Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Tiennetti » 9 novembre 2015, 20:14

tartan ha scritto:
N176CM ha scritto:
tartan ha scritto: 3) Chi non conosce quella lingua dell'etichetta postata più sopra, come fa a riconoscere a cosa si riferiscono le figurine tanto belline?
Giusto per una migliore comprensione, le figurine più in alto rappresentano articoli che non sono consentiti né in cabina né in stiva, mentre le altre rappresentano articoli che sono consentiti solamente in cabina.
Intanto ti ringrazio per la precisazione, però mi piacerebbe anche sapere da chi sono vietati o consentiti. Ad esempio, i ferri di cavallo, perché sono vietati?
Dovrebbe rappresentare una calamita :lol:
David

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da FAS » 9 novembre 2015, 20:20

Si! Materiali con elevate proprieta' magnetiche

@tartan
Trovi tutto facendo riferimento a:
IATA Dangerous Goods Regulations
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da tartan » 10 novembre 2015, 12:10

@ Tiennetti. Grazie per il dovrebbe che, con il mio commento, ho voluto sollecitare. :D
@ FAS. Grazie anche a te. I dangerous goods sono un argomento importante nel trasporto aereo con corsi appositi e documentazione appropriata. E' per questo che mi chiedo fino a quale limite della spiaggia si avvicina l'onda delle informazioni e la chiarezza e, soprattutto, dei controlli prima che venga assorbita dalla spiaggia asciutta.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sochmer
FL 500
FL 500
Messaggi: 5435
Iscritto il: 27 gennaio 2009, 17:31

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da sochmer » 10 novembre 2015, 12:59

SuperMau ha scritto:A questo vorrei aggiungere i fire estinguisher dei motori....poco piu' piccoli di un pallone da calcio, caricati a piu' di 300 bar, sono stati causa di parecchi incidenti negli stati uniti, (fortunatamente solo negli shop di manutenzione e mai in volo
Difatti, in FAL, c'è il divieto assoluto di collegare le bombole all'impianto elettrico prima che l'elicottero o l'aereo passi ai test in volo...
anche una minima scarica elettrica può causare la scarica delle bombole... (già successo dove lavoro)

Avatar utente
SuperMau
FL 450
FL 450
Messaggi: 4630
Iscritto il: 13 agosto 2009, 10:19
Località: Polderbaan, sempre dritto, semaforo, la seconda a destra....

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da SuperMau » 10 novembre 2015, 13:15

sochmer ha scritto:
SuperMau ha scritto:A questo vorrei aggiungere i fire estinguisher dei motori....poco piu' piccoli di un pallone da calcio, caricati a piu' di 300 bar, sono stati causa di parecchi incidenti negli stati uniti, (fortunatamente solo negli shop di manutenzione e mai in volo
Difatti, in FAL, c'è il divieto assoluto di collegare le bombole all'impianto elettrico prima che l'elicottero o l'aereo passi ai test in volo...
anche una minima scarica elettrica può causare la scarica delle bombole... (già successo dove lavoro)
Ottima info Soch! Grazie per la testimonianza !
Be'....sono andato un po' in giro...
Immagine

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6680
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Lampo 13 » 10 novembre 2015, 14:08

Valerio Ricciardi ha scritto:
tartan ha scritto: A parte quelle aerolinee che richiedono che manchino i tappi, come si controlla che siano sempre vuote? E chi verifica che quelli che caricano verifichino che effettivamente lo siano? E quale metodo viene usato?
Ecco, questo è un ragionamento che può lasciar margine all'ipotesi "ordigno dissimulato in una bombola".

In effetti, a differenza di una valigia o di uno zaino o un pacco, la bombola appare come un oggetto piuttosto monolitico che non suggerisce l'idea di aprirlo per verificarne il contenuto.
Perciò in effetti in un contesto assai raffazzonato di gestione della sicurezza (io le volte che son stato in Egitto ho visto cose che voi umani..) purtroppo la bombola da sub, probabilmente non frequente ma neppure irragionevole in un posto in cui la gente va a fare immersioni, come idea non sarebbe stata tanto male.
Non sono un esperto di bombe :D ma non so cosa farebbe una bomba in un contenitore tanto robusto quanto una bombola da sub, sopportano centinaia di ricariche a 220 bar, discese a 3/4 atmosfere e risalite... ci vorrebbe una bella carica! In una situazione poco controllata è molto più facile immaginare un bagagliere che piazza una bombetta nel posto dove gli è stato detto... Comunque io preferisco pensare ad un attentato che ad un incidente, gli attentati possono accadere anche durante una maratona, un incidente mette in discussione il volo.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4687
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Valerio Ricciardi » 10 novembre 2015, 16:41

Ma infatti in contesti tanto permeabili e approssimativi non si vede perché complicarsi troppo la vita.
L'ipotesi bombola è più ragionevole, entro certi limiti, se associata a un incidente. Come quello per il cambio di filettature da 3/4" gas a M25x2 di cui ho parlato, ed ho già detto che la considero estremamente poco probabile.
E comunque, quella sarebbe stata una deflagrazione "meccanica".
Mentre le tracce di bruciato tanto vistose sulla paratia di coda parlano invece di una deflagrazione chimica.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Tiennetti
A320 Family Captain
A320 Family Captain
Messaggi: 2156
Iscritto il: 24 maggio 2006, 13:04
Località: Hangar89
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Tiennetti » 10 novembre 2015, 17:46

Tiennetti ha scritto:Se non sbaglio, quella è la posizione dove sono attaccati i cavi elettrici di controllo dell'APU e le connessioni alle BUS elletriche... probabilmente è stato strappato (lembi verso fuori) quando quella parte su è staccata
Sigmet

Immagine
David

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da tartan » 10 novembre 2015, 18:09

Anche io la penso come Lampo, dovendo proprio scegliere fra guasto o attentato.
In quanto alle bombole o meno resta il fatto che un ordigno potrebbe aver passato i controlli, qualora risultasse il motivo del fatto, e questo può solo significare che i controlli non sono tutti uguali, diciamo.
Se si trattasse di un incidente, meccanico o elettronico o quello che volete, il motivo resta identico: mancanza di adeguati controlli.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

effegi88
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 14 febbraio 2014, 12:36

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da effegi88 » 10 novembre 2015, 22:25

SKY TG24 riporta (edizione delle 22) che sarebbero state trovate tracce di C4 sui resti del velivolo.

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Peretola » 10 novembre 2015, 23:27

effegi88 ha scritto:SKY TG24 riporta (edizione delle 22) che sarebbero state trovate tracce di C4 sui resti del velivolo.
La fonte è il dipartimento di stato USA. E giustamente, visto che l'aereo è costruito da un consorzio europeo, era di una compagnia russa e volava su territorio egiziano con a bordo cittadini russi, le ipotesi date in pasto alla stampa vengono fuori da fonti americane... :roll:

Non ce l'ho con gli USA a prescindere, ma ripeto che in questa occasione dire che stanno forzando la mano è dire poco. E' non è nemmeno questione di complottismo becero, ma solo una lampante evidenza.
Gli investigatori (quelli veri) hanno detto che ci vorranno mesi per risalire alle cause dell'incidente. Da qui a quel momento dobbiamo aspettarci che le "fonti" tirino fuori anche i raggi gamma?

(effegi, ovviamente niente contro di te! Ci mancherebbe :wink: )
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4687
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Valerio Ricciardi » 11 novembre 2015, 3:16

Stante il contesto in cui è avvenuto il disastro, la probabilità logica dell'attentato purtroppo è di molto predominante.
Nel caso del DC10 sul monte Erebus era ragionevole chiedersi "ma cosa sarà successo?". stavolta un po' meno.
Il frettoloso sciacallaggio mediatico su cause ancora in corso di investigazione sta diventando purtroppo una prassi cui ci si sta abituando in fretta.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da FAS » 11 novembre 2015, 6:16

Peretola ha scritto:[
Non ce l'ho con gli USA a prescindere, ma ripeto che in questa occasione dire che stanno forzando la mano è dire poco. E' non è nemmeno questione di complottismo becero, ma solo una lampante evidenza.
L'errore é stato non chiedere l'aiuto del procuratore di Marsiglia Brice Robin per le indagini, a quest'ora avremmo saputo ogni singolo dettaglio dell'evento
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

effegi88
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 14 febbraio 2014, 12:36

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da effegi88 » 11 novembre 2015, 7:57

Peretola ha scritto: La fonte è il dipartimento di stato USA. E giustamente, visto che l'aereo è costruito da un consorzio europeo, era di una compagnia russa e volava su territorio egiziano con a bordo cittadini russi, le ipotesi date in pasto alla stampa vengono fuori da fonti americane... :roll:

Non ce l'ho con gli USA a prescindere, ma ripeto che in questa occasione dire che stanno forzando la mano è dire poco. E' non è nemmeno questione di complottismo becero, ma solo una lampante evidenza.
Gli investigatori (quelli veri) hanno detto che ci vorranno mesi per risalire alle cause dell'incidente. Da qui a quel momento dobbiamo aspettarci che le "fonti" tirino fuori anche i raggi gamma?

(effegi, ovviamente niente contro di te! Ci mancherebbe :wink: )
Ah sono assolutamente d'accordo con te! Io, di questo incidente, per ora, mi sono fatto una teoria ben precisa e all'attentato credo poco.
Però, visto che si continuava a parlare dell'attendibilità o meno del discorso bombola, aveva senso riportare una notizia battuta da un grosso organo di informazione!

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4687
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Valerio Ricciardi » 11 novembre 2015, 11:52

Noto comunque che il tail strike pesante subito a suo tempo non ha più lasciato traccia nei media.
Magari come concausa che abbia facilitato un cedimento strutturale durante un evento di deflagrazione, qualcosa potrebbe aver influito.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
sochmer
FL 500
FL 500
Messaggi: 5435
Iscritto il: 27 gennaio 2009, 17:31

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da sochmer » 11 novembre 2015, 12:55

Valerio Ricciardi ha scritto:Noto comunque che il tail strike pesante subito a suo tempo non ha più lasciato traccia nei media.
Magari come concausa che abbia facilitato un cedimento strutturale durante un evento di deflagrazione, qualcosa potrebbe aver influito.
difficile, solitamente in presenza di danni estesi si procede al cambio completo della struttura e dei pannelli danneggiati... ripristinando l'integrità strutturale

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Peretola » 11 novembre 2015, 15:17

effegi88 ha scritto:
Ah sono assolutamente d'accordo con te! Io, di questo incidente, per ora, mi sono fatto una teoria ben precisa e all'attentato credo poco.
Però, visto che si continuava a parlare dell'attendibilità o meno del discorso bombola, aveva senso riportare una notizia battuta da un grosso organo di informazione!
Certo, ma infatti niente contro di te che hai riportato la notizia :wink: In realtà io una teoria precisa non ce l'ho e posso anche propendere per la bomba, ma solo quando ci saranno indizi (o addirittura prove) di essa. Prima di allora prendo in considerazione tutte le ipotesi. E nemmeno tirerei un sospiro di sollievo se fosse un incidente piuttosto che un attentato: tanto, in entrambi i casi ci sarebbero moltissime cose da mettere in discussione e di cui preoccuparsi.
FAS ha scritto: L'errore é stato non chiedere l'aiuto del procuratore di Marsiglia Brice Robin per le indagini, a quest'ora avremmo saputo ogni singolo dettaglio dell'evento
Ricordo perfettamente, abitando in Germania: in quei giorni Robin era più famoso di Thomas Gottschalk (il Mike Bongiorno tedesco...) :wink:
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

effegi88
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 34
Iscritto il: 14 febbraio 2014, 12:36

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da effegi88 » 11 novembre 2015, 15:42

Peretola ha scritto: Certo, ma infatti niente contro di te che hai riportato la notizia :wink: In realtà io una teoria precisa non ce l'ho e posso anche propendere per la bomba, ma solo quando ci saranno indizi (o addirittura prove) di essa. Prima di allora prendo in considerazione tutte le ipotesi. E nemmeno tirerei un sospiro di sollievo se fosse un incidente piuttosto che un attentato: tanto, in entrambi i casi ci sarebbero moltissime cose da mettere in discussione e di cui preoccuparsi.
Siamo in area tecnica, quindi mi guarderò bene dallo scivolare fuori tema o scadere nella fantapolitica. Tuttavia, alla luce di quanto fino ad ora in possesso dell'opinione pubblica e di quanto letto qui nel corso dei giorni, dove sono state discusse tutte le teorie propinate dai mezzi di informazione (esplosione di un motore, bomba, cedimento strutturale, bombola), la storia attorno a questo incidente mi pare quantomai torbida. Da una parte ci sono i tempi di attesa fisiologici dell'indagine, da un'altra il mondo che vuole sapere alla svelta cosa sia successo, dato il complesso scenario in cui questa vicenda si è consumata. Questa prepotente ingerenza degli USA che si sono fatti fin da subito portatori del vessillo dell'attentato, a fronte di una mezza rivendicazione (neanche del tutto credibile) dell'IS, mi fa pensare due cose: o sono molto informati grazie alle reti di intelligence che sicuramente avranno dislocate in tutta l'area "calda", oppure "sperano" nell'attentato per innescare una qualche rappresaglia russa che allenti la presa sugli antagonisti di Assad in Siria.
Ecco, questa era la mia "teoria". Visto che non ho nessuna preparazione che mi consenta di discutere dal punto di vista tecnico, mi limito a supporre cosa ci sia dietro all'interesse di un paese che, come giustamente detto da te, in una indagine normale non verrebbe neanche interpellato.

p.s.: non credo che ci vorrà molto prima che qualche sito di bufalotti complottisti inizi a dire che l'aereo l'ha abbattuto la CIA, così come gli esperimenti col laser avevano fatto cadere il GWings. :lol:

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da tartan » 11 novembre 2015, 22:06

Forse sfugge ai più che se ci fossero certezze e dico certezze sulle manutenzioni e sui controlli delle manutenzioni e sulla professionalità delle società di handling e sui controlli delle società di handling tante illazioni non potrebbero essere fatte. Ma la realtà è un'altra. Il trasporto aereo è diventato terra di nessuno e nessuno sa più cosa controllare e tutti si sentono autorizzati a ipotizzare tutto quello che meglio conviene loro.
Forse sfugge ai più che si cerca di escludere l'attentato insinuando una possibile mancanza di manutenzione a seguito di un tail strike sotto valutato, quindi contraddicendo tutto quello che si afferma da tempo immemorabile e cioè che il trasporto aereo, specialmente delle low cost è super sicuro riguardo alle manutenzioni, si tratti di aerei americani o europei o russi o orientali o vattelappesca di dove sono, perfino africani dell'africa nera che più nera non si può. Ritengo che sia ora che vi mettiate d'accordo. Per mia esperienza, quando si tratta di soldi non c'è nazione che si salva. E ricordate sempre che sono morte più di 200 persone.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da sigmet » 11 novembre 2015, 23:30

Lampo 13 ha scritto:
Comunque io preferisco pensare ad un attentato che ad un incidente, gli attentati possono accadere anche durante una maratona, un incidente mette in discussione il volo.
Ad un qualsiasi difetto tecnico si puo' porre rimedio ed evitare che si ripeta. Alla follia di pazzi criminali non c'e' alcun limite. L'ISIS (ammesso che siano stati loro..) e' riuscita a reclutare ragazzi di 17 anni al liceo di Chiswik, non avra' problemi a convincere in nome di Allah un qualsiasi operaio pagato 300 euro al mese...

Peretola ha scritto:
Gli investigatori (quelli veri) hanno detto che ci vorranno mesi per risalire alle cause dell'incidente.
Questa notizia da chi l'hai avuta?
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Peretola » 12 novembre 2015, 0:31

tartan ha scritto: Per mia esperienza, quando si tratta di soldi non c'è nazione che si salva. E ricordate sempre che sono morte più di 200 persone.
Proprio perchè ci sono più di 200 morti mi irrito con chi si sbilancia in ipotesi azzardate. Senza aver voce in capitolo, oltretutto. Cambia poco che siano USA o altri.
Lampo 13 ha scritto:
Peretola ha scritto:
Gli investigatori (quelli veri) hanno detto che ci vorranno mesi per risalire alle cause dell'incidente.
Questa notizia da chi l'hai avuta?
Dagli unici che ritengo dovrebbero darne: la EAAIC (Egypt's Air Accident Investigation Commission)
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
FAS
Technical Airworthiness Authority
Technical Airworthiness Authority
Messaggi: 5855
Iscritto il: 12 maggio 2006, 7:20

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da FAS » 12 novembre 2015, 8:57

Peretola ha scritto: Dagli unici che ritengo dovrebbero darne: la EAAIC (Egypt's Air Accident Investigation Commission)
e gli unici con l'autoritá di farlo!
"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto, per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)

Avatar utente
Lampo 13
Warned user
Warned user
Messaggi: 6680
Iscritto il: 21 agosto 2014, 23:44
Località: Lodz - Polonia

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Lampo 13 » 12 novembre 2015, 9:26

sigmet ha scritto:
Lampo 13 ha scritto:
Comunque io preferisco pensare ad un attentato che ad un incidente, gli attentati possono accadere anche durante una maratona, un incidente mette in discussione il volo.
Ad un qualsiasi difetto tecnico si puo' porre rimedio ed evitare che si ripeta. Alla follia di pazzi criminali non c'e' alcun limite. L'ISIS (ammesso che siano stati loro..) e' riuscita a reclutare ragazzi di 17 anni al liceo di Chiswik, non avra' problemi a convincere in nome di Allah un qualsiasi operaio pagato 300 euro al mese...
Sono due punti di vista opposti.
Il rapporto dell'Occidente con il terrorismo non è legato in alcun modo al mondo del volo, terrorismo si può praticare "efficacemente" (!) in un centro commerciale, su un treno, in mezzo ad una piazza, in metropolitana, in un museo, anche su un aereo, è una nuova realtà con la quale ci dobbiamo confrontare quotidianamente e così sarà per lunghissimo tempo. Tra l'altro, in teoria, la protezione di un luogo di per se già "chiuso" come un aeroporto è più semplice e crea minori conseguenze di un controllo altrettanto accurato di tutti gli autobus di una città (vedi Londra).
Ipotizzare una rottura meccanica, magari dovuta a cattiva manutenzione, magari causata dalla ricerca spasmodica del risparmio per rimanere sul mercato, mina alla base il concetto di aereo come mezzo sicuro per viaggiare.
Quando sapremo cosa è successo, tra qualche mese o più, nel primo caso si tratterà di migliorare le procedure di security e di controllare l'aderenza alle regole di tutti gli aeroporti, luoghi comunque già predisposti per questo, ma continueremo ad essere sotto tiro quando seduti al bar a mangiare il gelato (vedi sempre Sharm) o a visitare un museo (vedi Tunisi), nel secondo caso un passeggero medio dovrà cominciare a porsi domande senza risposta: che garanzie ho che questa Compagnia ha eseguito tutta la manutenzione prevista con tecnici affidabili e materiale originale, le migliori selezioni del personale, il corretto addestramento, una pianificazione a norma e corretta, una gestione del volo in accordo con le regole, evitando di spingere il PNC a risparmiare troppo il carburante e non limitando il necessario riposo, etc. etc... La distruzione delle basi dell'Aviazione commerciale!

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da aetio57 » 12 novembre 2015, 13:19

Lampo 13 ha scritto: (omissis)... e materiale originale ...(omissis)
8)


spero che la faccina sintetizzi in modo estremo, questo credo che sia uno dei "problemi" maggiori dell'aviazione commericale (e non solo...). il mercato "parallelo" dei pezzi di ricambio rende assai più di di quello dàa gggroga...
(this isn't my opinion).
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da sigmet » 12 novembre 2015, 19:12

Peretola ha scritto: [
Dagli unici che ritengo dovrebbero darne: la EAAIC (Egypt's Air Accident Investigation Commission)
Io non ho letto comunicati istituzionali in tal senso dell' EAAIC. Hai un link?
Lampo 13 ha scritto: Il rapporto dell'Occidente con il terrorismo non è legato in alcun modo al mondo del volo, terrorismo si può praticare "efficacemente" (!) in un centro commerciale, su un treno, in mezzo ad una piazza, in metropolitana, in un museo, anche su un aereo, è una nuova realtà con la quale ci dobbiamo confrontare quotidianamente e così sarà per lunghissimo tempo. Tra l'altro, in teoria, la protezione di un luogo di per se già "chiuso" come un aeroporto è più semplice e crea minori conseguenze di un controllo altrettanto accurato di tutti gli autobus di una città (vedi Londra)...
Ad una recente convention organizzata da IATA prima dell'incidente erano stati evidenziati i rischi associati agli attentati. E' un pericolo molto piu' serio di quanto non si pensi e l'espansione delle aree a rischio ha creato scenari preoccupanti . Gli aeroporti delle zone calde sono molto piu' vulnerabili di quanto si pensi e dal punto di vista politico e di comunicazione l'attentato ad un aereo resta uno degli obiettivi di elezione a piu' alto riscontro mediatico da parte delle organizzazioni terroristiche.
Per quanto riguarda i risparmi delle compagnie le loro politiche economiche favorite da lobbies di varia natura sai meglio di me quello che succede in molte compagnie senza bisogno che te lo dica io...
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4687
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Valerio Ricciardi » 12 novembre 2015, 22:16

E se l'attentato concerne e coinvolge un aereo pieno di turisti proveniente da un Paese che perso l'introito turistico non è che potrebbe vivere dei pesci pescati nel Nilo e delle floride coltivazioni di ceci, oltre al ritorno mediatico chi ha ordito la cosa avrebbe anche un ritorno indiretto sotto forma di pressione economica non da poco.

L'Egitto, col suo attuale regime militare (nominalmente presidenza democratica) filoccidentale e nemico giurato (con metodi spesso anche barbari) degli integralismi islamici assortiti, non è solo per l'IS un nemico centrale.
Non è negabile che il mediocrissimo (come capacità di gestione dello Stato, delle finanze e della cosa pubblica) governo dei Fratelli Musulmani avesse una legittimità democratica molto più reale e quantificabile dell'attuale, ci piaccia o no. Che non si potesse mandare efficacemente avanti un paese dall'economia non marginale con la semplice formula "più sharia per tutti" è apparso presto evidente; ma avevano stravinto, non vinto le elezioni, e son stati spodestati da un colpo di stato, che ha fatto comodo a mezzo mondo, ma sempre colpo di stato militare resta.

Per questo malgrado la riserva mentale connessa sia pure come concausa al pesante tail strike di molti anni prima, la pista dell'attentato anche se la fa rimbalzare sui media chi dovrebbe essere meno in grado di fare legittimamente affermazioni apodittiche, mi pare la più razionale. Il contesto ahimé, quello suggerisce.

Tartan si chiede: ma verifiche, controlli, manutenzione, sicurezza (intesa come security) son sempre cose serie? Secondo me no. Io nel 1976, ragazzino, ho potuto imbarcarmi ad Abidjan (capitale di aspetto all'epoca molto europeo) e poi fare uno scalo di due ore al Cairo, con nel bagaglio a mano tredici iguane (tredici) di cui due più lunghe di 40 cm, vivissime dentro contenitori ricavati da bottiglie di plastica dell'acqua minerale da 2 l (a sezione parallelepipedo) ben sforacchiate e con dentro un po' di verdura umida. Eran tanti anni fa, ma insomma, un volo Alitalia e l'altro Egyptair... un aeroporto come quello del Cairo tre anni dopo la guerra del Kippur...

...poi adesso vanno a togliere le forbicine dai necessaire delle vecchiette. Quella per me è solo fuffa.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Peretola » 13 novembre 2015, 2:26

sigmet ha scritto:
Peretola ha scritto: [
Dagli unici che ritengo dovrebbero darne: la EAAIC (Egypt's Air Accident Investigation Commission)
Io non ho letto comunicati istituzionali in tal senso dell' EAAIC. Hai un link?
Il resoconto del comunicato (in una lingua comprensibile ai più) si trova su Avherald a questo link: http://avherald.com/h?article=48e9abe4&opt=0

E qui, ritrovato con non poca fatica, il filmato della conferenza stampa del capo della commissione d'inchiesta EAAIC (la pagina è in arabo, ma con la traduzione di google si capisce più o meno tutto): https://arabic.rt.com/news/799519-%D9%8 ... %A7%D8%A1/
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
aetio57
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1201
Iscritto il: 11 settembre 2007, 19:21
Località: nel mulino a vento di "MORE"
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da aetio57 » 13 novembre 2015, 11:06

sigmet ha scritto:
Peretola ha scritto: [
Dagli unici che ritengo dovrebbero darne: la EAAIC (Egypt's Air Accident Investigation Commission)
Io non ho letto comunicati istituzionali in tal senso dell' EAAIC. Hai un link?
Lampo 13 ha scritto: Il rapporto dell'Occidente con il terrorismo non è legato in alcun modo al mondo del volo, terrorismo si può praticare "efficacemente" (!) in un centro commerciale, su un treno, in mezzo ad una piazza, in metropolitana, in un museo, anche su un aereo, è una nuova realtà con la quale ci dobbiamo confrontare quotidianamente e così sarà per lunghissimo tempo. Tra l'altro, in teoria, la protezione di un luogo di per se già "chiuso" come un aeroporto è più semplice e crea minori conseguenze di un controllo altrettanto accurato di tutti gli autobus di una città (vedi Londra)...
Ad una recente convention organizzata da IATA prima dell'incidente erano stati evidenziati i rischi associati agli attentati. E' un pericolo molto piu' serio di quanto non si pensi e l'espansione delle aree a rischio ha creato scenari preoccupanti . Gli aeroporti delle zone calde sono molto piu' vulnerabili di quanto si pensi e dal punto di vista politico e di comunicazione l'attentato ad un aereo resta uno degli obiettivi di elezione a piu' alto riscontro mediatico da parte delle organizzazioni terroristiche.
Per quanto riguarda i risparmi delle compagnie le loro politiche economiche favorite da lobbies di varia natura sai meglio di me quello che succede in molte compagnie senza bisogno che te lo dica io...
Apro e chiudo immediatamente, solo una riflessione sulle giustissime osservazioni di Sigmet:
spero assai di sbagliarmi (ma purtroppo pur non avendo "pezzi di carta"- leggasi lauree varie- che rendano canoniche le mie analisi , su queste cose da lustri mi sbaglio raramente e se sbaglio... sbaglio di poco)
fare un macello su un treno è di una facilità disarmante, non richiede ancunché di minimamente specialistico. Immaginatevi le orgnizzazioni terroristiche quando capiranno BENE che salire su un treno con l'esplosivo e farne saltare tutti i convogli è assai meno impegnativo, sotto tutti gli aspetti, di un attentato ad un aereo e nello stesso tempo è assai più ad alto risconto mediatico (oggi un expr. Roma-Milano, domani mattina un Torino-Venezia e pomeriggio un Lecce-Milano e così via in tutta Europa [esempi, ovvio]... voglio vedere come reagirebbero i milioni di pendolari). Carne da macello ne hanno a josa. Di invasati pure.
Per non dimenticare:

I-REMS - "Falco" [22.08.2009]

Mattia TORRUSIO [14.05.2008]

massimo67
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 103
Iscritto il: 21 agosto 2008, 21:29

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da massimo67 » 13 novembre 2015, 13:43

Dunque un po' in giro per i vari post si trova frequentemente una sorta di messaggio del tipo "presto o tardi sapremo cosa è successo". Me lo auguro davvero, non dimentichiamoci però che stiamo ancora cercando di capire dov'è finito un 777 della Malaysia con circa 300 persone a bordo che non è proprio un p28.........ipotizziamo come filoni di indagini le due maggiormente probabili: la pista dell'attentato e quella del guasto (cedimento strutturale correlato o meno al passato tail strike?}. Se si troveranno evidenze della presenza di esplosivo forse si potrà andare a stringere i cordoni in questo o quell'aeroporto ben sapendo che il rischio che un poveretto egiziano di turno venga strapagato per mettere il "pacchetto" non sarà mai scongiurabile del tutto...se invece non si troveranno tracce di esplosivo? Cosa avrà ceduto? Perché? Come si potrà evitare in futuro? Concludere che il cedimento potrebbe essere correlato alla riparazione sommaria del danno da tail strike non potrà mai essere confermato e sarebbe davvero una conclusione superficiale e, in mezzo a tutto questo, politica e governi: l'Egitto che pur di continuare a riempire i resort di gente farà carte false per dimostrare che l'aeroporto di Sharm è più sicuro dal JFK e che non ci sono terroristi e simili a nel Sinai.....dall'altra la compagnia aerea e la casa costruttrice che, anche sapessero, mai verrebbero a dichiarare che la manutenzione era fatta in modo approssimativo e la riparazione alla meglio. Qui la storia è complicata e, anche volendo, non si riuscirà facilmente a dare la colpa al pilota. Non vorrei sembrare pessimista sulla "rapida soluzione" del caso, cosa che da frequentatore dei cieli sia come passeggero che come equipaggio mi auguro, però in tempi non troppo remoti mi sembra di ricordare che due commissioni distinte non si trovarono d'accordo sul perché un aereo si era infilato in mezzo all'Atlantico senza una valida motivazione e, anche qui se ben ricordo c'era di mezzo l'Egitto.... Paese dalla storia e cultura millenaria che però, pur di continuare a vedere orde di signori con le tasche piene di rubli arrivare a Sharm sarebbe disposto a dire che non è successo nulla.

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9557
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da tartan » 13 novembre 2015, 13:55

Già, e una compagnia aerea di tutto rispetto è fallita in Italia qualche annetto fa, per carenza di manutenzione che era affidata ad un'altra grande, allora, compagnia italiana!
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4687
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Valerio Ricciardi » 13 novembre 2015, 14:49

massimo67 ha scritto: Perché? Come si potrà evitare in futuro?
Non potendo mettere un agente dei servizi segreti (e pure fedele in esclusiva al proprio mandante, cosa notoriamente non sempre scontata) vicino ad ogni addetto aeroportuale secondario, forse raggiungere degli accordi che minimizzino il ritorno mediatico e il clamore associato a un attentato renderebbe meno remunerativo l'attentato stesso.

Ma mi rendo conto che si tratta di qualcosa di difficilissimo.
Il desiderio dello scoop di norma prevale negli operatori dei media.

Questa strategia del silenzio mediatico funzionò alquanto bene con la moda scellerata dei massi tirati dai cavalcavia, in cui l'effetto emulazione all'inizio moltiplicò il "suggerimento" ad altri debosciati.
Ma era una situazione diversa e più circoscritta, come entità e diffusione del fenomeno.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da sigmet » 13 novembre 2015, 15:09

Peretola ha scritto:
Il resoconto del comunicato (in una lingua comprensibile ai più) si trova su Avherald a questo link: http://avherald.com/h?article=48e9abe4&opt=0 ...

E qui, ritrovato con non poca fatica, il filmato della conferenza stampa del capo della commissione d'inchiesta EAAIC (la pagina è in arabo, ma con la traduzione di google si capisce più o meno tutto): ...
Grazie per i link , ma sia dai contenuti di Avherald che dall'articolo che ho provato a tradurre le fonti sono sempre giornalistiche e non vedo comunque accenni ai tempi lunghi di cui parlavi.
Almeno che tu non ti riferisca all'indagine penale che sicuramente avra' un decorso diverso.
Il tipo di indagine in questione presenta dal punto di vista tecnico difficolta' relative almeno per cio' che attiene la root cause. Un allungamento eccessivo dei tempi purtroppo mi indurrebbe a pensare a interferenze di terze parti come gia' e' accaduto in passato.
Sara' interessante la pubblicazione del preliminary..
Grazie anche a TNT per la foto del particolare da cui noto pero' alcune differenze e l'assenza sul relitto di quella crociera che evidenzia invece la foto segnalata.
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
Peretola
FL 500
FL 500
Messaggi: 8103
Iscritto il: 17 maggio 2008, 12:52
Località: Berlin

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da Peretola » 13 novembre 2015, 17:03

sigmet ha scritto:
Grazie per i link , ma sia dai contenuti di Avherald che dall'articolo che ho provato a tradurre le fonti sono sempre giornalistiche e non vedo comunque accenni ai tempi lunghi di cui parlavi.
Almeno che tu non ti riferisca all'indagine penale che sicuramente avra' un decorso diverso.
Il tipo di indagine in questione presenta dal punto di vista tecnico difficolta' relative almeno per cio' che attiene la root cause. Un allungamento eccessivo dei tempi purtroppo mi indurrebbe a pensare a interferenze di terze parti come gia' e' accaduto in passato.
Sara' interessante la pubblicazione del preliminary..
Grazie anche a TNT per la foto del particolare da cui noto pero' alcune differenze e l'assenza sul relitto di quella crociera che evidenzia invece la foto segnalata.
Nei giorni successivi alla conferenza stampa dell' EAAIC c'era sicuramente un video (con sottotitoli in inglese) in cui il capo della commissione parlava di "mesi". Immagino che la traduzione fosse fedele, ma ovviamente ho creduto sulla fiducia al traduttore non capendoci niente di arabo... Il video sottotitolato di cui ti parlo non riesco a ritrovarlo: ho provato su youtube e con google ma niente. Forse potrei avere maggior fortuna con una ricerca in lingua araba, ma come ti dicevo il mio livello è 0.
Il discorso dei "mesi" però secondo me ci sta. Se è stato sentito il famoso "rumore" nel CVR si vorrà risalire esattamente alla causa di esso: rumore, cedimento strutturale, esplosione etc etc. (qualche post fa avevo chiesto a chi è più esperto di me proprio come fosse possibile individuare con certezza ed "isolare" un determinato suono. La mia domanda era mirata anche a conoscere i tempi di questa analisi, oltre che le modalità).
E, nel caso venisse fuori che di esplosione si tratta, che cosa è esploso? E quello che è esploso faceva parte dell'aereo o era estraneo? Se era estraneo dei trovare tracce di esplosivo e danni evidenti causati da una bomba (che, per adesso e sempre stando alle dichiarazioni dell'EAAIC, non sono stati trovati).
Credo sinceramente che non sarà cosa breve... Il penale poi è cosa a parte: sotto quell'aspetto proprio non saprei immaginare i tempi.
Le interferenze, purtroppo, ci sono già. E pure abbondanti :(
"...One equal temper of heroic hearts - Made weak by time and fate, but strong in will - to strive, to seek, to find and not to yield"- Lord Alfred Tennyson

Avatar utente
sigmet
FL 500
FL 500
Messaggi: 5818
Iscritto il: 23 dicembre 2008, 12:08

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da sigmet » 13 novembre 2015, 19:31

L'analisi spettrografica del rumore e' un lavoro piuttosto complesso come avevo gia' detto per quanto riguardava l'investigazione del Germanwings (che invece miracolosamente e' stata condotta e resa pubblica nel giro di poche ore... :roll: ) che viene effettuata filtrando a diverse frequenze i vari rumori attraverso l'uso di particolari strumenti e registratori multipista (dopo aver chiaramente sincronizzato il CVR con i dati del FDR) ma non e' neanche lunghissima e sopratutto non e' l'unico ausilio a disposizione degli investigatori. Il danno da esplosione conseguente a decompressione a causa di cedimenti strutturali ha caratteristiche diverse da quello dell'esplosione causata da ordigni collocati a bordo e questa a sua volta e' facilmente distinguibile dall''esplosione esogena provocata da missili come nel caso del Mh 117 dove le evidenze erano subito chiare . L'analisi metallurgica e quella balistica sono in grado di identificare eventuali punti di rottura o di deformazioni . Avendo a disposizione la totalita' del relitto non e' un compito molto difficile. Io penso che le indagini tecniche siano gia' indirizzate in un unica direzione anche se le indiscrezioni gia' parlano di alcune divergenze tra l'organo investigativo interessato per competenza e quelli ufficialmente abilitati alla compartecipazione come da disposizioni ICAO. Le conseguenze dell'inchiesta potrebbero avere un effetto devastante , molto maggiore di una ipotetica bomba piazzata a bordo...
Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.

Avatar utente
1stAirbus
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1465
Iscritto il: 24 dicembre 2007, 10:31
Località: Liguria

Re: Precipita Airbus A321 russo sul Sinai (Thread Tecnico)

Messaggio da 1stAirbus » 14 novembre 2015, 13:13

FAS ha scritto:
Peretola ha scritto: Dagli unici che ritengo dovrebbero darne: la EAAIC (Egypt's Air Accident Investigation Commission)
e gli unici con l'autoritá di farlo!
Ecco, questo si che è interessante, perché che cosa ci fanno quelli della FAA con il "loro aiuto" in un'inchiesta che è avvenuta in un Paese straniero? Oltretutto Airbus non è neanche americana...

Rispondi