Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Offerte e Richieste di impiego nel mondo aeronautico

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Sharon
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 9 agosto 2012, 13:41

Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Sharon » 9 agosto 2012, 20:59

Ciao a tutti,

mi sono iscritta oggi nel forum ho 19 anni e 1 bimba di quasi 1 anno e dopo essermi diplomata l'anno scrso al tecnico aeronautico, vorrei ora riprendere gli studi ed iscrivermi alla facoltà di ingegneria aerospaziale.

Io sono del Friuli e quindi vi chiedo c'è qualcosa qui? In Slovenia Croazia gli studi di quest tipo sno disponibili? Valgono in Italia? Ho sentito per Padova per ora, ma s che c'è l'uni anche a Milano però i posti son chiusi...

Vorrei chiedervi inoltre se c'è obbligo di frequenza e se dopo realmente si viene inseriti in aziende aeronautiche.

Conosco anche le lingue straniere e questo penso sia un vantaggio per me, ad ogni modo vorrei chiedervi anche consigli su che tip di test ci sno all'ammissine e dove poss trovarli, ho sentito parlare ella HOEPLI ma non è ingegneria aerospaziale solo generica...

Attendo le vostre risposte perchè sono davvero inesperta di università :)

Avatar utente
77W
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 715
Iscritto il: 26 settembre 2011, 17:10

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da 77W » 9 agosto 2012, 22:26

Ciao, io frequento a Roma la facoltà di Aero: la frequenza non so se sia obbligatoria, ma data la complessità della materia è davvero difficile procedere con gli esami, almeno con la maggior parte di essi, senza avere seguito le lezioni. L'inserimento lavorativo è estremamente probabile, poi certamente dipenderà dalle qualità del singolo. E' uno dei settori con i più alti tassi di assunzione e questo la dice lunga.
Sempre per la mia università, i test d'ammissione erano obbligatori ma non influivano sull'ammissione alla facoltà: in pratica, potevi anche non azzeccarne una e avresti potuto iscriverti ugualmente.

Sulle prime domande non posso aiutarti, salvo sconsigliarti senza indugi Roma in quanto l'insegnamento, le strutture e la burocrazia sono veramente penose, almeno per come la vedo io.

Se hai altre domande chiedi pure, peraltro risponderanno sicuramente altri ragazzi che frequentano Aero in Italia e non solo. Rimani collegata!
I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi.
Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti.
L'insieme dei due costituisce una forza incalcolabile.

If we all worked on the assumption that what is accepted as true is really true, there would be little hope of advance.

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da flyforever85 » 10 agosto 2012, 11:07

Ciao,
io sono di Padova ma ho preferito studiare ingegneria aerospaziale a Forlì (sotto l'università di Bologna).
ho preferito spostarmi in Emilia perché a Padova il corso era appena iniziato e gli esami specifici di ingegneria aerospaziale erano pochissimi rispetto a quelli di ingegneria meccanica.
Padova è una città totalmente universitaria il che vuol dire moltissime case in affitto, mezzi pubblici per muoverti e volendo anche vita mondana da studenti universitari (vedendo che però hai una bimba non so se è la tua prerogativa...). Per quello che ho sentito da varie persone che hanno studiato a Napoli Roma e Milano, hai sicuramente una qualità di professori alta, però ricordati che devi fare non poca fatica per seguire i corsi e studiare, nel senso che devi partire con un'ora di anticipo per andare in facoltà, non sempre troverai posto ecc. I tempi si dilungano e torni a casa distrutta. I corsi puoi non seguirli, la frequenza non è obbligatoria, però vedendo il tuo background di perito aeronautico io ti consiglierei vivamente di seguirli, soprattutto quelli iniziali come analisi, fisica ecc.
http://cisas.unipd.it/didactics/aerospaziale/index.html
Forlì: è una città sicuramente molto meno caotica di Padova e le altre, la facoltà è attaccata all'aeroporto in una zona tranquilla e piena di famiglie. I mezzi pubblici funzionano discretamente, ma se hai una bici Forlì la giri tutta. Il primo anno di ingegneria di trovi con gli studenti di ing. meccanica e gli esami sono in comune. Poi dal secondo anno siete divisi e solitamente gli ingegneri aerospaziali non sono più di 40-50, il che a seconda del prof può essere molto utile per capire meglio la lezione. Infine sappi che la scelta è molto soggettiva: moltissimi amici miei hanno fatto la triennale a milano, padova e poi sono venuti a Forlì, e altri invece hanno fatto il viceversa...
A te il link: http://www.ing2.unibo.it/Ingegneria+Cesena/default.htm
Croazia:sono inesperto per quello che riguarda ing. aerospaziale all'estero ma il mio co-relatore della tesi ha studiato in Croazia nell'università di Zagabria. Dopo la laurea ha conseguito il cottorato di ricerca in Italia quindi penso non ci siano problemi di riconoscimento. Penso il link sia questo ma non capendo la lingua non te lo assicuro: http://www.fsb.unizg.hr/index.php?&lang=en
Il test: è obbligatorio sostenerlo ma ti serve solo per aver un'idea della preparazione iniziale. ci sono domande di fisica, chimica, matematica, comprensione del testo e logica. Io ho fatto degli esercizi solo su quest'ultima venendo da un liceo scientifico. Se non superi un certo punteggio, ti sconsigliano di iscriverti ma è puramente un consiglio (una mia compagna di corso proveniva da ragioneria e ha preso un basso punteggio al tes, si è laureata con 110 e lode). Sia l'università di Padova che di Forlì ti danno i test passati per esercitarti e avere un'idea di cosa ti troverai davanti il giorno del test, richiedili in segreteria.
Mondo del lavoro: anche qui è un terno all'8!!! Diciamo che in Italia l'ingegnere è sempre ben visto, ma non necessariamente farai l'ingegnere aeronautico quindi con una buona percentuale sarai assunta anche se non per il lavoro dei tuoi sogni. Se vuoi andare all'estero la conoscenza della lingua inglese è ovviamente obbligata, se in più pensi alla Germania o alla Francia conoscere la loro lingua è sicuramente una ottima plusvalenza.

Spero tutto ciò possa esserti utile
Stefano
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Sharon
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 9 agosto 2012, 13:41

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Sharon » 10 agosto 2012, 20:46

Vi ringrazio moltissimo per tutte le risposte esaustive...
forlì rimane comunque lontano per me avendo la mia famiglia a Pordenone...
Ad ogni modo volevo chiedervi a Forlì c'è numero chiuso? Se non passo il test?
Avete dei test di esempio da inviarmi anche tramite email? Se sì poi ve la scrivo la mia mail...

Big_Teo
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1106
Iscritto il: 9 maggio 2008, 18:11

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Big_Teo » 10 agosto 2012, 21:39

Io mi sono immatricolato lo scorso luglio per ingegneria aerospaziale qui a Milano.
(anche se in molti mi hanno detto che il percorso è molto, troppo duro... e non si parla solo della didattica in sè. Se cerchi sul forum, comunque, dovrebbe essere stato un argomento di discussione recente).
Farò riferimento unicamente quindi a Milano.
Sharon ha scritto:Vorrei chiedervi inoltre se c'è obbligo di frequenza
A quanto avevo sentito dire all'open day, se non ricordo male, la frequenza non è obbligatoria, ma fortemente consigliata... come già detto, per il semplice fatto che è un corso di laurea veramente "tosto".

Milano non è propriamente "a numero chiuso"... però i posti sono limitati, come in tutte le università, penso!
Per accedere bisogna innanzitutto aver superato un test, cosidetto "TOL", consistente in una parte di inglese, una di matematica/logica/geometria, fisica e comprensione verbale.
Per info:
http://www.poliorientami.polimi.it/come ... ngegneria/

Una volta superato il "TOL" bisogna immatricolarsi entro certe particolari date.
Ora, io il test l'avevo fatto già in IV superiore e quindi mi sono potuto immatricolare nel periodo che andava dal 18 al 30 luglio scorso.

Però se veramente ti interessa Milano puoi provare a leggere qua...
http://www.poliorientami.polimi.it/come ... ngegneria/

Sostanzialmente però, a quanto ho capito, rischieresti di finire in graduatoria con il punteggio ottenuto nel TOL... e devi "accontentarti di ciò che è rimasto".
Cioè, mi spiego meglio... se i posti disponibili ad aerospaziale sono 350 e nella prima sessione si sono già immatricolati in 150, alla fine presumo vengano riempiti i restanti 200 posti facendo riferimento alla graduatoria.
Se non ci dovessero essere più posti, ti "dirotteranno" verso le altre preferenze da te espresse...

Conosco una persona che, immatricolatasi a settembre, ha subito un simile "destino".

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da flyforever85 » 10 agosto 2012, 21:52

Sharon ha scritto:Vi ringrazio moltissimo per tutte le risposte esaustive...
forlì rimane comunque lontano per me avendo la mia famiglia a Pordenone...
Ad ogni modo volevo chiedervi a Forlì c'è numero chiuso? Se non passo il test?
Avete dei test di esempio da inviarmi anche tramite email? Se sì poi ve la scrivo la mia mail...
Non ho mai sentito di numero chiuso a Forlì, è un distaccamento di Bologna ed è piccola come università quindi è difficile andare a numero chiuso. Non so per l'esattezza cosa succede se non passi il test, ai miei tempi (2004) ti davano un debito ovvero entro il primo anno di ingegneria dovevi superare un esame di matematica ma personalmente non ho mai visto gente lasciare l'uni per via del debito... molti lasciano ingegneria per via della difficoltà in sè delle materie trattate (sorta di selezione naturale). Non ho un formato digitale dei precedenti test di Forlì, prova a cercare in rete se trovi qualcosa, penso che siano tutti abbastanza simili tra di loro.
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Sharon
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 9 agosto 2012, 13:41

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Sharon » 11 agosto 2012, 20:24

Ciao,
ho cercato moltìro ma non ho trovato test simili in internet...
Ho trovato però una universtà online "Must university" che fa il corso di laure in "Business aviation management" e la comodità e che posso studiare da casa efare anche esami online risparmiando così molto temp e incastrare tutto nel caso inizierò a lavorare. Cosa ne pensate?
Conoscete altre uni online che propongn un corso sempre di facoltà aeronautico?
Grazie mille!!!

Big_Teo
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1106
Iscritto il: 9 maggio 2008, 18:11

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Big_Teo » 11 agosto 2012, 22:08

Magari mi sbaglio, ma:
Sharon ha scritto:"Business aviation management"
Mi pare un po' lontano dall'ingegneria... Mi sa più di qualcosa di "gestione economica" e affini.

Personalmente non so di opportunità online... però io mi sentirei di darti un consiglio: prova a chiederti cosa vuoi realmente! ;)
Se vuoi prendere la strada dell'ingegneria, oppure se andare verso qualche altra strada che potrebbe darti comunque sbocchi nell'ambito dell'aviazione...

Avatar utente
flyforever85
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 23 aprile 2006, 5:07
Località: Dayton, OH

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da flyforever85 » 12 agosto 2012, 1:22

Quoto Big_Teo, studiati un pochino i programmi degli esami che andrai ad affrontare, e vedi se possono fare per te... Non soffermarti sul nome, io ho sentito parlare di ali al terzo anno di ingegneria e di tutto il velivolo al quinto... l'ingegneria è una materia molto complessa e quella aerospaziale lo è per certi aspetti anche più delle altre perché tratti contemporaneamente argomenti di materiali, propulsione, gasdinamica, dinamica del volo e strutture... la matematica è il tuo pane quotidiano e la fisica la devi conoscere meglio del tuo nome... penso che con l'impegno e la voglia di fare tutto può essere raggiunto nella vita però giustamente devi anche coniugare i tuoi impegni quindi fai una scelta ponderata, una volta pagate le tasse non si restituiscono... Non sono padre e non ho lavorato durante il mio corso di studio e nonostante tutto ho avuto difficoltà in alcuni momenti...
"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perchè là siete stati e là desiderate tornare" di Leonardo da Vinci
Immagine

Avatar utente
butterfly
FL 300
FL 300
Messaggi: 3258
Iscritto il: 9 ottobre 2008, 22:59
Località: CVG

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da butterfly » 13 agosto 2012, 11:48

Come scritto migliaia di volte, se cercate una facoltà aeronautica perchè vi aspettate qualcosa di figo scordatevelo!
Ingegneria è bella se e solo se vi piace la fisica e la matematica, che poi si applichi ad un aereo o ad un ponte è lo stesso. Ve lo dice un ing aeronautico che ha fatto una tesi sull'aeroelasticità dei cavi dei ponti :wink:
Inoltre il fatto di avere una laurea nel settore non implica che ci lavorerai e anche se lavorerai nel settore magari andrai a fare un lavoro così noioso e così lontano dagli aerei che a quel punto ti chiedi se abbia veramente senso.
Studiate quello che vi piace e che vi interessa, annoiarsi sui libri a studiare analisi perchè dopo 3 anni avrai un corso in cui si parla vagamente di un'ala non è entusiasmante.
Inoltre, per quanto sia buono il vostro corso, una cosa è studiare su un libro come progettare qualcosa, tutt'altra storia è progettare qualcosa che si possa realizzare e che rientri nei pesi, nei tempi e nei costi che l'azienda vuole.
Good luck!

Daniela
La morte non sta nel non comunicare, ma nel non poter essere più compresi (Pier Paolo Pasolini)

skype id: ladymachbet

http://www.giuda.it

Avatar utente
dadesh
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 28
Iscritto il: 1 luglio 2012, 12:32
Località: Emilia

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da dadesh » 20 agosto 2012, 20:51

butterfly ha scritto:Come scritto migliaia di volte, se cercate una facoltà aeronautica perchè vi aspettate qualcosa di figo scordatevelo!
Ingegneria è bella se e solo se vi piace la fisica e la matematica, che poi si applichi ad un aereo o ad un ponte è lo stesso. Ve lo dice un ing aeronautico che ha fatto una tesi sull'aeroelasticità dei cavi dei ponti :wink:
Inoltre il fatto di avere una laurea nel settore non implica che ci lavorerai e anche se lavorerai nel settore magari andrai a fare un lavoro così noioso e così lontano dagli aerei che a quel punto ti chiedi se abbia veramente senso.
Studiate quello che vi piace e che vi interessa, annoiarsi sui libri a studiare analisi perchè dopo 3 anni avrai un corso in cui si parla vagamente di un'ala non è entusiasmante.
Inoltre, per quanto sia buono il vostro corso, una cosa è studiare su un libro come progettare qualcosa, tutt'altra storia è progettare qualcosa che si possa realizzare e che rientri nei pesi, nei tempi e nei costi che l'azienda vuole.
Good luck!

Daniela
Per curiosità, che lavoro fai? :mrgreen:

Avatar utente
aircraftfire
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 141
Iscritto il: 4 agosto 2006, 11:18
Località: LIVT

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da aircraftfire » 21 agosto 2012, 21:54

Premetto che la mia esperienza riguarda il cosiddetto Vecchio Ordinamento (5 anni secchi, senza se e senza ma), quindi forse non è più applicabile alla situazione di oggi.

Per comodità, ho iniziato Ing. Meccanica a Trieste (sono tuo corregionale) e dopo aver dato qualche esame comune ai due orientamenti mi sono trasferito ad Aerospaziale al Politecnico di Torino. Era una scelta per me quasi obbligata, dettata dalla pura passione per l'aeronautica, con grandi aspettative per l'ambiente di studio che avrei trovato e per le prospettive di lavoro.
In tutta onestà, alla fine sono rimasto un po' deluso degli studi per la quasi assoluta mancanza di contatti con il "vero" mondo del volo, sia da parte dei docenti che dei miei compagni di corso (sembrava che molti avessero scelto Aerospaziale perchè era la prima in ordine alfabetico tra le varie ingegnerie...). Sia chiaro, sapevo già che ingegneria era "lacrime e sangue" e non mi aspettavo qualcosa di "figo", ma a parte qualche esame "gustoso", il resto aveva veramente solo una lontanissima parentela con il fascino del volo (su questo quoto in pieno butterfly).

Dopo un cammino di studi un po' "travagliato" ed una tesi (che mi sono sostanzialmente organizzato da solo) sul mio argomento aeronautico preferito, mi sono trovato a lavorare nella mia città di origine in un'azienda che non ha niente a che fare con il volo. Forse è successo perchè c'è stata la crisi e l'offerta di posti di lavoro nel settore aeronautico non era molta, forse è andata così perchè in fondo non volevo allontanarmi da chi è poi diventata mia moglie oppure alla fine ho fatto troppo il difficile perchè avevo il terrore che un sacco di lavori "aeronautici" in sostanza fossero per il 99% nello stare davanti ad una postazione CAD con il dubbio se quello che vedevo nello schermo era un pezzo di aereo o di lavatrice e senza la minima speranza di toccare dal vero un aeromobile di qualche tipo.

Oggi il mio sogno di lavorare nel campo della manutenzione aeronautica o nella sicurezza del volo sta scivolando sempre più in fondo al cassetto, ma in compenso ho iniziato un corso di volo a vela! In fondo in questo modo ho trovato una "professione legata al mondo aeronautico": i soldi che guadagno con un lavoro "così così" li spendo per volare...

Una domanda: ma perchè proprio l'università?
Io, se tornassi indietro, sarei fortemente tentato di fare il Malignani (come te, suppongo) e poi proseguire con i corsi per la Licenza di Manutentore Aeronautico.
Non credo assolutamente che la LMA sia un cammino più semplice rispetto ad una laurea breve ma alla fine ottieni un titolo molto più spendibile in campo aeronautico e puoi sperare in un lavoro dove vedi e tocchi dal vivo gli aerei/elicotteri. Naturalmente, avresti lo svantaggio di non poter "riciclare" facilmente il titolo in altri settori se le cose non vanno bene.

Spero di non averti annoiato e in bocca al lupo!
Saluti,
Leonardo

"If you think prevention is expensive, you should try having an accident"

Sharon
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 9 agosto 2012, 13:41

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Sharon » 22 agosto 2012, 22:11

Ciao AicraftFire,
grazie per il tuo consiglio così prezioso, davvero...
Navigando ho trovato questo corso LMA della vulcanair http://www.vulcanair147.com/Prodotti%20.htm fammi sapere cosa ne pensi.. costa tantissimo, ma se davvero ne vale la pena ed è migliore epiù prtico rispetto alla laurea di ingegnere, fammi sapere la ta esperienza di certo mi aiuterà moltissimo. Grazie ancora a tutti per aver letto il mio post e dedicato il vostro tempo a rispondermi, se avrete altre idee fatemi sapere grazie.

bulldog89
FL 250
FL 250
Messaggi: 2944
Iscritto il: 8 gennaio 2009, 13:04
Località: 16nm NE LIML

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da bulldog89 » 23 agosto 2012, 7:52

Mi intrometto per ricordare che per la LMA C è richiesta la laurea.

Sharon
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 6
Iscritto il: 9 agosto 2012, 13:41

Re: Ingegneria Aerospaziale... Tante domande x voi

Messaggio da Sharon » 23 agosto 2012, 10:40

Beh pensando e ripensando sono decisa e penso di iscrivermi anche se alla last minute alla triennale di ingegneria navale di Trieste,alla fine i primi 3 anni sono molto simili ed è tutta industriale anche per le facoltà aerospaziali.

Staff: rimosso indirizzo mail in chiaro. Gli indirizzi mail non vanno mai messi in chiaro sul forum, eventualmente si comunicano in privato via mp.

Rispondi