italiano fluente

Offerte e Richieste di impiego nel mondo aeronautico

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
lux636
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 128
Iscritto il: 21 novembre 2005, 22:38

italiano fluente

Messaggio da lux636 » 28 novembre 2008, 19:54

Perchè quasi in tutto il mondo stanno mettendo come requisito di assunzione come piloti in compagnia, la fluenza nella lingua di base (air france francese, Malaysia airlines il malese, ecc) o addirittura la nazionalità (india, egitto, ecc)?
e da noi non viene protetta la forza lavoro ?

Si può organizzare una petizione all'enac?

peterfly 65

Re: italiano fluente

Messaggio da peterfly 65 » 28 novembre 2008, 20:01

lux636 ha scritto:Perchè quasi in tutto il mondo stanno mettendo come requisito di assunzione come piloti in compagnia, la fluenza nella lingua di base (air france francese, Malaysia airlines il malese, ecc) o addirittura la nazionalità (india, egitto, ecc)?
e da noi non viene protetta la forza lavoro ?

Si può organizzare una petizione all'enac?
Ma se tutta italia è contenta che sono venuti i tedeschi................forse non ti sei reso conto in che paese viviamo. Pensa anche in india adeeso prendono prima gli indiani.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9165
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: italiano fluente

Messaggio da air.surfer » 28 novembre 2008, 20:07

lux636 ha scritto: e da noi non viene protetta la forza lavoro ?
Perchè i piloti italiani sono degli zozzi privilegiati e devono morire. Tanto i ministri li prendono all'estero.

Avatar utente
dirk
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1424
Iscritto il: 14 luglio 2007, 19:59
Località: DIXER 5000 ft or above

Re: italiano fluente

Messaggio da dirk » 28 novembre 2008, 20:12

In questo non sono del tutto d'accordo.
Secondo me è un diritto della compagnia quello di mettere dei requisiti del genere...
Il mondo è pieno di piloti italiani espatriati, e idem vale nel senso opposto, non ci vedo grosse tragedie.
Petizione all'ENAC per cosa scusate?

PS: in Europa non esistono vincoli di nazionalità, sarebbe illegale. Di lingua è un altro discorso...

peterfly 65

Re: italiano fluente

Messaggio da peterfly 65 » 28 novembre 2008, 20:19

dirk ha scritto:In questo non sono del tutto d'accordo.
Secondo me è un diritto della compagnia quello di mettere dei requisiti del genere...
Il mondo è pieno di piloti italiani espatriati, e idem vale nel senso opposto, non ci vedo grosse tragedie.
Petizione all'ENAC per cosa scusate?

PS: in Europa non esistono vincoli di nazionalità, sarebbe illegale. Di lingua è un altro discorso...
su questo non sarei cosi sicuro. Se vogliono trovano il modo di non farti lavorare.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9165
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: italiano fluente

Messaggio da air.surfer » 28 novembre 2008, 20:19

dirk ha scritto:In questo non sono del tutto d'accordo.
Secondo me è un diritto della compagnia quello di mettere dei requisiti del genere...
Il mondo è pieno di piloti italiani espatriati, e idem vale nel senso opposto, non ci vedo grosse tragedie.
Petizione all'ENAC per cosa scusate?

PS: in Europa non esistono vincoli di nazionalità, sarebbe illegale. Di lingua è un altro discorso...
Mi trovi la parte in inglese, per favore? Mi serve...
http://www.lufthansa-pilot.de/

peterfly 65

Re: italiano fluente

Messaggio da peterfly 65 » 28 novembre 2008, 20:21

air.surfer ha scritto:
dirk ha scritto:In questo non sono del tutto d'accordo.
Secondo me è un diritto della compagnia quello di mettere dei requisiti del genere...
Il mondo è pieno di piloti italiani espatriati, e idem vale nel senso opposto, non ci vedo grosse tragedie.
Petizione all'ENAC per cosa scusate?

PS: in Europa non esistono vincoli di nazionalità, sarebbe illegale. Di lingua è un altro discorso...
Mi trovi la parte in inglese, per favore? Mi serve...
http://www.lufthansa-pilot.de/
mo te la sta pe trova :D

Avatar utente
dirk
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1424
Iscritto il: 14 luglio 2007, 19:59
Località: DIXER 5000 ft or above

Re: italiano fluente

Messaggio da dirk » 28 novembre 2008, 20:38

:mrgreen:
E che ho detto io?
Non metto in dubbio che se vogliano fo**erti ti fo**ano, ma il fatto che tu conosca il tedesco non voglia dire che tu sia tetesco di cermania. Le selezioni per entrare in LH non sono chiuse ai tedeschi, idem per LH Cityline. Certo le selezioni se non conosci la lingua non sono uno scherzo, ma non è quello il punto...
Domanda. Le selezioni per Skymaster in che lingua erano? C'erano stranieri? Chiedo eh, non lo so.

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9165
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: italiano fluente

Messaggio da air.surfer » 28 novembre 2008, 21:04

dirk ha scritto: Domanda. Le selezioni per Skymaster in che lingua erano? C'erano stranieri? Chiedo eh, non lo so.
Che compagnia era?

Avatar utente
dirk
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1424
Iscritto il: 14 luglio 2007, 19:59
Località: DIXER 5000 ft or above

Re: italiano fluente

Messaggio da dirk » 28 novembre 2008, 21:48

Ecco appunto. Non vedo perchè scandalizzarsi se uno richiede la conoscenza della lingua locale allora...

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9165
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: italiano fluente

Messaggio da air.surfer » 28 novembre 2008, 22:34

dirk ha scritto:Ecco appunto. Non vedo perchè scandalizzarsi se uno richiede la conoscenza della lingua locale allora...
Skymaster non era una compagnia. E comunque bastava l'inglese.

lux636
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 128
Iscritto il: 21 novembre 2005, 22:38

Re: italiano fluente

Messaggio da lux636 » 28 novembre 2008, 22:53

chi è inserito nei sindacati spinga sulla risoluzione di questo problema.

Ripeto provi un italiano a entrare in air france! o mandi un curriculum in india o ai caraibi.
da noi invece non si pone nessun vincolo e ci colonizzano

La petizione è un 'idea per proteggere la forza lavoro

Avatar utente
air.surfer
FL 500
FL 500
Messaggi: 9165
Iscritto il: 18 aprile 2007, 9:36

Re: italiano fluente

Messaggio da air.surfer » 28 novembre 2008, 23:04

lux636 ha scritto:chi è inserito nei sindacati spinga sulla risoluzione di questo problema
Quali sindacati? A parte i Confederali, gli altri non esistono piu'.

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: italiano fluente

Messaggio da davymax » 29 novembre 2008, 19:29

A parte il fatto che ci sono moltissime compagnie dove la lingua non è importante; visto l'andazzo del nostro paese (non solo in aviazione), son contento che chi vuole andare a lavorare in una compagnia estera, possa farlo senza troppi problemi di lingua/nazionalità e quindi di riflesso anche gli altri se vogliono venire a lavorare in italia.
Al massimo, facciamo come nel calcio, un numero massimo di stranieri nella "formazione" :mrgreen:

Comunque, nelle nostre compagnie, non è che siano tantissimi gli stranieri, mi sa chi siamo di più noi italiani all'estero che gli stranieri in italia.
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

lux636
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 128
Iscritto il: 21 novembre 2005, 22:38

Re: italiano fluente

Messaggio da lux636 » 30 novembre 2008, 13:05

davymax ha scritto:A parte il fatto che ci sono moltissime compagnie dove la lingua non è importante; visto l'andazzo del nostro paese (non solo in aviazione), son contento che chi vuole andare a lavorare in una compagnia estera, possa farlo senza troppi problemi di lingua/nazionalità e quindi di riflesso anche gli altri se vogliono venire a lavorare in italia.
Al massimo, facciamo come nel calcio, un numero massimo di stranieri nella "formazione"

Comunque, nelle nostre compagnie, non è che siano tantissimi gli stranieri, mi sa chi siamo di più noi italiani all'estero che gli stranieri in italia
Io sono della tua idea, come restrizione non ha molto senso, però se guardi airfrance, luftanasa, german wings, la lingua locale è un requisito fondamentale, ma non è giusto! perchè un crucco può venire da noi e noi non possiamo andare a lavorare da loro? in più molti altri paesi dell'est dove il mercato è florido (tipo india ) impongono addirittura la nazionalità!!
Allora che si dovrebbero fare pressioni, almeno a livello europeo, in senso contrario, cioè che si vietino queste restrizioni! se ci fosse questo tipo di restrizione avrebbero fatto meno i fenomeni con il contratto alla Cai!
o tutti o nessuno, non noi sempre i più pirla!

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: italiano fluente

Messaggio da davymax » 30 novembre 2008, 13:28

lux636 ha scritto:
davymax ha scritto:A parte il fatto che ci sono moltissime compagnie dove la lingua non è importante; visto l'andazzo del nostro paese (non solo in aviazione), son contento che chi vuole andare a lavorare in una compagnia estera, possa farlo senza troppi problemi di lingua/nazionalità e quindi di riflesso anche gli altri se vogliono venire a lavorare in italia.
Al massimo, facciamo come nel calcio, un numero massimo di stranieri nella "formazione"

Comunque, nelle nostre compagnie, non è che siano tantissimi gli stranieri, mi sa chi siamo di più noi italiani all'estero che gli stranieri in italia
Io sono della tua idea, come restrizione non ha molto senso, però se guardi airfrance, luftanasa, german wings, la lingua locale è un requisito fondamentale, ma non è giusto! perchè un crucco può venire da noi e noi non possiamo andare a lavorare da loro? in più molti altri paesi dell'est dove il mercato è florido (tipo india ) impongono addirittura la nazionalità!!
Allora che si dovrebbero fare pressioni, almeno a livello europeo, in senso contrario, cioè che si vietino queste restrizioni! se ci fosse questo tipo di restrizione avrebbero fatto meno i fenomeni con il contratto alla Cai!
o tutti o nessuno, non noi sempre i più pirla!
E' difficile vietare che una compagnia richieda la lingua della propria nazionalità, molto difficile. Prima di tutto perchè di questo passo allora tutte le aziende (di qualunque settore) non protrebbero mettere requisiti di lingue conosciute per i candidati; secondo perchè soprattutto nell'ambiente cockpit, c'è anche una questione di sicurezza, la Lufthansa (esempio inventato) potrebbe ribattere che in caso di emergenza se uno dei due piloti non è tedesco mancherebbe quella possibilità di capirsi velocemente sotto stress (visto che la maggior parte dei piloti LH sono tedeschi).
Alla fine, è solo un requisito di "conoscenza", di Curriculum. Certo, se la British chiede l'inglese è gia più facile ovvio, ma se si parla di compagnie con lingue indecifrabili.....eh....ci si attacca. Come se un'azienda ti chiede la conoscenza di un certo programma multimediale di costruzione astrofotonica, se non lo conosci te lo studi oppure vai altrove.

A proposito dell'India.....neanche 2 anni fa ero a Mumbai a fare la selezione per la Jet Airways (tra l'altro passata), meno male che non so finito lì...
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

lux636
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 128
Iscritto il: 21 novembre 2005, 22:38

Re: italiano fluente

Messaggio da lux636 » 30 novembre 2008, 13:57

davymax ha scritto:A proposito dell'India.....neanche 2 anni fa ero a Mumbai a fare la selezione per la Jet Airways (tra l'altro passata), meno male che non so finito lì...
Ti avrebbero licenziato in seguito alla nuova norma, vero?
davymax ha scritto: Come se un'azienda ti chiede la conoscenza di un certo programma multimediale di costruzione astrofotonica, se non lo conosci te lo studi oppure vai altrove


Infatti però diventa impossibile , non è che ogni volta che cambi posto di lavoro puoi passare qualche anno a imparare la lingua. Di fatto ti viene preclusa una buona fetta di mercato

Avatar utente
davymax
B737 Captain
B737 Captain
Messaggi: 6226
Iscritto il: 26 gennaio 2005, 16:34
Località: Bergamo

Re: italiano fluente

Messaggio da davymax » 30 novembre 2008, 14:05

lux636 ha scritto:
davymax ha scritto:A proposito dell'India.....neanche 2 anni fa ero a Mumbai a fare la selezione per la Jet Airways (tra l'altro passata), meno male che non so finito lì...
Ti avrebbero licenziato in seguito alla nuova norma, vero?
davymax ha scritto: Come se un'azienda ti chiede la conoscenza di un certo programma multimediale di costruzione astrofotonica, se non lo conosci te lo studi oppure vai altrove


Infatti però diventa impossibile , non è che ogni volta che cambi posto di lavoro puoi passare qualche anno a imparare la lingua. Di fatto ti viene preclusa una buona fetta di mercato
A dire il vero non credo che licenzino quelli gia assunti; e comunque intendevo che mi son salvato da un paese che ora (vedi attentati) non è proprio il massimo dove stare.

Per il resto, è così, certo è una cosa antipatica, però non credo che ci si possa fare più di tanto...come detto è questione di conoscenze. In italia dovremmo richiedere la conoscenza dell'italiano.
"They say every man dies twice, once when his body goes and again, when his name is uttered for the last time."

B737 Left seat heater

Avatar utente
tartan
Aircraft Performance Supervisor
Aircraft Performance Supervisor
Messaggi: 9746
Iscritto il: 13 gennaio 2008, 18:40
Località: Ladispoli (Roma)
Contatta:

Re: italiano fluente

Messaggio da tartan » 30 novembre 2008, 18:33

C'era una volta il Manuale di Impiego del DC9/30 in italiano. Poi si decise che la lingua ufficiale aeronautica era l'inglese e noi, che allora eravamo anche in ATLAS (AF, LH, SN, IB e AZ) ci adeguammo e facemmo corsi di inglese e poi, da allora, tutti i manuali li scrivemmo in inglese o meglio, americano. Anche il DC9 subì la stessa sorte e venne tradotto tutto in inglese. Con l'occasione si snellì di molte informazioni ritenute superflue (A distanza di anni vennero ritirate fuori in un apposito manuale di tecnica aeronautica).
Quando finì la traduzione, ci fu una cena storica offerta dal capo pilota. L'entrata in vigore del nuovo manuale fu ritardata per "ritrosie" del personale navigante che alla fine, con argomenti appropriati, accettò la novità.
Finalmente, tutti contenti, entrammo a far parte della comunità aeronautica internazionale e scoprimmo che AF faceva i mvanuali in inglese par le autorità mantenendo quello in Francese per la truppa, come anche la LH.
La mia vita è dove mi spendo, non dove mi ingrasso!
Prima o poi si muore, non c'è scampo, l'importante è morire da vivi.
http://web.tiscali.it/windrider/
Prima di pretendere un diritto devi assolvere almeno ad un dovere.

Rispondi