Tupolev Tu 144

Area dedicata all'Aviazione Storica. Aerei vintage, vecchie Compagnie e imprese del passato

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Ashaman » 6 gennaio 2006, 14:05

Beh, il 144 è stato il primo dei due a volare solo perché fu sviluppato con la guerra fredda in testa. I russi d'altra parte avevano preso (voce del verbo ciulare) gran parte dei progetti alla Aérospatiale e avevano sviluppato il 144 da là (infatti i 2 aerei si somigliano un casino).

Sebbene montasse 4 tuboventole (che a me risulta non montassero postbruciatori, ma può essere benissimo che le mie fonti siano incomplete in merito) invece dei 4 turboreattori del Concorde, il 144 aveva una autonomia molto più ridotta e anche se marginalmente più veloce in crociera era, a detta di chi ci ha viaggiato, particolarmente rumoroso e scomodo.

Differentemente dal Concorde il 144 ha però avuto parecchie motorizzazioni e i primi non particolarmente efficienti motori vennero in seguito sostituiti da altre unità che ne allungarono in qualche modo l'autonomia, ma che rimase comunque al di sotto di quella del Concorde. Nulla mi è dato sapere se le nuove motorizzazioni aumentassero o meno il comfort.

Anche il Concorde ebbe nella sua vita miglioramenti ai motori (che rimasero sempre gli stessi), miglioramenti che permisero (cosa che non tutti sanno) una migliore efficenza e maggiore autonomia. Mentre i primi tempi il Concorde infatti arrivava a stento a coprire le 3900 miglia nautiche, alla fine del loro servizio tutti erano in grado di arrivare a coprire anche 4500 miglia.

Un'altra cosa che non tutti sanno è che la Aérospatiale aveva sulla carta intenzione di costruire una versione B del Concorde dopo che la ventesima unità della versione A (rimasta tra l'altro l'unica) fosse stata venduta. La versione B doveva avere motori più efficienti, pare delle turboventole, potenti a sufficienza da non necessitare postbruciatori per decollo e transizione supersonica, e un profilo alare modificato per permettere un comportamento migliore alle basse velocità, durante l'atterraggio.

Siccome le ultime 5 unità del Concorde che tutti conosciamo furono piazzate con estrema difficoltà (è storia) e gli alti costi di gestione avevano fatto allontanare dal supersonico tutti i potenziali acquirenti di questo aereo, il modello B non vide mai la luce.

Sotto un certo punto di vista è stato un vero peccato.
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Stephen Dedalus
FL 250
FL 250
Messaggi: 2838
Iscritto il: 6 settembre 2004, 9:57

Messaggio da Stephen Dedalus » 6 gennaio 2006, 17:12

Per maggiori informazioni sul TU-144 (dati tecnici e storia), rimando alla scheda Tupolev che avevo pubblicato tempo fa sul portale:

http://www.md80.it/staticpages/index.php/tupolev

Buona giornata! :wink: :wink:

Leo
Die Warheit wird euch frei machen. (Goethe)
La verità vi renderà liberi. (Goethe)

Leonardo
er.tupolone@yahoo.it

Avatar utente
Luke3
FL 500
FL 500
Messaggi: 6795
Iscritto il: 4 febbraio 2005, 20:15
Località: Los Angeles, CA

Messaggio da Luke3 » 6 gennaio 2006, 17:15

Effettivamente i russi hanno battuto tutti anche sull'aereo supersonico, costruendo il TU-144 che è stato il primo aereo civile a volare a velocità supersoniche, e come hai detto te, era anche più veloce del concorde. L'aereo era anche più largo del Concorde, e dai russi era conosciuto come "Concordsky" :wink:. Il problema con la variante Russa del trasporto civile supersonico era il consumo e quindi la distanza percorribile: il TU-144 consumava quantità enormi di carburante riducendo drasticamente il range di quest'aereo e non rendendolo adatto alle operazioni a lungo raggio. Questo, aggiunto ai due incidenti, ha portato il mondo a favorire il Concorde. Eccoti un pò di foto :wink:
http://www.airliners.net/open.file/852974/L/
http://www.airliners.net/open.file/846358/L/

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Ashaman » 6 gennaio 2006, 19:31

In quanto alla spinta dei motori è possibile che i russi avessero montato unità più potenti sotto il 144, visto che a mia memoria questo non aveva i postbruciatori presenti sul Concorde e in qualche modo doveva decollare e passare in supersonico, azioni queste che il Concorde faceva a postbruciatori accesi, ma mi sa che quel libro di cui parli è in forte errore per quanto riguarda le autonomie.

Il Concorde non ritoccato era capace di 3900 miglia nautiche, ossia in eccesso di 7000 chilometri, non 6250. Così come 6500 chilometri sono circa 3600 miglia nautiche per il 144. Una bella discrepanza.

La "tangenza pratica" è probabilmente la quota massima di crociera consigliata (bisognerebbe vedere se a pieno carico o vuoto) dell'uno e dell'altro aereo espresso in metri.

In quanto al numero di passeggeri proferir parola non posso che ipotesi non sia.
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
Kitano
Administrator
Administrator
Messaggi: 4310
Iscritto il: 14 agosto 2004, 2:27
Località: Nell'APU di I-SMEM
Contatta:

Messaggio da Kitano » 6 gennaio 2006, 21:21

Nelson, grazie per la segnalazione :D:D:D
Oltre al Forum, ogni tanto guardate anche il Portale (home page di md80.it) dove potrete trovare, tra i centinaia di schede/articoli/approfondimenti, anche la scheda completa della compagnia Tupolev, realizzata dal nostro Leonardo "HeitorVillaLobos" De Marchi...
A breve altre schede sempre realizzate dal Leo :P
Immagine

Zeno Guarienti _ md80.it _ Administrator
"Non sono il migliore in alcuna delle cose che faccio, ma nessuno è migliore di me nel farne così tante"


- Sei NUOVO? Leggi qui...
- Hai messo un TITOLO appropriato ai tuoi messaggi?
- Letto il REGOLAMENTO?

Stephen Dedalus
FL 250
FL 250
Messaggi: 2838
Iscritto il: 6 settembre 2004, 9:57

Messaggio da Stephen Dedalus » 6 gennaio 2006, 22:46

Zeno";p="63835 ha scritto:Nelson, grazie per la segnalazione :D:D:D
Oltre al Forum, ogni tanto guardate anche il Portale (home page di md80.it) dove potrete trovare, tra i centinaia di schede/articoli/approfondimenti, anche la scheda completa della compagnia Tupolev, realizzata dal nostro Leonardo "HeitorVillaLobos" De Marchi...
A breve altre schede sempre realizzate dal Leo :P
Già segnalato in un altro topic... Comunque ringrazio il boss per la pubblicità! :lol: 8)

Buona notte, Leo
Die Warheit wird euch frei machen. (Goethe)
La verità vi renderà liberi. (Goethe)

Leonardo
er.tupolone@yahoo.it

mpaolo76
Rullaggio
Rullaggio
Messaggi: 1
Iscritto il: 15 agosto 2006, 3:08
Località: Firenze

Re: re: Tupolev Tu 144

Messaggio da mpaolo76 » 15 agosto 2006, 4:21

Vorrei dare il mio contributo riguardo gli aerei supersonici dando qualche dettaglio:




1) Il TU-144 montava post-bruciatori fin dal primo modello, oltretutto la velocità supersonica si raggiunge oltre i 50000 piedi per evitare le turbolenze e senza i postbruciatori è al quanto difficile arrivarci.

2)Anche il Concorde montava motori turboventola con relativi postbruciatori, anche perché un semplice turbo getto consuma quasi il doppio ed è improbabile consumi meno del peggior turboventola.

3) Il TU-144 era disponibile con un diverso numero di posti passeggeri ed in base a questo aveva un maggiore o minore carico di carburante che variava l'autonomia. E' chiaro che la versione con 140 posti comportasse un minor quantitativo di carburante e quindi minore autonomia.

4) Sul confort non saprei, sfortunatamente non ho viaggiato su nessuno dei due, chi avesse avuto la possibilitò di farlo (soprattutto sul 144 che ha effettuato solo 55 voli passeggeri in Unione Sovietica) e di fare un confronto è veramente fortunato.

Giusto per chiarire in parole molto semplici: esistono 2 tipi di motore turboventola: a flussi separati ed a flussi associati. Non entro nei dettagli per non creare un post formato libro. Al primo tipo appartengono i nostri attuali aerei di linea e sono caratterizzati da un consumo limitato ed una buona insonorizzazione in quanto buona parte dell'aria aspirata viene espulsa andando a "coprire" il rombo della propulsione, al secondo tipo appartengono aerei militari, in questo caso anche TU-144 e Concorde, hanno un basso rapporto di diluizione e questo comporta un aumento della capacità propulsiva, più rumore e maggior consumo, soprattutto se ad esso viene associato un postbruciatore. Il rapporto di compressione della ventola e di diluizione giocano un ruolo determinante nella prestazione e nel consumo è per questo motivo che si ottenevano continui miglioramenti sui motori ma mai paragonabile alla convenienza di un motore a flussi separati (come quelli di un Boeing).

Americani e giapponesi stanno attualmente lavorando all'aereo supersonico di 2^ generazione utilizzando come "laboratorio" il TU-144 che sfrutterà però una propulsione completamente innovativa. Il progetto dovrebbe richiedere almeno altri 10 anni di studi, del resto il problema da risolvere non è solo di propulsivo ma anche aereodinamico e strutturale visto la comprovata fragilità dei modelli di prima generazione.





Probabilmente più che una versione "B" del Concorde avrebbero dovuto avere un progetto completamente innovativo

Sidewinder
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1113
Iscritto il: 22 giugno 2006, 23:26

Messaggio da Sidewinder » 15 agosto 2006, 12:15

nelsonwilbury, se interessano ho trovato 2 video del crash del 73; sono muti e di bassa qualità, però si vede...se vuoi contattami in PVT :wink:
_._._
se non ricordo male qui le cause dell'incidente non sono dovute all'affidalbilità dell'aereo...
L'incidente ha avuto luogo perchè l'aereo dovette compiere una forte richiamata da parte del pilota dopo un'altrettanto rapida picchiata, che l'aereo non ha retto. Poco chiare invece sono state le ragioni che hanno spinto i piloti ad effettuare tale manovra. Sembra che la colpa sia stata di un Mirage che doveva effettuare foto/video dell'aereo, ma che si trovava in rotta di collisione con esso, questo ha spinto i piloti ad effettuare tale manovra.
Poi per lungo tempo i francesi hanno negato la presenza stessa del Mirage, ora invece confermata ma non accertata come causa dell'incidente...
mah :?

Avatar utente
Slowly
Administrator
Administrator
Messaggi: 26108
Iscritto il: 28 settembre 2004, 12:43
Località: ...nei pensieri di chi mi vuole bene!
Contatta:

Messaggio da Slowly » 15 agosto 2006, 13:12

Urca, grazie a entrambi per gli aggiornamenti!
SLOWLY
MD80.it Admin

e-mail: slowly@interfree.it
MSN: slowly@md80.it
Skype: slo.ita

Scarica il mio (oh) mamma devo prendere l'aereo!

Sidewinder
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1113
Iscritto il: 22 giugno 2006, 23:26

Messaggio da Sidewinder » 15 agosto 2006, 13:17

cavolo non avevo nemmeno letto la data del topic :o :lol:

Otaku

Messaggio da Otaku » 16 agosto 2006, 2:48

Tempo fa avevo trovato su Airliners questa foto: la didascalia diceva che era stata presa dieci minuti prima del crash.
http://www.airliners.net/open.file?id=0 ... =&next_id=

Avatar utente
Challenger3
FL 150
FL 150
Messaggi: 1921
Iscritto il: 11 agosto 2006, 12:26
Località: ZSSS

Messaggio da Challenger3 » 16 agosto 2006, 10:32


Avatar utente
IGMD80
05000 ft
05000 ft
Messaggi: 794
Iscritto il: 26 novembre 2005, 22:57
Località: Genova

Messaggio da IGMD80 » 24 agosto 2006, 9:26

il video dell' incidente a le bourget lo si può trovare facilmente su emule ;)
Immagine

Avatar utente
Ashaman
FL 400
FL 400
Messaggi: 4197
Iscritto il: 1 agosto 2005, 21:19
Località: N40°54'53.57" E14°49'29.08"

Re: re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Ashaman » 25 agosto 2006, 3:59

mpaolo76 ha scritto:
2)Anche il Concorde montava motori turboventola con relativi postbruciatori, anche perché un semplice turbo getto consuma quasi il doppio ed è improbabile consumi meno del peggior turboventola.

Probabilmente più che una versione "B" del Concorde avrebbero dovuto avere un progetto completamente innovativo
Allora, tutti i siti da me interpellati a proposito del Concorde dicono che montava 4 turboreattori con postbruciatori. Tutti. Se tutti hanno scritto una trojata... beh, declino ogni responsabilità. :p

Della versione B del Concorde ho sentito parlare... sarebbe più accurato scrivere "ho letto"... su di un sito che ora non ricordo. Ancora una volta, se hanno scritto tavanate galattiche it's not my fault. :mrgreen:
Salva una pianta! Mangia un vegano!

"He who sacrifices freedom for security deserves neither."
-Benjamin Franklin

Avatar utente
Nicolino
General Aviation Technician
General Aviation Technician
Messaggi: 2851
Iscritto il: 15 settembre 2005, 13:15
Località: K-Pax

Messaggio da Nicolino » 25 agosto 2006, 9:26

Se si intende il turboventola come la traduzione di turbofan, allora non posso fare altro che essere d'accordo con Asha....gli olympus 593 non sono turbofan ma turbogetti puri (non bypassati)....con postcombustione.
Nicolino

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 22 maggio 2017, 23:13

Il Tu-144 finora rimasto nel cortile dell'edificio numero 6 dell'Istituto Aeronautico di Kazan è stato spostato nella notte sul 18 aprile 2017. La sua nuova sede sarà un piedistallo (sic) sulla Prospettiva Fatix Amirxan, davanti all'Università della Ricerca Tecnica di Kazan. L'aereo nel cortile dell'Istituto Aeronautico è il Tu-144 CCCP tail number 77107. Costruito, come gli altri, a Voronez. Staccatosi da terra per la prima volta il 12 dicembre 1975. Questo aereo era designato come "sperimentale", perchè era usato per testare emergenze e manovre correttive, in pratica - dice l'ingegnere capo Valery Nikonov - noi sconnettevamo qualcosa e poi guardavamo come si comportava l'aereo. (Evidentemente andò sempre tutto bene).
Il Tu-144 fu costruito su cortese "invito" di Krusciov, che voleva semplicemente un aereo "più veloce del borghese Concorde". E lo voleva in tempi brevi. Il Tu-144 volò così prima del Concorde.
In tutto furono costruiti 16 velivoli. Il Tu-144 ha compiuto 102 voli, di cui 55 con passeggeri a bordo. Trasportò in tutto 3.284 passeggeri (molto pochi). Poteva raggiungere il Giappone o l'Alaska, ma venne usato tra Mosca e l'Asia centrale (i soli aeroporti con piste adeguate essendo Alma-Ata e Tashkent).
Il Tu-144 era un aereo a cui bisognava dare del lei. I suoi piloti dicono che era come posare un bacio sul muso di una tigre. Era ancora non completamente testato, quando i politici lo vollero in aria per la prima volta. CCCP 77107 però, essendo sperimentale, compì molti più voli degli altri: in tutto 180. Per un totale di 357 ore di volo, di cui 135 trascorse al di sopra della velocità del suono. La massima velocità cui fu mai portato 77107 fu di Mach 2,35, circa 2.500 Km/h, 700 m/sec. Atterrò per l'ultima volta il 29 marzo 1985, sulla pista della KAPO S.P. Gorbunov di Kazan, fu portato all'Istituto Aeronautico, dove è rimasto fino al 17 aprile 2017.



http://kazanreporter.ru/post/2227_doroga_k_p-edestalu
Allegati
maxresdefault.jpg
02.jpg
102.jpg
101.jpg

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 30 maggio 2017, 1:24

Anno 1965, secondo le richieste del Ministero dell’Industria Aeronautica dell’Unione Sovietica, all’ufficio sperimentale Tupolev di Mosca un nuovo modello ligneo a grandezza naturale prende forma. Il Ministero vuole al più presto quattro prototipi del nuovissimo trasporto civile supersonico.
Allegati
2.jpg
.jpg
03.jpg
06.jpg
04.jpg
05.jpg

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 30 maggio 2017, 1:54

Tra giugno e ottobre 1967, tutta la documentazione tecnica è trasferita agli impianti di produzione, distribuiti tra Mosca, Voronez, Kuybyshev ed altre sedi. All’inizio del 1968, il primo Tu-144 completato, 00-00 CCCP – 68001, viene trasportato dall’ufficio Tupolev a Zhukovsky, sede dell’Istituto di Ricerca Aeronautica Gromov. Un Mil Mi-10 trasporterà le semiali da Voronez per l’assemblaggio finale.
CCCP – 68001 sarà così il primo Tu-144 a uscire dall'hangar.
Allegati
001.jpg
00-00.jpg
00-001.jpg
00-003.jpg
00-005.jpg

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 30 maggio 2017, 2:19

Il 5 dicembre 1968 arriva l'autorizzazione al primo volo di prova, preceduto da diverse giornate di prove a terra. Il 20 dicembre 1968 l'aereo è giudicato operativo e il 31 dicembre 1968, CCCP - 68001 si stacca da terra per la prima volta, ai comandi del colonnello Eduard Vaganovich Elyan e del suo copilota, il colonnello Mikhail Vasilievich Kozlov. Gli altri due membri dell'equipaggio sono l'ingegnere capo, colonnello Vladimir Nikolayevich Benderov e l'ingegnere di volo Yu. T. Seliverstov.
Il 20 e 21 maggio 1969, CCCP - 68001 atterra a Mosca - Sheremetyevo, per essere presentato per la prima volta ai corrispondenti esteri e agli esperti di aviazione civile.
Il 5 giugno 1969 è raggiunta per la prima volta la velocità supersonica (Mach 1,08) a 11.000 metri. Il 25 maggio 1970 è infine raggiunta la velocità di Mach 2 in volo di crociera.
Allegati
00-009.jpg
025.jpg
00-0010.jpg
016.jpg
013.jpg
00-0016.jpg
00-0015.jpg
007.jpg

Avatar utente
giragyro
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1439
Iscritto il: 21 luglio 2011, 15:59
Località: alessandria

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da giragyro » 30 maggio 2017, 20:04

splendido aereo
Argo riconobbe Ulisse, Penelope no.

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 30 maggio 2017, 21:25

Anche per me è un aereo bellissimo (come il Concorde). Inoltre CCCP - 68001 oltre che il primo, è anche un aereo unico. Si vedono le differenze con tutti quelli che l'hanno seguito.
Già dall'hangar numero 2 dell'Istituto di Ricerca Gromov, si vede la differenza con uno degli altri tre prototipi in allestimento finale sullo sfondo.
00-00 CCCP - 68001 non ha le ali canard, ha probabilmente un ala diversa (mi sembra che si vede alle estremità, che non sono tronche, ma curve, ogivali). Il muso mobile è vetrato come sul Concorde, mentre sugli altri ha vetrature solo ai lati. I quattro motori sono tutti vicini e accolti in una sola carenatura ventrale, con il carrello a tre assi (diverso dagli altri) ai lati e non sotto la fusoliera, come invece si vede nei successivi Tu-144. Sicuramente anche altre differenze che non conosco.
Oltre a CCCP - 68001, gli altri tre prototipi mi risultano essere:
01-01 CCCP - 77101
01-02 CCCP - 77102 (aereo perduto con tutto l'equipaggio nel disastro di Parigi - Le Bourget, 1973)
02-01 CCCP - 77103
(I primi 4 numeri indicano il numero di fabbrica). Questi tre ultimi aerei hanno già l'aspetto del Tu-144 definitivo, con nuovo carrello, due gondole separate per i 4 motori, con un solco nel mezzo, ali canards, nuovo muso.
L'ultima foto ritrae CCCP - 68001 all'aeroporto di Hannover - Langenhagen nel 1972.
Allegati
01.jpg
04.jpg
05.jpg
06.jpg
08.jpg
07.jpg
10.jpg

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 2 giugno 2017, 18:56

La linea del primo prototipo: Berlino - Schönefeld e Praga, 1971.
In compagnia del Mil V-12 a Berlino, con scala Interflug.
Due prototipi: Paris - Le Bourget, 1971.
Allegati
13.jpg
16.jpg
-1971-SFX-17.jpg
20 1971.jpg

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 13 settembre 2017, 20:31

"Andrei Nikolayevich, i tuoi aerei supersonici possono portare persone invece di bombe?".
"Compagno Segretario Generale, lo studio per questo nuovo velivolo è iniziato".

(Nikita Krusciov ad Andrei Tupolev, parata aerea di Tsushino, luglio 1961).

Da un bel video, a 07:44 il primo prototipo del Tu-144, a scopo precauzionale, portava anche quattro sedili eiettabili, che mi sembrano essere della famiglia Kresla-Tupolev-1 (KT-1), gli stessi del Tu-22. L'egresso era attraverso il tetto del cockpit, attraverso quattro portelli esplosivi. (All'uso dell'Unione Sovietica, l'ufficio progettazioni che si occupava di un aereo, si occupava anche di tutto il resto, compresi anche i seggiolini eiettabili, che quindi erano "dedicati" a quell'aereo):



Il Tu-144 comportò anche la risoluzione di diversi problemi, tra cui anche il trasporto delle semiali da Voronez, dove erano state costruite, fino a Zhukovsky ,fuori Mosca. Venne scelto il Mi-10. Il problema era che in teoria la conformazione triangolare del carico, con il suo profilo, investita dalla corrente del rotore del Mi-10, secondo tutti i calcoli rendeva incontrollabile il volo. In pratica fu molto più semplice. Il Ministro dell'Industria Aeronautica dell'URSS P.V. Dementiev prese il telefono e fece una chiacchierata con l'Ufficio Mil: "Prendete quelle ali e portatele a Mosca ...". Chiaro? Purtroppo non ho trovato immagini di questo pazzesco trasporto. Il motivo dell'enorme pressione cui era sottoposto tutto il personale era che Britannici e Francesi non dovevano arrivare primi. Venne chiamato il pilota collaudatore capo della Mil, V.P. Koloshenko, che spiegò ai suoi uomini che: "... la missione è impossibile, ma l'ordine va eseguito". Presero un Mi-10, lo spogliarono di tutto per alleggerirlo, a cominciare dal sistema anticongelante e iniziarono a provare a bilanciarlo e stabilizzarlo con sacchi di sabbia. Dopo varie prove con mockup in legno, credo di aver capito che l'unico modo di decollare con il Mi-10 carico fu quello di decollare non in verticale, ma accelerando come un aereo sulla pista.

http://ru-aviation.livejournal.com/2618286.html

http://www.vaso.ru/index.php/home/stran ... sy-istorii
Allegati
web.jpg

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 1 novembre 2017, 10:13

Il 1° novembre del 1977, nel sessantesimo anniversario della rivoluzione d'ottobre e della presa di Mosca, il primo volo di linea del Tu-144: Mosca - Alma Ata. Durata complessiva del volo circa due ore. Gli aerei che facevano servizio per Alma - Ata erano due: СССР-77109 e СССР-77110. Per il primo volo, solo 80 passeggeri per 140 posti, a una quota di 17 Km.

https://omchanin.livejournal.com/683613.html
Allegati
CCCP - 77115.jpg

Avatar utente
richelieu
FL 500
FL 500
Messaggi: 10269
Iscritto il: 22 dicembre 2008, 21:14

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da richelieu » 31 dicembre 2018, 11:27

FlightGlobal rievoca il primo volo del supersonico civile Tupolev Tu-144 avvenuto giusto 50 anni fa .....
When the first Tupolev Tu-144 thundered its way into aeronautical history 50 years ago, lifting off from Zhukovksy airfield on the last day of 1968, much of the supersonic programme remained cloaked by the secrecy of the Cold War.
Flight International first covered the Tu-144’s maiden flight in its second issue of 1969 (*), the first having been dominated by the Apollo 8 space mission.
..... "RETROSPECTIVE: Tu-144 beats Concorde to first flight" .....

(*) ..... https://www.flightglobal.com/pdfarchive ... rch=Tu-144 .....
.

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1381
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Tupolev Tu 144

Messaggio da Vultur » 11 febbraio 2019, 12:58

Secondo il ministero dell'industria, nel 2022 in Russia inizierà lo sviluppo di un nuovo trasporto civile supersonico.

https://www.eturbonews.com/244037/russi ... ne-project

http://www.rumedia24.com/2019/02/03/%D1 ... %BE%D0%B9/

Rispondi