totalmente diverso che pilotare un caccia o un aereo di linea, e l'esperienza acquisita in ambito professionale molto più spesso di quanto si pensi "tradisce" in maniera inesorabile...
Ezio purtroppo questa e' una credenza molto in voga nell'ambito amatoriale ma non e' cosi. Gli aerei volano tutti per le stesse leggi dall F 104 al P 92. Il pilota professionista ha una consapevolezza che il pilota dilettate non ha poiché per anni si e' addestrato,facendosi il c**o ed ha fatto esperienza sulla sua pelle fino ad acquisire quella famosa "mentalita' aeronautica" che lo distingue.Frutto di questa mentalita' e' quello di avvicinarsi ad ogni macchina con il dovuto rispetto.Se pensa di salire sul firefox e farci i looping al secondo volo NON e' un professionista. Cosi' come in ogni campo ogni professionista in genere ha competenze migliori rispetto ad un dilettante. Proprio in questi giorni un mio collega ha avuto una perdita di potenza in decollo con un Sierra ed ha eseguito un emergenza da manuale gestita con incredibile freddezza e notevole abilita' di pilotaggio! La sua esperienza difficilmente lo portera' a fare cose diverse a quelle che faceva col G 91 o con l A 320. Ma puo' succedere anche a lui di sbagliare e non certo perché si dimentica cos'e' la velocita' di stallo o perché pensa di avere l'AB sul P 300. L'errore e' insito nell'uomo, professionisti compresi e l'errore in aviazione , sportiva o professionale, spesso si paga e caro! Di tutti gli incidenti accaduti a colleghi non sono a conoscenza di eventi dovuti a complacency o a sovrastima delle prestazioni.
Nel caso di Paolo ancora non abbiamo elementi per sapere cosa sia successo. L'unica cosa certa e' che il magistrato non ha dato il consenso per i funerali ritenendo necessario un supplememto autoptico.
le tue precisazioni mi trovano d'accordo in tutto... non intendevo dire quello, forse mi sono espresso male.
L'errore e' insito nell'uomo, professionisti compresi e l'errore in aviazione , sportiva o professionale, spesso si paga e caro!
infatti; ciò che mi rimane incomprensibile è come a volte piloti esperti e professionisti possano commettere "candidamente" errori grossolani... prendo ad esempio QUESTO, il pilota non era certo un pilotino della domenica, ma l'errore-fatale- che ha commesso è al 100% da pilotino della domenica.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5863
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da sigmet » 18 agosto 2014, 18:06

aetio57 ha scritto: ...a volte piloti esperti e professionisti possano commettere "candidamente" errori grossolani... prendo ad esempio QUESTO, il pilota non era certo un pilotino della domenica, ma l'errore-fatale- che ha commesso è al 100% da pilotino della domenica.
Qui dovremmo parlare piu' di violazione che di errore grossolano. Se il secondo e' comprensibile ,la prima e' intollerabile anche e soprattutto per un professionista. Ti posso solo dire che questo era un incidente annunciato.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da aetio57 » 18 agosto 2014, 21:08

sigmet ha scritto:
aetio57 ha scritto: ...a volte piloti esperti e professionisti possano commettere "candidamente" errori grossolani... prendo ad esempio QUESTO, il pilota non era certo un pilotino della domenica, ma l'errore-fatale- che ha commesso è al 100% da pilotino della domenica.
Qui dovremmo parlare piu' di violazione che di errore grossolano. Se il secondo e' comprensibile ,la prima e' intollerabile anche e soprattutto per un professionista. Ti posso solo dire che questo era un incidente annunciato.
quoto. E aggiungo che purtroppo di "incidenti annunciati" ve ne sono parecchi, in cui ai comandi c'erano dei piloti professionisti.
Voglio precisare, scanso equivoci e per chiudere l'OT, che quanto ho scritto sopra ovviamente non ha nulla a che vedere con l'incidente di Nettuno in cui purtrppo Paolo ha perso la vita. Sono molto interessato agli sviluppi dell'inchiesta per capire cosa abbia potuto causare la tragedia... :(
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5863
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da sigmet » 18 agosto 2014, 21:35

Le indagini sono state affidate alla GdF. A me sembra un po strano... :roll:
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Ultraleggero a Nettuno

Messaggio da aetio57 » 19 agosto 2014, 10:48

sigmet ha scritto:Le indagini sono state affidate alla GdF. A me sembra un po strano... :roll:
incredibile... :shock:
Anche a me sembra alquanto strano...!! :roll:
Mi piacerebbe tanto sapere CHI (nome,cognome, qualifica, grado, etc.) ha deciso così e PERCHE' ha deciso così. E perché il responsabile (nome,cognome, qualifica, grado, etc.) dell' Ente preposto a queste indagini NON è intervenuto. Mah... :shock:
Ormai ho capito come gira in questo Paese strampalato: nulla di più facile ed ovvio che magari hanno deciso così perché erano TUTTI in ferie, come recita la celebre canzone "a mostrar le chiappe chiare"... :x
Con tutta la stima che ho per la GdF, ma credo che in indagini di questo tipo non siano proprio... ferrati!!
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Rispondi