Ricordo dell'incidente di Linate

Area dedicata alla discussione sugli incidenti e degli inconvenienti aerei e le loro cause. Prima di intervenire in quest'area leggete con attenzione il regolamento specifico riportato nel thread iniziale

Moderatore: Staff md80.it

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15704
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da JT8D » 8 ottobre 2006, 14:48

Oggi ricorre il quinto anniversario di una delle pagine più tragiche dell'aviazione in Italia, l'incidente di Linate dell'8 ottobre 2001.
Ho ancora ben impresse nella memoria le immagini di quella mattina, il sentimento di incredulità e tristezza che ho provato e penso abbiano provato tutti.
Mi sembra quindi doveroso un ricordo per chi quel giorno ha perso la vita in quella drammatica collisione tra l'MD87 SAS e il Citation.
Che tutti possano riposare in pace.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

MiamiVice

Messaggio da MiamiVice » 8 ottobre 2006, 14:52

Un pensiero alle vittime e alle loro famiglie.

Ponch
B767 First Officer
B767 First Officer
Messaggi: 5569
Iscritto il: 30 aprile 2005, 18:48
Località: By the sea

Messaggio da Ponch » 8 ottobre 2006, 18:24

Mi associo. :o
Is it light where you are yet?

Snap-on

Messaggio da Snap-on » 8 ottobre 2006, 20:23

Per non dimenticare pubblico alcune foto fatte quel tragico giorno!

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Saluti

Steve

Avatar utente
Aldus
FL 350
FL 350
Messaggi: 3791
Iscritto il: 25 luglio 2005, 22:06
Località: Varese

Messaggio da Aldus » 8 ottobre 2006, 23:14

Poveracci. :cry: :cry:
E soprattutto che incidente assurdo. :(

Avatar utente
GIGI
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 385
Iscritto il: 27 agosto 2005, 11:05
Località: TRENTO LIDT

Messaggio da GIGI » 9 ottobre 2006, 0:38

MI associo ai commenti, credo, a proposito, che sia importante portare a conoscenza che su RAI3 alle 21 e 30 di domenica prossima, la trasmissione "Report", parlera' di quasto triste evento.


Ciao Steve
Se scrivo una min***ta, evitate la flagellazione.

MD80.IT: SE NON CI FOSSE BISOGNEREBBE INVENTARLO




La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente.
La pratica è quando funziona tutto ma non si sa il perchè.
In ogni caso si finisce sempre a coniugare la teoria con la pratica:
Non funziona niente e non si sa il perchè.

Albert Einstein

Avatar utente
mcgyver79
md80.it Staff
md80.it Staff
Messaggi: 8490
Iscritto il: 25 gennaio 2006, 14:04

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da mcgyver79 » 20 febbraio 2008, 20:58

Riporto in cima un thread dell'amico Paolo per aggiornare sulla situazione giudiziaria..

News freschissima, la trovate anche sul portale

Linate, confermate condanne dell'appello
ROMA - La Cassazione ha appena confermato le condanne per disastro aviatorio colposo e per omicidio plurimo colposo, in relazione all'incidente di Linate (8 ottobre 2001, 118 morti) nei confronti dell'ex amministratore delegato dell'Enav Sandro Gualano (6 anni e 6 mesi), e per gli altri imputati. In questo modo esce totalmente confermato il verdetto emesso il 7 luglio 2006 dalla Corte di appello di Milano.

Inoltre la quarta Sezione penale della Cassazione - innanzi alla quale si è svolta l'udienza iniziata ieri alla presenza di molti familiari delle vittime di Linate - ha confermato la condanna a tre anni di reclusione per il controllore di volo Paolo Zacchetti, l'uomo-radar, responsabile di non aver capito il disorientamento dei piloti tedeschi del Ceshna che aveva preso un raccordo sbagliato e si trovò in rotta d collisione con un Boeing svedese della Sas in fase di decollo. La Suprema corte ha inoltre condannato a 4 anni e 4 mesi l'ex direttore generale dell'Enav Fabio Marzocca.

Sono diventate definitive anche le condanne a tre anni di conclusione per i manager Sea Antonio Cavan (responsabile dello Sviluppo e della manutenzione) e Giovanni Lorenzo Grecchi (responsabile della gestione delle Risorse aeroportuali). Con la sentenza di questa sera i Supremi giudici hanno respinto i ricorsi presentati da tutti gli imputati ma anche quello con il quale la Procura di Milano chiedeva un nuovo processo per il direttore dello scalo di Linate, Vincenzo Fusco, e per il direttore degli scali milanesi Francesco Federico, assolti in appello. In buona parte disattese anche le richieste presentate ieri dal sostituto procuratore generale della Cassazione Angelo Di Popolo che, nella sua requisitoria, aveva chiesto un nuovo processo per Fusco e Federico ritenendoli titolari di una posizione di garanzia nella sicurezza e nella vigilanza sul traffico aereo di Linate. Il Pg aveva poi chiesto un piccolo 'sconto di pena' per Gualano da rideterminarsi in appello, in quanto riteneva "ridimensionate" le sue responsabilità. Per quanto riguarda la mancata installazione del radar di terra a Linate. Apparecchiatura che fu installata 45 giorni dopo il drammatico incidente. La quarta Sezione penale si era chiusa in camera di consiglio attorno alle 14 di oggi e ne è uscita circa sei ore dopo.

I FAMILIARI DELLE VITTIME, E' UNA VERGOGNA - "Questa decisione della Cassazione é una vergogna: noi non chiediamo che nessuno vada in galera ma era giusto che il direttore dell'aeroporto di Linate e il direttore degli scali milanesi scontassero almeno un periodo di volontariato sociale anziché uscire con la piena assoluzione in una vicenda costata la vita a 118 persone". Così il portavoce dell'associazione dei familiari delle vittime di Linate, Paolo Pettinaroli, ha commentato la decisione della Suprema Corte che ha detto no alla richiesta di un nuovo processo ai due manager Enac Vincenzo Fusco e Francesco Federico. E' probabile che la Suprema Corte - così come già fatto dalla Corte di appello di Milano - abbia ritenuto che la sovrapposizione delle responsabilità tra i compiti dell'Enav e quelli dell'Enac non consentisse di addossare 'colpe' ai dirigenti dell'aviazione civile. Solo dopo l'incidente di Linate, infatti, sono state meglio definite le competenze dei due enti addetti alla vigilanza del traffico aereo. Prima che fossero istituiti vigevano solo le norme del codice della navigazione del 1942, e non erano mai stati ben definiti i decreti di accompagnamento all'istituzione dei due enti aviatori che avrebbero dovuto specificarne le funzioni. (Ansa)



Approfittiamone per dedicare un pensiero a 118 persone che non ci sono più e ad una che c'è ma che non se la passa molto bene da quell'ottobre 2001!
McGyver

Avatar utente
aeb
FL 500
FL 500
Messaggi: 5740
Iscritto il: 10 maggio 2006, 18:19
Località: 45°35' N 9°16' E

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da aeb » 20 febbraio 2008, 21:05

Ero in macchina quella mattina, ascoltavo la radio, sentii la prima notizia che parlava di un aereo che aveva "urtato un hangar": me lo ricordo, lo speaker disse proprio così... quel volo l'ho preso un pacco di volte, scalo a CPH e coincidenza per Polonia o Russia.

........................................................................................................................................

In memoriam
Andrea

Dilige et quod vis fac
Sant'Agostino


La libertà è una forma di disciplina
C.S.I.


Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti
Nanni Moretti (in Palombella rossa)

Avatar utente
gattocicova
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 155
Iscritto il: 8 febbraio 2008, 12:18
Località: Ravenna

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da gattocicova » 21 febbraio 2008, 10:49

Pesantissimo tributo per una catena di eventi lunga e sfortunata, ma purtoppo accaduta....ed inoltre evitabile.

Giuste le sentenze, chi opera in un settore come questo non può tralasciare nemmeno il più (apparentemente) insignificante dei particolari.

Un pensiero di immenso dolore per le vittime ed i loro cari :( :(

Per quanto mi riguarda, dall'analisi dei fatti di questo incidente ho imparato molto, soprattutto il fatto che, nelle nostre attività (lavoro, famiglia ecc) non dobbiamo lasciare niente al caso, avere 4 occhi e 4 orecchie, correggere ed appuntare ogni cosa fuori posto. Non dobbiamo essere negligenti solo perchè dalle nostre azioni non dipende la vita di centinaia di persone.

Scusate, forse sono andato un po'OT...
In un modo o nell'altro, a terra ci arrivi...

Avatar utente
Zapotec
FL 200
FL 200
Messaggi: 2253
Iscritto il: 18 febbraio 2008, 20:45
Contatta:

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da Zapotec » 22 febbraio 2008, 18:28

stavo cercando tutt'altro e mi sono imbattuto in questo documento

http://www.comitato8ottobre.com/downloa ... simoni.pdf

magari lo conoscete già

saluti
Zapo

jasair
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 543
Iscritto il: 21 settembre 2007, 20:01
Località: Alghero

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da jasair » 23 febbraio 2008, 14:25

gattocicova ha scritto: Giuste le sentenze
Non sono d'accordo su questo...per il resto...un pensiero alle 118 persone che non ci sono più, alle loro famiglie, ai sopravvissuti...e personalmente aggiungo un pensiero al Controllore che, pur non avendo subìto danni fisici, lo considero tra le vittime di questa assurda catena di eventi che hanno causato l'incidente di Linate.

Avatar utente
gattocicova
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 155
Iscritto il: 8 febbraio 2008, 12:18
Località: Ravenna

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da gattocicova » 26 febbraio 2008, 15:37

jasair ha scritto:
gattocicova ha scritto: Giuste le sentenze
Non sono d'accordo su questo...
Per quale motivo in particolare?
In un modo o nell'altro, a terra ci arrivi...

jasair
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 543
Iscritto il: 21 settembre 2007, 20:01
Località: Alghero

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da jasair » 27 febbraio 2008, 17:15

gattocicova ha scritto:
jasair ha scritto:
gattocicova ha scritto: Giuste le sentenze
Non sono d'accordo su questo...
Per quale motivo in particolare?
Un motivo tra i tanti è che sono stati assolti i due responsabili ENAC

Avatar utente
gattocicova
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 155
Iscritto il: 8 febbraio 2008, 12:18
Località: Ravenna

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da gattocicova » 27 febbraio 2008, 17:26

Sembrerebbe che effettivamente le normative in materia fossero parecchio arretrate al momento dell'incidente, ed i due dirigenti ENAC siano stati assolti proprio per carenze legislative, e non personali. Ma a questo punto credo sia meglio intervenga qualcuno che conosce meglio l'aspetto giuridico :wink:
In un modo o nell'altro, a terra ci arrivi...

jasair
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 543
Iscritto il: 21 settembre 2007, 20:01
Località: Alghero

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da jasair » 27 febbraio 2008, 18:11

gattocicova ha scritto:Sembrerebbe che effettivamente le normative in materia fossero parecchio arretrate al momento dell'incidente, ed i due dirigenti ENAC siano stati assolti proprio per carenze legislative, e non personali. Ma a questo punto credo sia meglio intervenga qualcuno che conosce meglio l'aspetto giuridico :wink:
Tralasciando da parte tutte le concatenazioni di colpe e sfortune che si sono verificate quel giorno...il primo "anello" degli eventi è stato che i piloti e l'aereo non erano certificati per operare in quelle condizioni...la verifica del possesso delle abilitazioni corrette spettava all'ENAC e non è stato fatto...

...con questo non voglio assolutamente dire che sia stato colpa loro...ma che, come gli altri, anche loro hanno una percentuale "x" di colpa...

...ma queste sono solo chiacchiere burocratiche/legislative che lasciano il tempo che trovano, penso e mi auguro che moralmente sentano tutti il peso di quello che è successo.

Avatar utente
gattocicova
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 155
Iscritto il: 8 febbraio 2008, 12:18
Località: Ravenna

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da gattocicova » 27 febbraio 2008, 21:47

jasair ha scritto:penso e mi auguro che moralmente sentano tutti il peso di quello che è successo.
Su questo penso non ci sia dubbio.... :cry:
In un modo o nell'altro, a terra ci arrivi...

Avatar utente
Emiliano
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 925
Iscritto il: 20 ottobre 2006, 0:06
Località: LIRF

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da Emiliano » 8 ottobre 2008, 16:31

JT8D ha scritto:Oggi ricorre il quinto anniversario di una delle pagine più tragiche dell'aviazione in Italia, l'incidente di Linate dell'8 ottobre 2001.
Ho ancora ben impresse nella memoria le immagini di quella mattina, il sentimento di incredulità e tristezza che ho provato e penso abbiano provato tutti.
Mi sembra quindi doveroso un ricordo per chi quel giorno ha perso la vita in quella drammatica collisione tra l'MD87 SAS e il Citation.
Che tutti possano riposare in pace.

Paolo
:cry: Solidarietà piena anche da me su una vicenda incresciosa e che speriamo si verifichi mai più... :cry:


We've guided missiles, but unguided men. (M.L.King)


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Avatar utente
teorickard
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 296
Iscritto il: 29 gennaio 2008, 23:43

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da teorickard » 8 ottobre 2008, 21:00

Un pensiero in una giornata così triste.

enricofox
Banned user
Banned user
Messaggi: 154
Iscritto il: 21 giugno 2009, 18:04

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da enricofox » 27 settembre 2009, 19:07

L altro giorno ero da un mio fornitore,dove ho visto una locandina di una rapresentazione teatrale che si terra al tearro camploy di verona l 8 ottobre 2009 in ricordo delle vittime di linate .

Incuriosito ingenuamente ho chiesto come mai ce qua questa locnadina?

Mi e stato risposto che c era il figlio di un dipendenete di questa azienda in quel volo.
Mi ha colto l angoscia...perche li li conosco bene tutti ...i dipendenti .

Credo che il mio dovere sia quello di partecipare a questa rappresentazione ,in segno di rispetto e di solidarieta anhe per chi non ho mai conosciuto direttamente.

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4792
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da Valerio Ricciardi » 27 settembre 2009, 20:37

enricofox ha scritto:L'altro giorno ero da un mio fornitore,dove ho visto una locandina di una rappresentazione teatrale che si terra al teatro Camploy di Verona il prossimo 8 ottobre 2009 in ricordo delle vittime di Linate .

Incuriosito ingenuamente ho chiesto come mai c'è qua questa locandina?

Mi è stato risposto che c'era il figlio di un dipendente di quest'azienda in quel volo.
Mi ha colto l'angoscia...perche li conosco bene tutti ...i dipendenti .

Credo che il mio dovere sia quello di partecipare a questa rappresentazione, in segno di rispetto e di solidarietà anche per chi non ho mai conosciuto direttamente.
Credo tu faccia proprio bene, se puoi, ad andarci. Non riesco nemmeno ad immaginare cosa debba voler dire perdere un figlio; perderlo poi perché delle scritte per terra erano ambigue o/e magari anche mal ritoccate, perché qualcuno aveva dilatato i tempi rispetto a quelli necessari per ripristinare un radar di terra... perché qualcun altro non aveva fermato tutti dov'erano fino ad aver certamente risolto delle ambiguità ben percettibili nelle comunicazioni, pur in una condizione di nebbia fitta che avrebbe dovuto centuplicare la preoccupazione e l'attenzione di tutti... ... mah.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
lucaluca
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 206
Iscritto il: 15 marzo 2008, 15:09
Località: Melbourne AUS

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da lucaluca » 28 settembre 2009, 14:01

questo e' il sito del comitato 8 ottobre
http://www.comitato8ottobre.com/

tempo fa ci capitai quasi per caso e lasciai un messaggio

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 28 settembre 2009, 14:05

Ciao a tutti, l'idea di uno spettacolo dedicato a questa tragedia mi sembra anche a me doveroso sia nei confronti delle vittime di entrambe gli aerei che dei loro familiari, sia per mero ricordo, ma anche perché queste persone non si sentano lasciate a sé stesse, del resto se non ricordo male lo stesso venne fatto anche per la tragedia di Ustica.

Ho anche io ancora ben in testa e neglio occhi quelle terribili immagini, purtroppo é da poco che faccio parte del vostro gruppo e quindi prima potevo solo limitarmi a leggere ciò che voi avete scritto in modo molto composto e sensibile.

Voglio raccontare anche io la mia testimonianza, unendomi a voi nel ricordo:

Quella mattina tornavo a casa, ero appena stato dal dentista e quindi già innrvosito per conto mio, entrando nel mio palazzo il custode mi ferma e mi dice "a Linate c'é stato un gravissimo incidente aereo, ma non si sà ancora nulla di preciso, né sulle cause, né tantomeno sulle vittime".

Io non ci volevo credere, mi sono precipitato nel mio appartamento, abito al settimo in un palazzo di otto piani, proprio in direzione di Linate (15 minuti di macchina), accendo immediatamente la televisione e mentre scorrevano quelle immagini tragiche con la voce dei giornalisti atterriti e concertati, con i titoli che scorrevano in basso allo schermo, vado sul terrazzo e vedo quella lunga fumata grigio scura, quasi nera che apriva il cielo già grigio e nebbioso di quella mattina.

Era tutto così irreale ma allo stesso tempo così vero.
Ad un certo momento, era quasi mezzo giorno, la fumata divenne meno densa, una parte di me mi diceva di andare sul posto, dall'altra, per paura e anche per pudore decisi di lasciare perdere, e forse é stato meglio così.

Le uniche cose che mi sento di dire ancora oggi sono, pace alle vittime e ai loro famigliari e Mai Più.

Speriamo davvero che queste pevere persone possano al più presto avere giustizia e che davvero un incidente così non si ripeta mai più.
Non mi sento di scagliarmi contro nulla o nessuno in questo momento, ma queste cose sono davvero, se ci si pensa con la mente lucida, evitabili e come tali non devono succedere.

Grazie a tutti voi e buona giornata.

Paolo

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 28 settembre 2009, 14:06

lucaluca ha scritto:questo e' il sito del comitato 8 ottobre
http://www.comitato8ottobre.com/

tempo fa ci capitai quasi per caso e lasciai un messaggio
Grazie anche a te.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da araial14 » 28 settembre 2009, 14:51

JT8D ha scritto: Che tutti possano riposare in pace.
Paolo
Mi associo al tuo pensiero.
Immagine
Immagine

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 28 settembre 2009, 16:37

Anche a Malpensa venne sfiorato un incidente simile, se non ricordo male, e ancora a meno chè non mi sia rin........o del tutto anche a Linate, mi pare che la dinamica e il punto fossero proprio gli stessi, vi rimase coinvolto un aereo della nostra compagnia di bandiera, gli anni mi pare fossero i '70 o i primi '80 e mi pare che fortunatamente grazie all'abilità e prontezza dei piloti non vi furono conseguenze gravi se non tanto tanto spavento.

Se trovo il racconto lo pubblico.

Purtroppo la nebbia come sappiamo é una gran brutta "bestia".

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 28 settembre 2009, 22:35

Aeroporto di Torino Caselle - 30 dicembre 1970:

Alle 7 e 14 di quella rigida e nebbiosa mattinata invernale, il Caravelle dell'Alitalia, marche I-DABZ diretto a Roma, dopo averne ricevuto autorizzazione dalla torre di controllo, molla i freni per iniziare la sua corsa didecollo sulla pista 36 di Caselle.
La striscia segmentata di mezzeria ben salda tra le gambe per non perdere i vaghi riferimanti che la scarsissima visibilità consente di guadagnare a fatica: "V Uno" urla Camerlengo, il secondo pilota, rivolto al comandante Livio Fanin che, all'annuncio di quella velocità caratteristica oltre la quale non sarebbe più consentito di fermarsi, ritrae la mano destra dalle leve dei motori ormai a potenza massima e si accinge ad afferrare saldamente il volantino di guida per iniziare la cabrata iniziale.

L'addensamento di scuro che, più che vedere, intuiscono davanti al muso del loro aeropalno fà però interrompere la manovra prevista e scattare la reazione immediata.
Avviene tutto in un attimo e contemporaneamente: la mano di Fanin ritorna sulle manette dei reattori che vengono ridotte in posizione di minimo, la pressione del pedale sinistro deflette la traiettoria dell'aereo portandolo a sfiorare con il carrello principale il bordo esterno della pista, inizia l'azione frenante.
L'urto con il mezzo spazzaneve non segnalato che stazionava al centro della striscia di cemento, perchè di questo si trattava, avviene ugualmente; ma soltanto con il terminale dell'ala destra e con i piloti che, ancora una volta, riescono a mantenere l'aereo sotto controllo.

Per la decelerazione aiutata dalla fuoriuscita del paracadute di coda, l'arresto dell'aereo sullo spiazzo di fine pista, lo sgombero dei passeggeri attraverso gli scivoli di emergenza.
Sul luogo dell'impatto, l'automezzo sgombraneve brucia capovolto sopra il corpo del suo conducente che era entrato nel bel mezzo della pista attiva senza permesso, evitando anche di collegarsi via radio con gli operatori del controllo aeroportuale.
Nei locali dell'aerostazione, dove sono stati portati, Livio Fanin é avvilito; gli viene persino da piangere quando arriva la conferma che l'autista del mezzo investito é morto sul colpo.
Ma lui, comandante, con quella manovra tempestiva e fulminea, riuscendo a tenere in pista per un capello il suo Caravelle ormai lanciato a oltre 200 chilometri orari, ha salvato la vita a quaranta persone.
Allegati
zzzzzvhvcdzdf.jpg
Il Caravelle VI - N I-DABZ Alitalia protagonista in un immagine del 1968

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 28 settembre 2009, 23:11

Milano Linate - 10 dicembre 1980:

Ancora di dicembre e su un'altro aeroporto del nord Italia offuscato dalla nebbia.
Sulla pista 36 di Linate, regolarmente autorizzato dal controllore di terra, sta iniziando la sua corsa di decollo il DC-9 32 I-DIKC dell'Alitalia.
Ma contemporaneamente sta entrando sulla stessa pista il Mitsunishi MU-2 I-NARI proveniente dal piazzale dell'aviazione generale e anch'egli debitamente autorizzato alla manovra anche se da un altro controllore del traffico che opera su una diversa frequenza radio.
La scarsissima visibilità, meno di 200 metri in pista, rende la collisione quasi inevitabile.

Giovanni Armiento che si trova alla guida del DC-9 riesce però ad evitare la tragedia; quando più che vedere, intuisce la presenza dell'altro aereoplano con fulmineità: piede e ruotino anteriore a sinistra, manette a battuta, freni schiacciati fino in fondo e poi dentro con il massimo "reverse".
L'urto si verifica ugualmente, ma sarà del tutto marginale provocando danni leggeri all'estremità dell'ala destra dell'aereo di linea e qualcosa di più, ma senza conseguenze per le persone, al piccolo executive.
Armiento, in quel volo, stà ancora facendo il periodo di prova (sei mesi) come facente funzione di comandante: "Speriamo che non succeda sempre così!", è il suo primo, preoccupato commento.

Comandante Adalberto Pellegrino
Allegati
zzzzvhjvjkvhvhjbjk.jpg
Il DC-9 32 I-DIKC protagonista della vicenda di Linate parcheggiato a Capodichino in un immagine del 1968
Ultima modifica di i-daxi il 28 settembre 2009, 23:45, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 28 settembre 2009, 23:12

In realtà la seconda vicenda è riportata anche sul sito aviation-safety, ma ho preferito riportare la versione diretta del comandante Armiento, protagonista di quell'avventura.

Per concludere:

http://www.report.rai.it/R2_popup_artic ... 62,00.html

Avatar utente
DNL-SGR
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 589
Iscritto il: 27 maggio 2006, 22:40

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da DNL-SGR » 30 settembre 2009, 0:44

Proprio pochi giorni fa sono passato a Linate e non ho potuto fare a meno di pensare a questo incidente. In realtà ero già passato altre volte da Linate, anche in questi ultimi anni successivi all'incidente, facendo anche alcuni voli, ma mai come questa volta mi ero reso conto di quanto il luogo dello schianto fosse vicino alla strada e alla aerostazione. E ho pensato a tutte le persone che dentro e fuori all'aerostazione avranno sentito/visto l'esplosione in diretta. Perchè morire in un incidente aereo come quello è bruttissimo, ma anche assiterci da così vicino deve lasciarti una sensazione molto brutta per parecchio tempo.

Avatar utente
araial14
FL 500
FL 500
Messaggi: 11575
Iscritto il: 19 giugno 2007, 15:25
Località: Torino (Italia) Bahia (Brasile)

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da araial14 » 30 settembre 2009, 22:27

i-daxi ha scritto:Aeroporto di Torino Caselle - 30 dicembre 1970:

Alle 7 e 14 di quella rigida e nebbiosa mattinata invernale, il Caravelle dell'Alitalia, marche I-DABZ diretto a Roma, dopo averne ricevuto autorizzazione dalla torre di controllo, molla i freni per iniziare la sua corsa didecollo sulla pista 36 di Caselle.
La striscia segmentata di mezzeria ben salda tra le gambe per non perdere i vaghi riferimanti che la scarsissima visibilità consente di guadagnare a fatica: "V Uno" urla Camerlengo, il secondo pilota, rivolto al comandante Livio Fanin che, all'annuncio di quella velocità caratteristica oltre la quale non sarebbe più consentito di fermarsi, ritrae la mano destra dalle leve dei motori ormai a potenza massima e si accinge ad afferrare saldamente il volantino di guida per iniziare la cabrata iniziale.

L'addensamento di scuro che, più che vedere, intuiscono davanti al muso del loro aeropalno fà però interrompere la manovra prevista e scattare la reazione immediata.
Avviene tutto in un attimo e contemporaneamente: la mano di Fanin ritorna sulle manette dei reattori che vengono ridotte in posizione di minimo, la pressione del pedale sinistro deflette la traiettoria dell'aereo portandolo a sfiorare con il carrello principale il bordo esterno della pista, inizia l'azione frenante.
L'urto con il mezzo spazzaneve non segnalato che stazionava al centro della striscia di cemento, perchè di questo si trattava, avviene ugualmente; ma soltanto con il terminale dell'ala destra e con i piloti che, ancora una volta, riescono a mantenere l'aereo sotto controllo.

Per la decelerazione aiutata dalla fuoriuscita del paracadute di coda, l'arresto dell'aereo sullo spiazzo di fine pista, lo sgombero dei passeggeri attraverso gli scivoli di emergenza.
Sul luogo dell'impatto, l'automezzo sgombraneve brucia capovolto sopra il corpo del suo conducente che era entrato nel bel mezzo della pista attiva senza permesso, evitando anche di collegarsi via radio con gli operatori del controllo aeroportuale.
Nei locali dell'aerostazione, dove sono stati portati, Livio Fanin é avvilito; gli viene persino da piangere quando arriva la conferma che l'autista del mezzo investito é morto sul colpo.
Ma lui, comandante, con quella manovra tempestiva e fulminea, riuscendo a tenere in pista per un capello il suo Caravelle ormai lanciato a oltre 200 chilometri orari, ha salvato la vita a quaranta persone.
Chapeau bas!!!
Immagine
Immagine

Avatar utente
JT8D
Administrator
Administrator
Messaggi: 15704
Iscritto il: 2 agosto 2005, 20:38
Località: Limbiate (MB)
Contatta:

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da JT8D » 7 ottobre 2009, 20:35

Come tutti ben sapete, domani ricorrerà l'ottavo anniversario. Si svolgeranno alcune iniziative di ricordo, come specificato anche qui:

http://www.md80.it/2009/10/07/commemora ... di-linate/

Noi tutti, nel ricordo, siamo sempre vicini alle vittime di quella tragedia. Il Comitato 8 ottobre 2001, creato dai familiari delle vittime, oltre a mantenere sempre viva la memoria, come è giusto che sia, cerca, con alcune lodevoli iniziative, di creare iniziative che hanno come scopo l'aumento della sicurezza aeronautica (come ad esempio quella di cui stiamo parlando qui: http://www.md80.it/bbforum/viewtopic.php?f=5&t=28944 ).
La cosa fondamentale è evitare che altri incidenti simili accadano ancora in futuro, e ogni iniziativa in tal senso è da appoggiare e supportare.

Paolo
"La corsa di decollo è una metamorfosi, una quantità di metallo che si trasforma in aeroplano per mezzo dell'aria. Ogni corsa di decollo è la nascita di un aeroplano."

Immagine

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da Slowly » 7 ottobre 2009, 20:50

Un abbraccio a Pettinaroli e al resto del Comitato e dei suoi amici.
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

EnricoFly
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 16
Iscritto il: 4 giugno 2009, 6:18

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da EnricoFly » 8 ottobre 2009, 8:38

Giorno tristissimo.
Un pensiero alle vittime, e soprattutto ai loro parenti devastati da questo tragico evento che ha segnato di inconsolabile dolore la loro vita.
E lasciatemi anche un ricordo personale di Sandro Carlin, uomo di grande professionalità e umanità che ho avuto la fortuna di incontrare e di avere come capo, ma che in quella grigia mattinata d'ottobre ci è stato portato via per sempre... :(

Enrico

Avatar utente
lucaluca
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 206
Iscritto il: 15 marzo 2008, 15:09
Località: Melbourne AUS

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da lucaluca » 8 ottobre 2009, 13:34

un abbraccio

Avatar utente
i-daxi
FL 500
FL 500
Messaggi: 9828
Iscritto il: 26 maggio 2009, 16:24
Località: milano

Re: Ricordo dell'incidente di Linate

Messaggio da i-daxi » 8 ottobre 2009, 15:27

Non aggiungo più di quello che già stato espresso da tutti, solamente un agurio sincero che incidenti come questo possano venire a tutti i costi evitati, la nostra tecnologia e il nostro buon senso possono condribuire enormemente per rendere ciò possibile.
Un grande plauso ai familiari delle vittime per la loro profonda dignità e per il loro coraggio di andare avanti nonostante le difficoltà e il dolore della perdita di parenti, genitori, figli e amici.

Non scordiamoci mai questi eventi e facciamo di tutto per trarne delle lezioni preziose per fare in modo che questi non si ripetano.

Rispondi