Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4990
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Valerio Ricciardi » 23 agosto 2015, 19:00

...tranquilli, adesso arriva FAS con la matita rossa e blu e ci cazzia a tutti in ogni caso... :lol:

non ho scritto pitch perché quando posso non ricorrere SEMPRE ad anglesismi (in un contesto amichevole di un forum e non in fonia con la torre la cosa non è esiziale) son culturalmente più contento...

...quale rubbish management operator... netturbino :roll:
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
M.Andrea
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 25
Iscritto il: 25 aprile 2015, 8:22
Località: Trieste

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da M.Andrea » 23 agosto 2015, 19:51

Salve, impressionante davvero, grande solidarietà con le vittime e i loro famigliari.
Però una domanda... perché queste manovre "critiche" fatte con una carretta che ha più anni che rivetti non vengono fatte, 1 ad una quota rigorosamente in sicurezza e in accordo con le autorità del volo ecc. e 2 magari almeno in asse con la pista dato che un pò di spazio ci dovrebbe essere per recuperare qualcosa e non finire fra gli alberi fra le case e sopra un autostrada che mi sembrava ben affollata di automobili.
Nella mia regione (FVG) quando le Frecce tricolore si esibiscono lo fanno sul mare e con il traffico marittimo completamente interdetto.....(purtroppo abbiamo imparato a nostre spese a Ramstein :cry: :cry: )
"Nessuno mai costruirà un aereo più grande di questo"
Autore: un ingegnere della Boeing, dopo il primo volo del Boeing 247, un bimotore capace di portare dieci persone.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 23 agosto 2015, 19:56

M.Andrea ha scritto:Salve, impressionante davvero, grande solidarietà con le vittime e i loro famigliari.
Però una domanda... perché queste manovre "critiche" fatte con una carretta che ha più anni che rivetti non vengono fatte, 1 ad una quota rigorosamente in sicurezza e in accordo con le autorità del volo ecc. e 2 magari almeno in asse con la pista dato che un pò di spazio ci dovrebbe essere per recuperare qualcosa e non finire fra gli alberi fra le case e sopra un autostrada che mi sembrava ben affollata di automobili.
Nella mia regione (FVG) quando le Frecce tricolore si esibiscono lo fanno sul mare e con il traffico marittimo completamente interdetto.....(purtroppo abbiamo imparato a nostre spese a Ramstein :cry: :cry: )
A Ramstein si esibirono sulla pista di uno dei più grandi aeroporti d'Europa... e ci furono 75 morti se ben ricordo...

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 23 agosto 2015, 21:27

Comunque, per me, questa era la vera PAN! :D

https://youtu.be/eYkAOq5ZKaI

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12268
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da AirGek » 23 agosto 2015, 21:39

Lampo 13 ha scritto:
aetio57 ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:
aetio57 ha scritto:
Valerio Ricciardi ha scritto:Nelle ultime tre, rimesse nell'ordine giusto, l'angolo di attacco aumenta come in un estremo tentativo di richiamata, cosa che se come penso si fosse verificata in un incipiente stallo non poteva che aggravare la situazione.
angolo di attacco? :roll:
Pitch dell'asse longitudinale va meglio?
forse intendi "angolo di incidenza"...?
Ecco un LINK interessante (pag.4)
Che pignoletti! Lo vedete che il mio "patate e cipolle" a volte è meglio?

Inglese: Angle of Attack - Italiano: Angolo di incidenza
Inglese: Angle of Incidence - Italiano: Angolo di calettamento

Nell'uso comune tra Piloti in italiano si parla di Angolo di Attacco intendendo l'Angolo d'Incidenza.
Parlate di alfa e non sbagliate :bigsmurf:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6087
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da sigmet » 23 agosto 2015, 23:39

M.Andrea ha scritto: Salve, impressionante davvero, grande solidarietà con le vittime e i loro famigliari.
Però una domanda... perché queste manovre "critiche" fatte con una carretta che ha più anni che rivetti non vengono fatte, 1 ad una quota rigorosamente in sicurezza e in accordo con le autorità del volo ecc. e 2 magari almeno in asse con la pista dato che un pò di spazio ci dovrebbe essere per recuperare qualcosa e non finire fra gli alberi fra le case e sopra un autostrada che mi sembrava ben affollata di automobili.
Nella mia regione (FVG) quando le Frecce tricolore si esibiscono lo fanno sul mare e con il traffico marittimo completamente interdetto.....(purtroppo abbiamo imparato a nostre spese a Ramstein :cry: :cry: )


Le regole ci sono ma vanno rispettate. Gli inglesi da questo punto di vista sono stati sempre attenti almeno sulla carta e gran parte del materiale inerente la regolamentazione delle manifestazioni deriva dalla CAA.
Io ho fatto qualche manifestazione con direttori abbastanza attenti ma c'erano alcuni gate che io mi mettevo da solo grazie anche ai consigli di alcuni miei amici dimostratori della Sperimentale. Uno di questi era proprio la quota e i controlli di inizio e fine manovra. Se iniziavo una manovra che assorbiva parecchia energia (roll, lomcevak, etc) o un semplice looping controllavo la quota di ingresso . Se non avevo quota e/o velocita' abortivo. Lo stesso al top delle figure : 100ft in meno o 10 kts in difetto livellavo le ali e mi facevo un altro giro.Lo stesso se all'uscita di una verticale hai 100 ft in meno togli un giro di tonneau.I check vanno fatti ance durante lo svolgimento della manovra per avere un idea di come stai utilizzando l'energia.
Ma anche la sequenza e' importante: dopo un frullino non puoi fare una manovra verticale in discesa perche' l'altimetro potrebbe non essere attendibile. Dopo manovre ad alta energia evitare un knife edge o una vite. Per il raggio di virata il mio conto era semplice : IAS²/ 10 x G. Per lo spazio longitudinale basta sapere quanti metri fai al secondo Un tonneau lento a 250 kts ti prende 10 secondi e 1500 mt Con il jet questa precauzione e' indispensabile ma anche se avevo un un CAP 10 o un PA 18 una botta di conti me la facevo sempre. .
E prima di iniziare un display e' bene farsi un bel giro (magari con 10 secondi a testa in giu' per controllare i loose items) per essere sicuri che la display line sia libera , per ripassarsi ancora una volta la sequenza e concentrarsi e per vedere quello che c'e' intorno. Un bel pezzo di carta con le figure fissato bene sul cockpit che devi pero aver stampato bene prima nella mente.
E poi mai wing over, barrell roll, stalli e manovre del genere a bassa quota!
Durante le prove poi mi prendevo dei riferimenti a terra e li aumentavo di un 10% per eventuale vento od errori in maniera di avere sempre presente il box.Una virata per rientrare puo' portarti via energia preziosa, mai fare virate piu' strette di quanto previsto!
Per finire niente alcol , dormi la notte prima , poco cibo e salute a posto.E se le tue capcita' ti permettono un 100% per il display fermati al 70.
Importante: stai dimostrando l'aereo e non te stesso!!!
Grazie a queste poche regole grandi problemi non ne ho mai avuti.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4990
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Valerio Ricciardi » 24 agosto 2015, 9:08

sigmet ha scritto: Importante: stai dimostrando l'aereo e non te stesso!!!
Sfrondo del dato tecnico SOLO perché trovo queste poche parole la cosa più durevolmente apprezzabile di tutto il post. Se ci si convincesse davvero di questo, ad un livello quasi - se non francamente - subliminale porsi dei limiti un po' più razionali conservativi senza esagerare sempre col tiro della corda non porrebbe il pilota in conflitto con la consapevolezza dell'efficienza delle proprie gonadi.

Ogni eventuale "limite da non superare" sarebbe ascritto in qualche modo a chi è lontano ed ignaro del contesto, il team dei progettisti e il costruttore del velivolo, e non sottilmente vissuto come ammessa diminutio delle proprie capacità.
Se penso sempre come paletto ai limiti di inviluppo del mezzo, e non alle mie capacità l'aereo pur restando mia estensione cessa di costituire testicolo integrativo, come invece spesso accade a quei motociclisti che cercano il loro limite sino a puntualmente trovarlo (UNA volta).

Credo che parecchi incidenti in manifestazioni "nostrane" abbiano avuto a livello di HF componenti di ricerca di autogratificazione del maschio ardimento di questa natura, che di norma dai e dai ti fa pagare pegno.

Ricorda la barzellettina cretina del bambino in bicicletta
"guarda mamma, senza mani!" :)
(ripassa)
"guarda mamma, senza mani e con le gambe aperte!!!" :D
....
"guadda mmammma, fenfa tenti... :( "
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

taglio
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 21 gennaio 2008, 11:45

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da taglio » 24 agosto 2015, 12:00

Domanda sulla normativa

- io decollo dal mio aeroporto col mio Pitts special , posso esibirmi/addestrarmi dove voglio (ovvio non sopra centri abitati) infastidendo chiunque ?? O devo comunicare un box di allenamento?

- per eseguire inviluppi di volo cosi particolari è prevista una particolare abilitazione o basta avere un PPL normalissimo in cui dubito ci sia formazione per tali pratica.

Se la risposta è NO ad entrambi i quesiti c'è un buco normativo pazzesco.

Poi il rischio del "esaltazone da display" ci sarà sempre , ad esempio in autodromo il ischio incidente aumenta esponenzialmente se a bordo vi è un passeggero , i quanto è nell'istinto umano voler impressionare il pubblico.

Ma se hai adeuato addestramento riesci a valutare correttamente i limiti... diversamente accadono tragedie.

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1202
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da aetio57 » 24 agosto 2015, 13:12

taglio ha scritto:
- io decollo dal mio aeroporto col mio Pitts special , posso esibirmi/addestrarmi dove voglio (ovvio non sopra centri abitati) infastidendo chiunque ?? O devo comunicare un box di allenamento?

- per eseguire inviluppi di volo cosi particolari è prevista una particolare abilitazione o basta avere un PPL normalissimo in cui dubito ci sia formazione per tali pratica.

Se la risposta è NO ad entrambi i quesiti c'è un buco normativo pazzesco.
le risposte, ovvie, sono SI

se per assurdo fossero state NO, di gente a zonzo con un Pitts non ce ne sarebbe comunque: al primo volo sarebbero già in mille pezzi, loro e purtroppo anche il loro Pitts...
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10852
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da richelieu » 24 agosto 2015, 13:59

:(
"To give people a sense of scale and also the number of people we are trying to work with in terms of the movements of their loved ones, then I would be really surprised if it would be more than 20."
Fonte ..... "Shoreham airshow crash death toll 'could rise to 20', police say" .....
http://www.standard.co.uk/news/uk/shore ... 19511.html
.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 24 agosto 2015, 14:59

Un paio di foto di formazioni, quella da sedici non è perfetta, il Loop in quattro è fatto ad una quota anche esagerata, ma c'erano allievi a pilotare...
Allegati
G91T 10.jpg
G91T 05.jpg

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1202
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da aetio57 » 24 agosto 2015, 17:54

sigmet ha scritto: (omissis)
Se iniziavo una manovra che assorbiva parecchia energia (roll, lomcevak, etc) o un semplice looping controllavo la quota di ingresso . Se non avevo quota e/o velocita' abortivo. Lo stesso al top delle figure : 100ft in meno o 10 kts in difetto livellavo le ali e mi facevo un altro giro.Lo stesso se all'uscita di una verticale hai 100 ft in meno togli un giro di tonneau.I check vanno fatti ance durante lo svolgimento della manovra per avere un idea di come stai utilizzando l'energia.
Ma anche la sequenza e' importante: dopo un frullino non puoi fare una manovra verticale in discesa perche' l'altimetro potrebbe non essere attendibile. Dopo manovre ad alta energia evitare un knife edge o una vite. Per il raggio di virata il mio conto era semplice : IAS²/ 10 x G. Per lo spazio longitudinale basta sapere quanti metri fai al secondo Un tonneau lento a 250 kts ti prende 10 secondi e 1500 mt Con il jet questa precauzione e' indispensabile ma anche se avevo un un CAP 10 o un PA 18 una botta di conti me la facevo sempre. .
(omissis)
Oddio, scritta così mi sembra da "TAAKK!!... "TAAKK!!... "TAAKK!!... :mrgreen:
Questa è la teoria, poi certamente sai meglio di me che quando hai le kiappe sul mezzo e fai materialmente le manovre la "resa" del pilota è poco più del 50%... poi a rovinare il tutto possono esserci imprevisti del momento che deconcentrano non poco (chiamate radio delk -A- zzo proprio nel bel mezzo della manovra.. fank come le odio, ma ci sono anche quelle etc.- mai capitato un uccellazzo?? che skecca!!)

Diciamo che se un buon pilota acrobatico riesce a NON farsi prendere dalla tentazione di eseguire le manovre al di sotto di una "ragionevole" quota di sicurezza (3000 ft??)*, è già sulla buona strada. E' come se avesse a disposizione un secondo paracadute :wink:
Poi certo, esistono situazioni (es. la vite piatta, magari rovescia... involontaria) che a volte fregano in pieno.

(*) per velivoli tipo CAP10, Extra300 etc.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10852
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da richelieu » 24 agosto 2015, 20:43

Giro di vite .....

"UK CAA announces display restrictions following Hunter crash" .....
http://www.flightglobal.com/news/articl ... er-416007/

UK CAA ..... "CAA announces restrictions on UK airshows" .....
http://www.caa.co.uk/application.aspx?c ... l&nid=2479

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6087
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da sigmet » 24 agosto 2015, 22:05

aetio57 ha scritto: Diciamo che se un buon pilota acrobatico riesce a NON farsi prendere dalla tentazione di eseguire le manovre al di sotto di una "ragionevole" quota di sicurezza (3000 ft??)*, è già sulla buona strada..
Secondo me Ezio essere un pilota "acrobatico" e' relativo,puoi farti male lo stesso anche se hai 10.000 ore di volo e fai una semplice virata accentuata. Il discorso e' sempre quello: l'errore e' in agguato anche per il piu' bravo dei display pilot, e' un uomo anche lui. L'unica maniera per difendersi e' quella di considerare i margini che sono quelli che ti salvano le chiappe. E piu' e' complesso il programma piu' margini devi metterti tra te e il pericolo.Quella guideline che ho suggerito altro non e' che una riflessione sulla gestione degli errori e delle minacce.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 24 agosto 2015, 22:10

aetio57 ha scritto:
sigmet ha scritto: (omissis)
Se iniziavo una manovra che assorbiva parecchia energia (roll, lomcevak, etc) o un semplice looping controllavo la quota di ingresso . Se non avevo quota e/o velocita' abortivo. Lo stesso al top delle figure : 100ft in meno o 10 kts in difetto livellavo le ali e mi facevo un altro giro.Lo stesso se all'uscita di una verticale hai 100 ft in meno togli un giro di tonneau.I check vanno fatti ance durante lo svolgimento della manovra per avere un idea di come stai utilizzando l'energia.
Ma anche la sequenza e' importante: dopo un frullino non puoi fare una manovra verticale in discesa perche' l'altimetro potrebbe non essere attendibile. Dopo manovre ad alta energia evitare un knife edge o una vite. Per il raggio di virata il mio conto era semplice : IAS²/ 10 x G. Per lo spazio longitudinale basta sapere quanti metri fai al secondo Un tonneau lento a 250 kts ti prende 10 secondi e 1500 mt Con il jet questa precauzione e' indispensabile ma anche se avevo un un CAP 10 o un PA 18 una botta di conti me la facevo sempre. .
(omissis)
Oddio, scritta così mi sembra da "TAAKK!!... "TAAKK!!... "TAAKK!!... :mrgreen:
Questa è la teoria, poi certamente sai meglio di me che quando hai le kiappe sul mezzo e fai materialmente le manovre la "resa" del pilota è poco più del 50%... poi a rovinare il tutto possono esserci imprevisti del momento che deconcentrano non poco (chiamate radio delk -A- zzo proprio nel bel mezzo della manovra.. fank come le odio, ma ci sono anche quelle etc.- mai capitato un uccellazzo?? che skecca!!)

Diciamo che se un buon pilota acrobatico riesce a NON farsi prendere dalla tentazione di eseguire le manovre al di sotto di una "ragionevole" quota di sicurezza (3000 ft??)*, è già sulla buona strada. E' come se avesse a disposizione un secondo paracadute :wink:
Poi certo, esistono situazioni (es. la vite piatta, magari rovescia... involontaria) che a volte fregano in pieno.

(*) per velivoli tipo CAP10, Extra300 etc.
Hai presente come fanno gli sciatori di discesa libera prima della partenza?
Stanno li, con gli occhi chiusi muovendo il corpo e la testa per ripassare mentalmente la discesa che stanno per fare, perché se la rischiano...

taglio
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 108
Iscritto il: 21 gennaio 2008, 11:45

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da taglio » 24 agosto 2015, 22:14

aetio57 ha scritto:
taglio ha scritto:
- io decollo dal mio aeroporto col mio Pitts special , posso esibirmi/addestrarmi dove voglio (ovvio non sopra centri abitati) infastidendo chiunque ?? O devo comunicare un box di allenamento?

- per eseguire inviluppi di volo cosi particolari è prevista una particolare abilitazione o basta avere un PPL normalissimo in cui dubito ci sia formazione per tali pratica.

Se la risposta è NO ad entrambi i quesiti c'è un buco normativo pazzesco.
le risposte, ovvie, sono SI

se per assurdo fossero state NO, di gente a zonzo con un Pitts non ce ne sarebbe comunque: al primo volo sarebbero già in mille pezzi, loro e purtroppo anche il loro Pitts...
Grazie, tra l'altro nel frattempo ho trovato una raccomandazione ansv proprio sui voli acrobatici , abbastanza esaustiva (si rifà alla normativa inglese a esempio!) http://www.ansv.it/cgi-bin/ita/ANSV%20r ... 0aeree.pdf
e richiesta di controlli medici aggiuntivi per chi ha l'abilitazione al volo acrobatico
http://www.ansv.it/cgi-bin/ita/ANSV%20r ... batico.pdf

Ma ancora ho un dubbio, decollo il sabato per allenarmi dal mio aeroporto col mio extra , chi mi assegna un box in cui divertirmi? Sono io pilota a deciderlo o la torre/direttore d'aerodromo ?

Diciamo che per rumore intenso , "fastidio" a vedersi un aereo volteggiare sulla testa è una pratica abbastanza frustante per le popolazioni vicine al campo/box dirsivoglia.

Torniamo intopic vedremo dai report se il pilota era in possesso della corretta abilitazione modello/display , anche se trovo senza senso la mossa della Caa , si parla solo di vintagejet... quando l'aereo in questo caso centra poco dalle attuali evidenze.. poteva essere una strage anche con un hurricane..

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6087
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da sigmet » 24 agosto 2015, 22:58

taglio ha scritto:
Ma ancora ho un dubbio, decollo il sabato per allenarmi dal mio aeroporto col mio extra , chi mi assegna un box in cui divertirmi? Sono io pilota a deciderlo o la torre/direttore d'aerodromo ?
No , e' l'ENAV che assegna una zona . Al massimo puoi fare richiesta ma non e' facile avere una autorizzazione e comunque deve essere lontana dai principali aeroporti.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12268
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da AirGek » 24 agosto 2015, 23:36

On guard... :lol: :mrgreen:
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 24 agosto 2015, 23:57

AirGek ha scritto:On guard... :lol: :mrgreen:
Credo che si dica "En garde!" Francese. :)

MD82_Lover
FL 500
FL 500
Messaggi: 9556
Iscritto il: 15 novembre 2007, 18:11

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da MD82_Lover » 25 agosto 2015, 0:49

Lampo 13 ha scritto: Hai presente come fanno gli sciatori di discesa libera prima della partenza?
Stanno li, con gli occhi chiusi muovendo il corpo e la testa per ripassare mentalmente la discesa che stanno per fare, perché se la rischiano...
Non ho capito. Cosa volevi dire? Ci sono similitudini con il pilota acrobatico?

Avatar utente
AirGek
FL 500
FL 500
Messaggi: 12268
Iscritto il: 7 dicembre 2008, 12:02
Località: 12 o'clock opposite direction

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da AirGek » 25 agosto 2015, 9:17

Lampo 13 ha scritto:
AirGek ha scritto:On guard... :lol: :mrgreen:
Credo che si dica "En garde!" Francese. :)
Il senso ero "sulla" guardia e non "in" guardia.
Football, basketball, baseball, tennis, golf? No thanks, I fly. Why? Because all that stuff requires one ball only!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 25 agosto 2015, 10:35

MD82_Lover ha scritto:
Lampo 13 ha scritto: Hai presente come fanno gli sciatori di discesa libera prima della partenza?
Stanno li, con gli occhi chiusi muovendo il corpo e la testa per ripassare mentalmente la discesa che stanno per fare, perché se la rischiano...
Non ho capito. Cosa volevi dire? Ci sono similitudini con il pilota acrobatico?
Immagino che ognuno abbia un suo metodo personale, ma intendo dire che un programma acrobatico è come una coreografia, nulla si improvvisa, bisogna averle scolpita in mente nella sua sequenza con tutti i riferimenti, i parametri e le vie di fuga, altrimenti la faccenda si fa pericolosa.

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10852
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da richelieu » 25 agosto 2015, 10:52

Rivendicazione .....
The UK's record in protecting the safety of the public at air shows is impressive.
Despite more than a dozen major public displays every year, the Shoreham disaster is the first time in almost half a century that, at a British air show, spectators or people in the airfield vicinity have died as a result of an aircraft crash.
The most notorious incident was in 1952 (*) when a prototype of the De Havilland 110 fighter broke up in mid air at the Farnborough air show, the wreckage killing 29 spectators.
The resulting rules and guidelines for air display management developed by the UK Civil Aviation Authority over the years since then have been adopted worldwide as an example of best practice.
Since the Farnborough tragedy, three people on the ground died in an accident in 1958 and one in an incident 10 years later, but, since then, no bystanders are thought to have been killed at a UK air show.
Fonte ..... "OPINION: The UK's impressive air show safety record" .....
http://www.flightglobal.com/news/articl ... rd-416032/

(*) ..... The Farnborough tragedy .....
https://en.wikipedia.org/wiki/1952_Farn ... .110_crash
..... nel filmato si può notare anche, al decollo e in volo, il secondo prototipo (WB195) dello 'Hunter' .....
http://www.flightglobal.com/FlightPDFAr ... 202678.PDF
.

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da luigi_wilmo » 27 agosto 2015, 14:39

Andy Hill, il pilota, era pure proprietario di un RV8 ed attivo sul forum della Van's; mi dispiace moltissimo.

Avatar utente
robg
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 111
Iscritto il: 23 marzo 2009, 15:37
Località: venaria reale (to)

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da robg » 29 agosto 2015, 20:16

lieto di rileggerti, Luigi
Roberto

Non ho bisogno di sesso, ci pensa già la vita a fottermi ogni giorno!

Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 29 agosto 2015, 20:25

luigi_wilmo ha scritto:Andy Hill, il pilota, era pure proprietario di un RV8 ed attivo sul forum della Van's; mi dispiace moltissimo.
Nessun riferimento all'accaduto, ma poveraccio che nome sfigato, un mix tra Handy Capp e Benny Hill!
Allegati
Handy Capp.png
Handy Capp
Handy Capp.png (50.97 KiB) Visto 11205 volte
Benny Hill.jpg
Benny Hill
Benny Hill.jpg (6.54 KiB) Visto 11193 volte

luigi_wilmo
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 373
Iscritto il: 2 novembre 2013, 20:54

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da luigi_wilmo » 31 agosto 2015, 9:37

lieto di rileggerti, Luigi
Roberto
Tx, Roberto.
LWF

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9879
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da tartan » 31 agosto 2015, 14:07

L’acrobazia aerea è una attività pericolosa per se e per gli altri. Ora finché ci si limita al pericolo personale chissene frega, ma quando si pretende, in nome a volte addirittura di libertà di scelte di vita, di mettere a rischio la vita degli altri, non ci sto più.
Sarebbe bene ricordare che si può essere bravi quanto si vuole, ma come a volte si esce vivi solo per c**o e non per bravura, spesso la bravura non evita stragi di automobilisti innocentemente in fila su una strada che passava vicino ad un posto previsto per una manifestazione aerea.
Per concludere l'acrobazia aerea non dovrebbe essere considerata spettacolo, ma consenita solo ed esclusivamente per soddisfare le necessità biologiche di chi la pratica quindi lontanissimo da centri abitati o località frequentate da chi delle acrobazie se ne frega altamente.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

hv1260
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 6 maggio 2013, 12:06

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da hv1260 » 31 agosto 2015, 14:21

La discussione non è più strettamente tecnica, quindi mi permetto di aggiungere questo link: sempre di acrobazia fatale si tratta.

http://www.telegraaf.nl/buitenland/2443 ... how__.html

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9879
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da tartan » 31 agosto 2015, 14:27

Lo trovo un link pefetto. Quello si ammazza e non frega niente a nessuno!.
Naturalmente intendo dire che mentre quello evoluisce la gente mangia, ride e scherza e non giudica quanto sia bravo perché non è quello l'importante! Se poi si ammazza allora si può dire: io c'ero e questo è tutto!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4990
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Valerio Ricciardi » 2 settembre 2015, 14:56

Non è tanto vero che la gente se ne freghi: molti, dopo lo schianto (che si intuisce senza vederlo) si girano dall'altra parte, c'è chi si mette le mani in testa, una signora sembra piuttosto turbata veramente. Ma ciò non cambia.

Resta il fatto che l'organizzazione di queste esibizioni deve veramente essere realizzata perché l'elevato rischio, calcolato e consapevole, che si assume liberamente e scientemente il pilota non possa, se qualcosa va storto, coinvolgere anche spettatori che non son tenuti neppure ad avere la competenza tecnica per valutare da soli quanto rischiano di essere lesi o uccisi da un velivolo fuori controllo.

La coda della gaussiana esiste. Può ritrovarcisi prima o poi uno sborone presuntuoso che si esalta di fronte alla filosofia No Limits, così come il miglior pilota che si sta divertendo a sfiorare i suoi limiti.

In nessun caso è accettabile, neppure episodicamente, che ci vada di messo zia Agnese che portava i suoi nipotini a vedere gli aerei colorati che volano facendo il fumo. Non le si può chiedere di accettare consapevolmente qualcosa di cui ignora le basi. Va protetta dagli errori altrui, dai malfunzionamenti, dai possibili malori di un pilota giovane e baldo che il giorno prima risultava perfetto all'ultimo accuratissimo check, e dalla fatalità.

Come? Direi che è un problema geometrico, non filosofico.

Poi se il padre dei due bimbi ipoteticamente morti perché con quel modello di uscire da una vite piatta non se ne parla va sul campo di volo a cercare l'organizzatore con una mazza da baseball, ha ragione senza se e senza ma.
"The curve is flattening: we can start lifting restrictions now" = "The parachute has slowed our rate of descent: we can take it off now!"
Chesley Burnett "Sully" Sullenberger

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10852
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da richelieu » 4 settembre 2015, 18:14

The Hawker Hunter which was involved in a fatal air display accident in the UK on 22 August had no reported defects prior to taking off, and appears to have been performing as expected prior to the crash, the Air Accidents Investigation Branch (AAIB) says.
Releasing preliminary information about the accident in a Special Bulletin (*) on 4 September, the AAIB says that information recovered from two cameras installed inside the vintage jet’s cockpit indicate that “Throughout the flight, the aircraft appeared to be responding to the pilot’s control inputs.”
Fonte ..... "Vintage Hunter had 'no known defects' before Shoreham display" .....
https://www.flightglobal.com/news/artic ... ha-416428/

(*) ..... "AAIB Special Bulletin on Hawker Hunter T7, G-BXFI" .....
https://assets.digital.cabinet-office.g ... G-BXFI.pdf
.

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 16121
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da JT8D » 7 settembre 2015, 20:34

Quindi secondo lo Special Bulletin (di cui ripeto il link già inserito nel post sopra: https://assets.digital.cabinet-office.g ... G-BXFI.pdf), il pilota ha un totale di 14.249 ore di volo, di cui 40,25 sul tipo coinvolto nell'evento (9,7 negli ultimi 90 giorni e 2,1 negli ultimi 28 giurni sul tipo). Il pilota ha volato rovescio per una parte dell'avvicinamento per accertarsi che non ci fossero oggetti liberi in cockpit prima del display, a 800 ft ha raddrizzato il velivolo ed è sceso a 100 ft per il primo passaggio. E' salito a 1600 ft, ha effettuato una John Derry ed è ripassato sulla display line a 200ft. E' risalito fino a raggiungere 2600 ft con una velocità di 100 kts alla sommità della manovra, si è raddrizzato durante la discesa, ha aumentato la velocità ma non è riuscito a raggiungere il volo livellato.

A chi si intende più di me di volo acrobatico, come commentate questi numeri ?

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano".


Avatar utente
Lampo 13
FL 500
FL 500
Messaggi: 7120
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da Lampo 13 » 7 settembre 2015, 21:27

JT8D ha scritto:Quindi secondo lo Special Bulletin (di cui ripeto il link già inserito nel post sopra: https://assets.digital.cabinet-office.g ... G-BXFI.pdf), il pilota ha un totale di 14.249 ore di volo, di cui 40,25 sul tipo coinvolto nell'evento (9,7 negli ultimi 90 giorni e 2,1 negli ultimi 28 giurni sul tipo). Il pilota ha volato rovescio per una parte dell'avvicinamento per accertarsi che non ci fossero oggetti liberi in cockpit prima del display, a 800 ft ha raddrizzato il velivolo ed è sceso a 100 ft per il primo passaggio. E' salito a 1600 ft, ha effettuato una John Derry ed è ripassato sulla display line a 200ft. E' risalito fino a raggiungere 2600 ft con una velocità di 100 kts alla sommità della manovra, si è raddrizzato durante la discesa, ha aumentato la velocità ma non è riuscito a raggiungere il volo livellato.

A chi si intende più di me di volo acrobatico, come commentate questi numeri ?

Paolo
Io ovviamente non conosco quel tipo di aereo, diciamo che sia assimilabile a G91.
2.600 ft al top con ancora 100kts non sono pochi.
Dipende da come vuoi chiudere la manovra, se fai il classico "ricciolo" in cima poi hai tutto il tempo per l'uscita,
se lo vuoi chiudere rotondo devi farlo andare giù senza chiudere subito, ed allora la quota te la mangi.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 6087
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Shoreham (Brighton, UK) precipita jet durante airshow

Messaggio da sigmet » 7 settembre 2015, 22:03

JT8D ha scritto: A chi si intende più di me di volo acrobatico, come commentate questi numeri ?

Paolo
Non ho i diagrammi di manovra dell'Hunter ne il manuale ma a a me sembrano pochi . Ad esempio per il MB 339 si considerano 3000 ft e a naso il macchino e' piu' manovrabile dell'Hunter.
Inoltre se non ricordo male la CAA richiede per i display almeno 500 ft di ground clerance come entry height per qualsiasi manovra acrobatica .
Sarebbe interessante sapere anche la velocita' di ingresso del looping che dovrebbe essere di 425 Kts.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Rispondi