Fairchild C123 Provider

Area dedicata all'Aviazione Storica. Aerei vintage, vecchie Compagnie e imprese del passato

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
MiamiVice

Fairchild C123 Provider

Messaggio da MiamiVice » 29 ottobre 2007, 16:56

Dopo aver visto per l'ennesima volta "Air America" ho fatto una piccola ricerca sul protagonista volante del film, il C 123 velivolo della Fairchild (io pensavo Lockheed :oops: ), ma non sono riuscito a trovare molte informazioni. Qualcuno conosce questo tipo di velivolo?

Per caso è stato impiegato anche dalle nostre forze armate?

Immagine

Avatar utente
max70
02000 ft
02000 ft
Messaggi: 295
Iscritto il: 14 aprile 2007, 11:08

Messaggio da max70 » 31 ottobre 2007, 18:37

Non credo che il Provider sia mai stato usato dalle nostre forze armate, qui

http://en.wikipedia.org/wiki/C123

puoi trovare abbastanza sulla sua storia.
Massimiliano

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 31 ottobre 2007, 18:46

Su internet ho trovato che non è mai stato utilizzato dall'Italia visto che si preferivano gli idrovolanti siai marchetti.
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
beluga
FL 150
FL 150
Messaggi: 1611
Iscritto il: 29 aprile 2006, 18:37
Località: LIQB

Messaggio da beluga » 31 ottobre 2007, 18:49

Nik ha scritto:Su internet ho trovato che non è mai stato utilizzato dall'Italia visto che si preferivano gli idrovolanti siai marchetti.
:?:
Fabrizio

Warnehmung / Constatazione
Als ich wiederkeherte / War mein Haar noch nicht grau / Da war ich froh. Die Muhen der Gebirge liegen hinter uns / Vor uns liegen die Muhen der Ebenen
Quando ritornai / i miei capelli non erano ancora grigi / ed ero contento. Le fatiche delle montagne sono alle nostre spalle / davanti a noi le fatiche delle pianure
Bertolt Brecht


Saltate pure e con coraggio di testa nel presente che non ritorna per ritrovarvi in un attimo nel cuore stesso dell'eternità...
Bohumil Hrabal (Brno 1914, Praha 1997)


Immagine

Avatar utente
Lelux
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 26 ottobre 2007, 0:41
Località: LIQN

Messaggio da Lelux » 31 ottobre 2007, 18:57

E' interessante come velivolo per via dei due piccoli turbogetti (sotto le ali) che lo aiutavano in decollo e in salita e per la fusoliera squadrata per via del fatto che fosse privo del sistema di pressurizzazione.Avete notato poi come il G 222(che venne realizzato credo un quindicina di anni piu' tardi) gli somigli?Beh,in effetti erano concepiti entrambi per lo stesso scopo!Bello "air america" a proposito,me lo vedo spesso e volentieri anch'io!
Immagine

MiamiVice

Messaggio da MiamiVice » 31 ottobre 2007, 19:00

Lelux ha scritto:E' interessante come velivolo per via dei due piccoli turbogetti (sotto le ali) che lo aiutavano in decollo e in salita
Qualcosa di simile al C130 che usano in Delta Force, scusate l'ulteriore riferimrnto cinematografico :oops:

Lelux ha scritto:Bello "air america" a proposito,me lo vedo spesso e volentieri anch'io!
:thumbright:

Snap-on

Messaggio da Snap-on » 1 novembre 2007, 17:14

Non ho letto Wikipedia, ma lo sapete che all'origine il velivolo era nato come aliante? La sua desigmnazione ufficiale era GC-20.

E' un velivolo che non ha avuto successo nelle forze armate europee, per colpa del poco carico pagante e della ridotta autonomia.
E' stato invece, molto apprezzato in Asia e Sud-america ,dove è stato impiegato in numerose forze aeree e compagnie civili.

Ce ne sono ancora esemplari volanti , sopratutto nel sud-est asiatico e alcune agenzie governative USA utilizzano ancora i suoi servigi.

Anche se la pancia è piatta, non è un idrovolante!

I motori erano i soliti P&W R2800 CB15 DA 2900 Hp. Le versioni più recenti avevano in aggiunta un paio di motori a getto GE J85-11 DA 2700 lbs di spinta, utilizzati soltanto per il decollo e la salita. In crociera la propulsione era data solo dai motori radiali.

La modifica con i motori a getto ha ridotto l'autonomia complessiva del velivolo è ha introdotto una nuova sezione alare irrobustita e comprendente anche i serbatoi per il cherosene dei motori ausiliari.

E' velivolo molto robusto e qualche esemplare dell'USAF è stato revisionato negli anni ,70 dalle Officine Aeronavali di Venezia.

Saluti

Steve

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 1 novembre 2007, 18:46

Non ho letto Wikipedia, ma lo sapete che all'origine il velivolo era nato come aliante?
Come aliante??Una barcone del genere come aliante!!!Che fantasia che avevano ai tempi!!
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
beluga
FL 150
FL 150
Messaggi: 1611
Iscritto il: 29 aprile 2006, 18:37
Località: LIQB

Messaggio da beluga » 1 novembre 2007, 18:52

Guarda questo allora.
Non ci sono solamente alianti della categoria del Libelle e del Twin Astir (ammesso che siano della medesima categoria, insomma intendo per il volo a vela sportivo e da diporto, non me ne vogliano gli amici piloti ed appassionati di volo a vela :oops: ); in campo bellico, e in particolare nella WW-II sono stati usati, come trasporto truppe, mezzi tipo il Me 321 e suoi omologhi degli Alleati.
Ultima modifica di beluga il 1 novembre 2007, 18:58, modificato 1 volta in totale.
Fabrizio

Warnehmung / Constatazione
Als ich wiederkeherte / War mein Haar noch nicht grau / Da war ich froh. Die Muhen der Gebirge liegen hinter uns / Vor uns liegen die Muhen der Ebenen
Quando ritornai / i miei capelli non erano ancora grigi / ed ero contento. Le fatiche delle montagne sono alle nostre spalle / davanti a noi le fatiche delle pianure
Bertolt Brecht


Saltate pure e con coraggio di testa nel presente che non ritorna per ritrovarvi in un attimo nel cuore stesso dell'eternità...
Bohumil Hrabal (Brno 1914, Praha 1997)


Immagine

Avatar utente
Lelux
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 74
Iscritto il: 26 ottobre 2007, 0:41
Località: LIQN

Messaggio da Lelux » 1 novembre 2007, 18:54

Alcuni dati interessanti che non ho letto sulla wikipedia:

Velocità di crociera massima:278(!) km/h
Dimensioni stiva: mt 11,18 x 2,79 x h 2,40.
carico utile max: 6800 kgs
velocità di stallo con carrello e flap abbassati: 152 kmh
Immagine

Avatar utente
Nik
Banned user
Banned user
Messaggi: 2661
Iscritto il: 15 agosto 2007, 21:28
Località: Vedano Beach near to LILN
Contatta:

Messaggio da Nik » 1 novembre 2007, 18:56

Guarda questo allora
Beh almeno questo ha l'ala da aliante!!
Visita medica prima classe superata.
PPL (A) all'inizio.
Speriamo in un buon futuro!!!!!!!

Avatar utente
beluga
FL 150
FL 150
Messaggi: 1611
Iscritto il: 29 aprile 2006, 18:37
Località: LIQB

Messaggio da beluga » 1 novembre 2007, 21:25

Che intendi per ala da aliante?

Ah...c'era anche una versione con motori Me321, il Me323 Gigant
Fabrizio

Warnehmung / Constatazione
Als ich wiederkeherte / War mein Haar noch nicht grau / Da war ich froh. Die Muhen der Gebirge liegen hinter uns / Vor uns liegen die Muhen der Ebenen
Quando ritornai / i miei capelli non erano ancora grigi / ed ero contento. Le fatiche delle montagne sono alle nostre spalle / davanti a noi le fatiche delle pianure
Bertolt Brecht


Saltate pure e con coraggio di testa nel presente che non ritorna per ritrovarvi in un attimo nel cuore stesso dell'eternità...
Bohumil Hrabal (Brno 1914, Praha 1997)


Immagine

Avatar utente
Sonny
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 760
Iscritto il: 20 luglio 2006, 20:59
Località: IN OGNI DOVE

Messaggio da Sonny » 4 novembre 2007, 11:00

SOmiglia al g222
Ciò che facciamo in vita rieccheggia per l'eternità

Snap-on

Messaggio da Snap-on » 5 novembre 2007, 10:51

Forse il G222 assomiglia al Provider !

Saluti

Steve

Avatar utente
Almost Blue
FL 150
FL 150
Messaggi: 1628
Iscritto il: 21 maggio 2008, 14:03

Re:

Messaggio da Almost Blue » 29 settembre 2008, 19:24

Snap-on ha scritto:Forse il G222 assomiglia al Provider !

Saluti

Steve
M'hai tolto le parole di bocca!!!
Il C 123 fu un aereo rivoluzionario per i suoi tempi (rampa posteriore!) e rappresentò la spina dorsale del trasporto aereo tattico medio-pesante dell' USAF e dell' Air America durante tutti gli anni sessanta e durante la guerra del Vietnam, insieme con il C 119 ed al C 7 Caribou, fino all' avvento del C 130.
Inizio OT:
Purtroppo alcune versioni vennero anche usate per l'infame pratica dello spargimento del defogliante praticamente su tutto il Vietnam del Nord. L'agente Orange, perchè era di un bellissimo color arancio nei bidoni, era un derivato di un ormone vegetale (mi pare steroideo, come anche il nostro cortisone per esempio), il quale aveva la capacità di "ordinare" alla pianta, a lui sensibile, di perdere tutte le foglie e di morire, perchè le foglie non rinascevano. La cosa incredibile (io stesso faccio ancora fatica a crederci!) è che era estesamente utilizzato come pesticida per piante parassite anche nelle immense coltivazioni di cereali del midwest americano negli anni 50! Peccato che nessuna delle autorità USA preposte alla sorveglianza (FDA...) di queste sostanze disse mai ufficialmente che provocava il cancro negli animali da laboratorio e ngli esseri umani! Gli sarà passato di mente?
Come se non bastasse inoltre, l'agente Orange si associava ad elevatissime concentrazioni di Diossina, forse derivante dalla sua produzione industriale!
Come se non bastasse, oltre il danno, la beffa: le aree defogliate erano praticamente invivibili. La pelle dei soldati si arrossava e dava lesioni come le ustioni. Gli occhi ed il naso si irritavano quasi subito ed inoltre, l'assenza di piante non dava più riparo! I ragazzi americani diventavano bersagli naturali per i cecchini appostati ai bordi della giungla.
L'anno nero per il Nord Vietnam fu soprattutto il '66, in cui l'irrorazione ebbe il suo picco.
I C 123 destinati al defogliante quindi non erano altro che immensi aerei per irrorare i pesticidi nei campi. Gli mettevano a bordo due cisterne da 300 litri ognuna, una pompa, un compressore e a rampa posteriore abbassata, ed a bassissima quota, un operatore da dentro una specie di garitta blindata, contro i colpi antiaerei dal basso, iniziava a spruzzare fuori il defogliante. Queste missioni richiedevano una scorta ravvicinata di Phantoms o di F 105, i quali, prima che iniziasse l'irrorazione, eseguivano diversi passaggi di mitragliamento a bassa quota per provocare eventuali reazioni nemiche, che così avrebbero svelato le posizioni nordviet, che poi sarebbero state liquidate dagli stessi aerei di cui sopra.
L'agente Orange imbeve il terreno e sale nelle radici delle piante, tra cui anche quelle mangiate da uomini ed animali (maiali, bovini, galline...). Non si saprà mai il numero delle vittime, sia USA, sia vietnamite. Ancora oggi, a 40 anni di distanza, nascono bambini vietnamiti con più o meno estese malformazioni al sistema nervoso, occhi, cuore....moltissime donne vietnamite hanno tuttora aborti spontanei a cause ignote. Migliaia di ragazzi americani, al ritorno dal Vietnam, sono morti di cancro. Nessuna autorità statunitense ha mai ammesso il legame agente arancio-cancro, di conseguenza nessuna vittima (sia americana, che vietnamita) e nessuna famiglia è mai stata neanche risarcita. I veterani non hanno neanche ricevuto un'assistenza sanitaria degna di questo nome, al ritorno in patria.
Il terreno di tutte le giungle tropicali di questo mondo non è che un sottile strato fertile, sopra arida roccia, o argilla. Senza alberi, questo sottile strato viene presto lavato via dalle abbondanti piogge tropicali. Non rimane che un deserto su cui non cresce più nulla. Estese aree del nordvietnam hanno cambiato addirittura fisionomia: nulla cresce più là dove è stato sparso l'agente Orange e quel poco che stentatamente viene su, solo un pazzo si azzarderebbe a mangiarlo, o a darlo ai propri bambini. Meditate gente, meditate...
Fine OT.
"Find a job you like and and you'll not have to work a single day in your life".

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: Re:

Messaggio da Ashaman » 1 ottobre 2008, 12:14

Almost Blue ha scritto: Nessuna autorità statunitense ha mai ammesso il legame agente arancio-cancro...
Ma no? :shock:

E dire che la autorità DI TUTTO IL MONDO quando onazzacs sono sempre pronte ad addossarsi le proprie colpe come persone responsabili. Guarda il nostro attuale premier, il Nanerottolo Lombardo, per farti un'idea. Mi meraviglio delle autorità americane. :?

Scusa il sarcasmo se puoi, e chiedo scusa anche per aver continuato l'off-topic, ma dovrebbe essere ormai chiaro A TUTTI che se sali al potere (non importa dove; america, italia, sudafrica, cina, perù, antartica... o dove ti pare, cambia niente lo stesso) sei in grado... no, è tuo preciso dovere di lasciare le responsabilità delle tue etazzac ad altri capri espiatori, oppure, se questo non è fattibile, usare il divino potere di negare anche l'evidenza delle tue etadratsab. Tanto sei coperto e nessuno potrà mai farti pagare per le tue responsabilità. :dontknow:
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
struzzovolante
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1008
Iscritto il: 2 luglio 2008, 14:23
Località: LIRE

Re:

Messaggio da struzzovolante » 1 ottobre 2008, 22:05

Snap-on ha scritto:Non ho letto Wikipedia, ma lo sapete che all'origine il velivolo era nato come aliante? La sua desigmnazione ufficiale era GC-20.

E' un velivolo che non ha avuto successo nelle forze armate europee, per colpa del poco carico pagante e della ridotta autonomia.
E' stato invece, molto apprezzato in Asia e Sud-america ,dove è stato impiegato in numerose forze aeree e compagnie civili.

Ce ne sono ancora esemplari volanti , sopratutto nel sud-est asiatico e alcune agenzie governative USA utilizzano ancora i suoi servigi.

Anche se la pancia è piatta, non è un idrovolante!

I motori erano i soliti P&W R2800 CB15 DA 2900 Hp. Le versioni più recenti avevano in aggiunta un paio di motori a getto GE J85-11 DA 2700 lbs di spinta, utilizzati soltanto per il decollo e la salita. In crociera la propulsione era data solo dai motori radiali.

La modifica con i motori a getto ha ridotto l'autonomia complessiva del velivolo è ha introdotto una nuova sezione alare irrobustita e comprendente anche i serbatoi per il cherosene dei motori ausiliari.

E' velivolo molto robusto e qualche esemplare dell'USAF è stato revisionato negli anni ,70 dalle Officine Aeronavali di Venezia.

Saluti

Steve

Giusto, nacque come aliante, ne furono costruiti 5 esemplari di preserie denominati XCG-18A; uno di questi fu trasformato in trasporto leggero con l'installazione di 2 motori radiali e fu denominato YC-122.
A questo seguirono diverse versioni, sempre come aliante, che sfociarono infine nello XCG-20, di dimensioni maggiori, poi rinominato XG-20 e infine XC-123 quando venne fornito di motori (Pratt&Whitney R-2800-23 double wasp).
Questi aerei furono prodotti dalla Chase Aircraft Company, che ricevette un primo ordine per 5 C-123B di preserie nel 1952 e un ordine successivo per 300 C-123B di serie.
Il contratto fu poi annullato nel 1953 e assegnato alla Fairchild, che ne produsse complessivamente 302.
I modelli dotati di turboreattori ausiliari sono successivi al C-123B e sono le versioni J e K.

Ciao

Stefano

Rispondi