Nella pancia del Lancaster

Area dedicata all'Aviazione Storica. Aerei vintage, vecchie Compagnie e imprese del passato

Moderatore: Staff md80.it

Rispondi
Avatar utente
bruss
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 5 aprile 2016, 16:55

Nella pancia del Lancaster

Messaggio da bruss » 29 ottobre 2017, 11:39

Un breve e interessante stralcio di comunicazioni radio tra i componenti dell'equipaggio di un Lancaster durante un azione, vengono attaccati da un caccia subito dopo lo sgancio bombe, pensavo che sopra l'obiettivo fosse compito delle delle flak la difesa e i caccia intervenissero solo nell'andata e nel ritorno,evidentemente mi sbagliavo...
Nessuno siamo perfeti , oniuno ci habiamo i suoi d'ifetti !

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1384
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Vultur » 31 ottobre 2017, 20:16

Ma il Lancaster non aveva anche quattro Merlin?

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4902
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Valerio Ricciardi » 31 ottobre 2017, 20:37

Si, certo. Un Merlin sullo spit, due sul Mosquito, quattro sul Lancaster.
Bombardiere tanto sgraziato e goffo quanto ben riuscito come dimostrò l'impiego operativo (dopo il conflitto la sua versione derivata per trasporto passeggeri, il rumorosissimo Lancastrian, fu utilizzato anche dalle Linee Aeree Italiane - LAI).
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1384
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Vultur » 31 ottobre 2017, 20:40

E nel video si sentono i Merlin?

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4902
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Valerio Ricciardi » 1 novembre 2017, 7:51

Non so, ho la scheda audio del PC fisso fuori uso, perciò ho dato un'occhiata al video solo per vedere se vi son sottotitoli. Non credo dovrebbero sentirsi motori diversi, in teoria.
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4751
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da sardinian aviator » 1 novembre 2017, 8:34

Valerio Ricciardi ha scritto:Si, certo. Un Merlin sullo spit, due sul Mosquito, quattro sul Lancaster.
Bombardiere tanto sgraziato e goffo quanto ben riuscito come dimostrò l'impiego operativo (dopo il conflitto la sua versione derivata per trasporto passeggeri, il rumorosissimo Lancastrian, fu utilizzato anche dalle Linee Aeree Italiane - LAI).
Mi permetto di dissentire. La LAI era una compagnia seria che mai avrebbe fatto volare i suoi preziosissimi e coccolati passeggeri su quegli scassoni :mrgreen: Lo fece invece l'Alitalia che all'epoca non aveva una lira (invece adesso....) e ne aveva ben 5 gentilmente forniti dagli inglesi (che stavano alla canna del gas pure loro): I-AHBX/BY/CB/CD e I-DALR. La LAI, che godeva invece di investimenti USA e vaticani, sul lungo raggio aveva i DC6 e DC6B che peraltro cominciarono a volare nel 1951, mentre i Lancastrian operavano già dal 1948. Ma Alitalia operava sul sud Atlantico e LAI la ben più prestigiosa tratta per New York :D
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

Avatar utente
bruss
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 5 aprile 2016, 16:55

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da bruss » 1 novembre 2017, 10:26

Vultur ha scritto:E nel video si sentono i Merlin?
Come si dovrebbero sentire i merlin?
Nessuno siamo perfeti , oniuno ci habiamo i suoi d'ifetti !

Avatar utente
Valerio Ricciardi
FL 450
FL 450
Messaggi: 4902
Iscritto il: 22 agosto 2008, 8:33

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Valerio Ricciardi » 1 novembre 2017, 14:52

Fanno wwwrruuuuuuummmm!
Mentre invece gli altri fanno wwwrruuuuuuuummmm!
Non è uguale...
Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che, quando si tratta di rimboccarsi le maniche e incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare, ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare.
Giovanni Falcone

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1901
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da fabrizio66 » 2 novembre 2017, 7:47

L utilizzo in Alitalia del lancastrian era dovuta all' obbligo da parte della compagnia all' utilizzo di aerei inglesi od italiani imposto dalla azionista inglese.

Avatar utente
ruotenelvento
00500 ft
00500 ft
Messaggi: 91
Iscritto il: 2 maggio 2014, 9:25

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da ruotenelvento » 2 novembre 2017, 10:26

Valerio Ricciardi ha scritto:Bombardiere tanto sgraziato e goffo [/i]
Ammappete! :D Se il Lancaster era sgraziato lo Stirling che era?

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1384
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Vultur » 2 novembre 2017, 12:31

bruss ha scritto:
Vultur ha scritto:E nel video si sentono i Merlin?
Come si dovrebbero sentire i merlin?
Penso così:

Nel video non li sento, ma forse è perchè è solo la registrazione dell'interfono tra l'equipaggio, o forse negli anni il suono si è rovinato.

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1901
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da fabrizio66 » 2 novembre 2017, 13:28

L'azionista straniero di riferimento nelle due compagnie, soprattutto all inizio ha pesato molto nelle scelte aziendali.
la bea presente nel capitale alitalia era ben diversa rispetto alla twa in lai.
il lancastrian era un aereo con buone prestazioni in termini di velocità ed autonomia, alitalia con questo aereo arrivava a Buenos Aires.
il problema è che dal punto di vista commerciale era un aereo molto scomodo, la cabina passeggeri ricavata nel vano bombe, rumore assordante, cabina angusta, consumo onerosissimo.
la flotta alitalia comprendendo anche gli sm 95 ed il fiat g-12 era una flotta non performante a differenza di Lai che aveva all inizio ottimi c47 trasformati in dc-3
quando alitalia si trovo sull orlo del primo fallimento, la bea autorizzo l acquisto di aerei non inglesi/italiani permettendo all alitalia con il dc-4 (seppur ridimensionata nei numeri) a risollevarsi.

transadriatica
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 127
Iscritto il: 7 aprile 2010, 11:41

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da transadriatica » 2 novembre 2017, 19:31

Vultur ha scritto:Penso così:
Il rumore che si sente in questo bel decollo è la sovrapposizione di due rumori: quello degli scarichi dei motori (quello che si sente da terra) e quello aerodinamico, dovuto soprattutto all'interferenza della turbolenza generata dalle eliche interne contro la fusoliera. Verso la fine del filmato si sentono nettamente anche i battimenti dovuti alle piccole differenze di velocità di rotazione dei motori.
Vultur ha scritto:Nel video non li sento, ma forse è perchè è solo la registrazione dell'interfono tra l'equipaggio, o forse negli anni il suono si è rovinato.
Certo, è solo l'interfono: se si fosse sentito anche il rumore dei motori a che gli sarebbe servito avere l'interfono?
Michele

Avatar utente
sardinian aviator
FL 450
FL 450
Messaggi: 4751
Iscritto il: 20 ottobre 2009, 11:12
Località: Nord Sardegna

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da sardinian aviator » 2 novembre 2017, 19:57

fabrizio66 ha scritto:L'azionista straniero di riferimento nelle due compagnie, soprattutto all inizio ha pesato molto nelle scelte aziendali.
la bea presente nel capitale alitalia era ben diversa rispetto alla twa in lai.
il lancastrian era un aereo con buone prestazioni in termini di velocità ed autonomia, alitalia con questo aereo arrivava a Buenos Aires.
il problema è che dal punto di vista commerciale era un aereo molto scomodo, la cabina passeggeri ricavata nel vano bombe, rumore assordante, cabina angusta, consumo onerosissimo.
la flotta alitalia comprendendo anche gli sm 95 ed il fiat g-12 era una flotta non performante a differenza di Lai che aveva all inizio ottimi c47 trasformati in dc-3
quando alitalia si trovo sull orlo del primo fallimento, la bea autorizzo l acquisto di aerei non inglesi/italiani permettendo all alitalia con il dc-4 (seppur ridimensionata nei numeri) a risollevarsi.
Mettiamola così: la GB uscì dal conflitto mondiale completamente spompata ed alla canna de gas dal punto di vista finanziario. In GB la tessera annonaria, cioè il razionamento dei viveri per la popolazione, durò ben oltre la fine della guerra, quando già in Italia si era in piena ripresa. Gli americani avevano un surplus di aerei e gli inglesi no e li potevano vendere a prezzo vile (costava di più riportarli a casa). Già nel 1944 quando nacque l'ICAO erano chiare le posizioni: gli USA per la libertà totale dei cieli (e per far volare i propri aerei senza limiti) la GB per la sovranità dello spazio aereo, cioè accordi bilaterali per ottenere contropartite. La LAI beccò l'azionista giusto anche se poi si comportò non benissimo facendo la parte del leone e costringendo molte compagnie a chiudere (vedi Airone in Sardegna, vero e proprio furto di tratte tramite un governo compiacente). Con la stessa moneta Alitalia la ripagò nel 1957, ottenendo una fusione dove incredibilmente la società più povera e col bilancio in passivo assorbì la più ricca. Su quella storia è sceso poi il silenzio... chissà se verranno mai svelati i retroscena?

Scusate mi sono fatto prendere la mano e dai Merlin motori sono passato ai tempi della legge Merlin :mrgreen:
È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio

fabrizio66
FL 150
FL 150
Messaggi: 1901
Iscritto il: 9 settembre 2010, 14:11

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da fabrizio66 » 3 novembre 2017, 12:53

C è da considerare inoltre che la lai sia come servizio che come flotta era nettamente superiore ad Alitalia.
Basta vedere l assunzione Delle prime donne come aavv.
Lai offriva un servizio tutto letto sulla Roma new york appetito dai vari ciò dell' epoca.diciamo che rispetto ad Alitalia era all' avanguardia commercialmente parlando.
Ma la legge Merlin qual è? Me sa che me tocca chiede a Pino :mrgreen:

Avatar utente
bruss
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 5 aprile 2016, 16:55

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da bruss » 3 novembre 2017, 19:45

transadriatica ha scritto:
Vultur ha scritto:Penso così:
Il rumore che si sente in questo bel decollo è la sovrapposizione di due rumori: quello degli scarichi dei motori (quello che si sente da terra) e quello aerodinamico, dovuto soprattutto all'interferenza della turbolenza generata dalle eliche interne contro la fusoliera. Verso la fine del filmato si sentono nettamente anche i battimenti dovuti alle piccole differenze di velocità di rotazione dei motori.
Vultur ha scritto:Nel video non li sento, ma forse è perchè è solo la registrazione dell'interfono tra l'equipaggio, o forse negli anni il suono si è rovinato.
Certo, è solo l'interfono: se si fosse sentito anche il rumore dei motori a che gli sarebbe servito avere l'interfono?
Michele
Penso anch'io che il rombo dei Merlin in cuffia arrivasse piuttosto ovattato
Nel filmato si puo' apprezzare la differenza tra il suono "ambiente" e "in cuffia"

Un po' di foto che gli ho fatto a Duxford ,fatte con una compatta con luce non ideale , la qualita' e quella che e'... :roll:
Allegati
P1000981 (FILEminimizer)-1.jpg
P1000985 (FILEminimizer)-2.jpg
P1010006 (FILEminimizer).jpg
P1010003 (FILEminimizer)-1.jpg
P1000983 (FILEminimizer)-1.jpg
P1000982 (FILEminimizer)-3.jpg
P1000980 (FILEminimizer).jpg
Nessuno siamo perfeti , oniuno ci habiamo i suoi d'ifetti !

Avatar utente
Vultur
10000 ft
10000 ft
Messaggi: 1384
Iscritto il: 16 ottobre 2011, 13:28

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da Vultur » 3 novembre 2017, 22:26

Portava più del B-29. Credo che quello sotto la coda fosse il radar.

Avatar utente
bruss
01000 ft
01000 ft
Messaggi: 181
Iscritto il: 5 aprile 2016, 16:55

Re: Nella pancia del Lancaster

Messaggio da bruss » 4 novembre 2017, 8:14

Vultur ha scritto:Portava più del B-29. Credo che quello sotto la coda fosse il radar.
Esatto, era l'alloggiamento dell' H2S
Nella penultima foto, in primo piano, la bomba anti diga dei famosi "dambusters"
Nessuno siamo perfeti , oniuno ci habiamo i suoi d'ifetti !

Rispondi